Moda & Bellezza

 

Ravenna. Per il ciclio ‘Ascoltare bellezza’ inaugurazione di ‘Equinozio di primavera’. Con Luca Zamoc.

Ravenna. Per il ciclio  ‘Ascoltare bellezza’ inaugurazione di ‘Equinozio di primavera’. Con Luca Zamoc. Presso la sala del Mosaico della Biblioteca Classense per il ciclo Ascoltare bellezza viene inaugurato 'Equinozio di Primavera', il nuovo intervento artistico di Luca Zamoc creato per questo spazio e per questo primo giorno di Primavera. Luca Zamoc è uno di dei più interessanti illustratori italiani di oggi; nato a Modena nel 1985 e residente a Milano, trae fonte d'ispirazione dalla mitologia e dall'epica e definisce il suo disegno 'un'arma della coscienza per comprendere l'universo che ci circonda'. Ha collaborato con il Festival della filosofia, affrescato la celebre Cà Zemian dello chef Massimo Bottura sempre a Modena, oltre a lavori per case editrici e noti marchi internazionali come Nike, Bmw, Adidas, Red Bull. Per il festival Subsidenze, ha dipinto la cupola di Kirecò a Ravenna. Dal 2018, quattro artisti contemporanei, quattro pittori italiani salutano l'arrivo delle stagioni realizzando appositamente un'opera per uno spazio straordinario come la sala del Mosaico in Biblioteca Classense.

RAVENNA. Venerdì 20 marzo alle ore 18   a Ravenna presso la sala del Mosaico della Biblioteca Classense per il ciclo Ascoltare bellezza  viene inaugurato Equinozio di primavera,  il nuovo intervento artistico di Luca Zamoc creato  per questo spazio e per questo primo giorno di primavera. Luca Zamoc è uno di dei [...]

26 febbraio 2020 0 commenti

Roma. Il calendario delle regate di vele d’epoca. Conferenza il 7 marzo, all’ Hotel Bettoja Mediterraneo.

Roma. Il calendario delle regate di vele d’epoca. Conferenza il 7 marzo, all’ Hotel Bettoja Mediterraneo. Il calendario stagionale 2020 verrà svelato ufficialmente sabato 7 marzo alle ore 17 presso il Bettoja Hotel Mediterraneo di via Cavour 15 a Roma. In occasione della conferenza romana il riminese Paolo Zangheri, armatore del ketch di 15 metri Coch Y Bondhu del 1936, racconterà la vittoria conseguita nel 2019 alla Panerai Transat Classique, la quadriennale regata atlantica riservata alle vele d’epoca, corsa tra Lanzarote (Canarie) e Saint Kitts (Caraibi). Il suo ketch bermudiano lungo 15 metri, con a bordo 4 persone di equipaggio, ha percorso le 3.000 miglia della regata in 18 giorni, 12 ore, 15 minuti e 38 secondi. Nonostante la parziale rottura del boma, riparato in pieno Atlantico, Coch Y Bondhu si è piazzata al terzo posto in tempo reale e prima assoluta in tempo compensato. L’imbarcazione, curata e preparata all’avventura atlantica dal Cantiere navale dell’Adriatico di Rimini dei fratelli Fabio e Marco Tosi, difendeva i colori dello YCRN, lo Yacht Club Rimini. La vittoria ha portato lustro sia alla barca, ora tornata a navigare in Adriatico, che all’AIVE, di cui Zangheri è socio da circa sette anni.

ROMA. Tornano in Mediterraneo le regate di vele d’epoca. Il calendario stagionale 2020 verrà svelato ufficialmente sabato 7 marzo alle ore 17 presso il Bettoja Hotel Mediterraneo di via Cavour 15 a Roma, ubicato di fronte alla stazione ferroviaria e dunque facilmente raggiungibile con il treno o la metropolitana. Alla [...]

26 febbraio 2020 0 commenti

Cesena. A villa Silvia Carducci è tempo di carnevale. Un laboratorio di riciclo per costruire il proprio costume.

Cesena. A villa Silvia Carducci è tempo di carnevale. Un laboratorio di riciclo per costruire il proprio costume. È tempo di festa e di maschere a villa Silvia Carducci che in occasione del Carnevale e della Pasqua presenta un programma di laboratori creativi al museo Musicalia in collaborazione con la dottoressa Margherita Burnacci di Laboratorio fantasia, che per Villa Silvia cura anche altri laboratori didattici rivolti alle scuole. L’appuntamento con 'Costruiamo insieme il nostro costume di Carnevale riciclando!' è per domenica 23 febbraio. Il laboratorio è dedicato a bambini dai 3 ai 6 anni accompagnati da un adulto e per bambini dai 6 anni in su. Il primo turno avrà inizio alle 16 e il secondo alle 17,30. Costo 6 euro a bambino. Il laboratorio sarà attivato con un minimo di 10 bambini prenotati.

