Arte & Cultura

 

Dozza. A Toscanella il ‘Gelato con l’artista’. Piccioli affrescatori all’opera con il ‘Muretto di…Pintino’.

Dozza. A Toscanella il ‘Gelato con l’artista’. Piccioli affrescatori all’opera con il ‘Muretto di…Pintino’. Lavagne, gessetti, rotoli di carta e pennelli, acquerelli, pennarelli e matite colorate. Ogni pomeriggio, per tutta la durata della Biennale, a Dozza l’appuntamento è con la novità assoluta di questa XXVIII edizione: il 'Muretto di...Pintino', lo spazio creativo curato da Cecilia Aranha e da Artistartesão artgallery (sponsorizzato interamente da Amodio&Partners) per stimolare e coinvolgere i più giovani a partecipare al Muro dipinto. Tutti i giorni, fino al 19 settembre Pintino, la mascotte dell’evento, farà la sua comparsa in piazza Zotti e qui, dalle 16 alle 18, poserà restando immobile mentre i giovani affrescatori potranno ritrarlo utilizzando materiali e tecniche diverse. E mentre i più piccoli daranno libero sfogo alla propria creatività, per i più grandi l’appuntamento è in via XX settembre 46 dove sarà possibile scoprire e apprezzare le creazioni dell’ALI – Associazione liberi incisori: una pregevole selezione di opere di cinque incisori diversi condurrà i visitatori alla scoperta di una tecnica antica e suggestiva.

(Dozza, 15 settembre 2021) – Riflettori puntati su Toscanella , mercoledì 15 settembre, alle 21, in via Emilia 75 , dove è entrato  in scena il  ‘Gelato con l’artista’: un dialogo/dibattito fra la giornalista critica d’arte e membro della commissione inviti Sabina Ghinassi e l’artista Fabio Petani. La serata settembrina ha fatto da [...]

16 settembre 2021 0 commenti

Modena. Dante illustrato nei secoli. Le testimonianze ‘raccolte’ dalla Biblioteca estense universitaria.

Modena. Dante illustrato nei secoli. Le testimonianze  ‘raccolte’ dalla  Biblioteca estense universitaria. La Biblioteca estense di Modena presenta una mostra unica per la ricchezza del suo fondo dantesco, tra i più prestigiosi esistenti in Italia e forse nel mondo, Dante illustrato nei secoli. Testimonianze figurate nelle raccolte della Biblioteca estense universitaria attingendo allo straordinario patrimonio relativo al Poeta stratificato e sedimentato nel corso dei secoli e conservato nella Biblioteca estense. La rassegna, allestita nella sala Campori della Biblioteca Estense, espone una selezione che attinge a cimeli di estrema rarità, dai manoscritti alle opere a stampa, documenti dalle caratteristiche preziose e diversissime che permettono di ripercorrere l'intera storia del 'Dante figurato' compreso un video realizzato appositamente dall’Accademia di Belle arti di Bologna. Dalla sequenza quasi cinematografica di acquarelli papyrus style nel margine superiore di tutti i fogli del celebre Dante estense, alle xilografie delle prime edizioni a stampa, alle rappresentazioni di Gustave Doré, Francesco Scaramuzza, William Blake, fino ai recenti Salvator Dalí e Renato Guttuso, passando per le ‘imagini’ di Amos Nattini, il materiale custodito presso la Biblioteca Estense, rappresentativo, nella sua ricchezza, dell'immensa produzione dantesca, riesce a documentare i diversi modi di leggere la Divina Commedia illustrando 'un capitolo della storia secolare del commento e della 'fortuna' dell'Alighieri, oltre che della storia del libro e, più in generale, dell'arte figurativa'.

MODENA. Nell’anno in cui si celebrano i 700 anni dalla morte di Dante, dal 17 settembre 2021 all’8 gennaio 2022 la Biblioteca estense presenta una mostra unica per la ricchezza del suo fondo dantesco, tra i più prestigiosi esistenti in Italia e forse nel mondo, Dante illustrato nei secoli. Testimonianze [...]

14 settembre 2021 0 commenti

Rimini. All’architetto Lorenzo Greppi il progetto di valorizzazione dei tanti ‘tesori’ del Trecento riminese.

