Lavoro & Sicurezza

 

Cesenatico. Videosorveglianza: finanziato il progetto presentato nel 2018 dal Comune rivierasco.

Cesenatico. Videosorveglianza: finanziato il progetto presentato nel 2018 dal Comune rivierasco. Ai 622.000 € appena approvati si devono sommare i 400.000 € investiti nel 2018 per l’installazione delle prime 73 telecamere e della stesura di fibra ottica in diversi punti del paese, proprio per rendere operativi i nuovi strumenti di controllo del territorio. Il progetto, concluso nel 2018, ha visto l’installazione di telecamere su tutto il lungomare di Levante (viale Carducci), in piazza Andrea Costa, nelle rotatorie principali, in piazza Michelangelo e nei due accessi del parco di Levante lato viale dei Mille. Grazie al nuovo finanziamento ministeriale e, in aggiunta, le somme previste dal Comune, sarà completata via Cesenatico, via Campone Sala fino al confine con la frazione di Sant’Angelo di Gatteo, via Saffi, via Litorale Marina fino al confine con Gatteo Mare, i due accessi del parco di Levante lato ospedale e lato piscina e, infine, verranno previste nuove installazioni sul lungomare di Ponente e in prossimità delle scuole presenti nel quartiere di Ponente. Complessivamente il progetto vedrà l’installazione in tutto il territorio comunale di 111 telecamere, di cui 73 già installate e 38 da installare.

CESENATICO. Nei giorni scorsi la prefettura di Forlì-Cesena ha ufficialmente comunicato al comune di Cesenatico l’aggiornamento delle graduatorie per le domande di ammissione ai finanziamenti per i progetti di videosorveglianza a seguito del decreto legge n.14 del 2017 convertito poi con la legge n.48 del 18 aprile 2017 ( Disposizioni [...]

15 marzo 2019 0 commenti

Bassa Romagna. Unione: arriva la banda larga per aziende. Nuova call per manifestazione d’interesse.

Bassa Romagna. Unione: arriva la banda larga per aziende. Nuova call per manifestazione d’interesse. Il sindaco referente per il progetto Banda ultra larga, Nicola Pasi , commenta che per i Comuni della Bassa Romagna si tratta di un ulteriore passo in avanti sul tema dello sviluppo al servizio delle imprese del nostro territorio e che l'Unione continua così il suo percorso a favore dell'innovazione, un campo in cui la Bassa Romagna si sta accreditando come uno dei soggetti più dinamici. L’obiettivo, condiviso con la regione Emilia Romagna, per il prossimo futuro è quello di portare la banda ultra larga anche nelle case non adeguatamente servite dalle reti commerciali. Il Piano banda ultra larga della Regione ha infatti l’obiettivo di infrastrutturare in fibra ottica (internet fino a 1 Gb) l’intero territorio. L’azienda regionale Lepida si è aggiudicata il premio europeo 'European Broadband Awards 2016' nella categoria 'Riduzione costi e coinvestimenti' proprio grazie a questo modello che vede nella Bassa Romagna uno dei casi più significativi, con ben tredici aree artigianali attrezzate, quasi il 50% del totale regionale.

BASSA ROMAGNA. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna apre una nuova call per la manifestazione di interesse per le imprese del territorio che intendono dotarsi di banda ultra larga. Già da anni l’Unione opera con l’obiettivo di realizzare infrastrutture per favorire l’offerta dei servizi di connettività a banda larga in [...]

13 marzo 2019 0 commenti

Rimini. Viale delle Rimembranze: iniziati i lavori di adeguamento del sottopasso pedonale.

