News dalla USL

 

Forlì. Il ‘Morgagni-Pierantoni’ tra i migliori ospedali del Mondo. Unanime la Città: ‘ Orgogliosi !’.

Forlì. Il ‘Morgagni-Pierantoni’ tra i migliori ospedali del Mondo. Unanime la  Città: ‘ Orgogliosi !’. 'Non ho mai dubitato della qualità ospedaliera del Morgagni Pierantoni ma, in questo momento, è una gioia immensa sapere che tutto il mondo ce lo invidia'. A dirlo è il sindaco Gian Luca Zattini riferendosi al prestigioso riconoscimento ottenuto, a livello internazionale, dal nosocomio forlivese che è stato inserito dalla rivista Newsweek nella classifica dei migliori ospedali del mondo (' The world's best hospitals 2020). 'Questa notizia, oggi più che mai, deve renderci consapevoli del gioiello sanitario di cui possiamo legittimamente vantarci. Dire grazie alle centinaia di professionisti che lavorano all’interno dell’articolata nomenclatura del nostro ospedale non basta. A loro rivolgo un abbraccio collettivo che in questo momento non può essere che virtuale ma che nella sostanza rappresenta l'espressione più reale del mio affetto e del mio orgoglio. Questa Città vi è debitrice'.

Forlì, 12 marzo. ’Non ho mai dubitato della qualità ospedaliera del Morgagni Pierantoni ma, in questo momento, è una gioia immensa sapere che tutto il mondo ce lo invidia’. A dirlo è il sindaco Gian Luca Zattini riferendosi al prestigioso riconoscimento ottenuto, a livello internazionale, dal nosocomio forlivese che è stato [...]

12 marzo 2020 0 commenti

Ravennate. Terzo ‘caso’ positivo. Paziente in buone condizioni, non necessario il ricovero in ospedale.

Ravennate. Terzo ‘caso’ positivo. Paziente in buone condizioni, non necessario il ricovero in ospedale. Rispetto al nuovo caso di positività al coronavirus in provincia di Ravenna, si precisa che dall'indagine epidemiologica immediatamente attivata emerge che è relativo ad un contatto con altra zona fuori Regione in cui attualmente è presente il virus. Il paziente è in buone condizioni tanto che non si è reso necessario il ricovero in ospedale ed è stata pertanto attivata la quarantena domiciliare volontaria con sorveglianza attiva da parte del personale del Dipartimento di Sanità pubblica. Allo stesso tempo l'indagine epidemiologica ha portato ad identificare i contatti stretti del paziente, che sono stati a loro volta posti in quarantena domiciliare volontaria e che vengono tenuti monitorati.

RAVENNATE. Rispetto al nuovo caso di positività al Coronavirus in provincia di Ravenna, si precisa che dall’indagine epidemiologica immediatamente attivata emerge che è relativo ad un contatto con altra zona fuori Regione in cui attualmente è presente il virus. Il paziente è in buone condizioni tanto che non si è [...]

Savignano s/R. Primo caso di positività in zona al Covid 19. Ora in isolamento al ‘Morgagni’ di Forlì.

Savignano s/R. Primo caso di positività in zona al Covid 19. Ora in isolamento al ‘Morgagni’ di Forlì. 'Si tratta di un uomo di 59 anni residente nel comune di Savignano sul Rubicone – spiega il sindaco Giovannini - ora ricoverato in isolamento nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Morgagni di Forlì. L’uomo è in buone condizioni di salute. Il Dipartimento di Sanità Pubblica ha avviato l’indagine epidemiologica mirata ad individuare tutti coloro che possono aver avuto contatti stretti con il paziente risultato positivo. A seguito dell’identificazione del caso sospetto da parte di sanitari, è stata attivata prontamente l’Igiene Pubblica e il paziente è stato trasportato con un'ambulanza del 118 attraverso il percorso dedicato per salvaguardare personale e altri pazienti all’ospedale di Forlì, dove è stata poi accertata la positività al Coronavirus. Sono stati già posti in isolamento domiciliare i familiari del paziente'.'Ai primi sintomi – prosegue il sindaco Giovannini – l’uomo si è auto-isolato. Stiamo lavorando in stretto contatto con l’Ausl per mettere in campo tutte le azioni necessarie a contenere il più possibile la diffusione del virus. Invito i miei concittadini ad affidarsi ai nostri sanitari e ad attenersi alle indicazioni ufficiali, in particolare al decalogo con le norme di comportamento individuale. Ricordo l’indicazione fondamentale per la quale in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) non bisogna accedere direttamente alle strutture sanitarie e neppure agli ambulatori dei medici di famiglia ma contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale o il numero verde regionale 800 033 033 oppure, in caso di emergenza, il 118'.

