Lavoro & Sicurezza

 

Emilia Romagna. Gruppo Hera: misure di tutela dal Coronavirus. Ad oggi, servizi tutti regolari.

Emilia Romagna. Gruppo Hera: misure di tutela dal Coronavirus. Ad oggi, servizi tutti regolari. Poiché per la Multiutility le persone sono l’asset principale e la loro tutela rappresenta la priorità, sono state messe in campo misure aggiuntive cautelative per contenere la diffusione del virus. Fermo restando l’indicazione di contattare il numero 1500 per tutte le informazioni di carattere sanitario e il numero 112 per le richieste di assistenza sanitaria in caso di sintomatologia evidente, l’azienda ha dato diffusione capillare alle comunicazioni del Ministero della salute contenenti i comportamenti da seguire, affisse in tutte le bacheche e la intranet aziendale, e attivato un indirizzo mail dedicato a cui i colleghi possono scrivere al fine di ottenere informazioni e chiarimenti. In via cautelativa sta intensificando tutte le attività di pulizia delle sedi e sportelli. I dipendenti in stato di gravidanza o che soffrono di immunodepressione, così come quelli che presentano sintomatologia respiratoria o influenzale, anche lieve, o che sono entrati in contatto con persone che potrebbero avere contratto il virus sono stati invitati a contattare il medico curante per considerare l’astensione dal lavoro. Sempre in via cautelativa, tutti i dipendenti sono stati invitati a ridurre le trasferte verso le aree limitrofe alle zone interessate dai provvedimenti delle Autorità preferendo, quando possibile, riunioni in videoconferenza o telefoniche.

EMILIA ROMAGNA. Con riferimento alle misure di tutela dal Coronavirus (COVID – 2019), il Gruppo Hera rende noto che ad oggi tutti i servizi gestiti sul territorio risultano regolari, così come i servizi di pronto intervento. Gli sportelli sul territorio sono regolarmente aperti, si invitano in ogni caso i clienti [...]

25 febbraio 2020 0 commenti

Rimini. ‘Città diffusa’: partito il piano di asfaltature. Via Olmo Longo e via Tavernelle le prime riqualificate.

Rimini. ‘Città diffusa’: partito il piano di asfaltature. Via Olmo Longo e via Tavernelle le prime riqualificate. ll Piano di asfaltature previsto dall’ufficio Lavori pubblici del comune di Rimini, programmato nelle vie dei quartieri a monte della statale 16 Adriatica, ha avuto inizio con il rifacimento di via Olmo Longo e proseguirà oggi in via Tavernelle. Si tratta del primo lotto che comprende una ventina di vie e strade, in gran parte concentrate a monte della statale, per un investimento di 500mila euro. I lavori prevedono interventi nelle zone di Santa Maria in Cerreto, Gaiofana, Vergiano, Corpolò, Spadarolo, e la zona artigianale delle Celle. Le vie interessate sono in particolare: via Baracchi, via Montefiorino, via Montalbano, via Del Poggio, via S.Maria in Cerreto, via Tavernelle, via Olmo Longo, via Cina, via Baracchi. Gli interventi, che fanno parte del piano delle opere di ‘Città diffusa’, proseguiranno poi spostandosi in diversi tratti urbani, tra cui via Fucini, via Bandi, via Astore, via del Daino - Del Cervo, via Ferrari, via Spluga e traverse, trav. via Adimari-Rocchi, vicolo San Bernardino.

RIMINI. Il Piano di asfaltature previsto dall’ufficio Lavori pubblici del comune di Rimini, programmato nelle vie dei quartieri a monte della statale 16 Adriatica, ha avuto inizio  con il rifacimento di via Olmo Longo e proseguirà oggi in via Tavernelle. Si tratta del primo lotto che comprende una ventina di vie [...]

20 febbraio 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Er smart industry: piano di Confindustria per la crescita di imprese e filiere produttive.

