Moda & Bellezza

 

Ravennate. Mandriole. Delegazione del Brasile del Sud nei luoghi dove morì Anita Garibaldi.

Ravennate. Mandriole. Delegazione  del Brasile del Sud  nei luoghi dove morì  Anita Garibaldi. Il vicesindaco Eugenio Fusignani ha incontrato una delegazione brasiliana che si trova in Italia in occasione del XIV workshop internazionale del Laboratorio italo-brasiliano di ricerca, formazione e pratiche in salute collettiva promosso dalla regione Emilia Romagna e dall’associazione Rede unida. All’interno del programma che ha caratterizzato questa XIV edizione del workshop, che terminerà il 24 febbraio, non è mancata la visita ai luoghi che meglio rappresentano un legame forte nella storia dei due territori: quello emiliano romagnolo e quello brasiliano, in particolare del Brasile del sud ( stato del Rio Grande del sud). I due territori sono uniti dalla figura di Anita Garibaldi, nata in Brasile nel paese di Lagune e morta a Mandriole. Il Vicesindaco ha quindi accompagnato la delegazione brasiliana, tra cui erano presenti la vice ministro dell’educazione primaria, Katia Helena Serafina Cruz Schweickardt e Alcindo Antonio Ferla coordinatore generale dell’associazione Rede unida, a Mandriole dove si trova la casa in cui Anità Garibaldi morì.

  RAVENNA. Il vicesindaco Eugenio Fusignani ha incontrato una delegazione brasiliana che si trova in Italia in occasione del XIV workshop internazionale del Laboratorio italo-brasiliano di ricerca, formazione e pratiche in salute collettiva promosso dalla regione Emilia Romagna e dall’associazione Rede unida. All’interno del programma che ha caratterizzato questa XIV [...]

20 febbraio 2023 0 commenti

Rimini.Percorso nella storia. Nuovo camminamento lungo la Corte di soccorso del Castel Sismondo.

Rimini.Percorso nella storia. Nuovo camminamento lungo la Corte di soccorso del Castel Sismondo. Sarà dunque un nuovo e importante accesso pedonale al Museo, a piazza Malatesta e al centro storico, valorizzando al contempo un'area dal noto valore storico e culturale ancora poco conosciuto e utilizzato come la Corte del soccorso. Il progetto ha ricevuto il parere favorevole della Soprintendenza archeologia Belle arti e Paesaggio ed è realizzato in modo tale da essere rimovibile, oltre a rispettare e valorizzare il rigoglioso tappeto erboso recentemente rinnovato all’interno della Corte del soccorso. A garanzia della reversibilità dell'intervento le attività di posa del legno sono eseguite interamente a secco, con la pavimentazione in legno di larice in appoggio sulla sottostruttura. Sempre in accordo con la Soprintendenza si sta predisponendo l’infografica che sarà posizionata in corrispondenza dei due accessi del percorso, che sarà delimitato da paletti in color corten e cordelle di canapa. L’intervento prevede un investimento di circa 39mila euro.

  RIMINI. Un passaggio nella storia di Rimini. Prende forma il nuovo percorso pedonale che attraverserà la Corte di soccorso del Castel Sismondo. Un camminamento in legno che collegherà congiungerà la Corte di mezzo a via Circonvallazione occidentale, toccando le testimonianze medievali delle mura del castello malatestiano fino alla cultura contemporanea che si trova [...]

14 febbraio 2023 0 commenti

Ravenna. Il restauro della vasca in porfido di re Teodorico, un maestoso labrum in raro porfido d’Egitto.

Ravenna. Il restauro della vasca in porfido di re Teodorico, un maestoso labrum in raro porfido d’Egitto. Febbraio 2023 si apre dunque con una importante operazione al Mausoleo di Teodorico: il maestoso labrum in porfido d’Egitto, da secoli associato alla memoria del re goto, sta per essere sottoposto a un intervento di restauro. Si tratta del primo restauro a cui la vasca, realizzata in epoca imperiale, è sottoposta da quando nel 1913 fu trasportata presso il Mausoleo, luogo nel quale già si trovava almeno dall’Alto Medioevo.Il restauro sarà eseguito da maestranze del ‘Laboratorio del restauro’ di Ravenna, che vantano una grande esperienza nel trattamento dei materiali lapidei; il progetto sarà totalmente finanziato dalla fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna attraverso lo strumento dell’Art Bonus che consente anche ai cittadini e agli imprenditori di contribuire a sostenere il patrimonio culturale detraendo fiscalmente le donazioni elargite (www.artbonus.gov.it). 'Sono emozionata - dice Sandra Manara, direttrice dei siti teodoriciani di Ravenna - perché il presunto sarcofago di Teodorico è un oggetto di grande valore simbolico, per questo il cantiere deve rimanere aperto alla città e al pubblico'.Il cantiere sarà visibile al pubblico, dalla metà di febbraio, negli orari di apertura del Mausoleo: dal lunedì al giovedì 8.30 - 13.30 e dal venerdì alla domenica 8.30 - 16.30 (ultimo ingresso mezz’ora prima dell’orario di chiusura).

