Ambiente

 

Rimini. Festa nazionale dell’albero: altre piante al parco XXV Aprile, al ponte di San Vito e viale Valturio.

Rimini. Festa nazionale dell’albero: altre piante al parco XXV Aprile, al ponte di San Vito e viale Valturio. In occasione di questa giornata l’amministrazione comunale di Rimini ha preso parte a una serie di iniziative sul territorio.Le alberature messe a dimora rappresentano un importante tassello che va ad aggiungersi a quelle che l'Amministrazione comunale ha previsto nei viali in questi due anni con 800 nuovi alberi, a cui va sommato a sua volta il recente finanziamento per un’ulteriore messa a dimora di circa 80 alberi nei parchi al fine di fronteggiare le dure estati siccitose degli ultimi anni. A questi importanti numeri si devono sommare anche gli oltre 2000 alberelli forestali messi dimora nelle 5 aree comunali individuate dall'ufficio Verde e aderenti all'iniziativa regionale 'Mettiamo radici per il futuro - il corridoio verde d'Italia'. Tra gli eventi programmati, c'è anche l’ultimazione dei lavori di riqualificazione del verde della rotatoria di viale R. Valturio (tra Castel Sismondo e piazza Malatesta), rotonda che ora, grazie all’impegno in chiave green della Banca malatestiana, si presenta alla città rinnovata e con una veste più eco-sostenibile. Una piacevole mattinata per educare gli studenti e i più giovani ai valori della difesa e della tutela dell’ambiente, nel corso della quale sono stati messi a dimora 2 Aceri campestri e sono stati donati ai ragazzi dei bulbi di narciso da piantare nel giardino della propria scuola.

  RIMINI. Il 21 novembre in tutta Italia si celebra la Giornata nazionale degli albe, nonché nell’assorbire l’anidride carbonica e rilasciare ossigeno.    a cominciare dall’appuntamento mattutino al parco XXV Aprile (parco Marecchia) durante il quale sono stati consegnati gli attestati ai donatori che hanno aderito all’iniziativa del Comune ’Regala un [...]

22 novembre 2022 0 commenti

Cesenatico. Lista civica: confronto sul tema centrale delle energie rinnovabili e delle comunità energetiche.

Cesenatico. Lista civica: confronto sul tema centrale delle energie rinnovabili e delle comunità energetiche. i è tenuto presso il Museo della Marineria un confronto sul tema centrale delle energie rinnovabili e delle comunità energetiche.All’incontro hanno presenziato il vicesindaco di Cesenatico Lorena Fantozzi, Stefano Pignotti segretario di Cesenatico Civica, Vincenzo De Rosa di E.co Energia corrente, Gionatan Ruscelli di E.co Energia corrente, Francesco Occhipinti di Legambiente Emilia Romagna. Così Stefano Pignotti, responsabile e portavoce della lista civica: 'Siamo soddisfatti della partecipazione all’evento da noi promosso insieme a Legambiente, è evidente come queste tematiche siano molto sentite anche dalla nostra cittadinanza. Fra gli obbiettivi che la nostra Lista si è data c’è proprio il confronto con la cittadinanza per portare avanti le tematiche a noi care. Tante sono state le domande e le richieste dal pubblico presente in sala, da parte di alcuni è stato espressamente detto di aver da subito la volontà di costituire una comunità energetica. Ringrazio sentitamente tutti i relatori che hanno messo in campo le proprie competenze ed anche chi dal pubblico ha portato idee e sollecitazioni per noi importanti e su cui intendiamo lavorare nei prossimi mesi, a riprova di quanto sia per noi fondamentale il dialogo con il cittadino. Per questo motivo, continueremo ad organizzare convegni dove divulgare e dibattere con esperti i temi a noi cari. In un momento storico come quello attuale, ci sembra anche un ottima via per risparmiare in modo sostenibile'.

