Economia

 

Ravenna. Camera di commercio:34 le startup nate in piena pandemia. Giro d’affari di 13,9 mln di euro.

Ravenna. Camera di commercio:34 le startup nate in piena pandemia. Giro d’affari di 13,9 mln di euro. Il 65% delle nuove imprese – evidenzia lo studio della Camera di commercio - sono attive, in particolare, nella produzione di software, nella consulenza informatica e nella ricerca scientifica, ma a proteggere il genio innovativo ravennate sui mercati internazionali sono soprattutto le startup depositarie di brevetti oppure quelle titolari di software registrato, che costituiscono il 20% della consistenza complessiva delle startup innovative a fine 2021. Muovono complessivamente un giro d’affari di circa 13,9 milioni di euro, pari a circa 182.000 euro per azienda, e per circa il 12% sono guidate da ragazze e ragazzi con meno di 35 anni. Il capitale sociale medio si aggira intorno ai 68.000 euro, 29 hanno sede legale nella città capoluogo, 21 a Faenza, 8 a Lugo, 6 a Cervia e ad Alfonsine, 2 a Bagnacavallo e 1 nei comuni di Brisighella, Castelbolognese, Massalombarda e Riolo Terme. Tra i requisiti per essere startup innovative: la società deve essere costituita e svolgere attività d'impresa da non più di 60 mesi; il totale del valore della produzione annua della società, a partire dal secondo anno, non deve essere superiore a 5 milioni di euro; la società deve avere quale oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. Tra i vantaggi: minori oneri per la costituzione; rapporti di lavoro subordinato di più semplice attuazione; credito di imposta per ricerca e sviluppo; incentivi all’investimento; raccolta diffusa di capitali di rischio tramite portali online.

RAVENNA. Resilienza e adattamento, attitudine al digitale e allo smart working, elevate velocità e flessibilità nell’adattarsi ai cambiamenti improvvisi del mercato e un ottimo livello di competenze tecniche e informatiche: non c’è bisogno di essere una ’big tech’ per volare nel settore dell’innovazione. Negli ultimi 24 mesi le startup innovative [...]

16 febbraio 2022 0 commenti

Gragnano (Pc). Caro bollette. Federalimentare Giovani: ‘Misure insufficienti per l’ agroalimentare’.

Gragnano (Pc). Caro bollette. Federalimentare Giovani: ‘Misure insufficienti  per l’ agroalimentare’. Lo comunica in una nota Alessandro Squeri, dg di Steriltom, azienda leader nella produzione di polpa di pomodoro a livello europeo e presidente di Federalimentare Giovani. 'Da mesi - prosegue Squeri - le aziende stanno subendo aumenti incontrollati sia nei settori energetici, sia nell’acquisto delle materie prime, una condizione che rischia di paralizzare il comparto e che potrebbe incidere negativamente anche sul versante occupazionale. Le imprese della filiera – aggiunge – in molti casi stanno producendo in deficit ed è una condizione che alla lunga diventerà insostenibile. Alcune di esse, per sostenere gli aumenti dei costi, stanno ipotizzando di chiudere alcune linee produttive, uno scenario, che in un momento di ripresa economica, è assolutamente da evitare. Per sostenere l’agroalimentare - conclude Squeri - c’è bisogno di un ulteriore sforzo economico da parte del Governo che vada ad incidere positivamente sul caro bollette contenendo concretamente gli aumenti, e dando respiro alle imprese che per il 90% sono composte da PMI'.

  COMMENTO. “Le misure contenute nel DL Sostegni per contrastare il caro energia approvate dal Governo sono insufficienti per sostenere le 740mila aziende agricole e le oltre 70mila industrie alimentari che compongono il comparto agroalimentare italiano”. Lo comunica in una nota Alessandro Squeri, dg di Steriltom, azienda leader nella produzione [...]

24 gennaio 2022 0 commenti

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre un mld a stagione.

