Mostre

 

Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’.

Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’. Nell’esposizione di palazzo da Mosto, confluiranno materiali documentari e iconografici che raccontano tutte le attività e la rete di rapporti intessute da questa eclettica personalità: migliaia di carte originali, dattiloscritte e manoscritte, annotazioni autografe, insieme a fotografie, video, manifesti e libri. Arricchiscono la mostra alcuni dei suoi inseparabili oggetti, la macchina da scrivere, il basco, la borsa da viaggio, oltre ai 150 quadri provenienti dalla Pinacoteca di Brera di Milano, facenti parte della celebre collezione di 8X10 che Cesare Zavattini aveva raccolto nel corso degli incontri con alcuni tra i più importanti artisti del Novecento. Tra i tanti saranno in mostra Giacomo Balla, Antonio Ligabue, Alberto Burri, Enrico Baj, Renato Guttuso, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Bruno Munari, Claudio Parmiggiani, Gillo Dorfles, Diego Rivera, David Alfaro Siqueiros, Mario Sironi, Alberto Magnelli e poi ancora Pietro Consagra, Roberto Crippa, Fortunato Depero, Filippo De Pisis, Gianni Dova, Michelangelo Pistoletto, Mimmo Rotella e tanti altri. Ultima sala del percorso espositivo sarà dedicata agli scatti inediti di uno dei maggiori fotografi italiani, Gianni Berengo Gardin, realizzate in occasione del lavoro che ripropone la 'Luzzara' di Cesare Zavattini nel libro fotografico 'Un Paese vent’anni dopo'.

REGGIO EMILIA. Il 13 ottobre 1969, giusto trent’anni anni fa, moriva Cesare Zavattini. Tre decenni paiono poter essere un giusto tempo per analizzare un personaggio così complesso, originale e appassionato quale è stato Zavattini. A lui – nelle diverse vesti di uomo di cinema, scrittore, fumettista, personaggio dal forte impegno [...]

11 ottobre 2019 0 commenti

Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo.

Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo. La mostra si divide in tre serie di immagini fotografiche, per un totale di oltre 60 opere esposte. Nella prima serie di immagini, scattate in diverse località italiane e dedicata ai 'luoghi non più abitati', l’abitare viene inteso in senso stretto: l’uomo, nonostante la sua presenza fisica sia venuta meno, è riuscito a lasciare i segni tangibili del suo passaggio negli oggetti, nei muri e negli ambienti del suo vivere quotidiano, che continuano a modificarsi nel tempo come se avessero, essi stessi, una vita propria. Il secondo gruppo di immagini è frutto di un lavoro svolto in Francia, Polonia, Slovenia e Italia e fornisce una visione più introspettiva del rapporto uomo-tempo e del cammino per dare un senso alla propria storia. Qui, infatti, il passaggio dell’uomo è inteso come tracciato fisico in alcuni casi e passaggio mentale in altri: la serie comprende scatti fotografici che tentano di dare un’interpretazione di luoghi in apparenza sempre uguali a sé stessi - il mare, la spiaggia - ma in continuo divenire. La terza e ultima serie di immagini, più 'giovane' poiché realizzata più recentemente dall’artista, ha come oggetto l'indagine di un momento temporale ben definito: la notte, situazione nella quale è possibile osservare e porsi delle domande in modo unico. In questa serie di opere vengono raccontati alcuni luoghi considerati di passaggio (strade provinciali, stazioni di servizio, hotel), immortalati in una situazione notturna e misteriosa, che l’osservatore può interpretare secondo il proprio sentire più intimo.

CESENA. Sabato 5 ottobre alle 17,30 in Galleria Pescheria è stata  inaugurata  la mostra fotografica ‘Dalla luna tutto torna‘ con protagonisti gli scatti di Luca Bacciocchi. Avviato già nel 2015, questo progetto fotografico si ispira alla poetica pirandelliana e vuole mettere al centro l’individuo alle prese con sé stesso e con la [...]

10 ottobre 2019 0 commenti

Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti.

Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti. Il Festival propone tre giornate di incontri (11 – 13 ottobre) arricchite da un’anteprima nel week precedente (4 – 6 ottobre) che crea un trait d’union con l’edizione 2018 dedicata alle celebrazioni malatestiane: il primo incontro, venerdì 4 ottobre, è riservato infatti alla ricostruzione del volto di Sigismondo Pandolfo Malatesta.Nello spirito del Festival – leggere il passato per comprendere il presente e costruire con maggiore consapevolezza il futuro. Inoltre il Festival consente di illuminare aspetti meno noti o nascosti del patrimonio offrendone una lettura di volta in volta coerente con il tema dell’edizione. Un Festival non solo di parole e incontri ma anche di oggetti e luoghi che narrano le loro storie con linguaggi alla portata di tutti. Quale quello della rievocazione storica e dell’archeologia ricostruttiva cui attingono le proposte della Legio XIII Gemina-Rubico presente nelle tre giornate del Festival con incontri sul mestiere del legionario, sul tempo dell’otium per i Romani, e sulle macchine da guerra che vedrà la ricostruzione di un onagro per assedio, illustrata da uno dei massimi studiosi di storia militare, Giovanni Brizzi (domenica 13 ottobre Museo della Città, giardino Khaled al-Asaad ore 15.30).

RIMINI. Rimini si prepara ad accogliere dall’11 al 13 ottobre la nuova edizione, la XXI, del Festival del mondo antico, la rassegna di conferenze, incontri e spettacoli nata nel 1999 con il titolo di Antico/Presente da un’idea di Marcello Di Bella. Creato con l’obiettivo di valorizzare il distretto dell’antico costituito [...]

2 ottobre 2019 0 commenti

Ravenna. Ascoltare Bellezza 2019: l’opera ‘Submission’ di Arnold Mario Dall’O segna l’equinozio d’autunno.

Ravenna. Ascoltare Bellezza 2019: l’opera ‘Submission’ di Arnold Mario Dall’O segna l’equinozio d’autunno. Domenica 22 settembre, alle 18, nella sala del Mosaico della biblioteca Classense la terza mostra del ciclo 2019 di Ascoltare Bellezza con l’intervento artistico di Arnold Mario Dall’O.Insieme al pittore meranese sono annunciati l'assessore alla Cultura Elsa Signorino e il direttore della biblioteca Classense Maurizio Tarantino. La forza comunicativa trasmessa da Dall’O nella sua pittura si sottrae alle categorie disciplinari e viene trasformata in elemento di elaborazione concettuale. Anche con questo nuovo ed inedito lavoro chiamato 'Submission', che riprende un momento di straordinaria intensità come il rito dell'ordinazione sacerdotale, l’artista pone dialogo e riflessione all'interno del processo creativo. Si interroga sugli accadimenti che circondano i luoghi e il nostro essere, come a voler cristallizzare davanti ai nostri occhi gli attimi sulla parete, consegnarli alla nostra memoria sottraendoli al fluire quotidiano che tutto dissolve. La mostra è visibile fino al 22 novembre.

RAVENNA. Inaugura domenica 22 settembre,  alle 18,  nella sala del Mosaico della biblioteca Classense la terza  mostra del ciclo 2019 di  Ascoltare Bellezza  con l’intervento artistico di Arnold Mario Dall’O, con l‘opera di cm 245 x 220 dal titolo ‘Submission‘ creata appositamente per aprire l’equinozio d’autunno. Insieme al pittore meranese [...]

20 settembre 2019 0 commenti

Forlì. Sindaco e Vice in visita al museo ‘Baldini’. Il mitico ‘treno di Forlì’ ha fatto gli onori di casa.

