Basket

 

Non solo sport. Il Diavolo è tornato. La Signora, la Beneamata e il Ciuccio sono preoccupati. Così l’Europa.

Non solo sport. Il Diavolo è tornato. La Signora, la Beneamata e il Ciuccio sono preoccupati. Così l’Europa. Una rondine non fa primavera. E così anche il primo tempo rossonero nella ospitale ( e appassionata) Crotone. Eppure ci son segni che ( se non mal interpretati) gli aruspici del pallone sanno ben cogliere. E se una rondine non fa primavera, vero è che il buon giorno si vede dal mattino. E il mattino del Diavolo ( sembra) proprio quello delle annate migliori. E sì che i rampolli di Montella oltre ad oliare i meccanismi, attendono ancora inserimenti come quelli( già acquisiti ) di Biglia e di Kalinic e, altri, in (possibile ) arrivo. Tra l'altro c'è in questa squadra rinnovata dalle fondamenta, una sorta di 'spina dorsale' italiana, che va dal Gigio, al Leo e al Cutrone, che allarga il cuore anche ai colori azzurri. E al buon Ventura... La nostra solidarietà verso i luoghi colpiti dal terrorismo. E anche verso quelli colpiti da calamità naturali, come la bella isola d'Ischia.

LA CRONACA DAL DIVANO. Le truppe del Duca, il duca di Milano, dopo lunga assenza dai campi di battaglia, hanno ritirato fuori i carri, i santi signacoli, gli armigeri pronti per tornare a (ri)mettere in soggezione la pianura padana. A ovest, per (ri)fare il morso ai ( tracotanti) Sabaudi; a [...]

22 agosto 2017 0 commenti

Non solo sport. Napoli e Milan avanti tutta.Riparte la Serie A, verso l’ alto. Quanto in alto? Sosta auto e moto.

Non solo sport. Napoli e Milan avanti tutta.Riparte la Serie A, verso l’ alto. Quanto in alto? Sosta auto e moto. Tra l'altro, quest'anno, che va ad iniziare a breve, sarà estremamente interessante seguire la nostra disputa per il ranking Uefa con Premier e Bundes. La Premier ( terza) ci sopravanza di un' inezia; la Bundes ( seconda) di due punti circa. Distanze colmabili, soprattutto se le nostre resteranno sul pezzo durante l'anno e torneranno in finale. Operazione fondamentale. Restare nei primi quattro posti del ranking Uefa infatti vuol dire conservare le quattro squadre Champions ( senza preliminari) e, sopratutto, mettere a tacere tutti quegli sfigati che non fanno altro che portare acqua agli altrui tornei scalando, ad ogni ora di più, il nostro. Il quale, moribondo ma non già morto, grazie anche ai voluminosi acquisti di Milan,Inter e Juve, sta ( poco alla volta) ricollocando ( nella messianica attesa di nuovi stadi) il vecchio, caro Scudetto dov'è sempre stato. Dal Dopoguerra fin ad un decennio fa. Ovvero al vertice del movimento calcistico europeo e mondiale. Ultima ora: attacco Isis a Barcellona. Il nostro cordoglio per le vittime e la nostra vicinanza alla città catalana.

LA CRONACA DAL DIVANO. Il Napoli, anche in undici contro nove, non riesce andare oltre lo 2-0 con quelli del Nizza privi di Balo e Sneiyder. Due reti ( senza subirne) non è poco, ma neppure quanto basta per mettere il Ciuccio al riparo  accanto ad  una comoda mangiatoia. Il [...]

16 agosto 2017 0 commenti

Non solo calcio. Aru, pronto lo ‘scherzetto’ alla francese? F1: battaglia d’Inghilterra. Bonucci shock, da Vinovo a Milanello.

Non solo calcio. Aru, pronto lo ‘scherzetto’ alla francese? F1: battaglia d’Inghilterra. Bonucci shock, da Vinovo a Milanello. Jacques Anquetil, campione vero, che con Le Monde non doveva aver a che fare, quando si trattò di ammettere ' certi effetti di certe pozioni magiche' lo fece molto francamente e senza allungare ombre sugli altri. Se ne assunse la responsabilità, punto e basta. I bei sederi di Le Mond lascino quindi in pace il nostro Fabio, colpevole ancor prima di averlo provato. Mentre compiamo queste nostre riflessioni( guarda caso) Fabio s'è vestito di giallo. Gp d'Inghilterra, praticamente tutto ancora da decidere, a (ri)cominciare da domenica prossima, questa volta sulla pista di casa Hamilton. Quel che potrà accadere non si sa, anche perchè le due auto sembrano equivalersi. Dilatando a dismisura lo spettacolo. Leo, intanto, lascia la Signora e abbraccia il Diavolo. Quello dei campi di calcio...

