Gusto & Cucina

 

Forlimpopoli. Segavecchia (per ora) rimandata al dopo Pasqua. Ma senza sminuire la sua anima secolare.

Forlimpopoli. Segavecchia (per ora) rimandata al dopo Pasqua. Ma senza sminuire la sua anima secolare. Mirco Campri, presidente dall'Ente folkloristico che da anni organizza la manifestazione ha dichiarato: 'L'emergenza dovuta al Coronavirus non ci lascia certamente indifferenti e siamo consapevoli delle difficoltà che la sua gestione comporta a livello locale e nazionale. A Forlimpopoli però non abbiamo perso la speranza che la Segavecchia si possa svolgere comunque, ovviamente non appena l'emergenza si sarà risolta. Questo perché crediamo che, anche se si svolgerà in un altro periodo dell'anno, la Segavecchia se non altro potrà ritrovare il suo significato primario, ovvero quello di una festa che segna la rinascita, l'inizio della bella stagione, la voglia di stare insieme e di recuperare uno spirito positivo. Mai come ora c'è bisogno di ritrovare uno spirito positivo che faccia pensare allo stare bene insieme e a ritrovare il significato di comunità, quello vero, quello più intenso, di cui in questi giorni stiamo sentendo la profonda mancanza. Insieme all'Amministrazione comunale - conclude Mirco Campri - e ai protagonisti di questa manifestazione, gli esercenti del Luna Park, per non perdere la possibilità di tenere le sfilate, abbiamo ipotizzato un secondo periodo per lo svolgimento della festa, dal 13 al 19 aprile, un periodo inusuale, fuori dalla Quaresima in cui solitamente la Segavecchia si tiene ogni anno. E' chiaro che questa seconda data sarà resa definitiva e ufficializzata solo qualche giorno prima, compatibilmente con quelle che saranno le indicazioni delle autorità. Per ciò che attiene al programma questo si articolerà nelle modalità originali. Tutto ciò che è stato previsto sarà semplicemente spostato di periodo, ma le attività e gli eventi sono tutti confermati'.

FORLIMPOPOLI. Come già comunicato dal sindaco di Forlimpopoli, Milena Garavini, come tutte le manifestazioni pubbliche sul territorio regionale anche la Segavecchia non potrà tenersi nel periodo precedentemente indicato. Gli organizzatori, insieme con l’Amministrazione comunale hanno però concordato un possibile slittamento della festa, a metà di aprile, dopo la Pasqua. Mirco Campri, [...]

10 marzo 2020 0 commenti

Non solo sport. Con il Coronavirus parti invertite? L’Italia di nuovo in cattedra e ( altri) dietro la lavagna?

