Articoli di: Roberto Vannoni

 

Emilia Romagna. ‘Una volta, c’era…’. Lo strappo del tempo. In partenza la stagione teatrale 2020-21.

Emilia Romagna. ‘Una volta, c’era…’. Lo strappo del tempo. In partenza  la stagione teatrale 2020-21. Una volta, c’era…: nella primavera di quest’anno, per effetto della pandemia che ha paralizzato l’intero pianeta, si è generato un improvviso strappo nel tempo, una ferita profonda si è aperta nella storia dell’umanità. Un mondo, il nostro, come eravamo abituati a percepirlo ogni giorno, c’era e ora non c’è più. Dentro questa emergenza generale, la comunità teatrale, fatta di artisti, spettatori e lavoratori, ha subito un vero e proprio shock perché ciò che è venuta meno a causa delle necessarie restrizioni in atto è l’essenza stessa di questa forma artistica: la presenza, la relazione.Il Teatro nazionale dell’Emilia Romagna si prepara ora a inaugurare la stagione invernale: insieme agli artisti con cui in questi anni ha intessuto relazioni e condiviso visioni e ai cittadini di Modena, Castelfranco Emilia, Vignola, Bologna e Cesena, dando segno tangibile della sua presenza e della sua funzione pubblica. Tuttavia rimarranno chiuse per lavori di ristrutturazione le sale del Teatro delle Passioni di Modena (ma sono in fase conclusiva i lavori per ultimare la nuova sede delle Passioni), e del Teatro Bonci di Cesena, che riprenderà la programmazione in sede a gennaio 2021.

EMILIA ROMAGNA. Una volta, c’era…: nella primavera di quest’anno, per effetto della pandemia che ha paralizzato l’intero pianeta, si è generato un improvviso strappo nel tempo, una ferita profonda si è aperta nella storia dell’umanità. Un mondo, il nostro, come eravamo abituati a percepirlo ogni giorno, c’era e ora non [...]

17 settembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. 17 settembre, Giornata mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita.

Ausl Romagna. 17 settembre, Giornata mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita. Quindi aiutaci: quando accedi a una prestazione, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità. Comunica con precisione agli operatori le terapie che stai effettuando ed eventuali allergie di cui sei a conoscenza. Ascolta le raccomandazioni del personale sanitario per ridurre il rischio di cadute. Altrettanto importante è la sicurezza degli operatori sanitari. La pandemia Covid ha evidenziato le enormi sfide che gli operatori sanitari stanno ancora affrontando a livello globale, evidenziando il loro operato nonostante i pericoli. Ricordiamo che l’operatore sanitario prima ancora di essere un professionista è una persona proprio come te e come tale ha altrettanto bisogno di protezione e sicurezza. La Protezione e la sicurezza degli operatori passa anche attraverso l’adozione di strumenti come la definizione di percorsi che agevolino l’attività in contesti a rischio, l’uso dei dispositivi di protezione individuale, l’utilizzo di strumenti innovativi per la formazione e l’addestramento continuo, per la teleassistenza e l’accesso ai servizi.

RAVENNA. Palazzi storici e monumenti simbolo delle principali città romagnole illuminati di arancione, locandine informative e video testimonianze di operatori sanitari e cittadini per promuovere la sicurezza delle cure e ricordare che spetta a tutti noi collaborare per mantenere sicure le cure e ridurre i rischi. Anche l’Azienda USL della [...]

16 settembre 2020 0 commenti

San Mauro Pascoli. Grandi firme della poesia nella casa natale del Poeta. Per il 18° Premio Pascoli.

San Mauro Pascoli. Grandi firme della poesia nella casa natale del Poeta. Per il 18° Premio Pascoli. Grandi firme della poesia si sono ritrovate sabato 12 settembre nella casa natale di Giovanni Pascoli. L’occasione è stato l’epilogo della 18esima edizione del Premio Pascoli promosso da Sammauroindustria che ha visto salire sul palco i vincitori del concorso. Presentata da Roberto Mercadini, la serata è stata aperta dal presidente di Sammauroindustria Daniele Gasperini, a cui ha fatto seguito Daniela Baroncini docente dell’Alma Mater, presidente della giuria. “Questo Premio mette insieme cultura e industria e fa di San Mauro un unicum nel panorama nazionale. Giustamente è stato definito il Campiello della poesia”, ha detto la presidente di giuria, che ha poi premiato Ivan Crico a cui è andato il Premio speciale della giuria per l’opera ‘L'antro siel del mondo’ (L’altro cielo del mondo, edizioni LietoColle 2019). Complessivamente sono state 164 le opere partecipanti al Premio Pascoli (140 in lingua e 24 in dialetto) vagliate da Daniela Baroncini, (Università Bologna, presidente giuria), Franco Brevini (Università Bergamo), Gualtiero De Santi (Università Urbino), Gianfranco Miro Gori (saggista, poeta) e Piero Meldini (scrittore).

