Delta del Po. Accordo tra Ravenna, Cervia, Comacchio e Gal Delta 2000. Per promuovere e valorizzare.

Delta del Po. Accordo tra Ravenna, Cervia, Comacchio e Gal Delta 2000. Per promuovere e valorizzare.
Delta del Po. Accordo tra Ravenna, Cervia, Comacchio e Gal Delta 2000. Per promuovere e valorizzare.

RAVENNATE. È stato firmato a palazzo Rasponi dalle Teste un accordo triennale di collaborazione tra Ravenna, Cervia, Comacchio e il Gal Delta 2000 per la realizzazione di attività di promozione e valorizzazione turistiche congiunte. I Comuni firmatari, già parte della Destinazione turistica Romagna, rappresentano i più importanti centri turistici del parco regionale del Delta del Po Emilia Romagna.
Era presente alla firma la presidente del parco del Delta del Po, arch. Aida Morelli. L’accordo ha come obiettivo la definizione di nuove strategie di valorizzazione dell’offerta turistica di tutti i territori coinvolti, attraverso l’integrazione delle numerose e peculiari eccellenze ambientali, culturali e identitarie. Nell’occasione è stato proiettato un video realizzato nell’ambito del progetto di valorizzazione delle località, unite dalle parole di Dante.

COMMENTO. “Le esperienze degli ultimi anni – dichiara l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – ci confermano sempre di più l’importanza di fare promozione turistica facendo squadra tra territori e proponendo così un’offerta ampia e diversificata, che evidenzi i valori distintivi delle singole realtà che insieme la compongono e la loro forte valenza esperienziale. Questo accordo va in questa direzione, per fare delle diverse eccellenze un prodotto turistico unitario nel nome della natura e del parco del Delta”.

Verranno quindi pianificate e attuate azioni integrate destinate a valorizzare i profili distintivi connessi ai valori ambientali, paesaggistici e storico culturali del Delta del Po, con l’obiettivo di rafforzare gli stessi prodotti di punta come quello balneare, attraverso originali fili conduttori narrativi al fine di esaltare la valenza dei territori legata alla sfera delle emozioni, favorendo il coinvolgimento di tutte le componenti della filiera turistica e dell’innovazione tecnologica e prevedendo un piano di promo-commercializzazione coordinato e sinergico.
Il tutto si attuerà con sessioni comuni di formazione del personale addetto al front office, comprensive di study tour, eductour, press tour, workshop su mercati di comune interesse. Inoltre verranno realizzati materiali informativi comuni ed eventi di marketing territoriale, con particolare riferimento ai temi della gastronomia e dello sport, e creati pacchetti a tema turismo ambientale, culturale, eno-gastronomico ed esperienziale. Il coordinamento sarà affidato a una cabina di regia composta da rappresentanti dei Comuni coinvolti.

IL GAL. Il GAL (Gruppo di azione locale) Delta 2000, che opera nei territori del Delta del Po, in particolare coinvolge i comuni di Alfonsine (RA), Riva del Po, limitatamente al territorio dell’ex comune di Berra (FE), Codigoro (FE), Comacchio (FE), Fiscaglia (FE), Goro (FE), Jolanda di Savoia (FE), Lagosanto (FE), Mesola (FE), Ostellato (FE), e in parte dei comuni di Argenta (FE), Bagnacavallo (RA), Cervia (RA), Conselice (RA), Portomaggiore (FE), Ravenna, Russi (RA).

Nel proprio piano strategico ha individuato il turismo sostenibile come pilastro principale della propria azione e nell’ambito delle azioni specifiche ha previsto di porsi come obiettivo la valorizzazione turistica del Delta del Po anche attraverso specifiche azioni di promozione, comunicazione e valorizzazione. Già nel 2018 i comuni di Ravenna, Cervia e Comacchio hanno aderito ad uno specifico protocollo.

 

Nella ph, da sinistra,  Massimo Medri, sindaco di Cervia, Pierluigi Negri, sindaco di Comacchio, Giacomo Costantini, assessore al Turismo del comune di Ravenna, Mauro Conficoni, consigliere delegato Gal Delta 2000.

Ti potrebbe interessare anche...