Rimini. All’architetto Lorenzo Greppi il progetto di valorizzazione dei tanti ‘tesori’ del Trecento riminese. La commissione consultiva per la valorizzazione della Scuola riminese del Trecento, istituita nella primavera scorsa dalla Giunta comunale, ha individuato l’architetto di Firenze Lorenzo Greppi per la realizzazione del progetto di rinnovamento del percorso museale dedicato ad uno dei periodi di massimo rilievo culturale e artistico della storia della città. Un rinnovamento, dopo oltre vent’anni dalla realizzazione del primo allestimento, stimolato anche dall’esposizione temporanea all’interno del PART dell’affresco del Giudizio universale - possibile grazie ad una convenzione con la Diocesi proprietaria dell’opera - e in vista del ricollocamento dell’affresco nella sua sede originaria, negli spazi rivisitati del Museo della Città. Il sindaco Andrea Gnassi e l’assessore alla Cultura Giampiero Piscaglia hanno accompagnato l’architetto Greppi per un sopralluogo alle sale del Museo della Città interessate dal progetto. Una visita che poi è proseguita ai diversi spazi culturali della città, con cui il Museo della Città dialogherà in una relazione sempre più stretta. Il progetto di valorizzazione del Trecento riminese darà poi il via a una completa rimodulazione, con lo stesso segno, di tutti gli spazi e dei percorsi di visita del Museo, con una diversa collocazione delle opere d’arte e l'utilizzo di nuove modalità di fruizione, supportate anche da tecnologie immersive e interattive.

RIMINI. E’ cominciato il percorso di valorizzazione del Trecento riminese e dei tesori artistici conservati nel Museo della Città ‘Luigi Tonini’. La commissione consultiva per la valorizzazione della Scuola riminese del Trecento, istituita nella primavera scorsa dalla Giunta comunale, ha individuato l’architetto di Firenze Lorenzo Greppi per la realizzazione del progetto [...]

3 settembre 2021 0 commenti

Forlì. Il 4 e 5 settembre tutti in piazza Saffi per la Grande festa del liscio. Con qualche piacevole sorpresa.

Forlì. Il 4 e 5 settembre tutti  in piazza Saffi per la Grande festa del liscio. Con qualche piacevole sorpresa. Durante la due giorni che prevede sabato 4 settembre l'apertura con le grandi orchestre di Roberta Cappelletti e La storia di Romagna con ospiti come Moreno Il Biondo degli Extraliscio e Alessia Dal Cielo, Mirco Gramellini e Martina Ricci, Renzo & Luana, tra gli altri, con l'apertura dedicata al libro di Mario Russomanno su Secondo Casadei e con la web serie tv sempre dedicata al grande maestro, domenica 5 settembre a partire dalle 17 ci sarà modo di ascoltare due progetti tutti Made in Forli dedicati al maestro Secondo Casadei e al mondo del liscio realizzati per l'occasione. Cosi domenica 5 settembre dopo l'apertura della Banda di Civitella e Cusercoli con tanto di majorettes e st-ciucaren, insieme al pianista Vittorio Bonetti con lo scrittore Cristiano Cavina con Made in Romagna e con il grande Andrea Mingardi che concluderà la serata del 5 settembre , al centro ci saranno l'Orkestra Pazzesca, un progetto inedito e imperdibile Made in Forli, e il progetto di Cosascuola Music Academy che presenta Cosafolk, un' orchestra di giovani allievi e docenti forlivesi su un'idea di Luca Medri coordinata dal maestro e fisarmonicista Giordano Giannarelli.

FORLI’. Per Cara Forli‘, la Grande festa del Liscio che per due giorni in piazza Saffi il 4 e 5 settembre omaggerà  i 50 anni dalla scomparsa del maestro Secondo Casadei e nell’anno della scomparsa del nipote Raoul Casadei, grazie all’impegno del comune di Forli, insieme a Casadei Sonora, la [...]

16 agosto 2021 0 commenti

Rimini. Dove andare per Ferragosto. Ricordi felliniani. In arrivo anche il Meeting ( dal 20 al 25 agosto).

Rimini. Dove andare  per Ferragosto. Ricordi felliniani. In arrivo  anche il Meeting ( dal 20 al 25 agosto). Martedì 10 agosto, la serata delle stelle cadenti, è accompagnata dalla magia dei fuochi artificiali sul mare ai bagni 128/129 di Rivazzurra, magia che si ripeteranno venerdì 13 agosto al bagno 57 di Marina centro e sabato 14 agosto al bagno 29 di Viserba. E dopo il Ferragosto, a trainare gli appuntamenti estivi sono il Meeting per l’amicizia fra i popoli, dal 20 al 25 agosto Tra gli appuntamenti: martedì 10 agosto, Grand Hotel Rimini, terrazza Dolce vita. Il ciclo di salotti pomeridiani di Simona Ventura e Giovanni Terzi con i protagonisti del mondo della cultura, del cinema, della politica e della gastronomia termina con la cantante Noemi. Tutti i venerdì possibili le visite guidate al Museo Part e il mercoledì al sito archeologico della Domus (prenotazione obbligatoria).

RIMINI. Dalle serate dedicata al mito di Francesca da Rimini al concerto dei Subsonica, dalle visite guidate alla shopping night, fino al cinema e ai concerti delle arene sotto le stelle. Per la settimana che conduce verso il ferragosto, entrano nel clou gli appuntamenti con le cose da fare, dal [...]

