Articoli di: Redazione

 

Classis Ravenna. Il Museo della città e del territorio.L’importanza storica della città dentro la palude.

Classis Ravenna. Il Museo della città e del territorio.L’importanza storica della città dentro la palude. L’allestimento sarà fortemente innovativo nelle sue soluzioni espositive, ma non sarà un museo virtuale. Sarà invece un Museo nel quale, attraverso l’esposizione di monumenti e di alcuni materiali particolarmente significativi, si svilupperà un racconto storico completo e attrattivo che illustrerà la nascita e l’evoluzione della città di Ravenna e della vicina città portuale di Classe, dall’antichità fino ai giorni nostri. Si tratta di una storia avvincente che vede protagonista una delle più importanti città del Mediterraneo. E’ prevista una scansione lineare del tempo e delle diverse epoche che interessarono la città e il suo territorio: la preistoria, l’antichità romana, la fase gota, l’età bizantina, l’alto Medioevo. Accanto a questa Linea del tempo sono previsti alcuni approfondimenti che riguardano la crescita e lo sviluppo della città, la sua stratificazione, la flotta e la navigazione, la sua variegata etnicità, la produzione artistica, le consuetudini funerarie e le modalità della preghiera. Questo racconto, trattandosi di un museo, verrà fatto ricorrendo alla documentazione archeologica con un uso mirato dei reperti intesi come perno della narrazione: alcune volte saranno elementi singoli di particolare valore ed importanza ad avere il ruolo di protagonisti; altre volte saranno gruppi ampi di oggetti, come nel caso del porto di Classe, che potrà essere illustrato ampiamente grazie alle centinaia di reperti rinvenuti negli ultimi scavi.

RAVENNA. Il nuovo Museo di Classe è il Museo della città di Ravenna e del suo territorio. Classe è all’origine dell’importanza storica di Ravenna. Il museo intende raccontare attraverso alcuni snodi storici particolarmente significativi le vicende che caratterizzano la storia di Ravenna e del suo territorio. Il progetto espositivo è [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Meldola. Il farmacista parte attiva del percorso terapeutico del paziente oncologico. Un filo diretto con l’ Irst.

Meldola. Il farmacista parte attiva del percorso terapeutico del paziente oncologico. Un filo diretto con l’ Irst. Il ruolo delle farmacie – Le farmacie costituiscono una rete professionale, organizzativa e logistica essenziale per dare continuità, più vicino al paziente di quanto spesso possa essere un ospedale o un istituto, alla qualità e sicurezza dei percorsi clinico-terapeutico-assistenziali avviati in ambiente specialistico. In tal senso le farmacie possono costituire un importante contributo per la nuova visione di 'medicina di sistema', di medicina che non sia più confinata al solo ambito ospedaliero. I nuovi percorsi terapeutici e la valutazione della loro compatibilità con i farmaci oncologici, è indispensabile per una corretta aderenza terapeutica, aspetto a sua volta fondamentale per ottenere l’efficacia delle cure ed esiti proporzionati al valore tecnologico dei farmaci impiegati e anche dei loro costi. Questi processi, si sa, non possono prescindere da un’efficace ricognizione e riconciliazione farmacologica, soprattutto in Oncologia in cui gli investimenti sono ingenti e altrettanto importanti sono le aspettative di guarigione. Il fascicolo sanitario elettronico potrà ulteriormente valorizzare il modello avviato estendendo la rete di informazioni a tutti gli operatori del sistema, dai medici di medicina generale, agli operatori dell’emergenza e del sistema di assistenza domiciliare permettendo anche ai pazienti un costante e ulteriore aggiornamento.

MELDOLA. 15 giugno 2018 – Grazie ad un innovativo progetto che vede uno stretto dialogo, supportato dall’informatica e da un programma di formazione specialistica, tra Istituto tumori della Romagna (IRST) IRCCS e la Rete delle farmacie di Comunità della Romagna, la figura del farmacista acquisirà un ruolo sempre più attivo nel [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Cesena. Ultimo corso alla ‘Città del gusto Romagna’ prima della pausa estiva: cucinare con la birra.

