Ravenna. Torna l’esposizione felina. Le fotografie dei gatti realizzate dall’olandese Nynke Van Holten.

Ravenna. Torna l’esposizione felina. Le fotografie dei gatti realizzate dall’olandese Nynke Van Holten.
Ravenna. Torna l’esposizione felina. Le fotografie dei gatti realizzate dall'olandese Nynke Van Holten.

RAVENNA. “Si tratta di un evento – ha affermato l’assessore Cameliani – che accende un ‘focus‘ molto interessante sui gatti, animali d’affezione che fanno ormai parte di moltissime famiglie. Il benessere degli animali è un tema importante per questa Amministrazione che cerca di essere vicina alle loro esigenze tanto che Ravenna, tra l’altro, è uno dei pochi Comuni in Italia ad avere una guardia medica veterinaria notturna”.
Protagonisti saranno dunque oltre 250 gatti  appartenenti a diverse razze riconosciute in ambito internazionale dalla FIFe (Féderation International Féline), con 40 Paesi aderenti nei quali si svolgono esposizioni con gli stessi regolamenti nel rispetto degli stessi standard di razza. Si potranno ammirare i maestosi Maine Coon, le eleganti toilettature dei blasonati Persiani, le movenze sinuose degli orientali, gli Abissini dal colore dell’Africa, gli Sphynx i gatti nudi, gli occhi zaffiro del gatto Birmano e la dolcezza di suo cugino, il gatto Ragdoll. E ancora, i Norvegesi delle foreste, i British, i Certosini, e i ricciuti Devon Rex; tanti esemplari provenienti da tutta Europa, affronteranno un lungo viaggio con l’unico intento di farsi ammirare.

  

NON SOLO BELLEZZA

Durante la manifestazione si svolgerà un interessante convegno veterinario. Si terrà il sabato alle 16 nella sala Rossa del Pala de Andrè  e sarà dedicato nella prima parte agli allevatori, e, nella seconda, al pubblico. Il tema verterà su ‘Cardiomiopatie e alimentazione felina: quando il clinico incontra il nutrizionista‘ punto di vista fisiologico e comportamentale”, tenuto da specialisti quali Giacomo Biagi dell’Università di Bologna e Christine Castellitto, con studio in Emilia Romagna e cattedra all’ Università di Lugano.
Un settore dell’area espositiva sarà dedicato ai bambini, con i trucca bimbi, giochi e gonfiabili. Saranno presenti anche tanti stand di dimostrazione dei prodotti alimentari di diverse aziende leader sul mercato e di oggettistica varia, sempre inerente al mondo dei gatti. I gatti, ovvero i protagonisti, saranno presenti per disputare i campionati nazionali ed europei di bellezza, giudicati da esperti provenienti da diversi Paesi quali: Estonia, Repubblica Ceca, Svizzera, Spagna.
Ci saranno due passerelle emozionanti di soggetti ad altissimo livello che verranno illustrate dal giudice internazionale, Francesco Cinque, e fatti sfilare sul palco illuminato per dare una informazione più dettagliata delle razze di appartenenza, della loro storia, delle leggende che accompagnano ognuno di loro e, inoltre, si potranno ammirare bellissime immagini di  gatti proiettati sugli schermi giganti. Sarà presente una fotografa d’eccezione proveniente dall’ Olanda, Nynke Van Holten.  

Sarà presente una rappresentanza del gattile ‘Soli a 4 zampe’ di Ravenna, che darà informazioni sull’adozione dei loro piccoli ospiti.

Ravenna ‘si illumina di gatti’: le fotografie dei gatti, realizzate da Nynke Van Holten, illumineranno la cupola del Pala de Andrè per quattro  notti, dal 30 ottobre fino al 2 novembre.
Al pubblico verrà dato in omaggio l’ Expo Magazine, ricco di notizie sui gatti, articoli sulla loro alimentazione; ogni bambino riceverà in regalo u n adesivo con la foto di tenerissimi cuccioli. Cosa L’esposizione sarà aperta al pubblico con orario continuato dalle 10 alle ore 18.30 sia sabato 2 che domenica 3 novembre. Per ulteriori informazioni www.expo-aristogatti.com

 

Cenni informativi sull’Anfi

L’Anfi, associazione no profit, ha ereditato il ricco patrimonio della Federazione felina italiana (FFI), i cui fondatori hanno iniziato ad operare per la diffusione dell’amore e della cura per il gatto fin dalla seconda metà degli anni ’30. L’ Anfi si propone di sviluppare la cultura della salvaguardia delle specie e delle varietà feline, incoraggiando e disciplinando l’allevamento del gatto e promuovendo il benessere, lo sviluppo, il miglioramento, la tutela e la conservazione di tutte le razze e varietà.
L’Associazione svolge la sua attività su tutto il territorio nazionale, avvalendosi ove possibile di sedi regionali, per una più efficace azione sul territorio. L’ Anfi è stata la prima  Associazione che ha ottenuto il riconoscimento da parte dello Stato italiano (1997) e dal 2005 cura la tenuta del ‘Libro genealogico del gatto di razza’ sotto la vigilanza del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) secondo quanto stabilito dal relativo Disciplinare e dalle norme tecniche, recentemente riviste ed approvate con il D.M. 12953 del 13.10.2008.

L’Anfi aderisce alla Associazione internazionale felina (FIFe), alla cui fondazione partecipò nel 1949 insieme Federazione felina francese (FFF) e alla Reale società felina delle Fiandre quando ancora si chiamava Società felina italiana.

 

Qualche dato

Sono 60 milioni gli animali d’affezione presenti in Italia, di cui il 12,4% sono gatti. Il ruolo degli animali all’interno della famiglia può essere descritto in: funzioni ‘affettive‘, grazie alla capacità degli animali d’affezione di portare buonumore e serenità, rendendo più unito il nucleo familiare, tanto più valido con lo sviluppo odierno della società che vede sempre più famiglie con 1 solo componente.

La pet theraphy ha numerosi risultati positivi nel trattamento di varie malattie. In  funzioni di ‘scopo‘, stimolando i componenti delle famiglie a condurre una vita sana e a mantenersi in forma (con particolare riferimento ai cani).
7.500.000 gatti rappresentano una presenza importante anche nell’ economia sia della famiglia, sia delle imprese che si occupano di pet food.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...