Lavoro & Sicurezza

 

Rimini. Via Bastioni settentrionali: migliora la viabilità. In corso la posa in opera della condotta fognaria.

Rimini. Via Bastioni settentrionali: migliora la viabilità. In corso la posa in opera della condotta fognaria. Un intervento che per essere realizzato ha nella prima fase necessità di interdire completamente la circolazione sulla via specie per il posizionamento del sistema di micropali, parte delle opere strutturali per il sostegno della sede stradale necessario alla realizzazione di un ramo di fognatura bianca in via Bastioni Settentrionali (tra le vie Cavalieri e Porta Galliana). Un progetto, condiviso e autorizzato in ogni fase con la Soprintendenza archeologica e Belle arti, che ha ottenuto il nulla osta da parte dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e autorizzazione da parte dell’ufficio sismica ed avrà un costo complessivo di 400.000 euro totalmente a carico di Hera Spa. Fino al termine della prima fase sarà dunque necessaria la chiusura totale al traffico di via Bastioni settentrionali nel tratto da via Dei Cavalieri a via Dei Mille, mentre con l’avvio della seconda fase la chiusura al traffico sarà parziale col solo restringimento della carreggiata. Sono consigliati, specie nei momenti di punta, l’utilizzo di itinerari alternativi come via Tripoli a sud o via Tonale a nord per raggiungere da monte la zona mare.

RIMINI. Dopo un primo giorno impegnativo, specie nelle ore di inizio e fine delle attività lavorative, anche grazie all’apporto del personale della Polizia locale che su due turni presidia i luoghi più delicati, è notevolmente migliorata la viabilità modificata a seguito dell’inizio lavori per la posa della condotta fognaria in [...]

10 luglio 2019 0 commenti

Rimini. Porta Galliana: ecco l’intervento. Chiuso al traffico ( un tratto) di via Bastioni settentrionali.

Rimini. Porta Galliana: ecco l’intervento. Chiuso al traffico (  un tratto) di via Bastioni settentrionali. I lavori per la realizzazione di un ramo di fognatura bianca comporteranno nella prima fase la chiusura totale al traffico di via Bastioni Settentrionali nel tratto da via Dei Cavalieri a via Dei Mille, mentre nella seconda fase la chiusura al traffico sarà parziale grazie al solo restringimento della carreggiata. Dall’8 luglio, quindi, i veicoli provenienti da monte in direzione mare sulla circonvallazione occidentale, dopo aver superato il ponte di Tiberio e imboccato il primo tratto dei Bastioni settentrionali, saranno obbligati a svoltare a destra su via Cavalieri per poi raggiungere via Gambalunga fino a piazzale Cesare Battisti. Consigliati dunque l'utilizzo di direttrici monte mare alternative come via Tripoli a sud o via Tonale a nord. Con questo intervento, in particolare, si darà esecuzione alle opere strutturali per il sostegno della sede stradale Via Bastioni Settentrionali mediante una paratia di micropali, per poi intervenire sia sulla lastra di copertura sul collettore novecentesco che per la realizzazione di un ramo di fognatura bianca in via Bastioni settentrionali (tra via Cavalieri e porta Galliana).

RIMINI. Prende avvio lunedì 8 luglio, per terminare prima dell’inizio delle attività scolastiche, l’intervento per la risoluzione definitiva delle interferenze fognarie da sottoservizi nel sito di sedime di porta Galliana, uno dei luoghi identitari di Rimini che al termine dei lavori sarà restituito alla città tornando ad essere un luogo [...]

2 luglio 2019 0 commenti

Ravenna. Inaugurata la banda larga nell’area artigianale di San Pietro in Vincoli, in via dell’Uva.

Ravenna. Inaugurata la banda larga nell’area artigianale di San Pietro in Vincoli, in via dell’Uva. A tagliare il nastro l'assessore a Ravenna digitale Massimo Cameliani, Palmiro Fontana presidente del consiglio territoriale area 8, Elia Spadoni titolare di Spadhausen S.r.l., Antonello Piazza segretario di Confartigianato Ravenna, Ettore Burioli presidente CNA, Melissa Baiocchi referente CNA a San Pietro in Vincoli e le aziende interessate dalla nuova connessione veloce. L’intervento è stato reso possibile grazie all’adesione del Comune al bando regionale relativo a Por Fesr Asse 4 2014/2020 per l’infrastrutturazione di aree artigianali considerate a 'fallimento di mercato', candidando, tra le altre, anche la zona artigianale di San Piero in Vincoli.

