Ambiente

 

Forlì. Boschi urbani: al via i lavori per due lotti. Entro l’estate verranno piantumati 3.482 nuovi alberi.

Forlì. Boschi urbani: al via i lavori per due lotti. Entro l’estate verranno piantumati 3.482 nuovi alberi. L’ass.re ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani fa il punto sullo stato dei lavori del progetto di rigenerazione urbana e desigillazione che prevede 'la piantumazione di boschi urbani in 8 zone del forlivese, per una superficie complessiva di circa 62mila metri quadrati, al fine di sviluppare il sistema del verde pubblico. Una volta eseguiti, i lavori restituiranno alla città nuove aree verdi e contribuiranno ad alimentare il livello di qualità ambientale della nostra città. Le otto aree individuate nel progetto sono collocate in altrettante zone strategiche della città, caratterizzate da insediamenti residenziali, scuole, zone abitative in espansione e aree artigianali. Le piante verranno non solo messe a dimora nei prossimi giorni, ma periodicamente potate e monitorate dai nostri uffici. Il progetto, che inizialmente prevedeva un impegno di spesa pari a 300mila euro ma che questa Amministrazione ha deciso di implementare con una variazione di bilancio di ulteriori 100mila euro, comporterà immediati e indiscutibili benefici a livello microclimatico, estetico e di benessere sociale riducendo notevolmente l'impatto dell’inquinamento atmosferico'.

Forlì, 26 gennaio. Cominceranno nei prossimi giorni i lavori di rimboschimento urbano in 8 zone del forlivese, per un investimento complessivo di 400mila euro. Al termine dell’intervento la Città ospiterà 3482 nuove piante. L’ass.re ai Lavori pubblici  Vittorio Cicognani  fa il punto sullo stato dei lavori del progetto di rigenerazione urbana [...]

26 gennaio 2021 0 commenti

Misano Adriatico. Cavalliì, sì, ma solo ai margini del percorso sul Conca. E con una sacca di recupero.

Misano Adriatico. Cavalliì, sì, ma solo ai margini del percorso sul Conca. E con una sacca di recupero. La giunta di Misano Adriatico ha deliberato per risolvere il fastidio evidenziato da cittadini che sul percorso a volte devono fare attenzione a non calpestare escrementi lasciati colpevolmente da coloro che passeggiano in sella ai cavalli lungo il percorso. E’ autorizzato il passeggio dei cavalli solo a lato del percorso naturalistico, eccetto che nei punti obbligati e dove non è possibile un’alternativa, a patto che si sia dotati di sacca di recupero degli escrementi e con l’obbligo di dare precedenza a pedoni e ciclisti. Ciò consentirà anche di proteggere di più il fondo della pista. La comunicazione sarà recapitata anche ai maneggi limitrofi al percorso. La trasgressione sarà punita con ammenda da 25 a 500 euro e l’Amministrazione intensificherà i controlli lungo il percorso affinché l’ordinanza sia rispettata. Infine si ribadisce il divieto di transito a tutti i veicoli a motore, con l’eccezione dei mezzi utili ad interventi di soccorso e manutenzione e di quelli preventivamente autorizzati.

Misano Adriatico, 25 gennaio 2021 – Nuove regole per i cavalli a passeggio sul percorso naturalistico lungo il fiume Conca nel territorio di Misano. Si conferma la possibilità di transito, ma si aggiungono avvertenze precise. La giunta di Misano Adriatico ha deliberato per risolvere il fastidio evidenziato da cittadini che [...]

26 gennaio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Acquedotto 4.0: Hera investe sull’intelligenza artificiale evitando rotture in rete.

Emilia Romagna. Acquedotto 4.0: Hera investe sull’intelligenza artificiale evitando  rotture in rete. E non è tutto: analizzando con l’Università di Bologna i fattori che aumentano il rischio di rottura, è stato possibile aggiornare le linee guida che orientano la scelta del materiale per i rinnovi delle condotte. L’obiettivo è quello di individuare la soluzione specifica che a fronte del contesto in cui avviene la posa, del tipo di terreno e della temperatura ambientale, minimizzi il rischio di rottura. Ma come è possibile? In che modo l’algoritmo riesce a restituire previsioni che dalle prime evidenze sembrano tanto affidabili? Tutto è partito dallo studio e dall’analisi dei fattori che possono determinare la rottura di una condotta: da quelli endogeni (età, materiale e diametro della condotta) a quelli esogeni (temperatura, tipo di suolo, livello di profondità della falda, radici presenti nel terreno e cedimenti dello stesso). Elaborando queste informazioni assieme ai dati sulle perdite effettivamente verificatesi nel 2016 e nel 2017, Rezatec ha sviluppato un algoritmo 'a pesi dinamici', con cui ha provato a 'indovinare' dove si erano verificate le perdite nel 2018 (già registrate da Hera), ottenendo risultati confortanti che hanno convinto la Multiutility a proseguire nella sperimentazione. Nel 2020, in particolare, l’algoritmo ha permesso di individuare il 35% della rete santarcangiolese su cui si è verificato il 69% delle rotture, ed è stato proprio questo risultato a suggerire l’opportunità di rilanciare il progetto anche nel 2021, ampliando la quota di acquedotto interessato.

