Ausl Romagna.Tour medico-sanitario. Per dare ‘voce’ alle ricerche e alle innovazioni tecnologiche.

Ausl Romagna.Tour medico-sanitario. Per dare ‘voce’  alle ricerche e alle innovazioni tecnologiche.
Area Vasta laboratorio

AUSL ROMAGNA. Continua una riflessione in corso da tempo e una sfida necessaria sulla formazione deontologica nella comunicazione scientifica in cui UGIS – Unione giornalisti italiani scientifici si impegna da anni in sinergia con vari Ordini dei giornalisti regionali, a partire dall’Emilia Romagna, enti, istituzioni e realtà di eccellenza e ricerca. Il perdurare poi della pandemia da Covid-19 ha amplificato questa necessità, ancor più che in passato.
Questa iniziativa nel territorio romagnolo vuole dare voce a ricerche e innovazioni tecnologiche per rispondere alla gestione delle emergenze, con i risvolti sociali sia nel rapporto con i cittadini che con i media. A partire da martedì  15 febbraio in programma  due le visite su innovazioni e ricerche a realtà eccellenti della Romagna, riservate a un gruppo selezionato di soci e amici di UGIS, in un’ottica di conoscenza del potenziamento che quest’area sta vivendo.

Un tour medico-sanitario (a Cesena, laboratori di Microbiologia di Pievesestina e Banca della cute dell’Emilia RomagnaAUSL Romagna, visita con la collaborazione di DIMES Università di Bologna).

Un tour per conoscere le novità del Polo tecnologico aeronautico e spaziale  partito dall’ aeroporto Ridolfi a Forlì, seguito al Training Centre ENAV (società che gestisce il traffico aereo civile in Italia) – Scuola di formazione controllori del traffico aereo, Università di Bologna – CIRI Aerospaziale, per finire a Predappio con Università di Bologna – Gallerie del vento ex Caproni- progetto CICLoPE.

Il 16 febbraio il seminario di formazione ’Le novità della deontologia: l’informazione scientifica e sanitaria, tra innovazioni e ricerca durante pandemia’, aperto a tutti i giornalisti e agli operatori sanitari per i rispettivi crediti formativi (9- 13, Campus universitario di Forlì, Teaching Hub – ingresso piazzale Soleri 1 – aula 3 e aula 4 connesse in domotica (piano terra Blocco C).

Questi appuntamenti raccontano un ‘modello‘ organizzativo e una vocazione all’automazione, nella sanità e nei settori aeronautico e spaziale, che si è sviluppata da molti anni in Romagna con influenze da varie discipline che hanno avuto ricadute significative nell’evoluzione di entrambi i settori. L’iniziativa rientra nelle attività dei due gruppi di lavoro UGIS ‘Salute e Lavoro ‘ e ‘Scienze aeronautiche’.
 Il progetto è stato realizzato grazie patrocinio di: Terme di Castrocaro Long Life Formula (Lucia Magnani health clinic – Grand Hotel Castrocaro) della holding GVM Care&Research e FA - Forlì Airport che hanno sostenuto l’iniziativa, e con la collaborazione di dipartimento DIMES Università di Bologna, AUSL Romagna, Training Centre ENAV, comune di Forlì, fondazione Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna, FAST – Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, associazione Stampa Forlì’-Cesena, Ethosjob – Human Caring.

 

 IL SEMINARIO. Il 16 febbraio nel seminario ‘Le novità della deontologia: l’informazione scientifica e sanitaria, tra innovazioni e ricerca durante pandemia’ si sono affrontati gli aspetti deontologici, le metodologie multidisciplinari di approccio agli argomenti scientifici, il problema delle false notizie, e altro ancora con il presidente UGIS Giovanni Caprara e con il già presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna Giovanni Rossi.
Alcuni medici, professori dell’Università di Bologna attivi nelle strutture ospedaliere della Romagna ed esperti a livello nazionale e internazionale, Vittorio Sambri, Gianandrea Pasquinelli e Claudio Vicini hnno illustrato ricerche e innovazioni tecnologiche per rispondere alla gestione delle emergenze