    Ravenna, 1.02.2023. Il mese di febbraio 2023 si apre con una importante operazione al Mausoleo di Teodorico: il maestoso labrum in porfido d’Egitto, da secoli associato alla memoria del re goto, sta per essere sottoposto a un intervento di restauro. Si tratta del primo restauro a cui la [...]

2 febbraio 2023 0 commenti

Cervia Milano Marittima. ‘Luoghi del cuore FAI 2022′. Guadagna posizioni l’antica salina Camillone.

Cervia Milano Marittima. ‘Luoghi del cuore FAI 2022′. Guadagna posizioni l’antica salina Camillone. Oggi il censimento segnala 4884 voti , un risultato estremamente importante. Siamo al terzo risultato parziale anche se a questo ne seguiranno altri prima del risultato finale e per migliorare la posizione o quantomeno mantenerla saranno necessari altri consensi da parte del pubblico. Questo ragguardevole risultato continua a premiare il grande valore della salina Camillone sezione all’aperto di MUSA Museo del sale di Cervia, nonchè ultimo dei fondi saliferi che componevano le saline di Cervia fino verso la fine degli anni ‘50. La radicale trasformazione dell’area cambiò la strutturazione delle saline. Oggi la Camillone resta come unica testimonianza storica e culturale dell’antico lavoro dei salinari artigiani. E’ tenuta in vita dai volontari del Gruppo culturale civiltà salinara che durante il periodo estivo, oltre a raccogliere il sale come in passato, illustrano ai visitatori il lavoro e le tecniche di produzione del prezioso 'oro bianco' riconosciuto presidio slow food. Naturalmente le votazioni continuano e i moduli per le firme di preferenza sono disponibili presso MUSA, la biblioteca Maria Goia, l’Ufficio stampa del comune di Cervia, Informagiovani Cervia.

  CERVIA MILANO MARItTIMA. Continua a guadagnare consensi e a sorprendere la salina Camillone che oggi si trova al 17° posto nella classifica a livello nazionale dei Luoghi del cuore FAI. Oggi il censimento segnala 4884 voti , un risultato estremamente importante. Siamo al terzo risultato parziale anche se a [...]

9 novembre 2022 0 commenti

Forlì. Iniziative per il bicentenario della morte di Antonio Canova. Gli eventi attorno alla splendida Ebe.

Forlì. Iniziative per il bicentenario della morte di Antonio Canova. Gli eventi attorno alla splendida Ebe. Tante iniziative e mostre per celebrare il bicentenario della morte dello scultore Antonio Canova. L’amministrazione comunale di Forlì ha deciso così di riunire nel nome di Antonio Canova, una serie di eventi e attività culturali per celebrare l'artista e i suoi legami con la nostra Città che si terranno venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 novembre. Il programma si apre venerdì 11 novembre, con appuntamento alla chiesa di San Giacomo del San Domenico, dove alle ore 18.30 il professore Francesco Leone presenterà il suo nuovo libro 'Antonio Canova. La vita e l'opera', una vasta monografia che racconta nel dettaglio, con un corredo di oltre 270 tavole, l’arte di questo genio universale che ha rivoluzionato il modo di fare scultura. Proprio con Francesco Leone il 31 gennaio 2020, si era inaugurata la rassegna 'Un’opera al mese' con una narrazione attorno alla splendida Ebe di Forlì.le giornate canoviane proseguono il 12 e il 13 novembre con viste specifiche dedicate alla Ebe del Museo civico di San Domenico per ammirare e approfondire la conoscenza di questa importante e affascinante opera d’arte. Sabato 12 novembre, al San Domenico, dalle ore 15.00 alle ore 16.30, saranno organizzate, in collaborazione con l'atelier comunale 'Come Ti di Luna', visite animate per famiglie dedicate in particolare ai bambini. Domenica 13 novembre, sempre al San Domenico, visite programmate in collaborazione con ConfGuide Forlì-Cesena.

  Forlì, 31 ottobre. Su tutto il territorio nazionale si sono tenute o si stanno svolgendo iniziative e mostre per celebrare il bicentenario della morte dello scultore Antonio Canova. L’amministrazione comunale di Forlì ha deciso così di riunire nel nome di Antonio Canova, una serie di eventi e attività culturali [...]

