Giovani

 

Forlì. Analisi e verifica in merito alla chiusura al traffico del viadotto ‘Puleto’, superstrada E45.

Forlì. Analisi e verifica in merito alla chiusura al traffico del viadotto ‘Puleto’, superstrada E45. In particolare il presidente Fratto e i tecnici della provincia di Forlì-Cesena hanno fatto il punto sugli effetti che tale provvedimento determina sulla viabilità provinciale interessata dai percorsi alternativi. E' emerso che i tratti di strada provinciale interessati, in caso di utilizzo protratto nel tempo, non sono adeguati a sostenere gli incrementi di volumi di traffico registrati in questa prima fase. A tale fine l'Amministrazione provinciale effettuerà un attento monitoraggio per poter valutare l'adozione delle misure necessarie, quali apposite limitazioni di transito e interventi manutentivi o di ripristino. Date le note difficoltà finanziarie delle Province, è evidente che tali interventi non potranno gravare solo sul bilancio dell'Ente. Venerdì 18 gennaio il presidente Fratto, all'incontro promosso dall'Unione dei Comuni Valle del Savio per valutare congiuntamente agli altri Enti interessati le ricadute sul nostro territorio e le iniziative da assumere con il coinvolgimento della Regione nei confronti del Governo. A questo scopo i Parlamentari locali hanno potuto fornire un prezioso contributo.

FORLI‘. Nell’ambito della commissione convocata in vista del Consiglio provinciale, tenuta  venerdì 18 gennaio, è stata effettuata una prima analisi e verifica in merito alla situazione di grave emergenza causata dal sequestro e dalla chiusura al traffico veicolare del viadotto ‘Puleto’ sulla superstrada E45, disposto dalla Procura di Arezzo. In [...]

19 gennaio 2019 0 commenti

Rimini. Piadine e ‘grissinotti’ ai grani antichi. Farine recuperate e i prodotti della comunità ‘San Patrignano’.

Rimini. Piadine e ‘grissinotti’ ai grani antichi. Farine recuperate e i prodotti della comunità ‘San Patrignano’. La cooperativa agricola 'Valmarecchia Bio Natura', costituita da agricoltori dell’entroterra riminese che insieme raggiungono un totale di 300 ettari di terreno, si è impegnata nella riscoperta dei grani antichi, varietà del passato che non hanno subito modificazioni da parte dell'uomo per aumentarne la resa. A seguito di un lavoro di ricerca e sperimentazione, la cooperativa ha recuperato dieci diverse varietà di grano antico , delle quali ne sono state scelte tre, il Rieti, il Mentana e il Verna, con le quali ha dato vita ad una farina biologica macinata a pietra dal sapore unico. Un progetto di recupero di cereali antichi che ha trovato grande sostegno in Coop Alleanza 3.0 che si è prodigata per far sì che la filiera fosse completa, aiutando la cooperativa a trasformare i grani in un prodotto confezionato per il cliente. Partner sinergico la comunità San Patrignano e la sua attività di panificazione, una realtà in grado di unire un’attività dall’alto valore sociale e formativo ad una produzione artigianale di qualità. Una nuova avventura in cui i ragazzi della comunità si sono gettati con grande entusiasmo sperimentando varie tipologie di prodotto. Sono nati così due prodotti che esaltano la territorialità e il gusto dell’entroterra romagnolo, la piadina e i 'grissinotti' ai grani antichi.

VALMARECCHIA. Un progetto che parla di gusto, di storia, di recupero, di unione e valorizzazione del territorio. E’ Grani antichi Valmarecchia, lanciato dalla cooperativa agricola Valmarecchia Bio Natura, dalla Comunità San Patrignano e Coop Alleanza 3.0 che si è impegnata nella valorizzazione e commercializzazione dei prodotti nati dalla filiera corta [...]

18 gennaio 2019 0 commenti

Cesena. Blocco dell’E45: l’ Unione Valle Savio chiede interventi urgenti per riaprire la circolazione.