RAVENNA. Si è tenuta l’inaugurazione della banda larga nell’area artigianale di San Pietro in Vincoli in via dell‘Uva, a tagliare il nastro l’assessore a Ravenna digitale Massimo Cameliani, Palmiro Fontana presidente del consiglio territoriale area 8, Elia Spadoni titolare di Spadhausen S.r.l., Antonello Piazza segretario di Confartigianato Ravenna, Ettore Burioli presidente CNA, Melissa Baiocchi referente [...]

26 giugno 2019 0 commenti

Riccione. La prima ‘passivhaus’ in legno. Un seminario dedicato al mondo della bio architettura.

Riccione. La prima ‘passivhaus’ in legno. Un seminario dedicato al mondo della bio architettura. Il cantiere, partito solamente un mese e mezzo fa in via Arimondi, va avanti a ritmo serrato per la realizzazione della prima casa 'passiva' di Riccione. La prima abitazione 'passiva' di Riccione è al centro degli studi dei corsi di futuri architetti internazionali, specializzandi in bio architettura. Che cos'è una Passiv House? La casa 'passiva' è un edificio che copre la maggior parte del suo fabbisogno di energia ricorrendo a dispositivi passivi. Un'abitazione che assicura il benessere termico senza (o con) una minima fonte energetica di riscaldamento interna: senza alcun impianto di riscaldamento "convenzionale", ossia caldaia e termosifoni o sistemi analoghi. Si tratta dunque di una casa che massimizza l'efficienza energetica. È detta 'passiva' perché la somma degli apporti passivi di calore dell'irraggiamento solare trasmessi dalle finestre e il calore generato internamente all'edificio da elettrodomestici e dagli occupanti stessi sono quasi sufficienti a compensare le perdite dell'involucro durante la stagione fredda. L'architettura passiva si avvale di ' masse di accumulo termico', cioè quantità di materiali con elevata capacità termica.

RICCIONE. Un cantiere edile dedicato al mondo della bio architettura, diventa il protagonista assoluto del seminario organizzato al Palazzo del Turismo di Riccione pochi giorni fa, all’interno del corso di formazione per l’Ordine degli architetti, in collaborazione con l’Università di Bologna. Il cantiere, partito solamente un mese e mezzo fa in [...]

24 giugno 2019 0 commenti

Rimini. Bando Feamp 2014-2020: riqualificazione dell’area portuale per le imprese del settore Pesca.

Rimini. Bando Feamp  2014-2020: riqualificazione dell’area portuale per le imprese del settore Pesca. Le opere in progetto riguardano il molo di Levante 'Capitan Giulietti', la parte 'centrale' del porto di Rimini che costituisce l’ingresso naturale e più frequentato di piazzale Boscovich ma che rappresenta anche un punto di attracco per le imbarcazioni. Con le opere in progetto si interverrà su questa promiscuità delle funzioni, attraverso l’utilizzo di rivestimenti e di segnaletica specifica a terra. Stesso obiettivo anche per quanto riguarda l’ingresso della banchina del 'Porto di pesca', area dove sono concentrate le maggiori attività legate allo sbarco del pescato. Il progetto prevede il rifacimento dei rivestimenti e sarà inoltre individuata una 'seconda fascia/area di lavoro', destinata al transito dei muletti impegnati nelle operazioni di scarico e carico del pescato, dalle barche alle celle frigorifere dei camion. Una specifica segnaletica a terrà evidenzierà questa lavorazione. Per le banchine di destra e sinistra, dove sono attraccati la maggior parte dei pescherecci di Rimini e dove sono presenti gli impianti di servizio e rifornimento, i lavori sono pensati per mettere ordine ed aumentare la sicurezza, identificando con chiarezza le varie funzioni e destinazioni d’uso. Oltre alla realizzazione di una fascia che costituirà la zona di pertinenza dei pescherecci, sulla banchina di destra si interverrà anche sulla organizzazione e mobilità dei veicoli: saranno riorganizzati gli accessi ed istituiti dei precisi sensi di circolazione di ingresso e uscita in via Destra del porto.

RIMINI. Si amplia il progetto per la riqualificazione del Porto di Rimini, un piano di interventi che interesseranno le infrastrutture e le attività legate alla pesca e concentrate in particolare al miglioramento delle dotazioni e dei dispositivi di servizio alla marineria. Il progetto esecutivo approvato  dalla Giunta comunale è stato [...]

29 maggio 2019 0 commenti

Riminese. Hera, online il Bilancio di sostenibilità 2018. Quasi 2 miliardi distribuiti agli stakeholder.

