Libri

 

Forlì. Presentato a ‘La fiasca’ il libro ‘Anima e coraggio’. Autobiografia del prof. Dino Amadori.

Forlì. Presentato a ‘La fiasca’ il libro ‘Anima e coraggio’. Autobiografia del prof. Dino Amadori. Nel mezzo di questo lungo 'viaggio', sono stati tanti i passaggi memorabili. “Mia madre mi chiedeva sempre cosa volessi fare da grande: io le rispondevo che volevo fare il papa, perché ascoltavo alla radio i suoi messaggi e mi sembrava avesse sempre molto da dire. Ma lei, che era una cattolica anti-clericale, mi diceva che i papi erano tutti vecchi e, una volta eletti, poi morivano presto. Così mi focalizzai su ‘quel brutto male lì’: sì, perché nel nostro paesino si faceva menzione di altre patologie mortali, quali l’infarto, ma il cancro si aveva paura persino di nominarlo, sia quando qualcuno si ammalava, sia quando ne moriva. Era come un lutto pre e post mortem”. Tanti anche i ricordi di altri grandi personaggi storici forlivesi, che hanno avuto un impatto importante sulla vita dell’oncologo. “Non posso non citare, in questo bel luogo a lei intitolato, Annalena Tonelli, che mi ha insegnato l’importanza di dedicare la propria vita agli altri. Ci tengo a ricordare anche Lamberto Valli, morto di un tumore, che parlò ad una trasmissione radiofonica del suo cancro, in un periodo come vi dicevo in cui anche citarlo faceva paura”. Alla fine anche un messaggio per i più giovani presenti per l’occasione. 'Ricordate: non c’è nulla che non si possa fare se si vuole fortemente una cosa'. Al termine della presentazione, durata circa un’ora, il prof. Amadori si è prestato ai tanti che hanno fatto la fila per una dedica personale sul libro.

FORLI’. Lunedì 2 luglio, presso la ‘Fiasca bistrot’ di Forlì, si è tenuta la prima presentazione dell’autobiografia professionale del prof. Dino Amadori, dal titolo ‘Anima e coraggio. La mia vita contro il cancro’. Il presidente IOR e direttore scientifico emerito IRST IRCCS ha parlato di fronte a una platea di [...]

4 luglio 2018 0 commenti

Cesenatico. Quando il calcio veniva ‘processato’. Tutto nel libro di Musi: ‘ Processo al calcio’.

Cesenatico. Quando il calcio veniva ‘processato’. Tutto nel libro di Musi: ‘ Processo al calcio’. Siamo nella metà degli anni Sessanta, Cesenatico era la meta estiva del Conte, il suo capanno sul porto era qualcosa di più di un semplice luogo dove pescare. Qui, nella ridente città del grattacielo prende corpo l’idea di un Processo, con accusa e difesa che si confrontano, e una giuria a sentenziare. Sono gli anni della Perry Mason mania, e infatti l’evento estivo mutua lo stile del grande avvocato americano. Sin qui di originale sembra esserci poco. E invece il Processo diviene uno degli eventi estivi più seguiti in ambito nazionale, con un seguito di stampa e attenzioni da proiettare Cesenatico al centro delle cronache nazionali. Il motivo è semplice e si spiega con alcuni nomi: Giampiero Boniperti, Nereo Rocco, Edmondo Fabbri, Helenio ed Heriberto Herrera, Gianni Rivera, Gianni Brera, Enzo Ferrari, Giuseppe Meazza… la lista è lunga, anzi lunghissima, da sola sarebbe un articolo. Il punto è che quelli citati erano i personaggi più in vista del calcio di quegli anni. Personaggi che mettevano da parte remore di qualsiasi specie e si mettevano in discussione nel ‘giocattolo’ tribunalizio messo in atto dal Conte.

CESENATICO. Scrivi processo al calcio e subito pensi ad Aldo Biscardi. Sì, quello degli ‘sgub’ e della moviola in campo (profeta della Var), quello che “fa errori di grammatica anche quando pensa” (parola di Beppe Grillo, quando ancora era un comico), quello del “non parlate in più di tre o [...]

4 luglio 2018 0 commenti

Rimini. Sergio Zavoli è tornato nella sua città per presentare l’ ultimo libro: ‘ La strategia dell’ombra’.

