Benessere

 

Ravenna. Gruppo Hera: novità sui servizi ambientali a seguito delle misure di tutela dal Covid 19.

Ravenna. Gruppo Hera:  novità sui servizi ambientali a seguito delle misure di tutela dal Covid 19. Ravenna: stazioni ecologiche aperte. Ravenna Nord (via Romea Nord 180, via Albe Steiner, Loc. Bassette), vicino alla sede Hera; orario: lunedì-mercoledì e venerdì 8.30-14.30; martedì e giovedì 11.30-1730 Ravenna Sud (via Don Carlo Sala); orario: lunedì-mercoledì e venerdì 11.30-17.30; martedì e giovedì 8.30-14.30. Servizi di raccolta rifiuti regolari. Si ricorda infine che, per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti, sia stradale che porta a porta, i servizi si svolgono regolarmente. Tuttavia, in caso di positività o quarantena obbligatoria, si invitano i cittadini a seguire le raccomandazioni dell’Istituto superiore di Sanità (ISS): non separare i rifiuti e conferire tutto (carta, plastica, vetro, lattine, guanti, mascherine e così via) nell’indifferenziato, ben chiuso in due o tre sacchetti, l’uno dentro l’altro.

RAVENNA. Con riferimento alle misure di tutela dal Coronavirus (COVID – 2019), il Gruppo Hera informa che in questo periodo sono aperte le stazioni ecologiche (centri di raccolta) di maggiori dimensioni, che consentono di garantire le condizioni di sicurezza. In ogni caso ricordiamo che sono state introdotte limitazioni a più [...]

17 marzo 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Coronavirus: ridurre i contatti, lavarsi le mani, non toccare gli occhi, il naso e la bocca.

Emilia Romagna. Coronavirus: ridurre i contatti, lavarsi le mani, non toccare gli occhi, il naso e la bocca. Suggerimenti rivolti soprattutto a pazienti con patologie reumatologiche, dermatologiche e gastroenterologiche in trattamento con farmaci biologici e immunosoppressori. La regione Emilia Romagna, per far fronte all’emergenza sanitaria in corso e alla conseguente necessità sia di ridurre i contatti tra le persone per contrastare e contenere il diffondersi del virus sia di garantire condizioni di sicurezza nei percorsi di cura per i pazienti, ha diramato nei giorni scorsi un documento, rivolto agli specialisti coinvolti, ai medici di Medicina generale e ai pazienti, con le indicazioni sulla gestione dell’informazione e dei comportamenti prescrittivi nei pazienti affetti da patologie dermatologiche, gastroenterologiche, reumatologiche in trattamento con farmaci immunosoppressori e biotecnologici, alla luce della attuale situazione epidemiologica ed emergenziale. Premesso che per le persone che convivono con una patologia cronica e che sono in terapia farmacologica valgono ancor di più le regole di prevenzione generale come lavarsi le mani, non toccare gli occhi, il naso o la bocca, tossire e starnutire nel gomito, mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro, e che, non esistendo al momento evidenze scientifiche sulla base delle quali poter formulare raccomandazioni ufficiali e con un grado elevato di affidabilità, si possono solo formulare suggerimenti che sono frutto dell’expertise e del buon senso clinico, ispirati ad un principio di prudenza.

Bologna, 16 marzo 2020 – 3.093 persone positive, delle quali 68 guarite e 284 decedute: sono i numeri aggiornati del contagio da Covid-19 in Emilia Romagna, la seconda regione d’Italia più colpita da questa emergenza sanitaria che interessa tutta la popolazione, ma che preoccupa soprattutto le categorie fragili, le persone [...]

16 marzo 2020 1 commento

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento.

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento. Un provvedimento che ha lo scopo di evitare qualunque fenomeno di assembramento di persone e per assicurare il mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro così come disposto e raccomandato da tutti gli ultimi provvedimenti del Governo per il contrasto, contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19. In particolare si tratta le aree ora off limits sono Parco Briolini, Parco Saverio Laureti, Parco Giovanni Paolo II, Parco Fabbri, Parco Olga Bondi, Parco Alcide Cervi, Parco Renzi Madre Elisabetta, Parco Maria Callas, Parco Federico Fellini (Ex Parco Dell'indipendenza), Parco Xxv Aprile, Parco Europa, Parco Murri, Parco Don Tonino Bello, Parco Iqbal Masih, Parco Samuel Hahnemann, Parco Pirzio Biroli Luigi, Giardino I Ragazzi Del Parsifal, Parco Sandro Pertini, Parco Lucio Battisti, Parco Hugo Pratt, Parco Alberto Sordi, Giardini Silver Sirotti, Giardini Vittime Delle Foibe, Parco Alfredo Clementi, Parco Enrico Petrucci, Parco Marcovaldo, Parco Gianni Rodari, Parco Ezio Camuncoli, Parco I Ragazzi Della Via Pal, Parco Il Piccolo Principe, Giardini Don Luigi Sturzo, Parco Caduti Nei Lager 1943-1945, Parco Luciano Bologna, Giardini Fratelli Padovani, Parco Maria Rosa Pellesi, Parco delle Crocerossine. L’ordinanza prescrive anche il divieto di utilizzo delle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini, degli impianti sportivi a libera fruizione, presenti all’interno di parchi e giardini pubblici, nonché sulle spiagge.