Forlì. Sindaco e Vice in visita al museo ‘Baldini’. Il mitico ‘treno di Forlì’ ha fatto gli onori di casa. Il mitico 'treno di Forlì', affiancato dai figli Mino e Riziero Baldini, ha fatto gli onori di casa e ha mostrato agli ospiti la collezione di biciclette, trofei, medaglie e memoriabilia della sua straordinaria carriera sportiva culminata con la conquista della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Melbourne nel 1956 e, due anni dopo, con la vittoria del Giro d'Italia e la conquista del Mondiale. Nel Museo anche tante immagini insieme ai grandissimi corridori e ai compagni di squadra a cominciare da Fausto Coppi. Nel corso della visita, Ercole Baldini ha fatto dono a Sindaco e Vice Sindaco, al qual fa capo la delega allo sport, di due medaglie celebrative del Museo e ha mostrato la prestigiosa coppa dell'attuale Giro d'Italia che la Gazzetta dello Sport gli ha ufficialmente consegnato in occasione dell'iscrizione del suo nome nella 'Hall of Fame' del ciclismo. Prima di congedarsi, Ercole Baldini e gli amministratori hanno condiviso l'idea di provare a realizzare nel 2020 una gara ciclistica non competitiva che su un tracciato disegnato fra Villanova, le colline e Forlì, vecchie strade che Ercole utilizzava per allenamento, veda impegnate biciclette e mezzi rigorosamente dell'epoca compresa fra 1950 e il 1964, cioè gli anni della sua carriera.

FORLI’. Una delegazione del comune di Forlì guidata dal sindaco Gian Luca Zattini e dal vice sindaco Daniele Mezzacapo, e composta anche dalla dirigente e dai funzionari dell’assessorato allo Sport, sono stati ricevuti dal grande campione di ciclismo forlivese Ercole Baldini presso il suo Museo di Villanova. Il mitico ‘treno [...]

6 settembre 2019 0 commenti

Faenza. Settembre della ceramica italiana e faentina ‘ Verso Nord Est’. A Rijeka, la tappa del Grand tour.

Faenza. Settembre della ceramica italiana e faentina ‘ Verso Nord Est’. A Rijeka, la tappa del Grand tour. L'evento, a cura di Jean Blanchaert, Viola Emaldi ed Anty Pansera, è - come dice il titolo - un viaggio in Italia attraverso una selezione di ceramiche di gusto tradizionale scelte dalla collezione di rappresentanza di AiCC - Associazione italiana città della ceramica. Un omaggio alla tradizione ceramica italiana, che dal 2014 ha viaggiato attraverso una trentina di tappe in Italia ed Europa, in cui le opere esposte sono riedizioni di pezzi storici o produzioni ispirate al gusto tradizionale, da oggetti di uso comune ad altri puramente decorativi: dall’Arcaico al tardo Medioevo, dal Rinascimento al Settecento, dal Neoclassico al Liberty, fino all’influsso del Design. La mostra inaugura il 6 settembre allo ore 20.00 e sarà visitabile fino al 17 novembre 2019. Sempre al Museo marittimo e storico del litorale croato verrà allestita la mostra TWINS - Ceramica di Rijeka-Fiume e Faenza, città gemellate: un progetto, a cura di Viola Emaldi, che mette a confronto le identità culturali e le tradizioni tecnologiche di due città gemellate, Rijeka-Fiume e Faenza, unite nella loro diversità grazie all'uso della ceramica quale mezzo espressivo, con opere realizzate da otto ceramisti e botteghe ceramiche faentine in dialogo con altrettanti ceramisti di Rijeka-Fiume. I ceramisti faentini in mostra sono: Ceramica Gatti, Antonietta Mazzotti, Mirta Morigi, Carla Lega, Elvira Keller, Maurizio Russo, FOS Ceramiche, Manifatture Sottosasso. La mostra visitabile dal 6 al 9 settembre settembre. Infine, la ceramica di Faenza sarà presente nei giorni 6-7-8 settembre anche a Nove (Vicenza), nell'ambito della Festa della ceramica - Portoni aperti, con la mostra FAÏENCE - viaggio nella ceramica di Faenza, progetto espositivo itinerante con opere dei ceramisti e botteghe ceramiche faentine soci di Ente ceramica Faenza, tra ceramica tradizionale e linguaggi contemporanei.

