Moda & Bellezza

 

Gambettola. Lunedì 20, a Casa Fellini festa per i 100 anni del regista. Tutto il programma delle celebrazioni.

Gambettola. Lunedì 20, a Casa Fellini festa per i 100 anni del regista. Tutto il programma delle celebrazioni. 'Il Bosco felliniano. Gambettola e Federico Fellini nel 2020' è il ricco programma delle iniziative che il Comune – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con tutte le associazioni culturali del territorio, ha realizzato per rendere omaggio a Federico Fellini che con Gambettola ha un legame speciale. Gambettola è infatti il luogo dove Fellini ha trascorso la propria infanzia, insieme ai nonni, dove ha iniziato a giocare, immaginare, sognare, a contatto con la campagna, il paesaggio e le tradizioni tipiche della Romagna dei primi anni del Novecento. La casa dei nonni, la casa dell'infanzia, detta Casa Fellini, è ancora oggi esistente, vivida testimonianza del legame indelebile tra la città e il regista. Qui abitavano i nonni paterni dell’illustre personaggio insieme ai genitori dello stesso che qui rimasero fino a circa 3 mesi prima della sua nascita, avvenuta a Rimini il 20 gennaio 1920. L'Amministrazione comunale, grazie al finanziamento della Regione Emilia Romagna, riconosciuto il valore culturale e storico del manufatto, ha deciso di restaurare la Casa Fellini e di avviare un percorso di valorizzazione che dovrà portare entro il 2021 a riconsegnare la Casa alla comunità e a vederla finalmente come luogo dell'arte e della cultura del territorio, in particolare del cinema.

GAMBETTOLA–  Gambettola è pronta a celebrare  il Centenario della nascita di Federico Fellini, il più importante regista cinematografico del Novecento, uno dei più grandi artisti che con le sue opere ha influenzato l’immaginario collettivo internazionale. ‘Il Bosco felliniano. Gambettola e Federico Fellini nel 2020′ è il ricco programma delle iniziative che [...]

13 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Alta l’attenzione sulla città e sulla sua ‘offerta’ fino al 20 gennaio. Un dicembre da grandi record.

Rimini. Alta l’attenzione sulla città e sulla sua ‘offerta’ fino al 20 gennaio. Un dicembre da grandi record. Dal centro storico al mare, Rimini mantiene viva l'aria di festa. Forte del successo ottenuto durante le festività, proseguirà fino al 20 gennaio anche la permanenza del villaggio Circ'amarcord nel centro di Rimini. Rimarranno accese le mongolfiere luminose di piazza Cavour, che in queste feste sono state 'set fotografico' di tanti turisti e resterà aperto il mercatino sotto le luci del grande Platano. Continueranno a girare le giostre per i più piccoli e sarà attiva, fino al 20 gennaio, la pista del ghiaccio. ulla spiaggia di Rimini, lunghe file e pullman da tutta Italia per ammirare i caratteristici presepi di sabbia. La particolare natività di Marina centro, dedicata quest’anno alle opere cinematografiche di Federico Fellini, ha ospitato sinora oltre 50mila visitatori provenienti da tutta Italia e non solo. Con i suoi 700 mq al coperto continuerà ad essere visitabile fino al 12 di gennaio, data in cui si ripeterà la tradizionale ‘distruzione’ delle sculture ad opera dei bambini. Alta partecipazione anche per le natività di sabbia ed acqua marina a Torre Pedrera, circa 40mila persone hanno visitato il Presepe che omaggia le origini marinare di Rimini, anch'esso visitabile fino a metà gennaio (info: bit.ly/PresepidiSabbia).

RIMINI. La proposta di qualità e i grandi numeri del ‘Capodanno più lungo del mondo’ che, dalla vigilia di Natale fino all’Epifania, hanno portato migliaia di persone a Rimini fra mostre, spettacoli, concerti e alberghi sold out, continuano a regalare emozioni tenendo alta l’attenzione sulla città e sulla sua offerta [...]

