News dalla USL

 

Ausl Romagna. Ultima settimana Covid: aumento Rimini-Forlì, lieve calo Cesena e Ravenna stabile.

Ausl Romagna. Ultima settimana Covid: aumento Rimini-Forlì, lieve calo Cesena e Ravenna stabile. Ora la curva dei ricoveri sembrerebbe in via di stabilizzazione, ma su un tema così delicato il condizionale non è per noi sufficiente perchè, come abbiamo già detto, una ulteriore crescita di ricoveri significherebbe limitare di conseguenza il resto dell'attività sanitaria extra - Covid, ovviamente per le prestazioni non urgenti. Noi stiamo continuando a sfruttare ogni potenzialità per implementare sempre più il contact tracing in modo da individuare il maggior numero di casi possibili in fase iniziale così da poterli gestire a domicilio, e ringraziamo gli Enti locali che ci stanno venendo in soccorso con loro personale. Abbiamo pure attivato tamponi rapidi e convenzioni col privato. Stiamo inoltre implementando il numero di posti nelle Cra covid per pazienti fragili e paucisintomatici: ne abbiamo già 69 tra Rimini, Ravenna e Novafeltria, ne attiveremo presto altri 20 in provincia di Forlì Cesena e stiamo pensando ad una struttura per pazienti psichiatrici Covid positivi nel ravennate. Stiamo infine stingendo accordi con l'ospedalità privata, in tutti i territori, per mettere a disposizione ulteriori posti letto, esclusivamente dedicati a pazienti non Covid (questo in relazione anche alle voci che avevano prefigurato ricoveri di pazienti Covid a Villa Maria e Luce sul mare di Rimini con le quali, invece, si sta ragionando di ricoveri solo di pazienti no covid), in modo da poterli seguire adeguatamente e avere più spazi negli ospedali dell'Ausl per i pazienti Covid.

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 16 al 22 novembre (precisando che si [...]

25 novembre 2020 0 commenti

Faenza. Il Comune mette a disposizione p.le Tambini. Tamponi Covid da via Zaccagnini alla Graziola.

Faenza. Il Comune mette a disposizione p.le Tambini. Tamponi Covid da via Zaccagnini alla Graziola. Sin dall’inizio della pandemia da Coronavirus l’Ausl aveva messo a punto un’attività per sottoporre la popolazione al tampone naso-faringeo per verificare la positività al virus. In primavera il luogo individuato fu quello di via Zaccagnini, nella zona dell’ex Omsa dove l’Azienda sanitaria ha diversi locali a disposizione. Quella sede però, a causa dell’aumento delle persone da sottoporre alle analisi modalità drive through ha iniziato a mostrare alcune criticità sul fronte della circolazione stradale e per la presenza di alcune attività commerciali, spingendo Comune e Ausl a cercare una soluzione alternativa. Dopo una verifica delle possibili soluzioni, il comune di Faenza ha concesso all’Ausl l’uso di piazzale Tambini, il grande parcheggio che si trova in via Graziola in area impianti sportivi, che permetterà di contenere molte auto senza creare intralci al traffico e, al contempo, una maggiore privacy per gli utenti. Qui è stata montata una tensostruttura che ospiterà il personale dell’Azienda sanitaria incaricato del prelievo.

FAENZA . È attiva  presso piazzale Tambini, in area Graziola, la nuova postazione di drive through a servizio del Distretto faentino.  Sin dall’inizio della pandemia da Coronavirus l’Ausl aveva messo a punto un’attività per sottoporre la popolazione al tampone naso-faringeo per verificare la positività al virus. In primavera il luogo individuato fu quello di via Zaccagnini, nella zona [...]

17 novembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Il punto sul Covid. Con alcuni dati relativi alla settimana dal 2 all’8 novembre. 2.851 positivi.

Ausl Romagna. Il punto sul Covid. Con alcuni dati relativi alla settimana dal 2 all’8 novembre. 2.851 positivi. Ecco alcuni dati relativi alla settimana 2 - 8 novembre (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo). Nella settimana di riferimento si sono verificate 2.851 positività su un totale di 29.431 tamponi, con una incidenza dunque del 9,7 per cento che, pur aumentando rispetto alla settimana precedente, resta ancora più bassa rispetto all'incidenza nazionale . Su questo dato si registra, nell’ultima settimana, un aumento in tutti i territori, con Rimini e Ravenna ancora con dati superiori rispetto a Forlì e Cesena. Differenze significative anche rispetto all’indicatore delle positività su popolazione residente così come sulle percentuali di asintomatici. E' anche bene evidenziare che tra le nuove positività nella settimana di riferimento un numero significativo è stato riscontrato in ospiti di Case residenze anziani (soprattutto nel Ravennate), in situazioni cioè confinate, e con pazienti che già si trovavano di fatto isolati al momento della diagnosi. Per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto, nella settimana di riferimento si è verificato un aumento, in questo caso omogeneo tra i vari territori, di malati nei reparti di degenza e anche dei ricoverati nelle terapie intensive, sia in valore assoluto sia in termini percentuali rispetto al totale dei ricoverati (più 1 %).

