Ambiente & Animali

 

Bologna. Herambienteha: certificazione ISO 50001, per migliorare le performance degli impianti gestiti.

Bologna. Herambienteha: certificazione ISO 50001,  per migliorare le performance degli impianti gestiti. La norma ISO 50001 conseguita da Herambiente, è lo standard internazionale che fornisce i requisiti per implementare, mantenere e far progredire nel tempo un sistema finalizzato a migliorare l’efficienza energetica di un’organizzazione. La relativa certificazione di conformità viene rilasciata, così come avviene per le altre norme di adesione volontaria, da parte di un organismo accreditato, terzo e indipendente; per Herambiente si tratta dell’ente di certificazione Bureau Veritas, leader a livello mondiale nei servizi di ispezione, verifica di conformità e certificazione. Un sistema di gestione dell’energia è fondamentale per una realtà come Herambiente, poiché favorisce il miglioramento delle performance ambientali garantendo, tramite un approccio di tipo sistemico, di ottimizzare la propria prestazione ambientale attraverso l’uso più razionale dell’energia e l’adozione di misure per ridurne e controllarne il consumo, verificare il risparmio e pianificare continui interventi migliorativi. Questa modalità di gestione è particolarmente rivolta al sistema impiantistico di cui dispone Herambiente per il trattamento dei rifiuti: strutture tecnologicamente avanzate per le quali, pure se in buona parte in grado di autoalimentarsi, è fondamentale l’attuazione di un sistema di ottimizzazione energetica. L’efficientamento energetico, inoltre, è un elemento fondamentale al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione sempre più stringenti fissati dalla Comunità europea per far fronte al cambiamento climatico in atto.

BOLOGNA. Nona certificazione per il Gruppo Hera, che da tempo persegue un’attenta politica per incrementare l’efficienza energetica delle proprie attività. Si tratta della ISO 50001 ottenuta da Herambiente, società del Gruppo Hera e primo operatore nazionale nel trattamento, recupero di rifiuti urbani e industriali. La nuova certificazione riguarda l’implementazione di [...]

30 novembre 2020 0 commenti

Rimini-Rsm. Sul tracciato della vecchia ferrovia un corridoio ‘green’ ciclabile per collegarsi al Titano?

Rimini-Rsm. Sul tracciato della vecchia ferrovia un corridoio ‘green’ ciclabile per collegarsi al Titano? Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino potrebbe diventare un nuovo corridoio turistico ciclabile, per collegare il mare all’antica Repubblica. L’idea è stata condivisa dall’assessore alla Mobilità e alla Pianificazione territoriale Roberta Frisoni al convegno 'L’architetto come mediatore nella progettazione urbana, tra politica e cittadinanza. Il riuso della ferrovia Rimini - San Marino', nell’ambito del ciclo d’incontri Riuso del Moderno promosso dall’Ordine degli architetti della provincia di Rimini. 'Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino, è in gran parte nella disponibilità dell’Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Frisoni - Se nel territorio maggiormente urbanizzato il tracciato è difficilmente recuperabile, nel tratto dall’incrocio su via Coriano è invece più libero. Sul percorso italiano e sammarinese sono già state fatte riflessioni negli anni, alcune presentate anche al convegno odierno in merito ad un recupero all’insegna della mobilità attiva e sostenibile. Come amministrazione comunale di Rimini stiamo già valutando la possibilità di recuperare questa parte di tracciato attraverso la realizzazione di un corridoio turistico e trasportistico dedicato alla mobilità attiva e sostenibile che possa connetterci a San Marino. Penso che potrebbe essere l’occasione per lanciare in sinergia con i comuni confinanti e con lo Stato di San Marino un nuovo corridoio green in grado anche di intercettare finanziamenti nazionali ed europei'.

RIMINI-RSM. Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino potrebbe diventare un nuovo corridoio turistico ciclabile, per collegare il mare all’antica Repubblica. L’idea è stata condivisa dall’assessore alla Mobilità e alla Pianificazione territoriale Roberta Frisoni al convegno ‘L’architetto come mediatore nella progettazione urbana, tra politica e cittadinanza. Il riuso della ferrovia [...]

30 novembre 2020 0 commenti

Lugo. Un nuovo leccio messo a dimora nel cortile della scuola media ‘ Francesco Baracca’.

