Personaggi

 

Bertinoro. Istituito il premio ‘Dante Arfelli’. Lo scrittore nostrano anche noto come l’Albert Camus italiano.

Bertinoro. Istituito il premio ‘Dante Arfelli’. Lo scrittore nostrano anche noto come l’Albert Camus italiano. La casa editrice Readerforblind, con il patrocinio del comune di Bertinoro, istituisce il premio letterario 'Dante Arfelli'. Dedicato alla figura di un importante scrittore italiano, definito l'Albert Camus italiano, nato a Bertinoro e riscoperto dalla casa editrice di Ladispoli Readerforblind. Il premio, diretto ad autori italiani e stranieri, si articola in due categorie distinte: romanzi editi e romanzi inediti. La giuria si compone, ogni anno, di direttori editoriali nazionali, scrittori, giornalisti e da una selezione di personalità culturali locali scelte, annualmente, dal comune di Bertinoro. La presidenza della giuria è assegnata alla dott. ssa Fiorangela Arfelli. Le opere dovranno pervenire entro la data del 1 dicembre 2022. La premiazione avverrà il 5 marzo 2023 nel Municipio del comune di Bertinoro. Il bando completo si trova sul sito: https://www.premiodantearfelli.it/. I edizione del premio letterario 'Dante Arfelli' Opera prima - Città di Bertinoro.'Ci auguriamo- spiega la sindaca Gessica Allegni - che il concorso possa consacrare nuovi autori nel panorama nazionale: siamo pronti ad accogliere il Premio che dà lustro alla nostra Città sotto la veste letteraria. Bertinoro diede i natali a Dante Arfelli e ne custodisce il Fondo con opere inedite: è il luogo ideale nel giorno della sua nascita, 5 marzo, per la premiazione che sarà la prima tappa di un lungo percorso per gli scrittori ed evocativo dell'autore'

BERTINORO. La casa editrice Readerforblind, con il patrocinio del comune di Bertinoro, istituisce il premio letterario ‘Dante Arfelli’. Dedicato alla figura di un importante scrittore italiano, definito l’Albert Camus italiano, nato a Bertinoro e riscoperto dalla casa editrice di Ladispoli Readerforblind, il premio, diretto ad autori italiani e stranieri, si [...]

13 settembre 2022 0 commenti

Gatteo. La capitale del Liscio. Musica e festa con oltre cento artisti e ballerini. Tutto fino al 16 settembre.

Gatteo. La capitale del Liscio. Musica e festa con oltre cento artisti e ballerini. Tutto fino al 16 settembre. L’appuntamento vedrà alternarsi sul palco dell’Arena Lido Rubicone, dalle 21, le voci più rappresentative della musica da ballo e le icone della musica italiana, insieme a Moreno il Biondo, patron dell’evento, e la sua band, l’orchestra Grande evento, reduce dai successi raccolti in Italia e in Romagna in quest’ultimo periodo di grande ripartenza del Liscio, in collaborazione con Giordano Sangiorgi, patron del Meeting delle etichette indipendenti. Proprio la sua orchestra, insieme alla 'special guest' l’orchestra 'Concerto Cantoni', coinvolgerà i presenti in uno straordinario gemellaggio tra musica da ballo tradizionale del folklore romagnolo e quella tradizionale della terra d’Emilia. Un gemellaggio che proseguirà anche domenica 11 settembre con un grande Concerto all’alba. La serata di sabato 10 settembre, che si tenne per la prima volta nel 2015 con un’edizione 'numero zero' ideata da Giordano Sangiorgi e Moreno Conficconi con il supporto del comune di Gatteo e di Riccarda Casadei, avrà tra suoi grandi ospiti il rapper Moreno, in uno straordinario duetto con Moreno il Biondo che, oltre a rinnovare i brani della tradizione del Liscio, porterà grandi sorprese nel duetto tra Moreno & Moreno. Poi sarà la volta di Beppe Carletti, leader dei Nomadi, che con la sua fisarmonica duetterà con Moreno il Biondo sui brani tradizionali del Liscio e racconterà in musica alcuni momenti della storica band. Con lui ci saranno il cantante dei Nomadi Yuri Cilloni e il bassista Massimo Vecchi. A chiudere la serata sarà Federico Martelli, grande scoperta di quest’anno nel programma Italia’s Got Talent.

