Il pensatoio dello Sciamano

 

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3).

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3). Under 21. Sono bastati dei bravi corridori a farci uscire dalla partita. Oh, non è che la cosa rappresenti una novità! Le nostre squadre ci stanno abituando a questo supplizio, Juventus ( secondo tempo contro il Real) in testa. Basta infatti caricarci di qualche ' difficoltà' e ' aspettativa' per mandarci in brodo di giuggiole. I ragazzi del ct Di Biagio hanno mostrato una fragilità fisica e caratteriale congenita; acuita, probabilmente, da una mala disposizione in campo ( eccessivo turn over?) e da una miope gestione della palla. Troppo possesso, pochi scambi veloci, scarsa fiducia tra i ragazzi. E inoltre poca fisicità, poca corsa. Col risultato di vederli scomparire tutti, ma proprio tutti, o quasi, dalla scena. Dall'attaccante Petagna ( più danno che utile) al difensore Rugani ( meglio un vecchietto del secolo scorso) fin al portiere Gigio ( lento come un bradipo). E adesso chi (ri)troverà il coraggio di sostenere che ' gioventù è bello'? A proposito di poca fisicità e di poca corsa, non è che sia il caso di cominciare a capire se è un problema di dieta o d'altro? Certo è che mentre noi svaniamo col passare dei minuti ( Nostra Signora compresa) gli altri si rigenerano. Per caso non è che dovremo abbandonare la nostra cara, gustosa e certificata bresaola per andare ad inghiottire salate, ostiche e misteriose porzioni di stoccafisso dei mari del Nord?

LA CRONACA DAL DIVANO. Chiedono fiducia, chiedono di giocare. Non all’oratorio o tra le giovanili, ma in prima squadra, coi grandi. E questo, finalmente, dopo tanto penare è stato loro concesso. Il Milan del coraggioso Sinisa, addirittura, ha messo in porta un sedicenne che nei tempi andati avrebbe fatto da [...]

22 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Minacce di morte al ‘ tuo’ Gigio, ‘mobbing’, ‘sfiducia’ nel Milan: ma che dici Mino?

Non solo calcio. Minacce di morte al ‘ tuo’ Gigio, ‘mobbing’, ‘sfiducia’ nel Milan: ma che dici Mino? Quello che appare certo, annota in un meraviglioso 'fondo' la 'meravigliosa' rosea, netta e puntuale com'è nella sua anima, è che il caso Donnarumma indebolisce ( visto che ce n'era bisogno ) il movimento. Impoverisce lo spettacolo, e crea disaffezione tra la gente. Che segue il calcio per amore, con gli occhi dei bimbi e degli adolescenti, e non per danaro, con gli artigli rapaci degli affaristi. Non si vuole qui proporre un sistema privo di mediatori, ma è chiaro che le regole attuali non tutelano a sufficienza le società e i tifosi nei confronti delle aberrazioni. Dei prevaricatori. Dei mercenari di antico e nuovo pelo. Detestati una volta, detestati oggi. ' Per questo - invita il direttore Monti - occorre che la Lega di A smetta di essere un condominio litigioso e trovi tutta l'unità e la managerialità necessarie per tutelare un bene comune e universale come il calcio'. Il nostro calcio.

LA CRONACA DAL DIVANO. L’Under 21, nostra primaria speme per la conquista della agognata Pentastella, al primo impatto, non si è presentata benissimo, ma quel (classico) 2-0 alla Denmark non va sminuito. Intanto è in testa al Girone con la Germania che s’è liberata dei Cechi con lo stesso identico punteggio; [...]

19 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21.