CESENA. È tempo di festa e di maschere a villa Silvia Carducci che in occasione del Carnevale e della Pasqua presenta un programma di laboratori creativi al museo Musicalia in collaborazione con la dottoressa Margherita Burnacci di Laboratorio fantasia, che per Villa Silvia cura anche altri laboratori didattici rivolti alle scuole. L’appuntamento con ‘Costruiamo insieme [...]

21 febbraio 2020 0 commenti

Cesena. Scandali e intrighi malatestiani, un reading teatrale al palazzo del Ridotto ( sabato 22 ).

Cesena. Scandali e intrighi malatestiani, un reading teatrale al palazzo del Ridotto ( sabato 22 ). Lo spettacolo liberamente tratto da 'Scandali e intrighi malatestiani' nasce dai ricordi e dalle considerazioni di Uberto Malatesta, che descrive in prima persona l’uccisione del padre Paolo, amante di Francesca, raccontati da Dante. L’odio del giovane figlio Uberto per lo zio, il fratricida Gianciotto, non potendo essere pacata con la desiderata vendetta, porta come unica soluzione al proprio volontario allontanamento da Rimini e l’approdo a Cesena. Qui rimarrà per dieci anni assumendo il ruolo di Capitano della Milizia e successivamente di Podestà, incarichi assunti entrambi con grande onore. Sullo sfondo si agitano gli interessi economici scatenati all’interno della famiglia dei Malatesta per il possesso della ricchissima contea di Ghiaggiolo (oggi Giaggiolo) nella valle del Bidente. I fatti, oltre che nella rocca di Ghiaggiolo, avvengono in una Cesena di fine ‘200 che si dispiega nella descrizione di luoghi, edifici e fortezze del tempo, ma anche facilmente riconoscibili nella Cesena di oggi, come l’attuale palazzo del Capitano, la rocca di Roversano, il porto canale di Cesenatico o la fortezza di Federico II a quei tempi da poco costruita e subito distrutta.

CESENA. Quali scandali e quali intrighi rendevano interessante la ‘corte’ dei Malatesta? I cesenati potranno scoprirlo sabato 22 febbraio alle 17 nella sala Sozzi del palazzo del Ridotto in occasione del reading teatrale a cura del Teatro delle lune e tratto dall’omonimo romanzo di Maria Carmela Gianessi. ‘Scandali e intrighi [...]

20 febbraio 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Poesie d’amore in vetrina. Per il giorno di S.Valentino, dedicato alle coppie.

Santarcangelo d/R. Poesie d’amore in vetrina. Per il giorno di S.Valentino, dedicato alle coppie. Dedicare una poesia nel giorno di San Valentino è uno dei tipici gesti che gli innamorati si scambiano in questo giorno dedicato alle coppie. Riprendendo questa usanza i commercianti dell’associazione Città Viva Santarcangelo hanno deciso di dedicare alla città, e ai suoi visitatori, parole d’amore attraverso le loro vetrine. Per farlo hanno attinto, grazie alla preziosa collaborazione del Cantiere poetico per Santarcangelo, alla vasta produzione poetica degli storici Poeti di Santarcangelo: Raffello Baldini, Tonino Guerra, Giuliana Rocchi, Nino Pedretti, Gianni Fucci e Annalisa Teodorani. Infatti, passeggiando per il centro, sarà possibile leggere, appesi nelle vetrine dei negozi, alcuni brani delle più belle poesie d’amore scritte dai Poeti di Santarcangelo. 'E’ bén dabòn' (Rocchi), 'In déu' (Baldini), Amòur (Teodorani) sono solo alcune delle opere scelte a rappresentare i sentimenti e le passioni legati all’amore che i nostri poeti hanno saputo esprimere dai giorni del 'Circolo del giudizio' ad oggi. I commercianti dell’associazione Città Viva offrono così ai visitatori di Santarcangelo un’occasione in più per una passeggiata romantica in centro città.