  GATTEO. Sabato 10 settembre la settima edizione della Notte del Liscio sara’  come di consuetudine a Gatteo Mare,  capitale del liscio. per la serata introduttiva della “Settimana del liscio” che si terra’ dal 10 al 16 settembre, la kermesse con i migliori rappresentanti del folk emiliano-romagnolo con tantissime novita. [...]

7 settembre 2022 0 commenti

Rimini. Dal 7 settembre: rassegna, mostra e cerimonia dedicate alla grande attrice degli anni Quaranta.

Rimini. Dal 7 settembre: rassegna, mostra e cerimonia dedicate alla grande attrice degli anni Quaranta. Nacque a Prato il 7 settembre 1915, ma morì a Rimini, il 21 settembre 1998. A partire da mercoledì 7 settembre il comune di Rimini ha deciso di ricordarla con un programma di iniziative dal titolo 'A Clara Calamai'. Il 7 settembre, suo giorno di nascita, l'attrice sarà celebrata con una cerimonia alle ore 11.30 presso il cimitero monumentale di Rimini dove Clara Calamai è sepolta; qui verrà svelata una stele in suo ricordo, posta alle spalle del monumento funebre di Federico Fellini. Lo stesso giorno, alle ore 17.00, presso la Galleria dell’immagine della Biblioteca Gambalunga verrà inaugurata la mostra fotografica 'Zia Clara', curata dall’architetto riminese Marino Bonizzato, nipote della grande attrice, nella quale si potrà vedere una selezione di foto private della Calamai. La mostra rimarrà aperta fino al 28 settembre, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalla 16.00 alle 18.00 mentre al sabato dalla 9 alle 12. La settimana successiva, presso la sala della Cineteca comunale, sarà organizzata una rassegna di tre film: L'avventuriera del piano di sopra di Raffello Matarazzo (mercoledì 14 settembre), Ossessione di Luchino Visconti (mercoledì 21 settembre) e infine Profondo rosso di Dario Argento (mercoledì 28 settembre).La mostra 'Zia Clara' riguarda l’immagine privata dell'attrice. In particolare, oltre ad alcuni suoi mobili, abiti e “foto di famiglia”, sono esposte immagini di quadri e oggetti “non a caso” da lei scelti per arredare la propria casa romana. In mostra anche un plastico della stele, realizzata dai nipoti. Accompagna la mostra un’intervista, articolata in tre parti, a firma del giovane giornalista Alessandro Iannacci di Bologna.

  RIMINI. È stata una delle grandi attrici del cinema italiano. Una diva degli anni Quaranta, quintessenza del divismo autarchico, la prima che mostrò (per meno di un secondo) un seno nudo nel 1941, trasformata da Visconti che la scelse come protagonista di Ossessione, il film-manifesto del Neorealismo, ha saputo [...]

31 agosto 2022 0 commenti

Forlì. Comune e Quartiere: ricordate le vittime dell’eccidio nazifascista di Pievequinta. I nomi dei caduti.

Forlì. Comune e Quartiere: ricordate le vittime dell’eccidio nazifascista di Pievequinta. I nomi dei caduti. Omaggio alle vittime dell'eccidio nazifascista avvenuto nel 1944. La cerimonia si è svolta presso il monumento di via del Cippo, in fregio alla via Cervese, ed è stata caratterizzata dal posizionamento di una corona commemorativa, di un nastro tricolore e da un momento di raccoglimento. Questi i nomi dei caduti: don Francesco Babini, Riziero Bartolini, Alfredo Cavina, Antonio Lucchini, Biagio Molina, William Pallanti, Edgardo Ridolfi, Mario Romeo, Antonio Zoli, Luigi Zoli. Insieme a loro, il pensiero è andato a tutte le persone che hanno perso la vita a causa dei conflitti mondiali e alle sofferenze patite dalle famiglie e dei territori, in coerenza col testo scolpito sul monumento: 'Qui al di sopra delle bandiere, delle razze, delle fedi, affratellati dalla morte, caddero perché la libertà patrimonio degli uomini e dei popoli illuminasse il volto rinnovato della Patria'.

