Personaggi

 

Santarcangelo d/R. Elia, cronista della sua città. Un diario voluminoso e ricco di uomini e storie.

Santarcangelo d/R. Elia, cronista della sua città. Un diario voluminoso e ricco di uomini e storie. Lo hanno chiamato ‘giornale di notizie’ o anche più semplicemente ‘diario’, il voluminoso tomo uscito dalla incredibile raccolta di ‘note’ sulla vita cittadina ( ‘ Giornale di Notizie riguardanti Santarcangelo d/R 1700/1905 ) lasciato in eredità da Elia Gallavotti, protocollista comunale, nato a Santarcangelo il 21 giugno 1820 e qui deceduto l’8 febbraio 1909. Sostenitore del sindaco Antonio Baldini, anticlericale, Elia Gallavotti si sentì ‘guardiano della cultura e della modernità’. Quanto annota non va quindi considerato come mero appunto cronachistico. Ci fu infatti in lui il tentativo di ‘sondare’ la società attorno. Nei suoi tratti salienti: il passaggio nel 1828 a città, l’approssimarsi della ferrovia che dal 1860 corre nella ‘piana romagnola’, il rapporto della città con la campagna, il dipanarsi delle innumerevoli fiere che offrivano occasione per gli scambi maggiori, il mutare delle abitudini e perfino una particolare sensibilità verso i fenomeni naturali che per lui ‘segnano’ oltre ogni normale considerazione costumi e sviluppo della città e del suo territorio. Nella Santarcangelo di Gallavotti le ‘novità arrivano a rilento’. Mentre una classe dirigente laica si formerà non prima del 1797/1799 e, comunque, di certo, dopo il passaggio napoleonico.

SANTARCANGELO d/R. Lo hanno chiamato ‘giornale di notizie’ o anche più semplicemente ‘diario’, il voluminoso tomo uscito dalla incredibile raccolta di ‘note’ sulla vita cittadina ( ‘ Giornale di Notizie riguardanti Santarcangelo d/R 1700/1905 )  lasciato in eredità da Elia Gallavotti, protocollista comunale, nato a Santarcangelo  il 21 giugno 1820 [...]

18 ottobre 2018 0 commenti

Misano Adriatico. Chiude la stagione di ‘Gradara Corse Racing Team’. Importante ma un poco sfortunata.

Misano Adriatico. Chiude la stagione  di ‘Gradara Corse Racing Team’. Importante ma un poco sfortunata. Un finale di stagione indubbiamente spiacevole per Sabrina della Manna, che a Misano si era presentata come leader della classifica Woman, ma che già alla prima giornata ufficiale del venerdì si è trovata fuori dai giochi per l’ultima bagarre. A causa di un highside è stata trasportata in ospedale e ha riportato la frattura del malleolo, del III e V metatarso e la frattura del cuboide. Nonostante la sua assenza in pista, chiude a pari punti la classifica Woman, prima in campionato. Fa sognare Giovanni Grianti. Il pilota pesarese di casa Gradara firma il secondo crono in qualifica e la prima fila in griglia di partenza. Risultato che entusiasma e dona morale alla squadra ripagandola dell’impegno profuso durante l’intero arco della stagione. Nonostante la buona partenza e tutti i presupposti per chiudere in bellezza, a causa di un contatto con un avversario in pista è costretto anche lui al ritiro anticipato e alla sosta in ospedale. Grianti chiude ai piedi del podio la classifica generale della categoria Senior. In gara scatta bene anche Francesco Prioli che si porta subito in testa alla corsa e si impone come leader dell’ultima manche. Altresì la sfortuna non è mancata. Purtroppo, a causa di un sorpasso borderline di un avversario in pista, da secondo è scivolato in quinta posizione, perdendo punti importanti in campionato. Nonostante questo, il rider gradarese riesce a chiudere sul gradino più basso del podio in classifica generale di campionato classe Junior.

MISANO ADRIATICO/GRADARA. Il Gradara Corse Racing Team archivia la sua stagione sportiva 2018 al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Rientrati dall’ultimo doppio round del Campionato italiano velocità Supersport 300, il team gradarese si è catapultato sulla pista di casa per l’ultimo appuntamento del trofeo Yamaha R3 Cup, ancora in lizza [...]

