Arte & Cultura

 

Cervia Milano Marittima. Musa, nel progetto ‘Patrimonio immateriale’ del nostro ministero della Cultura.

Cervia Milano Marittima. Musa, nel progetto ‘Patrimonio immateriale’ del nostro ministero della Cultura. La Direzione generale Musei ha istituito ufficialmente il tavolo unico di progettazione per il progetto pilota di educazione al patrimonio immateriale presentato dalla Direzione generale Musei - Ministero della Cultura- , che prevede l’elaborazione di un programma di educazione al patrimonio immateriale e la costituzione di una rete tematica di musei. Il progetto è stato approvato dall’Osservatorio per il Patrimonio immateriale dell’Unesco.Sette i musei coinvolti in tutta Italia fra cui MUSA il museo del sale di Cervia. Il progetto porterà momenti di confronto e studio per programmazione ed elaborazione di appuntamenti di informazione, divulgazione e formazione professionale, divulgazione di buone pratiche, l’elaborazione di nuovi progetti, convegni e pubblicazioni. Il Ministero della Cultura- Direzione generale musei ha coinvolto nel progetto alcuni musei demoetnografici situati in regioni del nord, centro e sud d’Italia accomunati fra loro dalla mission rivolta a identificazione, documentazione, ricerca, preservazione, promozione valorizzazione e trasmissione del patrimonio immateriale. Il progetto è stato approvato dall’Osservatorio per il Patrimonio immateriale dell’Unesco.

      CERVIA MILANO MARITTIMA. Con Decreto 736 di luglio 2022 la Direzione generale Musei ha istituito ufficialmente il tavolo unico di progettazione per il progetto pilota di educazione al patrimonio immateriale presentato dalla Direzione generale Musei – Ministero della Cultura- , che prevede l’elaborazione di un programma di educazione [...]

5 agosto 2022 0 commenti

Rimini. Al Bano, Bennato, Skiantos e Summer Pride: tanta musica e tante cose da fare, anche oltre agosto.

Rimini. Al Bano, Bennato, Skiantos e Summer Pride: tanta musica e tante cose da fare, anche oltre agosto. Al via, sabato 30 luglio, i salotti en plein air ideati da Simona Ventura e Giovanni Terzi, nella terrazza del Grand Hotel di Rimini con tanti ospiti tra i personaggi del mondo dello spettacolo, della politica e della cultura contemporanea. E proprio nell’ambito del cartellone ‘La terrazza della Dolce vita', la musica apre il mese di agosto con due miti pop: il concerto gratuito di Al Bano, eccezionale performer, talento versatile che ha collezionato successi in tutto il mondo, e il concerto di Edoardo Bennato, il cantastorie che da quarant’anni immortala con le sue canzoni il mondo odierno con il suo Peter Pan Rock ‘n’ Roll Tour. Con Peter Pan nei Giardini di Kensington, l’arte visuale, i suoni e le luci ispirate al mito di Peter Pan saranno proiettate il venerdì e il sabato sera e nel week-end di Ferragosto sui muri degli edifici di pregio nella piazza dei sogni, nel centro storico di Rimini per un grande spettacolo di luci, musica e coreografie volanti che trasforma l’outdoor del Museo Fellini in un luogo dove poter sognare un eterno presente. In concomitanza degli spettacoli, il Fellini Museum e il PART Palazzi dell’arte Rimini saranno aperti al pubblico in via straordinaria dalle ore 20.00 alle ore 24.00 con ingresso gratuito.Diverse le mostre da non perdere tra cui fino al 4 settembre, il Museo Fellini ospita nella sede del Palazzo del Fulgor la mostra fotografica di Patrizia Mannajuolo 'Federico Fellini dietro le quinte' con immagini, scattate fuori dalla scena, che colgono i momenti di rara spontaneità mostrando un Fellini vero e genuino, lontano dall’ufficialità delle apparizioni pubbliche o dei backstage autorizzati.

  RIMINI. Al via, sabato 30 luglio, i salotti en plein air ideati da Simona Ventura e Giovanni Terzi, nella terrazza del Grand Hotel di Rimini con tanti ospiti tra i personaggi del mondo dello spettacolo, della politica e della cultura contemporanea. E proprio nell’ambito del cartellone ‘La terrazza della [...]

26 luglio 2022 0 commenti

Rimini. Peter Pan nei giardini di Kensington. Coreografie volanti e proiezioni per uno spettacolo live.

