Musica & Concerti

 

Forlì. ForlìMusica ‘Inverno 2020′: con nomi di prestigio internazionale accanto ai giovani musicisti locali.

Forlì. ForlìMusica ‘Inverno 2020′: con nomi di prestigio internazionale accanto ai giovani musicisti locali. Ben 12 concerti, i più giovani musicisti e direttori d’orchestra del panorama internazionale, l’identità musicale della città di Forlì: sono questi gli ingredienti che il direttore artistico Danilo Rossi ha voluto per la 'ricetta musicale' di ForlìMusica. Il teatro 'Il Piccolo', il teatro Diego Fabbri e la Fabbrica delle candele ospiteranno i concerti della nuova programmazione musicale forlivese targata 2020, dal 31 gennaio al 18 maggio, che a Forlì porterà nomi del calibro di Donato Renzetti, Davide Cabassi, Alessandro Bonato, Maxime Pascal, Filippo Maria Bressan, Enrico Fagone per quanto riguarda la direzione orchestrale, ed ensemble come i musicisti dell’Accademia Bizantina o le Percussioni del teatro La Scala di Milano. Una grande attenzione, poi, è rivolta all’identità musicale di Forlì. Il cartellone ospita infatti anche i giovani musicisti locali a cui sono dedicate in particolare due date: il 21 marzo con il concerto Jazz Alley da un’idea musicale e scenica del Liceo artistico musicale statale di Forlì e la partecipazione straordinaria del clarinettista Gabriele Mirabassi, e il 7 aprile con il concerto della nuova nata orchestra giovanile cittadina 'Orcreiamo'. Si parte con un’anteprima della programmazione invernale, il 16 dicembre, negli spazi della chiesa San Giacomo.

FORLI’. Si svolgerà  dal 31 gennaio al 18 maggio 2020, con un’anteprima il 16 dicembre 2019, la programmazione invernale dei concerti organizzati da ForlìMusica (associazione Bruno Maderna e l’associazione Amici dell’arte), con la direzione artistica di Danilo Rossi, prima viola del teatro Alla Scala di Milano. Il cartellone musicale invernale targato [...]

10 dicembre 2019 0 commenti

Rimini. Concerto di Marcello Sutera per la Fondazione che l’ha cresciuto. In tanti all’appello solidale.

Rimini. Concerto di Marcello Sutera per la Fondazione che l’ha cresciuto. In tanti all’appello solidale. Il musicista riminese Marcello Sutera organizza un concerto di beneficenza per la Fondazione che l’ha cresciuto. Marcello, conosciuto nel mondo della musica per le collaborazioni eccelse con artisti internazionali come Fred Wesley, Jamiroquai e Cesare Cremonini, ha vissuto la sua infanzia presso una comunità della Fondazione San Giuseppe (ex Istituto). La Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto materno e infantile è un’istituzione ultracentenaria nata nel 1910 dall’impegno civile e l’anima caritatevole di suor Isabella Soleri e il prof. Antonio Del Piano. Nel 2010 il comune di Rimini ha assegnato alla Fondazione San Giuseppe il 'Sigismondo d’oro', massimo riconoscimento cittadino.

RIMINI. Dopo 30 anni dalla sua esperienza, il musicista riminese Marcello Sutera organizza un concerto di beneficenza per la Fondazione che l’ha cresciuto. Marcello, conosciuto nel mondo della musica per le collaborazioni eccelse con artisti internazionali come Fred Wesley, Jamiroquai e Cesare Cremonini, ha vissuto la sua infanzia presso una comunità [...]

9 dicembre 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. Per San Silvestro il centro storico si trasforma in una bollente discoteca a cielo aperto.

