Diritto

 

Rimini Nord. Dopo il cantiere per via Diredauda, cinque interventi da San Giuliano Mare a Torre Pedrera.

Rimini Nord. Dopo il cantiere per via Diredauda, cinque interventi da San Giuliano Mare a Torre Pedrera. Si tratta del potenziamento e completamento degli itinerari ciclabili della Bicipolitana di Rimini Nord per 800.000 euro; del piano operativo per la messa in sicurezza della SS16 con la realizzazione di una nuova rotatoria sulla statale all’altezza di via Grazia Verenin (1.820.000 di euro il costo complessivo interamente finanziato coi fondi Fsc; il completamento della separazione delle reti fognarie parte del Psbo sui bacini Sortie, Turchetta, Pedrera Grande, Brancona e Viserbella (25.000.000 di euro l’intervento complessivo suddiviso in due stralci); e il Bando delle periferie - il progetto di riqualificazione dei lungomari San Salvador, Porto Palos, Dati e Toscanelli - il cui importo complessivo è pari a 18.000.000 di euro suddivisi in 6 lotti di cui 5 saranno realizzati dall’Amministrazione e 1 da RFI.Le opere verranno bandite nelle prossime settimane così da partire con tutte le lavorazioni entro ottobre 2019 e terminare il nuovo lungomare nel dicembre 2021. Il progetto per la riqualificazione urbana e ambientale e il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell’area turistica di Rimini riguarda 6,1 km di lungomare (comprendenti 1,7 km di Torre Pedrera, 1,6 km di Viserbella, 1,8 km di Viserba e 1 km di Rivabella – con l’esclusione di piazzale Adamello) per un totale di circa 90.000 mq di area pubblica e circa 12.000 mq di aree private potenzialmente coinvolgibili. L’intervento nel suo complesso prevede 41.500 mq di asfalto in meno rispetto all’esistente, 3,4 km di piste ciclabili in più, 80.000 mq di area pedonalizzabile, 10.000 mq di nuove aree verdi, con oltre 700 alberi in più rispetto alla situazione attuale. Nei particolari qui gli obiettivi, i tempi, le modalità e i costi dei progetti.

RIMINI NORD. Dopo l’avvio dei lavori per la realizzazione dell’asse via Diredaua – Domeniconi – Caprara – Serpieri – Mazzini, un intervento strategico che prevede un investimento complessivo di 5,4 milioni di euro che consentirà il potenziamento della viabilità presente a ridosso della linea ferroviaria, sono in procinto di chiudere [...]

24 giugno 2019 0 commenti

Rimini. Venti telecamere per la videosorveglianza dell’area di piazza Malatesta. Quattro sono mobili.

Rimini. Venti telecamere per la videosorveglianza dell’area di piazza Malatesta. Quattro sono mobili. L’intervento consiste nel posizionamento di sedici telecamere fisse, quattro 'speedome' (telecamere mobili) corredate di cinque switch, server e software per il loro funzionamento, per un costo complessivo di 48 mila euro oltre ai costi per gli impianti. A questo si aggiunge l’attivazione di cinque punti per l’accesso wi-fi, necessari per l’attivazione del servizio di videosorveglianza nell’area di piazza Malatesta e del Museo Fellini e che consentirà anche un potenziamento della rete ad accesso libero per il cuore del centro storico, in sinergia con la Regione. Il posizionamento delle telecamere, che in considerazione dell’alto valore storico e artistico dei luoghi dove saranno collocate sarà definito solo dopo un confronto con la Soprintendenza, consentirà di avere una copertura complessiva dell’intera area tra Teatro, Castello, l’appena inaugurato giardino Francesca da Rimini e nel complesso tutta l’area del Museo internazionale Fellini, andandosi ad integrare con le telecamere già attive. Le postazioni ed angolazioni ipotizzate sono state concordate dai tecnici e dalla Polizia Municipale, sulla base delle esigenze e delle necessità espresse anche dalle forze dell’ordine e degli organi competenti in materia di sicurezza.

RIMINI. Venti telecamere vigileranno su una fetta di città ricca di storia, di arte, di cultura e sempre più polo aggregativo per la comunità e attrattivo per i visitatori. Il Teatro Galli, il Castello e i suoi giardini e piazze, il Museo Fellini che sta passo dopo passo venendo alla [...]