Riminese. Hera, online il Bilancio di sostenibilità 2018. Quasi 2 miliardi distribuiti agli stakeholder. Innovazione e sviluppo sostenibile del territorio: 106 milioni di euro distribuiti agli stakeholder del Riminese Nel 2018 si conferma l’importante ruolo della Multiutility nel tessuto in cui opera. Il valore economico complessivamente distribuito sul territorio servito è stato di 1.913 milioni di euro. Di questi, 106 milioni di euro sono stati distribuiti nella sola provincia di Rimini a lavoratori, azionisti, finanziatori e istituti bancari, pubblica amministrazione e comunità locale, fornitori locali, creando un indotto occupazionale di 471 posti di lavoro. Complessivamente, sono 545 i dipendenti della Multiutility nella provincia. In ambito innovazione e digitalizzazione, si segnala come grazie al 'Rifiutologo', l’app dedicata alla raccolta differenziata del Gruppo Hera, i cittadini abbiano potuto effettuare 3.800 segnalazioni per migliorare il decoro urbano della città. Sul tema inclusione sociale, è sempre alta l’attenzione di Hera nei confronti di chi ha più bisogno: sono state 2.000 le famiglie della provincia aiutate con la rateizzazione delle bollette, per un valore complessivo di 3 milioni di euro. Sui servizi erogati, annualmente viene effettuata una indagine tra i clienti e nel 2018 l’indice di soddisfazione sul territorio di Rimini ha ottenuto il punteggio di 68/100, rappresentativo di una buona soddisfazione. Uso intelligente dell’energia: nel Riminese evitate 5 mila tonnellate di CO2. Su questo fronte, nel 2018 Hera ha fornito energia elettrica da fonti rinnovabili al 100% delle famiglie con contratto a mercato libero presenti nel territorio riminese, dove il 19% dei clienti ha tra l’altro già aderito a offerte commerciali che favoriscono l’efficienza energetica o l’analisi dei consumi, il servizio gratuito che permette alle famiglie di confrontare i propri consumi energetici con quelli di un nucleo familiare simile.

BOLOGNA. Il Bilancio di sostenibilità 2018 del Gruppo Hera, appena pubblicato, è on line all’indirizzo http://bs.gruppohera.it e contiene i numeri delle responsabilità economica, sociale e ambientale, il focus sugli impegni presi, i risultati conseguiti e le prospettive future. Quest’anno sono state introdotte anche nuove pagine dedicate ai risultati per ogni [...]

24 maggio 2019 0 commenti

Folimpopoli. Le 28 ‘Mariette’ di Casa Artusi. Protagoniste a Fico nel record con ‘ Sfoglia da Guiness’.

Folimpopoli. Le 28 ‘Mariette’ di Casa Artusi. Protagoniste a Fico nel record con ‘ Sfoglia da Guiness’. Insieme a loro i giovani della start up bolognese SfogliAmo, la cooperativa di ragazzi e ragazze che realizzano la pasta fresca a Eataly World; le Cesarine, la rete di cuoche casalinghe d'Italia arrivate a Bologna da Piemonte, Abruzzo, Lazio, Veneto, Calabria, Toscana, Sicilia, Umbria, Lombardia e da tutta l’Emilia Romagna; le sfogline bolognesi e quelle dell’associazione La San Nicola di Castelfranco Emilia. Dopo avere tirato la sfoglia, tante sono state le preparazioni presentate, molte delle quali tratte dal manuale artusiano che già dalla prima edizione proponeva un numero ragguardevole di ricette di pasta. Naturalmente protagonista l’Emilia Romagna con le tante ricette: dai cappelletti ai tortellini, dai tortelloni romagnoli con erbe di campagna e ricotta alle tagliatelle lune piene con ripieno di pere e formaggi, dalle tagliatelle ai tagliolini, dagli strichetti ai malfattini, etc etc. E ancora, fettuccine e ravioli ripieni di ricotta e spinaci dal Lazio; dall’Abruzzo i maccheroni alla chitarra; i piemontesi ravioli ripieni di patate, porri e salsiccia; i casunzei all’ampezzana con ripieno di barbabietola, patate e rapa; i maltagliati calabresi; dalla Toscana, i panniccelli con ricotta e spinaci; i maccheroni siciliani.

Forlimpopoli (13 maggio 2019) – Nel giorno della Festa della mamma, un ‘esercito‘ di 55 artisti della cucina, armato di mattarello, uova, farina, ha conquistato il record della sfoglia tirata a mano. Protagoniste del Guinness di oltre 120 metri di sfoglia, 28 Mariette di Casa Artusi, guidate dalla Presidente Verdiana [...]