San Mauro Pascoli (14 settembre 2020) – Grandi firme della poesia si sono ritrovate sabato 12 settembre nella casa natale di Giovanni Pascoli. L’occasione è stato l’epilogo della 18 esima edizione del Premio Pascoli promosso da Sammauroindustria che ha visto salire sul palco i vincitori del concorso. Presentata da Roberto [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Prima campanella per più di 25 mila studenti. Taglio del nastro alla nuova ‘Montessori’ di via Cuneo.

Rimini. Prima campanella per più di 25 mila studenti. Taglio del nastro alla nuova ‘Montessori’ di via Cuneo. Primo giorno di scuola per 25 mila studenti riminesi. Inaugurata dal sindaco Gnassi la nuova primaria Montessori:'Una comunità si riconosce perché esce dalle paure insieme. Ci saranno sfide inedite, problemi mai visti prima, ma la nostra porta è aperta, ai genitori chiedo spirito di comunità e di essere loro l’esempio di ciò che chiediamo ai nostri figli'. Gli studenti, a partire da quelli più piccoli dell’infanzia fino a quelli delle secondarie, hanno trovato a scuola una nuova segnaletica e dei percorsi protetti. Si tratta di una novità necessaria per il rispetto dei nuovi protocolli sul distanziamento sociale, che diventerà presto abitudine consolidata.

RIMINI. Prima campanella per più di 25 mila studenti riminesi. In quello che è il primo giorno del primo anno scolastico in tempi di Covid, Rimini si presenta con il taglio del nastro della nuova scuola elementare Montessori di via Cuneo, alla presenza del sindaco Andrea Gnassi e l’assessore ai [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Lugo. Giorgio Pirazzini ospite degli ‘Aperitrisi’ letterari della Biblioteca. Si prosegue il 23 e il 30 settembre.

Lugo. Giorgio Pirazzini ospite degli ‘Aperitrisi’ letterari della Biblioteca. Si prosegue il 23 e il 30 settembre. Giorgio Pirazzini ha presentato il suo ultimo libro I grandi viaggiatori che hanno cambiato la storia del mondo (Newton Compton) nel nuovo appuntamento degli AperiTrisi letterari online, organizzati dalla biblioteca 'Fabrizio Trisi' di Lugo. In questa occasione l’autore parlerà del suo libro in un video che sarà pubblicato sulla pagina Facebook della Biblioteca alle 17.30. Ci sono viaggiatori che hanno cambiato il mondo attorno a loro semplicemente attraversandolo e raccontandolo, questo libro raccoglie le storie dei grandi personaggi che, con le loro imprese, hanno condizionato la storia. Uomini e donne che hanno aperto nuove rotte e scoperto nuovi territori, ma anche scardinato i meccanismi della vita e della società. Tutti loro, in modo rivoluzionario per l’epoca, hanno cambiato la mentalità delle generazioni a venire e hanno scoperto i segreti del mondo in cui viviamo. Attraverso le vicende personali di ciascun protagonista, la sua origine sociale e le motivazioni della partenza, sarà possibile imparare a conoscere meglio la storia che si cela dietro alle grandi imprese.Gli AperiTrisi proseguono il 23 settembre con Enzo Venturini e il suo libro Quarantatré secondi e il 30 settembre con Giorgio Martini e il libro Benedetto Dal Buono 1711-1775. È inoltre in fase di organizzazione un calendario degli AperiTrisi per il mese di ottobre.

LUGO. Mercoledì 16 settembre il lughese Giorgio Pirazzini  ha presentato  il suo ultimo libro I grandi viaggiatori che hanno cambiato la storia del mondo (Newton Compton) nel nuovo appuntamento degli AperiTrisi letterari online, organizzati dalla biblioteca ‘Fabrizio Trisi’ di Lugo. In questa occasione l’autore parlerà del suo libro in un [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Modena. Dal 18 al 20 settembre, rassegna ‘ Le macchine di Buster Keaton’. Con Festivalfilosofia.

