News dalla USL

 

Ausl Romagna. 17 settembre, Giornata mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita.

Ausl Romagna. 17 settembre, Giornata mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita. Quindi aiutaci: quando accedi a una prestazione, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità. Comunica con precisione agli operatori le terapie che stai effettuando ed eventuali allergie di cui sei a conoscenza. Ascolta le raccomandazioni del personale sanitario per ridurre il rischio di cadute. Altrettanto importante è la sicurezza degli operatori sanitari. La pandemia Covid ha evidenziato le enormi sfide che gli operatori sanitari stanno ancora affrontando a livello globale, evidenziando il loro operato nonostante i pericoli. Ricordiamo che l’operatore sanitario prima ancora di essere un professionista è una persona proprio come te e come tale ha altrettanto bisogno di protezione e sicurezza. La Protezione e la sicurezza degli operatori passa anche attraverso l’adozione di strumenti come la definizione di percorsi che agevolino l’attività in contesti a rischio, l’uso dei dispositivi di protezione individuale, l’utilizzo di strumenti innovativi per la formazione e l’addestramento continuo, per la teleassistenza e l’accesso ai servizi.

RAVENNA. Palazzi storici e monumenti simbolo delle principali città romagnole illuminati di arancione, locandine informative e video testimonianze di operatori sanitari e cittadini per promuovere la sicurezza delle cure e ricordare che spetta a tutti noi collaborare per mantenere sicure le cure e ridurre i rischi. Anche l’Azienda USL della [...]

16 settembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Gastroenterologia di Forlì e Cesena sede di tirocinio per la School of Advanced Endoscopy.

Ausl Romagna. Gastroenterologia di Forlì e Cesena  sede di tirocinio per la School of Advanced Endoscopy. La SIGE ha inserito l' Unità operativa di Gastroenterologia di Forlì/Cesena, diretta dal dottor Carlo Fabbri, tra i centri accreditati SIGE per i tirocini dei partecipanti della School of Advanced Endoscopy. La scuola si sviluppa attraverso una piattaforma e-learning, delle lezioni frontali su modelli sperimentali o manichini e d un periodo di tirocinio per la pratica endoscopica presso un Centro di terzo livello, in questo caso negli ospedali di Forlì e Cesena. La School of Advanced Endoscopy vede il coinvolgimento dei migliori opinion leaders internazionali nello sviluppo della gastroenterologia e dell’endoscopia. I due primi specializzandi in Gastroenterologia sono arrivati a Forlì lunedì scorso e resteranno una settimana nel reparto per apprendere le opzioni terapeutiche più all’avanguardia per la diagnosi e il trattamento delle patologie gastrointestinali. Si tratta della dottoressa Anna Sartori, dell'Università di Padova e del dottor Giuseppe Luglio, dell'Università di Pisa.

AUSL ROMAGNA. La SIGE (Società italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia) ha inserito  l’ Unità Operativa di   Gastroenterologia di Forlì/Cesena , diretta dal dottor Carlo Fabbri,   tra i centri accreditati SIGE per i tirocini dei partecipanti della School of Advanced Endoscopy.   La scuola si sviluppa attraverso una piattaforma e-learning, delle lezioni frontali su modelli [...]

14 settembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Partiti i ‘Test Covid’ per il personale scolastico. Modalità di prenotazione e numeri utili.

Ausl Romagna. Partiti i ‘Test Covid’ per il personale scolastico. Modalità di prenotazione e numeri utili. Come annunciato, da sul sito dell'Ausl Romagna sono presenti tutte le modalità per poterli effettuare.Nello specifico, il personale interessato potrà effettuare il test presso il proprio medico di famiglia, qualora aderisca all’iniziativa.Qualora il proprio medico aderisca all’iniziativa, l’utente potrà concordare direttamente con lui le modalità di svolgimento del test. Il personale scolastico il cui medico non aderisce all’iniziativa, così come il personale scolastico 'fuori sede' che non ha un proprio medico presso il domicilio lavorativo, potrà invece eseguire il test presso le strutture dell’Ausl Romagna. Per farlo occorrerà prenotarsi, nel seguente modo: al medesimo link ( https://www.auslromagna.it/notizie/item/3049-coronavirus-test-personale-scol astico-romagna ) sarà possibile compilare, e inviare direttamente, il format informatizzato di richiesta. Il personale scolastico sarà poi ricontattato per un appuntamento. Al fine di facilitare le attività di organizzazione per l’esecuzione del test per il personale scolastico richiedente, l’Azienda Usl della Romagna confida nella massima collaborazione dei responsabili/dirigenti delle sezioni di nido/scuola/istituti scolastici, per la eventuale predisposizione degli elenchi del personale interessato da inviare alle e-mail indicate all'interno della nota.

