Moda & Bellezza

 

Rimini.Mercadini racconta i classici. Ultimo appuntamento: monologo da e su Shakespeare.

Rimini.Mercadini racconta i classici. Ultimo appuntamento: monologo da e su Shakespeare. 'Ma questa è la più strana delle meraviglie! dice Orazio ad Amleto, dopo aver visto il fantasma del re. Ecco, sono più o meno le parole che mi vengono alle labbra certe volte quando penso a Wlliam Shakespeare. Ai vertici incredibii della sua arte (incredibilmente alti e incredibilmente numerosi). Allora provo a raccontarvi lui, il suo tempo, il suo teatro, lo stupore e lo sgomento che io sento di fronte a questo titano. Ci provo usando le stesse parole che lui fa pronunciare ai suoi stupefatti e sgomenti personaggi'. Così Roberto Mercadini presenta lo spettacolo che chiude il ciclo di appuntamenti dedicati ai capolavori della letteratura mondiale.

RIMINI. “Ma questa è la più strana delle meraviglie! dice Orazio ad Amleto, dopo aver visto il fantasma del re. Ecco, sono più o meno le parole che mi vengono alle labbra certe volte quando penso a Wlliam Shakespeare. Ai vertici incredibii della sua arte (incredibilmente alti e incredibilmente numerosi). [...]

17 febbraio 2018 0 commenti

Mete pasquali. Una inedita laguna di Venezia: lenta, lontana dalle folle ed immersa nella natura.

Mete pasquali. Una inedita laguna di Venezia: lenta, lontana dalle folle ed immersa nella natura. Un itinerario straordinario ed affascinante per conoscere davvero la Laguna lo propone houseboat.it, leader italiano per il noleggio di imbarcazioni fluviali. Un nuovo modo di fare turismo, nato in Francia e diffusosi in tutto il mondo: le imbarcazioni di Houseboat.it sono belle, eleganti, possono essere guidate senza alcuna patente o brevetto, si impara a pilotarle in un paio d'ore di formazione. Ma soprattutto ti permettono di vedere la Laguna di Venezia in modo del tutto nuovo. Si parte da Casale sul Sile. In prossimità della base troverete la deliziosa piazzetta con campanile del paese di Casier... Navigando con la vostra houseboat tra i canneti (zona ideale per il birdwatching) e le meravigliose distese d'acqua lagunari, arriverete in circa un'ora all'isola di Burano. Sostate negli ormeggi Houseboat.it e andate alla scoperta delle calli tra le caratteristiche case coloratissime.

VENEZIA. Venezia è di struggente bellezza ma anche un luogo di turismo di massa, a Pasqua peggio che mai. Ma c’è un modo per conoscere e vivere Venezia e la sua Laguna lontano dalle folle, riscoprendo lentezza, natura, contatto vero con luoghi e persone.  Un itinerario straordinario ed affascinante per [...]

12 febbraio 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. L’arte dei tintori. Antica, radicata, originale. E accertata a partire dal 1630.

Santarcangelo d/R. L’arte dei tintori. Antica, radicata, originale. E accertata a partire dal 1630. Un’arte notevole, come precisa in saggio del 1989 Oreste Delucca, nata in epoca antecedente alla costruzione dei mangani, e accertata a Santarcangelo a partire dal 1630. Nel 1474, al combarbio dei Fabbri, operava infatti la bottega di mastro Marco, tintore. Nel 1478, dentro le mura, si costituì una società per l’esercizio della tintoria, con il contributo decisivo di Giacomino del Gallo, riminese. Nel 1544 è menzionato un defunto ‘magister Baptista tintor’ mentre nell’anno seguente è documentato un ‘magister Jacobus de Cesena tintor habitator terre S.Arcangeli’ e ce ne sono altri. L’introduzione del mangano se non indispensabile per l’esercizio della tintoria è stato perlomeno una innovazione tecnica rivoluzionaria. Intanto perché costringeva l’artigiano ad un investimento consistente, al punto tale da ‘costringere’ la Comunità a concedere garanzie e facilitazioni. Diventava però un vero e proprio salto di qualità, con risultati tecnici ed economici di livello inimmaginabile rispetto ai precedenti. Il mangano, per chi non l’avesse mai visto, è una grossa ruota azionata all’interno da una o più persone usato fin dall’antichità per scopi civili o militari. Applicato all’attività tessile e alla tintoria consente, attraverso attenta premitura sul tessuto, di conseguire migliore aspetto e migliore qualità del prodotto ultimato. Tra l’altro la manganatura è un po’ l’ultima fase del ciclo di lavorazione e preparazione della tela, ispessita e stirata appositamente per conferirle maggiore lucentezza. Ma dettagli tecnici a parte, e tornando alla diffusione locale della tintoria, non si può non rilevare l’originalità dell’esperienza maturata nei secoli a Santarcangelo . Visto anche che qui di vera e radicata tradizione trattasi.

