Lavoro & Sicurezza

 

Rimini. Sequestro di giocattoli non conformi CE. Eseguiti alcuni controlli della Pm nella zona Rimini Nord.

Rimini. Sequestro di giocattoli non conformi CE. Eseguiti  alcuni controlli della Pm nella zona Rimini Nord. Quello dei controlli sulla regolarità dei giocattoli privi del marchio CE, è un importante fronte operativo su cui lavora la Polizia locale per garantire la sicurezza dei minori, soprattutto nella vendita di prodotti pericoloso e non conformi alla normativa europea. L’operazione di polizia amministrativa eseguita nei giorni scorsi dal Distaccamento di Viserba, si è concentrata su alcune attività commerciali di vendita al minuto di prodotti non alimentari, ubicate nella zona di Rimini Nord. Nell’ambito di tali controlli sono emerse alcune irregolarità in due attività commerciali di Torre Pedrera, dove è stato fatto un sequestro di 298 confezioni di giocattoli, non rispondenti ai canoni di legge comunitaria. Ai titolari delle attività, di origini straniere, sono state elevate sanzioni per un totale di € 6.000.00 ed una segnalazione in via amministrativa alla Camera di commercio, come previsto dalla normativa vigente. L’accertamento della Polizia locale poi si è esteso anche nel merito della documentazione di accompagnamento della merce sequestrata, al fine di risalire alle immissioni non regolari, nell’ambito del commercio all’ingrosso, di merce non conforme. L’approfondimento ha dato luogo all’identificazione di un importatore/distributore, che ha sede a Bologna, al quale è stata elevata un’ulteriore sanzione di € 6.000,00.

RIMINI.  Ci sono fucili ad acqua, palloni di gomma, giochi per il mare, bambole, maschere per fare snorkeling, pupazzi e gonfiabili di ogni tipo; dentro al sequestro di giocattoli non regolari, destinati ai bambini di età superiore ai 36 mesi, che gli uomini della Polizia Locale di Rimini hanno fatto lo [...]

26 agosto 2019 0 commenti

Cesenate. Redditi nell’Unione Valle del Savio: dichiarati 1 mld e 900 mln di euro, con oltre 339 mln di Irpef.

Cesenate. Redditi nell’Unione  Valle del Savio: dichiarati 1 mld  e 900 mln di euro, con  oltre 339 mln di Irpef. ono questi i risultati dell’analisi delle dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti dell’Unione per il 2017, messi a punto dall’Ufficio statistica associato dell’Unione Valle del Savio. Entrando nei dettagli, si osserva che il confronto dei periodi contributivi 2016 e 2017 dell’Unione mostra diversi scostamenti: il numero dei contribuenti totali sale di 862 unità mentre il numero dei contribuenti con redditi imponibili sale di 280 unità. Anche l’aumento del Reddito imponibile (su cui viene calcolata l’imposta) è più accentuato rispetto all’anno precedente: se nel 2016 si era registrato un aumento dell’1,23%, nel 2017 l’aumento è dell’1,50% (26 milioni e 315 mila euro) mentre l’imposta media per un ‘contribuente imponibile’ passa da 4.706 a 4.829 euro (un aumento del 2.61% - 6 milioni e 792mila euro). Seppur con importi medi diversi (si va dal valore minimo registrato a Cesena di 122 euro fino al massimo di 182 euro registrato a Bagno di Romagna) è in aumento l’addizionale media comunale in tutti i Comuni della vallata: secondo una media complessiva, da 127 euro del 2016 si passa a 130 del 2017, portando ad un aumento nell’ammontare, rispetto al 2016, pari a 167.960 euro (+2, 11%). Rimane invece stabile il reddito mediano 2017 rispetto al 2016: ammonta a 18.226 euro, metà dei contribuenti dichiara meno, metà dichiara più di quella cifra. In leggera flessione invece il reddito medio, che con una diminuzione dello 0.17%, si attesta a 21.399 euro (in Italia 20.670 euro in calo dell’1,3%). Secondo lo stesso studio emerge che il 75% circa dei contribuenti ha redditi medio-bassi (inferiori a 26.000 euro) e produce oltre il 48% dei redditi dell’Unione, mentre il 4,3% dei contribuenti ha redditi elevati (oltre 55 mila euro) e produce oltre il 20% della ricchezza dell’Unione.

CESENATE. È di 1 miliardo e 900 milioni di euro il reddito imponibile dichiarato ai fini Irpef nel 2017 dagli 89.943 contribuenti dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio. Nello stesso anno il gettito complessivo dell’Irpef pagata nel territorio dell’Unione ammonta a 339 milioni e 186 mila euro, con una media [...]

