Bologna

 

Emilia Romagna.Antinfluenzale: Federfarma rassicura. Dosi in farmacia entro i primi di novembre.

Emilia Romagna.Antinfluenzale: Federfarma rassicura. Dosi in farmacia entro i primi di novembre. Nell’ambito di una collaborazione sempre più strutturata e fattiva con le Istituzioni territoriali, l’Associazione dei farmacisti ha infatti proposto una soluzione – che verrà discussa e messa a punto nelle prossime ore – che consenta di avere in tempi rapidi nelle farmacie le dosi vaccinali per quanti non rientrino nelle cosiddette categorie a rischio della popolazione. L’Emilia Romagna ha infatti messo a disposizione di questi cittadini - tramite le farmacie territoriali - 36mila dosi di vaccino contro l’influenza, pari al doppio della quota minima loro destinata in base all’accordo raggiunto dalla Conferenza Stato Regioni. Si passa quindi dall’1,5% al 3% delle dosi acquisite dalle Regioni. Dosi che, inizialmente, avrebbero dovuto essere riconfezionate e ribollinate dall’AIFA per approdare nelle farmacie e che ora – grazie ad un nuovo accordo in corso di definizione – potranno arrivare alle farmacie con tempi più rapidi. Gallina: 'Sono fiducioso che entro i primi dieci giorni di novembre potremo iniziare la distribuzione dei vaccini, in linea con le tempistiche della campagna vaccinale e ben prima del picco influenzale, abitualmente registrato tra gennaio e febbraio'.

Bologna, 20 ottobre 2020 – Partita con successo la campagna di screening su base volontaria con i test sierologici rapidi in farmacia per la ricerca degli anticorpi anti SARS-CoV-2, Federfarma e regione Emilia Romagna procedono ora anche per dare risposte concrete ai cittadini sul tema dei vaccini antinfluenzali. Nell’ambito di [...]

21 ottobre 2020 0 commenti

Emilia Romagna. La gestione dei rifiuti agricoli. Percorso formativo: giovedì 8, l’ultimo incontro.

Emilia Romagna. La gestione dei rifiuti agricoli. Percorso formativo: giovedì 8, l’ultimo incontro. Obiettivo del seminario è fornire ai partecipanti le nozioni fondamentali su normativa di riferimento e adempimenti ambientali, ma si tratteranno anche le problematiche e i casi concreti che si possono incontrare in particolare in questo settore di attività. L’attività agricola comprende un vasto numero di lavorazioni che si diversificano tra loro per materiali e tecniche utilizzate, generando una varietà considerevole di rifiuti per tipologia e caratteristiche. Obiettivo del seminario è esaminare il flusso gestionale, partendo dalla produzione del rifiuto agricolo, attraverso la classificazione e il trasporto fino al trattamento. Verranno inoltre esaminati gli adempimenti documentali che accompagnano le diverse fasi: formulario di identificazione dei rifiuti, registro di carico e scarico, modello unico di dichiarazione (MUD), nonché tutte le esclusioni che riguardano diversi soggetti. Destinatari sono imprese operanti nell’agricoltura, consulenti e professionisti. Relatore della giornata, l’esperta Manuela Masotti di Ecocerved.

EMILIA ROMAGNA. Unioncamere e le Camere di commercio dell’Emilia Romagna hanno promosso una serie di seminari gratuiti in modalità webinar rivolti alle imprese in tema ambientale. Gli incontri sono organizzati in collaborazione con Ecocerved e con Unioncamere italiana per la promozione dell’economia circolare. Il quinto e ultimo appuntamento, in calendario [...]

5 ottobre 2020 0 commenti

Bologna. Startup e sostenibilità. In gara i talenti della Blue Economy. A Ravenna le finali del Mistral.

Bologna. Startup e sostenibilità. In gara i talenti della Blue Economy. A Ravenna le finali del Mistral. Impianti per la raccolta della plastica nei fiumi, strumenti che sfruttano l'energia prodotta dal movimento delle imbarcazioni ormeggiate, packaging sostenibili prodotti dalle membrane di scarto dei pesci, prodotti cosmetici a base di materiali ittici di scarto, sistemi per ridurre l'utilizzo di materie prime non riciclabili nella nautica. Sono alcune tra le idee presentate da 10 startup e progetti d'impresa ammessi alla finale del progetto Mistral, in programma il prossimo 30 settembre, dalle 16 alle 19, allo stabilimento BBK Beach Punta Marina. Il vincitore si aggiudicherà un premio di 3.000 euro, messo a disposizione dal comune di Ravenna per la migliore idea innovativa in ambito Blue Economy. Inoltre i primi due classificati avranno la possibilità di partecipare al Contest internazionale di Mistral il 22 ottobre (evento virtuale) confrontandosi con i 16 finalisti provenienti da Spagna, Portogallo, Francia, Croazia, Grecia e Cipro. La 'competizione' fa parte delle attività del progetto Mistral di cui la regione Emilia Romagna e ART-ER sono partner. Un progetto nato con l'obiettivo di sviluppare nuove idee imprenditoriali sostenibili nel settore marittimo e favorire la collaborazione tra ricerca e impresa in tutta l'area del Mediterraneo.