Santarcangelo d/R. Per San Silvestro il centro storico si trasforma in una bollente discoteca a cielo aperto. Apertura live e poi musica da vivere al Capodanno in 1km² di Santarcangelo. Alle 22,30 il concerto di The Bluebeaters, a mezzanotte un videomapping per celebrare i 50 anni di Santarcangelo Festival e poi spazio ai dj, con diverse proposte musicali: una notte tutta da ballare in stile Bradipop e Velvet. Dopo la mezzanotte il nucleo pulsante della festa sarà sempre piazza Ganganelli, che il Bradipop Club, partner ormai consolidato dell’Amministrazione comunale in occasione del Capodanno – trasformerà in una vera e propria discoteca a cielo aperto. Tre le postazioni per i dj che suoneranno rock (Dj Ifter) dal palco principale, musica anni ’80 all’interno della tensostruttura allestita al centro della piazza (Magi Dj) e afro nel porticato del Municipio (Dj Sanco e Steve). A qualche passo di distanza, in piazza Marini, invece torna il Velvet.

SANTARCANGELO d/R. Le travolgenti sonorità ska, rocksteady e soul di The Bluebeaters accompagneranno il pubblico dalle 22,30 fino alla mezzanotte, quando un videomapping celebrerà l’arrivo del 2020 e i 50anni di Santarcangelo Festival. Nel 1993 dall’incontro tra Giuliano Palma (all’epoca cantante dei Casino Royale) e i Fratelli di Soledad nascono i [...]

9 dicembre 2019 0 commenti

Cesena. Terzo appuntamento per ‘Suoni e colori’, con quattro cori polifonici. Alla chiesa di S.Egidio.

Cesena. Terzo appuntamento per ‘Suoni e colori’, con quattro cori polifonici. Alla chiesa di S.Egidio. Il concerto 'Joy!' vedrà la partecipazione di quattro cori polifonici. Si esibiranno Alio Modo Canticum diretto da Adamo Scala (Cesena), Corale Savani diretta da Giampaolo Violi (Carpi) e due delle formazioni di Accademia MusiCaesena: Ecce Novum diretto da Silvia Biasini e il coro giovanile Ars Aurea diretto da Marco Lombardi. Il repertorio proposto è ampio e vario, sia per genere che per epoca di composizione. Diversi stili, culture e tempi dialogheranno tra loro in un concerto che ci introdurrà, riservandoci molte sorprese, all’attesa e alla gioia del Natale. Il concerto fa parte dell’ottava edizione del festival corale 'Suoni e colori' promosso da Accademia MusiCaesena ed è inserito all’interno dei festeggiamenti del World Choral Day, la giornata mondiale all’insegna della coralità. Il festival Suoni e colori, con direzione artistica dei maestri Silvia Biasini e Luca Buzzavi, vanta il patrocinio dei comuni di Cesena, Ravenna, Riccione.

CESENA. Dopo il grande successo del secondo appuntamento di ‘Suoni e colori‘ alla basilica di Santa Maria Maggiore a Ravenna, il festival continua con il tradizionale concerto nella chiesa di S. Egidio di Cesena sabato 7 dicembre alle 21. Il concerto ‘Joy!’ vedrà la partecipazione di quattro cori polifonici. Si [...]

6 dicembre 2019 0 commenti

Ravenna. Torna il tradizionale Concerto di Natale. L’ Alighieri ospiterà l’evento per la prima volta.

Ravenna. Torna il tradizionale Concerto di Natale. L’ Alighieri ospiterà l’evento per la prima volta. Come ogni anno il Concerto ravennate rientra in una serie di iniziative musicali internazionali: dopo le tappe italiane di Forlì (7 dicembre) e Ravenna toccherà alla chiesa di santa Caterina alla Natività di Betlemme (11 dicembre) e alla chiesa di Notre Dame (Gerusalemme) sotto la direzione del maestro Paolo Olmi. Il Concerto di Ravenna ha anche una grande valenza solidale: tutti i partecipanti sono invitati a portare beni di prima necessità quali: pasta, biscotti, tè, caffè, olio di semi e d'oliva, prodotti per l'igiene personale come shampoo, bagno schiuma, dentifricio e spazzolini da denti. Tutto il materiale ricavato sarà raccolto e distribuito dalla Caritas di Ravenna e dal Banco alimentare alle persone e alle famiglie in difficoltà in occasione delle festività natalizie. Nelle edizioni precedenti la raccolta è stata di circa 450 chili di beni di varia natura: gli organizzatori sperano che quest'anno si possano superare i 500 chili. Da alcuni anni la presenza in Terra Santa della Young Musicians European Orchestra è anche una occasione per incontrare i pazienti, i medici e le famiglie del Caritas Baby Hospital, struttura che si prende cura gratuitamente di tutti i bambini, sia israeliani che palestinesi o giordani. La sera del Concerto si potranno anche fare offerte per questa realtà indispensabile in Palestina.

