Benessere

 

Cervia Milano Marittima. Adesione a ‘Comuni ciclabili’. Per ‘testare’ il grado di ciclabilità delle città italiane.

Cervia Milano Marittima. Adesione a ‘Comuni ciclabili’. Per ‘testare’ il grado di ciclabilità delle città italiane. La Giunta ha deliberato l’adesione all’iniziativa 'Comuni ciclabili', promossa dalla Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus (Fiab), che si propone di misurare e attestare il grado di ciclabilità dei Comuni italiani e renderlo noto a livello nazionale, con l’obiettivo di diffondere e promuovere la cultura della sostenibilità ambientale. Allo scopo, la Fiab si propone di individuare, in una gara virtuosa, la città italiana più a misura di ciclista, sull'esempio di molte città europee che già adottano standard avanzati. Giunta alla quarta edizione, l’iniziativa prevede di valutare diversi parametri, riconducibili a quattro ambiti tematici (cicloturismo, mobilità urbana, governance, comunicazione e promozione): ai Comuni che dimostrino di avere i requisiti viene dato risalto con l’assegnazione di un numero di 'Bike Smile', che va da uno a cinque. Inoltre la Fiab, per promuovere i 'Comuni ciclabili' realizzerà la 'Guida ai Comuni ciclabili d’Italia', diffusa gratuitamente on line, che descriverà tutti i comuni partecipati che abbiano ricevuto almeno una Bike Smile e che rappresenta per Cervia un’opportunità ulteriore per farsi conoscere agli amanti della bicicletta e a chi cerca una località 'a misura di due ruote'. Per partecipare all’iniziativa il Comune impegna 1.830 euro per il triennio 2021-2222-2023.

CERVIA MILANO MARITTIMA. Cervia aderisce all’iniziativa ‘Comuni ciclabili‘, promossa dalla Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus. La Giunta ha deliberato l’adesione all’iniziativa ‘Comuni ciclabili’, promossa dalla Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus (Fiab), che si propone di misurare e attestare il grado di ciclabilità dei Comuni italiani e renderlo noto a [...]

8 aprile 2021 0 commenti

Sanità. Gli inutili viaggi speranza per ‘ malattie rare’. In Italia c’è la giusta ( gratuita ) eccellenza.

Sanità. Gli inutili viaggi speranza per ‘ malattie rare’. In Italia c’è la giusta ( gratuita ) eccellenza. La Sinch, appresa la notizia, ha preparato una lettera ufficiale di smentita, pubblicata anche sui canali social della società, e l'ha inviata alla testata evidenziando che quanto riportato nell'articolo 'non corrisponde al vero: in Italia esistono molti istituti di neurochirurgia in grado di affrontare con successo questa patologia, sia con tecnica endoscopica che microchirurgica. La neurochirurgia italiana non ha nulla da invidiare ad altre realtà internazionali in termini di specialisti, tecnica chirurgica, tecnologie e risultati. Nel nostro campo, nessun cittadino ha bisogno di affrontare costosi viaggi della speranza all'estero potendo essere trattato gratuitamente sul territorio nazionale. ' In Sicilia - rimarca Cappabianca - ci sono delle professionalità straordinarie, c'è solo l'imbarazzo della scelta su dove andare. Ognuno chiaramente può fare le proprie scelte, ma 'viaggio della speranza' non ha senso a mio avviso: l'intervento si puo' fare in Italia, nel pubblico, a costo zero'.

Napoli – “Non è lecito millantare delle deficienze che non ci sono. Su tutto il territorio nazionale c’è un’assoluta disponibilità”. Lo chiarisce alla Dire Paolo Cappabianca, presidente della Società italiana di neurochirurgia, in merito al caso riportato da Fanpage.it di una 29enne siciliana che ha aperto una raccolta fondi per [...]

2 aprile 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Campagna vaccinale in azienda. Le cooperative sono pronte a fare la loro parte.