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21. ' Ho sempre pensato - dice l'Arrigo - che il valore della persona fosse fondamentale per ingigantire il proprio talento. A proposito di persone stimavo Gigio come ragazzo e come giocatore, ma sono rimasto stupido dalla mancanza di riconoscenza verso il Milan. Questa sua decisione mi fa sorgere dubbi non soltanto sulla sua integrità umana, ma anche sulla sua futura carriera. Gli ricordo che tutti quelli che hanno privilegiato i soldi ( cvd), come fecero ad esempio Kakà e Scheva che lasciarono ( anche loro) il Milan per il Real Madrid e per il Chelsea, poi se ne sono pentiti amaramente'. Condividiamo, ovviamente, mentre per quel che riguarda i 'bacucchi' mediatici sarebbe ora di cominciare a pensionarli; mentre per quel che riguarda gente alla Dani Alves, pur ampiamente titolata, ci stiamo chiedendo se non sia meglio ( per noi, per loro) rispedirla entro il dimenticatoio in cui ben alloggiava. Con tanto di baci e abbracci.

LA CRONACA DAL DIVANO. Donnaruma a 18 anni snobba il Milan dei suoi ( ex) sogni; Ronaldo ( stizzito per via di alcune indiscrezioni non gradite su   vertenze fiscali ) vuole lasciare a 32 anni mamma Real, campione di tutto; Verratti,  27, s’è stufato  ( finalmente)  del Psg e [...]

17 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Ma che hai fatto, caro Gigio? E chi ti ha mai detto che il Real sia meglio del tuo ex Milan?

Non solo calcio. Ma che hai fatto, caro Gigio? E chi ti ha mai detto che il Real sia meglio del tuo ex Milan? A Madrid, ad un portiere, soprattutto se giovane come il nostro Gigio, daranno qualche settimana in più d'altri ruoli per ambientarsi e per evidenziare tutto il loro valore, ma dovesse mostrare qualche incertezza ed esibire qualche paperella, beh, non è certo il Bernabeu il posto giusto per trovare misericordia o perdono. Di questo, Gigio, non t'hanno detto? Ma come, non t'hanno avvertito che colà passare dall'altare alla polvere è più rapido che un batter di ciglia? E che fretta hai avuto mai, ragazzo caro? Con gli anni che avevi davanti non potevi aspettare a farti più forti spalle nella ( formidabile) casa natia, eppoi, caso fosse, magari per toglierti uno sfizio, visto che oggi tutti siam pronti ad esperimentare lontano dal lido natio, spiccare in età più rassicurante il grande volo?

LA CRONACA DAL DIVANO. Il calciomercato, l’orribile calciomercato, sembra aver posto il suo epicentro a Milano. Come ai bei tempi, quando la Serie A  ( diceva il tedesco Mattheus) era  ’ il campionato del mondo per club giocato settimanalmente’. Eppoi da dove (fuori)escano tanti danari non si sa. C’è un [...]

16 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Gigio come Topo Gigio? Asta diritti tivù deserta: dopo tanto sparlare si colgono i frutti?

Non solo calcio. Gigio come Topo Gigio? Asta diritti tivù deserta: dopo tanto sparlare si colgono i frutti? C'è un caso a turbare i sogni dei milanisti. Quello del Gigio che come Topo Gigio si lascia muover da altri. Dovesse andarsene dal Milan a parametro zero, potrebbe garantire al suo Mecenate una commissione da capogiro ( teoricamente) ritrasferibile ( in parte) nelle tasche sue. Andando a fare una botta di conti in tasca al Gigio, un po' come facevan le serve un tempo, pettegole sì ma sceme no, si viene a scoprire che in un lustro il ragazzo allevato nelle giovanili rossonere andrebbe a mettere in cassa almeno 70/80 mln. Mica male. Il problema però è che andando avanti di questo passo quali società potranno permettersi di allevare ( gratuitamente) potenziali campioni per poi farseli 'strappare' ( beffardamente) dal gioco delle commissioni impossibili di qualche 'fuoriclasse' del sottobosco pedatorio?

LA CRONACA DAL DIVANO. Il calciomercato, l’orribile calciomercato, sembra aver posto il suo epicentro a Milano. Come ai bei tempi, quando la Serie A era ( dicce Mattheus) ‘ il campionato del mondo per club giocato settimanalmente’. Poi da dove (fuori)escano tanti danari non si sa. Dell’Inter si parla d’un [...]

14 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. La Nostra Signora ‘tradita’. E la ‘vendetta’ dei nostri centauri al Mugello: tre su tre.