18 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. ‘La mi bèla Madunina, ti te dòminet Milan …’: va in campo il derby ‘meraviglia’.

Non solo sport. ‘La mi bèla Madunina, ti te dòminet Milan …’: va in campo il derby ‘meraviglia’. Il quel di Santo Siro, infatti, quando rosso e nero azzurri scendono in accanita tenzone, non si perpetua altro che una lunga storia, alla quale ( in tempi diversi) ha partecipato ( come ebbe a dire il buon Boban ) ' la gran parte dei più grandi giocatori che hanno calcato un rettangolo verde da gioco del calcio'. Per omaggiare ( anno dopo anno) la Madonnina con titoli e trofei, come in nessun' altra parte ( o quasi) del Mondo. In tutto: 10 delle 62 Champions ( 16 finaliste), 36 Scudetti del Campionato più difficile al Mondo oltre ad una miriade di altri titoli e titoletti che fan di quel mitico impianto un pantheon del calcio. Se poi, vogliamo accantonare la storia per stare sul presente, beh, si sappia che ( domenica 21, ore 20,30) nonostante il ( presunto) declino, va a calcare la sacra erba di Santo Siro un valore pari a 1.177 euro. Più ricca sta la ' porzione' nerazzurra( 643 mln euro) , ma non scherza manco quella rossonera ( 534 mln euro). Inoltre, qui, vanno a confrontarsi continenti diversi: Europa, Cina, America. E infatti i media accreditati saranno una caterva. A testimonianza del nostro ( mantenuto) credito calcistico, qua e là pel Pianeta. Dovessimo, come ci invita il presidente Uefa Ceferin , allestire ( in tempi brevi) nuovi e moderni impianti potremmo davvero recuperare quella posizione di leadership tenuta fin agli anni del Triplete. Le ragazze del volley si sono fermate alla decima vittoria di seguito, battute dalla Serbia ( 1-3). Ora in semifinale dovranno incontrare la prima dell'altro girone ( Olanda, bestia nera, o Cina, olimpionica, già battuta). Sembra ci tocchi la Cina.

LA CRONACA DAL DIVANO. E adesso possiamo cominciare ad intonare ” … La mi bèla Madunina, ti te  dòminet Milan …”, per appropinquarci al meglio al derby tra i più ( se non il più) ‘ prestigioso‘ al Mondo. Con una folla sterminata di appassionati che ( oltre a popolare) Santo [...]

17 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. Torna il fantasma ‘ Operacion Puerto’. Finalmente, una ‘bella’ e ‘tosta’ Nazionale!

Non solo sport. Torna il fantasma ‘ Operacion Puerto’. Finalmente, una  ‘bella’ e ‘tosta’ Nazionale! Intanto segnaliamo la bella, inattesa e tosta Nazionale del Mancio ( finalmente) non più triste. Battuta la Polonia ( 0-1) aspettiamo il Portogallo, per decidere la prima del girone di Nations League. Ma questa volta, in aggiunta al resto, ci ha colto di sorpresa un taglio di spalla sul 'Corrierone', dal titolo ' Nado Italia analizzerà le 211 sacche di sangue'. Riferito a quell'occasione mancata dell'antidoping mondiale che, qualche annetto fa, ha attraversato come una funesta e misteriosa meteora il cielo dello sport ( soprattutto) ispanico. Sul fatto, non è molto, la corte provinciale di Madrid aveva stabilito ( bontà sua) una sorta di ' diritto all'oblio' ( in ispecie) per i clienti del ginecologo Fuentes a cui era stata indirizzata la ( famigerata e sospesa) ' Operacion Puerto'. L'Italia di Mancio il Triste s'en va a disputare un'altra finale. Con una Polska ( sconfitta dal Portogallo, 2-3) ricolma di 'italiani'. Dovesse abbassare ( ancora una volta) l'ali, ci sarebbe lo sprofondamento in Nation B; viceversa, dovesse ritornare al successo, potrà andare a contendere ai portoghesi ( già vittoriosi all'andata) il primo posto nel girone e, dunque, una concreta possibilità di qualificarsi anche al prossimo Europeo. E' ripartita col piede giusto l'Armani Milano in Champions. Continua travolgente la marcia delle ragazze azzurre al Mondiale di volley. Ora, approdate in Final six, imbattute, ma con l'incubo di superarsi. L'esperienza dei maschi insegni. Mentre, sempre per il volley maschile, va ad avviarsi il torneo più prestigioso al mondo, quello in cui 'giocansi' la miglior pallavolo del Pianeta.