AUSL ROMAGNA. Sono partiti i test sierologici per il personale scolastico. Sono rivolti al personale docente e non docente operante nelle scuole per l’infanzia, nelle scuole primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private. Vengono effettuati gratuitamente e su base volontaria fino al 7 settembre. Come annunciato, [...]

31 agosto 2020 0 commenti

Ravennate. Aggiornamento Covid: 6 nuove positività: 5 di sesso maschile ed 1 di sesso femminile.

Ravennate. Aggiornamento Covid:  6 nuove positività: 5  di sesso maschile ed 1 di sesso femminile. Per il territorio provinciale di Ravenna venerdì 14 si sono registrate 6 nuove positività: 5 pazienti sono di sesso maschile ed 1 di sesso femminile; 3 hanno sintomi ma tutti e 6 sono in isolamento domiciliare; 3 lo erano già al momento della diagnosi ed hanno eseguito il tampone perché rientranti da Paesi non Shengen, gli altri 3 hanno effettuato il tampone a seguito di sintomi e 2 di questi sono componenti di un unico nucleo familiare. Non si sono verificati decessi né guarigioni. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate, aggiornato alla mattinata di oggi, venerdì 14, sono dunque 1.206, la cui distribuzione per comune risulta la seguente: 58 residenti al di fuori della provincia di Ravenna, 563 Ravenna, 159 Faenza, 86 Cervia, 72 Lugo

RAVENNATE. Per il territorio provinciale di Ravenna  venerdì 14 si sono registrate 6 nuove positività: 5 pazienti sono di sesso maschile ed 1 di sesso femminile; 3 hanno sintomi ma tutti e 6 sono in isolamento domiciliare; 3 lo erano già al momento della diagnosi ed hanno eseguito il tampone perché [...]

15 agosto 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Specialistica ambulatoriale, nuove ipotesi per migliorare i tempi di erogazione.

Ausl Romagna. Specialistica ambulatoriale, nuove ipotesi per migliorare i tempi di erogazione. L’Azienda sta in primo luogo cercando di massimizzare la propria capacità di fornire visite ed esami, sia con accorgimenti logistico-organizzativi (l’utilizzo di più ambulatori in parallelo in modo da non tenere i medici 'fermi' durante le operazioni di sanificazione e la revisione degli orari di erogazione) sia proseguendo in tutte le forme possibili il reclutamento di professionisti: reclutamento straordinario di personale medico specializzato o in formazione specialistica, di specialisti convenzionati interni, prestazioni aggiuntive dal personale dipendente. Il tutto ben sapendo che – come ormai palese – vi è una forte carenza di medici sul mercato del lavoro. Si sta inoltre esplorando, a tutto campo, la disponibilità delle strutture sanitarie private accreditate. In quest’ambito, si sta rafforzando ulteriormente la possibilità per la struttura privata, qualora ravveda dopo una visita o un esame, la necessità di procedere con una ulteriore prestazione sempre in ambulatoriale, di effettuarla direttamente nella stessa seduta, senza che il paziente debba averla precedentemente prescritta. Ad esempio l’effettuazione di un doppler di approfondimento dopo una visita vascolare (ovviamente l’Azienda si riserva controlli sull’appropriatezza di tali prestazioni). Ulteriore ipotesi di lavoro, l’acquisizione dai privati di spazi fisici in cui effettuare l’attività ambulatoriale da parte di medici aziendali, sempre nell’ottica di ottimizzare l’utilizzo del tempo dei professionisti. Qualora tali risultati non dovessero giungere in tempi apprezzabili, l’Azienda sta valutando la possibilità di attivare collaborazioni anche con le strutture sanitarie private non accreditate, quantomeno fino al momento in cui permanga lo stato di necessità conseguente a Covid.

AUSL ROMAGNA. Sul tema delle prestazioni di specialistica ambulatoriale (visite ed esami diagnostici) e sulla relativa tempistica, la Direzione aziendale dell’Ausl Romagna sta valutando tutte le possibili modalità di intervento per rispondere nella maniera più adeguata possibile alle esigenze dell’utenza. Va in primo luogo ribadita l’eccezionalità della situazione attuale, conseguente [...]