Cesena. Ultimo corso alla ‘Città del gusto Romagna’ prima della pausa estiva: cucinare con la birra. La birra entra in cucina con gli insegnamenti di Bettina Balzani, la nota food blogger cesenate curatrice del blog www.bettinaincucina.com, molto seguita e esperta di lezioni ai fornelli.Il corso, in programma martedì 19 giugno alla Città del Gusto Romagna (dalle 19 alle 22), prevede la realizzazione di 4 ricette originali, realizzate con 4 tipi di birra diversi: la weiss, la bionda, la rossa e la radler (birra Herrnbrau, distribuita da Romagna Beverage). La partecipazione al corso comprende: il grembiule, il ricettario della serata, la degustazione di quanto preparato con le proprie mani, accompagnata da un buon boccale di birra.

CESENA. La bevanda estiva per eccellenza, la birra, entra in cucina con gli insegnamenti di Bettina Balzani, la nota food blogger cesenate curatrice del blog www.bettinaincucina.com, molto seguita e esperta di lezioni ai fornelli.Il corso, in programma martedì 19 giugno alla Città del Gusto Romagna (dalle 19 alle 22), prevede [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. ‘Sigismondo, lupo di Rimini’. Orme di Sigismondo e Isotta, tra borgo e grotte.

Santarcangelo d/R. ‘Sigismondo, lupo di Rimini’. Orme di Sigismondo e Isotta, tra borgo e grotte. Sulle orme di Sigismondo e Isotta, una passeggiata tra borgo e grotte, con racconti di storie medievali. Guerre, amori, avventure, politica, tra passioni e tradimenti. Numerosi attori e figuranti in costume medievale accompagneranno il tour guidato con scene e musica. La visita include anche l’ingresso alle grotte e alla Rocca malatestiana. Al termine della serata, nel giardino della rocca, saranno serviti ai partecipanti dolci ed Albana. Organizzazione e rappresentazioni a cura di Pro Loco, Compagnia Mons Jovis e Compagnia teatrale Pozzo dei desideri.

SANTARCANGELO d/R. Mercoledì 20 e 27 giugno, continuano i tour medievali a Santarcangelo. Con ‘Sigismondo, lupo di Rimini‘. Sulle orme di Sigismondo e Isotta, una passeggiata tra borgo e grotte, con racconti di storie medievali. Guerre, amori, avventure, politica, tra passioni e tradimenti. Numerosi attori e figuranti in costume medievale [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Ravenna. Nel cuore del Settecento napoletano con lo Stabat Mater, sotto le volte della basilica di San Vitale.

Ravenna. Nel cuore del Settecento napoletano con lo Stabat Mater, sotto le volte della basilica di San Vitale. Lo Stabat Mater di Girolamo Abos rappresenta infatti una felice incursione nel cuore del Settecento napoletano, attraverso una suggestiva pagina del musicista maltese i cui lavori teatrali viaggiavano da Napoli fino a Londra. Inoltre il Coro accoglie fra le proprie fila anche cantanti del Kiev Baroque Consort, quasi una piccola delegazione che anticipa il viaggio de Le vie dell’amicizia, che quest’anno raggiungerà la capitale dell’Ucraina. Accompagnerà il coro un ensemble di valenti musicisti coinvolti per l’occasione: Johanna Piszczorowics e Francesca Camagni al violino, Rosita Ippolito alla viola da gamba e Nicola Lamon all’organo.

RAVENNA. Concerto – ma anche evento – unico quello del coro dell’associazione Consorti dipendenti del Ministero degli Affari Esteri, in programma sabato 16 giugno alle 19 presso la basilica di San Vitale. Questa singolare formazione corale femminile – nata nel 2008 in seno alla Farnesina per volere della sua direttrice [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Cesena. Fiera di San Giovanni: salvo il mercato del sabato, a rischio per le nuove regole sulla sicurezza.