FORLI’. martedì 26 luglio, la presidente del Consiglio comunale e rappresentanti del Comitato di quartiere di Pievequinta e dell’associazione Amici della Pieve, hanno reso omaggio alle vittime dell’eccidio nazifascista avvenuto nel 1944. La cerimonia si è svolta presso il monumento di via del Cippo, in fregio alla via Cervese, ed [...]

26 luglio 2022 0 commenti

Estate 2022. Cinema, laboratori, camminate e benefattrici. Incontri a Morciano, Riccione e Rimini.

Estate 2022. Cinema, laboratori, camminate e benefattrici. Incontri a Morciano, Riccione e Rimini. Morciano di Romagna. Si parte il 17 luglio insieme a Cinema Du Desert. Incontro al parco urbano del Conca, via Stadio 22. Meglio portare una coperta per chi vuole cenare al sacco! Riccione. Dal rispetto per la biodiversità alla scoperta di Maria Boorman Ceccarini, straordinaria benefattrice, fondatrice negli ultimi anni dell’Ottocento dell’ospedale Giovanni Ceccarini e del giardino d’infanzia Maria Ceccarini, istituzioni create a beneficio dei poveri. Rimini, per meglio conoscere Maria Montessori. Educatrice e pedagogista svizzera. Lavorò in un primo tempo in tutta Europa con lo scopo di aiutare le famiglie di operai o le famiglie in fuga dalle guerre. Si trasferì poi in Italia, a Rimini, dove nel 1946 fondò e a lungo diresse il villaggio del CEIS (Centro educativo italo-svizzero).

    MORCIANO DI ROMAGNA – 17 luglio insieme a Cinema Du Desert. Incontro presso Parco urbano del Conca a Morciano di Romagna, via Stadio 22 – Occorre portare una coperta e per chi vuole anche cenare  al sacco! Ore 18 – Laboratori per bambini Momento dedicato a bambine/i tra [...]

15 luglio 2022 0 commenti

Ravenna. Storia di un figlio cattivo. Sulle orme di Agostino da Tagaste. Alla basilica di San Vitale.

Ravenna. Storia di un figlio cattivo. Sulle orme di Agostino da Tagaste. Alla basilica di San Vitale. La 'rappresentazione', che si sostanzia di pochi ed evocativi elementi scenici e di essenziali indicazioni spazio-temporali, si snoda lungo la biografia del santo, ma concentrandosi sugli anni della giovinezza e soprattutto vista attraverso gli occhi e le emozioni della madre, Monica, unico personaggio in scena – la voce del santo affidata allo stesso librettista risuonerà infatti da fuori – le cui lamentazioni, gli sfoghi e le preghiere si levano senza risposta in un dialogo con Dio. La turbolenta giovinezza di Agostino muoverà sì verso la conversione ma senza portarla a compimento, e la madre non avrà il conforto di saperlo, ché il figlio stesso – nell’artificio di una narrazione che contravviene alla verità storica – morirà nel fiore degli anni e di morte violenta. L’opera si dipana in una toccante riflessione sul bene e sul male, sulle regole, sul peccato e sulla colpa: temi sempre attuali. Tanto che la figura di Agostino viene sostanzialmente collocata fuori da un contesto storico definito, perché la sua vicenda potrebbe essere avvenuta in qualsiasi epoca e luogo. Ed è proprio il suo carattere universale e questa dimensione, tipica dell’età giovanile, ad aver attratto l’interesse dei suoi autori.

    RAVENNA. La riflessione su temi e figure spirituali che da sempre trova un posto di primo piano nei cartelloni di Ravenna Festival, in questa XXXIII edizione si esprime nell’esplorazione di sempre nuove potenzialità creative e in particolare in opere affidate all’estro e al talento di giovani autori. Come [...]

7 luglio 2022 0 commenti

Cervia. Festival della Romagna (16-19 giugno ). IX edizione, una bella serata con il piacere di ritrovarsi.