Non solo sport. Con il Coronavirus parti invertite? L’Italia di nuovo in cattedra e ( altri) dietro la lavagna? I focolai, da noi, sembrano due: in provincia di Milano ( Codogno) e nel Basso Veneto ( Vò Euganeo). Due, eppure vengono contati ( e ricontati) per mille. I deceduti ( in gran parte ultraottantenni) sarebbero ( al momento, 26 febbraio 2020) 12, i contaminati 374. Percentuali che indicano un fenomeno sul qual vigilare opportunamente per non finire come don Ferrante, ma che non va neppure ampliato oltre misura, soprattutto mettendolo sulle bocche di persone non adeguate al ruolo che ricoprono o vogliono ricoprire. Perchè qui i colori delle contrade o delle nazioni poco contano, visto che il virus ( o chi per lui) dei colori della contrada e delle nazioni poco s'intende. E infatti nel conteggio finora stilato ci sono un po' tutti, e soprattutto anziani. Il fatto curioso però è dato da quel che si rivela ( una volta di più) la leggiadra Europa. Illuminata, riformata, efficiente. Maestra delle genti, e soprattutto di quelle che nel suo olimpico consesso pari non sono. Per pregiudizievol superato uso. E comunque, sfogliando la cronaca che scopriamo? Più o meno questo: che gli untori, come quelli della peste del Seicento immortalati dal don Lisander, che ( tra l'altro) in Oltralpe non dovrebbe godere di vasta fama, non solo non sono residuati del tempo che fu ma soggetti tuttora vivi e vegeti. Donde? In Italia, ovvio! Al punto che il morbo ha smarrito il ceppo ( e l'apporto) cinese ( con agganci vari ) diventando ( chissà come e perchè) italiano. Con tutte le conseguenze sparse al vento dai 'tintinnega' d'Oltralpe e non solo. Arrivano notizie di Paesi ( vicini e lontani) che respingono Italiani e prodotti italiani. Non Cinesi, Tedeschi, Francesi, Orange o Sud Coreani. Che con i cinesi si bazzicano, eccome. Ma Italiani. A prescindere. Pazienza per gli Italiani, ma i loro prodotti che c'entrano col Coronavirus? Forse credono che quei malvagi burloni degli Italiani abbian pensato di celarli dentro qualche pacco o pacchettino o container da export ? O finanche dentro un accordato mandolino o nell'impasto d'una bianco-rossa- verde pizza Margherita o a galleggiar su un piatto di spaghetti all'Amatriciana? Che trovate! Gran marketing ? Che dite: se diciamo che sono ignoranti, potrebbero offendersi gli ignoranti? E se diciamo che sono scemi, mica s'offenderebbero gli scemi? Dunque, meglio calare un velo pietoso? Slittano al 13 maggio cinque incontri di Campionato della XXVI giornata: Juventus-Inter, Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Sassuolo-Brescia, Parma-Spal.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Il famigerato Coronavirus è nato nel cuore della  lontana Cina, questo è assodato, ma ( come prevedibile) si sta spargendo un po’ dappertutto sul  Pianeta. Al momento più che altro in  Corea del Nord, Iran, Europa. E in Europa, manco a dirlo, soprattutto ( con varia casistica, ovvio ) lungo il Belpaese. I focolai, da noi, [...]

28 febbraio 2020 0 commenti

Ravenna. Nutrizione e alimentazione: spazi adeguati al ‘Santa Maria delle Croci’ e una mostra sul cibo.

Ravenna. Nutrizione e alimentazione:  spazi adeguati al ‘Santa Maria delle Croci’  e una mostra sul cibo. Spesso il rapporto che la persona instaura con il cibo rappresenta la manifestazione di un vuoto, della solitudine che la circonda e che si esprime con la privazione del cibo o con un suo abuso portato all’estremo. A Ravenna, a partire già dal 1998, è stata portata avanti una esperienza centrata sulla multidisciplinarietà clinica. Esperienza fruttuosa, tanto che è stato definito un team multiprofessionale dedicato a questo percorso, sia per minori che per adulti, in ogni ambito territorilae dell’Ausl Romagna, con personale proveniente da Dipartimenti territoriali e ospedalieri, e in particolare medico-psichiatra, psicologo-psicoterapeuta, medico-nutrizionista, dietista. Si è poi valutato di individuare una sede unica per il team multidiscplinare, in modo da creare un unico luogo di riferimento, per councelling e prestazioni, per i pazienti. A questo scopo l’Azienda ha provveduto ad ottimizzare e ripristinare i locali situati al primo piano della 'Scala azzurra' dell’Ospedale, creando studi, ambulatori e sala d’attesa confortevole (i lavori sono stati seguiti dall’unità operativa 'Attività tecniche' dell’Ausl), che sono state inaugurate. Si è inoltre puntato (come consuetudine all’Ospedale di Ravenna, e in particolare su questo percorso clinico così delicato e particolare), all’umanizzazione degli spazi dedicati alla presa in carico.La mostra resterà in Ospedale fino al 3 aprile, visibile tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 17:30.

RAVENNA. I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione suscitano comunemente un grande interesse: si tratta di disturbi diversi, ma in entrambi le persone vivono con profonda sofferenza psicologica per eccessiva valutazione del peso e della ‘forma’ del proprio corpo. Spesso il rapporto che la persona instaura con il cibo rappresenta la [...]

21 febbraio 2020 0 commenti

Coriano. A Cor.Te si festeggia l’amore con la cover band ‘Innocenti evasioni’. Caldo omaggio a Battisti.