Non solo calcio. La Nostra Signora ‘tradita’. E la ‘vendetta’ dei nostri centauri al Mugello: tre su tre. Ci avevamo creduto. In tanti. Dopo una annata costellata di indicazioni e risultati precisi da parte della Signora, prima in Europa ( in particolar) per la sua difesa impenetrabile ( tre gol soltanto in Champions). Ci avevamo creduto anche alla fine del primo tempo, nonostante qualche lieve scricchiolio: difesa non attenta e ben registrata ( a cominciare da Buffon), centrocampo generoso ma in affanno, attacco praticamente inesistente ( 'Manzu', autore di un gol Champions, a parte). Nessuno e poi nessuno, neppure i tracotanti madridisti, s'aspettavano di veder dissolvere da un attimo all'altro, come un fuoco fatuo, l'amena visione d'una Signora fino a quel momento tutto sommato ancora convincente. Nessuno. Eppure Eupalla, una volta di più beffarda, chissà per quale sua recondita ragione o vendetta, ha tirato fuor dall'otre il solito terribile sortilegio.

LA CRONACA DAL DIVANO. Ci avevamo creduto. In tanti. Dopo una annata costellata di indicazioni e risultati precisi da parte della Signora, prima in Europa ( in particolar)  per la sua difesa impenetrabile ( tre gol soltanto in Champions). Ci avevamo creduto anche alla fine del primo tempo, nonostante qualche [...]

5 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. La Signora verso il trono d’Europa. Mastro Vale vola al Mugello, tinto di giallo.

Non solo calcio. La Signora verso il trono d’Europa. Mastro Vale vola al Mugello, tinto di giallo. Eupalla, si sa, gioca a stupire. E senz'altro cercherà di far altrettanto anche in questa occasione. Dunque, prudente è non azzardarsi in veri e propri pronostici. Quel che ci è dato da capire segnala però una Signora assai diversa dal suo passato in Italia e in Europa. I progressi ( sbalorditivi e in crescendo) fatti in poco più d'un lustro tanto sotto l'aspetto economico-societario quanto sotto quello agonistico, la stanno rendendo formidabile. Insuperabile. Per chiunque. Anche per le merengues che dopo aver dominato nel secolo scorso stanno ( probabilmente ) per passare il bastone del comando a quella che, tra le altre tante pretendenti in Europa, sembra avere le carte in regola per diventare la loro ( naturale e più credibile) erede. Vedremo. In fondo, caso fosse, quale altra miglior novella potrebbe consegnarci lo storico ed ameno capoluogo del Galles? Intanto, al Mugello Valentino c'è.

CRONACA DAL DIVANO. Sì, andiamo al Mugello. Che, in queste ore, si sta coprendo di folle di  giallo vestite. Il maestro è acciaccato, dolorante, ma pronto come sempre ad impartire lezioni. Questa volta di tenacia, visto che se a cadere è facile a rialzarsi non appare altrettanto. Quell’ultima curva francese [...]

2 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Tornano a volare le ‘rosse’. Magic Giro ad un olandese. La Signora più bella per Cardiff.

Non solo calcio. Tornano a volare le ‘rosse’. Magic Giro ad un olandese. La Signora più bella per Cardiff. Toto Wolff, che stimiamo e ben vogliamo, non ha mancato di farci sapere che dalle sue parti a perdere ( con gli italiani) proprio non ci stanno. Ha detto il buon Toto: ' Le gomme? Un mistero italiano, con quella strana capacità della 'rossa' di trovare sempre la finestra giusta per far rendere al massimo le gomme'. Al che, ovviamente, la Pirelli ha risposto: 'Nulla di strano. Per noi sono tutti uguali.I successi della 'rossa' sono frutto dell'umiltà di Seb e del geniale lavoro degli uomini in rosso'. Il problema, semmai, per te Toto e per quell'altro che è tornato a mangiar spaghetti dove gli spaghetti li sanno fare davvero, è accettare che sotto l'Alpe l'ingegno abbonda. Eccome. Tanto quanto quelli che fessi li puoi fare, ma non all'infinito. Ingegneri sconosciuti e giovani, giovanissimi, gomme giuste e tanta rabbia in arretrato accumulata in corpo, questo è il mix terribile contro il quale non c'è Tigre o Bismarck che può sperare di vincere. E fattene una ragione, amabile Toto. Anzi, visto che hai cominciato con la splendida Mille Miglia, continua frequentare il Belpaese. Anche per toglierti di dosso ( prima o poi) quel camice bianco color pallore e indossarne un altro rosso color passione. In fondo l'Europa che ' dovrà (ri)prendere in mano il suo destino', ha bisogno di questo. Di vita nova, e non stantia.

