Arte & Cultura

 

Rimini. Il 2020 in Gambalunga: boom di accessi grazie al digitale. Nuovi arredi e lavori di restauro.

Rimini. Il 2020 in Gambalunga: boom di accessi grazie al digitale. Nuovi arredi e lavori di restauro. Da molti anni la Biblioteca era vissuta come un luogo della comunità, frequentata per studiare, fare ricerca, informarsi, partecipare a laboratori, ecc. Ora, potendo accedere al Palazzo della cultura cittadina solo su prenotazione, per consultarne i fondi e per ritirare libri in prestito, i bibliotecari si sono velocemente inventati modi nuovi per coinvolgere il proprio pubblico, e sopperire alla mancata fisicità proponendo contenuti digitali, didattica a distanza, visite virtuali. Frequentata negli ultimi anni da una media di 500 utenti al giorno, con una crescita dell’8% nel 2019 (anno del compimento dei suoi 400 anni), la Gambalunga nel 2020 solo a prima vista ha visto diminuire le presenze. I servizi in presenza, infatti, sono stati convertiti in servizi digitali. Se le presenze degli utenti in sede sono diminuite del 68% e i prestiti del 50%, le informazioni e prodotti culturali trasmessi attraverso i social network e la Rete hanno conosciuto un vero boom. Sono stati prodotti per Facebook 278 post e 60 video, che hanno ottenuto 710.688 visualizzazioni; i 49 pubblicati su Instagram hanno avuto 12.991 visualizzazioni. Notevole il successo ottenuto dalle conferenze della rassegna 'Biblioterapia'. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri, che hanno ottenuto su Youtube 19.209 visualizzazioni. Le mail della Gambalunga hanno ottenuto 193.379 letture.

  RIMINI. È ormai trascorso un anno dal lockdown che dal marzo del 2019 ha cambiato la vita, anche, delle biblioteche e di tutte le istituzioni culturali. Il portone del seicentesco palazzo Gambalunga si è riaperto a maggio, ma le sale della Biblioteca, un tempo affollate al punto da non [...]

20 gennaio 2021 0 commenti

Italia. Procida capitale italiana della Cultura 2022. Un grande risultato per l’intera regione Campania.

Italia. Procida capitale italiana della Cultura 2022. Un grande risultato per l’intera regione Campania. 'Procida capitale italiana della Cultura per il 2022 è un grande risultato per l’intera Campania. Già nei giorni scorsi avevamo appoggiato la candidatura anche mediante l’ANCI, ora è arrivato il risultato. Somma Vesuviana, comune del napoletano, è pronta ad una piena collaborazione. E’ la nostra la città dove archeologi dell’Università di Tokyo con archeologi del Suor Orsola Benincasa stanno portando alla luce l’importante sito della Villa Romana, denominata Villa Augustea. Si tratta di uno scavo archeologico importante sotto la guida dell’Università di Tokyo e la collaborazione del Suor Orsola Benincasa. Senza dimenticare che stiamo puntando alla riqualificazione dell’intera area che comprenderà il Complesso monumentale francescano con meravigliosi affreschi - ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, comune del napoletano - le catacombe, le chiese sotterranee, non distante dalla Villa Augustea. A pochi metri dal sito romano nascerà anche la prima, vera Villa comunale del paese e creeremo passaggi pedonali con rifacimento delle strade e parcheggi perché il turismo possa davvero rappresentare opportunità di sviluppo per questo territorio. Per il 2022 saremo pronti ad accogliere i turisti che giungeranno in Campania in occasione di Procida capitale della Cultura'.

PROCIDA . “In un momento tanto delicato, dove il mondo intero è preso dalla pandemia da Covid – 19, nel novero delle buone notizie oggi ascriviamo la più bella per Procida e per la Campania. Essere Capitale della Cultura è una responsabilità in termini organizzativi e di ‘racconto‘ – ha [...]