Rimini. Peter Pan nei giardini di Kensington. Coreografie volanti e proiezioni per uno spettacolo live. Da fine luglio a metà agosto, il venerdì e il sabato, piazza Malatesta si trasforma in una vera piazza dei sogni che, come i giardini di Kensington, dopo la chiusura diventa un paese delle fate, un luogo magico e sovrannaturale dove tutto può succedere. Così i suoi spazi verdi diventano i Giardini di Kensington, la grande lama d’acqua si trasforma nel Lago dei giardini dove i velieri solcano il cielo e dove navigano le barchette degli adulti. La Torre del castello diventa l’Isola degli uccelli. Un grande spettacolo live con coreografie volanti e proiezioni, fra magia e stupore, e che trasforma l’outdoor del Fellini Museum in un luogo dove poter sognare un eterno presente con un grande evento dedicato ai bambini e a quegli adulti che vorrebbero vivere in una infanzia perenne. Lo spettacolo, realizzato nella nuova piazza Malatesta di Rimini utilizza come scena la magnifica composizione architettonica della piazza medesima: la Rocca, sulla quale vengono proiettate immagini e si svolgono scene di danza in verticale; il teatro Galli ‘quinta’ per la proiezione di grandi immagini; 'Il bosco dei nomi', luogo dedicato alle fate. A fare da sfondo, le videoproiezioni ispirate ai disegni di Arthur Rackham, l’illustratore britannico di epoca vittoriana che raffigurò non solo i romanzi di Berry, ma anche Alice nel Paese delle meraviglie di Lewis Carrol e Canto di Natale di Charles Dickens, tra gli altri. Lo spettacolo si svolge da fine luglio a metà agosto come da calendario allegato.

RIMINI. Una piazza che diventa un luogo incantato, tra coreografie volanti e videoproiezioni d’autore, per spalancare gli occhi al sogno e viaggiare in un’epoca fuori dal tempo. Una magia che si rinnova grazie ad un nuovo straordinario spettacolo che colora di fantasia e sogno l’estate 2022 di Rimini. Dopo avere diretto Il [...]

26 luglio 2022 0 commenti

Rimini. Il Fellini Museum inaugura ‘Fellini Forbidden’. Con 42 disegni realizzati durante il film ‘Casanova’.

Rimini. Il Fellini Museum inaugura ‘Fellini Forbidden’. Con 42 disegni realizzati durante il film ‘Casanova’. Le 42 tavole di piccolo formato vengono esposte per la prima volta in un allestimento che richiama le atmosfere oniriche e voyeuristiche del film, sospese lungo un percorso labirintico e quasi completamente immerso nell’oscurità, tra tendaggi, voci di sottofondo e nicchie luminose. I disegni richiamano l’altra faccia dell’erotismo felliniano, quello declinato al maschile e incarnato in una sequenza di personaggi che dialogano con il proprio alter ego sessuale, sempre enorme e fuori misura: c’è un Prick in carriola e uno in motocicletta, c’è la versione natalizia e quella regale, quella fieramente telescopica e quella malauguratamente afflosciata, ci sono anche due baldanzosi pricks spadaccini e tanti altri ritratti a comporre il personalissimo bestiario maschile felliniano. Donati da Fellini a Tonino Guerra e risalenti probabilmente alla metà degli anni Settanta, durante la lavorazione de Il Casanova, i pricks felliniani sono un divertissement gioioso e giocoso, privo di volgarità e malizia, animato da una travolgente voglia di trasformare in farsa l’immaginario erotico fallocentrico messo alla berlina prima, appunto, nel Casanova, poi definitivamente abbattuto nella Città delle donne. La serie è ora posseduta dall’imprenditore del web e collezionista d’arte Massimiliano Benedetti.

    RIMINI. Il Fellini Museum inaugura il 9 luglio Fellini Forbidden, la mostra allestita nella sede del Palazzo del Fulgor dedicata al lavoro grafico che il Maestro ha realizzato in preparazione del film Il Casanova (1976). Ad essere esposte saranno le 42 tavole dedicate da Fellini a ‘Prick’ (nomignolo [...]

7 luglio 2022 0 commenti

Ravenna. Le famiglie protagoniste in centro. Tante presenze nell’anticipo di ‘Ravenna bella di sera’.

