Personaggi

 

Andrej Tarkowskij. Vita e opera di ‘ Andrej Rublev, il pittore di icone’ ( Maggioli editore).

Andrej Tarkowskij. Vita e opera di ‘ Andrej Rublev, il pittore di icone’ ( Maggioli editore). La vicenda umana di Andrej Rublev, il monaco pittore di icone, si consuma entro i confini d’una Russia arcaica o anche tardo-medievale. All’interno di un universo geograficamente smisurato su cui incombono sanguinose scorrerie tartare, feroci rivalità tra principi e potentati locali, devastanti carestie. Ma sulla steppa s’alza un affannoso respiro. Impaziente. Sempre più consistente. Foriero di venti di liberazione dall’ingiustizia e dal dolore. Che Andrej ‘avverte’ e sa ‘interpretare’. Sui sacri volti che dipinge infatti prende a riverberare la vivida luce della ‘ riscossa’. Di qualcosa che porterà al ‘rinnovamento’. Il solitario artista volto a coltivare i moti dello spirito dovrebbe risultare un uomo lontano dalla realtà storica e concreta. Dal suo estrinsecarsi. Dal suo evolversi. Eppure così non è. Perché Andrej, paradossalmente, si rivela uomo attento, addirittura anticipatore, interprete fascinoso d’un mondo lontano e allo stesso tempo vicino. Attuale. Con tutti suoi contrasti. Per il suo fondo mistico. Per la sua generosità etica. Per la sua speranza di ‘ liberazione’ dal ‘ giogo del tiranno’ sull’amata Madre Russia. I giovani avvertono tutto questo. Infatti lo cercano. Lo ascoltano. Lo applaudono. Giustamente?

ANDREJ TARKOVSKIJ. Finora sei film in vent’anni circa d’attività. Esattamente: ‘ L’infanzia di Ivan’ ( 1963); ‘Andrej Rublev’ ( 1966, distribuito nel 1969); ‘Solaris’ ( 1972); ‘Lo specchio’ (1975); ‘Stalker’ ( 1980); ‘Nostalghia’( 1983). Produzione non eccessivamente numerosa, per la verità, e tuttavia già collocata tra le più originali e [...]

7 dicembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Volley azzurro sul tetto del mondo. Calcio Champions: su 63 edizioni, 28 italiane in finale.

Non solo sport. Volley azzurro sul tetto del mondo. Calcio Champions: su 63 edizioni, 28 italiane in finale. A margine del calcio giocato da segnalare c'è una pregevole dichiarazione d'amore alla Beneamata di Icardi, giovane valente centrattacco. Dichiarazione di chi, per quel che ci riguarda, ha ben chiaro donde è arrivato. All'apice dal quale, tempo un altro anno, potrà cominciare a guadare (l'insaziabile Wanda permettendo) il mondo dall'alto. Mostrando, caso mai, anche a quelli dell'Equipe quel che pote fare. La 'vetrina' Inter è di quelle planetarie e il ragazzo argentino ' jus sanguinis' italiano, con le sue continue dichiarazioni d'amore per la grande società milanese, non mostra di appiattirsi alla folla dei tanti Pinocchio che si lasciano incantare dai tanti Lucignolo in circolazione. Del resto, auguriamocelo, lo san tutti che il calcio italiano è imparentato con l'Araba Fenice. Dovesse ritrovare una guida decente e risolvere il problema stadi, potrebbe riproporre ( in men che non si dica) un prodotto di prima qualità. Intanto, pur con tutti i suoi limiti e ritardi ( in questo preciso istante) sta già al secondo posto del ranking Uefa. Poi, nel 2019, dovesse aggiudicarsi la 13 a Champions ( su 63 disputate, 28 volte italiane in finale: 11 Milan, 9 Juve, 5 Inter, 1 Fiorentina, Roma e Samp) , fornirebbe di certo esilarante materia di sollazzo ( soprattutto) adversus gli uomini di ( poca) fede. Il basket azzurro doveva chiudere la partita qualificazione Mondiale contro la non irresistibile Polonia ma, come spesso accade in quella disciplina, che tanto ricorda quella del rugby azzurro, capace di far trenta e mai trentuno, ha inteso rinviare tutto al prossimo incontro. Bontà loro. Grande soddisfazione giunge invece dal volley maschile, con due squadre in finale ai Mondiali per club, che pongono il movimento azzurro sul tetto del mondo. Ha vinto Trento, ma per noi anche Lube può salire sul gradino più alto del podio, tanto pari sono. Altre soddisfazioni giungono dalla pallanuoto maschile, con l' indistruttibile corazzata della Pro Recco ancora imbattuta. Champions vicina?