TRADIZIONI& MESTIERI. Chi percorre Santarcangelo non viene attratto soltanto dai ‘tesori’ storico-ambientali e artistici più noti quali  l’antica Pieve, la Rocca,  le Contrade, le Grotte, la Collegiata e così via. Perché oltre a questo va sottolineato dell’altro. C’è l’operosità del travaglio quotidiano, e ci sono l’impegno e l’abilità degli uomini [...]

7 febbraio 2018 0 commenti

Rimini. Il teatro Galli ha la sua volta. Riapparsa nel suo splendore, come Poletti la volle e la disegnò.

Rimini. Il teatro Galli ha la sua volta. Riapparsa nel suo splendore, come Poletti la volle e la disegnò. Siamo alla parte centrale del lavoro di decoro che ora scenderà verso terra trasformando gli ordini dei palchi del teatro. Al termine della posa dei decori della volta che si stanno completando scendendo verso il loggione si proseguirà con l’installazione delle balaustre al III Ordine e allo stesso Loggione per poi passare alle cornici e ai decori dei palchi. Accanto a quelli interni avanzano anche i diversi fronti esterni dell’intervento che si stanno via via ultimando e che, già in concomitanza con le festività pasquali, potranno restituire il teatro Galli ricostruito nelle sue forme originali.

 RIMINI. Liberata dalle impalcature appare già con tutta la forza del suo splendore la volta del teatro Galli. Con l’inizio dello smontaggio delle impalcature che hanno permesso nelle scorse settimane ai tecnici e artisti della ditta Forme di Roma di decorare la volta del teatro, dalla platea o dal loggione [...]

3 febbraio 2018 0 commenti

Ravenna.Torna all’Alighieri il Ballet Preljocaj, la poesia e la forza de La fresque ( sabato 3 febbraio ).

Ravenna.Torna all’Alighieri il Ballet Preljocaj, la poesia e la forza de La fresque ( sabato 3 febbraio ). Sul palcoscenico del teatro Alighieri il 3 e 4 febbraio, La fresque diventa un’opportunità per riflettere sullo statuto dell’immagine e dell’arte nella nostra società. O, più semplicemente, per lasciarsi incantare dall’infinita delicatezza e inventività della creazione per 10 danzatori firmata da Angelin Preljocaj. L’ispirazione per il secondo appuntamento della Stagione Danza 2017-18 è offerta da un antico racconto cinese, adattato senza banali esotismi ma mantenendone intatta tutta la qualità evocativa, per una fiaba che oscilla fra forza e poesia sulla partitura elettronica di ispirazione orientale firmata da Nicolas Godin. Dieci splendidi danzatori, dieci corpi che la luce cesella in una calligrafia d’oro su nero, una colonna sonora raffinatissima che si serve al meglio di flauti e gong cinesi, lunghe chiome sciolte che partecipano alla bellezza della coreografia: Angelin Preljocaj ci regala un’altra inimitabile esperienza, capace di immergere lo spettatore in uno spazio fantastico al crocevia fra culture.

RAVENNA. Come catturare l’essenza di un’immagine che ci affascina? Sul palcoscenico del teatro Alighieri il 3 e 4 febbraio, La fresque è un’opportunità per riflettere sullo statuto dell’immagine e dell’arte nella nostra società…o più semplicemente per lasciarsi incantare dall’infinita delicatezza e inventività della creazione per 10 danzatori firmata da Angelin [...]

2 febbraio 2018 0 commenti

Rimini. A Los Angeles importante conferenza studi dedicata a Sigismondo Pandolfo Malatesta.