  Cesenatico, 18 novembre 2022. Si è tenuto  presso il Museo della Marineria un confronto sul tema centrale delle energie rinnovabili e delle comunità energetiche. All’incontro hanno presenziato il vicesindaco di Cesenatico Lorena Fantozzi, Stefano Pignotti segretario di Cesenatico Civica,  Vincenzo De Rosa di E.co Energia corrente,  Gionatan Ruscelli di E.co [...]

18 novembre 2022 0 commenti

Ferrara. ‘Insieme piantiamo alberi’. A novembre messi a dimora circa 200 alberi nell’area ‘Schiaccianoci’,

Ferrara. ‘Insieme piantiamo alberi’. A novembre messi a dimora circa 200 alberi nell’area ‘Schiaccianoci’, L'Area di riequilibrio ecologico (A.R.E.) Schiaccianoci, in particolare, è risultata fra le cinque più votate dal pubblico nella rosa delle dieci aree verdi presentate sul sito https://insiemepiantiamoalberi.vallelata.it/. Le altre località vincitrici si trovano a Favara (Agrigento), Tivoli (Roma), Telti (Sassari) e Paderno Dugnano (Milano). Rosa canina, sambuco, fusaggini, aceri, viburni, cornioli, gelsi e prugnolo selvatico sono le varietà di piante coinvolte nella piantumazione di novembre – mese in cui si celebra anche la 'Giornata nazionale degli alberi' ( 21 novembre) - selezionate con la consulenza di esperti agronomi così da integrarsi al meglio nell’ecosistema del posto. Una volta piantati, Legambiente si occuperà della cura degli alberi per i prossimi tre anni. Coinvolti nell’iniziativa anche i più giovani, grazie alla collaborazione con l’ istituto agrario Vergani Navarra. Gli studenti avranno infatti la possibilità di partecipare alla giornata-evento di piantumazione previsto per sabato 19 novembre presso l’A.R.E. Schiaccianoci. In quell’occasione riceveranno un kit per occuparsi del verde anche a casa, mentre nei prossimi mesi potranno fruire a scuola di una lezione su temi ambientali tenuta dagli esperti Legambiente. L’appuntamento per seguire i lavori di messa a dimora di alcuni alberi-simbolo del nuovo polmone verde della città è per sabato 19 novembre alle ore 9:30 in via dei Gerani accanto al campo sportivo U.S. Frutteti, insieme ai volontari di Legambiente e Alessandro Balboni, assessore all’Ambiente del comune di Ferrara.

  Ferrara, xx novembre 2022. Ferrara è fra le località vincitrici della campagna ‘Insieme piantiamo alberi‘  lanciata da Vallelata e Legambiente con l’obiettivo di arricchire il patrimonio arboreo di alcune aree verdi distribuite lungo tutto il territorio italiano e di sensibilizzare in particolare i più giovani alla sua tutela. L’Area di [...]

18 novembre 2022 0 commenti

Bologna. Gruppo Hera e ACR, oggi primo operatore nazionale nelle attività di bonifica e global service.

Bologna. Gruppo Hera e ACR, oggi primo operatore nazionale nelle attività di bonifica e global service. Un’operazione senza precedenti, presentata a Ecomondo, che dà vita al primo operatore nazionale nelle attività di bonifica e global service, con una presenza capillare in tutta la Penisola. Il gruppo Hera rafforza così ulteriormente il proprio primato nel settore ambiente, grazie a un centinaio di impianti di proprietà certificati e all’avanguardia, e può ora contare sull'elevata capacità operativa, il time to market nei servizi e l’importante parco macchine e attrezzature di ACR, già attiva in oltre 100 siti di bonifica con oltre 450 dipendenti e, tra i propri clienti, i maggiori player nel settore oil&gas. Con questa partnership, da un lato, il gruppo Hera anticipa il raggiungimento dell’obiettivo nelle attività di bonifica fissato nel piano industriale, dando seguito al percorso di crescita in questo ambito sia in termini dimensionali sia in termini di sostenibilità ed economia circolare, in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda Onu al 2030, che negli ultimi 10 anni hanno consentito di raddoppiare la base clienti. Dall’altro lato, ACR dà corso al proprio piano strategico, stringendo un accordo sulle aree commerciali con un primario attore nazionale del settore, rafforzando la propria presenza nel core business delle bonifiche ed entrando nel mondo del global service.