Savignano sul Rubicone, 1 marzo 2020 – É stato registrato a Savignano sul Rubicone il primo caso di positività al Coronavirus. A comunicarlo è il sindaco Filippo Giovannini, in stretto contatto sin dalle prime ore della giornata con Francesca Righi, direttrice del Distretto Rubicone – Mare dell’Ausl Romagna, per monitorare [...]

Ausl Romagna. Al Centro servizi, c/o Laboratorio di Virologia, il test diagnostico per diagnosi da coronavirus.

Ausl Romagna. Al Centro servizi, c/o Laboratorio di Virologia, il test diagnostico per diagnosi da coronavirus. Si tratta di un Laboratorio ad alta specializzazione, dotato delle attrezzature e delle professionalità necessarie e che fa capo all’Unità operativa di Microbiologia diretta dal professor Vittorio Sambri. Sono stati a tal fine acquisiti con procedure d’urgenza i reagenti specifici ed è stata attivata l’organizzazione dei percorsi diagnostici dedicati. Una novità che rappresenterà un aiuto importante per il tempestivo ( eventuale) accertamento della diagnosi da coronavirus. Va a questo fine precisato che l’effettuazione del campione è appropriata nei soggetti che abbiano un ‘contatto stretto’ - vicinanza prolungata e con contatto fisico o a distanza minore di un metro e mezzo - con un paziente positivo, entro i 14 giorni precedenti e qualora il soggetto abbia sintomi (tosse, febbre, polmonite).

CESENA. Laboratorio di Virologia AUSL Romagna. Al Laboratorio unico del Centro servizi dell’AUSL Romagna, con sede a Pievesestina di Cesena, è attivato, come annunciato dalla regione Emilia Romagna, il test diagnostico per l’analisi dei tamponi per la presenza del coronavirus, a cura del Laboratorio di Virologia. Si tratta di un [...]

27 febbraio 2020 0 commenti

Forlì-Cesena. Attenzione ai falsi sanitari che propongono il tampone a domicilio per il Coronavirus.

Forlì-Cesena. Attenzione ai falsi sanitari che propongono il tampone a domicilio per il Coronavirus. Procura della Repubblica di Forlì-Cesena e l'Ausl avvertono i cittadini che le modalità di comportamento in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) consistono nel non accedere direttamente alle strutture di Pronto soccorso, ma nel contattare il proprio medico di medicina generale o, in caso di emergenza, il numero 118. Nel dubbio sull'identità di coloro che si dovessero presentare al domicilio senza alcuna richiesta da parte dell’interessato, i cittadini possono sempre rivolgersi alla autorità e alle Forze dell’ordine, oppure chiamare il Dipartimento di Sanità pubblica, contattando il centralino allo 0543/731111.

FORLI’-CESENA. Diffidate dei sedicenti operatori sanitari che propongono di fare a domicilio il tampone per il Coronavirus.  Suonano al citofono, o chiamano a casa, spacciandosi per volontari ,  o operatori sanitari  e millantano finti tamponi per le analisi del Coronavirus. Ovviamente si tratta di truffatori che, a volte, esibiscono anche tesserino di riconoscimento dell’Azienda  sanitaria, che fingono di [...]

26 febbraio 2020 0 commenti

Ravenna. Nutrizione e alimentazione: spazi adeguati al ‘Santa Maria delle Croci’ e una mostra sul cibo.

