Emilia Romagna. Gal Delta 2000. Accordi di cooperazione per lo sviluppo delle vie di pellegrinaggio.

Emilia Romagna. Gal Delta 2000. Accordi di cooperazione per lo sviluppo delle vie di pellegrinaggio.
Appennino accordi

EMILIA ROMAGNA. Il GAL DELTA 2000, è stato protagonista della sottoscrizione di due accordi di cooperazione inter-territoriali insieme a tutti gli altri GALGruppi di azione locale  dellEmilia Romagna. Un traguardo importante: per la prima volta dalla programmazione delle iniziative comunitarie leader, i 6 GAL dell’Emilia Romagna insieme per progetti comuni di cooperazione. La firma degli accordi è avvenuta nella sede del Municipio di Bobbio, borgo decretato come più bello d’Italia per il 2019 all’interno del talent di Rai3 ‘Il borgo dei borghi’, alla presenza del sindaco Roberto Pasquali.
 I progetti sottoscritti dai sei Gruppi di azione locale dell’Emilia Romagna mettono a disposizione oltre euro 1.500,000,00 per la realizzazione di azioni comuni e locali per organizzare e promuovere i ‘Cammini’  dell’Emilia Romagna dagli Appennini al Delta del Po e per la valorizzazione dei ‘Paesaggi rurali’.

Il GAL DELTA 2000 nei progetti da realizzare insieme ai GAL dell’Emilia Romagna intende portare avanti l’obiettivo strategico del Piano di azione locale di posizionare il Delta del Po come un tesoro da svelare al Mondo , e strutturare i cammini, riconosciuti a livello regionale e nazionale, che lo attraversano, come la via Romea-Germanica e la via della Misericordia con percorsi fruibili, attrezzati e riconoscibili, oltre a condividere con gli altri GAL emiliano romagnoli un unico slogan comune ‘IL PAESAGGIO … PRENDIAMOCENE CURA‘ !
Con riferimento al progetto dei ‘Cammini, guidato dal GAL DELTA 2000 capofila del partenariato, i protagonisti del progetto, nel territorio leader del Delta del Po, saranno gli Enti pubblici che per il loro ruolo avranno il compito di attrezzare e segnalare i percorsi, sulla base di un progetto di insieme e una metodologia condivisa con gli altri GAL dell’Emilia Romagna; le aziende agricole, turistiche e di servizio al turismo che dovranno garantire per ogni punto tappa i servizi adeguati per i camminatori; i cittadini per riconoscersi in un progetto di comunità ‘ospitale‘.

COMMENTI. Perché la cooperazione? E il consigliere delegato al Turismo del GAL DELTA 2000 Mauro Conficoni, risponde: “..perchè la cooperazione offre la possibilità di confrontarsi con altri territori, con operatori pubblici e privati, la cooperazione tra i GAL è ‘un dare e avere, e per lo sviluppo dei territori è fondamentale confrontarsi, condividere metodologie comuni, e organizzare inizative di promo-comunicazione comuni, con maggiori vantaggi competitivi, non solo a livello di prossimità, bensì a livello europeo. Promuovere km di percorsi attraversando paesaggi diversi è sicuramente un approccio vincente  per far conoscere le bellezze della nostra Regione  dagli Appennini al Delta del Po”.

“Il progetto – aggiunge  Angela Nazzaruolo, direttrice del GAL DELTA 2000 - si attuerà tramite azioni a regia GAL per la definizione del progetto di fattibilità di strutturazione dei percorsi, un bando per enti pubblici per la realizzazione degli allestimenti dei camminamenti, azioni con gli operatori privati per attrezzare i percorsi, e un’azione pilota dedicata alla ‘bisaccia del viandante’ che avrà lo scopo di valorizzare i prodotti tipici delle aree rurali dagli Appennini al Delta, con il coinvolgimento delle aziende produttrici del nostro territorio per far conoscere a visitatori dei percorsi i prodotti e le eccellenze delle aree rurali regionali”.
Il progetto prevede inoltre una stretta sinergia con i servizi regionali al turismo, con APT della regione Emilia Romagna e con Destinazione romagna, al fine di moltiplicare gli effetti della comunicazione e della promozione di questa importante offerta turistica della Regione.
Il secondo progettoPaesaggi da vivere – valorizzazione dei paesaggi rurali e creazione di osservatori locali per la qualità del paesaggio dell’Emilia Romagna si pone l’obiettivo di fornire una lettura ed interpretazione dei territori dei GAL con il coinvolgimento della popolazione locale, al fine di identificare i ‘paesaggi’ più rappresentativi delle aree rurali, i paesaggi da valorizzare ulteriormente ma anche quelli da ‘mitigare‘ per la presenza di elementi incongrui. Ognuna delle aree rurali dei GAL coinvolti sarà inoltre promotrice di tutto il progetto e quindi degli altri paesaggi rurali regionali e delle loro occasioni di visita, al fine di consolidarne una rete anche in ottica turistica.

I partner dei due progetti sono tutti i 6 GAL dell’Emilia Romagna ai quali è assegnata la gestione della Misura 19 del Piano di sviluppo rurale della regione Emilia Romagna all’interno delle rispettive aree rurali di competenza.

Nello specifico i GAL coinvolti sono:

Gal Delta 2000 con competenza per le aree rurali delle province di Ferrara e Ravenna
Gal del Ducato con competenza per le aree rurali delle province di Piacenza e Parma
Gal Antico Frignano e Appennino reggiano con competenza per le aree rurali delle province di Modena e Reggio Emilia

Gal Appenino bolognese con competenza per le aree rurali della provincia di Bologna
Gal L’altra Romagna con competenza per le aree rurali delle province di Forlì-Cesena e Ravenna
Gal valli Marecchia e Conca con competenza per le aree rurali della provincia di Rimini

 

I termini per la realizzazione completa di tutte le attività previste da entrambi i progetti è fissata al 31/12/2022.

Info: GAL DELTA 2000, 0533-57693, www.deltaduemila.net, info@deltaduemila.net.

Ti potrebbe interessare anche...