LA CRONACA DAL DIVANO. Weekend un poco scarso, quest’ultimo, tra fine novembre/primi dicembre. A richiamare la massima attenzione è stato infatti il  Campionato, approdato al 14° turno. Dove le partite di cartello erano (sostanzialmente)  Fiorentina-Juve ( sabato 1, ore 18) Roma-Inter ( domenica 2, ore 20,30) e Atalanta-Napoli ( lunedì 3, ore [...]

3 dicembre 2018 0 commenti

Fusignano. Gran galà del ciclismo per celebrare le imprese ai Mondiali su strada di Imola 1968.

Fusignano. Gran galà del ciclismo per celebrare le imprese ai Mondiali su strada di Imola 1968. Il successo del Campionato del mondo su strada di Imola sarà ricordato durante il Gran galà dai testimoni diretti dell’impresa: Vittorio Adorni, che in quella occasione, 50 anni fa, si classificò al primo posto e Morena Tartagni che si classificò terza, prima italiana salire sul podio mondiale. Insieme a loro ci saranno anche l’allenatore fusignanese Arrigo Sacchi e Nino Ceroni, organizzatore dei Campionati del mondo di ciclismo su strada Imola ’68. Quest’anno ricade inoltre il 30 esimo anniversario della vittoria ai Mondiali di Renaix di Monica Bandini. La ciclista faentina, che nel 1988 si laureò campionessa del mondo nella 50 km a cronometro a squadre in Francia, sarà presente al Gran Galà di Fusignano per ripercorrere la sua esperienza in quella occasione. Chiude il parterre di ospiti la giovane e ravennate Sofia Collinelli, recente campionessa mondiale Juniores di ciclismo su pista in Svizzera. Nel corso della serata, inoltre, il comune di Fusignano consegnerà a Monica Bandini e Sofia Collinelli il 'Premio Caveja - Una vita per il ciclismo'.

FUSIGNANO. Una parata di sportivi al Gran galà del ciclismo che si terrà a Fusignano martedì 4 dicembre alle 21. L’auditorium ‘Arcangelo Corelli‘, in vicolo Belletti 2, ospita infatti l’evento sportivo dedicato alle imprese compiute da Vittorio Adorni e Morena Tartagni ai Mondiali di ciclismo di Imola nel 1968. L’evento [...]

29 novembre 2018 0 commenti

Cesenatico. Mostra su ‘Leonardo da Vinci al Porto Cesenatico’. Nei 500 anni dalla morte del Genio.

Cesenatico. Mostra su ‘Leonardo da Vinci al Porto Cesenatico’. Nei 500 anni dalla morte del Genio. La mostra 'Leonardo da Vinci al Porto Cesenatico' racconta dunque in modo semplice e divulgativo, con l’ausilio di un ampio apparato iconografico, la vicenda del 'passaggio' di Leonardo e il contesto storico nel quale avvenne, senza dimenticare però di fare emergere e sottolineare le implicazioni simboliche che originò nella cultura locale e fino nella promozione turistica. Saranno esposte anche le riproduzioni dei due documenti fondamentali del viaggio di Leonardo in Romagna, vale a dire il celebre 'Codice L' (il suo taccuino di appunti) e il 'lasciapassare' di Cesare Borgia che chiarisce il suo mandato, insieme alla ricostruzione del 'ponte salvatico' realizzato secondo l’ingegnoso progetto di Leonardo incastrando tra loro alcuni tronchi. La mostra è inoltre arricchita dalle tavole originali ispirate dal viaggio di Leonardo e dal suo rapporto con l’acqua disegnate all’acquerello da Luigi Mazzari per il calendario 2019 delle cooperative Formula Servizi e Formula Servizi alle Persone. Mazzari, forlivese, si è formato come archeologo esperto nel disegno di reperti e antiche strutture abitative, e oltre a questo ha già il suo attivo un precedente calendario dedicato ai beni culturali. La mostra natalizia inaugura anche il programma delle iniziative che con altre mostre, incontri, spettacoli, conferenze celebreranno a Cesenatico nel 2019 i 500 anni dalla morte di Leonardo.