8 gennaio 2020 0 commenti

Rimini. Un Capodanno sempre più bello. Fra clima perfetto e ( tante) apprezzate proposte di qualità.

Rimini. Un Capodanno sempre più bello. Fra clima perfetto e ( tante)  apprezzate proposte di qualità. Rimini fa 31 e abbatte con l’edizione 2020 ogni primato precedente di pubblico e di festa per il suo Capodanno più lungo del mondo. Decine di migliaia di persone fra mare e centro storico. Il sindaco Gnassi: 'Il programma più internazionale di sempre per l’edizione più bella e giovane di sempre, capace di attrarre nuovi flussi turistici già a partire da Natale'. Piazzale Fellini gremita fino all’inverosimile per il concerto di Coez, sold out in piazza Cavour mai così ‘imballata’ di gente, atmosfere oniriche in piazza Malatesta fra l’art mapping sulle pareti del Castello e il palco dei Planet Funk e dei dj della Baia degli Angeli, piazza Francesca da Rimini da tutto esaurito per la reunion dei locali da ballo storici, Complesso degli Agostiniani mai così affollato di viandanti, costretti a mettersi in fila in strada prima di poter entrare. E ancora code fuori dal castello per le 2.000 persone che, dalle 21 alle 3 del mattino, hanno deciso di visitare la mostra multimediale dedicata al più imitato e premiato regista della storia del cinema e portare a casa uno scatto d’autore ben augurale, realizzato da Enrico De Luigi; 1600 persone al Museo della città; 2.000 alla Domus del chirurgo, tutte piene le visite guidate diurne al Teatro Galli e oltre 10mila persone dalle 20,10 alle 3 di notte: non c’è stato luogo coinvolto dalle feste in programma, che non abbia ospitato un enorme afflusso di persone. Dalla punta di diamante del nuovo cantautorato italiano Coez, allo show live del gruppo di riferimento nel panorama internazionale della musica elettronica guidato da Alex Neri nel ruolo di DVO (director virtual orchestra), fino ai protagonisti delle discoteche storiche che hanno fatto grande la club culture ‘made in Rimini’ nel mondo: il poker d’assi calato dal Capodanno riminese ha sbancato ogni edizione precedente.

RIMINI. “E’ sempre più bello” il Capodanno di Rimini. Quest’anno assieme a Coez, ai Planet Funk e alle Reunion delle discoteche, Rimini incornicia il suo capodanno più bello e più lungo di sempre, fra clima perfetto, proposte di qualità dal mare al centro storico, una infilata costante di 6 ore [...]

2 gennaio 2020 0 commenti

Forlì. AAA Cercasi volontari per il Festival di Comunità. Con l’obiettivo: scoprire e raccontare la città.

Forlì. AAA Cercasi volontari per il Festival di Comunità. Con l’obiettivo: scoprire e raccontare la città. Il Festival, che si terrà il prossimo 9 - 10 maggio 2020, cerca volontari di tutte le età che vogliono essere coinvolti nella realizzazione dell'evento finale; in particolare sono due le figure che si ricercano: il volontario ricercatore che si occuperà di fare ricerca sulla memoria e sul patrimonio architettonico, e il volontario attivatore che si occuperà di coinvolgere le comunità di abitanti. I volontari in una prima fase saranno accompagnati in un breve percorso formativo curato da realtà culturali locali come Spazi indecisi, Casa del cuculo, Fondazione Lewin, l’ordine degli Architetti, Istituto storico della Resistenza e poi supportati dallo staff del Festival durante tutto il percorso. È possibile candidarsi per diventare volontario fino al 24 gennaio su www.comeinforli.it . La prima edizione del festival Come In! Forlì si svolgerà il 9 - 10 maggio 2020 e racconterà e aprirà alla città in collaborazione con i suoi abitanti alcuni luoghi costruiti durante il Ventennio, con un'attenzione particolare alle abitazioni del periodo, dalle case popolari fino ai villini. Il Festival nasce all'interno del progetto europeo Come In!