Modena. Dal 18 al 20 settembre, rassegna ‘ Le macchine di Buster Keaton’. Con Festivalfilosofia. Le macchine appassionano Keaton, e nella sua opera si avverte con potenza questa fascinazione. Le macchine di Keaton sono sempre sue creazioni. Le macchine- casa, le macchine-battello, le macchine-treno, le macchine-nave, le macchine-cinema sono sue alleate proprio perché le inventa il personaggio. La macchina in Keaton è l' immenso, è il treno di The General sulla cui barra motrice Buster si lascia sollevare e abbassare, è il piroscafo di The Navigator che Buster deve condurre da solo, è la casa prefabbricata che Buster deve montare alla rovescia di One Week, è la cabina di proiezione di Sherlock Jr, è la cinepresa controllata da una scimmia di The Cameraman. Se le macchine si ribellano, è per un momento che trascende il personaggio in funzione del tutto, che è l'ingranaggio. I film di Keaton sono ingranaggi totali, in cui ogni elemento ha una funzione nel tutto ed è funzione del tutto. 'Le macchine di Keaton sono macchine senza madre allo stesso modo di quelle inutili di Picabia e Tinguely. Possono sfuggire al suo controllo, diventare assurde o esserlo fin dall'inizio, complicare ciò che è semplice. Non cessano però di servire una finalità segreta più alta, insita nella parte più profonda della sua arte: la riconciliazione tra la situazione e l'eroe, tra la amisuratezza della tecnologia e la piccolezza dell'uomo' (Gilles Deleuze).

MODENA. Il 18 settembre riapre finalmente i battenti sala Truffaut di Modena, naturalmente nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, e quindi con i posti praticamente dimezzati. Si tratta di una riapertura quindi difficile e faticosa, resa possibile anche dal contributo del Festivalfilosofia e a quello di Hera Group. Lo sforzo [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Modigliana. Altre iniziative culturali per il weekend. Le tre mostre d’arte dal tema Ulisse, con 90 opere.

Modigliana. Altre iniziative culturali per il weekend. Le tre mostre d’arte dal tema Ulisse, con 90 opere. Sabato 19, alle 20,30, in piazza Matteotti, presentazione del libro 'Modigliana – Covid 19' di Idilio Galeotti, presentato dal giornalista Giancarlo Aulizio del Il Resto del Carlino e Nicolas Galeotti che a curato il montaggio del video, ovviamente insieme al sindaco Jader Dardi e all’assessore alla Cultura Rosa Grasso. Alle ore 21 seguirà il concerto di Pietro Picone 'Le feste dell’800 tra la pittura e il melodramma'. Tanti altri sono gli eventi, fra cui le conferenze curate dal MU.VE sui frati Capuccini di Modigliana e la mostra 'Frate legno e sorella Poesia' opere di Flaviano Laghi e A. Venanzio Reali. Mentre la domenica 20 alle ore 21 alla chiesa di San Bernardo ci sarà la conferenza- concerto 'Il giovane Beethoven' del prof. Stefano Ragni, pianista e relatore. Questi sono solo un riassunto degli eventi che ci saranno a Modigliana nel weekend dell’800, dal 18 al 20 settembre 2020.

MODIGLIANA.  Saranno diverse le iniziative che si terranno a Modigliana dal 18 al 20 settembre, continuano le tre mostre d’arte dal tema Ulisse, nelle quali sono presenti 55 artisti per oltre 90 opere, i musei saranno aperti e si potrà assistere a diversi eventi culturali. ” Come si  vede dal [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Misano Adriatico. Matrimonio e luna di miele all’insegna della passione per le moto.

Misano Adriatico. Matrimonio e luna di miele all’insegna della passione per le moto. Rossana e Michele, da Vimercate, hanno deciso che il loro matrimonio fosse associato alla loro grande passione per le moto. E così hanno programmato tutto: prenotazione dell’albergo a Misano dove abitualmente passano la loro vacanza, poi in tribuna per il primo Gran Premio, e poi, in mattinata, il matrimonio in Comune e celebrato dal vicesindaco Maria Elena Malpassi. A Misano ci sarà anche la loro luna di miele, visto che resteranno al mare fino al 22 settembre, comprendendo ovviamente anche la presenza al Gran Premio Tissot dell’Emilia Romagna e Riviera di Rimini di domenica 20.

Misano Adriatico, 14 settembre 2020 – Rossana e Michele, da Vimercate, hanno deciso che il loro matrimonio fosse associato alla loro grande passione per le moto. E così hanno programmato tutto: prenotazione dell’albergo a Misano dove abitualmente passano la loro vacanza, poi in tribuna per il primo Gran Premio, e [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Non solo sport. La ‘rossa’ è una creatura speciale. Perchè non affidarla alle degne mani del Toto ?

