Eventi

 

Ravenna. ‘Musicisti per la città, la città per i musicisti’, questo il senso del ‘Ravenna Live Music Party’.

Ravenna.  ‘Musicisti per la città, la città per i musicisti’, questo il senso del ‘Ravenna Live Music Party’. Organizzata da Jazz Network, assieme al Mama’s scuola di musica e alla Fondazione Ravenna manifestazioni, l’iniziativa nasce per dare spazio ai musicisti della città, una categoria professionale particolarmente provata dal blocco delle attività dello spettacolo della scorsa primavera. Ovviamente non potranno esserci tutti, ma quelli che si alterneranno sul palco raggruppati in diversi organici (dal solo al duo al quartetto) sono comunque davvero numerosi, ben 21: Luca Vassura e Luciano Titi (fisarmonica), Alessandro Rondinelli (chitarra, voce), Moris Pradella, Gio De Luigi, Serena Bandoli e Margherita Vannini (voce), Cico Cicognani (basso elettrico), Alessandro Scala (sassofoni), Matteo Scaioli (ambienti elettroacustici), Elena Majoni (violino), Marco Rosetti, Fabrizio Tarroni e Francesco Scardovi (chitarra), Federica Maglioni, ovvero Frida Split (pianoforte, voce), Gianluca Lo Presti, altrimenti noto come Nevica (voce, basso, elettronica), Andrea Fioravanti, Riccardo Pasini e Christian Ravaglioli (elettronica), Gabriele Bombardini (chitarra, elettronica), Stefano Calvano (batteria). Rondinelli farà anche da presentatore della serata, al fianco di Franco Costantini.

RAVENNA. ‘Musicisti per la città, la città per i musicisti’: è lo slogan che riassume il senso profondo del Ravenna Live Music Party, maratona concertistica che si terrà sabato 3 ottobre al Teatro Alighieri di Ravenna (inizio alle ore 20:30). Organizzata da Jazz Network, assieme al Mama’s scuola di musica [...]

22 settembre 2020 0 commenti

Ravenna. Classis: prorogata la mostra ‘Tesori ritrovati’. Doveva chiudere, arriverà al 20 dicembre.

Ravenna. Classis: prorogata la mostra ‘Tesori ritrovati’. Doveva chiudere, arriverà al 20 dicembre. L’esposizione, a cui il mensile Archeo ha dedicato un ampio ed approfondito servizio nel mese di agosto, prende il via dal ritrovamento fortuito di alcuni oggetti da mensa in argento scoperti a Cesena e nell’area archeologica dell’Antico Porto di Classe, fornendo un focus e una riflessione sulla ritualità del banchetto tardoantico. Attraverso il recupero e l’esposizione di due grandi piatti in argento provenienti da Cesena, si sviluppa un racconto sulla produzione di vasellame da mensa tardoantico e le rappresentazioni figurative di banchetto che circolavano tra le aristocrazie del tempo, derivate da modelli prestigiosi, funzionali a precise esigenze di affermazione e di esaltazione sociale. Nel caso del Tesoretto di Classe, costituito da sette cucchiai e una patera, che è parte integrante del percorso espositivo del Museo, è interessante notare le differenti incisioni riportate sulle posate, una delle quali è ornata con un monogramma inciso che comprende le lettere T E O D C ed è molto simile a quello rappresentato sulle emissioni monetali di Teodorico: tutto ciò ci fa intuire che l’ultimo suo possessore aveva assemblato oggetti eterogenei provenienti da servizi da tavola differenti, uno dei quali particolarmente illustre.

RAVENNA. L’esposizione, a cui il mensile Archeo ha dedicato un ampio ed approfondito servizio nel mese di agosto, prende il via dal ritrovamento fortuito di alcuni oggetti da mensa in argento scoperti a Cesena e nell’area archeologica dell’Antico Porto di Classe, fornendo un focus e una riflessione sulla ritualità del banchetto tardoantico. Attraverso [...]

18 settembre 2020 0 commenti

Emilia Romagna. ‘Una volta, c’era…’. Lo strappo del tempo. In partenza la stagione teatrale 2020-21.