    BOLOGNA. Il gruppo Hera, tramite la controllata Herambiente servizi industriali (HASI), con sede a Ravenna in via Romea Nord, ha sottoscritto un accordo vincolante per una partnership di lungo termine che prevede l’acquisizione del 60% della società A.C.R. di Reggiani Albertino S.p.A.® (di seguito ACR), una delle maggiori [...]

9 novembre 2022 0 commenti

Ravenna. Festa nazionale degli orti. Stimolante impegno per bimbi e nonni ortolani alla scuola ‘R. Ricci’.

Ravenna. Festa nazionale degli orti. Stimolante impegno per bimbi e  nonni ortolani alla scuola ‘R. Ricci’. L’orto biologico della scuola Ricci è grande 60 metri quadrati più una piccola serra, di fatto è diventato un’aula all’aperto dove si sviluppano valori come il senso di responsabilità e dell’attesa: il seme germoglia, cresce e dà i frutti anche grazie alla pazienza, la costanza e la cura. Da settimane la scuola è impegnata nella messa a riposo invernale dell’orto, ripulito da tutte le erbacce. A questo proposito un sentito ringraziamento va a C.I.A.– Confederazione italiana agricoltori – di Ravenna per la consulenza e la messa a disposizione di mezzi e materiali; alla salina Camillona di Cervia per il prezioso sale che riempirà i vasetti con le erbe aromatiche; agli studenti e insegnanti dell’istituto agrario L. Perdisa che hanno accompagnato con la loro esperienza ogni passaggio stagionale dell’orto. Alla festa dei bimbi, genitori e nonni - la schiena di quest’ultimi è stata messa a dura prova nelle settimane scorse - porterà il saluto dell’Amministrazione comunale l’assessora alla Famiglia Livia Molducci. Saranno presenti anche Barbara Monti, Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini, della Condotta Slow Food di Ravenna. Il programma della mattinata prevede laboratori, merenda e semina.

RAVENNA. “Cosa c’è sotto? Conoscere la biodiversità nascosta nel suolo”: questo il manifesto della 15esima edizione della Festa degli orti in condotta slow food che, come di consueto, si celebra l’11 novembre in concomitanza con San Martino, data che secondo la tradizione contadina, segnala la fine dell’anno agrario. Alla festa [...]

8 novembre 2022 0 commenti

Ravenna. Nuova ordinanza sugli impianti di riscaldamento. Da domenica 6 nov., tra le 5 e le 23.

Ravenna. Nuova ordinanza sugli impianti di riscaldamento. Da domenica 6 nov., tra le 5 e le 23. Sono esclusi dalla disposizione: ospedali, cliniche o case di cura, strutture protette e altri servizi sociali pubblici; scuole materne e asili nido; edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali nei casi legati ad esigenze tecnologiche o di produzione; piscine e saune; sedi delle rappresentanze diplomatiche e di organizzazioni internazionali che non siano ubicate in stabili condominiali. La decisione è stata adottata in particolare viste le temperature L’ordinanza si colloca nel contesto del Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas approvato dal ministero della Transizione ecologica che già aveva rinviato l’accensione degli impianti di riscaldamenti dal 15 al 22 ottobre (per la zona climatica E di cui fa parte Ravenna) al fine di abbattere i consumi di gas naturale e attribuito ai sindaci la facoltà di ampliare o ridurre, con propria ordinanza, i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici. A Ravenna gli impianti di riscaldamento potranno dunque essere accesi dal 6 novembre di quest’anno al 7 aprile del prossimo, per un massimo di 13 ore giornaliere. La durata giornaliera di attivazione degli impianti è compresa tra le 5 e le 23.

