Cesena & dintorni

 

Romagna. Il Mobile imbottito in provincia di Forlì-Cesena: struttura e dinamica di medio periodo.

Romagna. Il Mobile imbottito in provincia di Forlì-Cesena: struttura e dinamica di medio periodo. Il ‘distretto’ del Mobile imbottito di Forlì – la cui attività prevalente è quella della fabbricazione di poltrone e divani, seguite dalle produzioni di altri mobili e di materassi – si qualifica come un’area di specializzazione in forte ripresa dopo anni difficili. Il comparto oggi è caratterizzato dalla presenza di imprese operanti a livello nazionale e internazionale con brand prestigiosi e con produzioni di fascia medio-alta; l’indotto si articola in una rete di fornitori e terzisti con buone competenze distintive che completano la formula imprenditoriale di un prodotto caratterizzato da vantaggi competitivi. In base ai dati Infocamere (StockView), al 31/12/2018 nel comparto del ‘Mobile imbottito’ della provincia di Forlì-Cesena operano 296 imprese attive (sedi), pari allo 0,8% delle imprese attive totali del territorio. Con riferimento al 2017, la numerosità delle imprese è rimasta stabile. Rispetto ai cinque anni precedenti (31/12/2013), invece, le imprese attive sono cresciute del 5,0%, mentre la loro incidenza sul totale si è mantenuta sostanzialmente costante. L’84,5% delle imprese del comparto è artigiana; nel 2013 l’incidenza era pari all’85,5%.

FORLI’ CESENA. Evoluzione positiva del comparto del Mobile imbottito localizzato in provincia di Forlì-Cesena. L’analisi di medio periodo ne conferma infatti la rilevanza, l’importanza e la resilienza: negli ultimi cinque anni crescono le imprese attive, gli addetti, la produzione e le esportazioni. Questo in sintesi quanto emerge dall’elaborazione dell’ufficio Statistica [...]

18 febbraio 2019 0 commenti

Cesena. Piazza Amendola: fontana imbrattata con scritte ingiuriose. Da cancellare quanto prima.

Cesena. Piazza Amendola: fontana imbrattata con scritte ingiuriose. Da cancellare quanto prima. Non è stato possibile intervenire subito, vista la presenza del mercato, ma quanto prima il Comune provvederà a cancellare le scritte utilizzando una sabbiatrice (la fontanella è un elemento di arredo recente, e quindi non c’è bisogno di chiedere particolari permessi). Dura la condanna dell’Amministrazione comunale sull’accaduto. 'Si tratta di un episodio grave – stigmatizza il sindaco Paolo Lucchi -, che offende tutti i cesenati, sia per il contenuto irriguardoso delle frasi, sia per la mancanza di rispetto nei confronti di un bene pubblico e, dunque, appartenente a tutti. La nostra città non merita questi comportamenti, che mi auguro siano solo frutto di una bravata irresponsabile, ma che in ogni caso la degradano e che non appartengono al nostro sentire comune. Naturalmente, faremo il possibile per individuare gli autori e, nel caso, rivalerci su di loro per il danno subito'.

CESENA. Vandali in azione in piazza Amendola. Questa mattina la fontanella collocata al centro della piazza si presentava imbrattata su due lati da scritte ingiuriose, fatte con la vernice nera (su un lato ‘Se sei negro non puoi bere! Grazie’ e sull’altro ‘Salvini boia’). Non è stato possibile intervenire subito, [...]

13 febbraio 2019 0 commenti

Cesena. Sopralluogo sul ponticello del rio Taverna dopo il rifacimento. Finiti i disagi per il traffico.

Cesena. Sopralluogo sul ponticello del rio Taverna dopo il rifacimento. Finiti i disagi per il traffico. A compiere la visita, il sindacoPaolo Lucchi, l’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, accompagnati dal dirigente del settore Infrastrutture e Mobilità Natalino Borghetti. COMMENTO. 'L’esecuzione di questo intervento, di per sé non particolarmente complesso, – ricordano il sindaco Lucchi e l’assessore Miserocchi – è stata un po’ tribolata: l’inizio dei lavori è stato rinviato a causa della frana caduta il giorno di Ferragosto, che ha bloccato via Roversano. E, sicuramente, qualche disagio l’ha provocata la chiusura al transito, per circa un mese, che ha obbligato a percorsi alternativi più lunghi da e per San Carlo. Ma ora il ponte, dopo il rifacimento delle spallette in mattoni e il complessivo consolidamento, per un importo di circa 40mila euro, è tornato funzionale e sicuro, e questo è sicuramente il risultato più importante'.