Non solo sport. La ‘rossa’ è una creatura speciale. Perchè non affidarla alle degne mani del Toto ? Fosse comparsa ai tempi in cui sui chiari mari mediterranei fiorivano miti, oggi dovremmo chiamarla con pseudonimi desueti. Pegaso, il cavallo alato, oppure Ippogrifo, il misto d'animali dall'Ariosto attinto dalla eredità classica. E del Pegaso, ad esempio, meglio d'altri, avrebbe avuto tutti i sembianti e i compiti. Corpo di destriero e ali d'aquila per trasportare, rapido, le folgori del padre degli dei in Olimpo, e infine trasformato in costellazione. E che la 'rossa' non sia più una semplice auto lo si sa da tempo. La sua presenza fonde passione, velocità e bello, in un unicum dal valore ( non solo) materiale inestimabile. Una Ferrari 250 Gto Scaglietti del 1962, infatti, è stata battuta all'asta nel 2018 per 48.405.ooo dollari da Sotheby's in California. Parlando di valore materiale, perchè se trapassiamo su quello immateriale faremmo fatica a toccare un limite. Quanto Pegaso, figlio di Poseidone, addomesticato da Bellerofonte, la 'rossa' é una creatura indomabile, incurante di qualsiasi ostacolo, deputata a consegnare i sogni degli uomini agli dei. Quando si corre un Gp, o altra manifestazione, la prima domanda che la gente si fa è ' Com'è andata la rossa ?'. Preoccupa lei, infatti, non altri. Tanto che, quando un suo pilota arriva ultimo resta primo. Possono dire un gran bene delle 'frecce d'argento', e anche del suo deus ex machina, il gran Toto erede di Cecco Beppe, ma di tifar per loro nessuno se lo sogna. A proposito del Toto, non è ora che si tolga di dosso quella camicia da asettica ospedaliero per indossarne quella color fuoco d'amante appassionato di questo suo ( ancor amatissimo) sport, da salvare più che da affossare ? Nel fine settimana riprende il campionato. Con Fiorentina-Torino ( ore 18) e Verona-Roma ( ore 20,45). Il 20, 21, 22 ottobre partirà la fase a gironi di Champions ed Europa League. Giovedì 17 il Milan gioca il 2° turno di qualificazione di Europa League a Dublino, in casa dello Shamrock Rovers. Se supera il turno, giovedì 24 settembre ( gara secca) trova la vincente fra i norvegesi del Bodo e i lituani dello Zalgiris. Dopodichè, giocherebbe il 1°ottobre i play off per entrare nella fase a gironi.

 CRONACA DAL DIVANO. Fosse comparsa ai tempi in cui sui  chiari mari mediterranei fiorivano miti, oggi dovremmo chiamarla con pseudonimi desueti. Pegaso, il cavallo alato, oppure Ippogrifo, il misto d’animali  dall’Ariosto attinto dalla eredità classica. E del Pegaso, ad esempio,  meglio d’altri, avrebbe avuto tutti i sembianti e i compiti. [...]

14 settembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Gastroenterologia di Forlì e Cesena sede di tirocinio per la School of Advanced Endoscopy.

Ausl Romagna. Gastroenterologia di Forlì e Cesena  sede di tirocinio per la School of Advanced Endoscopy. La SIGE ha inserito l' Unità operativa di Gastroenterologia di Forlì/Cesena, diretta dal dottor Carlo Fabbri, tra i centri accreditati SIGE per i tirocini dei partecipanti della School of Advanced Endoscopy. La scuola si sviluppa attraverso una piattaforma e-learning, delle lezioni frontali su modelli sperimentali o manichini e d un periodo di tirocinio per la pratica endoscopica presso un Centro di terzo livello, in questo caso negli ospedali di Forlì e Cesena. La School of Advanced Endoscopy vede il coinvolgimento dei migliori opinion leaders internazionali nello sviluppo della gastroenterologia e dell’endoscopia. I due primi specializzandi in Gastroenterologia sono arrivati a Forlì lunedì scorso e resteranno una settimana nel reparto per apprendere le opzioni terapeutiche più all’avanguardia per la diagnosi e il trattamento delle patologie gastrointestinali. Si tratta della dottoressa Anna Sartori, dell'Università di Padova e del dottor Giuseppe Luglio, dell'Università di Pisa.

AUSL ROMAGNA. La SIGE (Società italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia) ha inserito  l’ Unità Operativa di   Gastroenterologia di Forlì/Cesena , diretta dal dottor Carlo Fabbri,   tra i centri accreditati SIGE per i tirocini dei partecipanti della School of Advanced Endoscopy.   La scuola si sviluppa attraverso una piattaforma e-learning, delle lezioni frontali su modelli [...]

14 settembre 2020 0 commenti