Gusto & Cucina

 

Cesena. Inaugurata la nuova sede di Ais Romagna.Per riscoprire Albana, Famoso e Trebbiano.

Cesena. Inaugurata la nuova sede di  Ais Romagna.Per riscoprire Albana, Famoso e Trebbiano. Nel corso dell’inaugurazione il presidente Giorgini ha rivelato un curioso aneddoto: il terzo livello dei corsi Ais fu ideato proprio a Cesena nel lontano 1977. 'Da uno studio di Nerio Raccagni insieme all’insegnante Pietro Mercadini. Ci trovavamo in un ristorante del cesenate e ai piatti abbinavamo i giusti vini; nel contempo su un foglio bianco venivano messi dei punti per le valutazioni, e si cercava di farne un corpo organico per la docenza. Fu interpellato anche un insegnante di matematica. La commissione didattica nazionale di Ais ci ha seguito e l’ha fatto suo, ovviamente con le modifiche del tempo'. Il Presidente ha anche parlato di come è cambiato il vino nel corso dei decenni in Romagna? “In maniera radicale. Sino agli anni ’70 e ’80 nel nostro territorio prevaleva lo sfuso e la ricerca della qualità iniziava allora ad essere percepita – spiega Giorgini - .La svolta è arrivata negli anni ’90 coincisa con il cambio generazionale nella conduzione di alcune cantine e grazie ad alcuni produttori illuminati che hanno incominciato a identificarsi come territorio.

Cesena (7 luglio 2020) – Inaugurata la nuova sede di Ais Romagna a Cesena. A tagliare il nastro lunedì scorso (6 luglio) il vicesindaco del comune di Cesena Christian Castorri, alla presenza del vicesindaco del comune di Bertinoro Mirko Capuano, del presidente di Ais Romagna Roberto Giorgini e del vicepresidente [...]

7 luglio 2020 0 commenti

Faenza.Tutto pronto per l’estate 2020. Tanti appuntamenti per una città che non conosce soste.

Faenza.Tutto pronto per l’estate 2020. Tanti appuntamenti per una città che non conosce soste. Un calendario rivisitato per rispettare tutte le disposizioni in vigore contro il Covid-19, ma che garantirà divertimento, cultura e intrattenimento per tutti, in piena sicurezza. Gli eventi sono stati presentati in conferenza stampa mercoledì 1 luglio dal vice sindaco di Faenza e assessore alla Cultura Massimo Isola, dal presidente del Consorzio Faenza C’entro Sergio Scipi e da Federica Ferlini dell’agenzia WAP Srl. Nei quattro martedì di luglio (7; 14; 21; 28), a partire dalle 19.30, negozi aperti in centro e mercatini a tema in piazza del Popolo con 'Sapore di martedì d’estate', organizzato dal Consorzio Faenza C’entro. Nelle stesse giornate, nella cornice di piazza della Libertà, continuerà ad essere presente dalle 17 il mercato straordinario di Campagna Amica. A unire musica, enogastronomia e intrattenimento ci sarà anche “Oriolo di sera”, in programma tutti i mercoledì fino al 26 agosto alla Torre di Oriolo (per ulteriori informazioni www.torredioriolo.it). Negli ultimi quattro giovedì di luglio (9; 16; 23 e 30) la Pro Loco di Faenza propone serate estive da trascorrere in compagnia delle sue guide professionali e autorizzate alla scoperta dei tanti scorci e itinerari cittadini. Il ritrovo è nel Voltone Molinella alle 21. Maggiori informazioni sul sito www.prolocofaenza.it. Tante proposte estive anche per il teatro in piazza Nenni con il Teatro Ragazzi nella Molinella (13-20-27 luglio e 3-10-17 agosto) e spettacoli comici, stand up comedy e danza con teatro Masini Estate (15 luglio e 1-5-12-19-26 agosto). Non mancherà la musica.

FAENZA. Cultura, teatro, cinema, enogastronomia, arte, danza e musica si uniscono per accompagnare l’estate faentina tra conferme e novità. Ha già preso il via ‘Faenza Estate 2020 – Calendario di eventi nella città che non si ferma’, appuntamenti estivi che animeranno la città manfreda fino a settembre, organizzati dalle istituzioni [...]

