Milano. Per ‘zampone’ e ‘cotechino’ è giunto il momento clou. Modi e ricette per gustarli oltre le Feste..

Milano. Per ‘zampone’ e ‘cotechino’ è giunto il  momento clou. Modi e ricette per gustarli oltre le Feste..
Arista albicocca

Milano, 3 dicembre 2021 – Ci siamo, Google non mente. Basta analizzare le chiavi di ricerca per ‘salumi‘, e ancor più per ‘zampone’ e ‘cotechino‘ per capire che è giunto il loro momento. È a dicembre, con le festività e le tradizioni natalizie, che questi prodotti hanno l’impennata della popolarità e dei consumi. L’invito di ASSICA nell’ambito del progetto Trust Your Taste, Choose European Quality, è di sperimentare nuovi modi e ricette per gustarli, da replicare poi tutto l’anno.
Dagli abbinamenti con il pesce (rombo e prosciutto crudo) a quelli con la frutta (arista e albicocche), fino alle innumerevoli modalità di arricchire pasta e risotti, i salumi e la carne di maiale hanno un potenziale gastronomico che va ben oltre taglieri e bolliti! Le prime proposte di video-ricette sono già disponibili nel sito www.trustyourtaste.eu in continuo aggiornamento con consigli e suggerimenti per una cucina a spreco zero, perché ‘del maiale non si butta via niente’ è un po’ il motto dell’intero progetto.

E allora perché non recuperare gli ‘avanzi’ dei cenoni a base di zampone e cotechino trasformarli in sfiziosi mousse, hamburger, o come ingrediente principale di ripieni e ragù?
O provare a stupire parenti e amici cucinandoli in modi insoliti?
L’obiettivo di ASSICA è stimolare la curiosità e il gusto, magari approfittando di una vacanza sulla neve per scoprire salumi e ricette locali perché il mondo dei salumi è sconfinato e nonostante siano da secoli protagonisti delle nostre tavole, li si conosce ancora molto poco. Non solo la maggior parte degli italiani si limita a scegliere sempre gli stessi e più noti prodotti ma vi sono anche notizie e convinzioni errate.
ASSICA ha recentemente interrogato alcuni consumatori ed ha scoperto che su questi prodotti l’informazione non è aggiornata e la maggior parte ancora non sa gli enormi progressi che i salumi e la carne di maiale hanno compiuto sotto il profilo qualitativo e nutrizionale. Uno studio promosso proprio da ASSICA ha dimostrato che nell’arco di 20 anni la carne suina è cambiata, adeguandosi alle esigenze dei moderni stili di vita e riducendo di circa un terzo il contenuto di grassi.
Inoltre, i grassi insaturi nelle carni sono cresciuti fino a oltre il 60% dei grassi totali e l’acido oleico, il più abbondante acido grasso presente nell’olio di oliva, è diventato il grasso principale dei salumi di origine suina. Proprio lo zampone e il cotechino, i due prodotti ‘must’ delle tavole di Natale e Capodanno, ben esemplificano questa evoluzione.
Cento grammi di cotechino hanno meno calorie di un piatto di pasta all’uovo e circa la metà dei grassi dell’equivalente di patatine in busta, che tutti consumiamo all’aperitivo senza nemmeno pensarci, mentre lo zampone ha e meno calorie di una pizza Margherita.

 

Rendere i consumatori più informati e consapevoli è il focus di “Trust Your Taste, CHOOSE EUROPEAN QUALITY”, il progetto nato per promuovere la cultura produttiva della carne suina e dei salumi, valorizzando gli alti standard europei e la grande tradizione storica che contraddistingue questo comparto. Il Progetto ha durata triennale (2021-2024), si svolge in Italia e Belgio e gode del co-finanziamento dalla Commissione Europea nell’ambito del Regolamento (UE) 1144/2014 (Azioni di informazione e di promozione riguardanti i prodotti agricoli nel mercato interno).

 

ASSICA, Associazione industriali delle carni e dei salumi, è l’organizzazione nazionale di categoria che, nell’ambito della Confindustria, rappresenta le imprese di macellazione e trasformazione delle carni suine. Nel quadro delle proprie finalità istituzionali, l’attività di ASSICA copre diversi ambiti, tra cui la definizione di una politica economica settoriale, l’informazione e il servizio di assistenza ai circa 180 associati in campo economico/commerciale, sanitario, tecnico normativo, legale e sindacale.
Competenza, attitudine collaborativa e affidabilità professionale sono garantite da collaboratori specializzati e supportate dalla partecipazione a diverse organizzazioni associative, sia a livello nazionale che comunitario. Infatti, sin dalla sua costituzione, nel 1946, ASSICA si è sempre contraddistinta per il forte spirito associativo come testimonia la sua qualità di socio di Confindustria, a cui ha voluto aderire sin dalla nascita, di Federalimentare, Federazione italiana delle industrie alimentari, di cui è socio fondatore, del Clitravi, federazione europea che raggruppa le Associazioni nazionali delle industrie di trasformazione della carne, che ha contribuito a fondare nel 1957.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...