Economia

 

Non solo sport. Lega: vincono i fondi, vince il futuro. Legge sugli stadi: è già pronta? I 1000 Gp della ‘rossa’.

Non solo sport. Lega: vincono i fondi, vince il futuro. Legge sugli stadi: è già pronta? I 1000 Gp della ‘rossa’. Per chi non s'addentra nelle segrete del calcio, i due eventi in corso d'opera dicon poco o nulla. Invece sono proprio degli eventi, di quelli storici e di cui si tratterà negli anni a venire. Andiamo a scoprirli. Il primo riguarda la Lega calcio, dove ( per la prima volta) a vincere è stato il buonsenso, scegliendo ( all'unanimità, il riottoso Lotito compreso) i fondi come partner d'avventura; il secondo riguarda l'approvazione della legge sugli stadi, in fase finale, anche perchè non più rinviabile, visto che se si vuol vendere ( quanto prima) un prodotto confezionato in stadi non adeguati non lascia margini di crescita. I fondi hanno competenza ed esperienza in operazioni di vendita del prodotto televisivo sportivo. Del resto, noi, poverelli, gestiti da prodigiosi incapaci, in men che non si dica siamo scalati al quarto posto delle entrate, poco sopra alla Ligue 1 francese. I debiti invece sono saliti a 4,3 mld. Serve quindi una trasformazione del nostro prodotto, rapida, in grado di dare stabilità finanziaria e governance. Gli advisor selezionati sono i migliori possibili. Entrambe le offerte sono per il 10%, ma strutturate in maniera differente. L'obiettivo, comune, è però quello di garantire un altro miliardo e mezzo di flusso nei tre anni dopo e di raddoppiare i ricavi nei cicli successivi. Onde per cui, se non sorgeranno ostacoli insormontabili ( al momento non prevedibili) il futuro sarà decisamente roseo. Era ora, che qualcuno lasciasse da parte le amenità, sconfiggesse i piccoli proprietari di orticelli locali, e facesse intravvedere una visione esatta del mondo del calcio attuale dal quale il nostro possa attingere per quel che rappresenta rappresenta nella storia di questo sport. Se a questo evento dovesse aggiungersi anche quell'altro, altrettanto epocale, sugli stadi, potremmo ben dire di esserci rimessi in cammino. Non più per far da garzoni ad altri, ma per tornare protagonisti. Come Eupalla da sempre ci incoraggia. Nell'attesa di un'altra Champions e della pentastella. Che il Covid abbia messo in difficoltà il mondo del pallone è acclarato. Stadi vuoti, bassi introiti pubblicitari e perfino ridimensionati diritti tivù. Dovrebbe tutti quanti tirare di cinghia. Tutti, o quasi, perchè c'è come al solito qualcuno che sfugge alla regola generale e si fa i cavoli suoi. Quell'ex pizzaiolo, ad esempio, di Nocera natio e di scuola orange nutrito. Per lui il mondo gravita all'inverso. Ultimamente stan facendo scalpore due suoi colpi di mercato. Con l'Ibra, svedese d'anagrafe, che per cedere il suo cuore al vecchio Diavolo ha chiesto di salire col cachet da 3,5 a 7,5 mln; e il rinnovo dell'imberbe portierone ( sempre rossonero) che per pagarsi la mensa abbisogna di far salire le sue entrate da 6 a 10 mln netti annui. A parte il tempo del Covid, ma non è che questo ex pizzaiolo si sia allargato un po' troppo? Sulle cifre, assurde, d'accordo, spara quel che vuole, ma anche sul fatto che alla fin della veglia è lui a far le squadre? Non le nobili del calcio, pensate, ma lui. Che sposta questo o quell' altro omino a piacimento suo come pedine d'un gioco degli scacchi con regole riscritte da lui. Tanto, da quel che fa capire, uno spendaccione lo trova sempre. Soprattutto in Albione o al Psg, dove i danari sono trivellazioni di Stato, che nessuno osa controllare, manco il povero Caferin che, ultimamente, con il City, ha dovuto ( contemporaneamente) far la figura del cornuto e del mazziato. Ci stiam chiedendo, visto che medicina contro gli ex pizzaioli e i loro clienti non esiste, perchè anche noi non ci adeguiamo? Cominciando a bussare alla Cassa depositi e prestiti. Per questa o quell'altra nostra squadra. Al contempo cercando di capire donde l'ex pizzaiolo tiene il suo forziere che ( i bene informati ) dicono essere ( con quel che incassa) più grosso e ricolmo di quello del conte di Montecristo. A Misano qualche lampo dei nostri c'è. Al Mugello, invece, a festeggiare il millesimo Gp dell'immortale 'rossa', è rimasto ( ?) il confuso buon Binotto e quel coraggioso ragazzo, suddito del feudo dei liguri Grimaldi. Nato francese, ormai italiano. E che già ha capito che far parte della famiglia della 'rossa' è il massimo raggiungibile. Infatti, dove mai succede che anche se arrivi ultimo sei sempre il primo?