1 luglio 2020 0 commenti

Rocca di Dozza. Vino & arte, accoppiata ok. Tornano le ‘Sere d’estate fresche di vino… a corte’.

Rocca di Dozza. Vino & arte, accoppiata ok. Tornano le ‘Sere d’estate fresche di vino… a corte’. Sei appuntamenti. Si inizia giovedì 2 luglio con la serata dedicata a due vitigni autoctoni della Bassa Romagna e dell'area faentina quali il Bursôn e il Centesimino. Si continua giovedì 9 luglio con la regina e il re della cultura enologica della Romagna: l'Albana e il Sangiovese. Il 16 vedrà protagonisti Pignoletto e Barbera, mentre il 23 sarà la volta del brioso Gutturnio e dell'aromaticità esplosiva della Malvasia. Per l’ultimo appuntamento di luglio, il 30, i calici si riempiranno con i freschi sapori dei Lambrusco e del Fortana per arrivare, nella serata conclusiva del 6 agosto, all'assaggio delle particolari interpretazioni dei fragranti vini Rebola e Famoso.

DOZZA. Il calendario prevede sei appuntamenti. Si inizia giovedì 2 luglio con la serata dedicata a due vitigni autoctoni della Bassa Romagna e dell’area faentina quali il Bursôn e il Centesimino. Si continua giovedì 9 luglio con la regina e il re della cultura enologica della Romagna: l’Albana e il [...]

30 giugno 2020 0 commenti

Cesena. ‘Pizza Challenge’: avanti la miglior pizzeria di Romagna. Dodici in gara fino all’ultimo spicchio.

Cesena. ‘Pizza Challenge’: avanti la miglior pizzeria di Romagna. Dodici in gara fino all’ultimo spicchio. È il 'Pizza Challenge', il nuovo format video della società cesenate Expi Srl che mette in competizione l’eccellenza locale nell’arte della pizza, valorizzando le produzioni del territorio che sono alla base degli ingredienti. Tra queste c’è il pomodoro di Cirio alta cucina, la linea di prodotti destinati a chef e ristoratori realizzata dal consorzio cooperativo Conserve Italia che può contare su un forte radicamento proprio tra gli agricoltori romagnoli. Dal Cuor di Pelato ai Fior di filetti, il gusto verace del pomodoro 100% italiano di Cirio Alta Cucina (approvato dalla Federazione italiana cuochi) servirà a rendere ancora più avvincente la sfida tra le migliori pizzerie romagnole che partecipano all’iniziativa. Parliamo di BabàBeach (Punta Marina, Ra), 100 Pizze (Punta Marina, Ra), Barbecue (Porto Fuori, Ra) Pummà (Milano Marittima, Ra), Qbio (Forlì), Le macine (Forlì), La favola dell’orto (Bertinoro), Da Neo (Cesena), Na Pizz (Cesena), Margherì (Cesenatico), Il Cortile in Centro (Rimini), SP.accio (San Patrignano, Rn). Sei puntate da 30 minuti l’una e con una regista esperta di food come Claudia D’Angelo.Pizza Challenge andrà in onda sul canale Sky 518, su Teleromagna (canale 14 in Emilia Romagna) e su TR24 (canale 11) tutte le domeniche alle ore 23 per sei settimane consecutive, a partire da domenica 28 giugno.

Cesena (FC), 23 giugno 2020 – Dodici pizzerie gourmet romagnole, le prime della classe da Ravenna a Rimini, passando per Forlì e Cesena. Ognuna con i suoi pizzaioli professionisti, le sue specialità in menù, la sua suggestiva location. Tutte pronte a sfidarsi all’ultimo spicchio per attribuirsi la palma di migliore [...]

26 giugno 2020 0 commenti

Rimini. Nuova spiaggia. Dilatati spazi e tempi di utilizzo. Servizi aperti fino alle 22. E anche cene in spiaggia.