LA CRONACA DAL DIVANO. ” Le liasons dangereuses du dynamiteur Fabio Aru ” ( ovvero:  ’ Le relazioni pericolose del dinamitardo Fabio Auru’). Così il quotidiano Le Monde, attacca il nostro campione definito una ‘ sintesi degli anni neri del ciclismo italiano‘, ma in modo scomposto e non circostanziato, basato solo [...]

15 luglio 2017 0 commenti

Non solo sport. ‘ Rossa ‘ e ‘Frecce d’argento’: che spettacolo! Aru, secondo al Tour, ma senza squadra.

Non solo sport. ‘ Rossa ‘ e ‘Frecce d’argento’: che spettacolo! Aru, secondo al Tour, ma senza squadra. Ora la classifica piloti di F1 è questa: Vettel ( Ferrari) 171 punti, Hamilton ( Mercedes) 151, Bottas ( Mercedes) 136. Quella costruttori: Mercedes 287 punti, Ferrari 254. Praticamente tutto da decidere, a ricominciare da domenica prossima, questa volta sulla pista di casa Hamilton, la sua lussureggiante ed infida Albione. Quel che potrà accadere non si sa, anche perchè le due auto sembrano davvero equivalersi. Dilatando lo spettacolo. Ad Aru non ha dato manforte manco il compagno di squadra, danese, impegnato a far di suo piuttosto che a far acquisir secondi al co-equipiere , secondo in classifica, a soli 18 secondi dal capo classifica Froome. Bravo. E così che ci si comporta nelle terre del Nord? Solito sfaldamento invece di una squadra italiana nella fase finale d'un torneo. Questa volta ad andare in panne sono stati i bravi ragazzi della U19 di basket, sconfitti nella finale per il titolo mondiale dai coetanei del Canada. Bravi e non oltre, quindi, i nostri. Per loro un'ovazione, non un trionfo. Anche perchè se ci abituiamo in ogni occasione ad eseguire celebrazioni straordinarie per risultati parziali, finiamo col tirare su generazioni disposte a far 30 e mai 31.

LA CRONACA DAL DIVANO. Settimana vivace. Con avvenimenti e appuntamenti ( non soltanto) sportivi, tra cui:  la convocazione a Parigi di Vettel e la ( combattuta) disputa  del Gp d’Austria nel weekend;  gli sviluppi al Tour con il nostro Fabio Aru in lotta per la Gialla, la fase finale  sull’erba di Wimbledon; ma anche le sorprese [...]

10 luglio 2017 0 commenti

Non solo sport. Ragazzi, affondate l’Invincibile armada. Lupo e agnello, favola rinnovata tra ‘frecce’ e ‘rossa’?

Non solo sport. Ragazzi, affondate l’Invincibile armada. Lupo e agnello, favola rinnovata tra ‘frecce’ e ‘rossa’? E mentre il solito germanofono Niki s'affrettava a dar ragione al lupo di casa, che faceva la giuria russa? Puniva la pecorella danneggiata, colpevole ( a dir suo) d'un ( imperdonabile ) gesto di reazione, costringendola come non bastassero i danni fattole patire anche ad una sosta supplementare di 10'' ai box. La pecorella Vettel, infatti una volta subito l'agguato, si è affiancato al rivale, per fargli notare oltre alla pericolosità dei gesti quanto si può essere 'pirla' anche da lupi. La ( cervellotica) penalizzazione, è ovvio, ha finito col togliere alla 'rossa' la chance di vincere la gara e di staccare ( di molto) in graduatoria il rivale. Esilarante il fatto che ( ciò nonostante ) Vettel si sia portato in carniere due punti in più rispetto ad Hamilton ( ora 15 punti sotto). Fossero magari quelli a decidere il Mondiale ci sarebbe dal crepar dal ridere. E dalla lotta contro il brutale alemanno in auto passiamo alla meraviglia ( ancora una volta) donata ai nostri occhi dal più grande centauro di sempre. Che dove vada, il mondo delle piste si colori di giallo non fa parte di certo di un caso. Gli voglion infatti tutti bene ( e lo ammirano) in ogni continente. In particolar i bimbi.