Ravenna. Le famiglie protagoniste in centro. Tante presenze nell’anticipo di ‘Ravenna bella di sera’. Per quanto riguarda 'Lab for kids', per tutto il mese di luglio saranno protagonisti i laboratori per i più piccoli. Il 1° luglio tocca a 'Occhiali tondi e bacchette magiche', serata dedicata a piccoli apprendisti maghi per costruire bacchette magiche e occhiali a raggi x. Venerdì 8 luglio a 'Sartoria creativa faidate' per imparare a creare, con la tecnica del cucito, un morbido cuscino. I tre venerdì di luglio successivi proseguiranno con altrettanti appuntamenti per famiglie. Il 15 luglio sarà la volta del 'Gelato per tutti i gusti' per creare gustosi e fantasiosi gelati, il 22 con 'Artigiani profumieri per una sera' utilizzando essenze naturali e il 28 con 'Caccia al tesoro per golosi' in occasione della quale alla ricerca si unirà il piacere di realizzare porta-dolcetti. Sempre in via Salara si potranno trovare anche diverse aree ristoro come quelle di Sbrino Gelato e Aquolina Bar & Bistrot. Ogni laboratorio ed iniziativa sarà ad offerta libera (minima 2 euro) ed il ricavato sarà devoluto alla onlus ravennate Ruota magica che si occupa del sostegno e dell’assistenza alle famiglie costrette ad affrontare malattie rare, encefalopatie e varie disabilità. Da ricordare infine l’attesissimo festival delle marching band promosso da 'Spasso in Ravenna' col nome 'Ravenna Banda di sera' che animerà tre venerdì, 15, 22 luglio e 5 agosto.

RAVENNA. Le battute e gli sketch del Billo Circus hanno attirato centinaia di piccoli spettatori accompagnati da mamme e papà in piazza Marsala, così come tutta via Salara, e di conseguenze le vie del centro storico, si sono animate con migliaia di presenze per un venerdì che a molti è [...]

28 giugno 2022 0 commenti

Ravennate. Un raduno per esaltare la storia della moto Lamone. Con attraversata di tre Comuni.

Ravennate. Un raduno per esaltare la storia della moto Lamone. Con attraversata di tre Comuni. ' Abbiamo voluto il Raduno - spiega Matteo Chinellato, organizzatore - per esaltare ancora una volta la storia della moto Lamone; con l'organizzazione anche della mostra della Lamone presso Villa Savoia a Glorie. Da lì partirà ill raduno, che per diverse problematiche legate a permessi, burocrazia etc, non eravamo mai riusciti ad organizzare. Quest’anno, dopo un calvario piuttosto lungo ma positivo, siamo riusciti ad ottenere i nulla osta indispensabili da Provincia di Ravenna, Questura, Polizia locale etc… Perciò la prima 'Rullata in Valle Lamone' può partire. Le problematiche legate alle autorizzazioni e permessi riguardavano lo svolgimento della sfilata/passeggiata in tre diversi Comuni, quelli di Ravenna, Russi e Bagnacavallo, e più esattamente, lungo le campagne bagnate dal fiume Lamone, che diede il nome alla moto. Con costanza e tenacia abbiamo trovato la giusta strada ed ottenuto quanto necessario. La coop.va Metallurgici e affini di Mezzano dove è stato prodotto il Lamone, attualmente, ospita la Farmacia Reale. Per questo abbiamo esposto, per 15 giorni, una moto Lamone con manifesto sulla sua storia, presso la Farmacia Reale. A dar manforte nella organizzazione del raduno e della mostra del 26 giugno è stato ( in particolare) l'amico Andrea Savorelli a cui va un sentito grazie. Qualche mese fa è stato redatto un apposito servizio sulla moto Lamone nella rivista 'In Moto' curata dal giornalista Dario Ballardini . Si è trattato di un bellissimo lavoro, molto atteso dai cittadini, tanti, troppi, al punto che in breve la rivista non era più disponibile. Molti i rimasti senza copie. L’edicola di Mezzano, tra le altre, ha visto esaurire molto rapidamente la fornitura disponibile'.

    RAVENNATE. Dopo anni, quest’anno, domenica 26 giugno,  il Raduno di biciclette a motore, ciclomotori e moto d’epoca che si terrà a Glorie, Mezzano (Ra). ” L’abbiamo voluto – spiega Matteo Chinellato, organizzatore – per esaltare ancora una volta la storia della moto Lamone; con l’organizzazione anche della   mostra della Lamone [...]

23 giugno 2022 0 commenti

Cervia. Festival della Romagna (16-19 giugno ). IX edizione, una bella serata con il piacere di ritrovarsi.

