Forlì. Parco della Resistenza. Avanti con i lavori di riqualificazione. La fontana ripulita e riattivata.

Forlì. Parco della Resistenza. Avanti con i lavori di riqualificazione. La fontana ripulita e  riattivata.
Visita parco Resistenza

FORLI’. Procedono a pieno ritmo i lavori di restauro conservativo e di riqualificazione della porzione storica del Parco della Resistenza.
Nella mattinata di martedì 5 ottobre  lassessore ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani e l’architetto Dario Pinzarrone responsabile del progetto hanno effettuato un sopralluogo ai giardini di piazzale della COMMENTO. “In questi primi mesi di lavori abbiamo completato le opere di canalizzazione, la rete di fognature bianche e i pozzetti –  ha spiegato lassessore Cicognani –  abbiamo predisposto gli allacci per l’illuminazione interna del giardino per permetterne una fruizione più sicura anche durante le ore serali, abbiamo rifatto completamente la pavimentazione dei due ampi viali laterali utilizzando un primo strato di cemento e un secondo di calcestre, abbiamo posizionato nei corridoi centrali i nuovi cordoli e rimosso le barriere architettoniche e da ultimo, ma non per importanza, abbiamo eseguito un censimento capillare degli alberi del giardino per valutarne la sicurezza e la staticità.
La ditta impegnata nell’esecuzione dei lavori sta procedendo nel pieno rispetto dei tempi prestabiliti nel cronoprogramma e confidiamo che prima della fine dell’anno venga avviata la fase più rilevante del progetto, ovvero quella di recupero e restauro delle mura ottocentesche, della terrazza del belvedere e della fontana. Le mura, che sono già state pulite a fondo, verranno recuperate e valorizzate mantenendone inalterata la conformazione e le caratteristiche originarie, mentre la fontana verrà riattivata e ripulita.
Tutti questi interventi, avvallati dalla sovraintendenza e monitorati da esperti funzionari archeologici, fanno parte del più articolato progetto di riqualificazione del quartiere razionalista che questa amministrazione ha voluto mettere al centro del proprio programma di mandato per restituire alla città alcuni dei luoghi simbolo della sua architettura storica”.

Ti potrebbe interessare anche...