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre un mld  a stagione. Anche nella sessione invernale di gennaio 2022 - richiama il Sole24Ore - nel calcio mercato tengono banco prestiti e operazioni low coast. Per dirla semplice: nonostante i danni causati dalla pandemia, con stadi aperti al 100% solo in pochi Paesi, e introiti abbassati a livelli d'emergenza, c'è chi di tutto questo se ne sbatte altamente, come tanti giocatori e altrettanti agenti, che invece di ragionar come conviene in situazioni del genere altro non sanno che chiedere aumenti. In altre epoche sarebbero stati catalogati tra chi lucra sul dolore altrui. Tanto son fuor di senno, spie insospettabili d'un mondo che, nel suo complesso, anche se cerca di non farlo vedere, va perdendo ogni giorno di più la bussola. Il truce Kessie che per qualche corsetta in più batte i pugni sul tavolo non per il doppio ma per il triplo o il quadruplo; o il gentil Dybala che nonostante i suoi tanti 'ci sono non ci sono' come le luci dell'albero di Natale di ( soli) 7 mln annui netti non ne vuol sapere; o il coriaceo Brozovich che per quanto utile davanti a 7 mln netti manco t'ascolta; o il lunatico Perisic che allo scadere della sua avventura sui verdi campi da gioco ha ripreso a trotterellare esigendo però ( per continuare) un triennale di sostanza, con spiccioli compresi. Il tutto senza guardare fuori della finestra, donde giungono ( perfin) patetiche le levate d'orgoglio di gloriosi ex Panda qual Barca e Real oberati di debiti che, in questa, tutto possono fuorchè far finta di non averli; o irritanti, quanto le elargizioni a fondo perduto concesse da mamma Uefa ad una manciata di spendaccioni che per procurarsi introiti non fanno altro che tirar ( spensieratamente) nei cassetti degli Stati, Starelli o Accoliti loro. Ma soffermiamoci ancora un poco su quanto va documentando il prestigioso quotidiano economico. Sempre in breve: a non conoscere ribassi sono le commissioni versate dalle società ad agenti e procuratori. Provvigioni che ormai, alla faccia di chi furbo si crede, sono diventate fardello, pesante fardello, che ad altro non serve che a drenare risorse alle società di calcio, chi più chi meno, alla cannetta del gas.Ogni anno, al netto della pandemia, si può stimare un giro d'affari nazionali e internazionali di 1 mld di dollari. Il peso eccessivo è evidente se si pensa al fenomeno dei 'parametri zero' e dei giocatori ' d'alta fascia' che portano volontariamente a scadenza il contratto per firmare con altri club, ottenendo ingaggi elevati grazie al fatto che colui che acquista non deve pagare il costo del cartellino. Quel furbacchione dell'Insigne, ad esempio, ha firmato con il misconosciuto Toronto un contratto per oltre 10mln di dollari, senza far beccare al club che l'ha cresciuto manco un centesimo. Dicasi un centesimo. Stesso discorso si può fare per quei due furbacchioni del Messi e del Gigio trasferiti da svincolati al Psg re degli spendaccioni . A questo punto che altro fare se non lasciare perdere l'elenco di questa sorta di ' sombreri' per furbi, citando a mo' di chiusa il solo caso Vlahovic che sta per 'liberarsi' dalla tutela dell' infastidito Commisso a 'parametro zero' a due anni dalla scadenza del contratto. Bravo il club viola che ha proposto un decalogo per riformare il sistema delle procure. Bravo, certo, e finalmente, ma ci sarà qualcuno all'Uefa ( e dintorni) che troverà voglia e tempo per ragionar sul caso e mettere nero su bianco ? Nel 2021 si sono svincolati a 'parametro zero' 5 mila giocatori. Considerato che il livello medio dei trasferimenti a titolo oneroso è stato dal 2016 al 2021 di poco superiore ai 300 mila euro, se ne può dedurre che nel solo 2021 la prassi dei 'parametri zero' ha sottratto alla ( agonizzante ) industria del calcio ( più o meno ) un miliardo.Caspita! I soliti antichi direbbero: cui prodest?

CRONACA DAL DIVANO. ( dal 13 al 18 gennaio 2021). In breve: stanno diventando ‘strutturali’ i successi dello sport azzurro, che sembrano più segnali d’una novella rinascenza per un Paese che dell’antica rinascenza è strato centro e motore. L‘Armani del basket batte la capolista Barca, portandosi in zona finaliste del [...]

17 gennaio 2022 0 commenti

Milano. Focus Emilia Romagna sul rating di circa 7.100 Pmi con fatturato tra i 5 e i 50 mln di euro.