Cesena. Blocco dell’E45: l’ Unione Valle Savio chiede interventi urgenti per riaprire la circolazione. Dopo l’appello rivolto ieri al presidente del Consiglio Conte e al ministro delle Infrastrutture Toninelli, l’Unione Valle Savio torna a chiedere, per bocca del presidente Paolo Lucchi e del vice presidente Marco Baccini, interventi di somma urgenza per consentire al più presto la riapertura dell’arteria stradale. E' in arrivo a Cesena arriverà il presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini per discutere della grave situazione prodotta dalla chiusura della superstrada con i Sindaci del territorio, il presidente della provincia di Forlì-Cesena, le associazioni d’impresa (Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confindustria) e le organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil) del territorio e della regione, in un incontro a cui è stata invitata anche l’Anas. Intanto, venerdì 18, alle ore 13, il presidente della regione Emilia Romagna Bonaccini è al comune di Cesena per incontrare sindacati e organizzazioni di categoria del territorio e valutare insieme a loro le misure urgenti e necessarie da mettere in campo per affrontare la grave situazione. Insieme a lui ci saranno anche i sindaci dell’Unione Valle Savio e il presidente della provincia di Forlì-Cesena. E’ stato lo stesso presidente Bonaccini, coinvolto dai Sindaci dell’Unione, a volere questo incontro, per il quale ha chiesto la partecipazione anche di rappresentanti dell’Anas.

CESENA. Prosegue la mobilitazione al capezzale dell’E45, dopo il sequestro del viadotto Puleto per ‘criticità strutturali’. Dopo l’appello rivolto ieri al presidente del Consiglio Conte e al ministro delle Infrastrutture Toninelli,  l’Unione Valle Savio torna a chiedere, per bocca del presidente Paolo Lucchi e del vice presidente Marco Baccini, interventi [...]

18 gennaio 2019 0 commenti

Non solo sport. Con la Brexit, GB sempre più nel caos. Altra Coppa alla Signora. Vola da Sarri, il Pipita.

Non solo sport. Con la Brexit, GB sempre più nel caos. Altra Coppa alla Signora. Vola da Sarri, il Pipita. Con 325 voti contro 306 la signora May resta in sella. Si fa per dire. Perchè la sua maggioranza è ora una inezia, in più dovrà convincere l'Europa a concederle più tempo per ' rivedere' l'intesa. Mal digerita da buona parte dell'agone politico britannico. Mentre il nuovo referendum chiesto a gran voce dall'opinione pubblica resta ( al momento) solo teorico. La May è passata con la manciata di voti di una piccola formazione nordirlandese. Il risultato scongiura il caos, ma le strade da intraprendere ora sono poche e obbligate. Cosa succede con la Brexit? La data del 29 marzo pv giorno in cui la Gb dovrebbe staccarsi dall'Ue, è dietro l'angolo, mentre non è disponibile un piano B, almeno per ora. Occorre dunque posticipare l'uscita. Forse a fine luglio, ma nessuno la può garantire. I laburisti traccheggiano indecisi. Corbyn, invece, contrario all'Europa della finanza, balla tra due fuochi: quello dell'elettorato giovane ( over 30) e vecchio ( over 50). I primi guardano al futuro, i secondi al passato. La quaestio alla frontiera tra Irlanda e Irlanda del Nord inoltre non ha soluzione. Quel che potrebbe creare fa venire il mal di testa. Si torna allora al voto? Il Regno Unito può revocare la richiesta di uscire dalla Ue. Certo. Ma sarebbe un atto antidemocratico, visto che ha avuto l'avvallo di oltre il 51% degli elettori. Un secondo referendum resta invece ( teoricamente) possibile, ma servono ' passaggi' tecnico-politici da brivido. Al momento, di difficile realizzazione, anche se 71 parlamentari laburisti ( il partito della May) hanno chiesto ufficialmente una seconda consultazione. Che, a quanto si orecchia, troverebbe ( facile) maggioranza per rispedire la May ad altre faccende affaccendata. Nel frattempo non felice futuro potrebbero trovare i 700/800 mila italiani che lavorano in GB. Qualche migliaio di loro è già tornato a casa. A dicembre il governo May ha pubblicato un ' Libro bianco' sull'immigrazione, con i nuovi criteri d'ingresso. L'obiettivo è quello di ridurre drasticamente gli arrivi, comprimendo la presenza a poche migliaia l'anno. Così si guarda innanz. Così s'opera in quel d' Albione, la perfida Albione, dove per qualche atavica regoletta si giocan le sorti del Vecchio Continente, che più 'vecchio'di così ( forse) non è mai stato.

LA CRONACA DAL DIVANO.   Supercoppa italiana,  sì ma solo per le polemiche.  In realtà si è trattato di uno  di quei momenti agonistici ( sulla carta)  scontati. Se l’è aggiudicato ( manco dirlo) davanti a 62 mila spettatori festanti la Signora ( gol di Cr/) scornando  il Diavolo, il povero Diavolo sedotto e abbandonato dal Pipita, che ( con Lara,  [...]

17 gennaio 2019 0 commenti

Delta del Po. Un bando per piccole e medie imprese turistiche. Promuovere, rilanciare, innovare.

