Giovani

 

Forlì. Pagine da ricordare: 24 marzo 1944, fucilati 5 ragazzi accusati di renitenza alla leva.

Forlì. Pagine da ricordare: 24 marzo 1944, fucilati  5 ragazzi accusati di renitenza alla leva. La fucilazione a Forlì venne eseguita immediatamente e ne furono vittime i fratelli Dino e Tonino degli Esposti nativi di Teodorano, Agostino Lotti di Galeata e dei civitellesi Massimo Fantini e Giovanni Valgiusti. Verso mezzogiorno caddero sotto il fuoco di un plotone d’esecuzione composto da giovani italiani, loro pari età, terrorizzati dal comando ricevuto. A vigilare su tutto un plotone di soldati tedeschi. I corpi furono caricati su un autocarro e portati al cimitero. Cominciava intanto a montare la rivolta dei forlivesi, in particolare delle donne che manifestarono sdegno e rabbia. La notizia ebbe vasta eco, destando ovunque un profondo sconforto e suscitando la rivolta delle donne che nei giorni seguenti bloccarono il lavoro nelle fabbriche e addirittura formarono un corteo che si mise in marcia e protestò al cospetto della caserma e sotto la Prefettura contro l’assassinio e per invocare la commutazione della pena inflitta ad altri dieci giovani già condannati all’esecuzione capitale per renitenza. La pena capitale fu commutata in detenzione, le industrie rimasero bloccate ancora un giorno, poi il lavoro tutto riprese ma nulla fu più come prima. Di fronte alla barbarie la città, con le donne in testa, aveva preso una posizione.

FORLI’. Pagine da non dimenticare. Il 24 marzo scorso l’Amministrazione comunale di Forlì  ha rivolto  il pensiero a quanto accadde 76 anni fa, quando nel 1944 nella caserma di via della Ripa le autorità militari fasciste condannarono a morte cinque ragazzi accusati di renitenza alla leva e diserzione. Un fatto drammatico che [...]

25 marzo 2020 0 commenti

Forlì-Cesena. Start Romagna: è stato definito il Piano del trasporto pubblico. Validità fino al 3 aprile.

Forlì-Cesena. Start Romagna: è stato definito il Piano del trasporto pubblico. Validità fino al 3 aprile. Da giovedì 26 marzo su tutto il territorio della provincia di Forlì – Cesena entra in vigore un servizio che coincide con quello abitualmente svolto nei giorni festivi. Domenica 29 il servizio sarà sospeso. Le linee che normalmente non avevano orario festivo non verranno eseguite. Sono garantite, secondo gli orari ‘festivi’, le linee di collegamento con gli Ospedali del territorio. Le modifiche saranno comunicate alla clientela tramite cartelli sui bus e alle principali fermate, tramite messaggi su paline ‘intelligenti’, sul sito internet www.startromagna.it, i social media ufficiali Facebook e Telegram, che Start Romagna invita a consultare. Si raccomanda alla clientela di osservare scrupolosamente la distanza minima interpersonale prevista dalle disposizioni nazionali, come ricordato dalle comunicazioni presenti a bordo dei mezzi. Start Romagna ringrazia tutto il personale in servizio per l’impegno profuso. Si ricorda, infine, che su tutti i mezzi in servizio viene svolta giornalmente, in aggiunta alla tradizionale pulizia, l’attività di sanificazione straordinaria da parte di società specializzate, mediante l’utilizzo di prodotti specifici.

FORLI’- CESENA. L’Amministrazione comunale informa che in osservanza alle direttive dettate dalle ordinanze della regione Emilia Romagna n. 39 del 16/03/2020 e n. 44 del 20/03/2020, Start Romagna comunica le variazioni che interesseranno il servizio di trasporto pubblico locale sul bacino di ForlìCesena. I provvedimenti entreranno in vigore [...]

25 marzo 2020 0 commenti

Lugo. Mostra su Facebook dell’Archivio storico. Vita cittadina dalla Guerra alla Liberazione.

Lugo. Mostra su Facebook dell’Archivio storico. Vita cittadina dalla Guerra  alla Liberazione. Da giovedì 19 marzo comincia il viaggio della mostra con gli 'Avvisi alla Città' tra il 1931 e il 1939. Tutti i lunedì e i giovedì fino al 9 aprile verrà pubblicata una selezione di alcuni tra i più interessanti 'Avvisi alla Città' che negli anni dal 1931 al 1944 hanno segnato la vita dei lughesi di allora. A partire invece da lunedì 13 aprile verranno pubblicati, nel giorno esatto in cui nel 1945 furono prodotti e/o affissi, gli 'Avvisi alla Città' che hanno accompagnato i lughesi nel ritorno alla normalità della vita quotidiana. Saranno fruibili complessivamente più di 200 documenti. La mostra è visibile anche a chi non ha un profilo Facebook. Per 'visitarla' basta andare sul sito www.comune.lugo.ra.it, cliccare sulla sezione 'Guida Ai Servizi' e poi sulla pagina 'Archivio Storico' (nella colonna a sinistra), dove è disponibile il link per accedere ai contenuti della mostra.