Rimini. Nuova spiaggia. Dilatati spazi e tempi di utilizzo. Servizi aperti fino alle 22. E anche cene in spiaggia. Rimini infatti prosegue inoltre il suo impegno per una spiaggia plastic free: sulle spiagge del Comune è confermato il divieto di vendita di bevande in bicchieri di plastica usa e getta così come la distribuzione ai clienti di bicchieri e cannucce in plastica usa e getta. Si potranno utilizzare invece bicchieri di carta e di materiale compostabile monouso o di materiale plastico lavabile in lavastoviglie e riutilizzabile. A seconda della tipologia di bicchieri e cannucce monouso utilizzati, i concessionari dovranno dotare gli spazi comuni di contenitori per la raccolta differenziata e comunicare la clientela sulle modalità per il corretto conferimento dei rifiuti. E’ previsto inoltre un aggiornamento delle linee guida per il servizio di somministrazione dei bar di spiaggia e dei chiringuito, che sarà al centro di uno specifico provvedimento e che servirà per allineare il servizio alle indicazioni igienico sanitarie a prevenzione del contagio da Covid-19. Salute e tutela dell’ambiente sono alla base della riconferma del divieto di fumare sulla battigia, già introdotto nella passata stagione. Un provvedimento studiato per garantire il benessere dei non fumatori e allo stesso tempo ridurre la presenza di mozziconi sulla battigia.Così come lo scorso anno, anche l’ordinanza 2020 prevede l’obbligo di illuminazione notturna delle spiagge, allo scopo di aumentarne la sicurezza e la fruibilità.

RIMINI. Più spazio, più tempo e più servizi per una spiaggia da vivere in sicurezza e nel pieno delle proprie potenzialità. Al termine del confronto sull’Ordinanza balneare comunale è stato definito il quadro normativo per la stagione estiva 2020. COMMENTO. “Un testo che contempla numerose novità – commenta l’assessore al [...]

26 maggio 2020 0 commenti

Forlì. Solidarietà: 617 i pasti a famiglie in difficoltà offerti da Ruggine, Don Abbondio e Altroché.

Forlì. Solidarietà: 617 i pasti  a famiglie in difficoltà offerti da Ruggine, Don Abbondio e Altroché. ' Ringrazio di cuore Gianluca Pini e tutto lo staff di Ruggine, Don Abbondio e Altroché - dice il sindaco Zattini - per la loro infinita generosità. Iniziative come questa sono l’ennesima testimonianza di un tessuto imprenditoriale forlivese che ha saputo donare con grande cuore dispositivi di sicurezza individuali, generi alimentari e ogni altra tipologia di materiale utile a far fronte all’emergenza sanitaria e a soccorrere chi versa in gravi condizioni di difficoltà economica'. I pasti, preparati dai tre locali di ristorazione e consegnati a domicilio grazie al prezioso contributo dei volontari dell’Azione Cattolica, hanno potuto soddisfare la domanda di centinaia di Forlivesi. 'Grazie davvero – completa l’ass.re Tassinari – in questi 40 giorni i pasti forniti da Ruggine, Don Abbondio e Altroché sono stati una certezza sul fronte della consegna di beni di prima necessità a famiglie con problemi di natura economica'.

Forlì, 3 maggio. Sono 617 i pasti distribuiti in 40 giorni ad altrettante famiglie in difficoltà e offerte da Ruggine, Don Abbondio e Altroché, in collaborazione con il comune di Forlì e il gruppo di volontari dell’Azione Cattolica. Le parole di Zattini: “Ringrazio di cuore Gianluca Pini e tutto lo [...]

7 maggio 2020 0 commenti

Savignano. Riaperti gli orti urbani e torna anche il mercato ambulante del martedì. E i generi alimentari.

Savignano. Riaperti gli orti urbani e torna anche il mercato ambulante del martedì. E i generi alimentari. Sono le principali novità introdotte dal comune di Savignano sul Rubicone a seguito dell’ordinanza firmata ieri, mercoledì 22 aprile, dal presidente della regione Emilia Romagna, le cui disposizioni sono valide da oggi a domenica 3 maggio. L’accesso agli orti urbani, molto atteso dai cittadini, è consentito alle persone residenti nel Comune e sarà regolato in base a turni concordati con Auser. Riapertura anche per il mercato settimanale, con limitazione ai soli generi alimentari, e banchi recintati, con accesso regolato e idonea informativa per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di accesso. In particolare saranno assicurati il distanziamento dei banchi, gli accessi dei clienti contingentati e l’accessibilità a gel igienizzante e guanti che saranno a disposizione di clienti e operatori. Obbligatorio l’uso di guanti nell’attività di acquisto e il distanziamento interpersonale di almeno un metro. I commercianti dovranno servire i clienti scegliendo la merce (non è consentito il self service) nonché provvedere alla sanificazione dei banchi alimentari.