14 giugno 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. Educazione stradale: finale in bici bici per le scuole San Vito e San Bartolo.

Santarcangelo d/R. Educazione stradale: finale in bici  bici per le scuole San Vito e San Bartolo. Circa 200 gli studenti che hanno partecipato all’iniziativa di Educazione stradale organizzata dalla Polizia municipale della Valmarecchia – che si aggiungono agli oltre 1.000 alunni della vallata coinvolti nel percorso formativo nel corso dell’anno scolastico 2018/2019 – cimentandosi in un percorso allestito tra le piazze Ganganelli e Rino Molari. L’iniziativa si è aperta con il saluto del sindaco Alice Parma e del comandante Fabio Cenni che ha ringraziato il Provveditorato agli studi di Rimini per aver donato i materiali necessari allo svolgimento delle prove finali, in particolare i cartelli stradali e i caschi per bambini e bambine.

SANTARCANGELO d/R. Dopo quelli di Verucchio, San Martino dei Mulini, Sant’Ermete e Poggio Torriana, nella mattinata di  mercoledì 5 maggio anche gli studenti delle classi quinte del capoluogo, San Vito e San Bartolo hanno affrontato la prova finale su bici per il rilascio del patentino del ciclista. Circa 200 gli [...]

5 giugno 2019 0 commenti

Rimini. Albo Botteghe storiche: le disposizioni della no-tax area. E la modulistica per la domanda.

Rimini. Albo Botteghe storiche: le disposizioni della no-tax area. E la modulistica per la domanda. Con l’introduzione delle disposizioni previste dalla no-tax area, l’iscrizione nell’Albo delle botteghe storiche, diventa a tutti gli effetti anche una convenienza per chi ne ha diritto. Proprio in questi giorni è è stata rinnovata la modulistica per la richiesta d’iscrizione all'Albo delle Botteghe storiche che è possibile scaricare a questo link http://bit.ly/2XdrNPM Sono già diverse le attività commerciali che in questi mesi si stanno interessando a presentare la domanda, imprese che nel Comune di Rimini si stima siano in diverse decine. Attività che esercitano da anni e che potrebbero sfruttare le agevolazioni previste dalla no-tax area, ottenendo un contributo calcolato sulla base della TARI. Agevolazioni economiche a cui si aggiunge anche la soppressione del diritto di segreteria previsto per l'iscrizione, che ammontava a 150,00 €. Una disposizione, approvata da una delibera di Giunta lo scorso aprile, che riconduce l'iscrizione nell'Albo delle Botteghe Storiche all'unico costo dell'imposta di bollo nella misura di 16,00 euro.

RIMINI. Non si tratta solo di un onorificenza o di un particolare riconoscimento di benemerenza nei confronti delle botteghe  storiche, che da decenni svolgono un ruolo centrale nella rete delle attività commerciali. Con l’introduzione delle disposizioni previste dalla no-tax area, l’iscrizione nell’Albo delle Botteghe storiche, diventa a tutti gli effetti [...]

29 maggio 2019 0 commenti

Rimini. Sgomberato ( senza problemi) in via Dati dalla Polizia locale l’ex albergo Aurum.

Rimini. Sgomberato ( senza problemi) in via Dati dalla Polizia locale l’ex albergo Aurum. Alle otto di mattina è stato il personale della Polizia municipale a dar attuazione a quanto disposto, sgomberanto lo stabile dalle nove persone – tutte adulte – che nonostante l’ordinanza ancora dimoravano in quello che era stato nel passato una struttura alberghiera. Uno sgombero che si è risolto in poco più di un’ora senza problematica alcuna al termine del quale la struttura è stata restituita alla proprietà con la prescrizione obbligatoria di interdirne gli accessi. Lo sgombero della struttura, già oggetto di una precedente ordinanza nel passato, si è resa indifferibile dopo un ulteriore sopralluogo congiunto presso l’ex albergo Aurum degli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica di Rimini dell’Azienda USL della Romagna e della Polizia municipale che riscontrava la permanenza nell’intera struttura della medesima situazione di grave degrado igienico-sanitario, già accertata nel corso delle precedenti ispezioni, segnalando le carenti condizioni igieniche in tutti i locali, dovute alla presenza di sporco diffuso, insetti striscianti, rifiuti ingombranti all’ ingresso, sui pianerottoli delle scale e nei corridoi, cui si aggiungono la mancanza di molte vetrate alle finestre ed ai balconi, il mancato funzionamento del sistema di riscaldamento e la presenza di numerose crepe, intonaco incrostato, muffa e umidità diffusa alle pareti.