Cervia. Festival della Romagna (16-19 giugno ). IX edizione, una bella  serata con il piacere di ritrovarsi. Una serata all’insegna del ritrovarsi insieme ascoltando le parole dei poeti e delle poetesse romagnole. Questa sera alle 21.15 letture e recitazioni su testi di un gruppo significativo di poeti romagnoli che hanno lasciato un chiaro segno nella letteratura della Romagna e dell’Italia intera. Una serata speciale nella quale sul palco sotto la Torre San Michele si potranno ascoltare le rime in dialetto e le traduzioni in italiano di Olindo Guerrini-Lorenzo Stecchetti (Forlì 1845 – Bologna 1916), Tonino Guerra (Santarcangelo 1920 – Santarcangelo 2012), Giuliana Rocchi (Santarcangelo 1922 – Rimini 1996), Nino Pedretti (Santarcangelo 1923 – Rimini 1981), Mario Vespignani (Forlì 1924-Forlì 2015), Tolmino Baldassarri (Cervia 1927- Cervia 2010), Marino Monti (Galeata 1946 – Forlì 2022). Sette grandi autori letti da altrettanto sette fini dicitori e dicitrici: Maurizio Casali, Silvia Dall’Ara, Miro Gori, Ennio Gelosi, Ilario Sirri, Radames Garoia. Introduce e conduce la serata il giornalista e saggista Pietro Caruso. In media ogni lettore leggerà 4-5 silloge dell’autore scelto. Un momento particolarmente dedicato a tre figure di cui ricorrono gli anniversari: il centenario della nascita della poetessa Giuliana Rocchi, il ventesimo della morte di Tonino Guerra e la recentissima scomparsa di Marino Monti. Serata che non può prescindere dalla celebrazione del cervese Tolmino Baldassarri ( nella foto) icona della cultura e delle tradizioni locali strettamente connesse al territorio costiero cervese.

    Cervia 17 giugno. Una serata all’insegna del ritrovarsi insieme ascoltando le parole dei poeti e delle poetesse romagnole. Questa sera alle 21.15 letture e recitazioni su testi di un gruppo significativo di poeti romagnoli che hanno lasciato un chiaro segno nella letteratura della Romagna e dell’Italia intera.  Una serata [...]

17 giugno 2022 0 commenti

Rimini. L’omaggio a Pier Giorgio Pasini di ‘Romagna arte e storia’ che presenta il suo numero centoventi.

Rimini. L’omaggio a Pier Giorgio Pasini di ‘Romagna arte e storia’ che presenta il suo numero centoventi. Con i membri del Comitato di direzione Bruno Ballerin, Dante Bolognesi, Giordano Conti, Ferruccio Farina, Dino Mengozzi, Claudio Riva e Giulio Zavatta, sarà un’ulteriore occasione per riconoscere pubblicamente al professor Pasini il suo fondamentale ruolo di guida culturale per gli studiosi, non solo riminesi, e l’impegno e la speciale sensibilità per la divulgazione storico-artistica. Romagna Arte e Storia, nata a Rimini nel 1980, tra le iniziative editoriali più longeve e seguite della storiografia dedicata agli studi locali, festeggia con la presentazione del numero speciale dedicato al suo cofondatore e storico direttore, i suoi quarant’anni di attività. Un numero speciale di 165 pagine che oltre ai saggi a firma di tutti i componenti della redazione mobilitatisi per l’occasione, contiene un’intervista a Pasini, la sua corposa e preziosa bibliografia, i ricordi e le testimonianze di amici che con lui hanno collaborato nei numerosi impegni di studio e di contributo alle istituzioni culturali romagnole. Costruito a totale insaputa del dedicatario, contiene i contributi di Giulio Zavatta che ha curato l’intervista e la bibliografia, di Angela Fontemaggi e Orietta Piolanti con un ricordo del suo impegno per il Museo di Rimini, di Francesca Michelotti e Anna Simoncini per il Museo di San Marino, di Oreste Delucca con la cronaca di un’avventura culturale vissuta insieme in gioventù, di Paola Del Bianco con le vicende dell’importante biblioteca della nobile famiglia Battaglini. Pier Giorgio Pasini, storico dell’arte, da molti anni si occupa della cultura figurativa tra Romagna e Marche.

RIMINI. Nuovo appuntamento con la rassegna ‘Libri da queste parti‘ mercoledì 25 maggio, ore 18, nella corte di palazzo Gambalunga,  con l’Omaggio a Pier Giorgio Pasini da parte della rivista Romagna arte e Storia che presenterà il suo numero 120 (settembre-dicembre 2021) . Con i membri del Comitato di direzione Bruno [...]