LUGO. È iniziata lunedì 16 marzo la mostra ‘1945: finalmente liberi!’, inedita iniziativa dell’Archivio storico di Lugo, che pubblica da oggi sulla sua pagina Facebook una serie di “Avvisi alla Città” che hanno segnato la vita dei lughesi prima della Seconda guerra mondiale e dopo la Liberazione. La mostra permette [...]

17 marzo 2020 0 commenti

Faenza. Covid 19: controlli della Polizia locale. 516 esercizi controllati e 124 persone fermate in strada.

Faenza. Covid 19: controlli della Polizia locale. 516 esercizi controllati e 124 persone fermate in strada. Nel weekend appena trascorso sono stati 516 gli esercizi commerciali controllati e 124 le persone fermate per strada per verificare le motivazioni per le quali si trovavano in quel momento fuori di casa. Se gli esercizi commerciali, compresi bar e locali di ristorazione sono risultati generalmente in regola, salvo alcune incomprensioni prontamente risolte, sono state invece 2 le persone denunciate per la palese violazione della norma che impone di restare a casa tranne che per motivi di necessità o di lavoro, inoltre, 20 autodichiarazioni sono state trasmesse alla polizia giudiziaria per verificarne la veridicità. Nei prossimi giorni i controlli, non solo proseguiranno, ma verranno intensificati. Si ricorda quindi alla cittadinanza di osservare tutte le prescrizioni contenute nei decreti del Governo e nelle ordinanze regionali.

FAENZA.  È un impegno massiccio quello messo in campo in questi giorni dalla Polizia locale dell’Unione della Romagna faentina per verificare il rispetto delle misure anti coronavirus contenute nei decreti emanati dal Governo e dagli Enti locali.  Nel weekend appena trascorso sono stati, infatti, 516 gli esercizi commerciali controllati e 124 le [...]

16 marzo 2020 0 commenti

Forlì. Illuminazione pubblica: lavori sulle tesate in centro storico. Sono 21 le strade interessate all’intervento.

Forlì. Illuminazione pubblica: lavori sulle tesate in centro storico. Sono 21 le strade interessate all’intervento. L’ass.re ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani entra nel dettaglio del progetto: 'Gli interventi riguarderanno le seguenti strade: via Cornelio Gallo, via del Pozzo, via Carlo Cattaneo, via Giovita Lazzarini, via Battuti Verdi, via Tommaso Zauli Saiani, via Bacillina, via Fattona, via Cia Degli Ubaldini, via Castello, via S.Anna, via Giordano Bruno, via Tartagni, via Moroni,via Reggiani, via Palmezzani, via Albicini, via Romanello, via Mastro Pedrino, via Sigismondo Marchesi e via Ciceruacchio. Una 'tesata tipo' – spiega Cicognani - è costituita da un cavo d’acciaio fissato attraverso appositi ganci ai due muri (o ad un muro ed un palo) opposti della strada. Al cavo d’acciaio è sospeso il corpo illuminante, mediante apposito accessorio da sospensione. La loro sostituzione è dettata da ragioni di efficientamento energetico e di salvaguardia dell’illuminamento, oltre al fatto che la maggior parte di esse sono state realizzate parecchi anni fa e risultano pertanto in buona parte arrugginite. I lavori, compatibilmente con i disagi dettati dal Coronavirus, proseguiranno per un periodo complessivo di circa tre settimane e verranno eseguiti cercando di limitare al massimo i disagi alla popolazione'.

Forlì, 16 marzo. “Sono iniziati in questi giorni i lavori di sostituzione delle tesate con relativi corpi illuminanti dislocate nel nostro centro storico”. Ad annunciarlo è l’ass.re ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani che  entra nel dettaglio del progetto: “Gli interventi riguarderanno le seguenti strade: via Cornelio Gallo, via del Pozzo, [...]

16 marzo 2020 0 commenti

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare.