Delta del Po. Un bando per piccole e medie imprese turistiche. Promuovere, rilanciare, innovare. L'obiettivo del bando promosso dal Gal delta 2000 in ambito territoriale turistico. Le imprese che vorranno partecipare ed essere ammesse al contributo dovranno predisporre progetti di costruzione e promo commercializzazione del brand turistico 'Delta del Po' in un’ottica interterritoriale e multi prodotto. Il bando è rivolto a società, consorzi definiti come micro e piccole imprese, associazioni Temporanee di Impresa (A.T.I.) o di scopo (A.T.S.), attivi come agenzie di viaggio, uffici di informazioni sul turismo locale e sugli alloggi per turisti, guide e accompagnatori turistici o in altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio, tour operator. I progetti saranno sostenuti nella misura del 40% della spesa ammissibile in regime 'de minimis' con un importo minimo ammissibile pari a 20 mila euro e un importo massimo che può raggiungere i 100 mila euro.

EMILIA ROMAGNA. IL BANDO. ”Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonchè l’occupazione” è l’obiettivo del bando promosso dal Gal delta 2000 in ambito territoriale turistico. Le imprese che vorranno partecipare ed essere ammesse al contributo dovranno predisporre progetti di costruzione e promo commercializzazione del brand turistico [...]

16 gennaio 2019 0 commenti

Forlì. Aperta dal m° Bonato la stagione musicale al ‘ Fabbri’. Con la 1a e 4a Sinfonia di Bethoven.

Forlì. Aperta dal  m° Bonato la stagione musicale al ‘ Fabbri’. Con la  1a e 4a Sinfonia di Bethoven. Al via la stagione musicale di Forlì 2019 inaugurata martedì 15 gennaio, al teatro Diego Fabbri, con uno dei più promettenti e giovani direttori d’orchestra del panorama internazionale, Alessandro Bonato. Bonato, vincitore del 3° premio assoluto alla The Nicolai Malko Competition for youngconductors 2018

FORLI‘. Ha preso  il via la stagione musicale di Forlì 2019  inaugurata  martedì 15 gennaio al teatro Diego Fabbri con uno dei più promettenti e giovani direttori d’orchestra del panorama internazionale, Alessandro Bonato. Ventitreenne, 3° premio alla ‘The Nicolai Malko Competition for young conductor 2018′, unico italiano selezionato tra i 566 [...]

16 gennaio 2019 0 commenti

Rimini. A scuola senza zaino: 3 scuole, 5 classi e 140 alunni già coinvolti. Esempio ‘Montessori’.

Rimini. A scuola senza zaino: 3 scuole, 5 classi e 140 alunni già coinvolti. Esempio ‘Montessori’. perimentazioni attivate grazie all'impegno congiunto dell'Amministrazione comunale (che provvede a fornire l'arredamento e gli strumenti didattici necessari), le scuole, che mettono a disposizione i propri spazi, e le insegnanti che, autonomamente, decidono di investire energie, tempo e professionalità a servizio di un nuovo modo di concepire e vivere l'esperienza scolastica. Un progetto dunque che in poco più di due anni ha visto più che raddoppiate sia le scuole che gli alunni coinvolti. A questi vanno aggiunti quelli che potranno presto attivarsi negli spazi già previsti in fase progettuale nella nuova scuola elementare Montessori. Una scuola che nascerà dunque già predisposta a questo nuovo orizzonte didattico. Oltre alla scuola senza zaino, inoltre, nella nuova Montessori sono già previsti spazi, strumenti e arredo specifico per alunni con forme di autismo, la cui progettazione è portata avanti insieme alle Associazioni di famigliari. Spazi pensati come luoghi di approfondimento didattico e ponte potenziato verso una piena integrazione in classe.

RIMINI. La sperimentazione del progetto ‘Scuole senza zaino‘, che prevede l’abbandono progressivo dello zaino da parte dei giovani studenti e una didattica sperimentale più attenta alla condivisione degli spazi e alla partecipazione attiva degli alunni, conta ad oggi 3 scuole (le primarie di San Fortunato, le Decio Raggi di San [...]

15 gennaio 2019 0 commenti

Ravenna. Il sindaco De Pascale: “Al momento, solo danni di lieve entità e niente richieste di soccorso”.

Ravenna. Il sindaco De Pascale: “Al momento, solo danni di lieve entità e niente richieste di soccorso”. Riceviamo e pubblichiamo: ' Al momento si segnalano danni di lieve entità e non sono pervenute richieste di soccorso. Sono in corso verifiche strutturali sulle situazioni segnalate. Stante l’entità dell’evento sismico, che risulta il maggiore in termine di intensità registrato negli ultimi trent’anni, in maniera precauzionale martedì 15 gennaio verranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, dai nidi all'università. Nel corso della giornata verranno effettuati controlli su tutti i circa 90 plessi del nostro Comune. I titolari di strutture private dovranno controllare lo stato degli edifici e darne comunicazione alla Polizia locale (polizialocale@comune.ra.it) e all’Area istruzione e infanzia del comune di Ravenna (istruzioneinfanzia@comune.ra.it)'.