23 maggio 2022 0 commenti

Faenza. Inaugurato il pannello in ceramica realizzato e donato dai ragazzi della Lampada di Aladino.

Faenza. Inaugurato il pannello in ceramica  realizzato e donato dai ragazzi della Lampada di Aladino. Il pannello, realizzato nel 2019, fu materialmente portato nella sede dei Servizi alla comunità dell’Unione, nell’ex complesso dei Salesiani a Faenza, a ottobre del 2020. A causa dell’emergenza pandemica l’inaugurazione è però slittata per mesi. Finalmente, i ragazzi del Centro hanno fatto visita nella sede dei Servizi sociali e sono stati ricevuti dal sindaco di Faenza e presidente dell’Unione, Massimo Isola, dall’assessore al Welfare del comune di Faenza Davide Agresti e dalla dirigente del Settore Antonella Caranese; con loro anche diversi operatori del Servizio. L'opera è realizzata a mosaico e ceramica tradizionale mentre alcune parti sono state madreperlate, attraverso la tecnica del ‘terzo fuoco’. I ragazzi hanno lavorato nel laboratorio del Centro adibito a questa attività con l'educatrice referente di ceramica Annamaria Caneda e la ceramista e scultrice Giuliana Reggi. La realizzazione ha richiesto un anno di lavoro, dalla progettazione ai disegni dei soggetti marini: pesci, alghe e coralli. Questi sono poi diventati realizzazioni ceramiche multicolore. Il fondo sul quale sono stati sistemate le figure marine è stato realizzato con la tecnica del mosaico, utilizzando diverse tipologie di tessere: marmo, ceramica e sabbie di vari colori. La parte portante, in legno, è stata realizzata nel laboratorio di falegnameria del Centro.

FAENZA. Breve cerimonia di inaugurazione  nella sede dei Servizi alla comunità (ex Servizi sociali) dell’Unione della Romagna Faentina dove è stato inaugurato il pannello ceramico realizzato e poi donato dai ragazzi della Lampada di Aladino, il centro socio-riabilitativo occupazionale a indirizzo artigianale per persone con fragilità intellettive di Faenza della [...]

17 maggio 2022 0 commenti

Ravenna. ‘Notte nazionale’ per il liceo classico e il mosaico per la Pace dedicato a Isotta Fiorentini Roncuzzi.

Ravenna. ‘Notte nazionale’ per il liceo classico e il mosaico per la Pace dedicato a Isotta Fiorentini Roncuzzi. Torna venerdì 20 maggio, alle ore 19, al liceo classico Dante Alighieri di Ravenna, l’iniziativa dal titolo ‘M’illumino di classico’ proposta dagli studenti dell’indirizzo classico che si esibiranno, come di consueto, in svariate performance, caratterizzanti il loro indirizzo di studi, sui gradini dell’ingresso centrale del Liceo Classico in piazza Anita Garibaldi 2. Si metteranno in scena letture pubbliche, recitazioni, brevi rappresentazioni teatrali, dibattiti, allestimenti di varia natura. Verrà realizzato anche un mosaico per la Pace da alcuni alunni in collaborazione con l’associazione Dis/ORDINE. Estremamente importante e significativo dopo gli anni della pandemia è favorire iniziative di libera aggregazione di studenti in collaborazione con i loro insegnanti. L’elemento peculiare della formazione classica è la costante e continua ricerca di humanitas di cui la società odierna ha fortemente bisogno. Il tentativo educativo deve sempre avere come orizzonte ultimo l’attenzione per l'essere umano che costituisce il filo rosso di questa iniziativa, aperta a tutta la cittadinanza.Le ragioni della realizzazione del Mosaico per la Pace nascono dal percorso didattico portato avanti dall'insegnante di Storia dell'arte Valentina De Logu nella classe lV sezione A. Partendo dai mosaici bizantini-ravennati sia in lezioni svolte in classe sia in visite guidate, lo studio è proseguito con visite ai mosaici contemporanei presenti in città, con particolare riferimento al labirinto ‘Dante Eco Green’ nel giardino antistante la Casa circondariale e al Parco della Pace.

RAVENNA. La Notte nazionale del liceo classico è una iniziativa che, da diversi anni a questa parte, si propone di mettere nella giusta luce l’attualità del liceo classico all’interno del panorama del sistema formativo nazionale, nonché di promuovere ad ampio raggio la cultura umanistica, considerata quale elemento fondante per la [...]

13 maggio 2022 0 commenti