Inediti

 

Ravenna. Mostra fotografica ‘Sulle orme di Dante’ ( 28 agosto – 13 settembre), in via Berlinguer.

Ravenna. Mostra fotografica  ‘Sulle orme di Dante’ ( 28 agosto – 13 settembre), in  via Berlinguer. La mostra presenta immagini di grande formato sui luoghi toccati da Dante nel suo pellegrinaggio di esule, con citazioni della Divina Commedia, indicazioni delle località visitate e dei monumenti, ripresi con l’approvazione del Ministero della Cultura - Direzione regionale Musei Emilia Romagna, dell’Opera di religione della diocesi di Ravenna, dell’Ordine dei Frati minori conventuali di Ravenna, del comune di Ravenna, del comune di Dovadola (FC) ed il riconoscimento della FIAF-Federazione italiana associazioni fotografiche e gli auspici di ISF-Image Sans Frontiere-Parigi. L’esposizione, per la parte ravennate, è completata ed arricchita dai lavori eseguiti dai 13 studenti che hanno preso parte al laboratorio 'Ravenna dantesca' nell’ambito del progetto 'Lavori in Comune 2021'. Questi inomi dei volontari e volontarie che espongono: Adele Baldisserri, Arianna Bentini, Valentina Carosio, Virginia Corelli, Matteo Donzello, Kiara Hamiti, Sara Lazzari, Filippo Mingozzi, Oshoala Mukarramat, Mirco Petronici, Federico Santucci, Pavel Scarpellini ed Alfonso Vespoli.

RAVENNA. I soci del Circolo fotografico ravennate BFI rendono omaggio al Sommo Poeta ripercorrendone l’itinerario dall’Appennino romagnolo a Ravenna, sua ultima dimora, con una mostra che ha comportato un lungo ed approfondito lavoro di ricerca e che sarà inaugurata il 28 agosto alle 10.30 nella sala espositiva dell’ufficio decentrato di [...]

18 agosto 2021 0 commenti

Milano Marittima. Foto: ‘assenza’ negli scatti di Maurizio Gabbana: ( 8-30 agosto) convento dei Frati Minori.

Milano Marittima. Foto: ‘assenza’ negli scatti di Maurizio Gabbana: ( 8-30 agosto) convento dei Frati Minori. Si tratta di un volume, edito da Antiga Edizioni, che raccoglie 70 immagini selezionate e lavorate dall’artista e che sarà presentato l’8 agosto all’interno della suggestiva cornice del convento dei Frati Minori 'Stella Maris' di Milano Marittima. Alla serata inaugurale, che si inserisce all’interno della ventinovesima edizione della rassegna 'La spiaggia ama il libro' saranno presenti, oltre all’autore, l’assessore alla Cultura del comune di Cervia Cesare Zavatta, il direttore di Confcommercio Ascom di Cervia Cesare Brusi, e il critico, storico e scrittore Gian Ruggero Manzoni, tra i curatori del volume. La mostra, che resterà visitabile fino al 30 agosto, è articolata in un percorso intimo e straniante all’interno di 21 opere fotografiche raccolte e selezionate da Maurizio Gabbana, alle quali si aggiunge una dedica speciale, un’opera inedita dedicata a Cervia.

Milano, luglio 2021 – Una riflessione sull’Uomo e sulla sua più intima natura, una ricerca profonda dell’essenzialità attraverso la liberazione da tutto il superfluo: AssenzA è il nuovo progetto fotografico di Maurizio Gabbana. Un volume, edito da Antiga Edizioni, che raccoglie 70 immagini selezionate e lavorate dall’artista e che sarà [...]

30 luglio 2021 0 commenti

Milano Marittima. Al ‘Papeete’ presentazione del thriller ‘Le dieci chiavi di Leonardo’ di Luca Arnaù.

Milano Marittima. Al ‘Papeete’ presentazione del thriller ‘Le dieci chiavi di Leonardo’ di Luca Arnaù. Firenze, 1481. Uno spietato assassino, subito ribattezzato ‘Strappacuori’, uccide le sue vittime dopo indicibili tormenti, strappando loro il cuore. Ser Pardo de’ Giovannini, consigliere del Magnifico, ha bisogno di qualcuno che conduca le indagini in modo non ufficiale: le vittime sono molto vicine a Lorenzo de’ Medici. Decide allora di avvalersi dell’ingegno del giovane Leonardo da Vinci. Con l’aiuto di Bencio, il suo giovane allievo, e di Lapo Caperna, il capo delle Guardie, Leonardo, inizia la sua indagine mentre i delitti si susseguono inarrestabili. Grazie al suo acume si accorge ben presto di un inquietante filo conduttore che sembra guidare la mano del colpevole: è l’Inferno dantesco. Ma l’astuzia di Leonardo dovrà fare i conti con la spietata freddezza di un assassino che non si ferma di fronte a nulla pur di portare a compimento la sua raccapricciante opera. Anche per un genio come Leonardo, risolvere questo mistero potrebbe non essere così facile...

