Regione

 

Emilia Romagna. Romagna a tavola e in delivery … con il gusto. Una ristorazione che resiste e non molla.

Emilia Romagna. Romagna a tavola e  in delivery … con il gusto. Una ristorazione che resiste e non molla. Ogni martedì, di buon ora, inizia la nostra ricerca di proposte a tema dei locali romagnoli di qualità. Partiamo da Ravenna la città del Sommo poeta e, dopo una breve incursione nei Lidi ravennati nord, ci dirigiamo in Bassa Romagna. Proseguiamo allora verso ovest in direzione di Imola per conoscere le iniziative dei locali della città e del circondario che abbraccia Dozza, Sasso Marconi e Solarolo. Ripartiamo dunque alla volta verso Faenza e del suo ricco circondario, che abbraccia Brisighella e valle del Lamone. In rotta verso sud ci dirigiamo a Forlì per poi addentraci nella valle del Sole, passando per Castrocaro Terme, valle del Montone e Dovadola, valle del Bidente da Meldola, e, dalla valle del fiume Rabbi, per Predappio. Dopo tanto volteggiare, via decisi verso Forlimpopoli, città artusiana, per salire verso Bertinoro, ' terrazza della Romagna'. Una volta a Cesena percorriamo le valli del Savio fino a Bagno di Romagna, e del Rubicone, per scoprire qualche iniziativa gastronomica di rilievo offerta in delivery. All’alba di mercoledì siamo a metà del nostro viaggio che prosegue lungo l’entroterra, a Savignano sul Rubicone, e a Santarcangelo, per poi risalire lungo la Valmarecchia, prima di tornare ad ammarare sulla riviera romagnola. Sulla Costa partiamo con la perlustrazione dei Lidi ravennati sud (Lido di Savio , Milano Marittima) aperti in prevalenza nella stagione calda, per poi visitare l’antica città di Cervia, patria del sale, ed approdare a Cesenatico, ricca di ristoranti e trattorie, concentrati prevalentemente sul porto canale progettato da Leonardo da Vinci. Scendendo ulteriormente lungo la Costa attraversiamo Bellaria-Igea Marina raggiungendo le frazioni nord e sud di Rimini, tutte particolarmente vivaci durante la stagione turistica. Atterriamo quindi dentro la 'romana' Rimini che si allarga dal mare (tra Darsena e Marina centro) fino alle prime colline di San Marino. Ripartiamo successivamente alla volta di Riccione, Coriano, Misano Adriatico e Cattolica, per terminare il nostro viaggio settimanale a Morciano, nella valle del Conca.

EMILIA ROMAGNA. Romagna a tavola circuito gastronomico dal 2012 seleziona e sperimenta ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie e agriturismi romagnoli che si sono distinti per offerta gastronomica, servizio e location. Durante il lockdown abbiamo lavorato nell’ombra pubblicando gratuitamente i menù delle festività dei locali ‘Romagna a tavola’ a partire da Pasqua del [...]

15 aprile 2021 0 commenti

Ravenna. Giro d’Italia 2021, la tomba di Dante per una notte ( l’8 di aprile) illuminata ‘solo’ di ‘rosa’.

Ravenna. Giro d’Italia 2021, la tomba di Dante per una notte ( l’8 di aprile) illuminata ‘solo’ di ‘rosa’. La bicicletta, così come il poema dantesco, ha contribuito, a partire dall’inizio del secolo scorso, a tenere insieme valori, linguaggi, partecipazione. Per questo nel settimo centenario della morte di Dante è un grandissimo onore per Ravenna essere stata scelta come luogo di partenza della tappa del giro dedicata al sommo Poeta, la Ravenna-Verona, che la nostra città ospiterà il 21 maggio. A un mese esatto dalla partenza, come hanno fatto le altre città protagoniste del Giro d’Italia 2021 con un proprio monumento, la tomba di Dante, unica testimonianza materiale di un uomo che tutto il mondo conosce, ma della cui vita pochissimi sono i dati certi, è stata illuminata esternamente di rosa, il colore che caratterizza la competizione. Solo per una notte, ieri 8 aprile, un proiettore ha colorato di rosa la facciata del tempietto del Morigia, grazie alla collaborazione di CPL Concordia, a cui la città deve la nuova e suggestiva illuminazione dell’area dantesca. Una data tra l’altro emblematica per la storia di Dante perché per molti studiosi, infatti, l’8 aprile del 1300, Venerdì santo, è tra le possibili date di inizio del viaggio oltremondano che porterà il poeta al punto più alto di ogni immaginazione, a partire da quello smarrimento che tutto il mondo conosce ' Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura...'.