CESENATICO. Il 6 settembre 1502 Leonardo da Vinci lascia il ricordo della sua presenza a Cesenatico tracciando sul suo taccuino, il famoso “Codice L”, un preciso rilievo del piccolo borgo marinaro accompagnato da una veduta dall’alto della rocca. Leonardo si trova a Cesenatico in qualità di ‘ingegnere generale’ di Cesare [...]

28 novembre 2018 0 commenti

Cesena. Omaggiato al ‘San Biagio’ il poeta Raffaello Baldini con ‘Treno di parole’ di Silvio Soldini.

Cesena. Omaggiato al ‘San Biagio’  il poeta Raffaello Baldini con  ‘Treno di parole’ di Silvio Soldini. E' intervenuto Rudy Gatta, attore ravennate che ha portato l'opera baldiniana nei teatri italiani. La serata è stata promossa da Fice Emilia Romagna nell'ambito della rassegna 'Riusciranno i nostri eroi', dedicata al nuovo cinema italiano. Considerato tra i maggiori poeti del Novecento, Raffaello Baldini è nato a Santarcangelo di Romagna nel 1924 e nel Dopoguerra, assieme ad altri intellettuali santarcangiolesi come Tonino Guerra, fondò il sodalizio 'E’ circal de’ giudéizi' (Il circolo del giudizio) per discutere di poesia, arte e letteratura. Baldini ha sempre scritto nel dialetto di Santarcangelo di Romagna, cantando dello spaesamento, delle nevrosi dell’uomo contemporaneo con sofferta ironia e a tratti con irresistibile comicità. Con il suo documentario, Soldini gli rende omaggio attraverso le testimonianze di scrittori e artisti, come Ermanno Cavazzoni e Ivano Marescotti, le poesie da lui lette, paesaggi romagnoli e immagini di repertorio.

CESENA. Martedì 27 novembre alle ore 21 al cinema San Biagio di Cesena è stato proiettato ‘Treno di parole – Viaggio nella poesia di Raffaello Baldini‘ (Italia/2018) di Silvio Soldini (58’), presentato alla Festa del cinema di Roma. E’ intervenuto Rudy Gatta, attore ravennate che ha portato l’opera baldiniana nei [...]

27 novembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Torna la Serie A. Tornano le ‘Coppe’: e se le nostre eroine passassero tutte e sei?

Non solo sport. Torna la Serie A. Tornano le ‘Coppe’: e se le nostre eroine passassero tutte e sei? Torna in campo anche la Serie A. Con il meraviglioso derby della Lanterna. Mentre la Signora va a farsi un viaggetto in Emilia ( Ferrara), la Roma va a ragionar con quelli( incazzati) di Udine e la Beneamata va a prendersi un the caldo a Frosinone. Nel pomeriggio domenicale, inoltre, il Diavolo s'en va all'Olimpico mezzo sbertucciato per strappare punti ad un Aquilotto che non riesce a spiccare il volo. Dagli abitacoli reconditi dell'Equipe giunge l'indiscrezione che a conquistare ' le ballon d'or' 2018 siano Modric o Varane. E non Cr7, ormai sempre più vittima perseguitata della longa manus di un incontenibile Innominato madridista. Sulle anticipazioni di calciomercato, trapela invece il possibile ritorno a Milano di Ibra. Con il Pipita sanzionato con due domeniche di squalifica e sull'orlo di una crisi di nervi. A metà settimana, poi, torneranno le Coppe, con le nostre sei in predicato di 'passare' tutte: dovesse accadere l'evento non basteranno le campane dei mille e mille campanili disseminati lungo la Penisola. Sulla vertenza Coni-Governo, infine, sembra tiri aria di collaborazione. Sembra. Perchè qui, a collaborare, chi ci pensa più?