Rimini. Sergio Zavoli è tornato nella sua città per presentare l’ ultimo libro: ‘ La strategia dell’ombra’. Salutato a nome della Città, la sua Città, dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi che ha aperto l’evento, Zavoli, accompagnato dagli amici di sempre Pupi Avati, Rosita Copioli, Piero Meldini, Walter Veltroni, ha presentato con la consueta lucidità e profondità la sua quarta raccolta poetica che, pubblicata per Mondadori, prende il nome de La Strategia dell’ombra, un lavoro capace di mostrare una nitida coerenza tra pensiero e linguaggio, mettendo in un decisivo risalto la maturità della vocazione di un grande riminese Sergio Zavoli, nato a Ravenna, ma cresciuto a Rimini, di cui è cittadino onorario, ha inaugurato la sua attività poetica vincendo il Premio Alfonso Gatto con Un cauto guardare (Mondadori, 1995), a cui seguirono In parole strette (Mondadori, 2000) e nella collana 'Lo specchio': L’orlo delle cose (Mondadori, 2004), La parte in ombra (Mondadori, 2009), L’infinito istante (Mondadori, 2012). Ha vinto tra gli altri il premio Viareggio-Tobino e il Lerici-Pea. La strategia dell’ombra (Mondadori 2017), quarta raccolta poetica di Sergio Zavoli, è un lavoro capace di mostrare una nitida coerenza tra pensiero e linguaggio, mettendo in un decisivo risalto la maturità della sua vocazione. E, rivelandoci la zona rimasta 'in ombra' dell’animo del poeta, i suoi versi sono capaci di confermare una scelta profondamente e stilisticamente rigorosa.

RIMINI. Sono stati, tantissimi i riminesi che hanno voluto accogliere questo pomeriggio nella sala del Cinema Fulgor Sergio Zavoli, tornato a Rimini per presentare  il suo ultimo libro di poesia La strategia dell’ombra. Salutato a nome della Città, la sua Città, dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi che ha aperto [...]

8 giugno 2018 0 commenti

Lugo. A ‘Caffè letterario’ un libro sulla storia della musica. Bietti presenta ‘Lo spartito del mondo’.

Lugo. A ‘Caffè letterario’ un libro sulla storia della musica. Bietti presenta ‘Lo spartito del mondo’. Lunedì 4 giugno alle 21 Giovanni Bietti presenta nell’hotel Ala d’oro di Lugo, in corso Matteotti 56, il suo libro Lo spartito del mondo (Laterza, 2018), nell’ambito del Caffè letterario di Lugo. Il libro propone la storia multiculturale degli ultimi cinquecento anni in musica: dall’opera al jazz afroamericano, dalla Suite alla world music. L’autore accompagna il lettore in un viaggio in quella sorta di lingua cosmopolita che è la musica, una lingua capace di mescolare, intrecciare, fondere le diverse tradizioni a qualsiasi latitudine. Introduce la serata Paolo Ravaglia. Giovanni Bietti è un compositore, pianista e musicologo.

LUGO. Lunedì 4 giugno alle 21 Giovanni Bietti presenta nell’hotel Ala d’oro di Lugo, in corso Matteotti 56, il suo libro Lo spartito del mondo (Laterza, 2018), nell’ambito del Caffè letterario di Lugo. Il libro propone la storia multiculturale degli ultimi cinquecento anni in musica: dall’opera al jazz afroamericano, dalla Suite [...]

1 giugno 2018 0 commenti

Rimini. Gino Vignali: ‘ La chiave di tutto’. Nel romanzo una città inattesa e un’ irresistibile vice questore.

Rimini. Gino Vignali: ‘ La chiave di tutto’.  Nel romanzo una città inattesa e un’ irresistibile vice questore. Al centro del romanzo - 'con la trama da serie Netflix, ma con la regia di Federico Fellini' come l’ha definito Antonio D’Orrico - un senzatetto, un etiope, una spogliarellista: una catena di delitti sinistramente logica. Sembra proprio che il killer che nel giro di poche ore ha disseminato Rimini di cadaveri abbia in mente di 'fare pulizia'. Ma il vice questore Costanza Confalonieri Bonnet, l’investigatrice più bella mai apparsa in una Questura (calendari compresi), non è convinta, la pista ideologica secondo lei non è quella giusta. Altrimenti perché Vagano, misterioso barbone quasi felliniano, si sarebbe preso la briga di ingoiare una chiave prima di morire? Quella, secondo Costanza, è la chiave di tutto. Ma cosa apre? Questo è il primo romanzo da 'solista' di Gino Vignali, che coniuga una convincente trama gialla con uno stile di pirotecnico umorismo.

RIMINI. Alle ore 18 di giovedì 17 maggio al cinema Fulgor di Rimini  presentazione dell’ultima opera di Gino Vignali ‘La chiave di tutto’ da qualche giorno in libreria per l’ RCS. Al centro del romanzo giallo d’esordio dello scrittore una Rimini inattesa e una irresistibile vice questore. “Rimini è il [...]