RAVENNA. La storia del Giro d’Italia accompagna e riflette la storia sociale italiana. Se si legge il volantino che fu consegnato ai partecipanti alla prima edizione della competizione sportiva, partita da Milano nel 1909, si può ravvisare la medesima aspirazione alla costruzione di una solida unità nazionale che trapelava anche [...]

9 aprile 2021 0 commenti

Rimini. Ponte di Tiberio, duemila anni di storia. E’ tra i 15 gioielli storici più intatti e belli al Mondo.

Rimini. Ponte di Tiberio, duemila anni di storia. E’ tra i 15  gioielli storici più intatti e belli al Mondo. Il monumento e simbolo della Città, è stato riconosciuto da 'Dove viaggi' - il sito di viaggi del Corriere - uno dei gioielli romani più importanti d’Italia, inserito fra i 15 capolavori da vedere, insieme a monumenti come il ponte Sant’Angelo a Roma, il Ponte vecchio a Firenze e il ponte dei Sospiri di Venezia. Un riconoscimento coerente con la scelta dell’amministrazione che, nell’ottica degli investimenti sui motori culturali del centro storico, ha avviato da tempo il percorso sperimentale che porterà alla definitiva pedonalizzazione del ponte. Il bimillenario ponte - collegamento tra la via Emilia e il cuore antico della città - infatti continuerà a mostrarsi nel pieno della sua bellezza, libero dal peso del traffico delle auto, diventando il simbolo di un nuovo modo di vivere gli spazi urbani del futuro, orientati alla valorizzazione e alla sostenibilità ambientale. Il progetto che resta uno degli obiettivi strategici del Piano urbano della mobilità sostenibile e del Psc, si integra con la riorganizzazione della mobilità lungo via Bastioni settentrionali e via Circonvallazione occidentale, allo scopo di allontanare dal centro storico il traffico di attraversamento. Temi che come consuetudine saranno affrontati nel rapporto fra antico e presente e che inizieranno ad essere esplorati già a partire da lunedì 15 aprile grazie al progetto UAO ideato dal 'Laboratorio aperto Rimini Tiberio' in collaborazione con il Festival del mondo antico e articolato in quattro appuntamenti formativi per le scuole e una tavola rotonda finalizzati alla realizzazione di percorsi educativi, ludici e museali per bambini e bambine dedicati alle riflessioni intorno al ponte. Ma il Festival continuerà anche in autunno con la presenza di Massimo Recalcati e un momento di approfondimento scientifico con la presentazione del volume dedicato al ponte che segnerà la conclusione delle celebrazioni.

RIMINI. Il bimillenario ponte di Tiberio di Rimini, monumento e simbolo della Città, è stato riconosciuto da ‘Dove viaggi’ – il sito di viaggi del Corriere – uno dei gioielli romani più importanti d’Italia, inserito fra i 15 capolavori da vedere, insieme a monumenti come il ponte Sant’Angelo a Roma, [...]

8 aprile 2021 0 commenti

Romagna. La tavola di Pasqua è… stellata! I locali Top capofila d’una ristorazione con asporto/delivery.

Romagna. La tavola di Pasqua è… stellata! I locali Top  capofila d’una ristorazione con asporto/delivery. Vediamo quali sono i principali locali al top, scorrendo la Romagna da nord a sud, senza dimenticare l’entroterra. Partiamo da Ravenna e, passando per Imola, arriviamo fino a Cattolica. Inoltre, al seguito della squadra dei top, potete trovare anche 26 locali a Ravenna e Bassa Romagna, 13 a Imola, 8 a Faenza, 10 a Forlì, 31 a Cesena – il territorio più prolifico – 6 a Cervia, 15 a Cesenatico, una decina in Valmarecchia, una ventina a Rimini e una quindicina tra Riccione Misano e Cattolica per un totale di ben 180 locali scelti dal Circuito gastronomico Romagna a tavola e che potete trovare qui: www.romagnaatavola.ic

ROMAGNA. Anche per il 2021 una Pasqua all’insegna delle restrizioni con i ristoranti chiusi al pubblico. In questa situazione complicata per tutti, una numerosa squadra di ristoranti stellati, o recensiti dalle guide nazionali di rilievo, scendono in campo proponendo menù di alto livello. Vediamo quali sono i principali, scorrendo la [...]