FAENZA, 27 agosto 2019 – Settembre importante per la ceramica italiana e faentina, con tre importanti mostre alla partenza in direzione ‘Nord Est‘, in particolare verso Rijeka in Croazia e Nove (Vicenza). La mostra di rappresentanza di AiCC, Grand tour della Ceramica classica italiana, dopo una estate in cui ha [...]

27 agosto 2019 0 commenti

Rimini. Al Meeting 2019 ‘La Chimera’ di Mario Schifano. In mostra: ‘Now Now. Quando nasce un’opera d’arte’.

Rimini. Al Meeting 2019 ‘La Chimera’ di Mario Schifano. In mostra: ‘Now Now. Quando nasce un’opera d’arte’. L’opera di Schifano, realizzata dal vivo davanti a un pubblico di 6 mila persone, il 16 maggio 1985 in piazza SS. Annunziata a Firenze, in occasione dell’inaugurazione dell’anno degli Etruschi, è la giusta introduzione per un percorso che vuole essere un affondo su un aspetto centrale dell’arte contemporanea, il fatto, cioè, che essa nasce ORA. Il visitatore della mostra ha la possibilità di vedere sette giovani artisti al lavoro, intenti a creare un’opera caratterizzata da un compimento finale, al termine della settimana, e da raggiungimenti intermedi, visibili giorno dopo giorno. I sette artisti, che usano tecniche e linguaggi molto diversi tra loro, trasferiscono in fiera il proprio studio, mettendosi a nudo, a disposizione dei visitatori, dei loro sguardi ma anche delle loro domande e osservazioni. Si tratta, a quanto ne sappiamo, di un esperimento mai tentato prima, almeno con questi numeri e intensità performativa, che va oltre il concetto di arte partecipata, superando il rischio del voyeurismo, o dell’effetto Grande fratello, grazie a una componente di interazione che non mancherà certamente, non solo grazie a momenti di dialogo con i visitatori, ma anche in conversazioni pubbliche giornaliere, cui è dedicata un’apposita area in mostra.

RIMINI. Mario Schifano al Meeting di Rimini. Una delle sue opere più monumentali (10 metri per 4), intitolata La Chimera, arriverà alla manifestazione di fine agosto nel contesto della mostra ‘NOW NOW. Come nasce un’opera d’arte‘, un progetto di Casa Testori, curato da Davide Dall’Ombra, Luca Fiore, Giuseppe Frangi e [...]

9 agosto 2019 0 commenti

Saludecio.Ampliate le ore di apertura al pubblico della Mostra permanente dedicata a Giuseppe Garibaldi.

Saludecio.Ampliate le ore di apertura al pubblico della Mostra permanente dedicata a Giuseppe Garibaldi. Gli orari di apertura sono i seguenti orari: in agosto il giovedì pomeriggio dalle 17 alle 19, sabato e domenica, mattino dalle 10 alle 12 e pomeriggio 17 alle 19; settembre tutte le domeniche pomeriggio dalle 16 alle 18. La mostra racchiude reperti di grande valore storico (foto in allegato) che il collezionista Michele Ottaviani ha raccolto in ogni parte del mondo seguendo la sua passione. Un carteggio molto interessante è quello di lettere autografe tra Garibaldi e Victor Hugo suo amico fraterno. Stampe originali di giornali inglesi, francesi e italiani fino al frontespizio della canzone 'Garibaldi’s Liberty Song' scritta per lui da Vincent Minnelli nonno della famosissima Liza Minnelli. Oltre a questi reperti unici si trovano: monete, ceramiche, monili, armi e una biblioteca storica di circa 400 volumi, non solo italiani, a lui dedicati. Tra le divise storiche spiccano la prima divisa dei 'Cacciatori delle Alpi' e quella della 'Garibaldi Guard' fondata in America da alcuni garibaldini in fuga dall’Italia che combatterono al fianco del generale Custer al Little Big Horn.