19 gennaio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Art Night: pittori a Parma. Venerdì 22 gennaio su Rai5: Correggio e Parmigianino.

Emilia Romagna. Art Night: pittori a Parma. Venerdì 22 gennaio  su Rai5: Correggio e Parmigianino. Di Correggio abbiamo notizie biografiche incerte, ma opere grandiose. Antonio Allegri detto il Correggio, dal nome del paese in cui è nato, è stato un innovatore, capace di studiare tecniche e tinture che ancora oggi sorprendono i gli studiosi e il documentario in prima visione 'Correggio, dall'ombra alla luce', di Emanuela Avallone e Linda Tugnoli, e prodotto da Rai Cultura, indaga come Correggio non abbia subito ottenuto il riconoscimento dei contemporanei, schiacciato da predecessori come Raffaello, Michelangelo, Leonardo. Poi, nei secoli, la sua pittura è stata riscoperta poco alla volta, diventando un pittore amato in tutto il mondo. 'Ogni museo del mondo ha un Correggio' dice Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte. L’artista è stato tuttavia amato e copiato dai contemporanei, come racconta Francesca Cappelletti, direttrice della Galleria Borghese di Roma. A seguire, il documentario inedito 'Parmigianino, il prodigio e la sconfitta', produzione originale di Rai Cultura, di Maria Agostinelli e Silvia De Felice, per la regia di Marco Odetto. Un racconto in forma di inchiesta, che ricostruisce il percorso artistico più controverso di Parmigianino. Vasari lo marchiò come alchimista e da allora la sua memoria si perse nelle maglie della storia. Art Night è un programma di Silvia De Felice e di Massimo Favia e Marta Santella. Regia di Andrea Montemaggiori.

PARMA. Due artisti di immenso valore la cui fama nei secoli ha subito fortune alterne, ma che oggi hanno finalmente trovato il loro posto tra i grandi della loro epoca. Nell’anno di Parma Capitale italiana della cultura, ‘Art Night‘ – che Rai Cultura propone venerdì 22 gennaio alle 21.15 su [...]

18 gennaio 2021 0 commenti

Forlì. Conoscere per valorizzare. Monitoraggio sui beni culturali delle collezioni d’arte civiche forlivesi.

Forlì. Conoscere per valorizzare. Monitoraggio sui beni culturali delle collezioni d’arte civiche forlivesi. E’ su imput dell' assessore alla Cultura del comune di Forlì Valerio Melandri che è partita in questi giorni una vasta e complessa operazione di monitoraggio dello stato di salute dei beni culturali appartenenti alle collezioni civiche; un'azione analitica e sistematica che sta interessando contemporaneamente un numero considerevole di dipinti e di sculture e che rappresenta un risultato importante per la storia della conservazione delle opere d'arte della città e un solido punto di riferimento per il futuro. L'intervento, che si concluderà con il restauro del gruppo di opere più bisognose di attenzioni e cure, ammonta ad un totale di circa 60.000 euro ed è sostenuto dal comune di Forlì, grazie anche al contributo di 25.000 euro della regione Emilia Romagna. ' Monitorare un’opera comporta un’osservazione totale del bene, comprensiva dell'analisi della sua cornice ed in particolare del suo lato normalmente nascosto alla vista. Questo monitoraggio ha così registrato anche lo stato di salute del retro dei nostri dipinti, un'operazione a volte complessa e delicata specie per le opere di grandi dimensioni, ricordiamo ad esempio che i 'quadroni' del Cagnacci misurano cm 410x231, ma che ha permesso un’analisi completa e uno sguardo inusuale sul patrimonio culturale della città di Forlì' ha concluso l’ass.re Melandri.

Forlì, 14 gennaio. “Se i Musei Civici di San Domenico e Palazzo Romagnoli ed i luoghi della cultura cittadini sono attualmente chiusi al pubblico a causa della pandemia da Covid-19, ciò non significa che le attività ed i progetti per la conservazione e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale debbano [...]