 LA CRONACA DAL DIVANO. Il lupo, che aveva deciso di mangiarsi l’agnello, trovò ogni pretesto per realizzare il suo inconfessabile desiderio. La favole è antica ( vedi sotto una versione integrale) ,  probabilmente del VII secolo a.C, ma è nota tanto ai ragazzi italiani quanto ai coetanei germanici e di [...]

26 giugno 2017 0 commenti

Non solo sport. Prima sull’altare, poi nella polvere e ora nuovamente sull’altare. Under 21: chi sei?

Non solo sport. Prima sull’altare, poi nella polvere e ora nuovamente sull’altare. Under 21: chi sei? Queste le semifinali dell'Europeo: Germania-Inghilterra e Spagna-Italia. Intanto, nell'attesa, del rombo dei motori, moto ( Assen) e auto( Baku), segnaliamo il solito, crudele, sgarbo ad una squadra italiana: infatti stavan le ( brave) ragazze del basket per portare a casa un' insperata qualificazione ai prossimi Mondiali quand'ecco sbucar fuori dal nulla il solito 'pirla' ad inventarsi un fantomatico ' fallo antisportivo' che ha permesso alle lituane di procedere e alle nostre di fermarsi. Li vogliamo tutelare o no, questi nostri ( spesso) bistrattati azzurri? Signor Petrucci, se non erriamo ( tuttora) presidente Fed, donde sta? Se c'è, se esiste in qualche anfratto di mondo, perchè non si degna di battere un colpo? Dove conta, ovviamente, e non più a vanvera? Di patire umiliazioni basta, basta davvero.

LA CRONACA DAL DIVANO. Erano scomparsi con la Cechia, sono riapparsi con la Germania. Prima speme primaria, poi bluff, e adesso di nuovo speme primaria. Una volta sull’altare, la successiva nella polvere, la terza di nuovo sull’altare. Certo è che se i ragazzotti cechi non avessero smarrito la trebisonda contro [...]

25 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3).

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3). Under 21. Sono bastati dei bravi corridori a farci uscire dalla partita. Oh, non è che la cosa rappresenti una novità! Le nostre squadre ci stanno abituando a questo supplizio, Juventus ( secondo tempo contro il Real) in testa. Basta infatti caricarci di qualche ' difficoltà' e ' aspettativa' per mandarci in brodo di giuggiole. I ragazzi del ct Di Biagio hanno mostrato una fragilità fisica e caratteriale congenita; acuita, probabilmente, da una mala disposizione in campo ( eccessivo turn over?) e da una miope gestione della palla. Troppo possesso, pochi scambi veloci, scarsa fiducia tra i ragazzi. E inoltre poca fisicità, poca corsa. Col risultato di vederli scomparire tutti, ma proprio tutti, o quasi, dalla scena. Dall'attaccante Petagna ( più danno che utile) al difensore Rugani ( meglio un vecchietto del secolo scorso) fin al portiere Gigio ( lento come un bradipo). E adesso chi (ri)troverà il coraggio di sostenere che ' gioventù è bello'? A proposito di poca fisicità e di poca corsa, non è che sia il caso di cominciare a capire se è un problema di dieta o d'altro? Certo è che mentre noi svaniamo col passare dei minuti ( Nostra Signora compresa) gli altri si rigenerano. Per caso non è che dovremo abbandonare la nostra cara, gustosa e certificata bresaola per andare ad inghiottire salate, ostiche e misteriose porzioni di stoccafisso dei mari del Nord?

LA CRONACA DAL DIVANO. Chiedono fiducia, chiedono di giocare. Non all’oratorio o tra le giovanili, ma in prima squadra, coi grandi. E questo, finalmente, dopo tanto penare è stato loro concesso. Il Milan del coraggioso Sinisa, addirittura, ha messo in porta un sedicenne che nei tempi andati avrebbe fatto da [...]

22 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Gigio, perchè non fai di testa tua? L’Under 21 in campo per andare ( oltre) ai quarti.

