Libri

 

Rubicone. Il Processo alla Rivoluzione russa è divenuto un libro. L’imputato 2019 è Machiavelli.

Rubicone. Il Processo alla Rivoluzione russa è divenuto un libro. L’imputato 2019 è  Machiavelli. Il libro contiene i testi degli interventi (in alcuni casi arricchiti) dei quattro contendenti: i difensori Luciano Canfora (storico) e Diego Fusaro (filosofo), gli accusatori Marcello Flores (storico) e Maurizio Ridolfi (storico). La prefazione è scritta dal giornalista del Corriere della Sera, Antonio Carioti, intellettuale attento agli studi storici. Una sezione del volume invece è riservata alle testimonianze, con interventi di personaggi che hanno preso parte alle udienze preliminari propedeutiche al Processo, oppure di persone che a vario titolo hanno preso parte nel corso degli anni ad alcune delle edizioni del Processo. Troviamo così gli interventi di Alfredo Antonaros, Valter Bielli, Fabio Bruschi, Giuseppe Chicchi, Adolfo Morganti, Guido Pasi, Giorgio Tonelli, Paolo Turroni e Filippo Fabbri che ha fatto una cronaca della vita a San Pietroburgo il 7 novembre del 2017. Per dovere di cronaca, il Processo alla Rivoluzione russa si svolse a Villa Torlonia a San Mauro Pascoli in una cornice da record (più di 1000 persone), il verdetto popolare fu di netta maggioranza per l’assoluzione (420 voti contro 195). Il volume è la quinta raccolta degli atti del Processo a cura di Sammauroindustria. Ad oggi sono stati raccolti gli atti del Processo a Badoglio, Rubicone, Giulio Cesare e il ’68.

San Mauro Pascoli (10 luglio 2019) – Il Processo alla Rivoluzione russa si è fatto un libro: raccoglie gli atti della serata svoltasi alla Torre nel 2017. Edito da Il Ponte vecchio, a curare il volume è Gianfranco Miro Gori, ideatore del Processo, che si è avvalso della collaborazione di [...]

10 luglio 2019 0 commenti

Rimini. Lavori nelle sale storiche della ‘Gambalunga’. Ora sospesa la consultazione dei libri antichi.

Rimini. Lavori nelle sale storiche della ‘Gambalunga’. Ora sospesa la  consultazione dei libri antichi. L’intervento, che ha comportato una spesa di circa 34.000 euro, interessa le scaffalature in legno di noce delle tre severe sale seicentesche, realizzate subito dopo la morte di Alessandro Gambalunga, forse dall'architetto e pittore Giovanni Laurentini detto l'Arrigoni, le suggestive librerie realizzate nel 1756 in legno d'abete e dai colori chiari, opera del pittore riminese Giovan Battista Costa, e degli oltre 13.300 libri sei/settecenteschi, fra cui la parte principale della Biblioteca stessa del mecenate riminese. L’incontro e la scoperta delle sale antiche è stata forse la maggior sorpresa dei festeggiamenti programmati da comune di Rimini e direzione della Gambalunga nell’aprile scorso a cui, nei diversi momenti proposti, hanno partecipato oltre 2000 persone, tante delle quali hanno colto l’opportunità delle visite guidate organizzate per conoscere, forse per la prima volta, l’immenso e prezioso patrimonio custodito nelle sale del più antico istituto culturale cittadino. Fino al 15 luglio, data prevista per il completamento del delicato intervento, la consultazione dei libri antichi e le visite delle sale è stata sospesa.

RIMINI. Nei suo quattrocentesimo compleanno la Biblioteca Gambalunga si fa bella specie nella sua parte più antica. Nelle quattro sale storiche della Biblioteca, hanno preso avvio infatti i lavori straordinari di spolveratura e manutenzione che, per la delicatezza e la preziosità del patrimonio custodito necessitano di cure particolari per tutelare [...]

10 luglio 2019 0 commenti

Forlimpopoli. Festa Artusiana XXIII Edizione. Il programma. Con il cibo nel suo rapporto con l’arte.