Coriano. A Cor.Te si festeggia l’amore con la cover band ‘Innocenti evasioni’. Caldo omaggio a Battisti. 'Omaggio a Lucio Battisti' è un progetto che nasce a Firenze nell'estate del 2003 con un obiettivo ambizioso: portare sul palco i brani dell'indimenticabile Lucio Battisti seguendo nella maniera più fedele possibile ciò che il suo genio aveva creato. Il repertorio va dagli esordi al Cantagiro fino all'ultimo periodo del sodalizio Battisti - Mogol, al quale viene riservata una particolare attenzione. Lo spettacolo ricrea l'atmosfera coinvolgente e spensierata dei concerti del grande cantautore spaziando dalle indimenticabili ballate, al rock d'avanguardia, alle atmosfere disco di fine anni '70. La formazione, composta da musicisti professionisti che suonano insieme da quasi un decennio e che sono cresciuti ascoltando le canzoni del grande Lucio Battisti, include il cantante polistrumentista Leandro Ghetti che si alterna tra chitarra acustica, pianoforte e sintetizzatori e tre strumentisti (chitarra elettrica/pianoforte, basso e batteria) che lo supportano con ricercati cori polifonici. Lo show viene arricchito da aneddoti e curiosità sulla vita e le passioni di Lucio Battisti. Prima del concerto, dalle ore 20,30, In occasione della serata di San Valentino, la platea si trasformerà in ClubTeatro seduti al tavolo in platea, al lume di candela si potrà gustare una cena completa a kmZero organizzata da la cantinetta della corte, il modo più esclusivo di festeggiare la romantica serata degli innamorati!

CORIANO. Venerdì 14 febbraio (ore 21.30) presso il Teatro CorTe di Coriano si festeggia San Valentino con Innocenti evasioni in ‘Omaggio a Lucio Battisti’. In scena  Leandro Ghetti (voce, chitarra acustica, pianoforte, organo hammond); Niccolò Chimenti (chitarra elettrica, chitarra acustica, tastiere, cori); Luca Silvestri (basso) e Eugenio Nardelli (batteria, cori). [...]

12 febbraio 2020 0 commenti

Massa Lombarda. Riecco la ‘ Sagra del Cappelletto invernale’. L’evento per sabato 1 e domenica 2 febbraio.

Massa Lombarda. Riecco la ‘ Sagra del Cappelletto invernale’. L’evento per sabato 1 e domenica 2 febbraio. Dal 2015, prima edizione della versione invernale della festa, il ricavato è interamente devoluto a favore dei servizi di assistenza gratuita dei pazienti oncologici, dei progetti di prevenzione nelle scuole e a sostegno della ricerca scientifica che l’Istituto oncologico romagnolo porta avanti sul territorio. Per fare la differenza nella causa della lotta contro il cancro, i volontari IOR in questo caso hanno scelto la via della buona cucina. Ogni anno la manifestazione registra infatti il tutto esaurito di presenze, con persone provenienti non solo dai dintorni di Lugo ma da tutta la Romagna, attirate in quel di Massa Lombarda dal richiamo di colui che è l’assoluto protagonista: 'sua maestà il Cappelletto', anche se nel menù ci sarà spazio per altre specialità romagnole, i garganelli, gli spiedini di carne e i dolcetti della tradizione con Cagnina. La Sagra, organizzata dall’associazione Volontari e Amici dell’Istituto oncologico romagnolo, aprirà i battenti sabato 1 febbraio dalle ore 18.30, per poi proseguire domenica a pranzo dalle 12 e di nuovo a cena dalle 18.30.

MASSA LOMBARDA.  Ritorna questo fine settimana, più precisamente sabato 1 e domenica 2 febbraio, la mitica Sagra del Cappelletto invernale di Massa Lombarda. Appuntamento,  come sempre, presso il Centro polisportivo di via Dini Salvalai per un evento all’insegna delle prelibatezze gastronomiche tipiche romagnole e della solidarietà. Dal 2015, infatti, prima [...]

30 gennaio 2020 0 commenti

Massa Lombarda. Per ‘ San Pèval di sègn’ s’entra nel vivo. Mostre, bancarelle, mercatini e gastronomia.