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare. ' Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le cui attività sono state sospese a seguito degli ultimi provvedimenti di carattere regionale. Volendo compensare il vuoto venutosi a creare con la chiusura dei centri diurni, ci siamo attivati da un lato con l'assistenza domiciliare per anziani di almeno un paio d’ore al giorno, dall’altro con la predisposizione di un pacchetto di posti di sollievo da riservare nelle prossime settimane agli utenti la cui gestione presso il proprio domicilio non sia possibile. Allo stesso modo abbiamo attivato l’erogazione, da parte degli stessi operatori dei centri diurni, del servizio domiciliare di assistenza per i casi più complessi di persone affette da disabilità. Infine – aggiunge l’ass.re Tassinari – grazie alla disponibilità dell’associazionismo di volontariato del nostro Comune, abbiamo messo in moto un servizio di consegna della spesa a domicilio, riservato alle persone anziane, per venire incontro alle limitazioni sulla mobilità imposte dall’ultimo Dpcm. Chi volesse usufruirne può contattare lo sportello sociale del nostro Comune al numero 0543712888 o tramite mail: sportellosociale@comune.forli.fc.it. Segnalo infine la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Federfarma e la Croce Rossa per la consegna gratuita dei farmaci a domicilio. Tutte queste iniziative, che rientrano in un quadro più ampio e complesso di politiche assistenziali promosse da questa Amministrazione per soccorre gli anziani, le famiglie dei centri diurni, gli indigenti e le categorie più fragili del nostro Comune'.

Forlì, 13 marzo. Per far fronte agli effetti della crisi di natura socio-assistenziale, innescata dal Coronavirsu, l’assessore al Welfare Rosaria Tassinari, in sinergia con i competenti servizi comunali, ha predisposto un piano di misure straordinarie per i più deboli. COMMENTO. “Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le [...]

13 marzo 2020 0 commenti

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento.

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento. Un provvedimento che ha lo scopo di evitare qualunque fenomeno di assembramento di persone e per assicurare il mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro così come disposto e raccomandato da tutti gli ultimi provvedimenti del Governo per il contrasto, contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19. In particolare si tratta le aree ora off limits sono Parco Briolini, Parco Saverio Laureti, Parco Giovanni Paolo II, Parco Fabbri, Parco Olga Bondi, Parco Alcide Cervi, Parco Renzi Madre Elisabetta, Parco Maria Callas, Parco Federico Fellini (Ex Parco Dell'indipendenza), Parco Xxv Aprile, Parco Europa, Parco Murri, Parco Don Tonino Bello, Parco Iqbal Masih, Parco Samuel Hahnemann, Parco Pirzio Biroli Luigi, Giardino I Ragazzi Del Parsifal, Parco Sandro Pertini, Parco Lucio Battisti, Parco Hugo Pratt, Parco Alberto Sordi, Giardini Silver Sirotti, Giardini Vittime Delle Foibe, Parco Alfredo Clementi, Parco Enrico Petrucci, Parco Marcovaldo, Parco Gianni Rodari, Parco Ezio Camuncoli, Parco I Ragazzi Della Via Pal, Parco Il Piccolo Principe, Giardini Don Luigi Sturzo, Parco Caduti Nei Lager 1943-1945, Parco Luciano Bologna, Giardini Fratelli Padovani, Parco Maria Rosa Pellesi, Parco delle Crocerossine. L’ordinanza prescrive anche il divieto di utilizzo delle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini, degli impianti sportivi a libera fruizione, presenti all’interno di parchi e giardini pubblici, nonché sulle spiagge.

RIMINI. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha firmato l’ordinanza con cui fino al 3 aprile 2020, è disposto il divieto di accesso a tutti i parchi e giardini pubblici comunali, in qualunque forma di assembramento e comportamento che costituisca violazione dell’obbligo di mantenere tra le persone una distanza di [...]

13 marzo 2020 0 commenti

Lugo. Biblioteca disponibile (anche) a distanza. I prestiti dei libri tutti prorogati fino al 3 aprile.

Lugo. Biblioteca disponibile (anche) a distanza. I prestiti dei libri tutti prorogati fino al 3 aprile. La biblioteca 'Fabrizio Trisi' di Lugo rimarrà chiusa al pubblico fino al 3 aprile, ma il personale resta a disposizione dei cittadini. I bibliotecari sono infatti disponibili per rispondere alle richieste di informazione, aiutare i lettori nell'utilizzo dei servizi digitali e per ricercare informazioni utili per tutta la comunità. L’attività della Biblioteca non finisce qui. Sulle pagine Facebook ed Instagram e sul canale YouTube la Trisi continuerà a essere vicino ai suoi lettori con consigli di lettura, suggerimenti per ascoltare buona musica, audiolibri e tanto altro. Chi lo desidera può contattare la Biblioteca dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 12.30 al numero 0545 38556, oppure inviare una mail a trisi@comune.lugo.ra.it. Per la sezione ragazzi è possibile scrivere a trisiragazzi@comune.lugo.ra.it o inviare un messaggio sulla pagina Facebook della Biblioteca. I prestiti dei libri sono stati tutti prorogati fino al 3 aprile.