Forlimpopoli. Festa Artusiana XXIII Edizione. Il programma. Con il cibo nel suo rapporto con l’arte. L’occasione è la presentazione del volume 'La pittura di mercato, il ‘parlar coperto’ nel ciclo fugger di Vincenzo Campi' edito da Mimesis e scritto dalla Corrain. Il libro concentra l’attenzione su un ciclo pittorico composto da cinque tele realizzate da Vincenzo Campi, conservate in Germania sin dal 1580-1581. Il soggetto principale della serie è il cibo nelle diverse declinazioni, dalla frutta alla verdura ai pesci, ai polli, ai tacchini, ai volatili di vario tipo. Veri e propri trionfi di naturalia che'l’ingegnosissimo Vincenzo' allestisce in mercati con tanto di 'singolari' venditori. L’indagine condotta su ciascuno dei singoli dipinti riporta in superficie diversi significati 'nascosti' che, una volta messi in luce, sono capaci di ricostruire una dimensione culturale dell’epoca che il tempo ha sedimentato e via via disperso fino all’oblio e che le opere dell’artista cremonese gelosamente custodiscono. Prima ancora dell’App-eritivo, la quarta giornata della festa si apre alla Scuola di Casa Artusi con il Laboratorio di pasticceria promosso da Casa Artusi e dalla Scuola centrale formazione nell’ambito del progetto INTERREG V-A ITALIA – CROAZIA 'KeyQ+' finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale. Di scena dalle 9,30 alle 13,00 nella Scuola di cucina di Casa Artusi un gruppo di giovani alla scoperta dei segreti del mondo dolciario.

Forlimpopoli (24 giugno 2019) – Cosa ci fanno un semiologo e una critica d’arte a Casa Artusi? Parlano di cibo nell’arte. Questo il tema dell’App-eritivo di martedì 25 giugno alle ore 19 a Casa Artusi che mette a confronto la professoressa di Museologia e critica artistica del restauro del Dipartimento [...]

24 giugno 2019 0 commenti

Ravenna. Torna ‘Una spiaggia che legge è una bella storia’: in prestito mille libri della Classense.

Ravenna. Torna ‘Una spiaggia che legge è una bella storia’:  in prestito mille libri della Classense. Dalla Classense, per il terzo anno consecutivo, oltre mille libri di tutti i generi, dal thriller al romanzo sentimentale passando per qualche classico italiano, sono approdati in quindici stabilimenti balneari che hanno accolto positivamente la proposta. Grazie al coordinamento della biblioteca Classense che ha curato la scelta, la consegna dei libri e la campagna promozionale, i bagni aderenti, che si auspica nei prossimi anni possano essere sempre più numerosi, diventano così 'promotori della lettura'. Da giovedì 20 giugno, a Lido Adriano, Marina di Ravenna, Marina Romea e Punta Marina, nei bagni Ai Tamerici, Azzurro, BBK, Corallo Beach, Ettore, Hana Bi, Long Beach, Nariz, Nautilus, Paradiso, Perla, Singita, Sottomarino, Toto e Zanzibar, si possono prendere in prestito i libri della Classense e riconsegnarli dopo la lettura. Gli stabilimenti balneari che aderiscono ad 'Una spiaggia che legge è una bella storia' testimoniano che la lettura è un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta tra i diversi protagonisti presenti sul territorio.

RAVENNA. L’Istituzione Biblioteca Classense, nell’ambito delle attività di promozione della lettura in vari luoghi della città, ha ideato il progetto ‘Una spiaggia che legge è una bella storia’ per portare direttamente negli stabilimenti balneari libri a disposizione delle persone che li frequentano. Dalla Classense, per il terzo anno consecutivo, oltre [...]

20 giugno 2019 0 commenti

Rimini. Documentario radiofonico di ‘France Culture’ sul ‘Libro dei sogni’ di Federico Fellini.

Rimini. Documentario radiofonico di ‘France Culture’ sul ‘Libro dei sogni’ di Federico Fellini. Stéphane Bonnefoi, autore di diversi documentari radiofonici su artisti del XX secolo, è arrivato a Rimini per la realizzazione di uno special sul Libro dei sogni di Federico Fellini per France Culture, uno dei canali più seguiti della radio nazionale francese. Sul significato e sull’importanza dei due album che compongono il leggendario libro su cui Fellini ha trascritto e illustrato i suoi sogni per oltre trent’anni, dal 1960 al 1990, saranno interpellati il semiologo Paolo Fabbri, lo scrittore Piero Meldini, l’editore Mario Guaraldi e lo sceneggiatore e collaboratore del regista, Gianfranco Angelucci.

RIMINI. Lo scrittore e giornalista Stéphane Bonnefoi, autore di diversi documentari radiofonici su artisti del XX secolo, è in questi giorni a Rimini per la realizzazione di uno special sul Libro dei sogni di Federico Fellini per France Culture, uno dei canali più seguiti della radio nazionale francese. Sul significato [...]