  RAVENNA, In considerazione del perdurare delle condizioni meteorologiche che fanno registrate anche a Ravenna temperature sensibilmente al di sopra della media stagionale è stata emessa una nuova ordinanza che posticipa ulteriormente l’accensione degli impianti di riscaldamento a domenica 6 novembre. Sono esclusi dalla disposizione: ospedali, cliniche o case di [...]

1 novembre 2022 0 commenti

Rimini. Nuovo percorso pedonale tra storia e verde. Attraverso la Corte di soccorso di Castel Sismondo.

Rimini. Nuovo percorso pedonale tra storia e verde. Attraverso la Corte di soccorso di Castel Sismondo. L’intervento consentirà di restituire alla Città un passaggio da molto tempo precluso, offrendo un nuovo collegamento che aumenterà l’accessibilità a piazza Malatesta, al Museo Fellini e in generale al centro storico, valorizzando la bellezza del patrimonio storico e ambientale a partire da uno spazio poco conosciuto e utilizzato come la Corte del soccorso. L’opera andrà ad integrarsi con la passerella posta sul prato calpestabile verso il lato sud-occidentale della Rocca, realizzata nell’ambito dei lavori del terzo stralcio del Museo Fellini e sarà coordinata con i due percorsi che oggi offrono l’accesso al centro storico da via Circonvallazione occidentale e cioè quello che avviene dalla rotonda di piazza Malatesta lato sud-occidentale della Rocca (che storicamente metteva in comunicazione la corte con la campagna circostante) e dalla rampa che conduce all’arena Francesca da Rimini e alla Corte a mare.La passerella in legno sarà dotata di paletti in color corten e cordelle di canapa che definiranno il percorso per il visitatore, il turista e il cittadino, che potrà anche apprendere informazioni sul luogo attraverso appositi totem comunicativi che serviranno a fornire tutte le informazioni storico-archeologiche e le modalità di fruizione della corte per chi vi accede. L’intervento prevede un investimento di circa 39mila euro e sarà sostenuto interamente attraverso una sponsorizzazione che sarà sottoscritta dalla società Rimini Cafè.

    RIMINI. Da via Circonvallazione occidentale al centro storico attraverso un percorso pedonale che attraverserà il verde, si immergerà nella storia testimoniata dalle mura del castello malatestiano e nella cultura contemporanea che si trova nei segni del maestro Federico Fellini.  Il lavoro dell’Amministrazione comunale orientato alla valorizzazione degli spazi [...]

27 ottobre 2022 0 commenti

Riminese. Telecamere Rai al lavoro per un servizio giornalistico sul ‘ciclo biologico’ delle chiocciole.

Riminese. Telecamere Rai al lavoro per un servizio giornalistico sul ‘ciclo biologico’ delle chiocciole. Il servizio giornalistico è andato in onda nel Tg3 Regionale e, nei prossimi giorni, sarà trasmesso anche dal Tg1. Davanti alle telecamere Daniele Bartocci, creatore dell’allevamento Demetra che, da circa un anno e mezzo, si occupa di cosmetica (bava di lumaca) e di gastronomia (le pregiatissime Escargot). Su un terreno di 10mila metri, Daniele ha creato un avveniristico allevamento ‘a ciclo naturale’ biologico. Si tratta di un metodo d’allevamento no-stress e cruelty-free studiato per il benessere della chiocciola che viene alimentata con ortaggi stagionali coltivati direttamente nel suo habitat senza l’utilizzo di agenti chimici né pesticidi. L’allevamento di Rimini (www.demetrarimini.com), con zero emissioni di Co2 ed interamente alimentato con pannelli solari, è nato con 125mila produttori (990 chili), ma nei due momenti annuali di raccolta (primavera e autunno) gli esemplari negli otto recinti superano i due milioni.Il prossimo 29 ottobre, proprio nell’allevamento Demetra, è in programma un 'Helix Day', ovvero un’intera mattinata informativa 'sul campo' per spiegare nel dettaglio tutto ciò che serve per creare dal nulla un’efficiente azienda elicicola.Per partecipare all’Helix Day di sabato 29 ottobre (dalle 8.30 alle 12.30) basta chiamare il numero 391 7528483 ( tel e WhatsApp).

