Economia

 

Emilia Romagna. Bene i 132 mln in più nel Psr. Per valorizzare le filiere delle nostre eccellenze produttive.

Emilia Romagna. Bene i 132 mln in più nel Psr. Per valorizzare le filiere delle nostre eccellenze produttive. 'Apprezziamo lo sforzo della Regione che, anche grazie all’impegno per il superamento del criterio dei parametri storici nel riparto, è riuscita a ottenere oltre 132 milioni di euro in più nel Piano di sviluppo rurale (PSR) rispetto a quello precedente, arrivando a quasi un miliardo di fondi stanziati. Ora è arrivato il momento di tornare a puntare sui progetti di filiera per l’utilizzo delle risorse europee destinate all’agricoltura emiliano-romagnola. In una fase così difficile per l’intero settore, i progetti di filiera rappresentano infatti la soluzione migliore per favorire l’integrazione tra aziende agricole e agroindustriali, così da valorizzare al meglio le produzioni conferite dagli agricoltori tramite politiche di innovazione e la crescita nei mercati internazionali'. È questa la richiesta indirizzata alla Regione da Confcooperative Fedagripesca Emilia Romagna, Legacoop Agroalimentare Nord Italia e Agci-Agrital Emilia Romagna, in vista dell’attuazione del Piano di sviluppo rurale (PSR) 2023-27 annunciata nei giorni scorsi dal presidente Stefano Bonaccini e dell’assessore Alessio Mammi.

  (Bologna, 12 settembre 2022) – “Apprezziamo lo sforzo della Regione che, anche grazie all’impegno per il superamento del criterio dei parametri storici nel riparto, è riuscita a ottenere oltre 132 milioni di euro in più nel Piano di sviluppo rurale (PSR) rispetto a quello precedente, arrivando a quasi un miliardo di [...]

12 settembre 2022 0 commenti

Cesenate. Crescita digitale delle imprese artigiane. Con la domanda per gli incentivi a fondo perduto.

Cesenate. Crescita digitale delle imprese artigiane. Con la  domanda per gli incentivi a fondo perduto. 'Nel 2021 trenta imprese artigiane del Cesenate su trentadue assistite, che avevano presentato domanda al bando con la consulenza di Confartigianato Federimpresa Cesena, hanno ricevuto i fondi del bando per la 'Transizione digitale delle imprese artigiane' da parte della regione Emilia Romagna. Contiamo questa volta di ripeterci e, se è possibile, di fare ancora meglio. La transizione digitale – spiega il gruppo di presidenza Confartigianato Cesena (Stefano Ruffilli, Daniela Pedduzza e Marcello Grassi) - è uno dei driver principali di rigenerazione delle capacità innovative delle micro e piccole imprese e dell’artigianato. Il digitale può essere l’occasione per sostenere un processo di ristrutturazione delle attività artigiane, consentendo di mantenere alto il valore delle produzioni tradizionali amplificato dalle applicazioni digitali a sostegno del processo o del prodotto. Grazie anche alle piattaforme web nei processi di marketing e commercializzazione, l'impresa può assumere una dimensione che supera la prossimità e apre nuovi spazi di mercato e nuovi orizzonti alle imprese'.Alla Comunità digitale di Confartigianato Federimpresa Cesena, Confà digitale, già aderiscono centinaia di imprese che possono condividere progettualità, incontrare esperti e ricevere assistenza, rimanere aggiornarti su nuove opportunità, partecipare ad eventi di approfondimento e formazione, accedere a documentazione strategica, procedure che rafforzano il valore artigiano e la competitività delle imprese.

CESENATE. Prosegue la crescita digitale delle imprese artigiane cesenati e Confartigianato Federimpresa sta accompagnando molte aziende del territorio di varie tipologie a presentare la domanda degli incentivi a fondo perduto del bando regionale sulla transizione digitale (la prima finestra, la principale, scade il 13).  COMMENTO.  “Nel 2021 trenta imprese artigiane [...]

6 settembre 2022 0 commenti

Faenza. MMB Software cresce. Fatturato oltre 7 mln e budget pronto al raddoppio. Nuove assunzioni.