Savignano sul Rubicone, 23 aprile  – Riaprono gli orti urbani e torna il mercato ambulante del martedì, per la vendita dei soli generi alimentari. Sono le principali novità introdotte dal comune di Savignano sul Rubicone a seguito dell’ordinanza firmata ieri, mercoledì 22 aprile, dal presidente della regione Emilia Romagna, le [...]

24 aprile 2020 0 commenti

Misano Adriatico. Partita la distribuzione dei buoni per l’acquisto beni alimentari di prima necessità.

Misano Adriatico. Partita la distribuzione dei buoni per l’acquisto beni alimentari di prima necessità. Delle oltre 300 domande presentate, 263 hanno già ricevuto il via libera; le rimanenti richiederanno un’ulteriore analisi, poiché incomplete in alcune parti. Sono 140 i buoni distribuiti questa mattina dall’ufficio Servizi Sociali del Comune con l’ausilio della Protezione Civile. Giovedì 9 programmate altre 80 distribuzioni, le rimanenti avverranno venerdì. IMPORTANTE: ogni destinatario dei buoni deve attenersi rigorosamente all’orario di ritiro che gli è stato comunicato, ciò è fondamentale per evitare inutili code e situazioni di possibile contagio.Venerdì si esaurirà quindi la prima distribuzione. Le domande presentate in questi ultimi giorni, dopo la verifica saranno evase subito dopo Pasqua. La seconda tornata di distribuzione avverrà fra due settimane, fino ad esaurimento del plafond di circa 88.000 euro messo a disposizione dalla Protezione Civile. Ad ogni famiglia che ne ha titolo sono rilasciati due buoni da utilizzare nelle successive due settimane: € 50,00 per persone sole, € 80,00 per famiglie fino a 2 componenti, € 120,00 per famiglie fino a 3 componenti, € 160,00, per famiglie fino a 4 componenti, € 200,00, per famiglie di 5 e oltre componenti.

Misano Adriatico, mercoledì 8 aprile 2020 – E’ iniziata  la distribuzione dei buoni per il sostegno alimentare, dispensati dal comune di Misano Adriatico alle famiglie che hanno presentato richiesta la scorsa settimana. Delle oltre 300 domande presentate, 263 hanno già ricevuto il via libera; le rimanenti richiederanno un’ulteriore analisi, poiché [...]

9 aprile 2020 0 commenti

Forlimpopoli. Segavecchia (per ora) rimandata al dopo Pasqua. Ma senza sminuire la sua anima secolare.

Forlimpopoli. Segavecchia (per ora) rimandata al dopo Pasqua. Ma senza sminuire la sua anima secolare. Mirco Campri, presidente dall'Ente folkloristico che da anni organizza la manifestazione ha dichiarato: 'L'emergenza dovuta al Coronavirus non ci lascia certamente indifferenti e siamo consapevoli delle difficoltà che la sua gestione comporta a livello locale e nazionale. A Forlimpopoli però non abbiamo perso la speranza che la Segavecchia si possa svolgere comunque, ovviamente non appena l'emergenza si sarà risolta. Questo perché crediamo che, anche se si svolgerà in un altro periodo dell'anno, la Segavecchia se non altro potrà ritrovare il suo significato primario, ovvero quello di una festa che segna la rinascita, l'inizio della bella stagione, la voglia di stare insieme e di recuperare uno spirito positivo. Mai come ora c'è bisogno di ritrovare uno spirito positivo che faccia pensare allo stare bene insieme e a ritrovare il significato di comunità, quello vero, quello più intenso, di cui in questi giorni stiamo sentendo la profonda mancanza. Insieme all'Amministrazione comunale - conclude Mirco Campri - e ai protagonisti di questa manifestazione, gli esercenti del Luna Park, per non perdere la possibilità di tenere le sfilate, abbiamo ipotizzato un secondo periodo per lo svolgimento della festa, dal 13 al 19 aprile, un periodo inusuale, fuori dalla Quaresima in cui solitamente la Segavecchia si tiene ogni anno. E' chiaro che questa seconda data sarà resa definitiva e ufficializzata solo qualche giorno prima, compatibilmente con quelle che saranno le indicazioni delle autorità. Per ciò che attiene al programma questo si articolerà nelle modalità originali. Tutto ciò che è stato previsto sarà semplicemente spostato di periodo, ma le attività e gli eventi sono tutti confermati'.