EMILIA ROMAGNA. Lungo un acquedotto, non tutte le perdite sono uguali. Le migliori, ad esempio, sono quelle che non si verificano. Per scongiurare una perdita, però, c’è solo una cosa da fare: sostituire la condotta prima che questa si rompa. Come fare, allora, per sapere dove questo accadrà? Se lo [...]

22 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Multe a chi fornisce da mangiare ai piccioni, sanzionati tre faentini. Per evitare danni e disagi.

Faenza. Multe a chi fornisce da mangiare ai piccioni, sanzionati tre faentini. Per evitare danni e disagi. Il divieto viene quale conseguenza dei problemi derivanti dal guano dei volatili in genere fenomeno particolarmente sentito nelle città per la sporcizia che si accumula lungo i prospetti di edifici privati e causa anche di deterioramento dei monumenti lapidei per la componente acida del loro contenuto, senza tenere in considerazione gli agenti patogeni e i parassiti in esso contenuti. È per questo motivo che da diverse settimane la polizia locale dell’Unione ha iniziato nuovamente a mettere sotto la lente d’ingrandimento questo problema, amplificato dalle abitudini di alcuni che, violando l’articolo 37 del Regolamento di polizia urbana del comune di Faenza, forniscono da mangiare ai volatili. A più riprese i vigili hanno messo sotto osservazione alcune delle zone particolarmente afflitte dal problema individuando e sanzionando tre faentini che cospargevano il terreno di briciole o addirittura di mangime che attira frotte di piccioni con le ovvie conseguenze di deiezioni. A loro sono state comminate sanzioni da 50 euro. Tra le zone messe sotto la lente d’ingrandimento dai vigili l’area del centro città attorno a via Naviglio con piazza Rampi e piazza Ricci, piazza San Francesco e alcune strade limitrofe, la zona nei pressi della clinica San Pier Damiani e le vie attorno all’ex Cisa e alcune strade tra corso Garibaldi e viale delle Ceramiche.

FAENZA. Il divieto viene quale conseguenza dei problemi derivanti dal guano dei volatili in genere fenomeno particolarmente sentito nelle città per la sporcizia che si accumula lungo i prospetti di edifici privati e causa anche di deterioramento dei monumenti lapidei per la componente acida del loro contenuto, senza tenere in considerazione [...]

21 gennaio 2021 0 commenti

Italia. Procida capitale italiana della Cultura 2022. Un grande risultato per l’intera regione Campania.

Italia. Procida capitale italiana della Cultura 2022. Un grande risultato per l’intera regione Campania. 'Procida capitale italiana della Cultura per il 2022 è un grande risultato per l’intera Campania. Già nei giorni scorsi avevamo appoggiato la candidatura anche mediante l’ANCI, ora è arrivato il risultato. Somma Vesuviana, comune del napoletano, è pronta ad una piena collaborazione. E’ la nostra la città dove archeologi dell’Università di Tokyo con archeologi del Suor Orsola Benincasa stanno portando alla luce l’importante sito della Villa Romana, denominata Villa Augustea. Si tratta di uno scavo archeologico importante sotto la guida dell’Università di Tokyo e la collaborazione del Suor Orsola Benincasa. Senza dimenticare che stiamo puntando alla riqualificazione dell’intera area che comprenderà il Complesso monumentale francescano con meravigliosi affreschi - ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, comune del napoletano - le catacombe, le chiese sotterranee, non distante dalla Villa Augustea. A pochi metri dal sito romano nascerà anche la prima, vera Villa comunale del paese e creeremo passaggi pedonali con rifacimento delle strade e parcheggi perché il turismo possa davvero rappresentare opportunità di sviluppo per questo territorio. Per il 2022 saremo pronti ad accogliere i turisti che giungeranno in Campania in occasione di Procida capitale della Cultura'.

PROCIDA . “In un momento tanto delicato, dove il mondo intero è preso dalla pandemia da Covid – 19, nel novero delle buone notizie oggi ascriviamo la più bella per Procida e per la Campania. Essere Capitale della Cultura è una responsabilità in termini organizzativi e di ‘racconto‘ – ha [...]