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 2 all’8 novembre (precisando che si tratta [...]

12 novembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Coronavirus, al ‘Bufalini’ attivati nuovi posti letto per emergenza Covid.

Ausl Romagna. Coronavirus, al ‘Bufalini’ attivati nuovi posti letto per emergenza Covid. All’ospedale Bufalini di Cesena sono stati attivati nuovi posti letto Covid dedicati presso il reparto di Lungodegenza. Ai 40 posti letto della Medicina Interna si vanno così ad aggiungere ulteriori 12 posti letto che saliranno a 20 in breve. L’attivazione di questi posti, destinati ad accogliere nuovi pazienti positivi che necessitano di un ricovero ospedale, rientra nel piano aziendale e comporta la temporanea sospensione dell’attività della Lungodegenza dell’ospedale Marconi di Cesenatico, i cui pazienti ricoverati sono stati trasferiti in adeguate strutture del territorio. Tale sospensione consente di dedicare il personale sanitario alla gestione dei pazienti affetti da Covid presso l’ospedale Bufalini di Cesena, mantenendo al contempo ‘pulito’ l’ospedale Marconi di Cesenatico.

AUSL ROMAGNA. ( 6 novembre) All’ospedale Bufalini di Cesena sono stati attivati nuovi posti letto Covid dedicati presso il reparto di Lungodegenza. Ai 40 posti letto della Medicina Interna si vanno così ad aggiungere  ulteriori 12 posti letto che saliranno a 20 in breve. L’attivazione di questi posti, destinati ad [...]

6 novembre 2020 0 commenti

Cesena. Emergenza covid-19, stop alle visite nelle Case per anziani. Il ricorso alla videochiamata.

Cesena. Emergenza covid-19, stop alle visite nelle Case per anziani. Il ricorso alla videochiamata. La nuova disposizione arriva a seguito della pubblicazione del Dpcm 24 ottobre 2020, che ribadisce quanto già stabilito dal Dpcm del 13 ottobre, e dopo la comunicazione diramata dalla regione Emilia Romagna contenente ulteriori indicazioni e precisazioni in merito ai servizi socio sanitari per le persone anziane e con disabilità. Pertanto, l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e Lungodegenza, Residenze sanitarie assistite (Rsa), Hospice, strutture riabilitative e residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di contagio. È questo anche il contenuto della comunicazione inviata dai Servizi sociali del comune di Cesena ai gestori dei servizi del Distretto Cesena-Valle Savio. La nostra priorità – commenta l’assessore ai Servizi sociali Carmelina Labruzzo – è salvaguardare la salute degli ospiti delle strutture. È nostro dovere, e dei gestori, prevenire la diffusione di contagi all'interno delle strutture avendo un tipo di utenza particolarmente vulnerabile ed esposta. Raccomandiamo quindi la massima prudenza al fine di preservare il personale e gli ospiti accolti. Ci rendiamo conto che il contatto umano è insostituibile e prezioso, soprattutto in momenti difficili come questo, ma dobbiamo fare di tutto per limitare il più possibile i contagi'.

CESENA. Torna la preoccupazione delle residenze per anziani e per scongiurare nuovi focolai di Covid-19, le diverse strutture annunciano alcune restrizioni alle visite di parenti e amici. La nuova disposizione arriva a seguito della pubblicazione del Dpcm 24 ottobre 2020, che ribadisce quanto già stabilito dal Dpcm del 13 ottobre, [...]

27 ottobre 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Da lunedì 26 ottobre le analisi di laboratorio prenotabili nelle farmacie.

Emilia Romagna. Da lunedì 26 ottobre  le analisi di laboratorio prenotabili nelle farmacie. Ora le analisi di laboratorio saranno prenotabili in tutte le Farmacie della Romagna che effettuano prenotazioni Cup (servizio di Farmacup). La prenotazione è ovviamente gratuita per il cittadino ed offre agli utenti un servizio aggiuntivo per effettuare le prenotazioni, oltre a quelli già erogati dagli sportelli CUP e dal numero telefonico CUPTEL 800 002255. Si implementa, in questo modo, l'integrazione delle Farmacie nel sistema di accesso alle prestazioni, offrendo sempre maggiori opportunità al cittadino, nell'ottica della capillarità dell'offerta di servizi Anche prenotando in farmacia, sarà quindi possibile conoscere, in tempo reale, la disponibilità di posti, la sede in cui verrà erogata la prestazione, la data e l'ora fissata per l'appuntamento. La Farmacia consegnerà un promemoria scritto della prenotazione.