Rimini. Viale delle Rimembranze: iniziati i lavori di adeguamento del sottopasso pedonale. Lugano - Cavalieri di Vittorio Veneto Le aree oggetto di intervento riguardano la via Lugano nel tratto compreso tra il cavalcaferrovia di via Cavalieri di Vittorio Veneto e via Ankara dove verrà rifatto il manto stradale con la nuova posa della segnaletica orizzontale/verticale. Sempre in corrispondenza del cavalcaferrovia verrà demolita l’attuale scala che sarà sostituita da un nuova rampa a norma per diversamente abili. Attraverso l’applicazione di vernici che utilizzano un insieme di tecnologie brevettate per ridurre gli inquinanti dell’aria, sarà infine mitigato l’impatto visivo dei muri presenti in corrispondenza di viadotti e sottopassi.In particolare coi lavori iniziati per essere conclusi entro venerdì 19 aprile, prima delle festività pasquali, il sottopasso pedonale sarà così adeguato ai portatori di handicap con l’eliminazione dell’ascensore di servizio e la realizzazione della viabilità di collegamento di via Giacometti con via Rimembranze lato nord. Il progetto infatti prevede il collegamento di via Giacometti con l’ultimo tratto di viale Rimembranze.

RIMINI. Hanno preso avvio  i lavori d’adeguamento del sottopasso di viale Rimembranze, parte degli interventi, complessi ed organici, approvati  dalla Giunta comunale per la realizzazione delle opere complementari e di mitigazione del trasporto rapido costiero. Oltre all’intervento sulla stazione di Bellariva, infatti sono previsti una serie d’interventi, dal costo complessivo [...]

11 marzo 2019 0 commenti

Unione dei Comuni.Finanziamenti: Bassa Romagna in Europa, Europa in Bassa Romagna.

Unione dei Comuni.Finanziamenti:  Bassa Romagna in Europa, Europa in Bassa Romagna. Energie rinnovabili, innovazione sociale e tecnologica, mobilità sostenibile, agroalimentare sono solo alcune delle linee tematiche su cui la Bassa Romagna punta per il prossimo ciclo di programmazione europea 2021-2027. A questo scopo alla fine del 2018 il servizio di Promozione territoriale dell'Unione ha strutturato al proprio interno un ufficio dedicato alla progettazione europea, con funzioni di scouting, informazione e anche supporto alla stesura di progetti europei di interesse per le realtà del territorio. Tra gli strumenti messi in campo a supporto delle attività dell'Ufficio Europa, una newsletter dedicata alle principali opportunità di finanziamento regionali, nazionali ed europee che possono essere di interesse per l'Unione della Bassa Romagna, i 9 Comuni che ne fanno parte e anche le realtà culturali, sociali e economiche del territorio.

BASSA ROMAGNA. L’Unione dei comuni della Bassa Romagna guarda con interesse all’Europa e alle possibilità di finanziamento che i bandi europei possono offrire su temi legati allo sviluppo del territorio. Energie rinnovabili, innovazione sociale e tecnologica, mobilità sostenibile, agroalimentare sono solo alcune delle linee tematiche su cui la Bassa Romagna [...]

Romagna. Tre quarti dei dipendenti dell’Azienda USL sono donne: 5.654 contro 1.108 uomini.

Romagna. Tre quarti dei dipendenti dell’Azienda USL sono donne:  5.654  contro 1.108 uomini. Al 31 dicembre 2018, il numero delle donne che a vario titolo lavoravano in Azienda è risultato pari a 11.383, (su un totale di 15.288 dipendenti), di cui 4.813 (il 42,28%) di età non superiore ai 45 anni. Tra le categorie più rappresentative, quella infermieristica è in testa con 5.654 lavoratrici donna contro 1.108 uomini in servizio su tutto il territorio aziendale. Al secondo posto, la categoria degli operatori tecnici addetti alla sicurezza OTA, degli operatori socio-sanitari OSS e degli ausiliari: 1.337 lavoratrici donna contro 214 uomini. Seguono poi i ‘camici rosa’: 1.250 professionisti medici e veterinari su un totale di 2.424. Complessivamente il 55.8% dei ruoli di dirigenza sono coperti da donne (si tenga conto che il medico ospedaliero rientra nella dirigenza medica). Per migliorare la condizione professionale e personale delle oltre 11.300 dipendenti donna, l’Azienda USL della Romagna ha messo in campo in questi anni diverse azioni, a partire dall’istituzione del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) che ha come scopo principale quello di promuovere il benessere organizzativo e contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza morale e psichica dei lavoratori. Da alcuni mesi è stata designata anche la consigliera di Fiducia.