16 agosto 2019 0 commenti

Cesena. Pedalare, che passione! Il successo di ‘Cambiamo marcia’. In quattro mesi, 150 mila chilometri.

Cesena. Pedalare, che passione! Il successo di ‘Cambiamo marcia’. In quattro mesi, 150 mila chilometri. Da aprile a luglio 2019 (l’iniziativa ha preso il via il 1° aprile e si concluderà il 31 ottobre prossimo) l’insieme dei partecipanti (291 iscritti) ha percorso 150.000 chilometri contribuendo a un risparmio di 21,5 tonnellate di CO2 per non aver usato l’auto o la moto e ottenendo complessivamente incentivi economici pari a 21.549,03. Inoltre, alcuni utenti molto attivi hanno anche superato il limite massimo dei 50 euro al mese. Nonostante l’ondata di maltempo che ha interessato il Cesenate a maggio e superate le alte temperature di giugno e luglio tanti neo ciclisti hanno pedalato con continuità determinando numeri di chilometri percorsi molto importanti e significativi. ‘Cambiamo marcia’ è un bando che prevede incentivi economici chilometrici per chi risiede nei due comuni di Cesena e Cesenatico e decide di avvalersi della propria bici nel percorso casa-lavoro in sostituzione dell’automobile. La seconda edizione del progetto ha introdotto novità importanti, anche sulla base delle richieste e dei risultati del primo anno di attuazione del progetto. Quest'anno usufruiscono per la prima volta degli incentivi anche gli studenti maggiorenni o i genitori di studenti residenti a Cesenatico che hanno scelto la bicicletta per raggiungere la sede scolastica sita in città o nei Comuni limitrofi.

CESENA. I Cesenati non abbandonano le due ruote e continuano a circolare per la città in sella alla propria bici. Dopo quattro mesi (aprile, maggio, giugno e luglio) di pedalate dei nuovi ciclisti che hanno partecipato al progetto ‘Al lavoro o a scuola in bicicletta’, i numeri parlano chiaro e [...]

9 agosto 2019 0 commenti

Forlì. Manutenzione straordinaria del parcheggio ‘LungaSosta’. Con il piano terra riaperto all’utenza.

Forlì. Manutenzione straordinaria del parcheggio ‘LungaSosta’. Con il piano terra riaperto all’utenza. Eseguiti lavori di manutenzione straordinaria. In particolare i lavori, affidati a tecnici altamente specializzati ed avviati il 15 luglio 2019, hanno riguardato la pulitura e il trattamento ferox di tutte le lamiere di intradosso, la demolizione e la ricostruzione integrale di quattro 'moduli piani' e sei 'moduli rampa' eccessivamente ammalorati, l'installazione di strutture di rinforzo, la revisione generale dell'impianto, la verifica e la pulizia del sistema di smaltimento delle acque meteoriche e la manutenzione del tappeto d’usura. L'importo complessivo dell'opera è stato di 95 mila euro. Da evidenziare inoltre che sulle nuove rampe di servizio al piano sopraelevato è stato anche installato un sistema di riscaldamento antighiaccio che consentirà di migliorare la sicurezza e l’accessibilità del primo piano nel periodo invernale. Completate le lavorazioni in tre settimane, dopo aver provveduto anche al ripristino della segnaletica orizzontale, il piano terra è stato riaperto all’utenza. Per l’agibilità del piano superiore occorrerà attendere i tempi tecnici di indurimento del calcestruzzo delle nuove rampe di accesso e le successive attività di collaudo, con la riapertura prevista per la prima settimana di settembre 2019.

FORLI‘. FMI Srl (Forlì Mobilità Integrata) ha eseguito lavori di manutenzione straordinaria del parcheggio ‘LungaSosta‘ multipiano di Forlì in via Lombardini finalizzati a consolidare e recuperare completamente da un punto di vista strutturale il complesso risalente al 1999. In particolare i lavori, affidati a tecnici altamente specializzati ed avviati il 15 [...]

8 agosto 2019 0 commenti

Rimini. Dalla bottega storica alla start up innovativa. La nuova no tax area per commercio e artigianato.