Cesena. Fiera di San Giovanni: salvo il mercato del sabato, a rischio per le nuove regole sulla sicurezza. Di fronte alla duplice necessità di garantire, da un lato, la massima sicurezza dell’area in ossequio alle normative vigenti e, dall’altro, di evitare la cancellazione del mercato, con la conseguente penalizzazione dei suoi operatori, l’Amministrazione ha cercato un modo per salvare capra e cavoli. E alla fine la soluzione è stata trovata: il mercato ambulante del sabato si svolgerà regolarmente, ma si chiederà ai suoi operatori di anticipare l’uscita dall’area mercatale alle ore 13. Agli operatori della fiera, invece, l’accesso sarà consentito solo dopo le ore 14. In questo modo si creerà un ‘cuscinetto’ di un'ora, che permetterà di concludere ordinatamente e in sicurezza le operazioni di uscita, e di avviare, subito dopo, con altrettanto ordine e sicurezza le operazioni di ingresso e di allestimento dei fieristi.

CESENA. Anche nel pieno della fiera di San Giovanni, Cesena non dovrà rinunciare all’appuntamento con il mercato ambulante, che si terrà regolarmente nella mattina di sabato 23 giugno. La notizia è tutt’altro che scontata: lo svolgimento del mercato del sabato nei giorni scorsi è stato a lungo in discussione, a [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Riccione. Judit dice ‘sì’ tra i delfini della laguna di Oltremare. Una proposta al Family Experience Park.

Riccione. Judit dice ‘sì’ tra i delfini della laguna di Oltremare. Una proposta al Family Experience Park. 'Un anno fa ci siamo innamorati proprio qui in Italia, a Rimini - racconta Richard - . Cercavo qualcosa di davvero speciale per dichiararmi. Un amico mi ha così suggerito di venire a Oltremare, perché aveva visto la Laguna e i delfini. Mi ha detto che era un parco bellissimo e aveva ragione. Effettivamente è stato davvero il giorno più bello della nostra vita. Siamo qui in vacanza e il prossimo anno ci sposeremo'. Judit ancora con le lacrime agli occhi, confida: “Sono felicissima, non me l’aspettavo. Lo ricorderò per tutta la vita”. La coppia ha già fatto una promessa allo staff di Oltremare: tornare dopo le nozze al parco di Riccione per festeggiare con tutto lo staff, Candy e la grande famiglia di tursiopi.

RICCIONE. Un anno fa si sono conosciuti e fidanzati sulla Riviera romagnola. Richard non vedeva l’ora di tornare, dopo 12 mesi, nello stesso posto dove è scoccata la scintilla, per chiederle di passare tutta la vita insieme. Perché non farlo a Oltremare, con gli splendidi delfini della Laguna più grande [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Non solo sport. No, monsieur Macron, l’Europa così resta piccina! Partito il Mundial senza azzurri.

Non solo sport. No, monsieur Macron, l’Europa così resta piccina! Partito il Mundial senza azzurri. Tanto per menzionargliene una, così facendo fa capire di non volere costruire una ' casa comune', dal Manzanarre al Reno, dall' Alpi allo Ionio, come diceva il poeta, ma solo un abitacolo dove lui ( per entrare) deve ( ogni volta) bussare all'uscio del suo potente vicino, quello che quando s'arrabbia ci mette un 'lampo' per insegnare agli inquilini chi è il padrone e chi l'ospite. E tuttavia, vediamo di guardare avanti. Senza cappelli in mano e cappelliere. Inter pares, come dicevan gli antichi quando volevano realizzare ' foedus' duraturi. Con priorità futuro. Che oggi appare incerto, fragile. E proprio a causa di personaggi non giusti nel posto giusto come il buon Macron ( o Macaron) che invece di prendersela con Salvini, un po' rude come tanti in Val Brembana, cominci a mostrarsi più deciso, accorto e lungimirante di lui. Del resto, se il franco sfogliasse le pagine di storia, potrebbe verificare di sua mano da qual stirpe emerge il buon Salvini. Quella lombarda, che quando metteva in campo i carrocci e issava i santi signacoli al cielo non lasciava altro scampo al feroce imperatore Barbarossa che nascondersi sotto i cadaveri dei suoi uomini per tornare sano e salvo, tra i suoi, in Allemania. E dietro al Franco ( per favore) non s'accodino quelli d'Iberia, che in quanto a profughi ne hanno sempre accettati pochini. A Ceuta e Melilla, addirittura, s'era sparsa la voce che sparassero addosso ai poveracci. Morale: anche a costoro, dunque, l'invito a non salire su un altro pulpito. Chè in anche in questo gli Italici sarebbero abituati a mettere l'orecchio più ai fatti che alle ciance.