EMILIA ROMAGNA. Da lunedì 26 ottobre  le analisi di laboratorio saranno prenotabili in tutte le Farmacie della Romagna che effettuano prenotazioni Cup (servizio di Farmacup). La prenotazione è ovviamente gratuita per il cittadino ed offre agli utenti un servizio aggiuntivo per effettuare le prenotazioni, oltre a quelli  già erogati dagli [...]

23 ottobre 2020 0 commenti

Emilia Romagna.Antinfluenzale: Federfarma rassicura. Dosi in farmacia entro i primi di novembre.

Emilia Romagna.Antinfluenzale: Federfarma rassicura. Dosi in farmacia entro i primi di novembre. Nell’ambito di una collaborazione sempre più strutturata e fattiva con le Istituzioni territoriali, l’Associazione dei farmacisti ha infatti proposto una soluzione – che verrà discussa e messa a punto nelle prossime ore – che consenta di avere in tempi rapidi nelle farmacie le dosi vaccinali per quanti non rientrino nelle cosiddette categorie a rischio della popolazione. L’Emilia Romagna ha infatti messo a disposizione di questi cittadini - tramite le farmacie territoriali - 36mila dosi di vaccino contro l’influenza, pari al doppio della quota minima loro destinata in base all’accordo raggiunto dalla Conferenza Stato Regioni. Si passa quindi dall’1,5% al 3% delle dosi acquisite dalle Regioni. Dosi che, inizialmente, avrebbero dovuto essere riconfezionate e ribollinate dall’AIFA per approdare nelle farmacie e che ora – grazie ad un nuovo accordo in corso di definizione – potranno arrivare alle farmacie con tempi più rapidi. Gallina: 'Sono fiducioso che entro i primi dieci giorni di novembre potremo iniziare la distribuzione dei vaccini, in linea con le tempistiche della campagna vaccinale e ben prima del picco influenzale, abitualmente registrato tra gennaio e febbraio'.

Bologna, 20 ottobre 2020 – Partita con successo la campagna di screening su base volontaria con i test sierologici rapidi in farmacia per la ricerca degli anticorpi anti SARS-CoV-2, Federfarma e regione Emilia Romagna procedono ora anche per dare risposte concrete ai cittadini sul tema dei vaccini antinfluenzali. Nell’ambito di [...]

21 ottobre 2020 0 commenti

Ravennate. Non risultano decessi ma 7 guarigioni.In tutto, 35 casi: 15 maschi e 20 femmine.

Ravennate. Non risultano decessi ma 7 guarigioni.In tutto, 35 casi: 15 maschi e 20 femmine. Aggiornamento ( 20 ottobre) . Si sono registrati 35 casi: 15 maschi e 20 femmine; 26 asintomatici e 9 con sintomi, 28 inisolamento domiciliare e 7 ricoverati di cui 1 a seguito di screening. Nel dettaglio: 5 pazienti sporadici per sintomi; 17 per contact tracing tra cui gli ospiti di una Casa residenza anziani (Cra), 1 per contatto fuori provincia e gli altri familiari; 1 per rientro dall'estero (Macedonia); 1 per screening pre-ricovero; 3 per screening di categoria; 8 aseguito di test volontario (di cui uno di rientro dal Belgio, 1 dal Trentino e 1 di persona residente in Campania e venuta in visita a un congiunto). Per un dato più a lungo termine, si aggiunge che a ieri le persone completamente guarite ammontavano a 1.628 (73 delle quali nell'ultima settimana), mentre i pazienti ancora in malattia (casi attivi) erano 340 (97 in più rispetto al 12 ottobre); di questi pazienti 29 sono ricoverati e 311 in isolamento domiciliare, di questi ultimi 201 asintomatici e 110 con sintomi compatibili con tale regime. Oggi non risultano comunicati decessi bensì 7 guarigioni complete. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel ravennate, aggiornati alla mattinata di oggi, sono dunque 2.116, la cui distribuzione per Comune.

RAVENNATE. ( martedì 20 ottobre 2020) Per il territorio provinciale di Ravenna oggi si sono registrati 35 casi: 15 maschi e 20 femmine; 26 asintomatici e 9 con sintomi, 28 inisolamento domiciliare e 7 ricoverati di cui 1 a seguito di screening. Nel dettaglio: 5 pazienti sporadici per sintomi; 17 per contact [...]

21 ottobre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Vaccini antinfluenzali: dosi in consegna come da programma. Il Covid nelle scuole.