16 maggio 2018 0 commenti

Lugo. Al centro San Bernardino, serata dedicata al brigantaggio nella Romagna dell’Ottocento.

Lugo. Al centro  San Bernardino, serata dedicata al brigantaggio nella Romagna dell’Ottocento. Per l’occasione l’autore Gian Ruggero Manzoni presenterà il suo Briganti, saracca & archibugio. Quella Romagna leggendaria, spietata, criminale, banditesca (Il ponte vecchio, 2015). Gian Ruggero Manzoni è nato nel 1957 a San Lorenzo di Lugo, dove tuttora risiede. È poeta, narratore, pittore, teorico d’arte, drammaturgo. Frequentato il liceo classico a Lugo, nel 1975 si iscrive al Dams di Bologna indirizzo Spettacolo. Ama abitare in provincia e, come di solito dice, 'dell’uomo di provincia possiede tutti i difetti, ma anche tutti i pregi'. Interverrà inoltre l’autore Luigi Masironi, sul tema 'Briganti a San Bernardino'. Al termine della serata sarà possibile gustare uno spuntino, accompagnato da un calice di ottimo vino.

LUGO. Giovedì 3 maggio alle 21 al centro civico di San Bernardino di Lugo, in via Stradone 47, ci sarà un’iniziativa dedicata alla piaga sociale del brigantaggio nella Romagna ottocentesca. Per l’occasione l’autore Gian Ruggero Manzoni presenterà il suo Briganti, saracca & archibugio. Quella Romagna leggendaria, spietata, criminale, banditesca (Il [...]

2 maggio 2018 0 commenti

Lugo. Tornano gli ‘AperiTrisi’ letterari. Dal venerdì 4 maggio, tre incontri in Biblioteca con gli autori.

Lugo. Tornano gli ‘AperiTrisi’ letterari. Dal venerdì 4 maggio, tre incontri in Biblioteca con gli autori. L’iniziativa prevede tre incontri con autori, in programma, oltre al 4 maggio, per mercoledì 9 e venerdì 18 maggio. Gli appuntamenti si svolgeranno alle 18 nella sala Codazzi della Biblioteca. Si inizia venerdì 4 maggio con la presentazione del libro La più odiata dagli italiani (Las Vegas Edizioni, 2017) di Davide Bacchilega. Dialoga con l’autore Andrea Magnani. Protagonista del romanzo è Vincenzo Sarti, un allenatore che ha guidato il Bologna ai vertici della classifica. Per confermarsi il migliore dovrà allontanare i sospetti che macchiano il suo passato e nascondere il segreto che può stroncargli la carriera. Oltre a questo, la sua missione è combattere quel nemico innominabile ritenuto l’incarnazione di ogni male: il club più titolato e potente della Serie A. Quando però è proprio questa a tentarlo, Vincenzo mette in discussione tutti i suoi principi per diventare il tecnico della squadra più odiata dagli Italiani. Si continua mercoledì 9 maggio con Le spose sepolte (HarperCollins, 2018) di Marilù Oliva. Dialoga con l’autrice Camilla Ghedini.

LUGO. Inizia venerdì 4 maggio la terza edizione degli ‘AperiTrisi letterari’, rassegna organizzata dalla biblioteca comunale ‘Fabrizio Trisi’ di Lugo. L’iniziativa prevede tre incontri con autori, in programma, oltre al 4 maggio, per mercoledì 9 e venerdì 18 maggio. Gli appuntamenti si svolgeranno alle 18 nella sala Codazzi della Biblioteca. Si inizia [...]

2 maggio 2018 0 commenti

San Mauro Pascoli. Il ‘Processo a Giulio Cesare’ è divenuto un libro, edito da ‘ Il Ponte vecchio’.

San Mauro Pascoli. Il ‘Processo a Giulio Cesare’ è divenuto un libro, edito da ‘ Il Ponte vecchio’. Processo a Cesare, a cura di Paolo Turroni, Società editrice 'Il ponte vecchio', Cesena 2018. Con testi di: Giovanni Brizzi, Luciano Canfora, Gianfranco Miro Gori, Cristina Ravara Montebelli, Daniela Romanelli, Paolo Turroni. 19 illustrazioni, pagg. 96, euro 10. Il volume curato da Paolo Turroni, curatore già del Processo al Rubicone edito nel 2014, è diviso in due parti: nella prima vengono pubblicati gli interventi dei quattro 'avvocati' che sono intervenuti al processo del 2016. Nella seconda parte sono presenti alcuni approfondimenti: Cristina Ravara Montebelli è intervenuta per delineare le caratteristiche del rapporto fra Giulio Cesare e l'arte, dal tempo antico fino alla modernità; Paolo Turroni ha passato in rassegna le opere letterarie di Cesare e quelle a lui dedicate, lungo un arco di tempo che dalla romanità giunge fino ai contemporanei; Gianfranco Miro Gori si è dedicato al cinema di argomento romano, senza dimenticare l'amato Fellini.