LA CRONACA DAL DIVANO. I cuginetti francesi (forse) sperano  di rovinarci l’ incipiente estate, per bocca d’un imberbe presidente che va a trovar certezze tra le braccia della nonna. Ma si sbagliano, perchè noi prima d’ascoltare le prediche   ci siamo acconciati ( nei secoli) a considerare il pulpito dal quale [...]

15 giugno 2018 0 commenti

Santagata sul Santerno. L’open day alle distillerie ‘Mazzari’. Sabato 16 giugno, porte aperte per tutti.

Santagata sul Santerno. L’open day alle distillerie ‘Mazzari’. Sabato 16 giugno, porte aperte per tutti. La storia della Distillerie Mazzari inizia nel 1958. Primo Mazzari, originario di Russi, lavorava come trasportatore per conto di 0diverse aziende e magazzini locali. Le limitate capacità di magazzinaggio in frigorifero, e l’abbondante produzione di frutta, faceva sì che la merce eccedente venisse gettata. Consapevole di tale spreco, Primo Mazzari ebbe l’idea di raccogliere la merce in esubero e trasportarla in un capannone di sua proprietà con l’intento di produrre sidro, che fermentato diventa materia prima alcoligena, che poi veniva venduta alle distillerie della zona. In quegli anni i terreni della Bassa Romagna erano ricchi di frutteti e Primo Mazzari e il padre decisero di allargare la loro attività con la costruzione di una nuova sidreria, traslocando la lavorazione da Russi a Sant’Agata sul Santerno, paese ritenuto strategico per la vicinanza ai tanti magazzini di frutta presenti a quel tempo sul territorio circostante. A impianto ultimato, Primo Mazzari intensificò l’attività di raccolta frutta e produzione di sidro, raggiungendo in breve tempo elevati livelli produttivi. Nel 1960, costruì anche un piccolo impianto di distillazione ...

SANT’AGATA SUL SANTERNO. Sabato 16 giugno porte aperte alle Distillerie Mazzari Spa di Sant’Agata sul Santerno, per il terzo open day aziendale.  Il programma della giornata prevede dalle 10 alle 10.50 la registrazione degli ospiti presso lo stabilimento, in via Giardino 6, e dalle 11 alle 12.30 una visita guidata allo [...]

14 giugno 2018 0 commenti

Ravenna. ‘Sagra del cappelletto’ a Filetto. Con la commedia dialettale dal titolo ‘Zibaldon rumagnol’.

Ravenna. ‘Sagra del cappelletto’ a Filetto. Con la commedia dialettale dal titolo ‘Zibaldon rumagnol’. Venerdì 15 giugno, alle 21 nella Villa Marisa a Filetto, in via Nuova 66, il comitato cittadino di Filetto-Pilastro organizza una commedia dialettale con La cumpagnì dla zercia dal titolo 'Zibaldon rumagnol', con il patrocinio dell'assessorato al Decentramento del comune di Ravenna. A seguire si svolgerà la presentazione delle torte e dei dolci romagnoli fatti dalle azdore. Serata con ingresso ad offerta libera. Sabato 16 giugno, dalle 19,30 nel Borgo di Longana, si svolgerà la Sagra del cappelletto organizzato dal Comitato cittadino di Longana – Ghibullo, in collaborazione con l'assessorato al Decentramento. Durante la serata esposizione della mostra fotografica 'Forese d'epoca', premiazione all'opera migliore e musica di accompagnamento.

RAVENNA. Venerdì 15 giugno, alle 21 nella Villa Marisa a Filetto, in via Nuova 66, il comitato cittadino di Filetto-Pilastro organizza una commedia dialettale con La cumpagnì dla zercia dal titolo ‘Zibaldon rumagnol‘, con il patrocinio dell’assessorato al Decentramento del comune di Ravenna. A seguire si svolgerà la presentazione delle [...]

14 giugno 2018 0 commenti