LA CRONACA DAL DIVANO. Per chi s’asside su un divano non è questo un fine settimana particolarmente interessante. Tuttavia qualcosa, spulciando qua e là, si può catturare. Sempre da profani, s’intende, e comunque appassionati, sempre appassionati, per quanto va ad animare il gran mondo dello sport, lungo la Penisola ma [...]

13 ottobre 2018 0 commenti

l Verucchio. ‘San Francesco. Un’esperienza di Dio’ : al convento di ‘Santa Croce’, per il Patrono d’Italia.

l Verucchio. ‘San Francesco. Un’esperienza di Dio’ : al convento di ‘Santa Croce’, per il Patrono d’Italia. Allestita in collaborazione con il festival internazionale Cartoon Club - e grazie alla partnership fondamentale di Claudio Busignani e di Water Team - nel luogo che vide il passaggio del poverello di Assisi e che ancora oggi racchiude il cipresso secolare da lui piantato, racconta la storia del santo attraverso una selezione di fumetti sulla sua vita e le sue opere, in un excursus originale e suggestivo che prende le mosse dal fumetto italiano del dopoguerra, tra storia, leggenda e fascinazione, come nel caso del grande Franco Caprioli e 'La leggenda della pietra bianca' pubblicato su il Vittorioso (1963). Gli autori le cui tavole sono in mostra sono di grande levatura: si va da Dino Battaglia a John Buscema, dall’irriverente Altan a Gianni De Luca, da Giorgio Trevisan a Luca Salvagno, fino ai più recenti Robin, Roberto Battestini e Maurilio Tavormina. A incontrarsi in punta di matita con l’esperienza di San Francesco si sono succeduti, con accenti e modalità diverse, anche Giacinto Gaudenzi (nella fin troppo asciutta La storia d’Italia a fumetti di Enzo Biagi) e Francesco Gamba, un giovane ma già abile Gianni De Luca, Renato Frascelli, Gino Gavioli e i più contemporanei Alberto Azzimonti e Simone Delladio.

Verucchio (RN), 3 ottobre 2018 – In occasione del 4 ottobre, festa del Patrono d’Italia, al convento Santa Croce dei frati minori francescani di Villa Verucchio si celebra la figura di San Francesco d’Assisi con la mostra ’San Francesco. Un’esperienza di Dio‘. Allestita in collaborazione con il festival internazionale Cartoon Club [...]

4 ottobre 2018 0 commenti

Forlì. Due mostre in San Mercuriale. Dedicate a san Giovanni Paolo II, il grande pontefice polacco.

Forlì. Due mostre in San Mercuriale. Dedicate a san Giovanni Paolo II, il grande pontefice polacco. A quarant’anni dall’elezione di san Giovanni Paolo II, la basilica San Mercuriale di Forlì di piazza Saffi, ospiterà l’inaugurazione delle mostre 'Dal Concilio alla canonizzazione: il pensiero filosofico del Santo Padre' e 'Karol Wojtyla in bianco e nero'. L’iniziativa, organizzata dal gruppo di Preghiera di MontePaolo e dalla basilica di San Mercuriale, in collaborazione con l’Associazione culturale italo-polacca di Pontenure (PC), e con il patrocinio del comune di Forlì e l’ambasciata della repubblica di Polonia, avrà durata dal 1° al 16 ottobre 2018, con orario di apertura previsto dalle ore 7:30 alle ore 19:00 e con ingresso gratuito. Durante l’inaugurazione, fissata per lunedì 1° ottobre 2018 alle ore 20:30, si svolgerà una liturgia di ringraziamento e accoglienza della reliquia del pontefice polacco.