1 novembre 2022 1 commento

Rimini. Nuovo percorso pedonale tra storia e verde. Attraverso la Corte di soccorso di Castel Sismondo.

Rimini. Nuovo percorso pedonale tra storia e verde. Attraverso la Corte di soccorso di Castel Sismondo. L’intervento consentirà di restituire alla Città un passaggio da molto tempo precluso, offrendo un nuovo collegamento che aumenterà l’accessibilità a piazza Malatesta, al Museo Fellini e in generale al centro storico, valorizzando la bellezza del patrimonio storico e ambientale a partire da uno spazio poco conosciuto e utilizzato come la Corte del soccorso. L’opera andrà ad integrarsi con la passerella posta sul prato calpestabile verso il lato sud-occidentale della Rocca, realizzata nell’ambito dei lavori del terzo stralcio del Museo Fellini e sarà coordinata con i due percorsi che oggi offrono l’accesso al centro storico da via Circonvallazione occidentale e cioè quello che avviene dalla rotonda di piazza Malatesta lato sud-occidentale della Rocca (che storicamente metteva in comunicazione la corte con la campagna circostante) e dalla rampa che conduce all’arena Francesca da Rimini e alla Corte a mare.La passerella in legno sarà dotata di paletti in color corten e cordelle di canapa che definiranno il percorso per il visitatore, il turista e il cittadino, che potrà anche apprendere informazioni sul luogo attraverso appositi totem comunicativi che serviranno a fornire tutte le informazioni storico-archeologiche e le modalità di fruizione della corte per chi vi accede. L’intervento prevede un investimento di circa 39mila euro e sarà sostenuto interamente attraverso una sponsorizzazione che sarà sottoscritta dalla società Rimini Cafè.

    RIMINI. Da via Circonvallazione occidentale al centro storico attraverso un percorso pedonale che attraverserà il verde, si immergerà nella storia testimoniata dalle mura del castello malatestiano e nella cultura contemporanea che si trova nei segni del maestro Federico Fellini.  Il lavoro dell’Amministrazione comunale orientato alla valorizzazione degli spazi [...]

27 ottobre 2022 0 commenti

Misano Adriatico. Partito il cantiere per la realizzare il nuovo lungomare, da via D’Azeglio a Portoverde.

Misano Adriatico. Partito il cantiere per la realizzare il nuovo lungomare, da via D’Azeglio a Portoverde. Il progetto prevede una riqualificazione del lungomare con la realizzazione di una camminata adeguata ad una delle zone di maggior pregio di Misano e una revisione dell’affaccio sulla darsena di Portoverde che preservi il verde presente. Portoverde verrà inoltre collegata in modo strutturale al resto del territorio, per realizzare una perfetta integrazione tra il lungomare ed entroterra. Sono previsti 4 ambiti di intervento: lungomare via D’Azeglio e piazza Colombo, la sistemazione dei giardini di piazza Colombo, la rotatoria all’incrocio tra via Litoranea Sud e via del Giglio e la rinaturalizzazione dell’area a verde pubblico attrezzato in via del Giglio. Un’area totale di 25.000 metri quadri, di cui 4.000 oggi attraversati da strade che, dopo la realizzazione del progetto, saranno dedicati alla mobilità lenta e ad una forte presenza di verde.Il progetto, infatti, prevede l’inserimento di 4.200 arbusti, 150 alberi, 7.000 mq prato e l’impiego di 400 irrigatori e 8 km di ala gocciolante. La prima parte dei lavori interesserà il tratto compreso tra la rotonda di via D’Azeglio e la via Passeggiata dei fiori. Per consentire l’esecuzione dei lavori il lungomare Sud è stato chiuso al traffico.

    Misano Adriatico, 24 ottobre 2022 – Sono partiti questa mattina i lavori per la realizzazione del nuovo lungomare della zona sud di Misano, da via D’Azeglio a Portoverde. L’importante intervento di riqualificazione verrà suddiviso in due blocchi e vedrà completamento a maggio 2024, con interruzione durante la stagione [...]

24 ottobre 2022 0 commenti

Piacenza. Chiude a Sant’Agata la casa museo ‘Verdi’. La residenza del compositore sarà venduta.