Faenza. MMB Software cresce. Fatturato oltre 7 mln e  budget pronto al raddoppio. Nuove assunzioni. Come da tradizione MMB si rinnova mantenendo però inalterata la propria storicità: il CdA sarà infatti presieduto dal fondatore Omar Montanari e supportato dagli oramai storici colleghi che entrano a far parte del Consiglio di amministrazione: Eugenio Assirelli, Valentina Galardi e Sara Cavina.Una nuova marcia intrapresa dall’azienda faentina produttrice di software e sistemi per centri di revisione e officine, che negli ultimi anni ha dimostrato un andamento in continua crescita. MMB Software attualmente conta 72 dipendenti e un fatturato cresciuto nel 2021 dell’8% rispetto all’anno precedente. In crescita anche le assunzioni, che nei primi sette mesi dell'anno hanno già superato quelle dell'intero 2021 e il trend per i prossimi anni proseguirà in questa direzione. Il piano strategico dell'azienda prevede infatti una progressiva espansione, con un continuo sviluppo di servizi e professionalità, ma anche una nuova sede in costruzione, già visibile per chi arriva da Bologna lungo l’autostrada, ben distinguibile per le caratteristiche architettoniche. A questo scopo, MMB ha deciso recentemente di allargare ulteriormente il suo team con l’arrivo di Paolo Filipozzi, che riveste il ruolo di amministratore delegato e direttore generale. Obiettivo per il futuro è quindi accompagnare MMB Software verso nuovi e ambiziosi traguardi.

FAENZA.  Un fatturato che nel 2021 ha superato i 7 mln  di euro e un budget previsionale che punta al raddoppio nel 2022. L’azienda MMB Software cresce, e lo fa rinnovando il modello gestionale, dotandosi di un Consiglio di amministrazione e abbandonando così la formula dell’amministratore unico. Come da tradizione [...]

31 agosto 2022 0 commenti

Emilia Romagna. Il grande caldo anticipa la vendemmia. Con esiti tutti da verificare, per un’annata insolita.

Emilia Romagna. Il grande caldo anticipa la vendemmia. Con esiti tutti da verificare, per un’annata insolita. Il 1° agosto, nel Bresciano, e più precisamente nel territorio della Franciacorta, alcune aziende hanno iniziato a raccogliere i grappoli di uva che serviranno a realizzare gli spumanti a base Pinot nero e Chardonnay. E in Romagna, che cosa succede? Sulla Newsletter di agosto del Polo di Tebano ne parla Marisa Fontana, esperta di vitigni e vini romagnoli, enologa e preparatrice d’uve per varie cantine romagnole. A che punto è la maturazione dell'uva? 'La situazione davvero particolare di questo 2022 è lo straordinario anticipo con cui hanno iniziato a maturare i Sangiovese: mai visto i primi acini di Sangiovese invaiare al 12 di luglio ! Questo significa che probabilmente già prima di Ferragosto potranno essere raccolte le uve di Sangiovese per le basi spumante. Anche Trebbiano e Merlot sono avanti. Il Pignoletto è nel suo standard di inizio-metà invaiatura, mentre le varietà precoci come Pinot e Chardonnay sono in anticipo mediamente di 4-5 giorni rispetto all'anno scorso'.

EMILIA ROMAGNA. È partita con sette giorni di anticipo rispetto allo scorso anno la vendemmia 2022. Il 1° agosto,  nel Bresciano, e più precisamente nel territorio della Franciacorta, alcune aziende hanno iniziato a raccogliere i grappoli di uva che serviranno a realizzare gli spumanti a base Pinot nero e Chardonnay. [...]

3 agosto 2022 0 commenti

Rimini. In collina dalla primavera scorsa il più grande allevamento di lumache dell’Emilia Romagna.

Rimini. In collina dalla primavera scorsa il più grande allevamento di lumache dell’Emilia Romagna. Per avere l’eccellenza dell’elicicoltura, però, il punto essenziale è la scelta dei riproduttori, ovvero quelle chiocciole che, accoppiandosi dalle 6 alle 8 volte all’anno, daranno l’imprinting genetico a tutto l’allevamento. Nel caso di Demetra - dopo una scrupolosa selezione (in natura esistono tantissime specie di chiocciole) - si è deciso di puntare sulla Helix Aspersa Muller. L’allevamento di Rimini, con zero emissioni di Co2 ed interamente alimentato con pannelli solari, è nato con 125mila produttori (990 chili), ma nei due momenti annuali di raccolta (primavera e autunno) gli esemplari negli otto recinti superano i due milioni. Estratta e sapientemente miscelata in formulazioni uniche da un laboratorio cosmetico, la bava di lumaca viene venduta sulla piattaforma e-commerce di Demetra sotto forma di crema viso, siero e contorni occhi (www.demetrarimini.com). Tutti i prodotti - dermatologicamente e microbiologicamente testati - sono venduti con un packaging di alta qualità rigorosamente 'Made in Italy': i flaconi cosmetici in vetro assicurano infatti maggior stabilità al prodotto e le confezioni in carta riciclata esaltano la grafica ideata dall'artista riminese Yopoz. Una curiosità: per contrastare i predatori delle chiocciole, che in natura sono roditori, serpenti e volatili, nell'azienda Demetra non si utilizzano pesticidi, bensì - oltre ai tradizionali spaventapasseri - casse a bassa frequenza che irradiano, 24 ore su 24, musica classica.