ROMAGNA. La sanità romagnola si conferma una realtà sempre più ‘rosa’: nel 2018 la percentuale di dipendenti donne dell’Azienda USL della Romagna è salita al 74.5% (73.3% nel 2015; 73.7% nel 2016, 74% nel 2017). Al 31 dicembre 2018, il numero delle donne che a vario titolo lavoravano in Azienda [...]

Santarcangelo d/R. Nuova rotatoria fra le vie della Resistenza e Togliatti. Lavori nelle vie Alessandrini e Tosi

Santarcangelo d/R. Nuova rotatoria fra le vie  della Resistenza e Togliatti. Lavori nelle vie Alessandrini e Tosi Già da qualche giorno, infatti, è stato realizzato il tracciato della rotatoria del diametro di 40 metri che metterà in sicurezza l’intersezione situata a pochi passi dalla scuola dell’infanzia 'Margherita' in via Togliatti, dal centro sportivo e dalla nuova area di sosta per camper di via della Resistenza. Proseguono anche i lavori per la nuova strada di collegamento tra le vie Alessandrini e Trasversale Marecchia e mentre a breve prenderà avvio anche l’intervento di ricucitura degli attuali percorsi pedonali e ciclabili fra le vie della Resistenza e Togliatti. Intanto anche in via Pasquale Tosi, zona Stazione, prosegue il cantiere per la realizzazione del primo stralcio di circa 500 metri della pista ciclabile che collegherà il capoluogo con la frazione di Santa Giustina.

SANTARCANGELO d/R. È a buon punto il cantiere per la realizzazione della nuova rotatoria all’incrocio tra le vie Togliatti, della Resistenza e Franchini avviato lo scorso mese di gennaio. Già da qualche giorno, infatti, è stato realizzato il tracciato della rotatoria del diametro di 40 metri che metterà in sicurezza [...]

Rubicone. CNA e rilancio del Distretto calzaturiero. Progetto per le numerose imprese del territorio.

Rubicone. CNA e rilancio del Distretto calzaturiero. Progetto per le numerose imprese del territorio. erre di lavoro Filiera della calzatura del Rubicone è il progetto con il quale CNA Federmoda Forlì-Cesena, in collaborazione con Genius Faber, intende fornire alle imprese del Distretto di San Mauro Pascoli i necessari strumenti per contrastare efficacemente la sempre più agguerrita concorrenza. Il progetto si pone obiettivi ambiziosi, rivolgendosi sia alle imprese singolarmente, sia al territorio, perché intende rilanciare il distretto anche nel contesto internazionale, creando una comunità di business consapevole dei propri mezzi e delle potenzialità che può offrire, sia sotto il profilo della qualità, che dell’etica del lavoro. A conclusione del percorso le imprese potranno valutare se avviare o meno una pianificazione finalizzata ad impostare una strategia di posizionamento, di comunicazione e, congiuntamente ad altre della filiera, di promozione del Distretto.

San Mauro Pascoli, 21 febbraio 2019 – Terre di lavoro Filiera della calzatura del Rubicone è il progetto con il quale CNA Federmoda Forlì-Cesena, in collaborazione con Genius Faber, intende fornire alle imprese del Distretto di San Mauro Pascoli i necessari strumenti per contrastare efficacemente la sempre più agguerrita concorrenza. [...]

22 febbraio 2019 0 commenti

Rimini. Frutta e verdure: sotto controllo gli esercizi di vicinato della Polizia municipale riminese.

Rimini. Frutta e verdure: sotto controllo gli esercizi di vicinato della Polizia municipale riminese. La Polizia locale riminese, proprio per questo, sta monitorando attentamente, intervenendo, ed anche sanzionando, quando le regole non vengono rispettate come avvenuto proprio di recente per un negozio di vicinato di via XX Settembre. Non solo infatti, visto il genere merceologico particolare, è il regolamento di igiene e sanità quello che viene applicato maggiormente in caso di violazione ma anche quello di Polizia urbana o del Codice della strada quando l’esposizione della merce, come è accaduto, travalica i limiti imposti oltre i muri perimetrali degli esercizi o gli spazi d’occupazione del suolo pubblico realmente concessi. Particolare attenzione, poi, gli operatori della Polizia locale la dedicano al controllo delle merci che, a tutela del consumatore, debbono riportare tutti i dati che consentano all’acquirente finale un acquisto consapevole con la conoscenza oltre del prezzo della provenienza dei prodotti.