Emilia Romagna. ‘Una volta, c’era…’. Lo strappo del tempo. In partenza  la stagione teatrale 2020-21. Una volta, c’era…: nella primavera di quest’anno, per effetto della pandemia che ha paralizzato l’intero pianeta, si è generato un improvviso strappo nel tempo, una ferita profonda si è aperta nella storia dell’umanità. Un mondo, il nostro, come eravamo abituati a percepirlo ogni giorno, c’era e ora non c’è più. Dentro questa emergenza generale, la comunità teatrale, fatta di artisti, spettatori e lavoratori, ha subito un vero e proprio shock perché ciò che è venuta meno a causa delle necessarie restrizioni in atto è l’essenza stessa di questa forma artistica: la presenza, la relazione.Il Teatro nazionale dell’Emilia Romagna si prepara ora a inaugurare la stagione invernale: insieme agli artisti con cui in questi anni ha intessuto relazioni e condiviso visioni e ai cittadini di Modena, Castelfranco Emilia, Vignola, Bologna e Cesena, dando segno tangibile della sua presenza e della sua funzione pubblica. Tuttavia rimarranno chiuse per lavori di ristrutturazione le sale del Teatro delle Passioni di Modena (ma sono in fase conclusiva i lavori per ultimare la nuova sede delle Passioni), e del Teatro Bonci di Cesena, che riprenderà la programmazione in sede a gennaio 2021.

EMILIA ROMAGNA. Una volta, c’era…: nella primavera di quest’anno, per effetto della pandemia che ha paralizzato l’intero pianeta, si è generato un improvviso strappo nel tempo, una ferita profonda si è aperta nella storia dell’umanità. Un mondo, il nostro, come eravamo abituati a percepirlo ogni giorno, c’era e ora non [...]

17 settembre 2020 0 commenti

Modena. Dal 18 al 20 settembre, rassegna ‘ Le macchine di Buster Keaton’. Con Festivalfilosofia.

Modena. Dal 18 al 20 settembre, rassegna ‘ Le macchine di Buster Keaton’. Con Festivalfilosofia. Le macchine appassionano Keaton, e nella sua opera si avverte con potenza questa fascinazione. Le macchine di Keaton sono sempre sue creazioni. Le macchine- casa, le macchine-battello, le macchine-treno, le macchine-nave, le macchine-cinema sono sue alleate proprio perché le inventa il personaggio. La macchina in Keaton è l' immenso, è il treno di The General sulla cui barra motrice Buster si lascia sollevare e abbassare, è il piroscafo di The Navigator che Buster deve condurre da solo, è la casa prefabbricata che Buster deve montare alla rovescia di One Week, è la cabina di proiezione di Sherlock Jr, è la cinepresa controllata da una scimmia di The Cameraman. Se le macchine si ribellano, è per un momento che trascende il personaggio in funzione del tutto, che è l'ingranaggio. I film di Keaton sono ingranaggi totali, in cui ogni elemento ha una funzione nel tutto ed è funzione del tutto. 'Le macchine di Keaton sono macchine senza madre allo stesso modo di quelle inutili di Picabia e Tinguely. Possono sfuggire al suo controllo, diventare assurde o esserlo fin dall'inizio, complicare ciò che è semplice. Non cessano però di servire una finalità segreta più alta, insita nella parte più profonda della sua arte: la riconciliazione tra la situazione e l'eroe, tra la amisuratezza della tecnologia e la piccolezza dell'uomo' (Gilles Deleuze).

MODENA. Il 18 settembre riapre finalmente i battenti sala Truffaut di Modena, naturalmente nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, e quindi con i posti praticamente dimezzati. Si tratta di una riapertura quindi difficile e faticosa, resa possibile anche dal contributo del Festivalfilosofia e a quello di Hera Group. Lo sforzo [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Bagnacavallo. Al museo civico delle Cappuccine, Fabrizio Dusi ‘ Insieme al mondo piangere, ridere, vivere’.

Bagnacavallo. Al museo civico delle Cappuccine, Fabrizio Dusi ‘ Insieme al mondo piangere, ridere, vivere’. Una mostra di Fabrizio Dusi allestita al Museo civico delle Cappuccine che fa riflettere sui temi che hanno scosso le coscienze nei giorni della pandemia. Distanze e solidarietà, barriere e contatti mancati, solitudine e sostegno reciproco. Artista, pittore e ceramista, che spazia da anni fra vari linguaggi, dalla scultura alle installazioni al neon, Dusi (nato a Sondrio, classe 1974, attivo a Milano) porta a Bagnacavallo un nucleo importante di lavori recenti e firma una monumentale installazione site-specific. Una grande scritta luminosa al neon scorrerà sulla facciata del Palazzo comunale. L'intervento si accenderà dal 19 settembre, nel tessuto della città, dipanando un messaggio ideale sotto le finestre neoclassiche e sopra la loggia affacciata su piazza della Libertà. «Insieme al mondo piangere, ridere, vivere» sono parole, tratte da una poesia di Rosita Vicari (curiosamente attribuita per molto tempo a Pablo Neruda), che toccano argomenti di grande attualità, come il distanziamento e, viceversa, il desiderio di tornare a riabbracciarci. All'indomani dell'emergenza sanitaria, il progetto artistico curato da Diego Galizzi e Chiara Gatti riporterà l'arte alla sua originaria funzione sociale e pedagogica. Arte come riflesso di un pensiero condiviso. Arte come fonte di stimoli, domande, riflessioni universali. Arte come messaggio e militanza, ma anche arte come presagio e sintonia con la storia.