LA CRONACA DAL DIVANO. Dovremmo star a parlare di Misano, Mugello e calciomercato ( dove a spendere e a spandere son quelli che manovrano soldi di stato) , mentre lontano dai clamori mediatici vanno ad iniziare i campionati volley più belli e importanti al mondo. Non ci turba più di [...]

12 settembre 2020 0 commenti

Non solo sport. Un Presidente da confermare. Germania e Francia insieme per il Recovery Fund.

Non solo sport. Un Presidente da confermare. Germania e Francia insieme per il Recovery Fund. A Cernobbio è mancato (causa impennata Covid) , il ministro francese dell'Economia Bruno Le Maire, che, comunque, ha inviato un messaggio ai partecipanti dell'importante consesso economico mondiale. Le Maire ha precisato il senso delle misure presentate ultimamente dal suo Governo. Il Ministro ha spiegato anche quanto non ancora emerso pubblicamente, e cioè ' che una parte delle risorse messe in campo, soprattutto quelle per rafforzare la competitività industriale del Paese transalpino, secondo pilastro del Piano, saranno oggetto di uno stretto coordinamento con la Germania'. La Francia sembra avere ambizioni in diversi settori chiave, come l'intelligenza artificiale, il computing quantistico e l'idrogeno: quest'ultimo sarà oggetto d'un progetto di sviluppo che verrà dettagliato a breve. L'obiettivo è quello di colmare lo svantaggio accumulato in questi settori nei confronti della Cina e degli Stati Uniti, secondo una nuova linea di politica industriale, non ancora europea ma certamente franco-tedesca che punta molto ad esercitare una nuova forma di sovranismo economico. In questo senso, i due innamorati, sembrano aver colto l'essenza del Recovery Fund. Dove le risorse messe a disposizione sono tali da rappresentare una vera e rara opportunità per rafforzare settori industriali dove la competizione extra-europea è fortissima, rivedendo le strategia in atto con i due giganti economico-industriali. Il tutto, secondo Le Maire, servirà ' a creare l'Europa del 2030'. Ottimo. Il problema però è che non si viaggi tra i soliti due o tre escludendo il resto. In questo caso, come in altri casi. E' vero che per fare una nuova nazione occorre che qualcuno prenda l'iniziativa. E' capitato al Piemonte con l'Italia. E alla Prussia con la Germania. Tuttavia, meglio muoversi con ' juicio', lungimiranza, perchè se poi si fanno cappelle, grandi, grosse, ad esempio, come quella dell'Italia all'indomani dell'unificazione con il suo Mezzogiorno, i 'danni' si porterebbero avanti all'infinito. Se (davvero) si vuol far nascere una nuova nazione perchè non coinvolgere tutti gli interessati? Soprattutto se tra questi c'è l'Italia, basta sfogliare qualche libercolo, senza la quale si darebbe vita ad un corpo monco di qualcosa. Testa, braccia o gambe, non si sa: s'accomodino pure, i lor Signori, neo facitori della futura Europa! A proposito del nostro Presidente, il premier Conte lo ha proposto per un bis. Forse, costui, di manneggi amanneggiato, sta bleffando? Non è un po' troppo presto per parlare della rielezione del Capo dello Stato? Di solito, quando s'anticipano tempi e nomi, non è per bruciarli? Cosa al popolo ( di qualsiasi colore tinto) non gradita, perchè al presidente Mattarella sì è ( sinceramente) affezionato. In un tempo di politici e dirigenti e addetti ai lavori che lasciano ( in buona parte) il tempo che trovano, un uomo che parla quando deve parlare, attendibile, discreto, chiaro, diretto, che altro può essere se non una benedizione del Signore? Che il popolo, salvo maneggi amaneggianti, e soliti bastian contrari, gradirebbe ( sentitamente) confermare.

LA CRONACA DAL DIVANO. Ha detto il nostro presidente al Forum di Cernobbio  che l’azione della Commissione europea è ‘ diventata il centro di elaborazione di linee guida che hanno rafforzato la coesione Ue’. Infatti, non è stato ‘ una esortazione alla solidarietà ma l’esercizio di una responsabilità istituzionale’. Ora il ‘valore [...]