Lugo. Un nuovo leccio messo a dimora nel cortile della scuola media ‘ Francesco Baracca’. La nuova piantumazione, prevista inizialmente per la settimana scorsa in occasione della Giornata nazionale degli alberi ma rimandata causa maltempo, si è svolta alla presenza dell’assessore all’Ambiente Maria Pia Galletti e degli studenti della scuola Baracca. Gli alunni di tre classi prime hanno infatti assistito, una classe alla volta, alle operazioni di messa a dimora e hanno preparato per l’occasione alcuni cartelli e pensieri sul tema dell’ambiente e della natura. L’iniziativa è stata anche l’occasione per consegnare alla scuola media Baracca l’assegno premio di Riciclandino, il concorso che promuove l’utilizzo delle stazioni ecologiche da parte di studenti e famiglie. La scuola lughese quest’anno si è infatti classificata al secondo posto tra gli istituti della Bassa Romagna, aggiudicandosi 459 euro. Il progetto Riciclandino è ideato dal comune di Ravenna e dal Gruppo Hera, in collaborazione con i comuni dell’Unione della Romagna faentina e della Bassa Romagna, di Cervia, Russi e di Atersir.

LUGO. Un nuovo albero nel cortile della scuola media ‘Francesco Baracca‘ di Lugo. Nella mattinata di giovedì 26 novembre è stata infatti messo a dimora un nuovo leccio. La nuova piantumazione, prevista inizialmente per la settimana scorsa in occasione della Giornata nazionale degli alberi ma rimandata causa maltempo, si è [...]

27 novembre 2020 0 commenti

Forlì. Inceneritore: no ai rifiuti dei Comuni che non si impegnano nella raccolta differenziata.

Forlì. Inceneritore: no ai rifiuti dei Comuni che non si impegnano nella raccolta differenziata. 'Nel 2005, quando ancora si discuteva di costruire l’inceneritore di Forlì- dice Alessandro Ronchi, portavoce Europa Verde Forlì-Cesena- invitammo il consorzio Priula a parlare con amministratori e cittadinanza, per dimostrare che si potevano ottenere risultati diversi nella riduzione dei rifiuti da portare in discarica e all’inceneritore. Dicevamo, già allora, che prima di realizzare un impianto occorreva ridurre, riutilizzare e riciclare: grazie a queste tre 'R' l’inceneritore di Hera sarebbe stato inutile. Non a caso il direttore di quel Consorzio, Paolo Contò, è stato chiamato seppur con estremo ritardo a guidare la società pubblica per introdurre il porta a porta anche nella nostra Provincia. Nel 2019 grazie a questo sistema abbiamo ridotto a 124kg la produzione annua di rifiuti indifferenziati pro capite, meno della metà delle altre città limitrofe con sistemi di raccolta diversi, una percentuale che si riduce ulteriormente se si considerano gli scarti prodotti dalla raccolta con i cassonetti precedente, qualitativamente più scarsa. Questi risultati dimostrano che l’inceneritore è un progetto nato obsoleto e sovradimensionato rispetto alle esigenze della provincia, a maggior ragione se questo risultato fosse esteso territorialmente. Oggi, come allora, non ci sono più scuse, occorre che tutti i Comuni che portano rifiuti all’inceneritore, compreso Cesena (249 kg di indifferenziato per residente), Cesenatico (529kg) e Ravenna (296 kg), adottino il porta a porta ed abbandonino una volta per tutte la raccolta stradale'.

FORLI’. ( Riceviamo e pubblichiamo) ” Il Comprensorio forlivese con la costituzione di Alea si è impegnato a realizzare una raccolta differenziata porta a porta con la tariffa puntuale, perché è l’unico sistema che garantisce un risultato accettabile. Nel 2005, quando ancora si discuteva di costruire l’inceneritore di Forlì, invitammo [...]

27 novembre 2020 0 commenti

Rimini. Altra rotonda tra Rimini Nord e Santarcangelo. Il protocollo d’intesa e il documento di fattibilità.

Rimini. Altra rotonda tra Rimini Nord e Santarcangelo. Il protocollo d’intesa e il documento di fattibilità. Sarà il comune di Santarcangelo di Romagna ad assumere il ruolo di promotore e stazione appaltante, il comune di Rimini avrà la responsabilità della direzione dei lavori, mentre la provincia di Rimini avrà il ruolo di autorità espropriante. L’ obiettivo principale del progetto è quello di fluidificare il traffico presente sulla SP136 e la messa insicurezza dell'innesto della via Vecchia Emilia. L'incrocio si trova su una direttrice di traffico che collega la SS16 Adriatica, il casello della A14 Rimini Nord, la SS9 'Emilia' e la strada di Gronda la Val Marecchia, oltre alle zone artigianali e commerciali nei territori di Rimini (Ikea e Centro agro alimentare) e Santarcangelo (Marr, Amazon). È proprio su questo asse che rimane l’unico semaforo in servizio, che verrà completamente dismesso. La rotatoria sarà costituita da una corona centrale sormontabile e aiuola insormontabile interna. Il diametro esterno ipotizzato della rotatoria è di circa 50 mt. La sistemazione dell’incrocio sarà completato da nuove aiuole spartitraffico per canalizzare i flussi di ingresso e uscita. L'organizzazione del cantiere dovrà permettere il mantenimento del traffico durante la sua realizzazione. E’ prevista l'integrazione dell’impianto di pubblica illuminazione esistente con la posa di nuove linee modificate a seguito della nuova conformazione dell’incrocio.