BAGNACAVALLO. In occasione della Festa di San Michele, una mostra di Fabrizio Dusi allestita al Museo civico delle Cappuccine che  fa riflettere sui temi che hanno scosso le coscienze nei giorni della pandemia. Distanze e solidarietà, barriere e contatti mancati, solitudine e sostegno reciproco. Artista, pittore e ceramista, che spazia da [...]

10 settembre 2020 0 commenti

Rsm. La X edizione del Microfestival, venerdì 11 settembre – ore 21, in piazza della Pace a Montegiardino.

Rsm. La X edizione del Microfestival,  venerdì 11 settembre – ore 21, in piazza della Pace a Montegiardino. 'Ma per il nostro decimo compleanno, abbiamo dovuto reiventarci, farci carico della realtà che tutti noi abbiamo intorno' Antonio Ramberti, storico direttore artistico della rassegna sammarinese introduce così la decima edizione del microfestival, in programma venerdì 11 settembre – ore 21 in piazza della Pace a Montegiardino. L’evento si svolge con il patrocinio della Segreteria di Stato per l'Istruzione e Cultura, della Segreteria di Stato per il Turismo e della giunta di Castello di Montegiardino. Sul palco saliranno: Duo Bucolico, Vincenzo Vasi, Lucio Leoni, Giacomo Toni, Pepa Lopez, Crista, Teatro Patalò e Aronne Dell’oro, Guido Catalano e Roberto Mercandini. A presentarli e in una veste per lui inconsueta, un vero rappresentante del genius loci: il rapper autoctono del Titano, Irol. Come è tradizione per artisti in casa spazio per diverse forme d’espressione artistica. Un viaggio tra viaggio tra poesia e scrittura, interpretazioni teatrali, jazz, pop, folk, indie, alternative rock e comicità.

RSM ( MONTEGIARDINO). ‘Ma per il nostro decimo compleanno, abbiamo dovuto reiventarci, farci carico della realtà che tutti noi abbiamo intorno’ Antonio Ramberti, storico direttore artistico della rassegna sammarinese introduce così la decima edizione del Microfestival, in programma venerdì 11 settembre – ore 21  in piazza della Pace a Montegiardino. L’evento si [...]

10 settembre 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Festa della piadina. Eventi tra i più amati: cibo, cultura, tradizione e divertimento.

Bellaria Igea Marina. Festa della piadina. Eventi tra i più amati: cibo, cultura, tradizione e divertimento. La kermesse si è consolidata negli anni quale uno degli appuntamenti settembrini più attesi sul territorio: grazie ai suoi stand, alla gastronomia e ai momenti di intrattenimento collegati alla festa. Ma soprattutto grazie alla piadina, il ‘pane povero’ di Romagna: icona di un intero territorio, street food ante litteram che ha conquistato nel tempo anche i palati più raffinati e la cucina gourmet. Il tutto grazie ad innumerevoli combinazioni, dal pesce alla carne, dai formaggi alle verdure, fino ai sapori più dolci, molti dei quali potranno essere sperimentati presso le piadinerie distribuite lungo viale Paolo Guidi. Come detto, la Festa della piadina sarà tanto buon cibo, ma anche cultura, tradizione e divertimento. Così, tra una piadina, un bicchiere di vino ed una passeggiata tra le bancarelle, ci sarà anche tempo per ascoltare le irresistibili barzellette di Nevio Bedin, per assistere a show coocking e per ascoltare buona musica dal vivo. Il sipario si alzerà sulla festa venerdì pomeriggio, per poi proseguire sabato e domenica per tutta la giornata.

BELLARIA IGEA MARINA. Edizione numero diciassette della Festa della piadina a Bellaria Igea Marina: la manifestazione si svolgerà questo fine settimana, dall’11 al 13 settembre nel cuore della città, lungo tutta l’Isola dei Platani e coinvolgendo le vie limitrofe. La kermesse si è consolidata negli anni quale uno degli appuntamenti [...]

8 settembre 2020 0 commenti

Rimini. 71a Sagra musicale malatestiana: under 25 e over 70 gratis alle prove di Cecilia Bartoli.