RIMINI. E’ un fenomeno in forte espansione quello del proliferare dei negozi di frutta e verdure in tutte le zone, ma specie in quelle periferiche, della città che la Polizia locale riminese, proprio per questo, sta monitorando attentamente, intervenendo, ed anche sanzionando, quando le regole non vengono rispettate come avvenuto [...]

20 febbraio 2019 0 commenti

Romagna. Il Mobile imbottito in provincia di Forlì-Cesena: struttura e dinamica di medio periodo.

Romagna. Il Mobile imbottito in provincia di Forlì-Cesena: struttura e dinamica di medio periodo. Il ‘distretto’ del Mobile imbottito di Forlì – la cui attività prevalente è quella della fabbricazione di poltrone e divani, seguite dalle produzioni di altri mobili e di materassi – si qualifica come un’area di specializzazione in forte ripresa dopo anni difficili. Il comparto oggi è caratterizzato dalla presenza di imprese operanti a livello nazionale e internazionale con brand prestigiosi e con produzioni di fascia medio-alta; l’indotto si articola in una rete di fornitori e terzisti con buone competenze distintive che completano la formula imprenditoriale di un prodotto caratterizzato da vantaggi competitivi. In base ai dati Infocamere (StockView), al 31/12/2018 nel comparto del ‘Mobile imbottito’ della provincia di Forlì-Cesena operano 296 imprese attive (sedi), pari allo 0,8% delle imprese attive totali del territorio. Con riferimento al 2017, la numerosità delle imprese è rimasta stabile. Rispetto ai cinque anni precedenti (31/12/2013), invece, le imprese attive sono cresciute del 5,0%, mentre la loro incidenza sul totale si è mantenuta sostanzialmente costante. L’84,5% delle imprese del comparto è artigiana; nel 2013 l’incidenza era pari all’85,5%.

FORLI’ CESENA. Evoluzione positiva del comparto del Mobile imbottito localizzato in provincia di Forlì-Cesena. L’analisi di medio periodo ne conferma infatti la rilevanza, l’importanza e la resilienza: negli ultimi cinque anni crescono le imprese attive, gli addetti, la produzione e le esportazioni. Questo in sintesi quanto emerge dall’elaborazione dell’ufficio Statistica [...]

18 febbraio 2019 0 commenti

Riolo Terme. Completato il ponte pedonale sul Serio. E, a breve, anche l’illuminazione.

Riolo Terme. Completato il ponte pedonale sul Serio. E, a breve, anche l’illuminazione. L’Amministrazione comunale ha progettato un nuovo ponte in acciaio corten, in modo da garantirne una più lunga durata negli anni, ma anche un’estetica moderna e impeccabile. Sono state eseguite prove campioni, verifiche dettagliate delle strutture e dei materiali utilizzati dei pilastri esistenti, che hanno consentito di poter appoggiare la nuova struttura su quegli appoggi. Gli appoggi alle pile esistenti sono stati sostituiti con appoggi monodirezionali e bidirezionali e con isolatori sismici, come previsto dalle normative antisismiche. Il costo totale del progetto, di circa 240 mila euro, comprende anche l’illuminazione, che sarà realizzata entro la prossima primavera. Il ponte, lungo circa sessanta metri e largo due, è di grande importanza per tutti i cittadini e i turisti riolesi, perchè collega la zona centrale e quella termale del paese.

RIOLO TERME. Dopo diversi mesi sono stati completati i lavori di ripristino del ponte pedonale sul fiume Senio, a Riolo Terme. Il vecchio ponte di legno, costruito nel 1985, era stato deteriorato dal tempo. L’Amministrazione comunale ha progettato un nuovo ponte in acciaio corten, in modo da garantirne una più [...]

18 febbraio 2019 0 commenti