FORLI’. Al via ufficialmente il progetto Come In! Forlì il Festival di comunità per valorizzare e aprire luoghi della nostra città coinvolgendo abitanti e comunità nel loro racconto. Il Festival, che si terrà il prossimo 9 – 10 maggio 2020, cerca volontari di tutte le età che vogliono essere coinvolti [...]

19 dicembre 2019 0 commenti

Rimini. Iniziato il conto alla rovescia per il Capodanno più lungo del Mondo, dedicato al genio di Fellini.

Rimini. Iniziato il conto alla rovescia per il Capodanno più lungo del Mondo, dedicato al genio di Fellini. Oltre 25 eventi musicali, dal jazz all'opera, dalle ensemble orchestrali all'immancabile concerto del Capodanno. Il 31 dicembre sarà l'apice dell'offerta musicale del 'Capodanno più lungo del Mondo', a partire dalle 22.15 piazzale Fellini si animerà con la musica di COEZ, simbolo del nuovo cantautorato italiano che, con il suo inconfondibile crossover di generi tra rap e pop, traghetterà il pubblico verso il nuovo anno con i suoi grandi successi e nuovi brani con, sullo sfondo, il mare ed il Grand Hotel illuminati dallo spettacolo di fuochi d’artificio della mezzanotte. “La musica non c'è” solo fino alla mezzanotte, i festeggiamenti si spostano in centro storico con i PLANET FUNK e il loro audio/video show in piazza Malatesta ed una immensa discoteca sotto le stelle con la Rimini Dance Reunion, la “chiamata alla consolle” delle discoteche simbolo della riviera: Paradiso, Velvet, Slego, Baia degli Angeli, Cellophane, Barcelona e l’esercito dei loro dj storici: Ricky Montanari e Daniele Baldelli e poi ancora, in ordine sparso fra piazza Malatesta, arena Francesca da Rimini, Agostiniani e piazza Cavour : Cirillo + dan : ros + Matteo Mussoni + Giamma + Full Nelson + Gianni Morri + Massimo Padovani + Paolo Nhe + Gippo dj, Ciccio dj, Mad Bob, lo staff del Gran Caribe e la musica e l'animazione di Rds 100% Grandi successi con Roberta Lanfranchi e Claudio Guerrini. Tappa doverosa per tutti i viandanti di Capodanno sarà la mostra 'Fellini 100 Genio immortale'.

RIMINI. Un ricco calendario di eventi, fra musica, arte, spettacoli, che si protrae da dicembre a gennaio e culmina la notte del 31 con mille e una festa. A partire dal ‘Concertone’ di COEZ in piazzale Fellini . Per proseguire in centro storico con i Planet Funk e la Reunion [...]

19 dicembre 2019 0 commenti

Cesena. Terzo appuntamento per ‘Suoni e colori’, con quattro cori polifonici. Alla chiesa di S.Egidio.

Cesena. Terzo appuntamento per ‘Suoni e colori’, con quattro cori polifonici. Alla chiesa di S.Egidio. Il concerto 'Joy!' vedrà la partecipazione di quattro cori polifonici. Si esibiranno Alio Modo Canticum diretto da Adamo Scala (Cesena), Corale Savani diretta da Giampaolo Violi (Carpi) e due delle formazioni di Accademia MusiCaesena: Ecce Novum diretto da Silvia Biasini e il coro giovanile Ars Aurea diretto da Marco Lombardi. Il repertorio proposto è ampio e vario, sia per genere che per epoca di composizione. Diversi stili, culture e tempi dialogheranno tra loro in un concerto che ci introdurrà, riservandoci molte sorprese, all’attesa e alla gioia del Natale. Il concerto fa parte dell’ottava edizione del festival corale 'Suoni e colori' promosso da Accademia MusiCaesena ed è inserito all’interno dei festeggiamenti del World Choral Day, la giornata mondiale all’insegna della coralità. Il festival Suoni e colori, con direzione artistica dei maestri Silvia Biasini e Luca Buzzavi, vanta il patrocinio dei comuni di Cesena, Ravenna, Riccione.

