Modena. Al Festival filosofia la ‘libertà’ è servita. Menù filosofici per la buona tavola di tre città.

Modena. Al Festival filosofia la ‘libertà’ è servita. Menù filosofici per la buona tavola di tre città.
Festival modena
MODENA. Non c’è festival senza la tradizionale cucina filosofica, quest’anno dal 17 al 19 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo. Il progetto, nato 21 anni fa da un’idea del filosofo e gourmet Tullio Gregory, propone un percorso gastronomico in otto menu che declina il tema della manifestazione: verranno serviti per tre giorni nei ristoranti ed enoteche delle tre città che aderiscono all’iniziativa.
Tradizione, ironia e buona cucina ispirano anche la ‘razionsufficiente’, il cestino del Festival per pranzare e cenare a soli 6,00 euro. All’ospitalità della buona tavola nelle tre città si affianca anche quelle delle strutture alberghiere e dei servizi di trasporto.
Sono otto i menù filosofici di questa ventunesima edizione del Festivalfilosofia, dal 17 al 19 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo, ricavati e creati legando il tema ‘libertà’ ai piatti della tradizione gastronomica modenese, proseguendo il progetto di cucina filosofica nato da un’idea di Tullio Gregory.
Fin dalla prima edizione, ventun anni fa, il noto gourmet e indimenticabile membro del Comitato scientifico del Festivalfilosofia aveva messo a punto questa occasione di convivialità partendo dalla consapevolezza che la cucina è un ‘fatto culturale‘ e la tavola un luogo d’incontro.
Da allora tutti i piatti di questi menù sono realizzati con prodotti tipici del territorio, per valorizzare la tradizione gastronomica modenese, e vengono proposti da ristoranti ed enoteche delle tre città del festival: è partita da qualche giorno la campagna di adesione al progetto, a cui i ristoratori rispondono sempre molto numerosi (in calce gli otto menu con tutte le portate).Non solo le proposte gastronomiche, ma anche le strutture alberghiere e i servizi di trasporto favoriscono la permanenza del pubblico a Modena, Carpi e Sassuolo. Per i turisti che effettueranno prenotazioni alberghiere per i giorni del Festival sarà possibile ottenere una prelazione sull’ingresso alle lezioni compilando un apposito form sui principali portali di prenotazione.Per chi vuole spostarsi tra le varie sedi del Festival, oltre a treni e autobus pubblici, è possibile usufruire delle vantaggiose convenzioni attivate con il servizio di taxi che offre tariffe speciali (www.cotamo.it e www.areataxi.it).  E per chi arriva con auto al seguito, il sito del Festivalsegnala tutti i parcheggi, liberi o a pagamento, nelle tre città. 

CUCINA FILOSOFICA 2021

 

1. PRIMI – Articolo primo

- Tortellini in brodo

- Tortelli di zucca

- Risotto con le verze

- Lasagne verdi

- Tortelli fritti al savor

 

2. GNOCCO – Scelta condivisa 

- Cestino con gnocchini fritti e tigelle con lardo, prosciutto di Modena DOP e affettati misti

- Verdure in pinzimonio

- Crostata di amarene brusche di Modena IGP

 

3. FRITTI – Gabbia dorata 

- Gran fritto alla modenese di carni, verdure, frutta e crema

- Pote con pancetta e aceto balsamico tradizionale di Modena

- Gelato di crema con mirtillo nero dell’Appennino modenese

 

4. VEGETARIANO – Libertà edenica

- Erbazzone

- Tagliatelle ai funghi

- Frittata di patate e porri

- Insalata di verdure dell’orto con aceto balsamico tradizionale di Modena

- Macedonia di frutta

 

5. ARROSTI – Corte dell’aia 

- Maccheroni al pettine con ragù di anatra

- Arrosti misti di anatra, faraona e galletto

- Patate di Montese arrosto

- Salame di cioccolato

 

6. BOLLITI – Abitudini della domenica

- Passatelli in brodo

- Bollito misto con salse cotte e crude

- Puré di patate

- Zuppa inglese

 

7. PESCE – In mare aperto

- Crostini caldi con burro e acciughe

- Spaghetti allo sgombro

- Frittura di alici

- Radicchi verdi e rossi con aceto balsamico tradizionale di Modena

- Sorbetto al limone

 

8. CALICE E TAGLIERE – Carta fondamentale

- Pane comune, gnocco ingrassato

- Affettati, Parmigiano Reggiano DOP 30 mesi, formaggi dei colli modenesi.

- un calice di vino scelto tra una selezione di Lambruschi DOC modenesi (Sorbara, Castelvetro, Salamino di Santacroce e Modena) e vini bianchi modenesi (Trebbiano e Pignoletto)

 

Infoline: Consorzio per il festivalfilosofia, tel. 059/2033382 e www.festivalfilosofia.it

 

A disposizione numerose foto ad alta definizione

 

 

Ufficio stampa MediaMente 

Silvia Gibellini cell. 339.8850143

stampa@mediamentecomunicazione.it

Ti potrebbe interessare anche...