San Mauro Pascoli. Tech4Fashion Hub – A Villa Torlonia un incubatore di startup della moda e ICT.

San Mauro Pascoli. Tech4Fashion Hub – A Villa Torlonia un incubatore di startup della moda e ICT.
Scarpe e moda. Immagine di repertorio

San Mauro Pascoli (FC). Nasce a Villa Torlonia Tech4Fashion Hub, l’incubatone di start-up innovative nel campo della moda del fashion e dell’ICT. Il progetto ha infatti ottenuto il finanziamento della regione Emilia Romagna a sostegno delle imprese innovative, pari a 248.000  euro a fronte di un costo complessivo di 310,000 euro.
L’obiettivo principale del progetto è creare un incubatore che possa accogliere team e startup che abbiano come focus il settore della moda e dell’ICT, in modo tale che la creatività del distretto calzaturiero possa incontrare l’innovazione offerta dalle nuove tecnologie.
Arricchendo il territorio di San Mauro Pascoli e del Rubicone e le aziende locali con idee innovative.
COMMENTO.  “Con questo finanziamento andremo a potenziare il percorso già intrapreso con il Cercal Lab - commenta il sindaco Luciana  Garbuglia – mettendo a disposizione nuovi spazi rigenerati a Villa Torolonia, già centro culturale di eccellenza che ospiterà così anche la creatività e l’innovazione del distretto calzaturiero.
Un progetto che si realizza grazie alla fruttuosa sinergia messa in campo con le realtà più innovative del nostro territorio:  l’Università, il tessuto economico del calzaturiero, il Cercal e la regione Emilia Romagna che tengo a ringraziare per il fondamentale sostegno”.
Tech4Fashion Hub mira a sostenere nuove imprese offrendo nuovi spazi, dotati di strumenti e tecnologie innovativi, nonchè servizi di consulenza  manageriale, supporto nello sviluppo di relazioni e nella ricerca di finanziamenti.
Il target di riferimento sono i giovani che intendano sviluppare progetti e idee imprenditoriali che integrino moda, digitalizzazione e sostenibilità.
Parte integrante del progetto di incubazione sarà la collaborazione con il CERCAL, punto di riferimento nella formazione e trasmissione delle competenze del settore calzaturiero alle nuove generazioni.
COMMENTO. “Questo progetto nasce dall’esigenza di dotare il nostro territorio di nuove competenze e assicurare lo sviluppo economico futuro del distretto – aggiunge il sindaco Garbuglia-  senza disperdere l’esperienza e la vocazione del nostro territorio che conta eccellenze  che rappresentano il made in Italy in  tutto il mondo”.

Ti potrebbe interessare anche...