Non solo calcio. Gigio, perchè non fai di testa tua? L’Under 21 in campo per  andare ( oltre) ai quarti. Guardiamo oltre il calcio. Basket uomini: Venezia riconquista lo scudetto tricolore dopo 74 anni. Battuti in gara 6 ( 81/78) , gli irriducibili del Trento. Festa anche a Bologna, in casa Virtus tornata in Serie A. Il basket femminile avanza nell'Europeo: battuta l'Ungheria, tocca ora al Belgio per i quarti. E' tornato in vasca il Settebello per la Worl League, con vittoria ( rivincita) contro gli Usa ( 9-7 dcr). Ma per aggiudicarsi la competizione si dovrà fare molto di più, ovvero battere ( mercoledì 21) i campioni olimpici della Serbia. Nel ciclismo, primo colpo di mercato: Landa, 27 anni, spagnolo, passa da Sky a Movistar; mentre Felline, 27 anni anche lui, italiano, sogna la doppietta cronometro gara in linea. Sagan, campione del Mondo, sta per diventare papà. Nel contempo Sky ha annunciato di avere acquisito l'esclusiva di Champions ed Europa League per il triennio 2018/2021.

LA CRONACA DAL DIVANO. Si snoda, fotogramma dopo fotogramma, la telenovela intessuta dal Gigio e dal Mino. Al momento, stando a ‘ fonti bene informate’, si sarebbe aperto uno spiraglio per la ricomposizione della spiacevole vicenda ( non soltanto) sportiva. Il Gigio, infatti, più avveduto del suo agente, comincerebbe a [...]

21 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Minacce di morte al ‘ tuo’ Gigio, ‘mobbing’, ‘sfiducia’ nel Milan: ma che dici Mino?

Non solo calcio. Minacce di morte al ‘ tuo’ Gigio, ‘mobbing’, ‘sfiducia’ nel Milan: ma che dici Mino? Quello che appare certo, annota in un meraviglioso 'fondo' la 'meravigliosa' rosea, netta e puntuale com'è nella sua anima, è che il caso Donnarumma indebolisce ( visto che ce n'era bisogno ) il movimento. Impoverisce lo spettacolo, e crea disaffezione tra la gente. Che segue il calcio per amore, con gli occhi dei bimbi e degli adolescenti, e non per danaro, con gli artigli rapaci degli affaristi. Non si vuole qui proporre un sistema privo di mediatori, ma è chiaro che le regole attuali non tutelano a sufficienza le società e i tifosi nei confronti delle aberrazioni. Dei prevaricatori. Dei mercenari di antico e nuovo pelo. Detestati una volta, detestati oggi. ' Per questo - invita il direttore Monti - occorre che la Lega di A smetta di essere un condominio litigioso e trovi tutta l'unità e la managerialità necessarie per tutelare un bene comune e universale come il calcio'. Il nostro calcio.

LA CRONACA DAL DIVANO. L’Under 21, nostra primaria speme per la conquista della agognata Pentastella, al primo impatto, non si è presentata benissimo, ma quel (classico) 2-0 alla Denmark non va sminuito. Intanto è in testa al Girone con la Germania che s’è liberata dei Cechi con lo stesso identico punteggio; [...]

19 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21.

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21. ' Ho sempre pensato - dice l'Arrigo - che il valore della persona fosse fondamentale per ingigantire il proprio talento. A proposito di persone stimavo Gigio come ragazzo e come giocatore, ma sono rimasto stupido dalla mancanza di riconoscenza verso il Milan. Questa sua decisione mi fa sorgere dubbi non soltanto sulla sua integrità umana, ma anche sulla sua futura carriera. Gli ricordo che tutti quelli che hanno privilegiato i soldi ( cvd), come fecero ad esempio Kakà e Scheva che lasciarono ( anche loro) il Milan per il Real Madrid e per il Chelsea, poi se ne sono pentiti amaramente'. Condividiamo, ovviamente, mentre per quel che riguarda i 'bacucchi' mediatici sarebbe ora di cominciare a pensionarli; mentre per quel che riguarda gente alla Dani Alves, pur ampiamente titolata, ci stiamo chiedendo se non sia meglio ( per noi, per loro) rispedirla entro il dimenticatoio in cui ben alloggiava. Con tanto di baci e abbracci.

LA CRONACA DAL DIVANO. Donnaruma a 18 anni snobba il Milan dei suoi ( ex) sogni; Ronaldo ( stizzito per via di alcune indiscrezioni non gradite su   vertenze fiscali ) vuole lasciare a 32 anni mamma Real, campione di tutto; Verratti,  27, s’è stufato  ( finalmente)  del Psg e [...]

17 giugno 2017 0 commenti