RIMINI. Tra le prime colline riminesi, su un terreno di 10mila metri quadrati, dalla primavera dello scorso anno è nato il più grande allevamento di lumache dell’Emilia Romagna.  A crearlo è stato un romano trapiantato a Rimini, il 35enne Daniele Bartocci che, dopo alcune esperienze in giro per il mondo, ha fondato [...]

29 luglio 2022 0 commenti

Emilia Romagna. Leggera risalita per le imprese giovani. A fine marzo erano 26.680 (+1,8 per cento).

Emilia Romagna. Leggera risalita per le imprese giovani.  A fine marzo erano 26.680 (+1,8 per cento). È quanto emerge dai dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio elaborati da Unioncamere Emilia Romagna. Alla fine del 2021 le imprese attive giovanili emiliano romagnole sono risultate 26.680 con un incremento di 459 unità (+1,8 per cento) rispetto allo stesso periodo del 2021.Un dato significativo in quanto, a livello regionale, anche le imprese non giovanili sono aumentate, ma in misura più contenuta (+0,6 per cento, +2.387 unità). Il trend delle imprese giovanili è assai diverso se si considerano due sottoinsiemi non disgiunti: le imprese di giovani donne (giovanili e femminili) e quelle di giovani stranieri (giovanili e straniere). Le imprese femminili giovanili sono risultate 7.241 pari al 27,1 delle imprese giovanili regionali. Sono concentrate in tre divisioni di attività: commercio al dettaglio (18 per cento), ristorazione (13,8 per cento) e servizi per la persona (13,5 per cento). C’è un minimo decremento dello 0,2 per cento (+11 imprese) Alla stessa data le imprese giovanili straniere sono risultate 7.418 pari al 27,8 delle imprese giovanili dell’Emilia Romagna.

    EMILIA ROMAGNA. Seppur di poco, ma aumentano le imprese giovanili. A determinare la tendenza positiva, è la ripresa economica legata alla minore incidenza della pandemia e alle misure di sostegno introdotte. È quanto emerge dai dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio elaborati da Unioncamere Emilia [...]

20 luglio 2022 0 commenti

Forlì. Varato un fondo ad hoc di accesso al credito. Per dare respiro alle aziende in grave difficoltà.

Forlì. Varato un fondo ad hoc di accesso al credito. Per dare respiro alle aziende in grave difficoltà. L'assessore alle Attività produttive: 'Negli ultimi mesi, le aziende agricole del Forlivese sono state particolarmente colpite dal susseguirsi di gravi avversità atmosferiche che ne hanno fortemente compromesso i livelli di produttività. Gelate tardive che in alcuni casi hanno causato la perdita totale dei prodotti, violente grandinate, l’infestazione di cavallette ed il perdurare di lunghi periodi di siccità hanno letteralmente messo in ginocchio la maggior parte delle nostre imprese. Per cercare di dare una risposta concreta ed immediata al grido di allarme lanciato in queste settimane dalle associazioni di categoria del territorio, abbiamo deciso di istituire un fondo con una dotazione complessiva di euro 20.000,00, a favore delle imprese agricole operanti nel territorio comunale, da erogarsi attraverso il sistema dei confidi'. 'Siamo consapevoli che questa è una goccia nel mare, tuttavia è essenziale dal nostro punto di vista fare di tutto per compensare gli effetti di una crisi che rischia, anche nel forlivese, di minare uno dei settori più strategici della nostra economia'.È questo lo strumento di sostegno messo in campo dall’assessorato alle Attività produttive del comune di Forlì a beneficio del mondo agricolo.

Forlì, 18 luglio 2022. 20 mila euro di contributi, da erogarsi attraverso il sistema dei confidi, a favore delle imprese agricole vittime della crisi. È questo lo strumento di sostegno messo in campo dall’assessorato alle Attività produttive del comune di Forlì a beneficio del mondo agricolo. MOTIVAZIONI. ‘Negli ultimi mesi, le [...]