LA CRONACA DAL DIVANO. E poi c’è chi si lamenta che nessuno legge più i giornali. Quotidiani in primis. I quali, se non andiamo errati, tra l’altre cose, non usan più a indicare le loro tirature, visto che ( sempre si dice)  sono talmente crollate che perfino i ‘monumenti storici’ [...]

23 novembre 2018 0 commenti

Astronomia. Renzo Sancisi, astronomo di grande valore. Noto all’estero, ma ancor poco nel suo Paese.

Astronomia. Renzo Sancisi, astronomo di grande valore. Noto all’estero, ma ancor poco nel suo Paese. Lui è Renzo Sancisi, nato nel 1940 a Canonica, diplomato al liceo scientifico ‘Sarpieri’ si e laureato a Bologna, nel 1965, in Fisica. Lui , oggi, è uno scienziato, o meglio un astronomo di grande valore e esperienza. Con un curriculum prestigioso: cattedra all’Università di Groningen ( Olanda), eppoi, ‘ contatti’ e ‘collaborazioni’ prestigiose presso istituti di ricerca e università internazionali in Francia, Stati Uniti, Germania e Inghilterra. Renzo Sancisi, al momento, riveste l’incarico di ordinario dell’Osservatorio Astronomico di Bologna. Il suo percorso di vita e di studioso non è affascinante, di più. E’ un percorso che sarebbe stato imperdonabile non farselo ‘raccontare’, con riflessioni e implicazioni annesse, passo dopo passo, lungo la fossa, lasciandolo sgorgare spontaneamente il suo distaccato modo di esporre capace di rendere facile il difficile. O meglio, l’ormai incredibile, della scienza moderna. Scienza moderna da lui intesa come luce. Accesa per gradi, anno dopo anno, grazie ad una ‘passione’ sempre più netta e forte e rivolta, in particolare, verso lo studio della fisica, ovvero una disciplina che più d’altre ' sembrava conciliare il desiderio di conoscere il mistero della vita, fornendo risposte attendibili ai tanti perché '. Appena laureato, Renzo Sancisi è approdato in Olanda, dove ha deciso di dedicarsi allo studio dell’astronomia.

SANTARCANGELO d/R. Non so se lo rammenta ancora, visto che ha impegni in ogni parte del mondo. Ma qualche anno fa  non era raro passeggiare con lui, in gruppo ristretto, possibilmente, esaudendo una di quelle inveterate abitudini santarcangiolesi che si consuma quotidianamente lungo la ‘fossa’ e il ‘passeggio’, e viceversa. Un [...]

23 novembre 2018 0 commenti

Riccione. ‘Ice Carpet’, format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti nei prossimi due mesi.

Riccione. ‘Ice Carpet’, format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti nei prossimi due mesi. Riccione Ice Carpet è il claim intorno a cui è organizzata la proposta di iniziative pensate per il periodo che va dal 24 novembre, data in cui si taglia il nastro della pista di ghiaccio e del villaggio di Natale, fino al 24 gennaio, momento in cui si chiude il lungo periodo delle festività invernali con la seconda edizione del Fuori Sigep, il progetto già sperimentato nel 2018 in concomitanza con la fiera internazionale in programma a Rimini. L’Amministrazione comunale, dopo aver lanciato per prima nel 2014 l’idea rivelatasi vincente di un vero e proprio prodotto turistico legato alle festività natalizie, alla luce del successo e della crescita costante negli anni e di una edizione pilota nel 2017, trasforma l’immagine del Natale in una immagine di città. Nel solco del percorso avviato, Riccione Ice Carpet 2018-19 si pone in linea di continuità con il concept, gli allestimenti scenografici e l’immaginario tracciati nella prima edizione: il colore bianco continua a essere l’elemento dominante caratterizzando gli assi portanti del centro città, da viale Ceccarini a viale Dante, dalla pista di ghiaccio alle luminarie, dalle animazioni alle scenografie.

RICCIONE. Dopo il successo dello scorso anno torna Riccione Ice Carpet, il format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti con due mesi di scenografie urbane, attrazioni, spettacoli e un ricchissimo palinsesto di eventi. Riccione Ice Carpet è il claim intorno a cui è organizzata la proposta di iniziative [...]