CESENA. Dopo il grande successo del secondo appuntamento di ‘Suoni e colori‘ alla basilica di Santa Maria Maggiore a Ravenna, il festival continua con il tradizionale concerto nella chiesa di S. Egidio di Cesena sabato 7 dicembre alle 21. Il concerto ‘Joy!’ vedrà la partecipazione di quattro cori polifonici. Si [...]

6 dicembre 2019 0 commenti

Forlimpopoli. Il premio Artusi 2019 a Lidia Bastianich. Che dice: ‘Mi sento l’incontro di due grandi culture’.

Forlimpopoli. Il premio Artusi 2019 a Lidia Bastianich. Che dice: ‘Mi sento l’incontro di due grandi culture’. 'È la prima volta che vengo a Forlimpopoli e sono davvero felice di essere qui a ritirare un premio dedicato all’Artusi. Il suo Manuale per me è stato un punto di riferimento, mi ha fatto conoscere la cucina italiana delle varie regioni. In tutti i miei locali c’è una copia del libro tradotto'. A dirlo è Lidia Bastianich in occasione del conferimento del premio Artusi, ieri (lunedì 2 dicembre) a Forlimpopoli in una gremitissima chiesa dei Servi a Casa Artusi. Autrice di best seller con ben dodici pubblicazioni di cucina, imprenditrice di successo con numerosi locali, Lidia Bastianich negli States è una vera e propria ambasciatrice della cucina italiana che racconta nel programma Lidia’s Kitchen sulla Pbs, seguito da 50 milioni di americani. Lidia si sente una persona fortunata: 'Mi sento l’incontro di due grandi culture: quella italiana del bello e del mangiare bene, quella della curiosità e del marketing americano'.

FORLIMPOPOLI.  “È la prima volta che vengo a Forlimpopoli e sono davvero felice di essere qui a ritirare un premio dedicato all’Artusi. Il suo Manuale per me è stato un punto di riferimento, mi ha fatto conoscere la cucina italiana delle varie regioni. In tutti i miei locali c’è una [...]

3 dicembre 2019 0 commenti

Lugo. L’ala di Baracca illuminata di rosso. Nella giornata contro la violenza sulle donne.

Lugo. L’ala di Baracca illuminata di rosso. Nella giornata contro la violenza sulle donne. Il monumento a Francesco Baracca di Lugo lunedì 25 novembre si è illuminato di rosso in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Nella stessa giornata si sono tenute la Camminata in rosso in simultanea in tutti i Comuni della Bassa Romagna e l’inaugurazione di una simbolica panchina rossa a ricordo di tutte le donne vittime di femminicidio, all'incrocio fra viale degli Orsini e via Ricci Curbastro. Inoltre, nel pomeriggio sono state ricordate le vittime di femminicidio in Bassa Romagna davanti al monumento situato al parco del Loto.

LUGO. Il monumento a Francesco Baracca di Lugo lunedì 25 novembre si è illuminato di rosso in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.  Nella stessa giornata si sono tenute la Camminata in rosso in simultanea in tutti i Comuni della Bassa Romagna e l’inaugurazione di una simbolica [...]

26 novembre 2019 0 commenti

Casola Valsenio. Pronto il restauro conservativo del ‘Cardello’ e del ‘Mausoleo’ di Alfredo Vergani.