CERVIA MILANO MARITTIMA. Trama: Le dieci chiavi di Leonardo. Firenze, 1481. Uno spietato assassino, subito ribattezzato ‘Strappacuori’, uccide le sue vittime dopo indicibili tormenti, strappando loro il cuore. Ser Pardo de’ Giovannini, consigliere del Magnifico, ha bisogno di qualcuno che conduca le indagini in modo non ufficiale: le vittime sono [...]

15 luglio 2021 0 commenti

Rimini. ‘Seize the time’. Nino Pedretti, il jazz e lo spirito della cultura nera. Una tesi inedita.

Rimini. ‘Seize the time’. Nino Pedretti, il jazz e lo spirito della cultura nera. Una tesi inedita. Poesia e musica dei neri d’America è la tesi di laurea, inedita, scritta negli anni Cinquanta dal grande poeta Nino Pedretti di cui quest’anno ricorre il quarantennale della scomparsa avvenuta a Rimini il 30 maggio 1981. Grazie al lavoro di Tiziana Mattioli, Massimo Raffaelli e Rita Giannini, con la collaborazione della casa editrice Interno4 edizioni, viene finalmente dato alle stampe, in un’edizione critica e ragionata, questo lavoro giovanile di Pedretti rimasto inedito fino ad oggi. Il libro, in distribuzione dal 15 luglio, sarà presentato in anteprima nazionale lunedì 28 giugno alle 18.30 al Lapidario del Museo della città di Rimini da Tiziana Mattioli, Massimo Raffaelli e Rita Giannini, alla presenza dei familiari del poeta. In questo evento dedicato in maniera particolare alla cultura afroamericana affiancheranno il duo tre ospiti speciali: Devon Miles, artista rap, soul&ragamuffin produttore e performer, già collaboratore di Jovanotti; la raffinata Sara Jane Ghiotti, arrangiatrice e vocalist jazz dalle variegate ed illustri collaborazioni (come Joss Stone e Fabrizio Bosso); Simone La Maida, uno tra i migliori sassofonisti italiani in circolazione, profondo conoscitore dei variegati linguaggi della musica afroamericana.

RIMINI. A poco più di un anno dalla morte di George Floyd, un inedito d’autore offre l’occasione per ricordare il dramma che ha sconvolto gli Stati Uniti e il mondo con le imponenti manifestazioni che ne seguirono. Poesia e musica dei neri d’America è la tesi di laurea, inedita, scritta negli anni Cinquanta [...]

16 giugno 2021 0 commenti

Forlì.Al San Domenico, la mostra: ‘Essere umane. Le grandi fotografe raccontano il mondo’.

Forlì.Al San Domenico, la mostra: ‘Essere umane. Le grandi fotografe raccontano il mondo’. Si rinnova la tradizione delle mostre fotografiche del Buon vivere inaugurata nel 2015 con Steve McCurry, poi con Sebastiao Salgado, Elliott Erwitt, Ferdinando Scianna e infine, nel 2019, con 'Cibo', che ha visto nuovamente protagonista McCurry. La mostra, inizialmente prevista nell’autunno dello scorso anno, non ha potuto inaugurare a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia e viene ora proposta in un percorso ulteriormente arricchito. Tra le 314 fotografie in mostra, si possono segnalare le leggendarie immagini di Lee Miller nella vasca da bagno di Hitler, la strepitosa serie delle maschere di Inge Morath, realizzata con Saul Steinberg, gli iconici volti dei contadini durante la Grande Depressione di Dorothea Lange, il sorprendente servizio di Eve Arnold su una sfilata di moda ad Harlem negli anni Cinquanta e i rivoluzionari scatti di Annie Leibovitz per una epocale edizione del Calendario Pirelli. Un viaggio per immagini nell’evoluzione del linguaggio fotografico mondiale, con una specifica attenzione allo 'sguardo femminile', a partire dagli anni Trenta del Novecento, quando grazie all’affermazione delle prime riviste illustrate la fotografia è diventata il principale linguaggio della comunicazione contemporanea. Walter Guadagnini inaugurerà ai Musei di San Domenico di Forlì il prossimo 18 settembre.

Forlì (11/6/2021): Mancano cento giorni esatti all’inaugurazione della mostra fotografica ‘Essere umane. Le grandi fotografe raccontano il mondo‘, un percorso per immagini dedicato alle grandi fotografe donne curato da Walter Guadagnini che inaugurerà ai Musei di San Domenico a Forlì il prossimo 18 settembre e sarà visitabile fino al 30 [...]