RIMINI. La Giunta del comune di Rimini ha approvato lo schema di protocollo d’intesa con  l’Amministrazione comunale di Santarcangelo e la provincia di Rimini, per la progettazione, realizzazione e gestione dei lavori di messa in sicurezza dell’incrocio fra la via P. Tosi, la via Antica Emilia e la SP 136 [...]

24 novembre 2020 0 commenti

Repubblica di San Marino. Giornata nazionale dell’albero. Iniziative per la riqualificazione del verde urbano.

Repubblica di San Marino. Giornata nazionale dell’albero. Iniziative per la riqualificazione del verde urbano. La giornata prevede numerose iniziative concrete volte alla riqualificazione del verde urbano e alla valorizzazione degli spazi pubblici, come la messa a dimora di nuovi alberi. La Segreteria di Stato al Territorio e all’Ambiente, in collaborazione con la Segreteria di Stato all’Istruzione e la Cultura, con il contributo del servizio Verde pubblico dell’UGRAA, ha così scelto di avviare una importante serie di piantumazioni presso i plessi scolastici del territorio sammarinese. In particolare, alle ore 10:30 del 20 novembre, presso la Sala polivalente di Murata è stata predisposta una simbolica piantumazione, alla quale sono invitati parte dei bimbi della scuola dell'infanzia di Murata alla presenza degli on.li segretari di Stato Stefano Canti e Andrea Belluzzi.

REPUBBLICA DI SAN MARINO . Sabato 21 novembre, per la prima volta, sia in territorio italiano che sammarinese, viene celebrata la Giornata nazionale dell’albero, istituita per sensibilizzare la popolazione sull’importanza del patrimonio arboreo, ricordando il ruolo fondamentale ricoperto da boschi e foreste nel ciclo di vita del nostro pianeta. La giornata prevede [...]

20 novembre 2020 0 commenti

Cesena. Risparmio e riqualificazione. Quartieri e Comune vanno in rete per ridurre il consumo energetico.

Cesena. Risparmio e riqualificazione. Quartieri e Comune vanno in rete per ridurre il consumo energetico. L'assessore Francesca Lucchi: ' Le attività programmate prenderanno avvio con la realizzazione di impianti fotovoltaici su cinque edifici sede di quartiere e la redazione di altrettante diagnosi energetiche relative ad altri edifici destinati alle attività dei quartieri stessi. In questo senso i consigli di quartiere saranno direttamente coinvolti nella realizzazione degli interventi, nella consapevolezza che l’utilizzo di un immobile determina direttamente l’efficacia degli interventi di riqualificazione energetica. Inoltre, svolgeremo interventi di manutenzione straordinaria nelle nostre scuole. Questa politica energetica, che guarda a una mirata riqualificazione a cui deve corrispondere un corretto utilizzo, si inserisce a pieno titolo nel percorso di attuazione del Piano comunale d'azione per l'Energia sostenibile e il Clima (PAESC) in quanto riesce a fondere gli obiettivi di efficienza energetica e sviluppo di fonti rinnovabili da parte della pubblica amministrazione e allo stesso tempo di finanziare, attraverso i risparmi ottenuti, uno Sportello Energia gratuito rivolto ai cittadini, alle scuole e alle imprese per cinque anni. Proprio per questa ragione abbiamo chiesto ai rappresentanti di Quartiere di accompagnarci in questo percorso e di diffondere tra i cittadini le attività informative e formative proposte dallo sportello Energie per la Città'.

CESENA. La giunta comunale di Cesena ha approvato un progetto con Energie per la Città improntato sulla riqualificazione energetica delle sedi di Quartiere ma anche delle scuole e degli impianti di illuminazione pubblica: l’obiettivo è di ridurre sensibilmente i consumi e di impiegare le risorse risparmiate annualmente dai costi di [...]

19 novembre 2020 0 commenti

Ravennate. Divieto di accesso a dighe foranee e moli guardiani. Con condizioni meteo avverse.