Emilia Romagna. Campagna vaccinale in azienda. Le cooperative sono pronte a fare la loro parte. In appena due giorni hanno risposto oltre 50 imprese, segnalando interesse per 8200 soci, lavoratori diretti e delle imprese associate (per i consorzi). Le cooperative mettono a disposizione anche un numero importante di possibili siti vaccinali: si va dalle coop bagnini che si preparano alla stagione estiva e vorrebbero tutelare clienti e lavoratori alle industrie agroalimentari, dalle cooperative di servizi, logistica e facchinaggio alla grande distribuzione, dove gli operatori sono impegnati ogni giorno nel contatto diretto col pubblico. Delle cooperative che hanno risposto, 20 sono della provincia di Forlì Cesena, con circa 4.500 soci e lavoratori lavoratori coinvolti; 30 nella provincia di Ravenna, con 3.200 persone; 5 a Rimini con 800 persone. Sono numeri significativi, considerando anche che una percentuale rilevante dei 6.560 dipendenti delle cooperative sociali del territorio (in alcuni casi si arriva all’80%) sta ricevendo il vaccino nei percorsi pubblici per via del delicato compito che svolgono, e così gli operatori impegnati a vario titolo in strutture di servizio al sociosanitario e ai servizi educativi e scolastici (trasporti, mense, etc).

Emilia Romagna, 30 marzo 2021 – In questi giorni si moltiplicano le iniziative per intensificare il più possibile la campagna vaccinale in atto. I ministri del Lavoro e della Salute hanno recentemente annunciato di voler coinvolgere anche le aziende e le aree produttive come siti da utilizzare per rendere più [...]

30 marzo 2021 0 commenti

Fimmg Veneto: accordo anti Covid pronto, copertura in 4-5 mesi: ‘Per ogni medico 800-900 pazienti’.

Fimmg Veneto: accordo anti Covid  pronto, copertura in 4-5 mesi: ‘Per ogni medico  800-900 pazienti’. Le parole del presidente Fimmg Veneto Maurizio Scassola sull'accordo con la Regione per la partecipazione dei medici di medicina generale alla campagna di vaccinazione contro il Covid. ' Ad ogni modo - completa l'interlocutore - rispetto l'accordo in Veneto arriva in ritardo di qualche giorno rispetto ad altre Regioni,. Infatti chi è partito prima del Veneto in Italia non si trova in grandi condizioni organizzative, mentre noi abbiamo fatto bene a rallentare un attimo per avere ora un buon accordo con la Regione visto che nel frattempo non ci sarebbero comunque state molte dosi di vaccino da somministrare. Le cose dovrebbero cambiare nelle prossime settimane, ed è allora che sarà fondamentale farsi trovare pronti. Per la vaccinazione antinfluenzale ogni medico di medicina generale ha vaccinato di media 500 persone, e la campagna si è conclusa con la vaccinazione di circa 1,5 milioni di persone in un mese e mezzo. Per la campagna anti Covid ogni medico di medicina generale si troverà a vaccinare se non il doppio, almeno 800/900 pazienti. Io mi aspetto che ci vorranno quattro o cinque mesi per avere una copertura vaccinale' ha concluso il presidente Scassola.

REGIONE  VENETO ( mercoledì 10/03/2021 – 20:31 ) “Domani mattina abbiamo la firma, come associazioni sindacali aspettiamo di mandare gli ultimi appunti, piccoli aggiustamenti del testo, ma l’accordo e’ fatto e siamo molto contenti dello spirito di collaborazione”. Questo  ha affermato  il presidente Fimmg del Veneto, Maurizio Scassola, parlando alla ‘Dire‘ dell’accordo con [...]

11 marzo 2021 0 commenti

Cesena. Coronavirus, aumentano i ricoveri. E l’ospedale ‘Bufalini’ apre ulteriori letti Covid.

Cesena. Coronavirus, aumentano i ricoveri. E l’ospedale ‘Bufalini’ apre ulteriori letti Covid. In questi ultimi giorni all’ospedale Bufalini di Cesena si è registrato un forte aumento dei ricoveri di pazienti Covid positivi. Sono oltre 140, il dato più alto da inizio pandemia e che porta l’ospedale cesenate a riorganizzare nuovamente i propri spazi per mettere a disposizione ulteriori letti Covid. Nel dettaglio, ai 16 posti letto per pazienti acuti attivati venerdì scorso al quarto piano si vanno ad aggiungere altri 8 posti convertendo l’UTIC e saranno progressivamente attivati a partire da domani, mercoledì 10 marzo, ulteriori 18 posti sempre al settimo piano dell’ospedale, presso la Cardiologia che verrà temporaneamente trasferita al terzo piano. Complessivamente i posti letti per acuti saliranno a 156.

CESENA. In questi ultimi giorni all’ospedale Bufalini di Cesena si è registrato un forte aumento dei ricoveri di pazienti Covid positivi. Sono oltre 140, il dato più alto da inizio pandemia e che porta l’ospedale cesenate a riorganizzare nuovamente i propri spazi per mettere a disposizione ulteriori letti Covid.  Nel [...]