Ausl Romagna. Vaccini antinfluenzali: dosi in consegna come da programma. Il Covid nelle scuole. Rispetto ai timori e alle notizie apparse sulla stampa riguardanti la fornitura di vaccini antinfluenzali, il Servizio farmaceutico, il Dipartimento di Sanità pubblica e i servizi di Cure primarie dell’Ausl della Romagna rassicurano, ribadendo che la campagna vaccinale prenderà il via il 12 ottobre, con più dosi rispetto allo scorso anno e in anticipo sempre rispetto al 2019, vista l’utilità che potrà avere nella gestione delle diagnosi Covid, essendo simili i sintomi a quelli dell’influenza. La distribuzione dei vaccini è infatti in corso ed i medici di famiglia ed i servizi vaccinali dispongono già dei quantitativi necessari per iniziare la vaccinazione, specie delle categorie di utenti più fragili; le restanti dosi arriveranno in tempi adeguati.Più nel dettaglio, l’AUSL Romagna ha già acquistato 268.000 dosi di vaccino (46.400 Forlì, 46.600 Cesena, 78.000 Rimini e 97000 Ravenna), circa il 17% in più rispetto a quelle acquistate nella passata stagione. Se consideriamo le persone vaccinate nel campagna passata che hanno raggiunto quota 205.781, il quantitativo disponibile quest’ anno consentirà di aumentare la quota di vaccinati di oltre il 30%. COVID. A seguito di attività di controllo da parte dell'Igiene pubblica di Rimini, sono emerse positività a Covid 19 in quattro nuove scuole della provincia di Rimini: tre scuole medie ed un istituto di scuola superiore. Le positività sono emerse in tre allievi ed un insegnante. Il servizio ha effettuato gli appositi controlli verificando un sostanziale rispetto dei protocolli finalizzati a contrastare il diffondersi dell'infezione nei vari istituti.

AUSL ROMAGNA. Vaccini antinfluenzali, l’Ausl rassicura: dosi in consegna come da programma. Rispetto ai timori e alle notizie apparse sulla stampa riguardanti la fornitura di vaccini antinfluenzali, il Servizio farmaceutico, il Dipartimento di Sanità pubblica e i servizi di Cure primarie dell’Ausl della Romagna rassicurano, ribadendo che la campagna vaccinale [...]

13 ottobre 2020 0 commenti

Romagna. Vaccini antinfluenzali. L’ Ausl: campagna vaccinale al via dal 12 ottobre. I casi nel Ravennate.

Romagna. Vaccini antinfluenzali. L’ Ausl: campagna vaccinale al via dal 12 ottobre. I casi nel Ravennate. Più nel dettaglio, l’AUSL Romagna ha già acquistato 268.000 dosi di vaccino (46.400 Forlì, 46.600 Cesena, 78.000 Rimini e 97000 Ravenna), circa il 17% in più rispetto a quelle acquistate nella passata stagione. Se consideriamo le persone vaccinate nel campagna passata che hanno raggiunto quota 205.781, il quantitativo disponibile quest’ anno consentirà di aumentare la quota di vaccinati di oltre il 30%. Ad oggi, i quantitativi previsti dai contratti di acquisto sono in buona parte già in distribuzione ai medici di medicina generale per garantire regolarmente l’inizio della campagna vaccinale da lunedì 12 ottobre. In particolare sono già state consegnate tutte le dosi del vaccino 'adiuvato' (113.000 dosi complessive così suddivise: Ravenna 40.700, Rimini 33.000, Cesena 19.700, Forlì 19.600) destinato alle persone con più di 65 anni di età, che sono un numero molto elevato, e tutte le dosi dei vaccini antipneumococcici (19.000 cosi suddivise: Ravenna 6.400, Rimini 5.200, Cesena 3.800, Forlì 3.600) destinati ai nati nel 1955, ai cronici di tutte le età non ancora vaccinati, e a coloro che devono completare il ciclo vaccinale sequenziale. Relativamente al vaccino per le persone con meno di 65 anni di età, per gli operatori sanitari e per gli operatori addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo – di cui ne è stato consegnato circa il 25% - la ditta produttrice ha assicurato il completamento della consegna a metà ottobre. Appena l’Azienda l’avrà ricevuto provvederà a consegnarlo ai medici di Medicina generale.

AUSL ROMAGNA. Rispetto ai timori e alle notizie apparse sulla stampa riguardanti la fornitura di vaccini antinfluenzali, il Servizio farmaceutico, il Dipartimento di Sanità pubblica e i Servizi di cure primarie dell’Ausl della Romagna rassicurano, ribadendo che la campagna vaccinale prenderà il via il 12 ottobre, con più dosi rispetto [...]

9 ottobre 2020 0 commenti