Cervia Milano Marittima. Adesione a ‘Comuni ciclabili’. Per ‘testare’ il grado di ciclabilità delle città italiane.

Cervia Milano Marittima. Adesione a ‘Comuni ciclabili’. Per ‘testare’ il grado di ciclabilità delle città italiane.
sciame biciclette due

CERVIA MILANO MARITTIMA. Cervia aderisce all’iniziativa ‘Comuni ciclabili‘, promossa dalla Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus. La Giunta ha deliberato l’adesione all’iniziativa ‘Comuni ciclabili’, promossa dalla Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus (Fiab), che si propone di misurare e attestare il grado di ciclabilità dei Comuni italiani e renderlo noto a livello nazionale, con l’obiettivo di diffondere e promuovere la cultura della sostenibilità ambientale.
Allo scopo, la Fiab si propone di individuare, in una gara virtuosa, la città italiana più a misura di ciclista, sull’esempio di molte città europee che già adottano standard avanzati.

Giunta alla quarta edizione, l’iniziativa prevede di valutare diversi parametri, riconducibili a quattro ambiti tematici (cicloturismo, mobilità urbana, governance, comunicazione e promozione): ai Comuni che dimostrino di avere i requisiti viene dato risalto con l’assegnazione di un numero di ‘Bike Smile‘, che va da uno a cinque.

Inoltre la Fiab, per promuovere i ‘Comuni ciclabili’ realizzerà la ‘Guida ai Comuni ciclabili d’Italia‘, diffusa gratuitamente on line, che descriverà tutti i Comuni partecipati che abbiano ricevuto almeno una Bike Smile e che rappresenta per Cervia un’opportunità ulteriore per farsi conoscere agli amanti della bicicletta e a chi cerca una località ‘a misura di due ruote’. Per partecipare all’iniziativa il Comune impegna 1.830 euro per il triennio 2021-2222-2023.

COMMENTO. Commenta l’assessore all’Urbanistica Enrico Mazzolani: “La partecipazione a ‘Comuni ciclabili‘ testimonia l’attenzione che questo Comune ha nei confronti della ciclabilità e che negli ultimi anni ha registrato un impulso in avanti.
L’adesione all’iniziativa infatti lega di senso le politiche che stiamo portando avanti sul tema della Mobilità sostenibile e che in aggiunta agli altri strumenti urbanistici si sono tradotte, in quest’ultimo periodo, nella redazione del Masterplan delle ciclovie, nel Piano urbano della mobilità sostenibile (di cui è ai blocchi di partenza il percorso partecipativo, che prenderà il via lunedì 12 aprile) e la realizzazione del Parco urbano”.

 

 

Nella pagina, ph di repertorio

 

Ti potrebbe interessare anche...