Cesena. Novità per il Foro annonario: al primo piano lo Sportello facile e ulteriori servizi al Cittadino.

Cesena. Novità per il Foro annonario: al primo piano  lo Sportello facile e  ulteriori servizi al Cittadino.
Sindaco e Assessore allo Sportello Facile (3)

CESENA. Rafforzare la connessione tra pubblico e privato con uno sguardo sempre attento all’utenza e ai bisogni del cittadino. Anche a seguito delle difficoltà emerse in pieno contesto pandemico, l’Amministrazione comunale, dopo aver sperimentato – a partire dallo scorso luglio – l’apertura dello sportello Tari al primo piano del Foro annonario,
procederà con la riacquisizione del primo piano dell’edificio per trasferirvi ulteriori servizi rivolti al Cittadino, con particolare riferimento allo Sportello facile. In questo modo, il piano terra continuerà ad assolvere una funzione di tipo commerciale, mentre al primo piano dell’edificio coesisteranno gli uffici comunali.

 Maggiore accessibilità, anche grazie alla presenza del parcheggio interno e dell’ascensore che collega via Pescheria al nuovo sportello, e spazi più moderni.

COMMENTO. “L’emergenza sanitaria – commenta il sindaco Enzo Lattuca – ci ha messo di fronte a un contesto inedito che richiede risposte concrete, rapide ed efficaci a vantaggio dei cittadini e più in generale  dell’utenza esterna. A partire dallo scorso anno, in un’ottica di ampliamento del Comune, abbiamo deciso di trasferire alcuni servizi comunali rivolti al cittadino negli spazi dell’ex Foro annonario, con lo scopo di garantirne la massima accessibilità e una migliore fruibilità.
Considerata l’ottima riuscita di questa sperimentazione, e sulla base di un’ulteriore riorganizzazione degli uffici comunali, riacquisiamo il primo piano del Foro annonario destinandolo allo Sportello Facile. Gli spazi oggi occupati da questi servizi invece saranno presto la nuova casa dei Servizi sociali.
Gli attuali uffici, piccoli e poco distanti tra loro, non garantiscono la giusta riservatezza e non assicurano neppure la sicurezza richiesta agli operatori. Con questa nuova soluzione – prosegue il Sindaco – risponderemo alle esigenze emerse negli anni andando incontro agli utenti e avvantaggiando il lavoro dei dipendenti comunali”.

REVOCA DEGLI SPAZI. L’operazione di revoca di una parte degli spazi, avviata anche a seguito di un confronto con la società Foro annonario Gest Srl, prevede una revisione del contratto di concessione (sottoscritto nel 2011 e con scadenza nel 2057) con la redazione di un nuovo piano economico finanziario.

Pertanto il Comune, a fronte della corresponsione della somma di 1.210.000,00 euro (escluso IVA) determinata attraverso una perizia secondo quanto previsto dalle specifiche disposizioni in materia, torna nella piena disponibilità del primo piano del Foro annonario con trentasei anni di anticipo rispetto a quanto previsto. La delibera sarà discussa dal Consiglio comunale giovedì 12 maggio.

Con lo scopo di garantire anche una massima fruibilità, accessibilità e funzionalità dei locali stessi, a seguito della crisi sanitaria da COVID-19, che ha lasciato emergere l’esigenza di una concreta riorganizzazione logistica degli spazi comunali, l’Amministrazione comunale nell’estate 2021 ha dato avvio alla dislocazione di alcuni uffici in locali più moderni e più accessibili.
Ogni giorno (per 49 ore a settimana, fino al sabato mattina) sono mediamente 300 gli utenti che si recano in Comune per trovare risposta a molteplici esigenze, dalla carta d’identità al cambio di residenza, dalla dichiarazione di nascita al pass per disabili, dall’iscrizione alla scuola materna alla richiesta di permesso Ztl. 

 

 

 

 

 

Articoli più letti