Rimini. Dalla bottega storica alla start up innovativa. La nuova no tax area per commercio e artigianato. Diverse misure ma con un tratto comune Il tratto comune a tutte le misure consiste nello strumento tecnico adottato come incentivo: si tratta in ogni caso dell’erogazione di contributi economici a fondo perduto, di entità rapportata ai tributi locali pagati al comune di Rimini (in un caso residuale, il contributo può essere concesso anche a fronte di spese di avviamento diverse dai tributi locali). Per tutti i beneficiari, quindi, lo schema di funzionamento dell’agevolazione è il medesimo. I tributi devono essere integralmente pagati prima di presentare la domanda con la rendicontazione; il Comune, secondo i casi, e verificati i requisiti del richiedente, concede una somma di denaro uguale ai tributi versati o a una parte di questi. Per il resto, le misure adottate differiscono sotto molti aspetti, ecco quali. Le start up e le imprese che aprono nel centro storico e nei borghi possono presentare domanda entro il 10 novembre, per tutte le altre misure ci sarà tempo fino al 10 gennaio.

RIMINI. Dalla bottega storica alla start up innovativa, fino alla trasformazione del la propria edicola in ‘punto digitale’, prosegue con l’inserimento di graduali novità il percorso del comune di Rimini per il sostegno del commercio e delle attività artigianali, la no tax area. Il progetto, già attivo, sarà valido e [...]

2 agosto 2019 0 commenti

Rimini Nord. Iniziata la posa dei primi 40 micropali dei tremila necessari per allargare l’asse stradale.

Rimini Nord. Iniziata la posa dei primi 40 micropali dei tremila necessari per allargare l’asse stradale. Sta procedendo come da crono programma l’intervento strategico per la realizzazione dell’asse via Diredaua – Domeniconi – Caprara - Serpieri – Mazzini, che prevede un investimento complessivo di 5.4 milioni di euro e potenziando la viabilità lungo la linea ferroviaria tra Torre Pedrera, Viserbella, Viserba. E’ infatti iniziata in viale Caprara l’attività di installazione dei 3000 micropali che avranno la funzione di consolidare la banchina ferroviaria e indispensabili per l’ampliamento in sicurezza dell’asse stradale. Ne verranno installati 40 al giorno, potendo contare sull’utilizzo di due macchine che stanno operando contemporaneamente. Come si ricorderà l’intervento, affidato a seguito di gara al raggruppamento temporaneo d’impresa composto da Cooperativa braccianti riminese, Pesaresi Giuseppe Spa, Iso Fond Srl, prevede l’allargamento di viale Domeniconi, viale Serpieri, viale Caprara e viale Mazzini, e la creazione di un doppio senso di marcia che consentirà di assorbire i flussi di traffico, particolarmente intensi durante i periodi estivi e in prossimità del 'Centro studi' di Viserba, sgravando l’asse di prima linea prospiciente la fascia di spiaggia.

RIMINI. Con la predisposizione del cantiere e al termine della bonifica degli eventuali ordigni bellici sta procedendo come da crono programma l’intervento strategico per la realizzazione dell’asse via Diredaua – Domeniconi – Caprara – Serpieri – Mazzini, che prevede un investimento complessivo di 5.4 milioni di euro e potenziando la [...]

31 luglio 2019 0 commenti

Cattolica. Nuovo orario estivo per lo sportello Hera. Ora è a disposizione per 30 ore alla settimana.

Cattolica. Nuovo orario estivo per lo sportello Hera. Ora è a disposizione per 30 ore alla settimana. L’ampliamento dell’orario di Cattolica si inserisce nel contesto di un vasto programma di investimenti di Hera sui canali di contatto che, insieme al web e al call center, riserva grande importanza anche al tradizionale servizio di sportello fisico. Lo sportello Hera di Cattolica è stato pensato con l’obiettivo di dare risposta alle esigenze di famiglie e imprese in merito alla Tariffa puntuale e per informazioni su tutti i servizi gestiti dal Gruppo Hera. I cittadini, residenti e non residenti, e le aziende potranno comunque continuare a fare riferimento agli altri sportelli Hera presenti sul territorio e al Servizio clienti disponibile al numero verde 800.999.500 (per le famiglie) e al 800.999.700 (per le aziende), dal lunedì a venerdì dalle 8 alle 22, il sabato dalle 8 alle 18. Sempre attivi, inoltre, anche i canali digitali, con Hera On Line e la app My Hera.

CATTOLICA. Lo sportello Hera di via Carlo Alberto dalla Chiesa 31 a Cattolica , al servizio in particolare delle famiglie e delle imprese dei comuni di Cattolica, Coriano, Misano Adriatico e S. Giovanni in Marignano osserva un nuovo orario estivo, valido fino al 30 settembre. Il punto di contatto è [...]

