Roma. 149°Anniversario per le truppe alpine dell’Esercito.‘Alpinità’, un valore aggiunto del Paese.

Roma. 149°Anniversario per le truppe alpine dell’Esercito.‘Alpinità’, un valore aggiunto  del Paese.
alpini in addestramento

 

ROMA. “ In occasione del 149°anniversario della costituzione delle truppe alpine dell’Esercito italiano, sono lieta di rinnovare la mia ammirazione agli uomini ed alle donne di questa gloriosa specialità dell’Arma di fanteria e rendere idealmente merito al patrimonio di virtuosi modelli di unione, schiettezza, solidarietà e attitudine alle ardue sfide di cui è portatore quell’antico e peculiare modo d’essere e d’agire, immutato negli anni, che oggi identifichiamo col neologismo ‘alpinità’; autentico valore aggiunto al servizio della collettività e del Paese – ha sottolineato  il sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli in occasione della ricorrenza del 15 ottobre, data dell’istituzione del Corpo degli Alpini, con l’allora decreto del 1872 che dava attuazione al progetto del capitano bersagliere di Stato maggiore Giuseppe Perrucchetti, ex insegnante di geografia, secondo cui la difesa di valichi e confini alpini avrebbe dovuto giovarsi della predisposizione e ‘familiarità ambientale’ delle locali genti di montagna, inquadrate in un apposito ordinamento militare territoriale dedicato alla zona alpina.

“Ciò fece delle nostrePenne nere il più antico Corpo di fanteria da montagna attivo nel mondo, che in questo primo secolo e mezzo di vita si è costruito sul campo un glorioso retaggio – costellato di luminosi esempi di eroismo, valore, sacrificio e senso della responsabilità,  confermandosi ancor oggi componente altamente specializzata dellEsercito italiano, sempre dinamicamente capace di evolvere rispetto alle profonde mutazioni dei potenziali scenari d’impiego e dei relativi contesti operativi “  ha proseguito la  Pucciarelli nel tracciare i connotati essenziali del modo di servire degli Alpini che, non solo è diventato sinonimo di grande professionalità, rigore comportamentale e prontezza a qualsiasi tipologia di intervento nel mondo con le ‘stellette’, ma ha finito per travalicare la dimensione militare facendo più in generale della ‘alpinità’  un autentico emblema di generosa progettualità concreta, di genuino impegno solidale e di grandissimo slancio umanitario.

Le nostre truppe alpine infatti  rappresentano un corpo antico, saldamente poggiato su esemplari basi valoriali che continuano a proiettarne i suoi componenti verso un futuro di abilitante rilevanza in seno all’Esercito italiano e nel più virtuoso processo di integrazione interforze.

 

Roma, 15 ottobre 2021

Articoli più letti