15 gennaio 2021 0 commenti

Rimini. Tutti i Musei in un ‘video percorso’. Per una sorta di viaggio a tappe nella storia della Città.

Rimini. Tutti i Musei in un ‘video percorso’. Per una sorta di viaggio a tappe nella storia della Città. In attesa di poter tornare ad assaporare il piacere del viaggio e della scoperta, appena gli effetti dell’emergenza sanitaria lo consentiranno, è possibile seguire un video-percorso virtuale fra i duemila anni di storia ed arte affacciati sul mare di Rimini. Archeologi e storici dell'arte, come in una visita guidata a distanza, accompagnano il visitatore alla scoperta di un luogo o un'opera andando così a comporre una sorta di viaggio a tappe nella storia della città, dall'archeologia passando per la Rimini del Rinascimento fino all’Arte contemporanea, che svela affascinanti dettagli di capolavori custoditi nelle sale dei musei cittadini. Sempre nell' attesa di poter realmente passeggiare nel centro storico, fra i mosaici millenari di una Domus romana, fra le antiche sale di una delle più belle biblioteche storiche al mondo, fra le atmosfere felliniane di un antico borgo di pescatori rinato tra colori e murales, ecco i luoghi da scoprire on line, tappa dopo tappa.

RIMINI. In attesa di poter tornare ad assaporare il piacere del viaggio e della scoperta, appena gli effetti dell’emergenza sanitaria lo consentiranno, è possibile seguire un video-percorso virtuale fra i duemila anni di storia ed arte affacciati sul mare di Rimini. Archeologi e storici dell’arte, come in una visita guidata [...]

14 gennaio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Nuove mete e modalità del turismo culturale. Più vicino il progetto ‘Ducato Estense’.

Emilia Romagna. Nuove mete e modalità del turismo culturale. Più vicino il progetto ‘Ducato Estense’. E’ stato pubblicato dal segretariato del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo dell’Emilia Romagna l’AVVISO DI INDIZIONE DI GARA per l’appalto del 'Servizio di progettazione e realizzazione di una campagna di comunicazione finalizzata al lancio del brand 'Ducato Estense', per la promozione dei territori estensi come sistema territoriale ad alta attrattività turistica'. Nella sua completezza il progetto 'Ducato Estense' si avvale di 70 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 stanziati dal CIPE nel 2016 di cui 69 sono destinati al restauro e riqualificazione di 23 tra edifici e luoghi legati al casato d’Este (alcuni dei quali danneggiati dal sisma del 2012), mentre il restante milione è riservato alle attività di comunicazione e promozione oggetto del bando di gara. Sono inoltre coinvolte due regioni, Emilia Romagna e Toscana e 74 Comuni nei cui territori sono stati individuati e censiti poco meno di 250 architetture estensi (di cui 2 nella provincia di Ravenna). Principale obiettivo è quindi la valorizzazione del territorio compreso tra Emilia Romagna e Garfagnana, dal Delta del Po alle Alpi Apuane e del patrimonio architettonico, artistico e paesaggistico legato alla storia del casato estense declinato nella forma del turismo lento e consapevole.

BOLOGNA. Si chiama ‘Ducato Estense’ e ha l’ambizione di diventare un attrattore turistico – culturale capace di confrontarsi con realtà simili già presenti sulla scena europea. Il progetto entra ora in una nuova ed importante fase operativa. E’ stato pubblicato infatti dal segretariato del Ministero per i Beni e le Attività [...]

13 gennaio 2021 0 commenti

Santarcangelo d/R. L’Archivio della poesia dialettale romagnola nasce nell’edificio dell’ex Biblioteca.