25 luglio 2019 0 commenti

Bertinoro. Il Comune cerca tre tirocinanti. Nei Settori: Lavori pubblici e Attività economiche, Finanziario e Generale.

Bertinoro. Il Comune cerca tre tirocinanti. Nei Settori: Lavori pubblici e Attività economiche, Finanziario e Generale. Entro il mese di ottobre, per la precisione, saranno attivati tre tirocini presso i seguenti Settori: 1 al Settore Lavori pubblici ed Attività economiche, 1 al Settore Finanziario, 1 al Settore Affari generali. Il tirocinio è rivolto a diplomati e laureati cittadini italiani, comunitari o stranieri extra UE regolarmente soggiornanti e residenti in Italia, che non studiano, non lavorano e non sono inseriti in percorsi di tirocinio e/o di formazione. E' possibile presentare la domanda sul modulo scaricabile dal sito fino alle ore 12,00 di venerdì 30 agosto.

BERTINORO. Il comune di Bertinoro ( Forlì), mercoledì 17 luglio, ha emesso un bando per la ricerca di tre tirocinanti. Entro il mese di ottobre, per la precisione, saranno attivati tre tirocini presso i seguenti Settori: 1 al Settore Lavori pubblici ed Attività economiche, 1 al Settore Finanziario, 1 al Settore [...]

24 luglio 2019 0 commenti

Ravenna. In crescita l’andamento della coop Asscor. Fatturato salito a 18 milioni, con 461 lavoratori.

Ravenna. In crescita l’andamento della coop Asscor. Fatturato salito a 18 milioni, con 461 lavoratori. Una solidità, quella della cooperativa ravennate, confermata dall’importante quota di utile che ha raggiunto i 120mila euro. 'Abbiamo erogato nel 2018 circa 30.000 ore di lavoro in più nelle strutture da noi gestite, per un valore di quasi € 600.000 che, invece di aumentare l’utile d’impresa sono stati investiti in qualità dei servizi e maggior offerta di lavoro sul territorio. I ristorni ai soci sono arrivati a 202mila euro (+127mila euro rispetto al 2017) - continua Cristina Frega -. Di questi 108 mila sono stati riconosciuti come integrazione retributiva ai soci e 94mila sono andati a rafforzare il capitale sociale della cooperativa'. Asscor, che rappresenta oggi 461 lavoratori di cui 399 sono soci (la quota di lavoratrici donne è altissima, oltre il 90%), è presente in 10 strutture residenziali e diurne con personale di coordinamento, Oss e animatori.

RAVENNA. La cooperativa sociale Asscor, operativa dal 1980 con servizi di assistenza agli anziani sull’intera provincia di Ravenna (principalmente a Ravenna, Russi, Unione dei Comuni della Bassa Romagna), ha presentato  ai soci riuniti in assemblea un bilancio solido, con un fatturato che sfiora i 18 milioni di euro, e in [...]

19 luglio 2019 0 commenti

Rimini. Riqualificazione dell’area Stazione. Sono partiti i lavori di demolizione dell’ex palazzina IAT.

Rimini. Riqualificazione dell’area Stazione. Sono partiti i lavori di demolizione dell’ex palazzina IAT. Partiti con le rimozione degli infissi e delle strutture interne i lavori di demolizione dell'ex palazzina IAT. L’intervento è inserito nel complessivo progetto di riqualificazione urbana frutto del Protocollo tecnico d'intesa sottoscritto da comune di Rimini, Rete ferroviaria italiana, FS Sistemi urbani Srl e regione Emilia Romagna. All'abbattimento dell'ex sede IAT, ad opera dell'Amministrazione Comunale, seguirà la realizzazione in collaborazione con RFI di una grande area pedonale. Il progetto comprende inoltre l’integrazione dei percorsi a terra e l’adeguamento dei sistemi di indirizzamento dei flussi (segnaletica, totem, pannelli a messaggio variabile, etc.), la continuità delle coperture fra la fermata del Metromare, il parcheggio Metropark e la Velostazione e gli accessi dell’ala 'Est' della Stazione ferroviaria.

RIMINI. Sono partiti  con le rimozione degli infissi e delle strutture interne i lavori di demolizione dell’ex palazzina IAT, primo passo verso la realizzazione della nuova piazza pubblica di accesso alla Stazione ferroviaria. L’INTERVENTO. L’intervento è inserito nel complessivo progetto di riqualificazione urbana frutto del Protocollo tecnico d’intesa sottoscritto da [...]

16 luglio 2019 0 commenti