11 agosto 2021 0 commenti

Forlì. Alla fumettoteca regionale ‘ Calle’ l’International Dog Day, la mostra con il ‘ Cane dantesco’.

Forlì. Alla fumettoteca regionale ‘ Calle’ l’International Dog Day, la mostra  con il ‘ Cane dantesco’. Per l'ennesima volta, la fumettoteca regionale Alessandro Callegati 'Calle', promuove, realizza e propone un evento dantesco, a seguito dei precedenti 4 già proposti, con lo Staff Fumettoteca, sceso in campo con la propria professionalità e conoscenza, si presenta al pubblico per 'International Dog Day' una esclusiva mostra dedicata a il 'cane dantesco...', ovvero Cerbero. Una esposizione per la 'Giornata mondiale del cane' consultabile in sede e online, nella considerazione delle norme sanitarie messe in atto per la prevenzione, con apertura pubblica straordinaria nel pomeriggio di giovedì 26 agosto, dalle 14 alle 18, oltre alle aperture a richiesta concordabili. Una specifica ed unica ricerca fumettografica, che dal 9 al 31 agosto sarà presente, dedicata a Dante e le infinite realizzazioni fumettistiche dedicate a Cerbero, il cane che, in questo caso, può affermare di 'fare una vita d'inferno!' L'evento è arricchito dall'illustrazione inedita della locandina, con le suggestioni dantesche del grande autore forlivese Davide Fabbri. Fumetti in omaggio, fino ad esaurimento, per il pubblico.

FORLI’. Ancora una volta a Forlì è di scena Dante Alighieri, o meglio, il mondo dantesco. Per l’ennesima volta, la fumettoteca regionale Alessandro Callegati ‘Calle‘, promuove, realizza e propone un evento dantesco, a seguito dei precedenti 4 già proposti, con lo Staff Fumettoteca, sceso in campo con la propria professionalità [...]

10 agosto 2021 0 commenti

Faenza. ‘ Faenza è bella’: partito il progetto per la promozione del centro storico e dei bravi artisti locali.

Faenza. ‘ Faenza è bella’: partito il progetto per la promozione del centro storico e dei bravi  artisti locali. Il videoclip di 'Bella' sarà presentato ufficialmente dal vivo in occasione di 'Ferragosto sotto le stelle', il 14 agosto in piazza Nenni, a Faenza. È già possibile ascoltare la canzone online sulle piattaforme digitali al link https://ampl.ink/prJr4. Un lavoro di gruppo che ha visto l’unione di diverse realtà. Samuele Ravaioli ha arrangiato, registrato e mixato il brano al Phrof Studio per la Casa della musica, inserendo anche le chitarre e i cori a cura di Rita Zauli, dando così vita a un singolo dal mood estivo. Le riprese sono state realizzate, curate e montate da Wap Agency. Il Mei sta curando la distribuzione e la diffusione in digitale della canzone: a giorni 'Bella' sarà diffusa nel circuito delle piattaforme digitali del MEIDigital, divenendo colonna sonora del primo spot che lancerà le nuove date del Mei, che tornerà in città con la sua 26esima edizione dall’1 al 3 ottobre. L’agenzia Ridens invece si occuperà della diffusione del videoclip su tutte le principali piattaforme online. Il progetto è stato ideato da Massimo Zoli, Roberta Barberini e Giordano Sangiorgi, in collaborazione con Faenza C’entro, che ha gestito il circuito dei locali serali del centro storico, e Wap Agency, che ha realizzato il videoclip.

 FAENZA. La ripartenza, il ritorno a vivere la città e la vita sociale passano anche dalla musica, che accompagna il nuovo progetto di Materiali musicali e Ridens. Un progetto che unisce cultura e valorizzazione urbana con un doppio obiettivo: la promozione del centro storico di Faenza e dei giovani cantanti [...]

29 luglio 2021 0 commenti

Rimini. Kledi porta le stelle del balletto all’Arena Lido. Cast d’eccezione per il galà della danza.