Massa Lombarda. Per ‘ San Pèval di sègn’ s’entra nel vivo. Mostre, bancarelle, mercatini e gastronomia. Non mancherà poi la Sagra del Sabadone, in piazza Matteotti dalle 9 alle 18 con sabadoni, polenta e piadina farcita. Ampio spazio anche alle mostre, tutte a ingresso libero e aperte il 25 gennaio. Tra queste ci sono la mostra 'Se il sole fosse un gioco?', dedicata alle opere di Ali WakWak e allestita nella sala del Carmine dalle 10 alle 19, la mostra fotografica 'Giulio Zaganelli', aperta al Circolo Massese dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 23; 'Mattoncini in Massa', l’esposizione della città creata con i mattoncini più famosi al mondo, nella sala Zaccaria Facchini dalle 10 alle 19. Tre sono poi le mostre che inaugureranno proprio il 25 gennaio. Alle 10 taglio del nastro di 'Vita a Massa Lombarda', che espone le foto di Piergiorgio Missiroli, al centro culturale 'Carlo Venturini', a cura dell’assessorato alla Cultura di Massa Lombarda. La mostra è visitabile fino all’8 febbraio dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30; sabato dalle 9.30 alle 12.30; il 25 gennaio dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30. Alle 11 inaugura la mostra 'San Francesco secondo Francesco' nella chiesa parrocchiale di San Paolo, a cura della parrocchia Conversione di San Paolo. L’esposizione racconta la vita di San Francesco d’Assisi attraverso i pannelli di Giotto 'Storie di S. Francesco' nella Cappella superiore di Assisi con commenti di papa Francesco. Infine, dal 25 gennaio al 7 febbraio la chiesa di San Salvatore (via Vittorio Veneto) ospita la mostra 'Le immagini sacre nella tradizione popolare', a cura degli Amici di San Salvatore. L’esposizione è aperta il 25 e 26 gennaio dalle 10 alle 17; dal 27 gennaio al 7 febbraio dalle 15.30 alle 18.30.

MASSA LOMBARDA. Sabato 25 gennaio Massa Lombarda celebra il proprio patrono con i festeggiamenti per ‘San Pêval di segn‘. In questa giornata per le strade della città ci saranno mostre, negozi aperti, bancarelle, mercatini solidali, gastronomia e luna park. Alle 10.30 ci sarà la santa messa solenne celebrata dal vescovo [...]

24 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Sigep: ‘Guida di business della gelateria’: i dati d’un comparto che ora ‘ fa gola’ anche d’inverno.

Rimini. Sigep: ‘Guida di business della gelateria’: i dati d’un comparto che ora ‘ fa gola’ anche d’inverno. I dati sono stati raccolti, selezionati e commentati da Fipe, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, inseriti all'interno della 'Guida di business della gelateria' presentata in occasione della 41esima edizione di Sigep, il Salone internazionale della gelateria, pasticceria, panificazione artigianale e caffè, dove Fipe è presente con un apposito spazio espositivo. Un vero e proprio manuale di 9 capitoli e 250 pagine che parte dalla fotografia della situazione attuale e analizza un comparto del fuori casa italiano il cui valore complessivo supera i 4,2 miliardi di euro. Quando entrano in gelateria, gli italiani si scoprono conservatori: le creme vincono di misura sulla frutta, ma in generale ognuno sceglie sempre gli stessi gusti. Sul gradino più alto del podio, con il 21,8% di preferenze, troviamo il cioccolato, tallonato dalla fragola (21,3%) e dalla nocciola (20,2%). Medaglia di legno per il limone, fermo al 19,5%, che stacca comunque di oltre 6 punti percentuali il pistacchio.

Rimini, 20 gennaio 2020 – Quella degli italiani per il gelato artigianale è una passione che non conosce stagioni. La domanda pressoché costante da parte dei consumatori sta spingendo sempre più locali ad accorciare il periodo di chiusura invernale e restare aperti 12 mesi l’anno. A certificarlo sono i dati [...]

21 gennaio 2020 0 commenti

Lugo. VinLugo a rischio. ‘ Pronti a ripartire, ma quando?’. La Pro Loco avverte: manca una data certa.

