Rimini. Avanti con i lavori sul sottopasso centrale della Stazione. Seconda fase verso il termine.

Rimini. Avanti con i lavori sul sottopasso centrale della Stazione. Seconda fase verso il termine.
Fase 1_soletta superiore

 

 

RIMINI. Il monitoraggio del cantiere in corso e delle varie fasi delle opere, è stato al centro di un confronto avvenuto nei giorni scorsi tra il comune di Rimini e Rete ferroviaria italiana (gruppo FS Italiane), sottoscrittori insieme a FS Sistemi Urbani (gruppo FS Italiane) del Protocollo d’intesa che ha l’obiettivo di avvicinare centro storico e marina grazie a una serie di interventi che andranno a migliorare l’accessibilità, la qualità urbana e i collegamenti di una delle porte di accesso della città, ricucendo una frattura storica tra la marina e il centro.

Dopo la conclusione, nel maggio scorso, della prima fase delle opere che ha visto la realizzazione delle strutture di sostegno provvisorie e della soletta contro terra superiore della nuova porzione di sottopasso in corrispondenza dei binari dal VII al XI compresi, ora sono in corso le attività di realizzazione delle strutture di sostegno provvisorie in corrispondenza dei binari dal XII al XVI ed entro novembre verrà completata la realizzazione della soletta contro terra superiore del nuovo sottopasso. I lavori proseguiranno con le attività di modifica del piano del ferro e della linea di alimentazione elettrica dello scalo lato mare della stazione di Rimini, necessarie per poter realizzare, a partire da gennaio 2023, le paratie di pali e le palancole per la discenderia lato mare verso via Monfalcone, lo scavo con controllo archeologico in corrispondenza del nuovo sottopasso, le strutture di fondazione e i setti laterali.

IL PROGETTO. Il progetto prevede che il nuovo sottopasso abbia un’altezza interna maggiore rispetto a quella del sottopasso attuale, condizione che sarà ottenuta ribassando il piano di calpestio di circa 80 cm e realizzando una rampa di pendenza che raccorderà i due livelli. Inoltre, per accogliere l’uscita del sottopasso su via Monfalcone verrà realizzato un nuovo padiglione, che rappresenterà il fronte della Stazione sul quadrante della città lato mare.
I lavori per la realizzazione del nuovo padiglione lato mare, le finiture e gli impianti in corrispondenza della discenderia e del nuovo sottopasso e la riqualificazione del sottopasso esistente verranno completati entro la seconda metà del 2024.

L’intervento, a cura e a carico di RFI per un importo di circa 11,5 milioni di euro, comprende anche la riorganizzazione dell’atrio storico della stazione, con la predisposizione di nuovi percorsi pedonali e di sistemi automatizzati (scale mobili e ascensori) per garantire la piena accessibilità e funzionalità. In questi mesi si stanno portando avanti le progettazioni degli interventi sul fabbricato viaggiatori che, dopo una condivisione con la Sovraintendenza, saranno eseguiti sempre da RFI.
In parallelo si sta procedendo anche con la messa a punto della progettazione dei lavori di miglioramento dell’accessibilità pedonale e ciclabile del sottopasso Grattacielo, in raccordo anche con la progettazione dell’estensione del Metromare fino alla Fiera il cui tracciato è stato di recente determinato, di concerto con il ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili, parallelo alla linea ferroviaria, per proseguire poi con l’attivazione dei cantieri. Il progetto prevede il miglioramento dell’accessibilità sia lato monte sia lato mare.

Infine, terminati i lavori del sottopasso centrale di Stazione, è prevista la realizzazione del nuovo sottopasso lungo il percorso della ciclabile del parco Ausa, in sostituzione di quello esistente. Sarà un’infrastruttura più ampia e confortevole in connessione con la rete di percorsi ciclopedonali esistenti. Anche in questo caso le opere saranno realizzate da RFI.

 

COMMENTO. “L’opera a carico di Rfi sta proseguendo come da cronoprogramma – spiega lassessora alla Mobilità Roberta Frisoni –  e la progettazione dei due ulteriori interventi
di miglioramento dell’accessibilità pedonale e ciclabile previsti dal protocollo stanno avanzando integrandosi con la progettazione dell’estensione del Metromare fino al quartiere fieristico. L’intervento nel suo complesso permetterà di realizzare un nuovo asse di collegamento funzionale per i riminesi, per i viaggiatori, per i turisti business, integrando la rete di servizi pubblici
e migliorando i collegamenti con il centro storico.
Infine, parallelamente ai lavori per lo sfondamento del sottopasso centrale della Stazione, proseguono i lavori su piazzale Cesare Battisti con l’adeguamento dei marciapiedi e dell’accessibilità ciclabile lato monte e il completamento del tratto lato mare, intervento interamente finanziato con il contributo assegnato al comune di Rimini nell’ambito del PNRR”.

 

 

Articoli più letti