6 settembre 2020 1 commento

Parma. Agroalimentare: il rilancio della filiera e dell’export. La ricerca Nielsen sui consumi nell’era Covid.

Parma. Agroalimentare: il rilancio della filiera e dell’export. La ricerca Nielsen sui consumi nell’era Covid. l’intesa tra le componenti della filiera agroalimentare per affrontare la ripartenza economica post Covid. I leader dell’industria alimentare, della grande distribuzione e dell’agricoltura si sono incontrati a Cibus Forum (che è proseguito anche giovedì 3) avviando un dialogo con il Governo, rappresentato, in presenza a Parma, da Luigi Di Maio. Nella mattinata del 2 settembre è stato presentato anche il report di Nielsen sull’andamento dei consumi nell’era del Covid. Dopo il boom nel lockdown le vendite del Largo consumo si sono stabilizzate ma continuano a mantenersi positive. Le famiglie, ormai abituate a nuove categorie di spesa, comprano ancora surgelati, latte uht, farina, pasta, riso, prodotti igienici, etc. Il fattore prezzo sarà sempre più un fattore e continueranno a crescere le vendite nei discount e nei negozi specializzati. Avremo una polarizzazione dei prezzi, con una domanda crescente sia sul basso sia sull’alto prezzo, e decrescente nella fascia media. E l’e-commerce continuerà a crescere anche se una parte significativa del territorio non è coperta. Analisi condivisa da Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma e specialist nel settore Food&Beverage.

(Parma, 2 settembre 2020) – E’partita  da Parma l’intesa tra le componenti della filiera agroalimentare per affrontare la ripartenza economica post Covid. I leader dell’industria alimentare, della grande distribuzione e dell’agricoltura si sono incontrati  a Cibus Forum (che è proseguito anche giovedì 3) avviando un dialogo con il Governo, rappresentato, [...]

3 settembre 2020 0 commenti

Faenza. Cambia la vendemmia con SOS QualiTec. Garantite l’idoneità delle uve e la materia prima.

Faenza. Cambia la vendemmia con SOS QualiTec. Garantite l’idoneità delle uve e la materia prima. In Emilia Romagna quest’anno la vendemmia strizza l’occhio alla tecnologia grazie all’introduzione della piattaforma SOS QualiTec, un servizio nato dalla collaborazione tra Cantina dei Colli romagnoli, Terre Cevico e Image Line, che permetterà la verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari nell’ottica di una maggiore tracciabilità e sostenibilità. La geolocalizzazione dei sopralluoghi tecnici e dei campionamenti delle uve per la costruzione delle curve di maturazione, nel corso degli anni, renderà possibile consultare i dati agronomici raccolti durante i sopralluoghi dell’intera stagione vegeto-produttiva e le analisi delle curve di maturazione, integrandoli con i dati climatici. I tecnici compileranno le schede di rilevazione vigneti in modo geolocalizzato sulla piattaforma informatica, rendendo accessibile questo patrimonio informativo a tutti gli attori della filiera.

Faenza, 27 agosto 2020 – In Emilia Romagna quest’anno la vendemmia strizza l’occhio alla tecnologia grazie all’introduzione della piattaforma SOS QualiTec, un servizio nato dalla collaborazione tra Cantina dei Colli romagnoli, Terre Cevico e Image Line, che permetterà la verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari nell’ottica di una maggiore tracciabilità [...]

27 agosto 2020 0 commenti

Cesena. Grandi numeri per Macfrut Digital. Gli spazi sold out, la presenza estera e i 600 buyer già iscritti.

Cesena. Grandi numeri per Macfrut Digital. Gli spazi sold out, la presenza estera e i 600 buyer già iscritti. Il dato più rilevante arriva dall’estero. Quasi un espositore su due è oltreconfine con la Cina leader assoluto in termini di presenze con ben 87 espositori, grazie alla collaborazione di ATPC (Agricultural Trade Promotion Center) l’ente di promozione del Ministero dell’Agricoltura che ha creduto in questo evento. Oltre alla Cina numerose collettive nel padiglione internazionale 'Country Pavilion' che si aggiunge ai nove previsti . Adesioni da Centro e Sudamerica (Colombia, Cile e Repubblica Domenicana), così come dall’Africa presente in modo massiccio anche a questa edizione digitale grazie agli stretti rapporti con Unido, Lab Innova, AICS. Tutto questo senza dimenticare l’Europa con presenze da Belgio, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Spagna e Svizzera. Numerose le adesioni anche dall’Est Europa (Albania, Bulgaria, Ucraina).Bene anche le presenze 'made in Italy' con la partecipazione dei principali player del settore, in particolare della produzione tanto da rappresentare il 47% del totale. Gli espositori avranno un canale privilegiato per 'dialogare' con i 600 buyer già registrati in piattaforma (550 esteri e 50 italiani) e organizzare incontri B2B. Fondamentale per la presenza dei buyer è stato l’apporto degli uffici di ICE - Agenzia distribuiti nel mondo e della rete di agenti esteri di Cesena Fiera.