Rimini. 71a Sagra musicale malatestiana: under 25 e over 70 gratis alle prove di Cecilia Bartoli. Mentre la piazza Cavour sarà allestita per consentire di assistere gratuitamente all’evento trasmesso in diretta su maxi schermo, il comune di Rimini ha pensato d’offrire ai ragazzi di età inferiore ai 25 anni e agli over 70 la possibilità di assistere gratuitamente alla prova generale del concerto di Cecilia Bartoli con Les Musiciens du Prince, che si terrà il giorno 15 settembre alle ore 20,30 al Teatro Galli. I posti saranno numerati. Si potranno prenotare non più di due biglietti a persona. Le prenotazioni si accetteranno fino ad esaurimento dei posti disponibili e potranno essere effettuate inviando una mail a sagramalatestiana@comune.rimini.it

RIMINI. Sarà un inizio del tutto speciale quello che attende il pubblico riminese il 16 settembre  quando alle ore 21, salirà sul palco del Teatro Galli Cecilia Bartoli accompagnata da Les Musiciens du Prince per il concerto inaugurale della 71a Sagra musicale malatestiana. Mentre la piazza Cavour sarà allestita per [...]

4 settembre 2020 0 commenti

Costiera Amalfitana. Tanti eventi in un’estate infinita e in grande sicurezza.Renzo Arbore e Uto Ughi.

Costiera Amalfitana. Tanti eventi in un’estate infinita e in grande  sicurezza.Renzo Arbore e Uto Ughi. I grandi eventi sono in Costiera amalfitana. Giovedì 3 settembre concerto di Renzo Arbore e l’Orchestra italiana ad Amalfi, in piazza Flavio Goioa, alle ore 21 e 30. Attenzione anche se c’è l’ingresso libero è comunque obbligatoria la prenotazione su www.go2.it La Costiera non si ferma e proseguendo in una stagione oltre ogni rosea aspettativa, punta adesso sul turismo settembrino e lo fa ancora una volta con eventi di grande qualità tra musica, teatro, libri. Ritorna Gustaminori con sorprese innovative. Di seguito i tanti e grandi eventi lungo la Costiera, in ordine cronologico.

AMALFITANA.  Giovedì 3 settembre – ore 21 e 30 – piazza Flavio Goia – Renzo Arbore con ‘L’orchestra italiana’ in concerto ad Amalfi per il Capodanno bizantino. Il grande violinista Uto Ughi, sempre giovedì, ma alle ore 19, è in concerto a Scala, piazza Municipio, per il IX CENTENARIO DELLA [...]

3 settembre 2020 0 commenti

Ravenna. Dante e la mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Che potrà ospitare anche due capolavori degli Uffizi.

Ravenna. Dante e la mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Che potrà ospitare  anche due capolavori degli Uffizi. Da Firenze a Ravenna per celebrare l’Alighieri: gli Uffizi prestano un celebre capolavoro di Giotto per la mostra 'Dante gli occhi e la mente. Le arti al tempo dell’esilio'. Si tratta del Polittico di Badia. Il grande museo fiorentino, nell’ambito di un accordo di collaborazione culturale con la città dov’è sepolto il sommo Poeta, concede anche il ‘San Francesco riceve le Stimmate’, prezioso dipinto del Maestro della Croce 434 e un’opera del 1854 di Annibale Gatti ‘Dante in esilio’. Seguendo le peregrinazioni del poeta, la mostra intende ripercorrere un ideale itinerario di immagini, una sorta di mappa delle sue conoscenze artistiche. Nelle opere di Dante e in particolare nella Commedia, infatti, la forza delle immagini e l’esperienza visiva ricoprono un ruolo centrale. Per la ricostruzione del ‘viaggio’ dantesco attraverso opere d’arte riconducibili ai luoghi dell’esilio, è necessario partire da Firenze, dove tutto ha inizio. L’origine fiorentina del poeta gli permise, infatti, di conoscere l’incalzante rivoluzione artistica nella sua città natale, che troverà proprio con Giotto, nella scoperta del vero e nella certezza dello spazio misurabile, una dimensione universale.

Ravenna, 31 agosto 2020. Due capolavori della pittura medievale, il celebre Polittico di Badia di Giotto e il ‘San Francesco riceve le Stimmate’ del Maestro della Croce 434 ed una tela del 1854 di Annibale Gatti ‘Dante in esilio’. Queste opere, custodite a Firenze, nella Galleria degli Uffizi, verranno concesse in [...]

1 settembre 2020 0 commenti