Bologna, 28 settembre 2020 – Impianti per la raccolta della plastica nei fiumi, strumenti che sfruttano l’energia prodotta dal movimento delle imbarcazioni ormeggiate, packaging sostenibili prodotti dalle membrane di scarto dei pesci, prodotti cosmetici a base di materiali ittici di scarto, sistemi per ridurre l’utilizzo di materie prime non riciclabili [...]

28 settembre 2020 0 commenti

Bologna. A cena con Tramonto DiVino. Con sei tappe in Emilia Romagna e una in Germania.

Bologna. A cena con Tramonto DiVino. Con sei tappe in Emilia Romagna e una in Germania. Tante le novità a partire dal nuovo format per degustare in sicurezza i vini e i prodotti Dop e Igp regionali. A consigliare i vini i sommelier di Ais Emilia e Romagna, i prodotti a qualità regolamentata sono interpretati dagli chef stellati di CheftoChef. Fil rouge dell’edizione 2020 il Bicentenario di Pellegrino Artusi. Si parte venerdì 31 luglio a Cesenatico. Altre tappe a Forlimpopoli, Ferrara, Piacenza, Bologna a Fico.

Bologna (22 luglio 2020) – Tramonto DiVino il road show del gusto dell’Emilia Romagna, non si ferma. E con uno scatto di resilienza apparecchia le notti in Riviera, nei borghi e nelle città d’arte con il meglio del cibo e del vino dell’Emilia Romagna servito a tavola in sicurezza, seguendo [...]

23 luglio 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Turismo. Nuovi servizi per le persone, più sicurezza e più attenzione all’ambiente.

Emilia Romagna. Turismo. Nuovi servizi per le persone, più sicurezza e più attenzione all’ambiente. Da oggi spiagge e aree pubbliche destinate a chi pratica il naturismo dovranno dotarsi di servizi igienici accessibili ai disabili - nel caso di zone di particolare pregio naturalistico anche in accordo con stabilimenti balneari, campeggi e altre strutture aperte al pubblico in aree limitrofe - mentre negli spazi del demanio marittimo sarà indispensabile attivare un servizio di salvataggio in acqua. Qualsiasi costruzione, inoltre, dovrà essere realizzata con materiati ecocompatibili nel massimo rispetto dell’ambiente. Sono le principali novità introdotte dalla regione Emilia Romagna con un provvedimento che individua i requisiti e detta le regole per valorizzare le aree naturiste. Con l’obiettivo di renderle più sicure, più accessibili e più attrezzate a cominciare proprio spiagge storiche come la Bassona al Lido di Dante che già oggi attira turisti e visitatori dall’Italia e dall’Estero. 'Con questo provvedimento ci proponiamo di elevare la qualità dell’offerta turistica anche in questo settore, ben radicato in Emilia Romagna- ha spiegato l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini-. La nostra sfida è quella di riuscire a coniugare la realizzazione di strutture e servizi fondamentali per bagnanti, con una balneazione in sicurezza, l’accessibilità garantita a tutti nel massimo rispetto dell’ambiente e della natura. Il nostro unico obiettivo è quello di continuare a innovare l’offerta turistica del territorio regionale, in tutti i settori, per risultati sempre più in linea con gli standard e le richieste del mercato nazionale e internazionali'.

BOLOGNA . Nuovi servizi per il turismo naturista in Emilia Romagna. Da oggi spiagge e aree pubbliche destinate a chi pratica il naturismo dovranno dotarsi di servizi igienici accessibili ai disabili – nel caso di zone di particolare pregio naturalistico anche in accordo con stabilimenti balneari, campeggi e altre strutture [...]

26 novembre 2019 0 commenti

Bologna. ‘Italian Fashion’ verso Dubai 2020. Operatori da Emirati e Golfo incontrano le aziende italiane.