19 giugno 2019 0 commenti

Faenza. ‘ Di gelo e di fuoco’ : un lungo viaggio a piedi diventato un racconto. Grazie alla penna di Andrea Zauli.

Faenza. ‘ Di gelo e di fuoco’ : un lungo viaggio a piedi diventato un racconto. Grazie alla penna di Andrea Zauli. La storia di 'Di gelo e di fuoco' è iniziata una quindicina di anni fa, quando Guido Fiandra, venendo a conoscenza del viaggio di Sigerico e della Via Francigena, ne fu affascinato. Dopo averne approfondito la storia e visitato alcuni tratti, paesi e città, si fece una domanda: come mai il Cammino di Santiago di Compostela è ancora così popolare e percorso da moltitudini di persone, mentre la Via Francigena – la cui rilevanza religiosa e storica è altrettanto grande, – è molto meno conosciuta e frequentata? Ne parlò con Andrea Zauli, Fabrizio Fangareggi e Pierluigi Fabbri, suoi amici autori, proponendo loro di partire assieme per un viaggio: scrivere un romanzo che si dipanasse lungo un millennio e avesse come ambientazione la Francigena Strata, come veniva chiamata nel Medioevo. Il progetto prese corpo a partire da un’idea per la storia principale alla quale Fiandra aveva già cominciato a lavorare. Tutti e quattro assieme avrebbero sviluppato il racconto che doveva fare da cornice, mentre ognuno di loro avrebbe scritto autonomamente il racconto di viaggio di ciascun personaggio, differenziandolo per tono e stile da quello degli altri.

FAENZA . Sarà presentato venerdì 7 giugno, ore 21,  presso la Biblioteca comunale manfrediana ‘Di gelo e di fuoco’, romanzo storico sulla Via Francigena dichiarata ‘Itinerario culturale del Consiglio d’Europa‘, assumendo, alla pari del Cammino di Santiago di Compostela, una dignità sovranazionale. Ne parleranno l’autore, Andrea Zauli, il giornalista e guida ambientale [...]

5 giugno 2019 0 commenti

Cesena.’In viaggio tra le fiabe: zio Lupo’ al Museo dell’Ecologia.Ogni prima domenica, fino all’ 1 dicembre.

Cesena.’In viaggio tra le fiabe: zio Lupo’ al Museo dell’Ecologia.Ogni prima domenica, fino all’ 1 dicembre. L’appuntamento, realizzato in collaborazione con l’associazione Orango-curiosi per natura, prevede racconti liberamente tratti dalle 'Fiabe italiane' di Italo Calvino, in cui le vite di persone e animali si intrecciano a magia e meraviglia senza tempo. Si inizia con la messa in scena della fiaba romagnola di Zio Lupo, che introdurrà i partecipanti al rinnovato allestimento del museo e svelerà il volto più autentico del lupo. Le letture si ripeteranno anche alle 16 e alle 17 per un totale di tre turni. Gli appuntamenti di 'In viaggio tra le fiabe' continueranno ogni prima domenica del mese fino all' 1 dicembre 2019.

CESENA. Domenica 2 giugno alle 15.00 al Museo dell’Ecologia torna in scena il percorso targato Aidoru ’In viaggio tra le fiabe’ con letture, esplorazioni e installazioni nei luoghi della fiaba italiana. L’appuntamento, realizzato in collaborazione con l’associazione Orango-curiosi per natura, prevede racconti liberamente tratti dalle ‘Fiabe italiane’ di Italo Calvino, in [...]

1 giugno 2019 0 commenti

Cotignola. Weekend d’iniziative, per il 650° della nascita del condottiero romagnolo Muzio Attendolo Sforza.

Cotignola. Weekend d’iniziative, per il 650° della nascita del condottiero romagnolo Muzio Attendolo Sforza. Il programma prevede sabato 1 giugno al parco Bacchettoni (via Cairoli) dalle 15 alle 20 un accampamento medievale del gruppo di rievocazione storica 'Gli sparvieri': la vita delle compagnie di ventura alla fine del XIV secolo, tra duelli armati, cucina dell'epoca, banchetti didattici delle spezie e dei colori. A seguire, a Casa Varoli (corso Sforza 24) alle 21.30, è prevista una lettura animata a cura di Stefano Farolfi: 'La storia quasi vera di Cotignola', un libro della scuola Arti e mestieri. Il cortile di Casa Varoli sarà inoltre luogo delle mirabolanti avventure di Muzio Attendolo e della Fata Cotogna. Si prosegue domenica 2 giugno al parco Bacchettoni, dalle 11 alle 19, con un percorso di visita guidata all'accampamento medievale a cura del gruppo 'Gli sparvieri'. Dalle 15.30 alle 16.30, al campo di tiro con l'arco (via Guidana San Lorenzo 10) appassionati e non potranno cimentarsi nelle prove gratuite di tiro con l'arco, a cura della compagnia arcieri 'Muzio Attendolo Sforza' di Cotignola, mentre dalle 17 alle 18 ci sarà un’esibizione con archi storici proposta dal Gruppo storico arcieri del Barbarossa di Medicina. Alle 18 gran finale con lo spettacolo di falconeria Freddy e i suoi falchi in volo per noi, sempre al campo di tiro con l’arco.

