Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo.

Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo.
100fellini-luca_bacciocchi

CESENA. Sabato 5 ottobre alle 17,30 in Galleria Pescheria è stata  inaugurata  la mostra fotografica ‘Dalla luna tutto torna‘ con protagonisti gli scatti di Luca Bacciocchi. Avviato già nel 2015, questo progetto fotografico si ispira alla poetica pirandelliana e vuole mettere al centro l’individuo alle prese con sé stesso e con la ricerca della propria identità.

Con i suoi scatti, Baciocchi vuole indagare soprattutto il rapporto dell’uomo con il tempo, inteso come entità astratta, nella sua accezione più ampia e universale: con il suo obiettivo cattura una serie di luoghi-non luoghi, in cui l’individuo si trova faccia a faccia con sé stesso e si interroga di fronte all’infinito. La chiave di lettura vuole essere positiva: l’uomo vive ‘abitando il suo tempo‘, in modo sincronico e in armonia, senza perdersi nell’angoscia di fronte al suo scorrere inesorabile. Con immagini rarefatte e decontestualizzate, l’artista vuole lasciare allo spettatore libertà di interpretazione, volgendo lo sguardo dalla superficie dell’opera alla propria interiorità.

 

La mostra si divide in tre serie di immagini fotografiche, per un totale di oltre 60 opere esposte.

Nella prima serie di immagini, scattate in diverse località italiane e dedicata ai ‘luoghi non più abitati, l’abitare viene inteso in senso stretto: l’uomo, nonostante la sua presenza fisica sia venuta meno, è riuscito a lasciare i segni tangibili del suo passaggio negli oggetti, nei muri e negli ambienti del suo vivere quotidiano, che continuano a modificarsi nel tempo come se avessero, essi stessi, una vita propria.

Il secondo gruppo di immagini è frutto di un lavoro svolto in Francia, Polonia, Slovenia e Italia e fornisce una visione più introspettiva del rapporto uomo-tempo e del cammino per dare un senso alla propria storia. Qui, infatti, il passaggio dell’uomo è inteso come tracciato fisico in alcuni casi e passaggio mentale in altri: la serie comprende scatti fotografici che tentano di dare un’interpretazione di luoghi in apparenza sempre uguali a sé stessi – il mare, la spiaggia – ma in continuo divenire.
La terza e ultima serie di immagini, più ‘giovane‘ poiché realizzata più recentemente dall’artista, ha come oggetto l’indagine di un momento temporale ben definito: la notte, situazione nella quale è possibile osservare e porsi delle domande in modo unico. In questa serie di opere vengono raccontati alcuni luoghi considerati di passaggio (strade provinciali, stazioni di servizio, hotel), immortalati in una situazione notturna e misteriosa, che l’osservatore può interpretare secondo il proprio sentire più intimo.

 

SCHEDA. Nato a Forlimpopoli nel 1977, Luca Bacciocchi si laurea in Psicologia all’Università di Bologna nel 2002 e nel 2007 si specializza in Analisi di gruppo e psicoterapia a Roma, alla scuola Iter dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Quest’ ultima esperienza formativa lo avvicina ai temi della narrazione e della rappresentazione, motivo per cui prosegue la sua formazione nell’ambito della comunicazione e della fotografia, conseguendo una qualifica professionale a Bolzano e iniziando l’apprendistato presso fotografi professionisti e artisti affermati.

Nel 2012 avvia la sua produzione artistica, mentre nel 2016 tiene le sue personali ‘Abitare il tempo’ (Forlì e Cesenatico), seguita da ‘AM:PM - Dalla via Emilia al mare’ (Cervia).  Diverse le mostre a cui partecipa con le sue opere: ‘Clima Uomo NaturaEventi climatici estremi’ (Dovadola e Forlì), ’100% Fellini‘ (Il vicolo, Cesena), ‘Ad Christi Matrem…currite‘ allestita a Cesena. Nel 2018 viene scelto come autore fotografico per il volume ‘Sulle tracce di una regione – itinerari visuali, socio economici e culturali in Emilia Romagna’ curato da Claudia Collina e realizzato dall’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della regione Emilia-Romagna, edito da Danilo Montanari Editore. Nel 2019 vince a Londra il premio Ipa 2019 photo Award ‘The Feminine through the lens’ indetto dall‘International Psychoanalytical Association in occasione del congresso mondiale con tema ‘The Feminine’. Informazioni: www.lucabacciocchi.com

 

 

La mostra  rimane allestita fino a domenica 27 ottobre nei seguenti orari:

-martedì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19
-mercoledì, sabato e domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19
-chiusa il lunedì

 

Hanno contribuito alla realizzazione della mostra le aziende Tecnomec di Forlì, Giemme e Samorani Group.

In allegato,  uno  scatto della mostra ‘Dalla luna tutto torna’.

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...