Emilia Romagna. Er smart industry: piano di Confindustria per la crescita di imprese e filiere produttive. Il Progetto, realizzato con il finanziamento dell'Unione europea-FSE e della regione Emilia Romagna, è suddiviso in cinque filiere strategiche per l’economia regionale: ER Smart Food per la filiera agroalimentare, er smart mech per meccanica, meccatronica, motoristica, per smart fashion per tessile e moda, per smart health & wellness per salute e benessere e per smart home per casa-arredo. I TEMI PROPOSTI. I temi principali proposti ad imprenditori, manager e figure chiave delle aziende riguardano l’innovazione by design, l’innovazione tecnologica di prodotto/processo, l’innovazione market-driven, l’innovazione digitale e l’innovazione aperta. I numeri sono importanti ed ambiziosi: il Piano coinvolgerà in tutto il territorio regionale oltre 1.100 imprese e 3.500 persone con attività di formazione in aula e interventi di accompagnamento consulenziale in azienda per un totale di quasi 20 mila ore.

 EMILIA ROMAGNA 5  febbraio 2020. Il sistema Confindustria Emilia Romagna presenta il piano ER Smart Industry, un programma per accompagnare le imprese che vogliono sviluppare processi di innovazione tecnologica, organizzativa e di mercato per migliorare il proprio posizionamento competitivo. Il Progetto, realizzato con il finanziamento dell’Unione europea-FSE e della regione Emilia [...]

4 febbraio 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Unioncamere: meno imprese attive. Il 2019 chiude in flessione di 3.073 unità.

Emilia Romagna. Unioncamere: meno imprese attive. Il 2019 chiude in flessione di 3.073 unità. Il 2019 si chiude con una flessione di 3.073 unità (-0,8 per cento) che è la più ampia degli ultimi cinque anni. La base imprenditoriale nazionale subisce una più lieve riduzione (-0,3 per cento). Il calo più netto riguarda le imprese del commercio (-1.771), segue il settore agricoltura (-1.297), poi manifattura, trasporto e magazzinaggio, mentre è più lieve la diminuzione nelle costruzioni. Il complesso dei servizi è in leggera contrazione (-0,4 per cento), ma dal suo interno giungono gli unici segnali positivi, in particolare dall’immobiliare. Rallenta la crescita delle società di capitale (2.587 unità, +2,9 per cento), mentre è evidente il calo delle ditte individuali (-3.260) e delle società di persone (-2.217).

EMILIA ROMAGNA. Il 2019 si chiude con una flessione di 3.073 unità (-0,8 per cento) che è la più ampia degli ultimi cinque anni. La base imprenditoriale nazionale subisce una più lieve riduzione (-0,3 per cento). Il calo più netto riguarda le imprese del commercio (-1.771), segue il settore agricoltura [...]

29 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. No tax area: 26 domande per il sostegno delle start up di impresa. Arrivate a 18 le botteghe storiche.

Rimini. No tax area: 26 domande per il sostegno delle start up di impresa. Arrivate a 18 le botteghe storiche. Attualmente l’Albo delle botteghe storica conta 18 attività: le ultime due ‘botteghe’ a entrare nell’Albo sono Lombardi di Isabella Magnani (corso d'Augusto 94) e Bounty Rimini, (via La Strada 6). Sono oltre 25 i procedimenti già attivati per consentire ad altre attività di iscrivere il proprio nome nell’Albo, che non rappresenta solo un riconoscimento ma anche un’opportunità di ottenere qualche sgravio, grazie alle misure contenute nella ‘no tax area’, il pacchetto di provvedimenti voluto dall’amministrazione comunale di Rimini per sostenere il commercio e le attività artigianali. L’attenzione alle botteghe storiche è una delle finalità perseguite dalla no tax area. La prima riguarda le start up d'impresa e il sostegno della fase di avviamento di imprese di nuova costituzione o di nuovo insediamento che contribuiscono ( in particolare) alla valorizzazione del Centro storico e dei Borghi. La seconda finalità interessa invece 'negozi aperti, vetrine illuminate' e mira al contenimento dei canoni di affitto di locali a destinazione commerciale o produttiva aperti al pubblico.

RIMINI. Sono 54 le domande arrivate fino ad oggi all’ufficio attività economiche per entrare a far parte dell’albo delle botteghe storiche, un elenco in continuo aggiornamento che raccoglie quegli esercizi con un’attività che prosegue da almeno cinquant’anni e con un forte radicamento sul territorio. Attualmente l’Albo delle botteghe storica conta [...]