30 luglio 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Valutazione della teleassistenza in fase Covid. Un modello per la sanità del futuro ?

Ausl Romagna. Valutazione della teleassistenza in fase Covid. Un modello per la sanità del futuro ? L’Azienda USL della Romagna, in collaborazione con l’Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia Romagna, ha deciso pertanto di valutare l’esperienza vissuta da parte dei cittadini seguiti al domicilio attraverso questa modalità di assistenza 'a distanza'. Il progetto serve anche al fine di apportare possibili miglioramenti nel caso si rendesse necessario continuare ad utilizzare la teleassistenza anche in futuro. 'Sono state individuate alcune tipologie di pazienti cronici (pazienti pediatrici con patologia cronica, pazienti diabetici, pazienti neurologici, pazienti oncologici), seguiti dagli ospedalieri, che faranno parte dello studio pilota - spiega la dottoressa Boccaforno -. Questi cittadini o i loro familiari e care givers saranno invitati a rispondere ad un questionario online dal titolo 'La teleassistenza ai tempi del Covid 19: il punto di vista dei cittadini', a cui si accede tramite un link che sarà inviato sullo smartphone o all’indirizzo e mail. La partecipazione alla compilazione del questionario è volontaria, è garantito l’anonimato e si potrà rispondere alle domande solo dopo aver espresso il proprio consenso'.

AUSL ROMAGNA. Nel corso dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 si è reso necessario sospendere tutte le visite programmate, ad eccezione di quelle urgenti, per contenere la diffusione del virus e garantire la massima sicurezza per i pazienti.Questo ha comportato un disagio per molti cittadini, in particolare per i pazienti cronici [...]

24 luglio 2020 0 commenti

Rimini. Covid 19: otto casi di positività all’infezione, asintomatici. Al momento situazione circoscritta.

Rimini. Covid 19: otto casi di positività all’infezione, asintomatici. Al momento situazione circoscritta. Sono stati individuati, all'Ospedale di Rimini, 8 casi di positività all'infezione, tutti asintomatici. Va a tal proposito evidenziato che, a seguito del protocollo regionale, vengono eseguiti tamponi sia a tutti i pazienti che vengono ricoverati sia a tutti quelli che vengono dimessi dalle strutture ospedaliere. A seguito di tale procedura, nel reparto di Post acuti dell'Ospedale di Rimini è stato individuato un paziente, in dimissione, positivo al Covid 19. Immediatamente sono partiti tamponi a tappeto non solo tra i degenti e gli operatori di quel reparto ma, per massima precauzione, pure tra quelli di reparti che hanno anche minimi contatti col Post Acuti, da cui sono emerse le ulteriori 7 positività (non ricomprese nel bollettino regionale di oggi poiché emerse successivamente alla comunicazione ufficiale) . Tutti e 8 i pazienti, 5 di sesso maschile e 3 di sesso femminile, non presentano sintomi. Immediatamente è stata attivata anche l'indagine epidemiologica e la Sanità pubblica di Rimini, dell'Ausl Romagna, ha già individuato e collocato in isolamento domiciliare, tutti i contatti stretti degli 8 pazienti. I controlli e le indagini cliniche stanno continuando, ma al momento la situazione risulta circoscritta.

RIMINI. Grazie alle procedure attivate per limitare il rischio di contagio da Covid 19, sono stati individuati, all’Ospedale di Rimini, 8 casi di positività all’infezione, tutti asintomatici. Va a tal proposito evidenziato che, a seguito del protocollo regionale, vengono eseguiti tamponi sia a tutti i pazienti che vengono ricoverati sia [...]

7 luglio 2020 0 commenti

Forlì. Seconda donazione a cuore fermo al ‘Morgagni’. In accordo con i prof del ‘Bufalini’ di Cesena.