Piacenza. Chiude a Sant’Agata  la casa museo ‘Verdi’.  La residenza del compositore sarà venduta. Ancora pochi giorni a disposizione per visitare il museo di Villa Verdi a Sant'Agata di Villanova sull’Arda la residenza nella quale abitò per circa cinquant'anni il compositore Giuseppe Verdi. Domenica 30 ottobre ultimo giorno di apertura del Museo, dove è possibile visitare le stanze private di Giuseppe Verdi e di Giuseppina Strepponi ma anche scoprire il meraviglioso parco, curato ed adattato dal maestro Verdi in ogni particolare: dall'immenso Ginko Biloba alla ghiacciaia, dalle statue di carattere romantico al laghetto a forma di chiave di violino. Dopo lunghi anni di contenziosi, la Corte di Cassazione ha stabilito che l'eredità di Alberto Carrara Verdi, scomparso nel 2001, debba essere divisa in parti uguali tra i figli (Maria Mercedes, Ludovica, Angiolo ed Emanuela, deceduta nel 2020): poiché nessuno dei tre risulta in grado di rilevare le quote dell'altro, la casa-museo dovrà essere messa in vendita. E quindi colui che risiede attualmente nella casa, gestendo anche la visitatissima struttura museale, cioè Angiolo Carrara Verdi, discendente di Giuseppe Verdi, dovrà dunque lasciare l’abitazione.

    Piacenza, 17 ottobre 2022 – Ancora pochi giorni a disposizione per visitare il museo di Villa Verdi a Sant’Agata di Villanova sull’Arda la residenza nella quale abitò per circa cinquant’anni il compositore Giuseppe Verdi. Domenica 30 ottobre ultimo giorno di apertura del Museo, dove è possibile visitare le stanze [...]

17 ottobre 2022 0 commenti

Rimini. I laboratori di San Patrignano aprono le porte al pubblico per le Giornate FAI d’autunno.

Rimini. I laboratori di San Patrignano aprono le porte  al pubblico per le Giornate FAI d’autunno. Se il FAI da sempre è impegnato nella valorizzazione del patrimonio di storia, arte e natura che è in ogni angolo di questo Paese, in questa edizione ha scelto di sottolineare anche la bellezza e l’importanza dei laboratori artigianali che danno vita a tante meraviglie e che contribuiscono a portare avanti e tramandare quel sapere tipico del Bel Paese. In questo si inseriscono alla perfezione i laboratori artigianali di San Patrignano, dove le ragazze e i ragazzi in percorso tornano ad appassionarsi alla vita e acquisiscono una professionalità che poi potranno spendere una volta che si reinseriranno nella società. Il percorso all’interno della comunità che verrà proposto durante le Giornate FAI di autunno, sarà alla scoperta di questa artigianalità e creatività ritrovata attraverso la visita dei laboratori dei filati, del cuoio e delle carte da parati, accompagnati dai ragazzi che ci lavorano, così da poter visitare questi ambienti in modo esclusivo, osservando le antiche tecniche, rivisitate anche in chiave moderna che conducono ad articoli originali ed unici, molto apprezzati e richiesti anche all'estero dai grandi marchi della moda italiana ed internazionale e del designer. Un'occasione da non perdere per capire meglio come l'impegno e l'ingegno umano nel lavoro creativo può sollevare l'animo e far riconquistare la propria libertà.

 RIMINI. San Patrignano fra i luoghi protagonisti delle Giornate FAI d’autunno 2022. Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022, undicesima edizione del grande evento di piazza che il FAI – Fondo per l’ambiente italiano ETS dedica ogni anno in questo periodo al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, animato e [...]

13 ottobre 2022 0 commenti

Ravenna. Enzo Babini dona al Comune ‘Il cammino di Dante’. Sintesi d’un percorso universale.

Ravenna. Enzo Babini dona al Comune ‘Il cammino di Dante’. Sintesi d’un percorso universale. Fondazione RavennAntica e il comune di Ravenna hanno accolto con piacere la volontà dell’artista Enzo Babini di donare a papa Francesco, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al sindaco di Firenze Dario Nardella l’opera intitolata Il cammino di Dante, costituita da un medaglione in terracotta (diametro 35 cm) che rappresenta una sintesi del percorso di Dante nella Divina Commedia. All’interno della medaglia vengono evidenziate, al centro, le figure fondamentali del poema dantesco, Dante, Virgilio e Beatrice, unitamente ai luoghi in cui il sommo Poeta è nato ed è spirato: il Battistero di Firenze e la sua Tomba. All’interno dell’opera sono inoltre rappresentati il Canto XXVII dell’Inferno, il Canto II del Purgatorio e il Canto XXI del Paradiso. Il messaggio universale di Dante è stato sviluppato da Babini attraverso alcuni originali esiti di ricerca sulle argille utilizzate nel proprio lavoro, ricorrendo a una miscela di terre provenienti da tutti i continenti del Pianeta.

RAVENNA. Nel mese dedicato alle celebrazioni del sommo Poeta, Fondazione RavennAntica e il comune di Ravenna hanno accolto con piacere la volontà dell’artista Enzo Babini di donare a papa Francesco, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al sindaco di Firenze Dario Nardella l’opera intitolata Il cammino di Dante, costituita [...]

22 settembre 2022 0 commenti