RIMINI. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha firmato l’ordinanza con cui fino al 3 aprile 2020, è disposto il divieto di accesso a tutti i parchi e giardini pubblici comunali, in qualunque forma di assembramento e comportamento che costituisca violazione dell’obbligo di mantenere tra le persone una distanza di [...]

13 marzo 2020 0 commenti

Roma. Farmacisti ospedalieri in azione. Preparazioni salvavita, per chi non si trova in grado di deglutire.

Roma. Farmacisti ospedalieri in azione. Preparazioni salvavita, per chi non si trova in grado di deglutire. Nello specifico SIFO condivide una 'Istruzione operativa per l’allestimento di preparati magistrali a base di antiretrovirali da somministrare a pazienti non in grado di deglutire forme solide intere', documento tecnico che viene proposto a tutti i farmacisti ospedalieri italiani per l'assistenza di pazienti in terapia intensiva. Si tratta di un documento che – in previsione di un aumento della necessità di somministrare farmaci disponibili oggi solo in compresse a pazienti intubati e della mancanza sul mercato di altre forme farmaceutiche idonee alla somministrazione attraverso sondino – mette in comune alcune informazioni galeniche elaborate sulla base della letteratura scientifica internazionale. Il campo di applicazione di queste istruzioni si riferisce ad un galenico magistrale destinato a quei pazienti che non sono in grado di deglutire forme farmaceutiche orali solide e necessitano quindi della riduzione della compressa in una forma liquida di differenti formulazioni a base di lopinavir, ritonavir, darunavir e cobicistat. La sopradescritta procedura è stata elaborata dall’Area galenica clinica SIFO e da SIFAP ( Società dei farmacisti preparatori). Sempre per la parte galenica i farmacisti ospedalieri, con la collaborazione di esperti istituzionali in misure di sicurezza per agenti biologici, stanno inoltre operando per l'approvvigionamento e (in alternativa) per la produzione continua di una formulazione di gel idroalcoolico per la disinfezione-mani in caso di non reperibilità di prodotti disinfettanti per i quali sia dimostrata l’efficacia virucida in base alle norme tecniche europee vigenti.

ROMA, 10 marzo – La diffusione del COVID-19 sta mettendo a dura prova il nostro Paese, il SSN e tutti gli operatori. I farmacisti delle Aziende sanitarie stanno rispondendo con un presidio professionale che li impegna h24 all’interno degli ospedali, sui territori, nelle unità di crisi attivate a livello regionale [...]

10 marzo 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Emergenza Covid-19. Diabete Romagna : ‘State a casa e accendete il cuore’.

Emilia Romagna. Emergenza Covid-19. Diabete Romagna : ‘State a casa e accendete il cuore’. Nelle prossime settimane i professionisti di Diabete Romagna e Diabetes Marathon, psicologi, dietisti, podologi, insegnanti di attività motorie e il medico diabetologo responsabile del progetto di assistenza medica domiciliare non lasceranno i loro pazienti soli di fronte a questa emergenza, ma saranno con loro 'da casa' con una modalità diversa dal solito, innovativa, ma in questo momento, necessaria. Verranno realizzati dei piccoli video da parte dei professionisti con strumenti utili per loro e per i loro famigliari. Semplici consigli su come fare ginnastica adattata alla patologia da casa, e ricreare una palestra domestica con l’utilizzo di sedie e di qualche bottiglia d’acqua, indicazioni alimentari sui cibi che rafforzano il sistema immunitario da parte dei dietisti, consigli da parte dei nostri psicologi su come gestire le ansie, le paure, le limitazioni e il tempo a nostra disposizione a casa. Diabete Romagna lancia anche a tutti la sfida 'State a casa e accendete il cuore', chiunque potrà mandare ai contatti dell’associazione piccole frasi, testi, foto, video, da poter condividere sui canali dell’associazione per raccontare il proprio vissuto di questi giorni, dimostrando di stare a casa e di attenersi alle indicazioni del Ministero della Salute, e lanciando messaggi di speranza e sostegno a chi sta vivendo con sofferenza e preoccupazione questi giorni.

