Cesena. ‘Cesena sport city’: interventi mirati su sei poli sportivi e sulla rete ciclopedonale. Sei le offerte.

Cesena. ‘Cesena sport city’:  interventi mirati su sei poli sportivi e sulla rete ciclopedonale. Sei le offerte.
Modello

CESENA. Guarda alla città del futuro e al suo stretto legame con lo sport il concorso Cesena Sport City: Progettazione di interventi su sei poli sportivi e sulla rete ciclopedonale di collegamento’ lanciato dal Comune lo scorso 3 maggio e che oggi, a distanza di tre mesi, approda a una fase determinante.
Dopo aver preso visione delle sei offerte pervenute, la Commissione giudicatrice ha valutato le proposte progettuali e ha stilato una graduatoria provvisoria delle prime cinque, selezionate sulla base del punteggio ottenuto.  Martedì 3 agosto, in seduta pubblica in Municipio, si è tenuta l’apertura delle buste amministrative e il relativo abbinamento delle proposte progettuali (attualmente  identificate con un codice alfanumerico) con gli autori.
Rispettando le scadenze definite, nei prossimi giorni si procederà con le verifiche dei requisiti di ordine generale e di idoneità professionale e con la pubblicazione della graduatoria definitiva, e dunque la nomina del vincitore.

COMMENTO. “Con la definizione della graduatoria definitiva – commenta lassessore allo Sport Christian Castorri – e la nomina ufficiale del vincitore entro metà settembre procederemo con l’affidamento della progettazione definitiva-esecutiva sulla base della proposta progettuale.
Sono quattro  le aree sportive oggetto del concorso, tutte situate nelle zone di Fiorenzuola, Case Gentili, Ippodromo e Villa Chiaviche, con relativi collegamenti che dovranno facilitare la connessione tra gli impianti e la circolazione ciclopedonale degli utenti.
Il soggetto vincitore dovrà sviluppare la progettazione esecutiva anche su altre due aree minori, Le Vigne e Pievesestina, per un costo stimato per l’intervento complessivo di 16 milioni di euro. Questo progetto ri-definisce a livello infrastrutturale la Cesena dei prossimi anni che, grazie a uno sviluppo e a un intervento di modernizzazione degli impianti e dei percorsi di collegamento, sarà sempre più competitiva a livello sportivo e sociale, garantendo ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze una sana formazione.
Il progetto Cesena Sport City’  è tra quelli selezionati a livello nazionale nell’ambito del programma ‘Italia City Branding 2020’, finalizzato proprio a sostenere interventi capaci di accrescere l’attrattività dei territori, valorizzando gli aspetti maggiormente identitari”.

IL BANDO NAZIONALE. Il bando nazionale, che posiziona Cesena al sesto posto in graduatoria, finanzierà la progettazione definitiva ed esecutiva di un nuovo modello di impiantistica sportiva cittadina, collegata da nuove infrastrutture ciclabili. L’idea progettuale, che coniuga sport e mobilità, pone una nuova visione di fruizione delle aree sportive, valorizzando l’opportunità derivante da un collegamento sostenibile delle stesse aree.
Il finanziamento di 1 milione di euro (825 mila euro a carico del Governo e 175 mila euro a carico dell’Amministrazione comunale) si pone l’obiettivo di elaborare e attuare un piano di investimenti con una prevalente componente infrastrutturale, valorizzando le potenzialità attrattive della città, sviluppando un brand cittadino.

LE FASI PRECEDENTI Dopo l’approvazione, da parte della Giunta, della Convenzione con la struttura di missione InvestItalia della presidenza del Consiglio dei Ministri, responsabile dell’autorizzazione all’erogazione in favore del Comune delle risorse previste per la realizzazione del progetto ‘Cesena Sport City: Progettazione di interventi su sei poli sportivi e sulla rete ciclopedonale di collegamento’, l’Amministrazione comunale lo scorso 3 maggio ha dato avvio al percorso di progettazione bandendo un concorso rivolto ad architetti e ingegneri professionisti al fine di individuare proposte che andranno a costituire il progetto finale.
La gara, con procedura aperta a tutti i professionisti del settore interessati, si concluderà entro le prime settimane di settembre, e vedrà una classifica dei primi cinque selezionati a cui verrà conferita un’adeguata ricompensa (dai 5 ai 10 mila euro per i primi 4) e l’affidamento dell’incarico di progettazione definitiva-esecutiva al vincitore (a cui spetta l’attribuzione di 25 mila euro).

Articoli più letti