SANTARCANGELO d/R. Dedicare una poesia nel giorno di San Valentino è uno dei tipici gesti che gli innamorati si scambiano in questo giorno dedicato alle coppie. Riprendendo questa usanza i commercianti dell’associazione Città Viva Santarcangelo hanno deciso di dedicare alla città, e ai suoi visitatori, parole d’amore attraverso le loro [...]

12 febbraio 2020 0 commenti

Ravenna. Secondo appuntamento con ‘Incanto Dante’. Lettura ( e musica) di 4 canti del Purgatorio.

Ravenna. Secondo appuntamento con  ‘Incanto Dante’. Lettura ( e musica) di 4 canti del Purgatorio. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini domenica 9 febbraio 2020 - ore 18.30 basilica di San Francesco – Ravenna. Domenica 9 febbraio, alle ore 18.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica – in collaborazione con il comune di Ravenna assessorato alla Cultura – presentano il secondo appuntamento stagionale di 'Incanto Dante', la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per l’occasione, questa volta eseguite da Franco Ugolini, organista della Cappella musicale della basilica di San Francesco di Ravenna. Flaminia Pasquini Ferretti e Marco Montanari leggeranno, del Purgatorio, i canti XX e XXI (luogo di penitenza degli Avari e dei Prodighi), e i canti XXII e XXIII (destinato ai Golosi). Ileana Carrone introdurrà gli spettatori alle letture che verranno interpretate nel corso della serata. Le coreografie, con le suggestive immagini proiettate all’interno della basilica sono tratte da pubblicazioni conservate presso la biblioteca del Centro dantesco di Ravenna.

RAVENNA. Domenica 9 febbraio, alle ore 18.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica - in collaborazione con il comune di Ravenna assessorato alla Cultura – presentano il secondo appuntamento stagionale di ’Incanto Dante’, la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per l’occasione, questa volta eseguite da Franco Ugolini, [...]

6 febbraio 2020 0 commenti

Forlì. S’inaugura: ‘Un’ opera al mese’. Scelta ‘L’Ebe del Canova’ per introdurre alla nuova promozione.

Forlì. S’inaugura: ‘Un’ opera al mese’. Scelta ‘L’Ebe del Canova’  per introdurre alla nuova promozione. 'La rassegna Un’opera al mese s'apre così nel migliore dei modi – commenta l’assessore alla Cultura Valerio Melandri –. Come opera inaugurale di questa forma innovativa di promozione dell’arte forlivese, abbiamo scelto il capolavoro scultoreo per eccellenza del nostro patrimonio museale. L’Ebe è la nostra suprema ambasciatrice; ragion per cui ci è sembrato doveroso renderle omaggio anche attraverso questa nuova ‘forma’ divulgativa del corpus artistico custodito nei Musei Civici di Forlì. Grazie al racconto e al rigore scientifico del Professor Leone, studioso di fama internazionale e tra i massimi esperti del Canova, ci addentreremo in una narrazione culturale innovativa, svincolata dai soliti canoni interpretativi e finalizzata a un pubblico più ampio, che possa apprezzare la grandezza artistica di Forlì e della Romagna racchiusa nei suoi musei'.

Forlì, 29 gennaio. Venerdì 31 gennaio alle ore 18.30 presso i Musei San Domenico, il professor Francesco Leone, docente di Storia dell’Arte contemporanea presso l’università degli studi G. D’annunzio di Chieti-Pescara, presenta ‘Antonio Canova e la rinascita della scultura: la modernità dell’Ebe di Forlì’. L’ingresso è gratuito. “La rassegna Un’opera [...]

30 gennaio 2020 0 commenti

Fusignano. Tre incontri musicali al ‘Corelli’. Si comincia venerdì 31, con il cantante Cristiano Godano.

Fusignano. Tre incontri  musicali al ‘Corelli’. Si comincia venerdì 31, con il cantante Cristiano Godano. Il cantante e chitarrista dei Marlene Kuntz proporrà alcuni brani del folto repertorio della band. Nel corso della serata il musicista dialogherà con l’amico e collaboratore Lory Muratti e parlerà del suo ultimo libro Nuotando nell’aria (La nave di Teseo). Nel libro Godano racconta per la prima volta in un libro la genesi della band, gli incontri che ne hanno determinato la crescita e il percorso, la sostanza della loro ricerca, la forza dei legami e il desiderio di vivere sempre curiosamente nel presente. Ripercorrendo canzone per canzone i primi tre mitici dischi del gruppo, Godano scrive un’involontaria, anomala e generosa autobiografia delle origini, densissima di aneddoti, di riflessioni e materiale inedito.