19 luglio 2022 0 commenti

Cesena. Ridurre complessità e peso degli oneri fiscali.Nella legge delega di riforma del sistema fiscale.

Cesena. Ridurre complessità e peso degli oneri fiscali.Nella legge delega di riforma del sistema fiscale. Lo chiede Confartigianato cesenate che apprezza i contenuti del Decreto legge del Governo ma auspica sia arricchito da ulteriori misure ispirate ai principi di semplificazione contenuti nella legge delega di riforma del sistema fiscale approvata in questi giorni dalla Camera: riordino in testi unici di tutte le disposizioni fiscali per tipologia di soggetto, stabilità delle disposizioni che impongono adempimenti fiscali, non retroattività delle disposizioni tributarie e 'costituzionalizzazione' dello Statuto del contribuente. Inoltre, a giudizio del Gruppo di presidenza di Confartigianato Cesena, dato che la fatturazione elettronica consente un controllo puntuale delle singole posizioni dei contribuenti, è indispensabile abrogare una serie di onerosi e inutili adempimenti a carico delle imprese, come il regime Iva dello split payment e del reverse charge in edilizia, la ritenuta applicata sui bonifici che danno diritto a detrazioni d’imposta, l’obbligo di comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva, l’obbligo di rendere pubblici i contributi ricevuti dalla Pa.

CESENA. “Ridurre le complessità e il peso degli oneri fiscali è condizione fondamentale per accompagnare lo sviluppo delle imprese. Oggi l’Italia ha il record negativo per la burocrazia fiscale: per districarsi tra scadenze e adempimenti alle micro e piccole imprese servono 238 ore l’anno, 56 ore in più rispetto alla [...]

28 giugno 2022 0 commenti

Provincia unica di Romagna. le Camere di commercio rispondono alla proposta di de Pascale.

Provincia unica di Romagna. le Camere di commercio rispondono alla proposta di de Pascale. 'Rispondiamo volentieri alla proposta avanzata pubblicamente dal Sindaco di Ravenna e Presidente della Provincia, Michele de Pascale, di attivare un gruppo di lavoro, anche con il mondo economico, che, con la dovuta cautela, approfondisca e valuti tutti gli aspetti, i vantaggi e le criticità, che la scelta di una provincia unica Romagna potrebbe comportare. Citando de Pascale, anche le Camere di commercio romagnole, seppur non accorpate, collaborano da tempo con programmi e progetti condivisi e sono disponibili a contribuire, con unità di intenti, per l'individuazione ed il raggiungimento delle soluzioni migliori per lo sviluppo e il benessere dei nostri territori'.

  RAVENNA. Provincia unica di Romagna: le Camere di commercio rispondono alla proposta di de Pascale.  ” Rispondiamo volentieri alla proposta avanzata pubblicamente dal sindaco di Ravenna e presidente della Provincia, Michele de Pascale, di attivare un gruppo di lavoro, anche con il mondo economico, che, con la dovuta cautela, approfondisca [...]

23 giugno 2022 0 commenti

Ravenna. Unioncamere ER. Libro di Maily Anna Maria Nguyen : ‘Vietnam, un mondo di opportunità’.

Ravenna. Unioncamere ER. Libro di Maily Anna Maria Nguyen : ‘Vietnam, un mondo di opportunità’. Come è riuscito il Vietnam a diventare una nuova frontiera per le imprese italiane ed emiliano romagnole in particolare, tanto che nell’ultimUnioncamere o decennio l’interscambio tra i due Paesi ha avuto una costante e significativa crescita? con oltre 800 le imprese regionali che esportano in Vietnam. A queste domande dà risposta il libro 'Vietnam, un mondo di opportunità. Uno sguardo. Oggi, domani e dopo domani. Verso la Società 5.0' di Maily Anna Maria Nguyen, esperta di internazionalizzazione di impresa, Smart city-community e direttore del Desk Vietnam attivato da Unioncamere Emilia Romagna nel 2013.

  RAVENNA. Come è riuscito il Vietnam a diventare una nuova frontiera per le imprese italiane ed emiliano romagnole in particolare, tanto che nell’ultimUnioncamere o decennio l’interscambio tra i due Paesi ha avuto una costante e significativa crescita? con oltre 800 le imprese regionali che esportano in Vietnam. A queste domande dà [...]

17 maggio 2022 0 commenti