RAVENNA. Sarà il palco del teatro Alighieri a ospitare quest’anno il tradizionale Concerto di Natale promosso da Emilia Romagna concerti e dal Comune, assessorato alla Cultura, lunedì 9 dicembre alle 21. Sul palcoscenico del teatro Alighieri si esibirà come di consueto la Young Musicians European Orchestra, diretta per l’occasione dal giovane maestro [...]

26 novembre 2019 0 commenti

Ravenna. I magici giorni di Natale e Capodanno. La proposta che cambia gli eventi durante le festività.

Ravenna. I magici giorni di Natale e Capodanno. La proposta che cambia gli eventi durante le festività. Per quanto riguarda le festività 2019/2020, il 23 novembre si accenderanno le luminarie in centro e sarà aperta la pista di ghiaccio in piazza Kennedy, dove si potrà volteggiare fino al 12 gennaio e dove il 30 novembre è previsto uno spettacolo di pattinaggio sul ghiaccio. Sempre il 30 novembre, alle 17.30, verrà acceso il grande albero in piazza del Popolo donato dalla città di Andalo e allestito dal Consorzio Mercato coperto. L’accensione delle luci sarà preceduta da un laboratorio di Nati per leggere dedicato ai più piccoli (alle 16 nella sala preconsiliare del municipio) e seguita dai concerti dell’orchestra dei Giovani e del coro della scuola Don Minzoni e del Jennifer Vargas Trio. La rassegna di videomapping 'Ravenna in luce', dal 18 dicembre al 6 gennaio, ripresenta a grande richiesta dopo il successo dell’anno scorso. Dall’1 dicembre inizieranno i fine settimana di animazione a cura di Villaggio globale che proporrà spettacoli e laboratori per bambini e famiglie in piazza del Popolo, giardini Speyer e piazza dell’Unità d’Italia. Piazza San Francesco ospiterà il Villaggio di Natale dell’Advs dal 7 dicembre al 6 gennaio offrendo tutti i pomeriggi panettone, vin brulè, tè caldo, dolci, musica e animazioni. Le chiese e molti altri luoghi accoglieranno un’infinità di concerti e presepi, dai più tradizionali ai più originali, come quello di sabbia di Marina di Ravenna.

RAVENNA. Nuove tipologie di eventi, i concerti di ‘Christmas Soul‘ e fra tutti quello del Primo dell’anno, l’accensione delle luminarie e dell’albero di Natale già dalla fine di novembre, piazza del Popolo che abbraccia idealmente i lidi grazie ai tradizionali capanni che si vestono a festa e offrono specialità gastronomiche [...]

19 novembre 2019 0 commenti

Rimini. Al Galli, nel ‘Traffico’ di Gershwin e Bernstein. Con i solisti della WunderKammer Orchestra.