Santarcangelo d/R. L’Archivio della poesia dialettale romagnola nasce nell’edificio dell’ex Biblioteca. Dopo aver completato nel 2020 un primo stralcio di lavori per una spesa complessiva di 200.000 euro – che ha permesso tra l’altro di rifare il manto di copertura e la scala interna e installare un ascensore – l’intervento appena approvato permetterà di ultimare l’interno dell’edificio e in particolare il piano terra dove saranno completamente rivisti e rimessi a nuovo i servizi igienici e l’ufficio esistente, mentre tutti gli infissi esterni – finestre, porte e portoncini di ingresso – saranno ripristinati mediante la sostituzione delle parti ammalorate e lavori di carteggiatura, stuccatura e verniciatura. Anche le strutture in metallo non più accessibili verranno smantellate per ampliare gli spazi del piano terra. Sempre al piano terra, lungo i muri perimetrali, i problemi di distacco dell’intonaco dovuti a una forte presenza di umidità, saranno risolti tramite la rimozione dell’intonaco ammalorato e l’impregnazione delle murature interessate con prodotti in grado di creare una barriera chimica alla risalita dell’umidità. Inoltre, una porzione interrata di circa 70 centimetri delle murature perimetrali esterne all’edificio verrà impermeabilizzata tramite l’applicazione di una guaina bituminosa in modo da evitare che l’acqua che filtra attraverso il marciapiede in porfido possa raggiungere le murature esterne. Al termine dell’intervento la pavimentazione dei marciapiedi sarà ripristinata. Infine anche l’impianto elettrico sarà completamente rivisto, mentre per garantire l’adeguato ricambio dell’aria all’interno dei locali, verranno installate macchine per il trattamento dell’aria, nascoste all’interno dei vani tecnici creati tra i solai del primo piano e anche all’interno del sottotetto.

SANTARCANGELO d/R. La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo per il completamento dei lavori dell’Archivio della poesia dialettale romagnola che troverà posto nell’edificio dell’ex Biblioteca. L’INTERVENTO. Dopo aver completato nel 2020 un primo stralcio di lavori per una spesa complessiva di 200.000 euro – che ha permesso [...]

8 gennaio 2021 0 commenti

Ravenna. Una guida della città dantesca. ‘Incontro a Dante’ è opera dedicata a ravennati e turisti.

Ravenna. Una guida della città dantesca. ‘Incontro a Dante’ è opera dedicata a ravennati e turisti. L'anno nuovo, settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri, si apre con 'Incontro a Dante', una guida ai percorsi danteschi di Ravenna dedicata ai luoghi e agli itinerari nella città che ospitò il Sommo Poeta nell’ultimo esilio. Un’opera agile e pratica che intende offrire al turista, ma anche al ravennate curioso e interessato alle tante tracce di Dante in città, un essenziale strumento informativo e documentale. La guida, pubblicata da SBC edizioni con il patrocinio del comune di Ravenna – assessorato al Turismo, è riccamente illustrata con immagini dei più suggestivi scorci di Ravenna e si articola su una serie di interventi storici e su nove percorsi ideati da altrettante guide turistiche de Il cammino di Dante. Questa parte è preceduta da un’ampia sezione che inquadra Dante nella storia e nella città di Ravenna. I contributi sono di Marco Martinelli, drammaturgo e regista, Osiride Guerrini, scrittrice e storica di Ravenna, Franco Gàbici, scrittore e presidente del comitato ravennate della Società Dante Alighieri, Mirella Fattori, Silvia Rossetti e Monica Buldrini.

RAVENNA. Il 2021, settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri, si apre con ‘Incontro a Dante‘, una guida ai percorsi danteschi di Ravenna dedicata ai luoghi e agli itinerari nella città che ospitò il Sommo Poeta nell’ultimo esilio. Un’opera agile e pratica che intende offrire al turista, ma anche al [...]

31 dicembre 2020 0 commenti

Rimini. Best of 2020. Part-Palazzi dell’arte per Artribune è ‘ Il miglior nuovo museo italiano dell’anno’.