19 gennaio 2021 0 commenti

Rimini. Mobilità sostenibile, 43 nuove colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Via i vecchi impianti.

Rimini. Mobilità sostenibile, 43 nuove colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Via i vecchi impianti. Questa prima fase del progetto prevede 2 diverse tipologie di colonnine, le cosiddette 'Normal Power' e le 'High Power Fast charging', distribuite sia sulla fascia mare, a nord e sud, sia nei punti centrali o negli snodi importanti quali la stazione, le zone del Palacongressi, dell’Ospedale, passando per via Bidente e la via Emilia. Le infrastrutture di ricarica garantiranno una forte interoperabilità in quanto per utilizzarle basterà scaricare l’applicazione mobile senza essere necessariamente cliente di Be Charge. Il servizio sarà garantito 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, attivabile dall’applicazione mobile disponibile per iOS e Android, oppure tessera. Le nuove postazioni di Be Charge in fase di progressiva attivazione si trovano piazzale Gondar - lungomare Vittorio; via La città delle donne - lung. Vittorio; viale Regina Elena; viale Trieste; via Beccadelli; via XXV Marzo 1831; via Flaminia Conca; via della Fiera - parcheggio palacongressi; via Casadei; viale Tiberio; via Chiabrera; via Caduti di Nassyria; via Piero della Francesca; via Luigi Settembrini; via Foglia (via Bidente); via Giuseppe Soleri Brancaleoni; via Roma; via Donato Bramante; via cesare Clementini; viale Ortigara; viale Dell'Edera; via Emilia; via Libero Missirini.

MILANO. Sono in fase di attivazione le oltre quaranta nuove postazioni pubbliche per la ricarica di veicoli elettrici della Be Charge, l’azienda di Milano a cui, a seguito di una manifestazione d’interesse, il comune di Rimini ha affidato la realizzazione e la gestione della rete di ricarica su tutto il [...]

18 gennaio 2021 0 commenti

Bologna. Arriva il freddo, attenzione ai contatori dell’acqua. Le precauzioni per evitare brutte sorprese.

Bologna. Arriva il freddo, attenzione ai contatori dell’acqua. Le precauzioni per evitare brutte sorprese. I contatori maggiormente 'a rischio' sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente, come le case al mare o in montagna in cui si trascorrono le vacanze. Se i misuratori si trovano nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, e se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto lo zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.Se i contatori sono in edifici non abitati, è opportuno chiudere il rubinetto che si trova sopra il misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto. In caso di rotture o danni al contatore, i clienti possono dare immediata comunicazione a Hera, telefonando al numero verde del Pronto intervento: 800.713.900. In caso di numerosità elevata delle chiamate, i clienti sono pregati di attendere comunque in linea la risposta dell’operatore. Nessun altro numero di Hera, compreso il Servizio clienti, è in grado di prendere in carico la segnalazione e, di conseguenza, gestire la riparazione.

BOLOGNA. L’abbassamento delle temperature di queste ore alza la soglia di attenzione anche sugli impianti idrici delle abitazioni, in particolare sui contatori dell’acqua, che possono arrivare a rompersi causa il gelo. Hera ricorda alcuni semplici accorgimenti che possono evitare disagi nella fruizione del servizio e spese impreviste, poiché ai clienti [...]

12 gennaio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Qualità dell’aria: nuove modalità. Dopo la condanna dell’Ue all’Italia sul PM10.

Emilia Romagna. Qualità dell’aria: nuove modalità. Dopo la condanna dell’Ue all’Italia sul PM10. Le nuove disposizioni dell’Ordinanza regionale, descritte durante la conferenza stampa della regione Emilia Romagna, modificano diversi aspetti a cominciare dalle date di applicazione delle limitazioni. Le restrizioni alla circolazione di alcune tipologie di veicoli e le misure relative all’uso degli impianti di riscaldamento non saranno più fino al 31 marzo, come previsto dalla precedente ordinanza comunale - che viene revocata e sostituita - ma rimarranno in vigore fino al 30 di aprile. Entro marzo è prevista l’uscita di bandi nell’ambito del Piano di finanziamento regionale triennale per diverse aree, fra cui mobilità sostenibile, riscaldamento (sostituzione delle stufe a pellet di più vecchia concezione) e agricoltura. È prevista anche una importante campagna informativa di sensibilizzazione, un piano di controlli a campione che varia a seconda del numero di abitanti (almeno 1200 per il comune di Rimini) e finanziamenti per il sostegno al biglietto unico per il Tpl durante le domeniche ecologiche. Rispetto all’ordinanza che sarebbe andata in vigore da lunedì 11 gennaio le principali modifiche riguardano lo slittamento del divieto della circolazione fino alle autovetture euro 4 diesel (misura non conciliabile, nell’attuale emergenza pandemica, con le limitazioni di capienza imposte al trasporto pubblico locale), mentre vengono confermate le limitazioni per le auto Euro 2 a benzina (immatricolazione del 1997) e anche quelle Euro 0 ed 1, anche se hanno impianto a metano o GPL. Anche per i motocicli rimangono confermate le limitazioni per gli euro 0 e gli 1. Rimangono in vigore, come già nello scorso autunno inverno, i limiti alla circolazione per i veicoli diesel Euro 3 e categorie inferiori (Euro 2, Euro 1 e Euro 0).