ll Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha integrato nell’autunno 2020 l’art. 6 del ‘Testo unico dei doveri del giornalista’ con le indicazioni elaborate nel Manifesto di Piacenza di UGIS, nato nel 2018 a cui sono seguiti due anni di laboratorio sperimentale formativo con la preziosa collaborazione dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna e del suo past president Giovanni Rossi.
Il Manifesto di Piacenza ha infatti cominciato il suo tour a Torino il 14 dicembre 2021 e a Gallipoli il 28 gennaio 2022 con l’obiettivo di estendere il coinvolgimento a varie realtà del Paese a cominciare dagli Ordine dei giornalisti regionali, per realizzare iniziative di formazione deontologica su questi temi nelle maggiori città italiane da nord a sud.

Nata nel 1966, con una mission nella comunicazione e divulgazione della cultura scientifica ai media e al pubblico, UGIS negli ultimi anni ha portato avanti con vari Ordini regionali dei Giornalisti molti seminari di formazione su vari temi scientifici e sulla deontologia per i giornalisti.
Per affrontare il mondo della ricerca nelle notizie occorre infatti una informazione qualificata e verificata: analisi delle fonti, anche internazionali e dare conto dei diversi pareri, evitare il sensazionalismo e segnalando i necessari tempi per ulteriori ricerche e sperimentazioni.

 COMMENTO. Da molti anni UGIS porta avanti una sfida necessaria per far conoscere il valore della conoscenza scientifica e tecnologica e promuovere la corretta informazione per tutti, dal mondo del giornalismo ai cittadini.
Ora la pandemia ha accentuato ancor di più l’esigenza di una maggiore consapevolezza del mondo della ricerca e dei suoi risultati utili alla società. L’integrazione dell’art. 6 del Testo unico nel 2020 è un primo passo storico, ma c’è ancora molto da fare
– spiega Giovanni Caprara, presidente UGIS, editorialista scientifico Corriere della Sera e docente al Politecnico di MilanoNei decenni abbiamo realizzato convegni, premi giornalistici, visite a centri di eccellenza su vari territori, anche all’estero, e negli ultimi anni abbiamo promosso corsi di formazione per giornalisti e conferenze (in presenza e in streaming), in diversi territori del Paese e in sinergia con vari Ordini dei Giornalisti regionali. L’obiettivo è estendere, in questo processo di divulgazione della cultura scientifica, il coinvolgimento di nuove realtà sia del nostro settore professionale che dell’ambito scientifico e dell’innovazione, come avviene oggi con le sinergie attivate qui in Romagna che si sono dimostrate sensibili alla nostra missione”.

Manifesto di Piacenza integrale nel sito web di UGIS al link:
https://ugis.it/cms/wp-content/uploads/2020/12/UGIS_ManifestoPiacenza_def2018_2020.pdf

 

IL PROGRAMMA DI MARTEDI’ 15 MERCOLEDI’ 16

 

Nel pomeriggio del 15 febbraio visita medico-sanitaria riservata a un gruppo selezionato di soci e amici dell’UGIS.
Contemporaneamente nel pomeriggio un altro gruppo riservato di soci e amici dell’UGIS  visita al Polo tecnologico aeronautico e spaziale. La sera del 15 febbraio al Grand Hotel Castrocaro a Castrocaro Terme, riservata ai soci UGIS, una illustrazione delle attività UGIS e del libro Informazione e pandemia, tra etica, scienza e conoscenza’ (Ethosjob, 2021).

La mattina del 16 febbraio l’iniziativa prosegue dalle ore 9  alle 13  nel seminario di formazioneLe novità della deontologia: l’informazione scientifica e sanitaria, tra innovazioni e ricerca durante pandemia, al Campus universitario di Forlì, Teaching Hub per i giornalisti in aula 3 e in collegamento domotico in aula 4 per i crediti ECM operatori sanitari. Il seminario è parte della prima iniziativa del gruppo UGIS ‘Salute e Lavoro‘, coordinato da Giorgio Pacifici, membro consiglio direttivo UGIS e giornalista RAI.

 

Nella ph repertorio: laboratori di Microbiologia di Pievesestina

 

 

Articoli più letti