CESENA. Primo sopralluogo dell’Amministrazione comunale al ponte sul rio Taverna, lungo la via Castiglione, alle porte di San Carlo, dopo la sua sistemazione, eseguita nei mesi scorsi. A compiere la visita, il sindaco  Paolo Lucchi, l’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, accompagnati dal dirigente del settore Infrastrutture e Mobilità Natalino [...]

11 febbraio 2019 0 commenti

Cesena. Mostra di Antonio Giosa ‘Giotto, le forme del sacro’. Quaranta opere da parete e a tutto tondo.

Cesena. Mostra di Antonio Giosa ‘Giotto, le forme del sacro’. Quaranta opere da parete e a tutto tondo. Le opere di Giosa si articolano in segni, impronte, tracce 'in negativo', solchi e incisioni che disvelano la trama nascosta delle sue sculture-strutture-codici, per un’attivazione della memoria. Nel suo percorso si ritrovano anche steli in legno modulati ritmicamente, papiri in terracotta che si snodano da virtuali macchine rotative come antichi codici, carte pressate, reperti di memorie oniriche, superfici incise, torsioni e genesi. La mostra sarà visitabile fino al 3 marzo nei seguenti orari: dal martedì alla domenica dalle 16.00 alle 19.00 e nelle mattine del mercoledì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30. Chiusa il lunedì.

CESENA. Ha aperto  i battenti sabato 9 febbraio, alle 17, nella Galleria Pescheria la mostra del forlivese Antonio Giosa ‘Giotto, le forme del sacro’. In esposizione una quarantina di opere da parete e a tutto tondo di varie dimensioni, ispirate ad una rilettura della produzione plastica dello scultore forlivese, in [...]

9 febbraio 2019 0 commenti

Cesena. Da Camera di Commercio e banche mano tesa a imprese e privati in crisi per la chiusura dell’E45.

Cesena. Da Camera di Commercio e banche mano tesa a imprese e privati in crisi per la chiusura dell’E45. 'L’ormai annunciata prossima riapertura del viadotto Puleto ai mezzi leggeri – proseguono Lucchi e Baccini – lo sappiamo bene è una soluzione parziale, che può fornire una prima risposta per il transito dei mezzi leggeri, lasciando tuttavia irrisolto il problema più rilevante, ovvero la circolazione dei mezzi pesanti, che rappresenta il tema focale attorno al quale ruota l’economia delle nostre aziende. Dalle informazioni che stanno girando, infatti, pare che servirà molto più di un anno per sistemare definitivamente la E45, riaprendo il traffico sul viadotto Puleto anche ai mezzi pesanti. E, ad essere ottimisti, serviranno più di 7 mesi perché la vecchia strada statale umbro casentinese sia resa percorribile per tutti (soluzione, questa, che ad ogni modo non risolverebbe il problema). A fronte di questa situazione, né il Ministro alle InfrastruttureDanilo Toninelli, al quale abbiamo scritto di nuovo venerdì scorso per sollecitarlo a convocare quanto prima il Tavolo di emergenza che ci aveva garantito lo scorso 22 gennaio, né quello dello Sviluppo economico e del Welfare Luigi Di Maio, che abbiamo più volte contattato ufficialmente per un incontro indispensabile a mettere in campo le necessarie misure di tutela ad imprese, famiglie e lavoratori, si degnano di darci una risposta. Se servirà – concludono Presidente e Vicepresidente – non esiteremo a muoverci per organizzare una manifestazione a Roma. Non ci restano molte cose da fare per far sentire di nuovo la nostra voce e tenere accesi i riflettori su questa gravissima vicenda. E noi, assieme a lavoratori, famiglie ed imprese che stanno subendo le conseguenze negative di quello che per tanti è un vero e proprio dramma, siamo pronti a tutto per imporre alla politica romana, poco interessata al nostro territorio, di fare la propria parte. Se non ci ascoltano, ci faremo sentire'.

CESENA. Si è svolto  l’incontro tra i firmatari del Protocollo d’intesa per l’E45 – e più precisamente per organizzare l’accesso ai benefici e alle agevolazioni previste dalla Regione Emilia-Romagna (al momento 250.000 euro per ammortizzatori sociali ai lavoratori, aiuti economici a famiglie ed) – e gli Istituti bancari del territorio. [...]

5 febbraio 2019 0 commenti

Cesena. Piano Neve 2018/19. Le informazioni del Vademecum. E cosa può fare ciascun Cittadino.