  RIMINESE. Lo stabilimento elicicolo Demetra di Rimini davanti alle telecamere della Rai.  E’ accaduto, sulle prime colline romagnole, dove in mattinata è arrivata una troupe televisiva con la giornalista Serena Biondini.  L’obiettivo era quello di documentare una giornata come tante nel più grande allevamento di lumache della Romagna. Il servizio [...]

24 ottobre 2022 0 commenti

Ravenna. Ridotto l’ esercizio degli impianti di riscaldamento. Accensione da mercoledì 2 novembre.

Ravenna. Ridotto l’ esercizio degli impianti di riscaldamento. Accensione da mercoledì 2 novembre. La decisione è stata adottata in particolare viste le temperature registrate a Ravenna dalle stazioni meteorologiche, sensibilmente al di sopra della media stagionale. L’ordinanza si colloca nel contesto del Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas approvato dal ministero della Transizione ecologica che già aveva rinviato l’accensione degli impianti di riscaldamenti dal 15 al 22 ottobre ( per la zona climatica E di cui fa parte Ravenna) al fine di abbattere i consumi di gas naturale e attribuito ai sindaci la facoltà di ampliare o ridurre, con propria ordinanza, i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici. A Ravenna gli impianti di riscaldamento potranno dunque essere accesi dal 2 novembre di quest’anno al 7 aprile del prossimo, per un massimo di 13 ore giornaliere. La durata giornaliera di attivazione degli impianti è compresa tra le 5 e le 23. Nel periodo di funzionamento degli impianti, la media ponderata delle temperature dell'aria non deve superare, con le tolleranze previste dalla legge: 17°C negli edifici adibiti a attività industriali, artigianali e assimilabili; 19°C in tutti gli altri edifici.

  RAVENNA. Anche a Ravenna è stata firmata l’ordinanza che riduce il periodo di esercizio degli impianti di riscaldamento, posticipandone l’accensione a mercoledì 2 novembre. Sono esclusi dalla disposizione: ospedali, cliniche o case di cura, strutture protette e altri servizi sociali pubblici; scuole materne e asili nido; edifici adibiti ad [...]

21 ottobre 2022 0 commenti

Ausl Romagna. L’Azienda sanitaria più solare d’Italia. Intervento di angioplastica coronarica in diretta.

Ausl Romagna. L’Azienda sanitaria  più solare d’Italia. Intervento di angioplastica coronarica in diretta. l’Azienda USL della Romagna continua ad applicare buone pratiche nella lotta al caro energia e ai cambiamenti climatici: sono stati infatti completati i lavori di cinque differenti impianti fotovoltaici, presso gli ospedali di Riccione, Santa Sofia, San Piero in Bagno, Mercato Saraceno e Savignano sul Rubicone, per una potenza complessiva di 307 kWp, che faranno risparmiare oltre 190 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno. Grazie ai propri impianti fotovoltaici e di cogenerazione l’Azienda autoproduce già oltre il 23% del proprio fabbisogno di energia elettrica, e programma di raddoppiare questa percentuale entro i prossimi 3 anni.Venerdì 14 ottobre l’équipe dell’Unità operativa di Emodinamica di Forlì ha effettuato un intervento di angioplastica coronarica complessa in diretta con il congresso nazionale SICI-GISE, in corso presso il MiCo a Milano. L’intervento è stato portato a termine con successo e nei tempi concessi dalla diretta streaming.

    AUSL ROMAGNA. Nonostante l’impatto del caro-prezzi sul bilancio aziendale, che ha provocato un aumento dei costi energetici di circa tre volte rispetto all’anno scorso, l’Azienda USL della Romagna continua ad applicare buone pratiche nella lotta al caro energia e ai cambiamenti climatici: sono stati infatti completati i lavori [...]

18 ottobre 2022 0 commenti