Ravennate. Divieto di accesso a dighe foranee e moli guardiani. Con condizioni meteo avverse. Allerta n. 89/2020 nel periodo compreso dal giorno 16.11.2020 alle ore 12 al giorno 18.11. 2020 alle ore 00.I valori massimi del vento potranno risultare pari a Beaufort 9 ossia maggiori o uguali a 74 km/h con caratteristiche di raffica lungo le aree di crinale; mentre sul settore costiero sono previsti valori moderati con intensità maggiore sul mare. Il moto ondoso è previsto in aumento e, a partire dalla tarda serata, risulterà localmente agitato, in attenuazione nel corso della mattinata di martedì 17). La Capitaneria di porto di Ravenna sensibilizza la cittadinanza al rispetto dell’Ordinanza n°07/2020 dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centro settentrionale, che, tra l’altro, prevede in caso di allertamento segnalato dalla competente Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile e da ARPAE nonché, comunque, in presenza di condizioni meteo-marine avverse, il divieto a chiunque (ivi compresi i soggetti autorizzati) di accesso e di transito sulle dighe foranee e sui moli guardiani, nonché l’obbligo a chiunque si trovi già in loco di abbandonare urgentemente le infrastrutture.

RAVENNATE. In seguito alla ricezione di una ‘ALLERTA METEO IDROGEOLOGICA-IDRAULICA‘ da parte dell’Agenzia regionale della Protezione civile con Allerta n. 89/2020 nel periodo compreso dal giorno 16.11.2020 alle ore 12.00 al giorno 18.11.2020 alle ore 00.00, nel quale potranno verificarsi eventi metereologici (nella seconda parte della giornata di lunedì 16 [...]

16 novembre 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Abbandono ‘maleducato’ dei rifiuti. Ora arrivano ( finalmente) le telecamere.

Bellaria Igea Marina. Abbandono ‘maleducato’ dei rifiuti. Ora arrivano ( finalmente) le telecamere. Le telecamere saranno impiegate a rotazione nei diversi punti considerati sensibili, sottolineando come si tratti di un’attività già richiesta al gestore del servizio e concordata nel novembre 2019. Attività il cui avvio era previsto per l’estate 2020, slittato poi per le ovvie ragioni tecnico amministrative legate all’emergenza sanitaria, che ne hanno rallentato l’iter. La volontà di installare le telecamere antecede pertanto le segnalazioni, anche recenti, sul tema dell’abbandono dei rifiuti e delle cosiddette 'foto trappole'. Un indirizzo a cui ha fatto seguito, l’estate scorsa, il censimento delle aree di maggiore interesse; studio da cui sono scaturite due azioni concrete: l’estensione del porta a porta in un’ampia zona della Cagnona e l’individuazione, appunto, delle isole ecologiche su cui agiranno le fotocamere. Si evidenzia altresì la validità degli altri dispositivi messi in campo sul tema dall’Amministrazione comunale in sinergia con Hera, per migliorare il servizio di conferimento nel suo complesso, il decoro cittadino, la qualità della raccolta differenziata e promuovere una gestione responsabile dei rifiuti nel comune di Bellaria Igea Marina. Si registra, ai fatti, una sensibile diminuzione degli episodi legati all’abbandono indiscriminato dei rifiuti, da circoscrivere più a singoli atti di inciviltà piuttosto che ad azioni legate a disservizi, riconoscendo inoltre la tempestività con cui, in tali circostanze, il gestore si è attivato su input dell’Amministrazione o dei Cittadini, velocizzando tempi di risposta e interventi.

BELLARIA IGEA MARINA. L’Amministrazione comunale annuncia la prossima installazione di fotocamere di nuova generazione volte a contrastare il fenomeno dell’abbandono irregolare dei rifiuti e individuare i rispettivi autori, che saranno collocate in prossimità delle isole ecologiche. Sono un totale di quattordici, per il momento, le aree poste sotto la lente [...]

16 novembre 2020 0 commenti

Misano Adriatico. Manutenzione del percorso sul Conca. Intervento con la pulizia degli argini.

Misano Adriatico. Manutenzione del percorso sul Conca. Intervento con la pulizia degli argini. Sono attualmente in corso lavori di manutenzione lungo il percorso naturalistico del Conca. L’intervento riguarda la pulizia degli argini, con lavori di sfalcio e pulizia delle aree fluviali adiacenti al Conca, dove è presente il sentiero naturalistico, ad opera della Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell'Emilia-Romagna. Il comune di Misano sta invece intervenendo per la messa in sicurezza di un tratto di pista, in località Pagoda al confine con San Clemente, eroso dal fiume e che sarà ripristinato e messo in sicurezza.

Misano Adriatico, 12 novembre 2020 – Sono in corso lavori di manutenzione lungo il percorso naturalistico del Conca. L’intervento riguarda la pulizia degli argini, con lavori di sfalcio e pulizia delle aree fluviali adiacenti al Conca, dove è presente il sentiero naturalistico, ad opera della Agenzia per la sicurezza territoriale [...]

12 novembre 2020 0 commenti