FORLI’. A quarant’anni dall’elezione di  san  Giovanni Paolo II, la basilica San Mercuriale di Forlì di piazza Saffi, ospiterà  l’inaugurazione delle mostre ‘Dal Concilio alla canonizzazione: il pensiero filosofico del Santo Padre‘ e ‘Karol Wojtyla in bianco e nero’. L’iniziativa, organizzata dal gruppo di Preghiera di MontePaolo e dalla basilica [...]

28 settembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’ un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola.

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’  un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola. E tuttavia non è andata poi così male la ' puntata' dei nostri ad Aragon. Nella Moto Gp, dopo Marquez sono arrivati Dovi e Jannone. Nella Moto 3, Martin s'è importo su Bezzecchi e Bastianini, con il Bez a 13 punti dal nuovo top driver ispanico. Nella Moto 2 Binder, al suo secondo successo in carriera, s'è importo su Bagnaia e Baldisserri, con il Pecco che ha allungato su Oliveira. E mentre è iniziato il Mondiale su strada, le maggiori attenzioni sono rivolte al sestetto di volley impegnato nel Mondiale. Battendo la nefasta Olanda ( 3-1) ha chiuso in testa il suo girone, con l'unica macchia nera della sconfitta contro i campioni di Russia ( 2-3). Che, per il 'nostro' Zaytzev, dovrebbero aggiudicarsi l'evento. Per lui solo, si spera, perchè l' Itavolley poco o nulla ha da invidiare ai lungagnoni della steppa. L'importante è non partire sconfitti ancor prima di scendere in campo. Se non sbagliamo ora a Torino, dove farsi largo tra le sei qualificate in Final Six: Russia, appunto, Usa, Polonia, Serbia, Stati Uniti. Bestiacce, certo, ma forse più addomesticabili di quel che vorrebbero far credere. Occhio anche al Campionato. Sempre bello, nonostante gli illuminati menagrami che vorrebbero ridurlo a torneo parrocchiale. Tra l'altro dopo un turno di Coppa non male. Dove le nostre hanno ottenuto quattro vittorie ( Inter, Juve, Milan e Lazio), un pareggio ( Napoli) e una sconfitta ( Roma). Con ranking Uefa positivo, anche sulle inglesi. La vittoria più ' significativa' è stata quella della Signora a Valencia ( 0-2) nonostante giocasse in dieci ( espulso Ronaldo), ma quella pià 'esaltante' è stata quella della Beneamata che agli sgoccioli, in perfetto stile Premier, ha rispedito con un pugno di mosche a casa la speranzosa formazione di mister Pochettino.

LA CRONACA DAL DIVANO. E ci risiamo. Ancora una volta il buon Marc Marquez, padrone di Aragon, dove gli hanno dedicato una curva ed elevato un monumento ancor prima di lasciare questa valle di lacrime, ha vinto, anzi, dominato, lasciandosi però alle spalle la solita contestazione sulle sue  non irreprensibili [...]

24 settembre 2018 0 commenti

Lugo. Tre giornate studio dedicate a Gioacchino Rossini. Aggiornamento, aperto anche al pubblico.

Lugo. Tre giornate studio dedicate a Gioacchino Rossini. Aggiornamento, aperto anche al pubblico. La prima lezione, il 21 settembre, si terrà al Liceo di Lugo, in viale degli Orsini 6; la prima parte sarà dedicata alle origini della famiglia di Rossini, insieme a Domenico Savini, storico dell’Istituto araldico genealogico italiano di Firenze. Seguirà la relazione 'Lugo ai tempi di Gioachino e nelle carte dell'archivio parrocchiale di San Giacomo' a cura del docente Giovanni Baldini e infine 'Gioachino alla ricerca dei suoi avi: vicende di un sigillo introvabile', insieme alla docente e storica dell’arte Raffaella Zama. Il 27 settembre la conferenza sarà al Polo tecnico professionale di Lugo, in via Lumagni 26. Vittorio Emiliani, saggista romano, terrà una lectio magistralis dal titolo 'Gioachino Rossini tra neoclassicismo e romanticismo, tra rivoluzioni e restaurazioni'; la lezione sarà preceduta da un intervento musicale del duo composto da Carolina Vecchi (violino) e Francesco Ruani (pianoforte), che eseguirà la Sonata kv 304 in mi minore di Mozart; a cura di Enrico Gramigna. Anche l’ultimo appuntamento, il 28 settembre, si terrà al Polo tecnico professionale.