Cervia. Festival della Romagna (16-19 giugno ). IX edizione, una bella  serata con il piacere di ritrovarsi. Una serata all’insegna del ritrovarsi insieme ascoltando le parole dei poeti e delle poetesse romagnole. Questa sera alle 21.15 letture e recitazioni su testi di un gruppo significativo di poeti romagnoli che hanno lasciato un chiaro segno nella letteratura della Romagna e dell’Italia intera. Una serata speciale nella quale sul palco sotto la Torre San Michele si potranno ascoltare le rime in dialetto e le traduzioni in italiano di Olindo Guerrini-Lorenzo Stecchetti (Forlì 1845 – Bologna 1916), Tonino Guerra (Santarcangelo 1920 – Santarcangelo 2012), Giuliana Rocchi (Santarcangelo 1922 – Rimini 1996), Nino Pedretti (Santarcangelo 1923 – Rimini 1981), Mario Vespignani (Forlì 1924-Forlì 2015), Tolmino Baldassarri (Cervia 1927- Cervia 2010), Marino Monti (Galeata 1946 – Forlì 2022). Sette grandi autori letti da altrettanto sette fini dicitori e dicitrici: Maurizio Casali, Silvia Dall’Ara, Miro Gori, Ennio Gelosi, Ilario Sirri, Radames Garoia. Introduce e conduce la serata il giornalista e saggista Pietro Caruso. In media ogni lettore leggerà 4-5 silloge dell’autore scelto. Un momento particolarmente dedicato a tre figure di cui ricorrono gli anniversari: il centenario della nascita della poetessa Giuliana Rocchi, il ventesimo della morte di Tonino Guerra e la recentissima scomparsa di Marino Monti. Serata che non può prescindere dalla celebrazione del cervese Tolmino Baldassarri ( nella foto) icona della cultura e delle tradizioni locali strettamente connesse al territorio costiero cervese.

    Cervia 17 giugno. Una serata all’insegna del ritrovarsi insieme ascoltando le parole dei poeti e delle poetesse romagnole. Questa sera alle 21.15 letture e recitazioni su testi di un gruppo significativo di poeti romagnoli che hanno lasciato un chiaro segno nella letteratura della Romagna e dell’Italia intera.  Una serata [...]

17 giugno 2022 0 commenti

Cervia Milano Marittima. Comune e proprietà intenzionati a valorizzare la casa di Grazia Deledda.

Cervia Milano Marittima. Comune e proprietà intenzionati a valorizzare la casa di Grazia Deledda. L'immobile, di proprietà completamente privata, esternamente è stato mantenuto nel suo aspetto originario, in quanto soggetto a vincoli urbanistici come villino storico. Ogni ristrutturazione ha rispettato fedelmente le caratteristiche di allora, non solo nella struttura, ma anche nelle finestre, tapparelle, porte, recinzione, etc. L'interno invece, non essendo soggetto a rigidi vincoli, è stato modificato rispetto allo stato originale e ora è ad uso di due abitazioni private, una per piano, con relative e regolari residenze intestate a due persone fisiche. L'area esterna viene legittimamente utilizzata come area di sosta per il pertinenziale albergo, la cui proprietà è la stessa della casa. La proprietà si è resa disponibile, nei periodi di bassa stagione quando l'area esterna è meno utilizzata come area di sosta, ad ospitare eventi culturali e iniziative nel ricordo di Grazia Deledda, organizzate in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

    CERVIA MILANO MARITTIMA. L’Amministrazione comunale e i proprietari della casa di Grazia Deledda hanno avviato un confronto per valorizzare la dimora del premio Nobel per la letteratura. L’immobile, di proprietà completamente privata, esternamente è stato mantenuto nel suo aspetto originario, in quanto soggetto a vincoli urbanistici come villino [...]

3 giugno 2022 0 commenti

Rimini. L’omaggio a Pier Giorgio Pasini di ‘Romagna arte e storia’ che presenta il suo numero centoventi.