Casola Valsenio. Pronto il restauro conservativo del ‘Cardello’ e del ‘Mausoleo’ di Alfredo Vergani. Il finanziamento regionale di 220.500 euro è pari al 70% della spesa prevista, che ammonta a 315 mila euro; al contributo regionale si è poi aggiunto uno stanziamento della fondazione Casa di Oriani, per un importo di € 95.000,00 che, aggiunti al finanziamento della Regione, consentono l’intera copertura dell’investimento. Il comune di Casola Valsenio, con il supporto dell’ufficio Gare dell’Unione della Romagna faentina, ha completato la procedura per l’appalto dei lavori, assegnati all’ Impresa generale di costruzione - Zini Elio di Imola. I lavori inizieranno entro novembre e termineranno nella primavera 2020, come da programma, in modo da riaprire il complesso monumentale al pubblico e alle attività turistico/culturali a maggio 2020.Si realizzerà così la piena fruibilità dell’immobile e dell’annesso Mausoleo e la salvaguardia e valorizzazione di uno straordinario patrimonio storico e architettonico che è elemento fondamentale dell’offerta turistico-culturale di Casola Valsenio e della Romagna faentina. E’ in corso di progettazione inoltre un intervento di manutenzione sul parco della villa del Cardello.

CASOLA VALSENIO. Con il restauro conservativo del ‘Cardello‘ e del Mausoleo di Alfredo Vergani si va a realizzare la piena fruibilità dell’immobile e dell’annesso Mausoleo oltre alla salvaguardia e alla valorizzazione di uno straordinario storico e architettonico. Il progetto di restauro della casa museo Il Cardello, dove Alfredo Oriani trascorse [...]

12 novembre 2019 0 commenti

Rimini. Libri: ‘Il Codice celeste. L’Astronomicon di Basinio’. Nella rassegna ‘I maestri e il tempo’.

Rimini. Libri: ‘Il Codice celeste. L’Astronomicon di Basinio’.  Nella rassegna ‘I maestri e il tempo’. Saranno quattro gli appuntamenti, a calendario da venerdì 15 novembre a sabato 14 dicembre, che si aggiungeranno ai primi sei organizzati a primavera con ottimo successo di pubblico. Tutti gli incontri si terranno del Salone delle feste di palazzo Buonadrata, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, punto di riferimento per gli appuntamenti culturali riminesi. L’avvio sarà venerdì 15 novembre, alle 17.30, con L’immaginario astrologico rinascimentale, che vedrà ospite lo storico dell’arte Maurizio Ghelardi, docente alla Scuola normale superiore di Pisa e allo IUAV di Venezia, che presenterà il suo nuovo volume Aby Warbug, Astrologica. Saggi e appunti 1908-1928, edito da Einaudi. Secondo appuntamento venerdì 22 novembre, con Basinio e la gara tra il greco e il latino: la corte di Rimini avamposto del Rinascimento. Ospite sarà Monica Centanni, filologa classica dello IUAV di Venezia e dell’Università degli Studi di Catania. Terzo incontro venerdì 29 novembre con Angeli e Demoni. Il cielo scolpito del Tempio malatestiano. Nell’occasione interverrà Alessandro Giovanardi, storico e critico d’arte, docente d’iconografia e iconologia all’ISSR di Rimini e San Marino-Montefeltro. Ultimo appuntamento sabato 14 dicembre, con l’incontro Nel cielo e sulla terra. L’Astronomicon di Basinio e altri esempi. Chiuderà la rassegna Fabrizio Lollini, storico dell’arte e iconologo dell’Università di Bologna. La rassegna è patrocinata dall’Istituto per i Beni artistici culturali e naturali della regione Emilia Romagna e dall’Ufficio scolastico riminese che, con il MiUR, riconosce la partecipazione al ciclo come crediti per la formazione del personale docente. Il ciclo 'I maestri e il tempo' si svolge grazie al contributo di Centro stampa Digitalprint e Hotel Napoleon.

Rimini, 11 novembre 2019 – Riparte con il ciclo autunnale la rassegna culturale I maestri e il tempo, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, che in questa nona edizione coglie il grande anniversario dei 400 anni della Biblioteca Gambalunga per una collaborazione che impreziosisce gli appuntamenti in calendario. Il ciclo, dal titolo Il Codice [...]

11 novembre 2019 0 commenti