LUGO. “Scorre bollente nelle sue vene il sangue romagnolo”: la professoressa Giovanna De Filippo, membro della commissione Teatro del Liceo di Lugo, ha organizzato un corso di aggiornamento incentrato su Gioachino Rossini e aperto anche al pubblico non docente. Il corso, in tre lezioni, rientra nelle iniziative che la città [...]

21 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. ‘Divina commedia’ nel Mondo: venerdì 21, la XXIV edizione dedicata alla Germania.

Ravenna. ‘Divina commedia’ nel Mondo: venerdì 21, la XXIV edizione dedicata alla Germania. Nella basilica di San Francesco si presenta in veste nuova la rassegna internazionale La 'Divina commedia' nel Mondo, giunta all’edizione numero 24, organizzata dal Centro relazioni culturali del Comune, dedicata quest’anno alle traduzioni tedesche.Tra le 60 traduzioni è stata presentata quella dell’austriaco Hans Werner Sokop, ma la ricchezza delle versioni tedesche richiede necessariamente di proseguire tale riflessione. Infatti malgrado il pregiudizio secondo il quale la poesia in generale e la Commedia in particolare sarebbero intraducibili, quest'ultima dal Settecento in poi è stata tradotta in tedesco – sia parzialmente che completamente – più di centosettanta volte. Non solo i romantici ma anche i filologi dell'Ottocento hanno contribuito in maniera decisiva a questa intensa ricezione. Nel Novecento la pratica della traduzione è stata portata avanti da due grandi poeti: Stefan George e Rudolf Borchardt. A riprova del grande successo dell’opera dantesca in Germania è la Deutsche Dante-Gesellschaftal, sviluppo della Dante-Verein prima società dantesca, fondata dal Karl Witte nel 1825.

RAVENNA. Venerdì 21 settembre alle 21 nella basilica di San Francesco si presenta in veste nuova la rassegna internazionale La Divina commedia nel Mondo, giunta all’edizione numero 24, organizzata dal Centro relazioni culturali del Comune, dedicata quest’anno alle traduzioni tedesche. La serata propone una tavola rotonda, coordinata dall’assessora alla Cultura [...]

19 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. Mostra: ‘ L’ultimo Dante e il cenacolo ravennate’ con l’Annuale della morte del Poeta.

Ravenna. Mostra: ‘ L’ultimo Dante e il cenacolo ravennate’ con l’Annuale della morte del Poeta. La Messa delle 11.30 nella basilica dell’ultimo saluto a Dante, San Francesco, sarà presieduta dall’arcivescovo di Ravenna–Cervia monsignor Lorenzo Ghizzoni. Concluderà la celebrazione l’omaggio reso da Firenze all’Esule: la Cerimonia dell’olio alla tomba di Dante. Parteciperà al corteo una delegazione di cittadini di Matera e, al termine della mattinata, verrà siglato un accordo tra la città di Ravenna, la fondazione Matera-Basilicata 2019 e la città di Matera capitale europea della cultura 2019 per una collaborazione culturale di lungo periodo. La comunità materana sarà infatti invitata nei prossimi mesi a partecipare, all’interno del programma di Capitale europea della Cultura 2019, alla creazione di PURGATORIO Chiamata pubblica per la 'Divina Commedia' di Dante Alighieri con ideazione, direzione artistica e regia di Marco Martinelli e Ermanna Montanari, coprodotto da Ravenna Festival-Teatro Alighieri e Fondazione Matera-Basilicata 2019 in collaborazione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, che debutterà a Matera e Ravenna tra maggio e luglio.

RAVENNA. La città entra nel vivo delle celebrazioni dantesche.  Sabato 8 settembre e domenica 9, la mostra dedicata agli amici di Dante nel suo ‘ultimo rifugio‘ e la cerimonia dell’Annuale della morte del Poeta faranno di Ravenna la scena del rito, profondo e sentito, nel quale si tiene insieme la [...]

7 settembre 2018 0 commenti