EMILIA ROMAGNA ( Riceviamo e pubblichiamo). “Le persone con diabete sono tra quelle a maggior rischio negli scenari di emergenza di questi giorni, per questo l’associazione Diabete Romagna lancia un messaggio forte, ma propositivo, a tutta la popolazione: ‘State a casa e accendete il cuore!’. In questi giorni di preoccupazione [...]

10 marzo 2020 0 commenti

Cesena. Nuovo Coronavirus: partita la consegna a domicilio dei farmaci per anziani e immunodepressi.

Cesena. Nuovo Coronavirus: partita la consegna a domicilio dei farmaci per anziani e immunodepressi. I clienti interessati potranno dunque chiamare il numero verde 800 189521 (attivo i giorni feriali, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18) e fornire all’operatore le generalità e l’indirizzo al quale recapitare il farmaco. L’operatore del call center metterà in contatto telefonicamente il cittadino con la Farmacia più vicina, individuata tramite un programma di geolocalizzazione. A questo punto l’interessato comunicherà direttamente al farmacista il farmaco di cui ha bisogno e prenderà accordi per il ritiro della ricetta, se necessaria, e la consegna del farmaco. Le Farmacie territoriali restano operative anche nelle zone 'più a rischio' per fornire la necessaria assistenza farmaceutica e fare educazione sanitaria sulle precauzioni igieniche e i comportamenti più idonei da adottare per affrontare l’emergenza. L’invito a usufruire del servizio gratuito messo a disposizione di tutti è rivolto soprattutto a chi è solo e non può recarsi in Farmacia per una patologia grave o cronica. Con questa iniziativa le Farmacie si mettono al servizio della popolazione e in particolare delle fasce più deboli, gli anziani soli e i malati gravi privi di un’assistenza adeguata.

CESENA. Le farmacie cesenati fanno rete per dare una risposta concreta all’emergenza epidemiologica in corso e per tutelare le condizioni di salute dei soggetti anziani e immunodepressi. È questa la decisione di Federfarma che da oggi promuove anche sul territorio comunale di Cesena la consegna a domicilio di farmaci in [...]

Ravennate. Terzo ‘caso’ positivo. Paziente in buone condizioni, non necessario il ricovero in ospedale.

Ravennate. Terzo ‘caso’ positivo. Paziente in buone condizioni, non necessario il ricovero in ospedale. Rispetto al nuovo caso di positività al coronavirus in provincia di Ravenna, si precisa che dall'indagine epidemiologica immediatamente attivata emerge che è relativo ad un contatto con altra zona fuori Regione in cui attualmente è presente il virus. Il paziente è in buone condizioni tanto che non si è reso necessario il ricovero in ospedale ed è stata pertanto attivata la quarantena domiciliare volontaria con sorveglianza attiva da parte del personale del Dipartimento di Sanità pubblica. Allo stesso tempo l'indagine epidemiologica ha portato ad identificare i contatti stretti del paziente, che sono stati a loro volta posti in quarantena domiciliare volontaria e che vengono tenuti monitorati.

RAVENNATE. Rispetto al nuovo caso di positività al Coronavirus in provincia di Ravenna, si precisa che dall’indagine epidemiologica immediatamente attivata emerge che è relativo ad un contatto con altra zona fuori Regione in cui attualmente è presente il virus. Il paziente è in buone condizioni tanto che non si è [...]

Savignano s/R. Primo caso di positività in zona al Covid 19. Ora in isolamento al ‘Morgagni’ di Forlì.

Savignano s/R. Primo caso di positività in zona al Covid 19. Ora in isolamento al ‘Morgagni’ di Forlì. 'Si tratta di un uomo di 59 anni residente nel comune di Savignano sul Rubicone – spiega il sindaco Giovannini - ora ricoverato in isolamento nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Morgagni di Forlì. L’uomo è in buone condizioni di salute. Il Dipartimento di Sanità Pubblica ha avviato l’indagine epidemiologica mirata ad individuare tutti coloro che possono aver avuto contatti stretti con il paziente risultato positivo. A seguito dell’identificazione del caso sospetto da parte di sanitari, è stata attivata prontamente l’Igiene Pubblica e il paziente è stato trasportato con un'ambulanza del 118 attraverso il percorso dedicato per salvaguardare personale e altri pazienti all’ospedale di Forlì, dove è stata poi accertata la positività al Coronavirus. Sono stati già posti in isolamento domiciliare i familiari del paziente'.'Ai primi sintomi – prosegue il sindaco Giovannini – l’uomo si è auto-isolato. Stiamo lavorando in stretto contatto con l’Ausl per mettere in campo tutte le azioni necessarie a contenere il più possibile la diffusione del virus. Invito i miei concittadini ad affidarsi ai nostri sanitari e ad attenersi alle indicazioni ufficiali, in particolare al decalogo con le norme di comportamento individuale. Ricordo l’indicazione fondamentale per la quale in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) non bisogna accedere direttamente alle strutture sanitarie e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale o il numero verde regionale 800 033 033 oppure, in caso di emergenza, il 118'.