Bologna. ‘Italian Fashion’ verso Dubai 2020. Operatori da Emirati e Golfo incontrano le aziende italiane. L’evento di apertura della missione, coordinata da Unioncamere Emilia Romagna in collaborazione con il Sistema camerale emiliano romagnolo e co-finanziato dalla Regione, si è tenuto nella splendida cornice di Villa Orsi al Centergross, maggior distretto in Europa per il fast fashion Made in Italy, partner dell’iniziativa insieme a Roncucci&Partners (advisor del progetto) per l’imprenditoria italiana. Partner per l’estero è ITA (Italian Trade Agency), ICE Agenzia ufficio di Dubai. Ogni partner, per la propria competenza, contribuisce ad arricchire il progetto e a fornire i giusti supporti agli interlocutori coinvolti. Dopo una prima fase di formazione e informazione a supporto delle imprese partecipanti, è partita così l’attività promo-commerciale con gli incontri b2b tra i buyer esteri e le imprese italiane, che proseguiranno secondo agenda prefissata nei singoli showroom delle aziende e a Infopoint Centergross. Nelle prossime giornate si terranno le visite aziendali della delegazione estera a Reggio Emilia, Lugo di Romagna, Sala Bolognese, Carpi, San Martino in Rio e Ravenna.

BOLOGNA. Alla ricerca della qualità, del design, della creatività delle imprese emiliano romagnole del sistema moda. È l’obiettivo della delegazione di 11 operatori dal Medio Oriente, ospiti in Emilia Romagna per tre intensi giorni di incontri con quattordici aziende regionali che hanno aderito al progetto ‘Italian Fashion verso Dubai 2020′. [...]

26 giugno 2019 0 commenti

Bologna. ‘Vino del Tribuno’ 2019: ecco i premiati. Tanti i vini che hanno ben figurato nel concorso.

Bologna. ‘Vino del Tribuno’ 2019:  ecco i premiati. Tanti i vini che hanno ben figurato nel concorso. Al concorso hanno partecipato quasi un centinaio di vini romagnoli tra D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T. I vini sono stati assaggiati alla cieca a inizio giugno a Bagnacavallo (RA) da quattro commissioni composte da enologi, sommelier, tribuni particolarmente esperti di vino e giornalisti del settore. Hanno conquistato il 'Diploma di Gran merito' i vini che hanno ottenuto il punteggio più alto nelle diverse categorie, raggiungendo almeno 82 punti su 100 (in base al metodo di valutazione dell’Unione internazionale degli enologi), mentre sono stati premiati ex aequo con 'Diploma di merito' i vini che hanno ottenuto un punteggio non inferiore agli 80/100. La prestigiosa 'Targa del Tribunato' è infine stata conferita al vino che ha ottenuto il punteggio assoluto più alto: il Romagna Sangiovese Riserva Doc 'Vigna Dottori' 2015 di Fiorentini Vini di Castrocaro Terme , e ai produttori che hanno avuto la somma dei punteggi più alti sommando almeno tre vini in concorso (in questo caso 3 aziende): Zavalloni Stefano di Cesena, Caviro e Agrintesa entrambi di Faenza.

BOLOGNA. Il Grand Hotel di Cesenatico  ha ospitato la cerimonia di premiazione dell’edizione 2019 del concorso enologico ‘Vino del Tribuno‘ (domenica 16 giugno). Il Concorso, organizzato e promosso dal Tribunato di Romagna con la collaborazione del Consorzio Vini di Romagna, ha, tra le varie finalità, quelle di: evidenziare la migliore produzione enologica [...]

18 giugno 2019 0 commenti

Emilia Romagna. Ancora seconda regione italiana per quota export. I settori e le varie destinazioni.

Emilia Romagna. Ancora seconda regione italiana per quota export. I settori e le varie destinazioni. I settori. Il risultato regionale è da attribuire principalmente all’importante industria dei macchinari e delle apparecchiature, che ha realizzato il 27,6 per cento delle esportazioni regionali, anche se con un aumento delle vendite contenuto al 4,1 per cento. Gli altri contributi più rilevanti sono stati quelli forniti dall’industria dei mezzi di trasporto (+8,4 per cento) e dall’altra manifattura (+28,9 per cento), da attribuire a un export decuplicato di prodotti del tabacco. Seguono gli apporti della metallurgia e dei prodotti in metallo e della chimica, farmaceutica, gomma e materie plastiche (+7,5 per cento per entrambe le industrie). Fermo l’export per le industrie della ceramica e vetro e dell’elettricità e elettronica. Segno rosso per l’industria del legno. Le destinazioni. Nel primo trimestre l’andamento positivo si è fondato nuovamente sulla capacità di cogliere risultati positivi sui mercati europei (+4,2 per cento) e in particolare dell’Unione (+5,3 per cento), e di sfruttare una buona ripresa su quelli asiatici (+12,8 per cento) a fronte di una crescita minima su quelli americani (+1,5 per cento).