LUGO. Per contrastare la diffusione del Coronavirus la biblioteca ‘Fabrizio Trisi‘ di Lugo rimarrà chiusa al pubblico fino al  3 aprile, ma il personale resta a disposizione dei cittadini. I bibliotecari sono infatti disponibili per rispondere alle richieste di informazione, aiutare i lettori nell’utilizzo dei servizi digitali e per ricercare [...]

12 marzo 2020 0 commenti

Rimini. Controlli esercizi pubblici e commerciali.Verifica della Polizia locale su chiusure e assembramenti.

Rimini. Controlli esercizi pubblici e commerciali.Verifica della Polizia locale su chiusure e assembramenti. Controllo scrupoloso di tutto il territorio nella giornata di martedì 10 eseguito dalla Polizia Locale per assicurare il rispetto delle disposizioni ministeriali e regionali, che prevedono la chiusura degli esercizi pubblici e commerciali dopo le ore 18 e gli assembramenti dei cittadini. La verifica, estesa in tutte le aree della città, da nord a sud e dal centro alle zone del forse, è stata fatta da 6 pattuglie ed ha coinvolto 12 agenti che si sono aggiunti all’imponente dispositivo interforze, messo in campo, su tutto il territorio comunale, da tutte le Forze dell’ordine. Durante il servizio, da cui è emerso un diffuso e sostanziale rispetto di tutte le disposizioni previste per contenere l’emergenza legata alla diffusione del Covid19, sono state controllate 60 persone, 51 esercizi pubblici e commerciali e un ufficio postale. Gli agenti in oltre hanno acquisito 15 autocertificazioni che i cittadini hanno reso sui moduli prestampati in dotazione alle forze di polizia. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi.

RIMINI. E’ stato un controllo scrupoloso di tutto il territorio, quello che nella giornata di martedì 10 ha eseguito la Polizia Locale per assicurare il rispetto delle disposizioni ministeriali e regionali,  che prevedono la chiusura degli esercizi pubblici e commerciali dopo le ore 18 e gli assembramenti dei cittadini. La [...]

11 marzo 2020 0 commenti

Cesenatico. Nuovo Ufficio relazioni con il pubblico (Urp). Con numerosi servizi specialistici e dedicati.

Cesenatico. Nuovo Ufficio relazioni con il pubblico (Urp). Con numerosi  servizi specialistici e dedicati. I cittadini che si rivolgono all’Urp saranno indirizzati al punto accoglienza e informazioni che riceve, orienta, informa a seconda della richiesta. Sono presenti 10 postazioni (di cui 1 postazione web in fase di programmazione ad uso e consumo degli utenti), in un unico grande ambiente, in grado di erogare numerosi servizi comunali; inoltre è disponibile uno spazio per l’attesa del proprio turno. I principali servizi che verranno erogati dagli sportelli polifunzionali saranno la ricezione di documenti cartacei da protocollare (è confermato il servizio di protocollazione immediata con rilascio ricevuta), la gestione delle segnalazioni telefoniche e di front office con il supporto della nuova piattaforma Comuni-chiamo, la ricezione e protocollazione 'comunicazioni di ospitalità' e 'cessioni di fabbricato', la consegna cartelle Equitalia e atti giudiziari; ancora, il rilascio dei contrassegni sosta e circolazione per disabili, il rilascio dei Bollini rosa, la gestione degli oggetti smarriti/rinvenuti (verbali di rinvenimento, restituzione documenti ai proprietari se reperibili, consegna periodica oggetti rinvenuti a economato); l’inserimento delle richieste di allerta ricevute allo sportello o via mail, sulla piattaforma Alert System; verrà inoltre fornito supporto al cittadino per istanze da completare on line e con l’utilizzo di spid. Tra le novità è prevista la gestione dell’agenda degli appuntamenti per sportelli specialistici interni ed esterni. Presso l’Ufficio relazioni con il pubblico, infatti, sono attivi gli uffici specialistici TARI e Pubblicità e Affissioni che saranno aperti al pubblico nei seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 10.00 alle 13.00, martedì dalle 15.30 alle 17.00, venerdì dalle 8.30 alle 13.00.

CESENATICO. Ha aperto le porte nella mattinata di lunedì 9 il nuovo ufficio Relazioni con il pubblico (URP) del comune di Cesenatico. La nuova sede, completamente rinnovata, con spazi più ampi e arredi nuovi ha il carattere di uno sportello polifunzionale che offre servizi diversificati e dedicati. I cittadini che [...]