13 maggio 2019 0 commenti

Rimini. Bicipoletana: via libera della Giunta al progetto alla ciclabile che collegherà Stazione e Ospedale

Rimini. Bicipoletana: via libera della Giunta al progetto alla ciclabile che collegherà  Stazione e Ospedale Il progetto definitivo, approvato dalla Giunta comunale, ha un costo complessivo di 700mila euro e prevede un collegamento ciclabile di 2,710 km, consentendo un incremento centrale per la mobilità sostenibile. Si tratta di un’infrastruttura strategica per il territorio che ha tenuto conto delle indicazioni pervenute dai partecipanti alla consultazione avviata lo scorso anno tra le procedure di accompagnamento all'adozione del Piano urbano della mobilità sostenibile e delle esigenze di mobilità e messa in sicurezza di ciclisti e pedoni che quotidianamente usano l'asse di via Roma, via Ugo Bassi e via Settembrini. Il costo dell’investimento sarà coperto per il 50% (€ 350 mila) dalla regione Emilia Romagna, in quanto come noto, il progetto è risultato il primo in graduatoria tra i 93 candidati al bando 'Fondo sviluppo e coesione infrastrutture 2014/2020 – Asse tematico altri interventi', il bando regionale emanato a giugno per la promozione della mobilità ciclistica, dove il comune di Rimini ha ottenuto il massimo del contributo possibile.

RIMINI. E’ un progetto che completa un asse portante della bicipolitana e che andrà ad unire due poli strategici della città: la Stazione ferroviaria e l’ospedale Infermi, mettendoli a sistema, a sud, con l’asse esistente che già conduce a Miramare e, a nord, con quello che, passando dalla stazione e [...]

30 aprile 2019 0 commenti

Cesenate. Frane: sicurezza di tre arterie collinari. 50mila euro per sistemare le scarpate stradali.

Cesenate. Frane: sicurezza di tre arterie collinari. 50mila euro per sistemare le scarpate stradali. In tutti e tre i casi si sono verificate frane, per fortuna di dimensioni limitate, che hanno fatto cedere parte della scarpata stradale e, di conseguenza, hanno causato restringimento della carreggiata: in particolare, in via Calisese il distacco di un pezzo di scarpata ha provocato il cedimento anche della corsia stradale, che si è ristretta di circa mezzo metro; una situazione analoga si è registrata in via Formignano, mentre in via Chiesa di Casale è franata la scarpata a monte. In queste condizioni, il transito è ancora possibile, pur con i disagi del caso, ma in caso di ulteriore evoluzione delle frane, i danni alla strada potrebbero diventare molto più seri, con i connessi pericoli alla pubblica incolumità. Da qui la necessità di intervenire per ripristinare la scarpate. Il progetto messo a punto a questo scopo dal settore Infrastrutture e Mobilità del Comune prevede per tutte e tre le strade la pulizia e la riprofilatura della scarpata e la realizzazione di palizzate in legno di castagno. In via Calisese, inoltre, è prevista l’esecuzione di massicciate alla base con massi ciclopici.

CESENA. Disco verde per la sistemazione delle scarpate di tre strade del territorio collinare danneggiate di recente da frane. Nei giorni scorsila Giunta Comunaledi Cesena ha approvato una serie di interventi, per un importo complessivo di 50.000 mila, che interesseranno le vie Calisese, Formignano e Chiesa di Casale. In tutti [...]

11 aprile 2019 0 commenti

Cesena. Macfrut (8 / 10 maggio): l’ortofrutta italiana s’è desta. Con ben oltre 1100 espositori.

Cesena. Macfrut (8 / 10 maggio): l’ortofrutta italiana s’è desta. Con ben oltre 1100 espositori. Numeri in crescita per Macfrut che si dipana su 8 padiglioni fieristici con una presenza che per la prima volta oltrepassa i 1100 espositori, un quarto dei quali oltreconfine. E ancora, oltre 1500 buyer invitati da tutto il mondo, a cui a si aggiungono una sessantina di eventi tra convegni, meeting aziendali e convention organizzati direttamente dagli espositori, a testimonianza di una fiera anche di contenuti. Tutto questo in rappresentanza di undici settori espositivi che rendono Macfrut un unicum nel contesto delle fiere di settore: sementi; novità vegetali e vivaismo; tecnologie di campo; mezzi tecnici; produzione, commercio e distribuzione; biologico; macchinari e tecnologie del post raccolta; materiali e imballaggi di confezionamento; quarta gamma; logistica; servizi. A Macfrut si ritrovano le principali organizzazioni del settore ortofrutticolo. Info Macfrut 2019. Macfrut è organizzato da Cesena Fiera e si svolge in Fiera a Rimini nelle giornate 8-9-10 maggio 2019, orario 9.30-18.

CESENA/RIMINI . Internazionalizzazione e innovazione. Sono le due ‘key’ della 36   esima edizione di Macfrut, fiera internazionale dell’ortofrutta, nei padiglioni fieristici di Rimini dall’8 al 10 maggio 2019. Unica fiera di filiera del panorama internazionale, la tre giorni vuole rappresentare l’orgoglio di un sistema cardine del Made in Italy agroalimentare, [...]

4 aprile 2019 0 commenti