Ravenna. Nutrizione e alimentazione:  spazi adeguati al ‘Santa Maria delle Croci’  e una mostra sul cibo. Spesso il rapporto che la persona instaura con il cibo rappresenta la manifestazione di un vuoto, della solitudine che la circonda e che si esprime con la privazione del cibo o con un suo abuso portato all’estremo. A Ravenna, a partire già dal 1998, è stata portata avanti una esperienza centrata sulla multidisciplinarietà clinica. Esperienza fruttuosa, tanto che è stato definito un team multiprofessionale dedicato a questo percorso, sia per minori che per adulti, in ogni ambito territorilae dell’Ausl Romagna, con personale proveniente da Dipartimenti territoriali e ospedalieri, e in particolare medico-psichiatra, psicologo-psicoterapeuta, medico-nutrizionista, dietista. Si è poi valutato di individuare una sede unica per il team multidiscplinare, in modo da creare un unico luogo di riferimento, per councelling e prestazioni, per i pazienti. A questo scopo l’Azienda ha provveduto ad ottimizzare e ripristinare i locali situati al primo piano della 'Scala azzurra' dell’Ospedale, creando studi, ambulatori e sala d’attesa confortevole (i lavori sono stati seguiti dall’unità operativa 'Attività tecniche' dell’Ausl), che sono state inaugurate. Si è inoltre puntato (come consuetudine all’Ospedale di Ravenna, e in particolare su questo percorso clinico così delicato e particolare), all’umanizzazione degli spazi dedicati alla presa in carico.La mostra resterà in Ospedale fino al 3 aprile, visibile tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 17:30.

RAVENNA. I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione suscitano comunemente un grande interesse: si tratta di disturbi diversi, ma in entrambi le persone vivono con profonda sofferenza psicologica per eccessiva valutazione del peso e della ‘forma’ del proprio corpo. Spesso il rapporto che la persona instaura con il cibo rappresenta la [...]

21 febbraio 2020 0 commenti

Ausl Romagna. ‘Cardiologie aperte’ a Faenza. Per prevenire le patologie cardiocircolatorie.

Ausl Romagna. ‘Cardiologie aperte’ a Faenza.  Per prevenire le patologie cardiocircolatorie. Grande successo per l’evento 'Cardiologie aperte' che si è svolto a Faenza nei giorni scorsi. L’evento, finalizzato a sensibilizzare sull’importanza di prevenire le patologie cardiocircolatorie, in particolare attraverso stili di vita sani, ha visto la partecipazione di oltre 60 persone tra cui anche il primo cittadino Giovanni Malpezzi. Medici e infermieri dell’unità operativa Cardiologia dell’ospedale 'per gli Infermi' hanno svolto un primo momento frontale, in cui hanno spiegato agli intervenuti l’importanza di una sana e corretta alimentazione e dell’attività motoria. Quindi i councelling personalizzati, con misurazione della pressione ed ecg con alcune persone alle quali è stato suggerito un approfondimento.

FAENZA. Grande successo per l’evento ‘Cardiologie aperte’ che si è svolto a Faenza nei giorni scorsi. L’evento, finalizzato a sensibilizzare sull’importanza di prevenire le patologie cardiocircolatorie, in particolare attraverso stili di vita sani, ha visto la partecipazione di oltre 60 persone tra cui anche il primo cittadino Giovanni Malpezzi.  Medici [...]

20 febbraio 2020 0 commenti

Rimini. Progetto ‘Farmaco amico’: parte l’operazione recupero e riutilizzo dei farmaci non scaduti.

Rimini. Progetto ‘Farmaco amico’: parte l’operazione recupero e riutilizzo dei farmaci non scaduti. È stato presentato presso il comune di Rimini - alla presenza dell’assessore all’Ambiente Anna Montini, del presidente di Auser Massimo Fusini, del responsabile Servizi ambientali Hera di Rimini Guido Puccinotti e di Last Minute Market, 'Farmaco amico', il progetto per la raccolta e il riutilizzo dei farmaci non scaduti. Le prime farmacie a partire sono 7: 4 comunali (la n. 1 San Francesco di via M. Rosa 3, la n. 2 di via Covignano 154, la n. 4 di via Marecchiese 135 e la n. 8 Stazione di via Clementini 34) e 3 private (Farmacia Donati Merlini di v.le Pascoli, 65 /C/D/E , Al Porto di via Coletti, 55 e Centrale di via Dati 80 di Viserba). Il servizio sarà disponibile dal 4 febbraio 2020. Il progetto è promosso dal Gruppo Hera e dal comune di Rimini per creare una rete solidale sul territorio e vede il coinvolgimento di numerosi soggetti locali tra i quali Ausl Romagna, Ordine dei Farmacisti della provincia di Rimini, Farmacie comunali, Federfarma Rimini e Auser Rimini. Sarà quest’ultima ad occuparsi della fase del ritiro dei medicinali presso le 7 farmacie aderenti e presso gli altri punti di raccolta, e a portarli poi presso la propria sede dove, in un locale appositamente identificato, verranno immagazzinati, inventariati e selezionati.