Rimini. Kledi porta le stelle del balletto all’Arena Lido. Cast d’eccezione per il galà della danza. Diverse le stelle che si esibiranno provenienti da importanti teatri e compagnie italiane ed europee, a partire dai riminesi Arianna Maldini e Marco Dalia, oggi lanciati in una carriera internazionale, protagonisti di un passo a due sulle musiche di Bach, insieme a Virna Toppi e Nicola Del Freo, entrambi primi ballerini al teatro alla Scala, che si esibiranno sulle note di Vivaldi. E ancora Alice Mariani e Julian Lacey, solisti alla Semper Oper di Dresda, che porteranno sul palco una coreografia ispirata alla musica dell’autore britannico Max Richter. Completano questo cast stellare Anbeta Toromani insieme al suo partner Alessandro Macario, primo ballerino in diversi teatri italiani, Hektor Budlla e Noemi Arcangeli ballerini dell’Aterballetto, Alessandro Frola, ballerino all'Hamburg Ballet, Lorenzo Alberti, della compagnia Ballet X Schwerin e Jan Spunda, ballerino all’Het National Theatre di Amsterdam. Il programma prevede coreografie di danza classica e contemporanea su musiche e brani immortali dei più grandi compositori quali Bach, Vivaldi, Beethoven, Bizet, e di autori contemporanei come Philip Glass, Leonard Bernstein, Billy Joel. Narratore della serata sarà Kledi, artista di straordinario talento, diplomato all’Accademia nazionale di danza di Tirana .

RIMINI. Si accendono i riflettori sulla danza, con grandi protagonisti e tanti nuovi talenti pronti a conquistare il pubblico sulle note dei più grandi maestri della musica classica e contemporanea. Danzano le stelle sotto il cielo dell’Arena Lido: lunedì 26 luglio, alle 21.30, nello spazio allestito alla Darsena di San Giuliano, oltre [...]

23 luglio 2021 0 commenti

Lugo. ‘L’eredità di Napoleone … non solo una storia remota’. Incontro con il professore Roberto Balzani.

Lugo. ‘L’eredità di Napoleone … non solo una storia remota’. Incontro con il professore Roberto Balzani. L’iniziativa dal titolo 'L’eredità di Napoleone. Non solo una storia remota' si svolgerà martedì 27 luglio nel salone Estense della Rocca di Lugo con inizio alle 21. Ospite della serata sarà il professor Roberto Balzani dell’Università di Bologna che terrà una lezione orientata a valorizzare l’eredità giuridico-amministrativa dell’esperienza napoleonica. Introdurrà la lezione il direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della Età contemporanea in Ravenna e Provincia, Giuseppe Masetti. All’iniziativa sarà presente anche l’assessora alla Cultura del comune di Lugo Anna Giulia Gallegati. La serata è organizzata nel rispetto delle misure previste per il contenimento della diffusione del virus Covid 19.

LUGO. Il comune di Lugo e l’Archivio storico comunale in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della Età contemporanea in Ravenna e Provincia presentano, nel bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, una serata dedicata a questo grande protagonista della storia. L’iniziativa dal titolo ‘L’eredità di Napoleone. Non solo una [...]

23 luglio 2021 0 commenti

Modena. Al Festival filosofia la ‘libertà’ è servita. Menù filosofici per la buona tavola di tre città.

Modena. Al Festival filosofia la ‘libertà’ è servita. Menù filosofici per la buona tavola di tre città. Tradizione, ironia e buona cucina ispirano anche la 'razionsufficiente', il cestino del Festival per pranzare e cenare a soli 6,00 euro. All'ospitalità della buona tavola nelle tre città si affianca anche quelle delle strutture alberghiere e dei servizi di trasporto. Sono otto i menù filosofici di questa ventunesima edizione del Festivalfilosofia, dal 17 al 19 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo, ricavati e creati legando il tema 'libertà' ai piatti della tradizione gastronomica modenese, proseguendo il progetto di cucina filosofica nato da un'idea di Tullio Gregory. Fin dalla prima edizione, ventun anni fa, il noto gourmet e indimenticabile membro del Comitato scientifico del Festivalfilosofia aveva messo a punto questa occasione di convivialità partendo dalla consapevolezza che la cucina è un 'fatto culturale' e la tavola un luogo d'incontro. Da allora tutti i piatti di questi menù sono realizzati con prodotti tipici del territorio, per valorizzare la tradizione gastronomica modenese, e vengono proposti da ristoranti ed enoteche delle tre città del festival: è partita da qualche giorno la campagna di adesione al progetto, a cui i ristoratori rispondono sempre molto numerosi (in calce gli otto menu con tutte le portate).Non solo le proposte gastronomiche, ma anche le strutture alberghiere e i servizi di trasporto favoriscono la permanenza del pubblico a Modena, Carpi e Sassuolo. Per i turisti che effettueranno prenotazioni alberghiere per i giorni del Festival sarà possibile ottenere una prelazione sull'ingresso alle lezioni compilando un apposito form sui principali portali di prenotazione.

MODENA. Non c’è festival senza la tradizionale cucina filosofica, quest’anno dal 17 al 19 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo. Il progetto, nato 21 anni fa da un’idea del filosofo e gourmet Tullio Gregory, propone un percorso gastronomico in otto menu che declina il tema della manifestazione: verranno serviti per [...]

14 luglio 2021 0 commenti