Rimini. L’omaggio a Pier Giorgio Pasini di ‘Romagna arte e storia’ che presenta il suo numero centoventi. Con i membri del Comitato di direzione Bruno Ballerin, Dante Bolognesi, Giordano Conti, Ferruccio Farina, Dino Mengozzi, Claudio Riva e Giulio Zavatta, sarà un’ulteriore occasione per riconoscere pubblicamente al professor Pasini il suo fondamentale ruolo di guida culturale per gli studiosi, non solo riminesi, e l’impegno e la speciale sensibilità per la divulgazione storico-artistica. Romagna Arte e Storia, nata a Rimini nel 1980, tra le iniziative editoriali più longeve e seguite della storiografia dedicata agli studi locali, festeggia con la presentazione del numero speciale dedicato al suo cofondatore e storico direttore, i suoi quarant’anni di attività. Un numero speciale di 165 pagine che oltre ai saggi a firma di tutti i componenti della redazione mobilitatisi per l’occasione, contiene un’intervista a Pasini, la sua corposa e preziosa bibliografia, i ricordi e le testimonianze di amici che con lui hanno collaborato nei numerosi impegni di studio e di contributo alle istituzioni culturali romagnole. Costruito a totale insaputa del dedicatario, contiene i contributi di Giulio Zavatta che ha curato l’intervista e la bibliografia, di Angela Fontemaggi e Orietta Piolanti con un ricordo del suo impegno per il Museo di Rimini, di Francesca Michelotti e Anna Simoncini per il Museo di San Marino, di Oreste Delucca con la cronaca di un’avventura culturale vissuta insieme in gioventù, di Paola Del Bianco con le vicende dell’importante biblioteca della nobile famiglia Battaglini. Pier Giorgio Pasini, storico dell’arte, da molti anni si occupa della cultura figurativa tra Romagna e Marche.

RIMINI. Nuovo appuntamento con la rassegna ‘Libri da queste parti‘ mercoledì 25 maggio, ore 18, nella corte di palazzo Gambalunga,  con l’Omaggio a Pier Giorgio Pasini da parte della rivista Romagna arte e Storia che presenterà il suo numero 120 (settembre-dicembre 2021) . Con i membri del Comitato di direzione Bruno [...]

23 maggio 2022 0 commenti

Forlì.’Caterina Sforza, una di noi’. Tre ‘riflettori accesi’ per scoprire le donne del suo tempo e del nostro.

Forlì.’Caterina Sforza, una di noi’. Tre ‘riflettori accesi’  per scoprire le donne del suo tempo e del nostro. La rassegna sarà organizzata in due momenti: l’Anteprima, con tre appuntamenti di avvicinamento alla figura storica di Caterina Sforza per docenti, studenti degli Istituti scolastici superiori, universitari, oltre che per tutta la cittadinanza, si svolgerà nei giorni di giovedì 5, 12 e19 maggio, mentre il vero e proprio Festival avrà luogo dal 16 al 18 giugno presso l’arena dei Musei S. Domenico con spettacoli, incontri culturali e talk show. Novità di questa edizione sarà l’area di p.zza Dante e via Theodoli dove sarà allestito un villaggio enogastronomico con FoodTruck, mercatini artigianali e il villaggio medievale. I tre incontri dell’Anteprima saranno tenuti dalla Professoressa Maria Giuseppina Muzzarelli, ordinaria di Storia medievale, Storia delle città e Storia e patrimonio culturale della moda presso l’Università di Bologna. Oltre ad essere uno dei quindici studiosi che compongono il comitato scientifico di 'Passato e Presente', il programma di Paolo Mieli su Rai Storia, e sua abituale ospite, la Muzzarelli ha compiuto studi trasversali sulla moda e il lusso, tra medioevo ed età contemporanea, sul ruolo della donna e sul rapporto femminile con la maternità e con il cibo, ed ha pubblicato libri con le più importanti case editrici italiane.

          FORLI’. L’amministrazione comunale di Forlì riaccende i riflettori sulla nuova edizione del Festival della città di Forlì, dal titolo ‘Festival di Caterina Sforza. L’anticonformista 2022′, con la direzione artistica dell’attrice e scrittrice forlivese Eleonora Mazzoni. Il Festival si configura come una rassegna multidisciplinare intesa a [...]

3 maggio 2022 0 commenti