RIMINI. ( riceviamo e pubblichiamo) Si è svolto senza problemi  lo sgombero per motivi igienico-sanitari dell’ex struttura ricettiva denominata albergo AURUM ubicata a Viserba in via Giuliano Dati, 134/A in esecuzione all’ordinanza sindacale contingibile e urgente dell’aprile scorso. Alle otto di  mattina è stato il personale della Polizia municipale a [...]

24 maggio 2019 0 commenti

Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi.

Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi. Il progetto prevede l’erogazione di un contributo economico settimanale fino a 84 euro, per un massimo di 4 settimane di partecipazione, quale abbattimento della retta per la frequenza dei centri estivi nel periodo giugno-settembre 2019. Fermo restando un contributo massimo erogabile pari a 336 euro, è prevista la possibilità di riconoscere il contributo per un numero superiore di settimane nel caso in cui il costo settimanale di frequenza del centro estivo sia inferiore a 84 euro. I destinatari sono i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni con un Isee fino a 28mila euro in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monoparentali) siano in una delle seguenti condizioni: occupati (ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati), lavoratori in cassa integrazione, in mobilità oppure disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro.

BASSA ROMAGNA. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha aderito anche per l’anno 2019 al progetto regionale ‘Conciliazione vita-lavoro‘, per sostenere le famiglie che avranno la necessità di utilizzare i centri estivi per bambini e ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni. La finalità del [...]

23 maggio 2019 0 commenti

S.Mauro Pascoli. Tutela degli animali. Nel futuro il cimitero, l’oasi felina e nuove aree per cani.

S.Mauro Pascoli. Tutela degli animali. Nel futuro il cimitero, l’oasi felina e nuove aree per cani. L'auto, di proprietà comunale non più utile per i servizi dell'Ente, ma ancora funzionante, sarà utilizzata dai volontari per proseguire tutta l'azione di monitoraggio e intervento a San Mauro Pascoli e San Mauro Mare come già avviene da qualche anno a seguito della convenzione firmata con il Comune. 'Con la firma della convenzione i volontari Enpa sono intervenuti dal 2017 nel territorio monitorando le colonie feline, con le sterilizzazioni dei gatti randagi, in convenzione con il medico veterinario Morri e Greco, e soprattutto con interventi mirati al salvataggio degli animali incidentati e abbandonati nel nostro territorio – spiega il sindaco Luciana Garbuglia –. La donazione di un automezzo consentirà ai volontari di continuare nella loro azione puntuale di monitoraggio e assistenza. Un lavoro che sta già tra l'altro portando i primi risultati: se nel 2017 le sterilizzazioni effettuate sono state 41, nel 2018 sono calate a 17 gatti sterilizzati, diminuendo così il costo a carico della comunità. Inoltre tanti sono i salvataggi e i recuperi degli animali, cani e gatti, incidentati, così come tutte le azioni di sensibilizzazione alla cittadinanza sulla tutela degli animali attraverso convegni e banchetti informativi al mercato'.

SAN MAURO PASCOLI. Il comune di San Mauro Pascoli ha consegnato un automezzo ai volontari di Enpa Meldola, l’associazione che si occupa della salvaguardia e del soccorso degli animali nel territorio. L’auto, di proprietà comunale non più utile per i servizi dell’Ente, ma ancora funzionante, sarà utilizzata dai volontari per [...]

22 maggio 2019 0 commenti

Bassa Romagna. Iscrizioni ai centri estivi 0-6 anni gestiti dall’Unione. Termine fino al 6 maggio.