COTIGNOLA. In occasione del 650esimo anniversario della nascita di Muzio Attendolo Sforza a Cotignola ci saranno due giornate di eventi a lui dedicati. Un’immersione nell’atmosfera medievale con scene di vita quotidiana e militare, attività didattiche, combattimenti, tiro con l’arco e per finire uno spettacolo di falconeria. IL PROGRAMMA. Il programma [...]

30 maggio 2019 0 commenti

Cesena. ‘Che biblioteca!’: Di Rosaria Martellotta la prima guida d’una Malatestiana per i bambini.

Cesena. ‘Che biblioteca!’: Di Rosaria Martellotta  la prima guida d’una Malatestiana per i bambini. Ed è proprio rivolto ai bambini il libro di Rosaria Martellotta 'Che biblioteca!', pensato come una vera e propria ‘guida’ per raccontare ai più piccoli la libraria di Malatesta Novello. Il volume sarà presentato sabato 4 maggio, alle ore 17, nella sala Lignea della Biblioteca, alla presenza dell’autrice. Laureata in Archeologia, da tempo attiva come operatrice culturale e didattica, Rosaria Martellotta in questo libro ha messo a frutto la lunga esperienza maturata proprio in Biblioteca malatestiana con i bambini e i ragazzi Il libro, pubblicato da Fulmino Editore (specializzato in pubblicazioni di didattica e per ragazzi), è arricchito dalle tavole dell’illustratore cesenate Vittorio Belli.

CESENA. Non è mai troppo presto per conoscere la Biblioteca malatestiana. Ed è proprio rivolto ai bambini il libro di Rosaria Martellotta ’Che biblioteca!’, pensato come una vera e propria ‘guida’ per raccontare ai più piccoli la libraria di Malatesta Novello. Il volume sarà presentato sabato 4 maggio, alle ore 17, [...]

3 maggio 2019 0 commenti

Lugo. Al ‘Caffè letterario’ le gesta di Napoleone. Roberto Pazzi presenta il libro ‘ Verso Sant’Elena’.

Lugo. Al ‘Caffè letterario’ le gesta di Napoleone. Roberto Pazzi presenta il libro ‘ Verso Sant’Elena’. Venerdì 3 maggio alle 21 Roberto Pazzi presenta 'Verso Sant’Elena' (Bompiani, 2019) nella sala Codazzi della biblioteca 'Fabrizio Trisi' di Lugo. È ormai calata la sera quando Napoleone apprende che giungerà in vista di Sant'Elena all'alba. L'imperatore si ritira presto sulla Northumberland, quel sabato 14 ottobre 1815. Da più di due mesi è in navigazione sulla fregata inglese. Che cosa mediti alla fine del viaggio e forse dell'avventura della sua vita, nessuno potrebbe saperlo. Introduce la serata Marco Sangiorgi. Roberto Pazzi è poeta, narratore e giornalista tradotto in ventisei lingue. Già penna di Corriere della Sera e The New York Times, è opinionista del Quotidiano Nazionale. Tra i suoi libri ci sono, fra i titoli di poesia, Calma di vento, Talismani e Felicità di perdersi. Tra i romanzi Cercando l’Imperatore, La principessa e il drago, Vangelo di Giuda, La città volante, L’ombra del padre e Lazzaro.

LUGO. Proseguono gli appuntamenti con l’edizione primaverile del Caffè letterario. Venerdì 3 maggio alle 21 Roberto Pazzi presenta ‘Verso Sant’Elena’ (Bompiani, 2019) nella sala Codazzi della biblioteca ‘Fabrizio Trisi’ di Lugo. È ormai calata la sera quando Napoleone apprende che giungerà in vista di Sant’Elena all’alba. L’imperatore si ritira presto sulla [...]

30 aprile 2019 0 commenti