11 giugno 2021 0 commenti

Cesena. Diari di guerra inediti e tre lettere di D’Annunzio. Ora al Museo di San Giovanni in Galilea.

Cesena. Diari di guerra inediti e tre lettere di D’Annunzio. Ora al Museo di San Giovanni in Galilea. I preziosi cimeli, presentati nella sede della sezione U.N.U.C.I. di Cesena presieduta dal 1° cap. prof. Alessandro Ricci, assieme agli autori delle ricerche, il cav. dott. Andrea Antonioli (direttore del Museo e Biblioteca Renzi), il cav. dott. Giampaolo Grilli e l'arch. Giovanni Paolo Tesei, confluiranno nelle collezioni del prestigioso Museo di San Giovanni in Galilea, dove potranno essere ammirati permanentemente nella sezione storica del Novecento che verrà inaugurata il prossimo 4 luglio. Le lettere dannunziane sono state donate dalla famiglia Oliveti-Dal Pont di Milano e sono indirizzate al ten. col. pilota Ivo Oliveti, eroe di guerra nel primo conflitto mondiale agli ordini del ‘comandante poeta’ D'Annunzio. Diverse altre lettere di Ivo Oliveti al Vate sono custodite al Vittoriale degli Italiani, col quale gli autori sono in frequente contatto e stanno collaborando ad altri importanti progetti che vedono il coinvolgimento di prestigiose istituzioni culturali e militari a livello nazionale.

CESENA. Un lavoro di ricerca e di studio minuzioso ed entusiasmante quello condotto dalla équipe dell’U.N.U.C.I. Sezione di Cesena e dal Museo e Biblioteca Renzi, che ha portato all’istituzione di un fondo che comprende, tra preziosissimi documenti storici e Diari di guerra inediti, anche tre lettere di Gabriele D’Annunzio. I [...]

8 giugno 2021 0 commenti

Rimini. In piazza per il 25 Aprile, Per celebrare il 76° anniversario della Liberazione d’Italia.

Rimini. In piazza per il 25 Aprile,  Per celebrare il 76° anniversario della Liberazione d’Italia. Per poter ricordare, riflettere e celebrare questo passaggio fondamentale della storia e della democrazia del nostro Paese si è voluto dare la parola agli studenti di quinta classe delle scuole superiori della città, che hanno letto - in un video pubblicato alle ore 10 di questa mattina sui canali social del Comune - alcune di quelle lettere scritte dai resistenti e dai partigiani prima di essere uccisi, e che costituiscono un patrimonio etico e morale ineguagliabile lasciatoci da quel grande fenomeno che è rappresentato dalla Resistenza italiana al Nazifascismo. Nel video, ad accompagnare i ragazzi nella lettura, un testimonial d’eccezione: Marco Missiroli, stimato e affermato scrittore della nostra Città, vincitore del premio Strega Giovani nel 2019 e insignito nello stesso anno del Sigismondo d’oro, che ha letto le lettere dei tre martiri riminesi. Le letture sono alternate, oltre ai saluti istituzionali, anche da alcune musiche di canti della Resistenza. Il video realizzato con la collaborazione dell’Istituto storico e dell’ANPI di Rimini è visibile in versione integrale al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=Raj8RhmI0m0 ; sui social del Comune - nei vari momenti della giornata di festa - ne saranno pubblicati alcuni estratti in una versione ridotta. Qui alcuni passaggi dell’intervento del Sindaco.

RIMINI. Con il raduno delle massime autorità cittadine, si è svolta in piazza Tre Martiri  – sulle note del Silenzio suonato dal maestro Stefano Serafini – la cerimonia per le celebrazioni della Festa della Liberazione d’Italia, nel rispetto delle norme anti Covid. Dopo la posa di una corona al monumento della Resistenza [...]

26 aprile 2021 0 commenti

Cesena. Il fondo fotografico ‘ W.Ceccarelli’ donato alla Malatestiana. Una città non del tutto nota.

Cesena. Il fondo fotografico ‘ W.Ceccarelli’ donato alla Malatestiana. Una città non del tutto nota. La Biblioteca malatestiana ora si impegnerà nelle operazioni necessarie per dare visibilità alla sua opera e garantirne la memoria nel tempo. Le fotografie di Ceccarelli, con inquadrature studiate e decisi giochi di luce, lo portarono a ritrarre spazi irreali, suggestivi e quasi privi della presenza umana. Nei suoi scatti ritroviamo la Cesena degli anni 1970-2000, ma lo spiccato carattere artistico, raggiunto approfondendo le tecniche di ripresa e stampa, impone di non ascrivere le foto tra quelle soltanto documentarie”. Da anni la Biblioteca malatestiana va perseguendo, con metodo, competenza e determinazione, un'attenta valorizzazione della fotografia, sia di quella sedimentata nelle proprie collezioni storiche sia di quella realizzata da autori cesenati contemporanei.Nell’insieme, la raccolta costituisce un importante tassello per la storia della fotografia locale che va ad arricchire l’archivio fotografico della Malatestiana.

