Cattolica. La ragazza che ama e cura i delfini del delfinario Oltremare ospite di Amadeus su Rai Uno.

Cattolica. La ragazza che ama e cura i delfini del delfinario Oltremare  ospite di Amadeus su Rai Uno.
Barbara (2)

CATTOLICA. Un sorriso che spacca lo schermo e che confonde anche i più esperti. L’identità misteriosa della riccionese Barbara Acciai è stata una delle più ‘costose’ da scoprire nella puntata di domenica 19 gennaio su Rai Uno nel programma ‘ I soliti ignoti‘  condotto da Amadeus.
L’identità misteriosa di Barbara vale 66mila euro. Inizialmente Barbara viene scambiata per una deejay. La provenienza da Riccione e l’abbigliamento coloratissimo confondono la concorrente. La solare romagnola è invece una delle addestratrici di Oltremare. Fa parte della squadra dolphin trainers dal 2009. La sua grande passione per gli animali la porta ad avvicinarsi a questo mondo negli anni Novanta, come volontaria al Delfinario di Cattolica, tra delfini e tartarughe marine.
Nel 2000 diventa addestratrice di leoni marini e delfini e lavora per 5 anni in un parco del Nord Italia.
Tra il 2005 e il 2008 l’esperienza da ‘animal trainer’ la porta a dividersi tra Roma e il Portogallo. Nel 2009 diventa definitivamente una delle addestratrici della bella squadra addestratori di Oltremare. Barbara è una delle protagoniste del doppio appuntamento quotidiano ‘Delfini – Lo spettacolo della natura’ nella Laguna di Ulisse, la più grande e bella d’Europa.

COMMENTO. “Con tutto il team di addestratori, biologi e veterinari, garantiamo un elevato standard qualitativo dei nostri tursiopi, sia per la vita sociale degli esemplari ospitati che per la valenza di sensibilizzazione dei visitatori alle tematiche ambientali _ racconta la Acciai – . Gli animali vivono con noi da anni e ci riconoscono. Passiamo con loro tanto tempo, tutti i giorni e tutto l’anno. Sono la nostra famiglia.
Ci affezioniamo ad ognuno di loro. Il mestiere dell’addestratore è affascinante ma richiede una grandissima passione. Senza è davvero difficile. I sacrifici sono tanti, come la disponibilità, ma non lo cambierei con niente al mondo. Non abbiamo i consueti orari di lavoro: l’unica cosa che i delfini ci chiedono è dedicare loro tanto tempo. La qualità del nostro lavoro corrisponde alla qualità della loro vita. Questo è un legame speciale, unico”.

 

 

Nelle foto: Barbara con i delfini di Oltremare 

 

Ti potrebbe interessare anche...