Rimini. A Los Angeles importante conferenza studi dedicata a Sigismondo Pandolfo Malatesta. 'Nei prossimi anni un lavoro costante, continuo, per affermare Rimini come grande culla d’arte italiana - è la riflessione del sindaco di Rimini Andrea Gnassi -. Dalla città romana alla scuola riminese del Trecento, dal Rinascimento all’Ottocento dei bagni marini e di Verdi, al Novecento di Federico Fellini. Un territorio di mare e paesaggi italiani, di vallate, castelli borghi, la Valmarecchia e la Valconca. In qualche modo dobbiamo anche superare questo meccanismo strano e duale: al nostro interno ci diciamo che non abbiamo nulla da invidiare alle grandi e piccole città d’arte italiane, ma poi vi è una sorta di freno o ‘complesso’ nel promocommercializzare il nostro territorio anche in mercati ‘alti’ che, come gli Stati Uniti, all’Italia chiedono incanto e bellezza. Un’operazione d’altissimo livello come quella organizzata con massimi esperti mondiali del Rinascimento da una delle più prestigiose università al mondo, la Ucla, e un’istituzione culturale anch’essa unica al mondo come il J. P Getty Museum ha anche questo obiettivo, quello di certificare e accreditare definitivamente Rimini come territorio d’arte e di storia nel mondo e non solo tra le mura di casa. Lo ha fatto pochi giorni fa il NY Times che attraverso Fellini e il Fulgor ha parlato di Rimini come uno dei 52 posti al mondo da vedere; lo deve fare questo lavoro sul Rinascimento, affermando la bellezza unica, densa di fascino e di storia, propria dei nostri tesori, dalla costa a Mondaino, da Gradara a San Leo, a Verucchio, Pennabilli, Montefiore'.

RIMINI. Si è svolta lo scorso fine settimana, presso l’UCLA Royce Hall e il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, una conferenza che ha avuto come oggetto ‘The power of art, the power of fame. The extraordinary renaissance court of Sigismondo Pandolfo Malatesta, Lord of Rimini’.   Un appuntamento [...]

30 gennaio 2018 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Allo scultore Mourad Jahrani segnalazione speciale al premio ‘Brunelleschi’.

Bellaria Igea Marina. Allo scultore Mourad Jahrani segnalazione speciale al premio ‘Brunelleschi’. Mourad Jahrani, lo 'scultore dell’acciaio', ha partecipato e si è distinto all’edizione 2018 del 'Premio internazionale Brunelleschi'. All’appuntamento hanno partecipato numerosi tra pittori, scultori, grafici e fotografi giudicati dal celebre critico d’arte Paolo Levi; Mourad, unico tra i partecipanti, ha ricevuto la segnalazione 'Speciale scultura' grazie all’opera 'La grande rosa': una scultura interamente in acciaio inox di circa 70 per 120 centimetri che ritrae, appunto una grande rosa rossa profumata. L’affermazione presso la rassegna fiorentina darà ora a Mourad la possibilità, insieme a pochi altri artisti premiati al 'Brunelleschi', di esporre dal vivo durante la Venezia Artexpo – Biennale delle Nazioni.

BELLARIA IGEA MARINA. Lo scultore di Bellaria Igea Marina Mourad Jahrani, lo ‘Scultore dell’acciaio‘, ha partecipato e si è distinto all’edizione 2018 del ‘Premio internazionale Brunelleschi’, promosso e organizzato da PitturiAmo e dall’associazione Effetto arte presso palazzo Ximènes Panciatichi di Firenze dal 19 al 21 gennaio.  All’appuntamento hanno partecipato numerosi [...]

29 gennaio 2018 0 commenti

Stoccolma e il ‘Ravenna festival’.Venerdì 19, presentazione all’Istituto italiano di cultura.

Stoccolma e il ‘Ravenna festival’.Venerdì 19, presentazione all’Istituto italiano di cultura. Quattordici isole protese sul mar Baltico, settecento anni di storia racchiusi fra i tracciati medievali della città vecchia e le eccellenze del design contemporaneo: Stoccolma è meritatamente l’incontrastata regina della Scandinavia e per questo meta ideale per la promozione di un Festival che, anno dopo anno, conferma la propria vocazione e capacità di parlare a un pubblico internazionale, grazie alla combinazione irresistibile fra un programma multidisciplinare di altissima qualità e un patrimonio storico-artistico unico al Mondo. Dopo Londra e Parigi, che hanno accolto rispettivamente le presentazioni delle edizioni 2016 e 2017, ma anche in seguito all’anteprima del programma offerta a stampa e TO cinesi a Shanghai e Pechino lo scorso novembre, il Festival guarda ai Paesi del Nord. Una scelta alla luce di quell’incremento nel numero di visitatori dalla Scandinavia che si è registrato negli ultimi anni e si è manifestato in particolare in occasione delle ultime Trilogie d’autunno, che hanno accolto gruppi dalla stessa Svezia e dalla Finlandia.