FORLIMPOPOLI. Come già comunicato dal sindaco di Forlimpopoli, Milena Garavini, come tutte le manifestazioni pubbliche sul territorio regionale anche la Segavecchia non potrà tenersi nel periodo precedentemente indicato. Gli organizzatori, insieme con l’Amministrazione comunale hanno però concordato un possibile slittamento della festa, a metà di aprile, dopo la Pasqua. Mirco Campri, [...]

10 marzo 2020 0 commenti

Non solo sport. Con il Coronavirus parti invertite? L’Italia di nuovo in cattedra e ( altri) dietro la lavagna?

Non solo sport. Con il Coronavirus parti invertite? L’Italia di nuovo in cattedra e ( altri) dietro la lavagna? I focolai, da noi, sembrano due: in provincia di Milano ( Codogno) e nel Basso Veneto ( Vò Euganeo). Due, eppure vengono contati ( e ricontati) per mille. I deceduti ( in gran parte ultraottantenni) sarebbero ( al momento, 26 febbraio 2020) 12, i contaminati 374. Percentuali che indicano un fenomeno sul qual vigilare opportunamente per non finire come don Ferrante, ma che non va neppure ampliato oltre misura, soprattutto mettendolo sulle bocche di persone non adeguate al ruolo che ricoprono o vogliono ricoprire. Perchè qui i colori delle contrade o delle nazioni poco contano, visto che il virus ( o chi per lui) dei colori della contrada e delle nazioni poco s'intende. E infatti nel conteggio finora stilato ci sono un po' tutti, e soprattutto anziani. Il fatto curioso però è dato da quel che si rivela ( una volta di più) la leggiadra Europa. Illuminata, riformata, efficiente. Maestra delle genti, e soprattutto di quelle che nel suo olimpico consesso pari non sono. Per pregiudizievol superato uso. E comunque, sfogliando la cronaca che scopriamo? Più o meno questo: che gli untori, come quelli della peste del Seicento immortalati dal don Lisander, che ( tra l'altro) in Oltralpe non dovrebbe godere di vasta fama, non solo non sono residuati del tempo che fu ma soggetti tuttora vivi e vegeti. Donde? In Italia, ovvio! Al punto che il morbo ha smarrito il ceppo ( e l'apporto) cinese ( con agganci vari ) diventando ( chissà come e perchè) italiano. Con tutte le conseguenze sparse al vento dai 'tintinnega' d'Oltralpe e non solo. Arrivano notizie di Paesi ( vicini e lontani) che respingono Italiani e prodotti italiani. Non Cinesi, Tedeschi, Francesi, Orange o Sud Coreani. Che con i cinesi si bazzicano, eccome. Ma Italiani. A prescindere. Pazienza per gli Italiani, ma i loro prodotti che c'entrano col Coronavirus? Forse credono che quei malvagi burloni degli Italiani abbian pensato di celarli dentro qualche pacco o pacchettino o container da export ? O finanche dentro un accordato mandolino o nell'impasto d'una bianco-rossa- verde pizza Margherita o a galleggiar su un piatto di spaghetti all'Amatriciana? Che trovate! Gran marketing ? Che dite: se diciamo che sono ignoranti, potrebbero offendersi gli ignoranti? E se diciamo che sono scemi, mica s'offenderebbero gli scemi? Dunque, meglio calare un velo pietoso? Slittano al 13 maggio cinque incontri di Campionato della XXVI giornata: Juventus-Inter, Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Sassuolo-Brescia, Parma-Spal.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Il famigerato Coronavirus è nato nel cuore della  lontana Cina, questo è assodato, ma ( come prevedibile) si sta spargendo un po’ dappertutto sul  Pianeta. Al momento più che altro in  Corea del Nord, Iran, Europa. E in Europa, manco a dirlo, soprattutto ( con varia casistica, ovvio ) lungo il Belpaese. I focolai, da noi, [...]

28 febbraio 2020 0 commenti