RAVENNA. Prima comunicazione del sindaco De Pascale. ” A seguito della forte scossa di terremoto che ha coinvolto il nostro territorio, è in corso alla Centrale della Polizia municipale il Coc, Centro operativo comunale, la struttura di cui si avvale il sindaco in qualità di autorità comunale di protezione civile [...]

15 gennaio 2019 0 commenti

Rimini. Al Sigep il ‘Gelato Day’. Il 24 marzo l’Europa celebrerà l’alimento che unisce il Vecchio continente.

Rimini. Al Sigep il ‘Gelato Day’. Il 24 marzo  l’Europa celebrerà l’alimento che unisce il Vecchio continente. Il gelato, infatti, unisce l’Europa e a dimostrarlo sono in numeri: le vendite di gelato hanno raggiunto i 9 miliardi di euro, pari al 60% del mercato mondiale, con una crescita media annua del 4 % e un numero di addetti pari a 300.000. Le gelaterie artigianali sono sempre più numerose non solo in Italia (circa 39.000 punti vendita), ma anche nel resto d’Europa. Solo in Germania se ne contano 9.000 (di cui 3.300 gelaterie pure e oltre 4.500 di proprietà di italiani) in cui lavorano più di 20.000 persone, di cui la metà di origine italiana. E non sono da meno Spagna (2.000 gelaterie), Polonia (1.800) e Inghilterra (1.000), seguite da Austria (900), Grecia (650) e Francia (400). Non solo: se un tempo la stagione andava da marzo ad ottobre, oggi non è più così. Si gusta un ottimo gelato artigianale anche per 10 mesi su 12 e già da febbraio viene reclutato il personale per tutta la stagione. Un bene, dunque, non solo per il palato ma per anche per l’economia. Così, al Sigep, ecco un piccolo anticipo di ciò che sarà la tanto attesa Giornata europea del gelato artigianale. Nella hall sud del quartiere fieristico di Rimini sarà presente uno stand di Artglace in cui sarà distribuito materiale informativo sul Gelato Day, con tanto di locandine e cartoline in varie lingue.

Rimini, 14 gennaio 2019 – In attesa di celebrare la 7° edizione della Giornata europea del gelato artigianale, in programma il prossimo 24 marzo, il Gelato Day sbarca al Sigep, il Salone internazionale di Gelateria, Pasticceria, Cioccolato, Panificazione Artigianali e Caffè, che si terrà al quartiere fieristico riminese di Italian [...]

14 gennaio 2019 0 commenti

Lugo. Festività natalizie, tutto ok. Il sindaco Ranalli: ‘Un riconoscimento per chi si è impegnato’.

Lugo. Festività natalizie, tutto ok. Il sindaco Ranalli: ‘Un riconoscimento per chi si è impegnato’. Il sindaco Ranalli: ' Al Pavaglione abbiamo avuto le casette di Babbo Natale e, per la prima volta, una pista di pattinaggio sul ghiaccio che ha riscosso un buon interesse, soprattutto da parte dei giovani. Il Capodanno, con la sua tradizionale formula, ha radunato in piazza numerosissimi lughesi che si sono scambiati assieme gli auguri per il 2019 in una grande festa collettiva. Anche le iniziative delle associazioni, dai mercatini agli appuntamenti nelle frazioni, hanno ovunque registrato grande partecipazione e soddisfazione: non ultima, voglio ricordare anche la Giornata dello sport, che come ogni anno ricade per Santo Stefano e raduna il mondo sportivo per i giusti meriti che spettano ai tanti atleti e tecnici impegnati a tenere vive le numerose discipline attive a Lugo. Tutte queste iniziative hanno caratterizzato queste settimane di festa lasciando sicuramente un piacevole ricordo in chi ha potuto viverle e dimostrando. Lugo è una città accogliente e ospitale e credo che questo si possa misurare anche grazie alla trasversalità degli appuntamenti, che hanno animato tanto il capoluogo quanto le frazioni, con possibilità di intrattenimento per tutte le età'.

LUGO. “Le numerose iniziative organizzate a Lugo per le festività che si sono appena concluse hanno raccolto consensi trasversali, e questo non può che riempirci di gioia, perché è un bel riconoscimento per tutti coloro che si sono rimboccati le maniche per la riuscita degli appuntamenti – ha dichiarato il [...]

14 gennaio 2019 0 commenti