FUSIGNANO. Si comincia venerdì 31 gennaio con il concerto e incontro di Cristiano Godano. Il cantante e chitarrista dei Marlene Kuntz proporrà alcuni brani del folto repertorio della band. Nel corso della serata il musicista dialogherà con l’amico e collaboratore Lory Muratti e parlerà del suo ultimo libro Nuotando nell’aria [...]

27 gennaio 2020 0 commenti

Gambettola. Lunedì 20, a Casa Fellini festa per i 100 anni del regista. Tutto il programma delle celebrazioni.

Gambettola. Lunedì 20, a Casa Fellini festa per i 100 anni del regista. Tutto il programma delle celebrazioni. 'Il Bosco felliniano. Gambettola e Federico Fellini nel 2020' è il ricco programma delle iniziative che il Comune – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con tutte le associazioni culturali del territorio, ha realizzato per rendere omaggio a Federico Fellini che con Gambettola ha un legame speciale. Gambettola è infatti il luogo dove Fellini ha trascorso la propria infanzia, insieme ai nonni, dove ha iniziato a giocare, immaginare, sognare, a contatto con la campagna, il paesaggio e le tradizioni tipiche della Romagna dei primi anni del Novecento. La casa dei nonni, la casa dell'infanzia, detta Casa Fellini, è ancora oggi esistente, vivida testimonianza del legame indelebile tra la città e il regista. Qui abitavano i nonni paterni dell’illustre personaggio insieme ai genitori dello stesso che qui rimasero fino a circa 3 mesi prima della sua nascita, avvenuta a Rimini il 20 gennaio 1920. L'Amministrazione comunale, grazie al finanziamento della Regione Emilia Romagna, riconosciuto il valore culturale e storico del manufatto, ha deciso di restaurare la Casa Fellini e di avviare un percorso di valorizzazione che dovrà portare entro il 2021 a riconsegnare la Casa alla comunità e a vederla finalmente come luogo dell'arte e della cultura del territorio, in particolare del cinema.

GAMBETTOLA–  Gambettola è pronta a celebrare  il Centenario della nascita di Federico Fellini, il più importante regista cinematografico del Novecento, uno dei più grandi artisti che con le sue opere ha influenzato l’immaginario collettivo internazionale. ‘Il Bosco felliniano. Gambettola e Federico Fellini nel 2020′ è il ricco programma delle iniziative che [...]

13 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Alta l’attenzione sulla città e sulla sua ‘offerta’ fino al 20 gennaio. Un dicembre da grandi record.

Rimini. Alta l’attenzione sulla città e sulla sua ‘offerta’ fino al 20 gennaio. Un dicembre da grandi record. Dal centro storico al mare, Rimini mantiene viva l'aria di festa. Forte del successo ottenuto durante le festività, proseguirà fino al 20 gennaio anche la permanenza del villaggio Circ'amarcord nel centro di Rimini. Rimarranno accese le mongolfiere luminose di piazza Cavour, che in queste feste sono state 'set fotografico' di tanti turisti e resterà aperto il mercatino sotto le luci del grande Platano. Continueranno a girare le giostre per i più piccoli e sarà attiva, fino al 20 gennaio, la pista del ghiaccio. ulla spiaggia di Rimini, lunghe file e pullman da tutta Italia per ammirare i caratteristici presepi di sabbia. La particolare natività di Marina centro, dedicata quest’anno alle opere cinematografiche di Federico Fellini, ha ospitato sinora oltre 50mila visitatori provenienti da tutta Italia e non solo. Con i suoi 700 mq al coperto continuerà ad essere visitabile fino al 12 di gennaio, data in cui si ripeterà la tradizionale ‘distruzione’ delle sculture ad opera dei bambini. Alta partecipazione anche per le natività di sabbia ed acqua marina a Torre Pedrera, circa 40mila persone hanno visitato il Presepe che omaggia le origini marinare di Rimini, anch'esso visitabile fino a metà gennaio (info: bit.ly/PresepidiSabbia).

RIMINI. La proposta di qualità e i grandi numeri del ‘Capodanno più lungo del mondo’ che, dalla vigilia di Natale fino all’Epifania, hanno portato migliaia di persone a Rimini fra mostre, spettacoli, concerti e alberghi sold out, continuano a regalare emozioni tenendo alta l’attenzione sulla città e sulla sua offerta [...]

8 gennaio 2020 0 commenti