Milano. Focus Emilia Romagna sul rating di circa 7.100 Pmi  con fatturato tra i 5 e i 50 mln di euro. Qual è la fotografia del tessuto imprenditoriale emiliano romagnolo? Dall’Osservatorio di Studio Temporary Manager S.p.A., società specializzata nei servizi di temporary management, che ha elaborato i bilanci del 2020 depositati presso la Camera di commercio di oltre 7.100 imprese emiliano-romagnole[1] con fatturato tra i 5 e i 50 milioni di euro, ben il 38% presenta un rating a rischio. Un dato peggiore rispetto alla media nazionale e che pone la regione al 4° posto per valore percentuale critico insieme a Calabria e Liguria. Ma la fotografia reale delle imprese post pandemia si vedrà solo alla fine del definitivo sblocco dei licenziamenti e quando termineranno le moratorie garantite dallo Stato (31 dicembre 2021). Se ci si sposta poi a livello provinciale, tutti i territori continuano a mostrare segnali di sofferenza ma con valori variabili. In particolare, il rating con criticità maggiore si registra nelle province di Ferrara (46%), Ravenna (41%), Bologna (40%), seguite da Parma (38%), Rimini (37%), Piacenza (36%), Reggio Emilia (36%), Modena (36%), e Forlì-Cesena (34%).

 Milano, 15 dicembre 2021 – ( Riceviamo e pubblichiamo) A metà novembre è entrato in vigore l’istituto della ‘Composizione negoziata della crisi‘, uno strumento importante per aiutare le imprese in difficoltà. Qual è la fotografia del tessuto imprenditoriale emiliano romagnolo? Dall’Osservatorio di Studio Temporary Manager S.p.A., società specializzata nei servizi [...]

12 gennaio 2022 0 commenti

Cesena. Lo sviluppo di Macfrut spinge il fatturato a oltre 6 milioni di euro e con l’utile a 700mila euro

Cesena. Lo sviluppo di Macfrut spinge il fatturato a oltre 6 milioni di euro e con l’utile a 700mila euro I ricavi dell’esercizio 2021 superano i 6 milioni di euro con un utile netto che sfiora i 700mila euro. A trainare la crescita è lo sviluppo di Macfrut, fiera internazionale dell’ortofrutta svoltasi in Special edition nel settembre scorso, che non solo ha ottenuto un positivo apprezzamento da parte di operatori e pubblico, ma ha anche lanciato un nuovo modo di fare fiera. La crescita di Macfrut che rappresenta due terzi del bilancio dell’ente fieristico, ha permesso di investire nel quartiere fieristico di Cesena oltre 5 milioni di euro completamente autofinanziati negli ultimi 6 anni. Contestualmente è proseguita l’attività nel centro fieristico di Pievesestina per l’attività vaccinale ospitata nell’area polifunzionale, a cui si sono aggiunti la nascita della cittadella dello sport e la ripresa dal mese di settembre delle manifestazioni fieristiche e del centro congressi. Nel corso dell’Assemblea dei soci sono state presentate anche le strategie di medio periodo della società, la cui attività si svilupperà lungo due direttrici: internazionale, con la crescita di Macfrut (4-6 maggio 2022) e di Fieravicola che nel 2022 ospiterà l’International Poultry Forum; locale, con l’incremento dell’attività polifunzionale del quartiere fieristico già oggi adibito anche a centro vaccinale, drive through, cittadella dello sport, centro congressi e concorsi, e attività food con l’Arca dei sapori gestita dallo IAL (Istituto Alberghiero). Questa nuova vocazione multifunzionale del quartiere prevede, nel prossimo biennio, una riqualificazione estetica, energetica e funzionale dell’area che include anche le sale riunioni e gli uffici, per un investimento di circa 1 milione e mezzo di euro.

 Cesena (17 dicembre 2021) – Se il 2021 verrà ricordato come un anno difficile per il sistema fieristico causa il perdurare del Covid, di certo non lo è stato per Cesena Fiera che non solo va in controtendenza ma addirittura chiude l’annata con il migliore esercizio dei suoi 38 anni [...]

17 dicembre 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Servizi Art Er per dieci startup innovative.Bando, moduli e procedura per candidarsi.