Rimini. Al Galli, nel ‘Traffico’  di Gershwin e Bernstein. Con i solisti della WunderKammer Orchestra. Il programma del concerto, diretto da Claudio Tenan e inserito nel cartellone della 70 esima Sagra musicale malatestiana, verte sulla musica americana con l’ouverture Strike up the band e la celeberrima Rhapsody in Blue di George Gershwin, le danza sinfoniche da West Side Story di Leonard Bernstein. Oltre ai celeberrimi capolavori dei due grandi musicisti statunitensi, completano il programma due composizioni molto più recenti che vedranno impegnati Paolo Marzocchi al pianoforte e Ivan Gambini alle percussioni: un Concerto per pianoforte composto da Carlo Tenan per big band e, in prima esecuzione assoluta, Traffic revenge di Cristiano Arcelli, compositore e sassofonista jazz, ma che nel suo stile ha assimilato anche esperienze dell’avanguardia della cosiddetta musica contemporanea di matrice colta. Come dice l’autore a proposito di Traffic Revenge: 'Mi piaceva anche la possibilità di descrivere le fulminee e poetiche immagini in cui solo un guidatore può incappare mentre viaggia: montagne, colline, mari, città, paesi, boschi. Il tutto, spesso, in poche ore'.

RIMINI.  “La trascrizione è una prassi antichissima – spiega il compositore  e pianista Paolo Marzocchi che domenica 17 novembre (ore 17) sarà al teatro Galli con i solisti della WunderKammer Orchestra – non è solo una riduzione, ma un modo per osservare un’opera d’arte da un altro punto di vista, per [...]

14 novembre 2019 0 commenti

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European.

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European. Sabato 7 dicembre 2019, alle 21, nella abbazia di San Mercuriale, si esibirà la Young Musicians European Orchestra diretta dal maestro Paolo Olmi, composta da giovanissimi musicisti di tutto il mondo impegnati in un progetto che inizierà ai primi di dicembre a Ravenna con le prove preliminari e che terminerà con due concerti: a Betlemme nella Chiesa della Natività l’11 dicembre e a Gerusalemme nella Chiesa di Notre Dame il 12 dicembre. Le manifestazioni in Terra Santa sono organizzate in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, l'Istituto italiano di Cultura, il Municipio di Betlemme e la Custodia di Terra Santa. Il programma di Forlì prevede, come da tradizione, l'esibizione di giovanissimi solisti protagonisti nel mondo musicale internazionale; sarà aperto dall’oboista Simone Fava, impegnato nel Concerto in Fa Maggiore di Corelli nella trascrizione di John Barbirolli; proseguirà con il concerto in Do Maggiore per violoncello di Haydn (solista Bruno Philippe, nella foto) e terminerà con il Concerto in Sol Maggiore K216 di Mozart interpretato da Vikram Sedona. Una novità di quest'anno è costituita dal fatto che, in chiusura del concerto, la Young Musicians European Orchestra sarà integrata da alcuni giovani musicisti forlivesi provenienti dall’Istituto Musicale Masini, dalla scuola di musica InArte e da altre istituzioni cittadine nell’esecuzione di due brani fuori programma. Un altro risultato del quale gli organizzatori sono molto orgogliosi è la partecipazione all'iniziativa di tutti i Club Service di Forli quali: Lions Club, Rotary Club, Fidapa, Soroptimist, Il gruppo, Rotaract, Club Unesco di Forlì. In questo modo la nostra città attraverso le sue associazioni più generose dà un segnale di coesione e di solidarietà particolarmente significativo in occasione delle festività natalizie.

FORLI’. Dopo il grande successo degli scorsi anni la cooperativa Emilia Romagna concerti di Ravenna, l’amministrazione comunale di Forlì e la Caritas di Forli-Bertinoro, presentano l’edizione 2019 del Concerto di Natale Forlì-Betlemme, organizzato insieme al Ministero dello Spettacolo, il Ministero degli Esteri, la regione Emilia Romagna e alcuni sponsor qualificati [...]

11 novembre 2019 0 commenti

Ravenna. L’orchestra ‘Corelli’ ospite della ‘Piccola stagione’ di Milano a fianco di Bruno Canino.