RAVENNA. L’Istituto italiano di cultura ‘Carlo Maurilio Lerici’, che accoglierà l’evento di presentazione, porta la celebre firma di Gio Ponti, che in collaborazione con Pier Luigi Nervi ha creato il progetto della nuova sede dell’Istituto negli anni Cinquanta. L’estro e la creatività di Ponti si sono estesi a ogni dettaglio [...]

18 gennaio 2018 0 commenti

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare.

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare. La ritrovata rocca di San Leo, qualche secolo dopo, venne ulteriormente ristrutturata, un po’ come per tutti gli arditi manufatti di difesa medievale in zona. Che interpretarono però la loro parte fin quando si estinse l’epoca dei borghi fortificati. Che caddero allora nell’abbandono. Lasciando lungo la Vallata della ‘Provincia dei castelli’ tracce sempre più diroccate e vaga memoria. Tracce e memoria che oggi sono in tanti a chiedere di recuperare. Tra un passato mai completamente abbandonato ed un futuro da inventare. Del resto quegli antichi manieri raccontano, come in poche altre regioni del Belpaese, storie particolarmente originali e seducenti. Da rimettere in circolo. Anche se, qui, il problema sembra essere soprattutto pratico, nel senso che occorrerà intanto inventariarli, e quindi valutarli nella loro entità reale, magari restaurandoli laddove possibile, per collocarli a fondamento di una ‘mirata e proficua progettualità futura’. Ma come inventariarli’? I modi, ovviamente, in questi casi, possono essere tanti. Basterebbe l’ausilio di qualche moderna tecnologia, come i droni, ad esempio, ma ce la si può cavare benissimo anche ricorrendo a strumenti meno costosi e più abituali. Quale l’immaginazione. L’umile, umana, immaginazione. Che come le ali di Icaro si può far librare in volo a piacimento sulla Valle, magari a partire dalle prime luci di un mattino di primavera, quando con l’esalare delle ombre della notte fioriscono quei ‘cieli di cristallo’ raddolciti da un pulviscolo mielato che abbaglia il bizzarro corso d’acqua che dalla lunga linea scura dei monti toscani precipita verso l’Adriatico.

MONTEFELTRO. “Fu nell’Alto Medioevo – annota Francesco Vittorio Lombardi in ‘Le torri del Montefeltro e della Massa Trabaria’ ( Bruno Ghigi Editore, Rimini, 1981) – che si registrò una nuova e originale separazione tra i territori gravitanti lungo la costa e quelli a ridosso dell’Appennino”. Due geografi ravennati, infatti,  l’Anonimo [...]

8 gennaio 2018 0 commenti

Rimini. Un tesoro ritrovato: i 600 anni dell’abbazia di Scolca, voluta nel 1418 da Carlo Malatesta.

Rimini. Un tesoro ritrovato: i 600 anni dell’abbazia di Scolca, voluta nel 1418 da Carlo Malatesta. Sarà un anno eccezionalmente ricco d’iniziative che vivranno il loro primo momento sabato 6 gennaio, con l’inizio del Giubileo della Scolca e l’ apertura della Porta santa, che avrà inizio alle ore 11.00 con la S. Messa nella solennità dell’Epifania celebrata da S. E. mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini. Un primo momento a cui farà seguito domenica 7 gennaio, alle ore 16, l’adorazione dei Magi di Giorgio Vasari, lettura biblico-teologica dell’opera d’arte a cura di suor Maria Gloria Riva. Il programma proseguirà poi con tante iniziative nel corso dell’anno in cui sono previsti approfondimenti spirituali e momenti culturali, rappresentazioni e concerti, approfondimenti storici perché l’abbazia di Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca, rappresenta uno dei luoghi ecclesiali, storico – artistici più importanti per la storia della Città.

RIMINI. E’ stato presentato  in Comune UN TESORO RITROVATO, 600 anni dell’Abbazia di Scolca, il progetto realizzato in occasione dei seicento anni della fondazione dell’Abbazia di Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca (1418-2018) per l’intero 2018, teso a promuovere lo straordinario patrimonio storico, religioso, artistico e scientifico di questo importante bene [...]

5 gennaio 2018 0 commenti