10 marzo 2021 0 commenti

Rimini. Vaccinazioni. L’assessore Goria Lisi: ‘Tante le prenotazioni, un segnale che ci fa ben sperare’.

Rimini. Vaccinazioni. L’assessore Goria Lisi: ‘Tante le prenotazioni, un segnale che ci fa ben sperare’. 'L’attesa era alta e, fortunatamente, alta è stata anche la richiesta di prenotazioni in questa prima giornata, segno che - commenta l'Amministratrice - ci fa sperare in un’alta propensione alla vaccinazione nella nostra comunità. Questa mattina però, soprattutto nelle prime ore di apertura del servizio, numerosi cittadini hanno riscontrato difficoltà con il sistema di prenotazione dell’Azienda sanitaria locale, problemi poi superati e risolti in corso d’opera, consentendo da domani di partire con le somministrazioni: 450 al giorno quelli in programma nell’hub provinciale che ha trovato sede nei padiglioni della Fiera, 240 quelle previste alla sede di Cattolica giovedì e venerdì. È chiaro che stiamo vivendo una fase complessa, tra la necessità di accelerare sul piano delle vaccinazioni e le difficoltà di affrontare una sfida sotto il profilo organizzativa e gestionale inedita e mai messa in campo finora. Ad oggi la nostra regione e il nostro territorio senza eccezione sono riusciti a garantire un servizio efficace, nonostante lo stress a cui è sottoposto tutto il sistema sanitario da ormai un anno. Le istituzioni, dalla Regioni agli Enti locali, stanno profondendo lo sforzo massimo per reggere l’urto di una crisi emergenziale senza precedenti, con buoni risultati. Ora stiamo entrando nella fase più delicata: c’è la necessità di dare gambe al piano vaccinale di massa, di andare a coprire il prima possibile la più ampia fascia di popolazione, mettendo in protezione le nostre comunità. Guardando i dati a sabato scorso, 13 febbraio, sono state oltre 14mila le somministrazioni (tra prima e seconda dose) che sono state effettuate alla Fiera di Rimini, a cui si aggiungono le oltre 3mila effettuate agli ospiti delle Cra, le residenze per anziani. Su questo fronte segnalo un piccolo ritorno alla ‘normalità’: dopo mesi di stop, stanno riprendendo in questi giorni gli ingressi nelle Cra, con i nuovi ospiti ...'.

RIMINI. Vaccinazioni, dichiarazione del vicesindaco e assessore alla Protezione sociale Gloria Lisi: “Oggi l’Emilia Romagna ha vissuto una sorta di secondo ‘v day’, con l’avvio delle prenotazioni delle vaccinazioni per gli over85 in tutto il territorio regionale. Un momento che di fatto segna l’inizio della campagna vaccinale per una fascia di [...]

16 febbraio 2021 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Servizi socio sanitari. Al Comune della Riviera la Centrale unica di committenza.

Bellaria Igea Marina. Servizi socio sanitari. Al Comune della Riviera  la Centrale unica di committenza. E’ stato affidato in questi giorni al comune di Bellaria Igea Marina, il ruolo di Centrale unica di committenza per quanto riguarda i servizi socio sanitari - in materia di disabilità, anziani e minori - che rientrano nell’ambito distrettuale. L’affidamento è avvenuto a seguito della firma, avvenuta a inizio anno, della convenzione per la gestione associata che coinvolge l’Ausl Romagna, il comune di Rimini, l’Unione della Valmarecchia ed il comune di Bellaria Igea Marina per il triennio 2021 – 2023.Per il comune di Bellaria Igea Marina, Centrale unica di committenza per tutti e quattro gli Enti anche nel passato triennio, si tratta di una conferma.

BELLARIA IGEA MARINA. E’ stato affidato in questi giorni al comune di Bellaria Igea Marina, il ruolo di Centrale unica di committenza per quanto riguarda i servizi socio sanitari – in materia di disabilità, anziani e minori -  che rientrano nell’ambito distrettuale. L’affidamento è avvenuto a seguito della firma, avvenuta [...]

15 febbraio 2021 0 commenti

Bassa Romagna. Polveri sottili oltre i limiti. Divieto di emissioni all’aperto. A Lugo limitazioni al traffico.