Bassa Romagna. Iscrizioni ai centri estivi 0-6 anni gestiti dall’Unione. Termine fino al 6 maggio. Per aderire è sufficiente presentare il modulo compilato, relativo al proprio Comune e alla scuola di riferimento, scaricabile dal sito www.labassaromagna.it alla sezione Infanzia e scuola - Servizi ricreativi estivi, presso i nidi e le scuole interessate dei Comuni della Bassa Romagna. L'Unione inoltre consolida inoltre il proprio impegno per il sostegno delle famiglie nella cura dei figli piccoli attraverso la proposta di aperture straordinarie dei servizi per l'infanzia 0-6 anni anche nel periodo agosto/settembre. L'offerta si rivolge sia ai bambini che frequentano i nidi che a quelli che frequentano le scuole dell'infanzia comunali/statali e si integra con i servizi estivi tradizionalmente attivati nel mese di luglio/agosto, sopra richiamati. Le cooperative sociali Zerocento e Cerchio, a partire dai primi di maggio, promuoveranno nei servizi le aperture straordinarie nel periodo estivo garantendo la professionalità del personale attraverso attività/modalità di accoglienza specifiche a seconda del gruppo dei bambini. Inoltre il termine per le iscrizioni per i periodi integrativi è il 24 maggio.

BASSA ROMAGNA. Scade lunedì 6 maggio il termine per presentare la domanda di iscrizione ai centri estivi rivolti ai bambini in fascia di età 0-6 anni: CREN, Centri ricreativi estivi nidi d’infanzia, e CREM, Centri ricreativi estivi scuole dell’infanzia organizzati dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, al fine di rispondere [...]

3 maggio 2019 0 commenti

Lugo. Indetta un’ asta pubblica per l’affitto di ben sette negozi sotto al ‘Pavaglione’ e in via Garibaldi.

Lugo. Indetta un’ asta pubblica per l’affitto di ben sette negozi sotto al ‘Pavaglione’ e in via Garibaldi. I cinque locali all’asta sotto al Pavaglione si trovano ai civici 21; 40; 55; 76 e 78, mentre quelli in corso Garibaldi sono collocati ai civici 18 e 20. L’asta sarà dichiarata valida anche se perverrà una sola offerta. Le basi d’asta vanno da 2.910,50 euro per 10,88 mq a 9.649,20 euro per 57,20 mq, a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche del locale. Sono possibili solamente offerte economiche al rialzo rispetto alle basi d’asta. Gli interessati potranno visionare gli immobili rivolgendosi all’Ufficio tecnico del comune di Lugo – Servizio Patrimonio previo appuntamento telefonico. Il termine per la presentazione delle offerte è il 29 maggio alle 13, mentre le buste saranno aperte il 30 maggio alle 8.30 presso la sede dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna - Sala appalti, in piazza dei Martiri 1 a Lugo.

LUGO. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per conto del comune di Lugo ha pubblicato un’asta pubblica per la concessione in locazione di locali di proprietà comunale siti all’interno del Pavaglione e in corso Garibaldi. Si tratta in tutto di sette lotti, ciascuno all’asta singolarmente. Il termine per la presentazione [...]

30 aprile 2019 0 commenti

Rimini. Bicipoletana: via libera della Giunta al progetto alla ciclabile che collegherà Stazione e Ospedale

Rimini. Bicipoletana: via libera della Giunta al progetto alla ciclabile che collegherà  Stazione e Ospedale Il progetto definitivo, approvato dalla Giunta comunale, ha un costo complessivo di 700mila euro e prevede un collegamento ciclabile di 2,710 km, consentendo un incremento centrale per la mobilità sostenibile. Si tratta di un’infrastruttura strategica per il territorio che ha tenuto conto delle indicazioni pervenute dai partecipanti alla consultazione avviata lo scorso anno tra le procedure di accompagnamento all'adozione del Piano urbano della mobilità sostenibile e delle esigenze di mobilità e messa in sicurezza di ciclisti e pedoni che quotidianamente usano l'asse di via Roma, via Ugo Bassi e via Settembrini. Il costo dell’investimento sarà coperto per il 50% (€ 350 mila) dalla regione Emilia Romagna, in quanto come noto, il progetto è risultato il primo in graduatoria tra i 93 candidati al bando 'Fondo sviluppo e coesione infrastrutture 2014/2020 – Asse tematico altri interventi', il bando regionale emanato a giugno per la promozione della mobilità ciclistica, dove il comune di Rimini ha ottenuto il massimo del contributo possibile.

RIMINI. E’ un progetto che completa un asse portante della bicipolitana e che andrà ad unire due poli strategici della città: la Stazione ferroviaria e l’ospedale Infermi, mettendoli a sistema, a sud, con l’asse esistente che già conduce a Miramare e, a nord, con quello che, passando dalla stazione e [...]

30 aprile 2019 0 commenti