Lugo. VinLugo a rischio. ‘ Pronti a ripartire, ma quando?’. La Pro Loco avverte: manca una data certa. L’edizione 2019 ha fatto registrare la partecipazione di 78 cantine che hanno portato oltre 350 etichette superando le 30mila degustazioni e oltre 20mila presenze nei tre giorni dell’evento. Numeri che Cristiano Cavolini, neo presidente della Pro Loco Lugo, ha voluto mettere in risalto nell’incontro con la stampa avvenuto questa mattina, nella sede dell’associazione in piazza F. Trisi, senza nascondere l’orgoglio per il successo di un evento che premia il lavoro a testa bassa dei tanti volontari che danno forza e valore all’associazione stessa e alla città. E da qui il presidente della Pro Loco è partito per lamentare però il fatto che a oggi non c’è ancora una data certa. In attesa di conoscerla, Cavolini ha confermato che 'VinLugo manterrebbe il suo format invariato: spazio, dunque, alle cantine, molte dalla Regione ma c’è anche chi viene da altre zone d’Italia, all’area street food, e agli spettacoli di intrattenimento e accompagnamento che si esibiranno all’interno del Pavaglione'.

LUGO. Sono passati appena cinque anni, ma VinLugo, la manifestazione interamente dedicata al vino, eccellenza simbolo del territorio, cui si è affiancato di recente il food e la cucina tipica, è già diventato un evento maturo, cresciuto sensibilmente nei numeri e nel gradimento del pubblico, e attrattivo a tal punto [...]

21 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Al Sigep 2020, la Fipe presenta la guida della gelateria. Chiusure stagionali, addio!

Rimini. Al Sigep 2020, la Fipe presenta la guida della gelateria. Chiusure stagionali, addio! Quattro gelaterie artigianali su dieci, ormai, non chiudono più durante l'inverno. Segno che la domanda copre tutti i 365 giorni in calendario e questo apre numerose opportunità a tutti gli imprenditori interessati a lanciarsi in questo business. Per dare loro uno strumento in più la Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, ha deciso di redigere una guida, una vera e propria bussola, in 9 capitoli e 250 pagine con consigli e idee per aprire una gelateria di successo. Al suo interno tutti i numeri di un comparto in forte espansione e la risposta a diverse domande: cosa pensano gli italiani del gelato artigianale? Perché, dove e quando lo consumano? È ancora sinonimo di qualità e freschezza delle materie prime? La guida e tutti i dati verranno presentati lunedì 20 gennaio alla Fiera di Rimini, in occasione di Sigep.

RIMINI. Lunedì 20 gennaio a Sigep 2020 verranno presentati tutti i dati di un comparto in forte espansione. Quattro gelaterie artigianali su dieci, ormai, non chiudono più durante l’inverno. Segno che la domanda copre tutti i 365 giorni in calendario e questo apre numerose opportunità a tutti gli imprenditori interessati [...]

17 gennaio 2020 0 commenti

Forlimpopoli. Casa Artusi ospite di Geo. Si apre dunque in Rai l’anno del bicentenario artusiano.

Forlimpopoli. Casa Artusi ospite di Geo. Si apre dunque in Rai l’anno del bicentenario artusiano. mercoledì 8 gennaio Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di cucina di Casa Artusi, sarà ospite di Geo, il programma di Rai 3 condotto da Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi. Insieme a Brigliadori sarà presente anche la professoressa Giovanna Frosini, membro del Comitato scientifico di Casa Artusi e accademica della Crusca. Nel corso della puntata, la professoressa Frosini presenterà il libro 'Domestici scrittori. Corrispondenza di Marietta Sabatini, Francesco Ruffilli e altri con Pellegrino Artusi' (Apice Libri, 2019) che per la prima volta rende accessibili al pubblico, in un’edizione scientifica e commentata, gli scritti dei fidati collaboratori di Artusi, la governante toscana Marietta Sabatini e il cuoco romagnolo Francesco Ruffilli, il cui aiuto fu fondamentale nella stesura dello stesso manuale artusiano. Nel frattempo Carla si cimenterà nella preparazione di due piatti: garganelli conditi con salsa di magro per paste asciutte e sgombro con crema di lenticchie e cardi fritti.

Forlimpopoli (7 gennaio 2020) – Si apre sotto i riflettori televisivi il nuovo anno di Casa Artusi. Dopo essere stata protagonista del TG2 Eat Parade dove si è parlato del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, a dimostrazione del grande interesse che sta già suscitando quello che sarà un anno [...]

7 gennaio 2020 0 commenti