Emilia Romagna. Servizi Art Er per  dieci startup innovative.Bando, moduli e procedura per candidarsi. Alle imprese selezionate saranno offerti servizi logistici e di supporto all’avvio e consolidamento delle attività. In particolare: disponibilità di spazi a uso ufficio per tre giorni a settimana. Le startup, inoltre, potranno accedere a postazioni dedicate con possibilità di utilizzo di rete wifi, utenze, stampante a colori, monitor e tastiera wireless, monitor di grande dimensioni per presentazioni , sale riunioni e area relax/angolo cucina. Nel corso degli anni, con un’accelerazione dovuta alla pandemia, i percorsi di supporto alle startup sono evoluti per poter rispondere in maniera sempre più efficace alle esigenze specifiche delle imprese. Dal mese di marzo 2021, Le Serre di ART-ER, hanno lanciato un modello di accelerazione, flessibile e caratterizzato da percorsi di accompagnamento personalizzati basati sull’integrazione di competenze. Oltre ai servizi logistici, le startup avranno a disposizione coach dedicati, formazione per lo sviluppo di business innovativi e potranno accedere ai servizi 'Pronti per l’investitore!' per l’analisi e valutazione del fabbisogno finanziario e 'Helpdesk Proprietà Intellettuale' per indicazioni sulla gestione della proprietà intellettuale nello sviluppo del business e per valutare strategie di tutela e valorizzazione della startup.

Bologna, 3 dicembre 2021 – Servizi e consulenza per la crescita e l’internazionalizzazione di startup innovative dell’Emilia Romagna. Questi gli obiettivi del nuovo bando di selezione ‘Le Serre di ART-ER Edizione 2021′, che offre spazi e servizi per lo sviluppo del business a un massimo di 10 startup innovative  con [...]

7 dicembre 2021 0 commenti

Cesenatico. ‘Cesenatico servizi’ cerca figure professionali. Al momento, tre operai specializzati.

Cesenatico. ‘Cesenatico servizi’ cerca figure professionali. Al momento, tre operai specializzati. Cesenatico servizi cerca tre profili da inquadrare a tempo indeterminato: un operaio specializzato responsabile della manutenzione degli impianti elettrici e allestimenti del Teatro comunale e Teatro all’aperto, assistenza elettrica alle manifestazioni comunali e addetto alla manutenzione degli impianti elettrici degli edifici comunali; un operaio specializzato responsabile della manutenzione della sezione galleggiante del Museo della Marineria; un operaio addetto alla manutenzione della Sezione galleggiante del Museo della Marineria. Gli interessati, in possesso di tutti i requisiti richiesti, potranno candidarsi per uno solo dei tre profili ricercati. Nel caso in cui un interessato presentasse la propria candidatura per più profili, sarà ritenuta valida solo l’ultima candidatura pervenuta, così come attestato dal sistema informatico. In caso di modifica della domanda, la stessa sarà considerata come presentata nella data ed orario corrispondenti all’ultima modifica.

Cesenatico, 20 novembre 2021. Cesenatico servizi cerca tre profili da inquadrare a tempo indeterminato:  un operaio specializzato responsabile della manutenzione degli impianti elettrici e allestimenti del Teatro comunale e Teatro all’aperto, assistenza elettrica alle manifestazioni comunali e addetto alla manutenzione degli impianti elettrici degli edifici comunali; un  operaio specializzato responsabile della [...]

23 novembre 2021 0 commenti

Lugo. Consegnate all’AM 14 macchine avio trasportabili. Sono 14 terne idrostatiche mod. VF10.33D Avio.

Lugo. Consegnate all’AM 14 macchine avio trasportabili. Sono 14 terne idrostatiche mod. VF10.33D Avio. Le nuove macchine si caratterizzano per l’elevata capacità operativa e per la possibilità di essere avio trasportate. Le specifiche esigenze di questo corpo, specializzato nel costruire e mantenere le strutture di volo dei reparti operativi, in tutti gli aeroporti militari del nostro Paese sono state quelle di individuare le caratteristiche e quindi bandire una gara internazionale. Le nuove 'Terne' sono macchine multifunzione e porta attrezzi dotate di quattro ruote sterzanti, oltre a diversi accessori: lame da neve, vomeri, frese neve, benne spazzatrici, martelli demolitori i principali. Le macchine militari prodotte dalla Venieri hanno la possibilità di essere impiegate rapidamente anche in teatri operativi in Italia e all’estero avendo la possibilità di essere trasportate sugli aerei cargo della 46° Aerobrigata di Pisa (gli Hercules C130J) svolgendo, così, supporto alle missioni di protezione civile e umanitarie in tutto il mondo.