Rimini. Best of 2020. Part-Palazzi dell’arte per Artribune è ‘ Il miglior nuovo museo italiano dell’anno’. Così la redazione di Artribune descrive Part: 'Inaugurato lo scorso 24 settembre, Palazzi dell’arte di Rimini è il nuovo museo d’arte moderna e contemporanea ospitato all’interno di Palazzo del Podestà e Palazzo dell’Arengo, due luoghi di importanza cruciale per la storia riminese. Al suo interno, ha trovato collocazione parte della collezione di Fondazione San Patrignano, co-fondata da Letizia Moratti e costituita al 100% da opere donate da artisti, galleristi e collezionisti in base a una formula molto usata nel mondo anglosassone, quella dell’endowment: in sostanza, è stato raccolto un piccolo tesoretto sotto forma di opere d’arte che devono essere obbligatoriamente conservate per almeno cinque anni, poi possono essere vendute per far fronte a esigenze straordinarie legate alla lotta alle dipendenze della Fondazione San Patrignano. La collezione comprende, tra gli altri, opere di Vanessa Beecroft, Alessandro Busci, Giorgio Griffa, Agnes Martin, Davide Monaldi, Yan Pei Ming, Michelangelo Pistoletto, Julian Schnabel, Sandro Chia, Silvio Wolf ed Enzo Cucchi, e il nuovo museo rappresenta un lungimirante esempio di collaborazione tra pubblico e privato e di progetto che coniuga cultura e impegno sociale'.

RIMINI. Artribune, la più ampia e diffusa testata che si occupa di arte e cultura contemporanea, ha eletto Part – Palazzi dell’arte Rimini ’Miglior nuovo museo italiano del 2020′. La speciale classifica Best of 2020 stilata ogni anno dalla rivista diretta da Massimiliano Tonelli, prende in esame tutto il meglio dell’anno che si [...]

28 dicembre 2020 0 commenti

Ravenna. Mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Quanto il Poeta ammirò nel suo sofferto peregrinare.

Ravenna. Mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Quanto il Poeta ammirò nel suo sofferto peregrinare. Ecco la mostra 'Le arti al tempo dell’esilio', secondo grande appuntamento del ciclo espositivo 'Dante. Gli occhi e la mente', promosso dal comune di Ravenna - assessorato alla Cultura e dal MAR Museo d’arte della città di Ravenna, a cura di Massimo Medica. A promuovere congiuntamente il ciclo, manifestazione ufficiale del VII Centenario della morte di Dante, si sono trovati accanto al comune di Ravenna, i Musei degli Uffizi, per effetto di un accordo pluriennale di collaborazione che idealmente sancisce il gemellaggio tra la città dove il Poeta nacque e quella in cui morì e riposa. Questa, annunciata alla presenza del Presidente della Repubblica, è una mostra di autentici capolavori. Quantitativamente concentrata, essenziale, precisa: la scelta curatoriale è stata quella di riunire solo testimonianze di assoluta eccezione, precisamente aderenti al tema, realmente emblematiche delle tappe dell’esilio dantesco. Proponendo ciò che il Poeta ebbe occasione di ammirare nel suo lungo peregrinare per l’Italia, opere la cui eco influenzò la sua Commedia, straordinario 'poema per immagini'. Ad accogliere questo percorso espositivo d’eccezione è un luogo altrettanto significativo: la chiesa monastica di San Romualdo, di origine camaldolese, attigua alla Biblioteca Classense, nel cuore storico di Ravenna.

RAVENNA. Dal 6 marzo al 4 luglio 2021, in San Romualdo a Ravenna, si potrà ammirare la preziosa mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio‘, secondo grande appuntamento del ciclo espositivo ‘Dante. Gli occhi e la mente’, promosso dal comune di Ravenna – assessorato alla Cultura e dal MAR Museo d’arte della [...]

9 dicembre 2020 0 commenti