Cesena. Piano Neve 2018/19. Le informazioni del Vademecum. E cosa può fare ciascun Cittadino. COSA FA IL COMUNE. Il principale compito del Comune è di mantenere libere dalla neve e dal ghiaccio le strade comunali (circa 600 km). Il servizio viene svolto sia con mezzi del Comune, tramite il settore Infrastrutture e Mobilità, sia attivando le ditte con le quali è convenzionato. Il numero di spartineve a disposizione è di 67 + 5 adibiti a pulizia parcheggi per un totale di 72, comprensivi di 6 mezzi spandisale. Vi sono inoltre, presso il magazzino cantonieri, altri 2 mezzi spandisale comunali, che possono essere utilizzati in caso di guasti o interventi minori . IN CASO DI NEVE. Le priorità: ogni intervento viene definito tenendo conto dell’intensità e della durata della precipitazione, della temperatura, della presenza di vento e pioggia, ecc.; gli spartineve entrano in azione solo quando si è depositata a terra una quantità di neve sufficiente per poter essere portata via dalle pale dei mezzi; il programma di lavoro prevede che si intervenga prima di tutto sulla viabilità principale per essere poi, eventualmente, esteso alla viabilità secondaria. Il contributo di ogni cittadino.

CESENA. Stagione invernale al ‘clou’  e anche Cesena potrebbe essere interessata a questa ‘ coda d’inverno’ da ulteriori precipitazioni nevose. In caso di necessità, però, l’Amministrazione comunale di Cesena continua ad affrontare l’ arrivo di  neve e ghiaccio sulla base del Piano neve messo a punto per l’inverno 2018-19.  COSA [...]

1 febbraio 2019 0 commenti

Cesena.’Quaderni di Serafino Gubbio operatore’ di Pirandello. Lettura a puntate. Primo episodio: La mano.

Cesena.’Quaderni di Serafino Gubbio operatore’ di Pirandello. Lettura a puntate. Primo episodio: La mano. Realtà e finzione, vita e forma: le grandi ossessioni di uno dei più autorevoli drammaturghi e scrittori italiani, Luigi Pirandello. La prima versione di 'Quaderni di Serafino Gubbio operatore' uscì a puntate in rivista nel 1915 con il titolo di Si gira… nel pieno dell’euforia futurista per le nuove tecnologie artistiche. Pirandello, dallo spirito più incline alla critica umoristica, si immagina un modo meno entusiastico e più ambiguo di raccontare il cinema. Sceglie di farlo con il personaggio Serafino Gubbio, mero operatore cinematografico per la casa di produzione Kosmograph. Un uomo ridotto alla sua mano, al gesto tecnico e spersonalizzato di muovere una manovella, per sfamare la macchina da presa di cui è al servizio e per soddisfare il sempre più esigente mercato dell’intrattenimento. Ma la macchina esercita uno strano fascino, una sua attrattiva, con la sua capacità di confondere realtà e finzione, vita e forma, nel trasformare la persona ripresa in personaggio. In un mondo in cui il confine tra ciò che esiste e ciò che si rappresenta è sempre più labile, dove finisce l’immagine che abbiamo di noi e dove inizia quello che siamo? L’eroicomico protagonista Serafino Gubbio, operatore al servizio della macchina da presa, e i personaggi strampalati che gli ruotano attorno narrano molto della nostra contemporaneità e della tentazione di sostituire alla realtà la sua immagine falsa.

CESENA. Dopo il successo dello scorso anno de Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, ERT Fondazione, grazie alla collaborazione del Comune di Cesena – Biblioteca Malatestiana, dà avvio a un nuovo ciclo di letture in sei puntate dedicate al romanzo Quaderni di Serafino Gubbio operatore di Luigi Pirandello.  Sabato [...]

31 gennaio 2019 0 commenti

Cesena. E 45: pronto il protocollo d’intesa per gli interventi a sostegno delle famiglie e delle imprese.

Cesena. E 45:  pronto il protocollo d’intesa per gli interventi a sostegno delle famiglie e delle imprese. Secondo il testo di accordo predisposto, l’Unione dei Comuni della Valle del Savio si impegna ad agevolare il flusso informativo tra Istituzioni, Associazioni e cittadini, a coordinare il tavolo di lavoro che verrà costituito per garantire la tempistica delle attività e l’informazione unitaria e omogenea alla cittadinanza dei Comuni dell’Unione, e ad attivare ogni soluzione per agevolare anche in forma decentrata sull’intero territorio la presentazione delle domande per l’accesso ai contributi supportando gli utenti attraverso la rete degli sportelli informativi (Sportello Facile) istituiti presso i singoli comuni dell’Unione. Il Tavolo di coordinamento che verrà costituito e a cui saranno chiamati a partecipare i rappresentanti di tutte le parti coinvolte, avrà il compito di: coordinare il monitoraggio della situazione di emergenza; curare il raccordo delle iniziative in capo ai vari soggetti interessati; condividere i contenuti dell'informazione da diffondere alla popolazione; predisporre documentazione e informazione omogenea, coordinare le operazioni di supporto nella compilazione delle domande, nella raccolta e nella valutazione della documentazione, nell’assegnazione del contributo.