San Mauro Pascoli (5 aprile 2018) – Il Processo a Cesare del 2016 è divenuto un libro. A pubblicarlo Sammauroindustria, associazione che dal 2001 organizza alla Torre pascoliana a San Mauro il Processo del 10 agosto, evento di culto dell’estate in Riviera, con una media di un migliaio di partecipanti [...]

6 aprile 2018 0 commenti

Cesena. Alla Malatestiana: ‘Gino Barbieri artista in trincea’, testo inedito di Giannetto Malmerendi.

Cesena. Alla Malatestiana: ‘Gino Barbieri artista in trincea’, testo inedito di Giannetto Malmerendi. E’ stato lo stesso Franco Spazzoli a ritrovare il manoscritto di Malmerendi nel vasto archivio dello studioso e poeta cesenate Cino Pedrelli. Verificata la qualità dello scritto, Spazzoli ha deciso di pubblicarlo (con una sua presentazione) all'interno delle iniziative per ricordare Barbieri nel centenario della morte in battaglia, sull'Altopiano di Asiago, il 17 novembre 1917. Il saggio di Malmerendi è preceduto anche da un'introduzione del sindaco Paolo Lucchi ed è corredato da numerose immagini delle opere citate nel testo. A presentare il libro illustrando, con l'ausilio di immagini, l'opera di Barbieri e l'arte della xilografia sarà Gianignazio Cerasoli, esperto di xilografia e lui stesso xilografo. Interverranno l'assessore alla Cultura Cristian Castorri e il curatore del libro Franco Spazzoli. Svolgerà la funzione di coordinatore l'editore Roberto Casalini. Nell'occasione Anna Lia Pedrelli, figlia di Cino, farà omaggio agli intervenuti del volumetto 'Lettere di Gino Barbieri a Ugo Magnani (o dell'Amicizia)', pubblicato nel 1978 ad opera del padre Cino che ha raccolto brani di lettere di Barbieri all'amico fraterno Magnani.

CESENA. Venerdì 6 aprile alle 17.00 nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana, il professor Franco Spazzoli a presentare il libro da lui curato “Gino Barbieri artista in trincea”. Il volume contiene uno scritto inedito di Giannetto Malmerendi su Barbieri e sull’arte della xilografia (di cui viene tracciata una breve storia). E’ [...]

5 aprile 2018 0 commenti

Forlimpopoli. Ausl Romagna Cultura presenta il libro: ‘Nascere. Il parto dal tardoantico all’età moderna’.

Forlimpopoli.  Ausl Romagna Cultura presenta il libro: ‘Nascere. Il parto dal tardoantico all’età moderna’. La presentazione, moderata da Gianfranco Cerasoli, medico e membro del gruppo AUSL Cultura, proporrà agli intervenuti una pluralità di punti di vista su casi curiosi e insoliti relativo all'evento della nascita. Si alterneranno nel racconto Antonella Parmeggiani (storico), Alessandra Foscati (storico della Medicina) e Mirko Traversari (antropologo e fisico). Il parto - spiegano gli organizzatori - non è soltanto un atto biologico immutabile, ma anche un fenomeno storicizzabile, declinato in molteplici significati simbolici, vissuto e rappresentato in modi diversi, attraverso i secoli e i luoghi. Inoltre si trattava persino di un evento di grande drammaticità, fino a un passato recente, poiché, anche nelle realtà economicamente più avanzate, non di rado la nascita coincideva con la morte Infine è un fenomeno il cui studio coinvolge esperti afferenti a diversi ambiti di interesse, quali l’antropologia, la sociologia, la medicina e la storia della medicina, la religione e la politica.

FORLIMPOPOLI: Sabato 7 aprile, alle 16:30, presso la sala del Consiglio comunale di Forlimpopoli, verrà presentato il volume ‘Nascere. Il parto dalla tarda antichità all’età moderna’. La presentazione, moderata da Gianfranco Cerasoli, medico e membro del gruppo AUSL Cultura, proporrà agli intervenuti una pluralità di punti di vista su casi [...]

3 aprile 2018 0 commenti