Predappio. Libri e trekking culturali: si entra nel vivo. Avvio col volume ‘Casematte’ di Mario Proli.

Predappio. Libri e trekking culturali: si entra nel vivo. Avvio col volume ‘Casematte’ di Mario Proli.
predappio download

 Predappio – Proseguono gli appuntamenti con la cultura, la storia e la narrativa. Cresce infatti l’attesa per le visite guidate ai luoghi misteriosi e dimenticati della città e dei suoi dintorni così come la curiosità di immergersi nel mondo della letteratura.

Dopo San Martinino sarà Rocca d’Elmici la protagonista del prossimo viaggio nella storia del territorio. L’appuntamento è per martedì 8 settembre con partenza prevista per le ore 18.30 da piazza Garibaldi (Prenotazione obbligatoria - richiesto un contributo di partecipazione di 5€)

Feudo dei Calboli, passato di mano più e più volte nei secoli, si erge ancora il ‘Castrum Elmizie’ o ‘Rocha Elmicis‘, o ancora ‘Rocche De’ Ermizia’ o anche Rocca de’ Mici, conosciuta ai più come Rocca d’Elmici.
L’affascinante scenario che si pone innanzi ai visitatori è quello dei ruderi dei bastioni che testimoniano le tracce dell’antica rocca e della fortificazione più e più volte distrutta e ricostruita. Feudo inizialmente sino a diventare ‘castrum’, la rocca racconta nel suo profondo silenzio in cui è immersa vicende mirabolanti, fatte di battaglie, conquiste, sconfitte, donazioni e abbandoni.

 

Spazio ai libri, da giovedì 10 settembre al Centro giovani Elianto (piazzale Isonzo, 47016 Predappio) con la presentazione del volume ‘Casematte’ di Mario Proli.

Cuore della serata, che prenderà avvio alle ore 20.30, una narrazione storica collocata tra fine Ottocento e inizio Novecento. L’opera si sviluppa in modo originale e curioso, partendo da una perizia medico legale  stilata da un autorevole esperto che mette in gioco un tema affascinante: l’amore platonico come causa di pazzia.

Attorno alla vicenda si dipanano i fili di una radice antica che mostrano un complesso quadro di ricami, con fatti storici eventi e cambiamenti sociali che riempiono di colore l’intera trama.
A proposito di colore Grota, alias Franco Giannelli, ha realizzato un telo istoriato, al centro del quale si trovano sei immagini di opere dei macchiaioli reinterpretati dall’artista circondate da altre rappresentazioni di Munch. L’opera di Grota è un pezzo stesso della storia e a buona ragione è stata utilizzata anche per la copertina del romanzo di Mario Proli.

 

 

Prossimi appuntamenti:

 

Giovedì 17 settembre
Centro giovani Elianto, ore 20.30 – Robert Lolli presenta il volume ‘Novecento Porpora’

Giovedì 24 settembre
Centro giovani Elianto ore 20.30 – Giacomo Mariani D’Altri presenta il lavoroLe fabbriche Caproni, una tesi per Predappio’.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...