Bassa Romagna. Polveri sottili oltre i limiti. Divieto di emissioni all’aperto. A Lugo limitazioni al traffico. Prorogato in tutta la Bassa Romagna anche il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio, eccetera). In tutto il territorio comunale di Lugo sono vigenti inoltre i seguenti provvedimenti: abbassamento delle temperature fino a un massimo di 19 gradi nelle case, negli uffici, nei luoghi per attività ricreative o associative o di culto, nelle attività commerciali, e fino a un massimo di 17 gradi nelle attività produttive e artigianali. È inoltre vietato utilizzare di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a 4 stelle; divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli; divieto di spandimento di liquami zootecnici (sono escluse dal divieto le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo). Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

BASSA ROMAGNA. Non migliora la qualità dell’aria, complici le condizioni atmosferiche con venti praticamente assenti: per questo sono state ulteriormente prorogate le misure emergenziali per contrastare il perdurare dello sforamento delle emissioni inquinanti nell’aria, che rimarranno quindi in vigore fino a lunedì 8 febbraio. Le misure si aggiungono a quelle [...]

5 febbraio 2021 0 commenti

Rimini. Il Comune premia le mense: Istituto ‘Maestre Pie’ e Scuola d’infanzia paritaria ‘Maria Bambina’.

Rimini. Il Comune premia le mense: Istituto  ‘Maestre Pie’ e Scuola d’infanzia paritaria ‘Maria Bambina’. Promozione dei prodotti biologici, educazione alimentare, laboratori di cucina, coinvolgimento delle famiglie. Sono questi alcuni dei punti forti degli innovativi progetti di educazione alimentare e promozione delle mense biologiche dell’Istituto Maestre Pie e della Scuola d'infanzia paritaria Maria Bambina di Rimini. Si tratta dei due Istituti scolastici privati che, posizionandosi ai primi due posti, si sono aggiudicati il riconoscimento e il finanziamento del comune di Rimini per lo sviluppo del biologico nelle mense scolastiche. Nella valutazione sono state valorizzate la sostenibilità e l’attenzione ai prodotti del territorio, alla tradizione e centralità del cibo, alla sperimentazione e l’innovazione con esperti, alla cultura alimentare in generale. Un vasto programma che coinvolge anche le famiglie e permette ai bimbi più di sperimentare e cucinare i prodotti tipici romagnoli, come la piadina. Proprio così, ancora con le mani ricoperte di farina, i piccoli alunni dei due Istituti hanno ricevuto Mattia Morolli assessore ai Servizi educativi e Jamil Saedegholvaad assessore alle Attività economiche -. Sono stati loro a consegnare nelle mani delle responsabili dei due Istituti la pergamena e l’assegno per lo sviluppo delle loro mense scolastiche.

RIMINI. Promozione dei prodotti biologici, educazione alimentare, laboratori di cucina, coinvolgimento delle famiglie. Sono questi alcuni dei punti forti degli innovativi progetti di educazione alimentare e promozione delle mense biologiche dell’Istituto Maestre Pie e della Scuola d’infanzia paritaria Maria Bambina di Rimini. Si tratta dei due Istituti scolastici privati che, [...]

29 gennaio 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Completata la prima dose per i 5.558 anziani ospiti Cra. Ora s’avvia la seconda.

Ausl Romagna. Completata la prima dose per i 5.558 anziani ospiti Cra. Ora s’avvia la seconda. Nella giornata di venerdì 22 gennaio 2020 è iniziata la somministrazione della seconda dose, agli ospiti che avevano ricevuto il primo vaccino nella giornata del 31 dicembre scorso e stanno proseguendo in questi giorni. Restano ancora fuori dalla somministrazione le strutture interessate da cluster, 1080 persone presenti in struttura, perché attualmente sono ancora presenti cluster. Per quanto riguarda gli operatori, 1785 di loro hanno ricevuto il vaccino direttamente all’interno delle strutture, mentre gli altri, come da indicazioni date, sono ricorsi alla vaccinazione nei tre punti provinciali individuati dall’Azienda ( Ravenna, Pala De Andrè, Cesena/Forli, Fiera Cesena e Rimini, Fiera).

AUSL ROMAGNA. Oltre 5558 ospiti nelle strutture per anziani presenti sul territorio romagnolo hanno ricevuto la prima dose del vaccino, mentre nella giornata di venerdì 22  gennaio 2020 è iniziata la somministrazione della seconda dose, agli ospiti che avevano ricevuto il primo vaccino nella giornata del 31 dicembre scorso e [...]

26 gennaio 2021 0 commenti