RIMINI. I prodotti saranno raccolti nelle farmacie aderenti e gestiti dai volontari di Auser sotto la supervisione di farmacisti iscritti all’Ordine. L’avvio del progetto è stato possibile grazie al coinvolgimento di Hera e numerose realtà locali per la creazione di una rete solidale. Le prime farmacie a partire sono 7: [...]

3 febbraio 2020 0 commenti

Ausl Ravenna. Un percorso per umanizzare le cure al reparto Oncologia del ‘S.Maria delle Croci’ .

Ausl Ravenna. Un percorso per umanizzare le cure al reparto Oncologia del ‘S.Maria delle Croci’ . E proprio l'attività di sensibilizzazione ai corretti stili di vita si è concretizzata in un lavoro, svolto con gli studenti del Liceo artistico, iniziato un anno fa attraverso incontri nei quali è stata affrontata la tematica della prevenzione di malattie croniche, tra cui i tumori, attraverso una intensa campagna di stop al fumo, chiamata dagli stessi studenti 'Spegni l'ultima'. Sono state inoltre affrontate le tematiche dell'importanza di una corretta alimentazione e di una adeguata e costante attività fisica, attraverso la testimonianza diretta di pazienti che vengono seguiti presso l'Oncologia di Ravenna, e che praticano sport a qualunque livello nonostante la diagnosi di cancro. L'utilizzo di terapie sperimentali sempre più innovative e l'attenzione a tutti gli aspetti della qualità di vita del paziente, consentono infatti di rendere il cancro sempre più una malattia cronica con la quale il paziente può avere una migliore e più prolungata qualità della vita. A sostegno del progetto sono intervenuti lo Ior - Sezione di Ravenna con il costante impegno che sempre offre guidati dal presidente Mario Pretolani, e ed il Rotary Club Galla Placidia di Ravenna, dimostrando sensibilità ed impegno, al fine di orientare risorse economiche a ciò che attiene il sollievo che l’espressione dell’arte e della cromaticità, della gradualità dei colori, possono apportare a degenti, operatori e familiari.

AUSL RAVENNA. Il progetto  presentato è relativo ad un percorso di umanizzazione delle cure dell’ospedale ‘Santa Maria delle Croci’ di Ravenna rivolto in particolare agli spazi di passaggio o di percorrenza del reparto di Oncologia, frutto di una collaborazione con l’Istituto Nervi di Ravenna in stretto raccordo con la dottoressa [...]

30 gennaio 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Il progetto per sradicare l’epatite C arriva in Senato. In Italia 280 mila pazienti con Hcv.

Ausl Romagna. Il progetto per sradicare l’epatite C arriva in Senato. In Italia 280 mila pazienti con Hcv. Lo sviluppo di innovative terapie antivirali ha aggiunto un ottimo profilo di tollerabilità e preme di ottenere l’eradicazione virale nel 90-95 per cento dei pazienti che ricevono il trattamento consentendo di trattare efficacemente anche i casi più difficili e anche nei casi di pazienti che fanno o hanno fatto uso di sostanze stupefacenti. L’utilizzo di queste nuove terapie, in particolare tra questi pazienti, potrebbe dare un forte impulso all’eradicazione di questa patologia oltre a migliorare notevolmente la qualità di vita dei pazienti. E’ in corso presso l’AUSL Romagna un progetto multidiscplinare coordinato dal Centro epatologico dell’Ospedale di Faenza e dal dottor Francesco Foschi (nella foto) dell’ospedale manfredo, in collaborazione con servizi per la tossicodipendenza e medici (internisti, infettivologi e gastroenterologi) di tutta l’Azienda ed il Laboratorio unico di Pievesistina. Questo progetto ha lo scopo di effettuare, direttamente nelle strutture di riferimento delle persone con tossicodipendenza, la prescrizione di queste nuove terapie dopo aver valutato esami dei pazienti precedentemente effettuati ed una apposita ecografia epatica e fibroscan. Si stima che i casi da trattatre ancora, nell’Azienda Romagna siano poco più di 400.

AUSL ROMAGNA. L’infezione da virus dell’epatite C (Hcv) rimane una causa significativa di morbilità e mortalità a livello mondiale. Si stima che in Italia ci siano circa 280mila pazienti con Hcv ancora da diagnosticare. È quanto emerge da uno studio basato su un modello matematico presentato lo scorso novembre dalla [...]

27 gennaio 2020 0 commenti