Cesena (25 agosto 2020) – 530 moduli espositivi per 400 espositori (l’obiettivo di lancio erano 200 moduli per 150 espositori), iscrizioni sold out con aziende in lista d’attesa, una numerosa presenza straniera pari al 40%, 600 buyer già iscritti in piattaforma (550 esteri). Sono gli imponenti numeri della prima edizione [...]

25 agosto 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Cartoline dalla Romagna: nel Ravennate coinvolte 98 attività. Vini, aziende e territorio.

Emilia Romagna. Cartoline dalla Romagna: nel Ravennate coinvolte 98 attività. Vini, aziende e territorio. Il portale www.cartolinedallaromagna.it, da pochi giorni online e in continua implementazione, raccoglie in una mappa 100 cantine, i punti culturali d’interesse, quasi 200 ristoranti e 80 botteghe storiche e artigianali che ospitano i vini della Romagna e celebrano questa meravigliosa terra, tra il verde delle colline e l’azzurro del mare, passando dalla rigogliosa pianura. La mappa verrà via via arricchita di contenuti interattivi, per giungere alla possibilità di creare itinerari che leghino gusto, bellezza, arte e storia (in lavorazione e disponibili in autunno). Nel ravennate sono ben 98 le attività coinvolte.Dal 1962 il Consorzio Vini di Romagna riunisce cantine, aziende vinicole e produttori di vino allo scopo di tutelare la produzione della Romagna, sostenendo la qualità dei vini, l’equilibrio dei prezzi e la valorizzazione del prodotto e del suo territorio.

RAVENNATE. Cartoline dalla Romagna è un nuovo progetto del Consorzio Vini di Romagna che vedrà protagonisti i produttori romagnoli di vino. Il portale www.cartolinedallaromagna.it, da pochi giorni online e in continua implementazione, raccoglie in una mappa 100 cantine, i punti culturali d’interesse, quasi 200 ristoranti e 80 botteghe storiche e [...]

18 agosto 2020 0 commenti

Ravenna. Proseguono i lavori di Hera al canale Candiano. Potenziamento delle reti fognarie in area Darsena.

Ravenna. Proseguono i lavori di Hera al canale Candiano. Potenziamento delle reti fognarie  in area Darsena. La posa di un tubo fognario in polietilene della lunghezza di circa 250 metri che attraverserà il Canale ad una profondità di circa 24 metri dalla superficie: la realizzazione sarà eseguita con tecnologia TOC (Trivellazione orizzontale controllata), una modalità di posa sotterranea ‘senza scavo’, per la quale il Gruppo Hera ha sviluppato grande esperienzaSi tratta di un importante intervento infrastrutturale sull’area sinistra del Candiano, una delle tre zone in cui è suddiviso il progetto complessivo, che è finalizzato sia all’incremento della sicurezza idraulica sia al miglioramento ambientale di tutta l’area. Oltre alla realizzazione di nuovi tratti di rete e di sollevamenti fognari e al risanamento del canale Candiano, si prevede anche la posa dei portacavi della fibra ottica per il cablaggio di tutta l’ampia area a destra (sponda a sud) della Darsena. I lavori dovrebbero essere ultimati entro la fine del 2021. L’intero progetto comporta un investimento di oltre 8 milioni di euro, di cui oltre 7 finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (il cosiddetto ‘Bando Periferie’ del ministero dell’Economia sottoscritto nel 2017 dal sindaco di Ravenna Michele de Pascale, con l’allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, e oltre un milione da Romagna Acque Spa.

RAVENNA. Sono in fase di avvio i lavori Hera di attraversamento sotterraneo del canale Candiano, che fanno parte del cantiere, il cui primo stralcio è partito a metà giugno, per il potenziamento del nuovo sistema fognario dell’area Darsena di Ravenna. Si tratta della posa di un tubo fognario in polietilene [...]

12 agosto 2020 0 commenti

Forlì. Depositato il Pua di iniziativa privata. Per zona in fregio alle vie Bernardi e Medaglie d’oro.