EMILIA ROMAGNA. Le esportazioni regionali (+5,0 per cento), continuano a procedere più rapide del commercio estero nazionale (+2,0 per cento). Per valore delle esportazioni, l’Emilia Romagna si conferma subito dietro la Lombardia, che rallenta come il Piemonte, quarto, e cresce più del Veneto, terzo. L’andamento è determinato dai risultati sui [...]

12 giugno 2019 0 commenti

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti.

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti. Il Festival internazionale della zuppa di Bologna è una festa di strada animata da volontari, 'zuppanti' in gara, assaggiatori, curiosi e artisti di strada, dedicata alla condivisione e all’incontro di ricette e culture, sapori e saperi, ma soprattutto di persone che lasciano da parte ogni differenza in nome della comune passione per il cibo. La competizione tra zuppe, brodi e minestre è divertente e scherzosa, ma il presupposto del festival è qualcosa di profondo e importante per tutti: la zuppa avvicina le persone, i popoli e le culture ed è il pretesto per creare socialità, aprire la periferia della città all’Europa e al Mondo e vivere diversamente lo spazio pubblico urbano che finalmente rivela l’incredibile tesoro delle realtà che lo compongono.A Bologna il Festival è arrivato più di 10 anni fa, nel lontano 2006, conquistando fin da subito strade, cucine e tantissime pance. Il Gran festival internazionale della zuppa di Bologna fino al 2014 è stato ospitato dal quartiere Navile a Corticella, tra via Stoppato, via Colombarola e Villa Torchi, svolgendosi a ridosso del 25 Aprile per celebrare la festa della Liberazione. Nel 2015, giunta alla sua X edizione, si è spostata al Pilastro nel quartiere San Donato - San Vitale, regalando ai suoi residenti una giornata all’insegna della convivialità; la location è confermata anche per questa XII edizione.

Milano, 7 marzo 2019 – ‘SOUPport the Soup – La scintilla sei tu!’ Questo è lo slogan che accompagna la XII edizione del Festival internazionale della zuppa di Bologna, competizione gastronomica popolare che per il 2019 rinnova l’appuntamento con gli appassionati di zuppa (e non solo) il prossimo 5 maggio. La [...]

Emilia Romagna. Artigianato a due velocità. Calano le imprese artigiane nell’industria e nelle costruzioni.

Emilia Romagna. Artigianato a due velocità. Calano le imprese artigiane nell’industria e nelle costruzioni. L’artigianato nell’industria. Nel terzo trimestre la produzione si è ridotta dello 0,4 per cento rispetto al corrispondente trimestre del 2017, con una brusca inversione di tendenza che ha interrotto la fase di espansione avviata con il secondo trimestre 2016. La crescita del fatturato a prezzi correnti ha subito uno stop analogo (-0,3 per cento), con un andamento più pesante del fatturato estero (-0,9 per cento). Ulteriore cautela per il futuro deriva dall’analoga flessione dell’acquisizione ordini (-0,6 per cento), originata dal mercato interno, mentre la crescita degli ordini esteri è apparsa in ripresa (+1,4 per cento). Continua l’emorragia delle imprese artigiane dell’industria in senso stretto. A fine settembre 2018 le attive ammontavano a 28.173, in flessione dell’1,2 per cento (- 351 imprese) rispetto a un anno prima. La flessione è più ampia di quella del complesso dell’industria regionale (-0,4 per cento), ma più contenuta di quella delle artigiane dell’industria a livello nazionale (-1,9 per cento). La flessione è determinata soprattutto dall’industria metallurgica e delle lavorazioni metalliche, dall’aggregato delle altre industrie manifatturiere, dall’ampio raggruppamento della 'meccanica, elettricità ed elettronica e dei mezzi di trasporto' e dall’industria del legno e del mobile. Per forma giuridica deriva dalla riduzione delle società di persone, nonostante l’aumento delle società di capitale.

BOLOGNA. Si riduce l’attività nell’industria, si consolida nelle costruzioni. Segnali diversi per l’artigianato regionale nel terzo trimestre 2018 come emerge dall’indagine sulla congiuntura realizzata da Camere di commercio e Unioncamere Emilia Romagna. L’artigianato nell’industria. Nel terzo trimestre la produzione si è ridotta dello 0,4 per cento rispetto al corrispondente trimestre [...]

10 gennaio 2019 0 commenti