SALUDECIO. L’assessore alla Cultura del comune di Saludecio Gigliola Fronzoni comunica  che nei mesi di agosto e settembre verranno incrementate le ore di apertura al pubblico della Mostra permanente dedicata a Garibaldi che si trova nell’ala destra dell’antico palazzo di Saludecio. Gli orari di apertura sono i seguenti orari: in agosto il [...]

8 agosto 2019 0 commenti

Rimini. Cartoon Club: i premi ‘Fossati’ e ‘ Fede a strisce’. A Marcello Toninelli il premio alla carriera.

Rimini. Cartoon Club: i premi ‘Fossati’ e ‘ Fede a strisce’. A Marcello Toninelli il premio alla carriera. Il Premio 'Fede a strisce' viene invece assegnato alle opere che meglio hanno saputo comunicare attraverso il fumetto i valori religiosi. La giuria è composta di critici, autori, giornalisti e operatori del settore. Il Premio 2019 va alla scrittrice svedese Astrid per 'La conversione di San Francesco'. 'La figura di Francesco d’Assisi continua ad attrarre e ha fornire materiale per la lettura e la rilettura di un uomo e della sua particolarissima relazione con le cose, con la natura, con gli animali, con gli altri, con Dio. Astrid tratteggia i prodromi della storia di Francesco con abilità grafico e narrativa. Il testo e il tratto si adeguano al passo del racconto, dalla parafrasi alla scelta del colore, dal tratto definito a quello solo accennato. Un rincorrersi di voci che incuriosiscono e aprono il lettore. Gli permettono di avvinarsi con delicatezza e curiosità a un’avventura umana fuori dal comune, introducendolo alla possibile comprensione dell’interiorità”. Menzione speciale del Premio a 'Dal Vangelo Secondo Giuda', Jeff Loveness (testi) Jakub Rebelka (disegni) Fabio Gamberini (traduzione) Panini Comics. “Un’opera unica nel panorama del fumetto Usa e mondiale, e onore alla Panini Comics che ha avuto il coraggio di pubblicare un fumetto pericoloso, perché fa pensare. Questo “Dal Vangelo Secondo Giuda” (Judas, in originale, ma l’adattamento del titolo è perdonabile) è un fumetto profondamente e sinceramente religioso, evitando i rischi del didascalismo o della predicatoria. È la storia di Cristo, ma è anche la storia di Giuda, e forse la storia di ognuno di noi. Grande fumetto, ottima confezione. La prova che c’è ancora vita tra le nuvole'.

Rimini 21 luglio 2019. Cartoon Club sabato sera ha assegnato i premi ‘Fossati’  e ‘Fede a strisce‘, e in un gremito Cinema Fulgor anche il premio alla carriera a Marcello Toninelli “per 50 anni vissuti nel e per il fumetto”. Il primo classificato del Premio Franco Fossati 2019 è ‘Come è [...]

22 luglio 2019 0 commenti

Rimini. Cartoon Club entra nel vivo: ora le proiezioni dei cortometraggi d’animazione non stop.

Rimini. Cartoon Club entra nel vivo: ora le proiezioni dei cortometraggi d’animazione non stop. Festival internazionale del cinema d'animazione, del fumetto e dei games, in svolgimento fino a domenica 21 luglio a Rimini. Ogni giorno dalle 17 alle 24 nello splendido cinema Fulgor la proiezione non stop dei cortometraggi in concorso, vere chicche del cinema d'animazione internazionale che grazie a Cartoon Club tutti potranno vedere a ingresso libero. Tutte le sere all'arena Francesca da Rimini, inoltre, i migliori lungometraggi di animazione dal mondo.

Rimini, 14 luglio 2019 – E’ ora entrata nel vivo la 35a edizione di Cartoon Club, il Festival internazionale del cinema d’animazione, del fumetto e dei games, in svolgimento fino a domenica 21 luglio a Rimini. Ogni giorno dalle 17 alle 24 nello splendido cinema Fulgor la proiezione non stop dei cortometraggi in concorso, [...]

15 luglio 2019 0 commenti