Forlì. Depositato il Pua di iniziativa privata. Per zona in fregio alle vie Bernardi e Medaglie d’oro. Gli elaborati relativi al PUA sono depositati e possono essere visionati, previo appuntamento telefonico (0543 712278) nei seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.30 – martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Inoltre, tramite consultazione online sul portale della Rete civica comunale, nella sezione Amministrazione Trasparente – Amministrazione e governo del territorio – Atti di Governo – Unità strumenti attuativi e urbanizzazioni. Entro il 22 agosto 2020 chiunque può formulare osservazioni sui contenuti del PUA, indirizzandole al Servizio Urbanistica e Edilizia privata - Area servizi all'impresa e al territorio - del comune di Forlì, piazza Saffi 8, Forlì, le quali saranno valutate prima dell'approvazione definitiva.

FORLI’. L‘Amministrazione comunale informa che presso la segreteria del Servizio Urbanistica e Edilizia privata – Area servizi all’impresa e al territorio, è depositato il Piano urbanistico attuativo di iniziativa privata, con effetto di variante al POC, relativo ad un’area classificata nel PSC/POC  come ‘ Ambiti di ricomposizione e ridisegno urbano’, denominata [...]

10 agosto 2020 0 commenti

Cesena. Macfrut Digital è sold out. La Cina ha scelto la potenzialità Macfrut per promuoversi in Europa.

Cesena. Macfrut Digital è sold out. La Cina ha scelto la potenzialità Macfrut per promuoversi in Europa. Ai nove virtuali previsti nella fase di lancio, ne arriva un decimo dedicato agli espositori internazionali: 'Country Pavilion'. Alle numerose presenze dai cinque Continenti, infatti, si aggiunge una adesione massiccia dalla Cina. Lo Stato del Dragone si presenta alla kermesse digitale dell’ortofrutta forte di oltre 50 aziende in rappresentanza dei vari segmenti della filiera ortofrutticola, in particolare produzione. Più di 50 aziende cinesi parteciperanno alla Fiera con la loro ortofrutta fresca. I prodotti presentati sono mele, uva da tavola, pere e molti altri frutti come kiwi, pesche, frutti subtropicali come litchi e limoni, frutti tropicali come mango e arance. I buyer potranno trovare anche castagne, noci, nocciole, frutta secca oltre a peperoni, pomodori, patate e altri prodotti vegetali”. La delegazione cinese organizzerà anche un forum 'China-Europe Fruit Business' che sarà accessibile a tutti sul sito di Macfrut Digital previa registrazione.

Cesena (4 agosto 2020) – Macfrut Digital è sold out e aggiunge un nuovo padiglione virtuale. Ai nove previsti nella fase di lancio, ne arriva un decimo dedicato agli espositori internazionali, ‘Country Pavilion’. Alle numerose presenze dai cinque Continenti, infatti, si aggiunge una adesione massiccia dalla Cina. Lo Stato del [...]

4 agosto 2020 0 commenti

Forlì. Dal Consiglio via libera al potenziamento della distribuzione a fini irrigui delle acque del Cer.

Forlì. Dal Consiglio via libera al potenziamento della distribuzione a fini irrigui delle acque del Cer. Semaforo verde da parte del comune di Forlì alla realizzazione di un'opera di potenziamento per la distribuzione a fini irrigui delle acque del Canale emiliano romagnolo, a sostegno della produzione agricola di un'importante porzione del territorio comunale. L'assenso alla localizzazione dell'opera - che sarà eseguita dal Consorzio di bonifica della Romagna - è stato espresso all'unanimità nel corso dell'ultima seduta consiliare. Nel caso specifico, il territorio forlivese sarà interessato dal passaggio di una nuova condotta interrata di distribuzione dell'acqua ad uso irriguo della lunghezza di 1.200 metri a servizio della zona di San Mamante e Petrignone. Il progetto sarà sottoposto ad un procedimento d'intesa tra Stato e regione Emilia Romagna, dopo aver acquisito gli atti deliberativi degli Enti Territoriali interessati fra i quali appunto il comune di Forlì che ha provveduto con massima tempestività.

FORLI’. Semaforo verde da parte del comune di Forlì alla realizzazione di un’opera di potenziamento per la distribuzione a fini irrigui delle acque del Canale emiliano romagnolo, a sostegno della produzione agricola di un’importante porzione del territorio comunale. L’assenso alla localizzazione dell’opera – che sarà eseguita dal Consorzio di bonifica [...]

30 luglio 2020 0 commenti