CRONACA DAL DIVANO. Ma che fine settimana! Memorabile.  Le ‘rosse’ hanno sbancato Montecarlo. Dumouline s’è portato a casa, in Olanda,  il Giro Centenario. Il Crotone s’è salvato in extremis spedendo nella B un Empoli davvero indecifrabile. E a questo  primo elenco si potrebbero aggiunge, tanto per non dimenticar nulla, la bella [...]

30 maggio 2017 0 commenti

Non solo cronaca. L’esempio di Giovanni Falcone. L’ orrore a Manchester. Trump sotto indagine.

Non solo cronaca. L’esempio di Giovanni Falcone. L’ orrore a Manchester. Trump sotto indagine. Ai grandi fatti, ai grandi personaggi, si assomma anche la cronaca minore, anche questa fatta di personaggi ed eventi, ma non per questo meno dura e comprensibile, come la scomparsa del giovane pilota americano Hayden, 35 anni, investito qualche giorno fa da un auto nei pressi di Misano. Potremmo continuare nell'elenco, dove, si fa per dire, la scelta delle priorità ' da sbattere in prima pagina' resta assai problematica. Eppure, tutto questo, a suo modo, è un drammatico mosaico dei nostri tempi. Ancora cronaca, nell'attesa di diventare storia. Una storia che, per molti versi, d'una Europa ferita e stanca eppure ancora capace di reagire e di riflettere. Vediamo come.

CRONACA DAL DIVANO SPECIALE. Dal punto di vista giornalistico questo è un giorno in cui non si sa quale notizia scegliere per dar ordine alle pagine. L’anniversario di Capaci, per non dimenticare la morte del magistrato Falcone? Oppure l’attentato odierno di mano terrorista a Manchester dove già 22 sono i [...]

23 maggio 2017 0 commenti

Non solo calcio. Signora 33, un passo ancora e c’è il Triplete. Il Maestro prima ‘svernicia’ e poi ‘vola via’.

Non solo calcio. Signora 33, un passo ancora e c’è il Triplete. Il Maestro prima ‘svernicia’ e poi ‘vola via’. Non è andata bene al maestro di Tavullia, che dopo avere preso la testa ha perso la testa, finendo a gambe levate a due o tre curve dal traguardo. Non è un vedere solito, questo, soprattutto dopo che il nostro Vale svernicia qualcuno in pista per finire a sua volta sverniciato. Eppure le cose sono andate così, diciamo pure per il peggio, tanto che il nostro non ha potuto beneficiare neppure della contemporanea e infrequente uscita di pista del rivale principale, ovvero di quel Marc Marquez, che adesso comincia ad accumulare un distacco fin troppo oneroso rispetto al suo tosto rivale generazionale, Maverick Vignales, 22 anni, gitano, finora sempre sul pezzo, mai domo e anche un tantino protetto ( com'è giusto che sia alla sua età ) dalla Dea bendata. Intanto il Giro Centenario ha imboccato la sua ultima settimana di gara. Con in rosa l'olandese che non t'aspetti, Tom Dumoulin..

SPECIALE CRONACA DAL DIVANO. Fine settimana intenso. Intanto l’annuncio del 33 scudetto ( il sesto di seguito) alla Nostra Signora, che dopo aver messo in bacheca anche la  Coppa Italia  vola  a grandi passi verso Cardiff, per centrare l’agognato Triplete. Agognato ed epocale, anche perchè potrebbe cambiare la geopolitica calcistica [...]

22 maggio 2017 0 commenti