Forlì. Seconda donazione a cuore fermo al ‘Morgagni’. In accordo con i prof del  ‘Bufalini’ di  Cesena. I due reparti di Anestesia e Rianimazione, diretti dal dr Stefano Maitan e dal dr Vanni Agnoletti, con i rispettivi Uffici di coordinamento locale, rappresentati a Forlì dal dr. Paolo Farolfi e dalla infermiera Valentina Morena e a Cesena dal dr. Andrea Nanni e dall'infermiera Manila Prugnoli, hanno realizzato in piena collaborazione l'intero percorso, in accordo con le direzioni di Presidio ospedaliero e con il 118 Romagna, che hanno a loro volta fornito il supporto logistico-organizzativo. Dall'Ospedale di Cesena sono giunti a supporto dei colleghi di Forli l'ECMO (ossigenazione extracorporea a membrana) TEAM e vari professionisti( medici, infermieri e tecnici), già esperti in materia di preservazione della funzione degli organi da prelevare nei casi in cui il decesso avvenga per arresto cardiaco e non per morte cerebrale,il personale della Radiologia interventistica di Cesena, diretto dalla dr.ssa Emanuela Giampalma, il personale della Radiologia di Forlì, diretto dal dr.Mauro Bertocco, il personale infermieristico del blocco operatorio di Forlì coordinati dalla dr.ssa Raffaella Signani, dalla dr.ssa Donatella Ciocca e dalla sig.ra Elisa Zanzani, il personale infermieristico della TI di Cesena , diretto dalla dr.ssa Martina Spiga, il personale infemieristico della Terapia intensiva di Forlì coordinati dalla sig.ra Susanna Marocchini, il tutto con il supporto della Direzione infermieristica, diretta dalla dr.ssa Silvia Mambelli.

FORLI’. La collaborazione da tempo in atto fra le Unità operative di Anestesia e Rianimazione di Forli e Cesena, coi rispettivi Uffici di Coordinamento locale ha permesso di realizzare la seconda donazione di organi a cuore fermo all’interno dell’ospedale Morgagni – Pierantoni di Forlì. “Il prelievo – spiegano i professionisti [...]

17 giugno 2020 0 commenti

Ravennate. Coronavirus. Al 4 giugno, nè nuove positività ne’ nuovi decessi. Aggiornamento provinciale.

Ravennate. Coronavirus. Al 4 giugno, nè nuove positività ne’ nuovi decessi. Aggiornamento provinciale. Anche per la giornata di oggi ( 4 giugno) per il territorio provinciale di Ravenna non sono state comunicate nuove positività ne' nuovi decessi. Si sono verificate 9 guarigioni complete. Sono, infine, circa 120 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall'Estero. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate restano dunque 1.028, confermati alle 12 del 4 giugno. La situazione provinciale.

RAVENNATE. Anche per la giornata di oggi ( 4 giugno) per il territorio provinciale di Ravenna non sono state comunicate nuove positività ne’ nuovi decessi. Si sono verificate 9 guarigioni complete. Sono, infine, circa 120 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o [...]

5 giugno 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Giocare tutti, con arte, nessuno escluso. Tre mostre fotografiche sul gioco oggi.

Ausl Romagna. Giocare tutti, con arte, nessuno escluso. Tre mostre fotografiche sul gioco oggi. Le favole e il gioco sono per eccellenza le attività che i bambini spontaneamente utilizzano per conoscere e imparare, condividere e sviluppare abilità sociali: ovvero per crescere. La Quadreria in Pediatria chiude il mese, nella Giornata mondiale del gioco, tenendo saldo il filo rosso del lavoro dell’arte per il sociale con il finissage della mostra 'Arte in gioco', al reparto di Pediatria (Ausl della Romagna) Forlì, con la donazione di 10 preziosi libri di favole al Reparto dalla produzione della scrittrice Renata Franca Flamigni in collaborazione con Soroptimist International Club di Forlì. L’associazione Fantariciclando con il reparto di Pediatria guidato dal primario dott. Enrico Valletta, per il quarto biennio propone il percorso della Quadreria che in questa edizione, Giocando con la luce, è parte del progetto Metamuseo di palazzo Sassi Masini dove si è incontrata la prima tappa della corposa mostra fotografica itinerante sul 'Lifelong playing: il gioco per tutta la vita', un progetto Tank, LUnGi e Metamuseo. La strabiliante Quadreria presso Azienda USL della Romagna, reparto di Pediatria ospedale Morgagni-Pierantoni, via Forlanini, 34 – Forlì, è parte del progetto Metamuseo girovago, dell’associazione Fantariciclando, con il contributo della regione Emilia Romagna - Piano di Azione ambientale per un futuro sostenibile 2011/2013.

AUSL ROMAGNA. 28 maggio Giornata mondiale del gioco. Giocando con la luce, tre mostre fotografiche sul gioco oggi, presso l’Ausl Romagna che volgono al termine con un omaggio in libri al reparto di Pediatria. Narrare insieme ai bambini è … speranza di futuro: nella Giornata mondiale del gioco si smonta [...]

27 maggio 2020 0 commenti