Ravenna. L’orchestra ‘Corelli’  ospite della ‘Piccola stagione’ di Milano a fianco di Bruno Canino. L'occasione è offerta dal Concerto straordinario in programma a Milano martedì 12 novembre: l'orchestra Corelli sarà ospite de La piccola stagione diretta da Andrea Musumeci per una serata che vedrà protagonista il talento mondiale del pianoforte Bruno Canino, impegnato nell'esecuzione del celebre Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 K 488 di Wolfgang Amadeus Mozart. A completare il programma, l'appassionata Serenata per archi Op. 48 di Pëtr Il'ič Čajkovskij, autentico capolavoro del compositore russo. Direttore ospite sarà per l'occasione Alessandro Pinzauti, altro nome eccellente del panorama musicale internazionale. L'appuntamento è dunque per martedì 12 novembre alle ore 20.00 presso la Sala Barozzi dell'Istituto dei ciechi di Milano in via Vivaio, 7.

RAVENNA. ‘La Corelli ’ si prepara ad andare in scena con il primo di una serie di importanti appuntamenti che costelleranno di emozioni i prossimi mesi verso la meta del 2020, anno del decennale della compagine artistica ravennate e dei suoi Ensemble. L’occasione è offerta dal Concerto straordinario in programma a [...]

11 novembre 2019 0 commenti

Ravenna. Trilogia d’autunno 2019: Norma (1, 5, 8 nov.), Aida (2, 6, 9 nov.) e Carmen (3, 7, 10 novembre)

Ravenna. Trilogia d’autunno 2019: Norma (1, 5, 8 nov.), Aida (2, 6, 9 nov.) e Carmen (3, 7, 10 novembre) Norma, Aida, Carmen: tre momenti di una storia musicale che dal belcanto arriva agli albori del verismo; tre eroine entrate nell’immaginario collettivo; tre simboli. Ma anche tre donne che reclamano il diritto a scegliere il proprio destino, pur quando sanno che ad attenderle c’è il fuoco della pira, la profondità oscura della piramide, il sangue dell’arena. La Trilogia d’autunno che corona la XXX edizione di Ravenna Festival cerca la donna dietro il personaggio, il cuore oltre il costume, l’anima di partiture e libretti troppo spesso nascosta da allestimenti ingombranti: dall’1 al 10 novembre, tre nuove produzioni della Norma di Bellini, dell’Aida di Verdi e della Carmen di Bizet debuttano sul palcoscenico del teatro Alighieri, alternandosi sera dopo sera come vuole la consuetudine di questa maratona lirica che negli anni ha conquistato il pubblico. La formula vincente? Un cast di giovani cantanti e un team creativo che si avvale delle più moderne tecnologie, ispirati e guidati da Cristina Mazzavillani Muti, ideatrice del progetto e alla regia per Norma e Aida - Carmen è invece affidata a Luca Micheletti, al proprio debutto nella regia di un’opera. Sul podio dell’orchestra giovanile 'Luigi Cherubini' Alessandro Benigni per Norma, Nicola Paszkowski per Aida e Vladimir Ovodok per Carmen. Anche quest’anno questa straordinaria 'fabbrica dell’opera' offre l’opportunità per sperimentazioni, scoperte, nuovi progetti e collaborazioni, dall’esordio del nuovo coro 'Luigi Cherubini', preparato da Antonio Greco e integrato con elementi del coro marchigiano 'Vincenzo Bellini', ai contributi di artisti stranieri e del territorio, alle tante occasioni di coinvolgimento create per giovani, studenti e cittadini. La Trilogia è resa possibile dal sostegno del comune di Ravenna, della Camera di Commercio, della regione Emilia Romagna e del Ministero per i Beni e le Attività culturali, con il contributo della fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e di BPER Banca.

Per Norma (1, 5, 8 novembre) la regista Cristina Mazzavillani Muti ha immerso il dramma in una natura dove la concretezza della materia si ammanta di mito. Fronde di un bosco, un fitto intreccio di radici, cavità sotterranee, poi l’acqua e la bruma di paludi che riportano la Gallia romana [...]

29 ottobre 2019 0 commenti