EMILIA ROMAGNA. Dopo l’incontro avuto con l’assessore regionale Irene Priolo e tutti i Comuni interessati della Regione, sono state ridefinite le disposizioni per migliorare la qualità dell’aria che erano previste a partire da lunedì 11 gennaio. Si rinvia l’entrata in vigore delle limitazioni per i veicoli diesel Euro 4 ma [...]

11 gennaio 2021 0 commenti

Ravennate. Il 10 gennaio scatta la quinta domenica ecologica. Chi può circolare e chi no.

Ravennate. Il 10 gennaio scatta la quinta domenica ecologica. Chi può circolare e chi no. Il 10 gennaio è in programma la quinta delle 'domeniche ecologiche' istituite nell’ambito delle misure di regolazione della circolazione veicolare previste dal Piano aria integrato regionale (Pair 2020) contro l’inquinamento atmosferico. Varranno quindi i medesimi provvedimenti in vigore fino al 10 gennaio dal lunedì al venerdì (eccetto festività) dalle 8.30 alle 18.30. Le limitazioni: all’interno del centro abitato (area delimitata da apposita segnaletica) divieto di transito per i veicoli: a benzina Euro 1, diesel fino all’Euro 3, ciclomotori e motocicli precedenti l’Euro 1. Sono poi previste ulteriori deroghe tra le quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, quelle per i mezzi guidati da turnisti e operatori in servizio di reperibilità; per i veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno H; per i veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (ad esempio 'camion frigo'); per i donatori di sangue; per chi ha Isee inferiore a 14mila euro.

RAVENNATE. Il 10 gennaio è in programma la quinta delle ‘domeniche ecologiche’ istituite nell’ambito delle misure di regolazione della circolazione veicolare previste dal Piano aria integrato regionale (Pair 2020) contro l’inquinamento atmosferico. Varranno quindi i medesimi provvedimenti in vigore fino al 10 gennaio dal lunedì al venerdì (eccetto festività) dalle [...]

8 gennaio 2021 0 commenti

Rimini. Città diffusa: interventi della prima metà 202. Cantieri in scuole, impianti sportivi e del forese.

Rimini. Città diffusa: interventi della prima metà 202. Cantieri in scuole, impianti sportivi e  del forese. Nel programma 'Città diffusa' rientrano i lavori di valorizzazione delle piazze e degli spazi urbani di quartiere, come gli interventi previsto a San Vito, San Salvatore e Gaiofana, al via a gennaio. A San Vito è prevista la realizzazione di un’arena naturale che vada ad esaltare e rendere più fruibile l’area archeologica dell’antico ponte romano, mentre a San Salvatore si lavorerà per valorizzare l’impatto visuale della Pieve, riorganizzando lo spazio davanti alla chiesa. Infine a Gaiofana sarà creato un collegamento pedonale protetto fra l’abitato della Gaiofana ed il cimitero in via San Lorenzo in Correggiano, con l’installazione di una pannellatura per schermare il parcheggio. Dall’interno al mare, con la riqualificazione dei viali delle Regine, l’asse viario parallelo al lungomare al centro di un importante programma di lavori che consentirà al cuore turistico e commerciale della zona della Marina di recuperare una forte immagine identitaria, potenziando al contempo la fruibilità in sicurezza dei viali. A gennaio partiranno i lavori propedeutici alla realizzazione dell’intervento, che entrerà nel vivo a febbraio, e che consentirà di creare più spazio per i dehors e per le persone, nuove pavimentazioni sostenibili in porfido e pietra, arredi, colori e materiali in armonia con le linee del Parco del mare.

RIMINI. Scuole, impianti sportivi, piazzette e riqualificazione urbana delle aree più interne fino all’asse più commerciale e turistico della zona mare. Nei primi sei mesi del 2021 sono molteplici i cantieri distribuiti sul territorio che prenderanno il via nell’ambito del piano di interventi racchiuso sotto il programma ‘Città diffusa‘, un [...]

7 gennaio 2021 0 commenti