Savignano sul Rubicone, 1 marzo 2020 – É stato registrato a Savignano sul Rubicone il primo caso di positività al Coronavirus. A comunicarlo è il sindaco Filippo Giovannini, in stretto contatto sin dalle prime ore della giornata con Francesca Righi, direttrice del Distretto Rubicone – Mare dell’Ausl Romagna, per monitorare [...]

Ausl Romagna. Al Centro servizi, c/o Laboratorio di Virologia, il test diagnostico per diagnosi da coronavirus.

Ausl Romagna. Al Centro servizi, c/o Laboratorio di Virologia, il test diagnostico per diagnosi da coronavirus. Si tratta di un Laboratorio ad alta specializzazione, dotato delle attrezzature e delle professionalità necessarie e che fa capo all’Unità operativa di Microbiologia diretta dal professor Vittorio Sambri. Sono stati a tal fine acquisiti con procedure d’urgenza i reagenti specifici ed è stata attivata l’organizzazione dei percorsi diagnostici dedicati. Una novità che rappresenterà un aiuto importante per il tempestivo ( eventuale) accertamento della diagnosi da coronavirus. Va a questo fine precisato che l’effettuazione del campione è appropriata nei soggetti che abbiano un ‘contatto stretto’ - vicinanza prolungata e con contatto fisico o a distanza minore di un metro e mezzo - con un paziente positivo, entro i 14 giorni precedenti e qualora il soggetto abbia sintomi (tosse, febbre, polmonite).

CESENA. Laboratorio di Virologia AUSL Romagna. Al Laboratorio unico del Centro servizi dell’AUSL Romagna, con sede a Pievesestina di Cesena, è attivato, come annunciato dalla regione Emilia Romagna, il test diagnostico per l’analisi dei tamponi per la presenza del coronavirus, a cura del Laboratorio di Virologia. Si tratta di un [...]

27 febbraio 2020 0 commenti

Cesena. Nessun Coronavirus. Infezione tra gli studenti del ‘Righi’? Una news priva di fondamento.

Cesena. Nessun Coronavirus. Infezione tra gli studenti del ‘Righi’? Una news priva di fondamento. ' Come infatti informano Ausl e Prefettura, i test hanno escluso (al momento, ore 16,27 del 25 febbraio) il contagio del virus sul territorio della nostra Provincia. Una notizia che rassicura, ma che non ci consente di abbassare l’attenzione davanti a questa emergenza che riguarda, tra le altre, anche la nostra Regione. A seguito dell’Ordinanza emanata dal Ministro della Salute d’intesa con il presidente della regione Emilia Romagna nel pomeriggio di domenica e dopo i tanti incontri con le associazioni di Categoria, le realtà che operano sul nostro territorio, e dopo i chiarimenti forniti ai nostri concittadini, siamo in grado di affermare che la situazione è sotto controllo'. ' Chiedo a tutti - rimarca il sindaco Lattuca - di non cadere nella rete della cattiva informazione: sono tante le fake news che circolano soprattutto tramite le chat Waths App dei social network. Mi è stata infatti segnalata la notizia di un presunto caso di infezione tra gli studenti del liceo scientifico 'Righi' di Cesena. Si tratta di una notizia priva di fondamento a cui non si deve dare alcun tipo di attenzione'. Al numero 0547-603555, al quale corrispondono 4 linee telefoniche con operatori dedicati e attivo negli orari di apertura degli uffici (salvo nuove/diverse disposizioni) dalle 8 alle 13,30 nelle mattine dal lunedì al venerdì, oltre che dalle 14 alle 18 nei pomeriggi di martedì e giovedì, hanno telefonato oltre un centinaio di persone. Un numero contenuto a dimostrazione del fatto che la popolazione è ben informata anche attraverso i canali di comunicazione ufficiali.

CESENA. Nessun contagio da Coronavirus. Sono risultati tutti negativi i tamponi effettuati sui casi sospetti assistiti nel presidio ospedaliero di Cesena e seguiti dal Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl della Romagna. “ Come infatti informano Ausl e Prefettura, i test - sottolinea il sindaco Lattuca – hanno escluso (al momento, ore 16,27 del [...]

26 febbraio 2020 0 commenti