LUGO. Venieri Spa si è aggiudicata la fornitura di 14 ‘Terne idrostatiche 4WS modello VF10.33D Avio‘ da destinare al Genio aeronautico militare italiano. Le nuove macchine si caratterizzano per l’elevata capacità operativa e per la possibilità di essere avio trasportate. Le specifiche esigenze di questo corpo, specializzato nel costruire e [...]

11 novembre 2021 0 commenti

Cesena. Festa: i dieci anni di Aster Coop. Presentata anche la nuova mensa aziendale interna.

Cesena. Festa: i dieci anni di Aster Coop. Presentata anche la nuova mensa aziendale interna. Per la Cooperativa sono intervenuti il presidente del Consiglio di sorveglianza, Carlo Dileo, il direttore generale Livio Nanino e il presidente Claudio Macorig. Nel corso della mattinata è stata presentata la nuova mensa aziendale interna, che è previsto entrare in funzione da mercoledì 27 ottobre. Il magazzino di Cesena dà lavoro a circa 250 persone, più di un quarto degli occupati totali di Aster Coop, grande cooperativa nazionale della logistica che esprime un valore della produzione di circa 44 milioni, raddoppiato rispetto al 2010. Nel suo intervento il Sindaco ha rimarcato il grande spirito di collaborazione che è stato costruito tra la cooperativa e le organizzazioni sindacali, complimentandosi con tutti i soci e i lavoratori per l’ottimo lavoro svolto, in particolare durante la pandemia. Il presidente di Legacoop Romagna Mario Mazzotti ha ricordato l’impegno del movimento cooperativo per dare stabilità al lavoro, tutelando il rispetto dei contratti e delle regole, all’interno di un dialogo costante con le organizzazioni sindacali e i committenti.

Cesena, 26/10/2021 – Martedì mattina  il sindaco di Cesena Enzo Lattuca si è recato in visita al magazzino di Coop Alleanza 3.0 a Pievesestina di Cesena. L’occasione è stata la breve cerimonia per i 10 anni di gestione da parte della cooperativa della logistica Aster Coop, associata a Legacoop. Erano [...]

26 ottobre 2021 0 commenti

Rubicone. Mostra: ‘ Il saper fare artigiano del Rubicone’. Alla 30^ edizione del Si Fest di Savignano.

Rubicone. Mostra: ‘ Il saper fare artigiano del Rubicone’. Alla 30^ edizione del Si Fest di Savignano. La Mostra presentata durante la 30^ edizione del SI FEST di Savignano prosegue il suo cammino in occasione della Fiera di San Crispino patrono della città di San Mauro Pascoli. Questa volta però verrà esposta come mostra diffusa; trentadue attività del centro storico di San Mauro Pascoli ospiteranno altrettante foto che omaggiano il mondo dell’artigianato della calzatura. CNA ti accompagna in un viaggio tra le imprese artigiane del distretto calzaturiero del Rubicone per fermare in uno scatto l’unicità del saper fare artigiano. Il tema della bellezza ci porta fuori dalle superfici, a pensare alle fondamenta delle cose. I protagonisti saranno i fotografi professionisti del territorio ed alcune imprese contoterziste del distretto calzaturiero. La volontà è quella di raffigurare complessivamente il 'saper fare' artigiano, che rappresenta un punto di eccellenza identitario del sistema imprenditoriale del nostro territorio.

San Mauro Pascoli, 22 ottobre 2021 – La Mostra presentata durante la 30^ edizione del SI FEST di Savignano prosegue il suo cammino in occasione della Fiera di San Crispino patrono della città di San Mauro Pascoli. Questa volta però verrà esposta come mostra diffusa; trentadue attività del centro storico di San [...]

22 ottobre 2021 0 commenti