22 gennaio 2020 0 commenti

Cattolica. Nuove reti fognarie nelle vie Corridoni e Matteotti. Lavori da lunedì 13 gennaio fino a Pasqua.

Cattolica. Nuove reti fognarie nelle vie Corridoni e Matteotti. Lavori da lunedì 13 gennaio fino a Pasqua. Il cantiere, per ridurre i disagi il più possibile, è ‘mobile’ e ha preso avvio lungo via Corridoni tra le vie Curiel e Matteotti. L’intervento in questo primo tratto dovrebbe concludersi in circa un mese. Durante questo periodo sarà in vigore il divieto di transito veicolare limitatamente all’area interessata dai lavori; verrà comunque garantito l’accesso pedonale lungo i marciapiedi esistenti. I lavori prevedono il totale rifacimento della fognatura bianca in via Corridoni, per una lunghezza di circa 200 metri e la posa di nuove condotte fognarie per la raccolta delle acque nere sia lungo viale Corridoni, sia lungo via Matteotti, per una lunghezza complessiva di circa 300 metri. Obiettivo dell’intervento è quello di completare la separazione delle reti fognarie dell’area e di provvedere ad una migliore regimentazione delle acque di pioggia. I costi complessivi dell’intervento ammontano a circa 150 mila euro e saranno in parte finanziati da SIS oltre che dal gestore Hera, con oneri a carico del Servizio idrico integrato.

CATTOLICA. Sono iniziati  lunedì 13 gennaio i lavori Hera di rifacimento delle fognature nelle vie Corridoni e Matteotti (nel tratto compreso fra le vie Battisti e Bovio), che si trovano in una zona centrale di Cattolica tra il lungomare Rasi Spinelli ed il centro abitato. Il cantiere, per ridurre i disagi [...]

17 gennaio 2020 0 commenti

Bassa Romagna. Nel Decreto crescita, agevolazioni per l’ampliamento e la riapertura di esercizi commerciali.

Bassa Romagna. Nel Decreto crescita, agevolazioni per l’ampliamento e la riapertura di esercizi commerciali. Sono ammesse a fruire delle agevolazioni previste dal presente articolo le iniziative finalizzate alla riapertura di esercizi operanti nei settori dell'artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero, nonché commercio al dettaglio, limitatamente agli esercizi di cui all'articolo 4, comma 1, lettere d) ed e), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, compresa la somministrazione di alimenti e di bevande al pubblico. Le agevolazioni consistono nell'erogazione di contributi per l'anno nel quale avviene la riapertura o l'ampliamento degli esercizi elencati e per i tre anni successivi . La misura del contributo erogabile è rapportata alla somma dei tributi comunali (IMU, TARI, TASI, ICP) dovuti dall'esercente e regolarmente versati nell'anno precedente a quello nel quale è presentata la richiesta, fino al 100% dell'importo. I soggetti che intendono usufruire delle agevolazioni devono presentare la richiesta entro il 28 febbraio di ogni anno.

BASSA ROMAGNA. È online il modulo di domanda per la concessione di agevolazioni in favore dei soggetti che procedono all’ampliamento di esercizi commerciali già esistenti o alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi, situati nei territori di comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti. Sono ammesse a fruire [...]

16 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Edilizia sportiva, per il 2020 interventi per circa 450mila euro. Grandi impianti compresi.

Rimini. Edilizia sportiva, per il 2020 interventi per circa 450mila euro. Grandi impianti compresi. Lo studio di fattibilità approvato dalla Giunta comprende per il prossimo anno i progetti per la manutenzione di alcune strutture sportive comunali scelte sulla base delle necessità emerse nel corso degli ultimi mesi e che richiedono interventi per migliorare la fruibilità degli ambienti e l’accessibilità da parte degli utenti. Nel dettaglio nel 2020 si prevede di intervenire alle palestre delle scuole Lambruschini e Panzini, al pattinodromo di via Aleardi/Lagomaggio e a quello di Viserba e infine al campo sintetico dello stadio Romeo Neri. Sia per il 2020 sia per il 2021 sono stati previsti nel piano interventi per 200mila euro annui, con opere di manutenzione che interesseranno tra gli altri i centri sportivi di Torre Pedrera, Viserbella, Viserba, Rivabella, Miramare, alle palestre Sforza, campetto via Bramante, ai grandi impianti come il Flaminio e lo stadio del Baseball.