CESENA. L’Archivio fotografico della Biblioteca malatestiana si espande ulteriormente e si arricchisce di  un tassello importante per documentare le espressioni culturali della città. Si tratta delle fotografie di Werther Ceccarelli, per tutti Valter, i cui scatti furono tra i protagonisti dell’esposizione ‘Cinque fotografi per un ritratto di Cesena‘, distinguendosi per [...]

23 aprile 2021 0 commenti

Modigliana. Anniversari. Idilio Galeotti e il grande pannello con 700 mattoncini sul Sommo Poeta.

Modigliana. Anniversari. Idilio Galeotti e il grande pannello con 700 mattoncini sul Sommo Poeta. Sarà un pannello di grandi dimensioni, di oltre tre metri di altezza per due metri e quaranta centimetri di base. La mia idea continua Galeotti sta nel creare un Dante Pop, per questo ho creato 700 mattoncini, (come gli anni di celebrazione del sommo poeta) aventi ognuno in forma di bassorilievo la figura di Dante, si procede la cottura, poi all’assemblaggio e montaggio di questo grande pannello, per il quale ci sto lavorando da circa due mesi. A questo punto ho coinvolto ed ho avuto la disponibilità di un Urban artist, che crea opere con uno stile contemporaneo, il suo nome Federico TomoZ Bandini è molto bravo dipingerà l'immagine di Dante sui settecento mattoncini in terracotta da me creati. Credo molto nelle collaborazioni tra le arti, unite per lo stesso obiettivo, la valorizzazione di questa importante ricorrenza. L’opera potrebbe essere esposta per un periodo in qualsiasi luogo e magari collocata successivamente in qualche parete della città, l’installazione dipinta con questa tecnica e stile rende l’opera ancor più moderna e di forte impatto visivo. Sono entusiasta per questo progetto, conclude Idilio Galeotti, in quanto mi sono messo in gioco e ho scommesso su un’impresa non facile e di grandi dimensioni, ma credo che come nella vita, anche nell’arte occorra osare e guardare in alto, con la speranza ovviamente l’opera possa essere messa in mostra e collocata in alcune città dell’Emilia Romagna

MODIGLIANA. ” Nel 2021 – fa sapere l’artista modiglianese Idilio Galeotti – per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, saranno tantissime le citazioni e pensieri, che arriveranno da tutto il mondo, interpreti della grandezza culturale del poeta e scrittore italiano, a questo proposito, dice l’artista Idilio [...]

12 aprile 2021 0 commenti

Ravennate. ‘Canzoni sul Senio’, l’ ultimo baluardo della Linea gotica è un disco sulla Liberazione.

Ravennate. ‘Canzoni sul Senio’, l’ ultimo baluardo della Linea gotica è un disco sulla Liberazione. La lavorazione di Canzoni sul Senio è iniziata nel 2017 e ha visto il coinvolgimento di dodici musicisti e artisti: Enrico Farnedi, Francesca Amati (Comaneci), Giacomo Scudellari, Mara Luzietti, Vittorio Bonetti, Eloisa Atti, Riccardo Lolli, Lanfranco 'Moder' Vicari, Francesco Giampaoli, Giacomo Toni, Gianni Parmiani e Nicola Nieddu; la grafica è a cura di Lisa Gelli. Ogni canzone è ispirata da storie vere accadute lungo il fronte del Senio, e più precisamente nei territori di Cotignola, Lugo, Bagnacavallo, Fusignano e Alfonsine. Il disco è un progetto dell'associazione Primola Cotignola, realizzato in collaborazione con Anpi e Istituto storico della Resistenza di Ravenna, con il contributo dei comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano e Lugo; è prodotto dall’etichetta Brutture Moderne. L'idea è nata nell’ambito della camminata 'Nel Senio della memoria', che si è svolta ininterrottamente dal 2004 al 2019, ogni 25 aprile: una camminata lungo gli argini del Senio che ripercorre attraverso momenti conviviali e incursioni artistiche, letterarie e musicali le tappe della memoria. La pandemia ha interrotto lo svolgimento della manifestazione.

RAVENNATE,. Il 10 aprile 1945 è una data cruciale per la Liberazione d’Italia: quel giorno infatti le truppe alleate, dopo intensi bombardamenti, riuscirono a sfondare l’ultimo baluardo di resistenza dei nazifascisti in Romagna, rappresentato dal fiume Senio, un piccolo affluente del Reno che nessuno avrebbe mai creduto potesse avere rilevanza [...]

7 aprile 2021 0 commenti