CESENA. Si è svolta all’insegna dell’operatività la riunione fra Unione Valle Savio, Associazioni imprenditoriali e Organizzazioni sindacali svoltasi nella tarda mattinata di oggi a Palazzo Albornoz per definire le modalità di gestione dei contributi messi a disposizione dalla regione Emilia Romagna a sostegno di famiglie e imprese messe in difficoltà [...]

29 gennaio 2019 0 commenti

Cesena.Sentierino pedonale per l’area verde di via Zoli. Di fronte all’elementare delle Vigne.

Cesena.Sentierino pedonale per l’area verde di via Zoli. Di fronte all’elementare delle Vigne. Più o meno nello stesso periodo in cui si stava ultimando il parco Novello, a poca distanza da esso il Comune ha provveduto alla realizzazione del percorso pedonale che attraversa l’area verde situata di fronte alla scuola elementare delle Vigne. 'Lungo circa 50 metri e caratterizzato da una specifica pavimentazione delimitata da cordoli - riferiscono il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, che nei giorni scorsi hanno effettuato un sopralluogo accompagnati dal dirigente del settore Lavori Pubblici Natalino Borghetti e dal responsabile del servizio Arredo urbano e Verde pubblico -, il sentiero rende più facile l’attraversamento dello spazio verde, partendo praticamente di fronte all’ingresso della scuola di via Zoli a arrivando fino a via Vicini. Richiesta dal quartiere e dai residenti, l’opera fa parte delle opere di manutenzione straordinaria del verde pubblico approvate nel 2016 ed è costata poco meno di 10 mila euro'.

CESENA. Ad arricchire il patrimonio delle aree verdi comunali non ci sono solo i grandi interventi, come quello che ha portato alla creazione del nuovo parco Novello, inaugurato pochi giorni fa, ma anche opere di dimensioni più limitate, ma ugualmente importanti per favorire la fruizione da parte dei cittadini. Più [...]

28 gennaio 2019 0 commenti

Forlì-Cesena. Gli investimenti delle imprese.Il commercio, il credito e la debolezza della domanda.

Forlì-Cesena. Gli investimenti delle imprese.Il commercio, il credito e la debolezza della domanda. Con riferimento al 2018 (terzo trimestre) le imprese manifatturiere rispondenti all’indagine specifica riportano investimenti di ampliamento della capacità produttiva nel 21% dei casi, mentre gli investimenti di sostituzione sono il 35%. Il 51% dei rispondenti (sono previste risposte multiple) afferma anche di implementare investimenti nell’innovazione di prodotto, il 10% in formazione delle risorse umane e l’8% in attività di ReS. Il 26% dei rispondenti afferma inoltre di compiere investimenti nella struttura organizzativa dell’impresa (canali distributivi, nuove sedi, ecc.), mentre solamente l’1% investe nell’acquisizione di marchi e brevetti (immobilizzazioni immateriali). Gli investimenti nelle tecnologie digitali, infine, si ritrovano nel 13% dei casi. Nel settore del commercio, la maggioranza (il 72%) delle frequenze dei rispondenti si ritrova per gli investimenti di innovazione di prodotto/servizio, nello sviluppo organizzativo (48%) e nella digitalizzazione (14%). Gli investimenti in formazione del personale sono dichiarati dal 9% dei rispondenti. Per le imprese di entrambi i settori la fonte di finanziamento principale è il capitale di terzi (debito bancario); segue l’autofinanziamento (inteso come utili trattenuti) e il capitale proprio (inteso come nuovi apporti).

FORLì-CESENA. Gli investimenti rappresentano una variabile fondamentale per la crescita economica di una impresa e di un territorio. La loro attuazione è il riflesso della disponibilità di risorse economiche (fonti), siano esse interne all’organizzazione (capitale proprio) o esterne (capitale di terzi). Gli ultimi dati nazionali (ISTAT – Prospettive per l’economia [...]

26 gennaio 2019 0 commenti