RIMINI. Palestre, pattinodromi e stadio: è di circa 450mila euro l’investimento previsto per il 2020 per la manutenzione e l’adeguamento degli impianti sportivi del territorio, inserito nel programma triennale dei lavori pubblici 2020/2022. Lo studio di fattibilità approvato dalla Giunta comprende per il prossimo anno i progetti per la manutenzione [...]

30 dicembre 2019 0 commenti

Rimini. Intervento sulla spiaggia di San Giuliano Mare. Per la difesa della costa e della balneazione.

Rimini. Intervento sulla spiaggia di San Giuliano Mare. Per la difesa della costa e della balneazione. Con la delibera dello scorso 17 dicembre, la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per gli 'Interventi a difesa della costa e della balneazione a San Giuliano Mare'. Un progetto che ha lo scopo di migliorare le condizioni ambientali e di balneabilità della spiaggia approfondendo i fondali nella zona protetta dalla scogliera foranea esistente, evitando la formazione del tombolo. L’intervento prevede la rimozione totale della scogliera foranea emersa esistente, nel tratto di litorale di San Giuliano situato tra la foce del deviatore Marecchia ed il porto turistico di Rimini, al fine di aumentare la circolazione idrodinamica della baia, contenendo l’arretramento della linea di costa. Gli scogli rimossi saranno utilizzati per il consolidamento del paramento lato mare del pennello perpendicolare al molo di levante della darsena. La rimozione della scogliera foranea emersa esistente, consentirà alle onde incidenti di raggiungere la spiaggia emersa e quindi aumentare la circolazione idrodinamica della baia.

RIMINI. Con la delibera dello scorso 17 dicembre, la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per gli ‘Interventi a difesa della costa e della balneazione a San Giuliano Mare’.   Un progetto che ha lo scopo di migliorare le condizioni ambientali e di balneabilità della spiaggia approfondendo [...]

28 dicembre 2019 0 commenti

Savignano s/R. Alla Fiera di S.Lucia l’evento ‘ I fabbri dell’anima’. Con i campioni della forgiatura.

Savignano s/R. Alla Fiera di S.Lucia l’evento ‘ I fabbri dell’anima’. Con i campioni della forgiatura. Quest’anno due peculiarità da mettere in evidenza: la prima è che il gruppo di forgiatori annoverava anche tutti e tre i campioni del mondo di forgiatura, premiati tra i 300 fabbri che hanno partecipato alla gara di settembre, presso la biennale di Arezzo. Davide Caprili, primo classificato di Savignano, nonché coordinatore del gruppo, Alvaro Ricci Lucchi, secondo classificato di Imola e Federico Tornieri, terzo classificato di Verona. Fanno parte del gruppo storico dei 'Fabbri nell’anima' e quale miglior biglietto da visita per dire che qui, a Savignano, esiste la culla di quest’arte. La seconda peculiarità è che, in contemporanea con la fiera, è stata inaugurata anche la mostra di opere di ferro battuto curata da William Ventrucci, presso la Galleria comunale, ex Pescheria, alla presenza del sindaco Filippo Giovannini e del consigliere regionale Lia Montalti. La mostra contiene le opere di molti dei fabbri che fanno parte del gruppo ed oltre, la cui realizzazione stupisce per la capacità di mixare maestria artigiana e valore artistico.

SAVIGNANO S/R. Seguendo una tradizione ormai decennale, i fabbridel gruppo ‘Fabbri nell’anima’ hanno trascorso i giorni della Fiera di Santa Lucia a Savignano mostrando il loro saper fare artigiano in piazza Faberi, realizzando un ‘gallo romagnolo’ da donare alla collettività. Oltre 40 fabbri, provenienti da tutta Italia e da parte dell’Europa, concentrati [...]

17 dicembre 2019 0 commenti