20 novembre 2018 0 commenti

Cesena. Consegna del premio ‘Malatesta Novello’ a Caterina Lucchi, Sergio Valzania e Claudio Vicini.

Cesena. Consegna del premio ‘Malatesta Novello’  a Caterina Lucchi, Sergio Valzania e Claudio Vicini. Istituito dal comune di Cesena nel 2007 quale riconoscimento per i cesenati di nascita o residenza che si siano distinti per la loro opera in qualsiasi campo di attività, nel corso degli anni il Premio è stato attribuito a illustri personalità rappresentative di tutti i campi, dall’economia alla politica, dal cinema alla letteratura, dall’arte allo sport. Un versatilità confermata anche quest’anno con l’assegnazione alla stilista e imprenditrice Caterina Lucchi, all’otorinolaringoiatra Claudio Vicini e al giornalista Sergio Valzania, diretto discendente dell’eroe garibaldino Eugenio Valzania. A indicarli la Commissione del premio. A presiederla il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, supportato dall’assessore Christian Castorri; gli altri componenti sono il professor Marino Biondi, docente di Storia della critica e della storiografia letteraria all’Università di Firenze, e il professor Carlo Dolcini, docente di Storia medievale all’Università di Bologna.

CESENA. E’ tutto pronto per l’edizione 2018 del ‘Premio Malatesta Novello – Città di Cesena‘, la cui cerimonia di consegna si svolgerà martedì  20 novembre (anniversario della morte di Malatesta Novello), a partire dalle ore 17 in Biblioteca Malatestiana. Istituito dal comune di Cesena nel 2007 quale riconoscimento per i [...]

20 novembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Signora, che fai? Coppe, si passa in blocco? Toto si confessa, Marc s’inchina.

Non solo sport. Signora, che fai? Coppe, si passa in blocco? Toto si confessa, Marc s’inchina. E mentre Toto Wolff, il capace manager Mercedes di bianco vestito come da corsia d'ospedale o da laboratorio analisi, si svela a Sky, spiegando poco o nulla sul come sia riuscito a far vincere il suo pilota, bravo, bravissimo, ma pur sempre 'adagiato' su un auto per ( lunghi tratti) inferiore alla ' rossa' rivale, zampilla pure quel diabolico catalano che cade senza cadere il quale, finalmente, bontà sua, è riuscito a togliersi il casco davanti al Maestro dei Maestri di quella disciplina. 'Alla soglia dei quaranta- ha ammesso l'indistruttibile catalano - non è da tutti fare quello che Valentino ha fatto nell'ultimo Gp. Dove, per un soffio, per il solito catorcio che gli hanno affibbiato fin dal primo Gp, non è riuscito a tenermi a bordone fin al termine della gara. A lui la mia ammirazione. A lui l'onore delle armi'. Giusta ammissione, anche perchè a dare esami, a stabilire livelli, non sono altri, ma ( soprattutto) il Maestro di Tavullia. Scelto dal dio delle moto per spiegare agli uomini misteri e malie di uno sport ( assai) difficile e ( costantemente) periglioso. Ultimo sguardo riservato al calcio. Di Coppa. E dove, salve sorprese, le nostre dovrebbero varcare tutte ( dicasi tutte) la soglia della qualificazione gironi. Qualche periglio lo corre l'Inter con ( vendicativo) Tottenham ( sconfitto all'andata); ma anche il Milan se non si decide finalmente a giocar da par suo, battendo il Dudelange e frenando l' Olympiacos. Come abbia fatto a perdere la Signora padrona del gioco per 80' con quei 'poveracci' dello United non lo sa manco Allegri. Un passaggio in massa nelle Coppe ci consentirebbe di mantenere il testa a testa con i ricconi della Premier per la seconda ( appetibile) piazza ranking Uefa.

LA CRONACA DAL DIVANO. Volendo, di carne sul fuoco, in questo fine settimana ce n’è a volontà. Se poi allo sport si aggiungono la cronaca di costume, l’immigrazione e le faccende di economia e di governo, non basterebbe lo spazio acquisito sul web dal nostro ‘foglio’, per soffermarci sul tutto. [...]

9 novembre 2018 0 commenti