1 aprile 2021 0 commenti

Rimini. Al Comune altri 105 computer per scuole e famiglie. Oltre 1300 donazioni in meno di un anno.

Rimini. Al Comune altri 105 computer per scuole e famiglie. Oltre 1300 donazioni in meno di un anno. Un prezioso dono che si aggiunge ai 1200 pezzi di attrezzature informatica (pc, notebook e strumenti per la connessione internet) già distribuite a scuole e famiglie in meno di un anno. Si tratta di 80 computer donati dalla regione Emilia Romagna a cui se ne aggiungono altri 25 donati dalla realtà 'Trashware Cesena', che si occupa di rigenerazioni di macchine informatiche. Un’operazione importante che si è conclusa grazie al contatto con la consigliera regionale Nadia Rossi e grazie all’ass.re regionale alla Scuola Paola Salomoni, che ha fornito il contatto con la realtà cesenate. Personal computer che adesso verranno messi a disposizione delle scuole e degli studenti che ne faranno richiesta e che potranno essere utilizzati non solo per la DAD ma anche per sopperire alle diverse difficoltà economiche, accentuate da questa emergenza sanitaria, di nuclei familiari numerosi o che si trovano in difficoltà economica e non hanno risorse per acquistare le attrezzature informatiche necessarie a consentire ai propri figli di studiare. La distribuzione verrà fatta nelle prossime settimane con un avviso agli istituti comprensivi e alle scuole superiori e saranno distribuiti a seconda dello stato di necessità dei richiedenti. Una parte di questi pc (circa 30) sono già stati consegnati alla scuola Borgese, per il recente furto di computer subito alla fine del 2020. Nella scuola infatti adesso è stato installato anche un sistema di antifurto.

RIMINI. Sono 105 in tutto i personal computer desktop rigenerati, completi di schermo, tastiere e mouse che sono stati consegnati gratuitamente in via Ducale, direttamente al settore Scuola e Politiche educative. Un prezioso dono che si aggiunge ai 1200 pezzi di attrezzature informatica (pc, notebook e strumenti per la connessione [...]

31 marzo 2021 0 commenti

Romagna occidentale. Fosso Vecchio: la situazione sulla qualità delle acque. Due centraline nei punti sensibili.

Romagna occidentale. Fosso Vecchio: la situazione sulla qualità delle acque. Due centraline nei punti sensibili. Nel corso della sola stagione irrigua 2020 si sono analizzati 335 campioni d’acqua (210 riferiti ai parametri di compatibilità agronomica e multi-residuali, 125 ai parametri previsti dal quadro normativo vigente e agli idrocarburi) e 50 campioni di materiale vegetale (di cui 38 per la ricerca delle multi-residualità e 12 per analisi di tipo microbiologico). Il Consorzio ha inoltre messo in pratica un’oculata gestione idraulica dei sistemi irrigui interessati attraverso la regimazione delle acque di scolo raccolte dai canali a monte del CER, fonte primaria di approvvigionamento idrico del territorio romagnolo, nonché attraverso la turnazione dei prelievi e un servizio di messaggistica per informare le aziende agricole delle principali azioni intraprese e orientarle nei comportamenti da assumere. Quest’ultima attività ha consentito, quanto meno, di limitare l’entità dei danni accertati. A ciò si aggiunge la costante collaborazione prestata alle istituzioni e autorità impegnate nella ricerca delle possibili cause dei problemi segnalati. A partire dalla stagione irrigua 2021, avviata già dall’inizio di marzo, si è poi deciso di procedere all’installazione di due centraline nei punti più sensibili del sistema idrico interessato, per la rilevazione in continuo (24 ore su 24) di determinati parametri di qualità delle acque vettoriate lungo i canali.

ROMAGNA OCCIDENTALE.  Nel corso delle stagioni irrigue 2019 e 2020, sono stati riscontrati, in un determinato numero di aziende agricole del comparto idraulico Fosso Vecchio – porzione dell’ambito di pianura del comprensorio consortile tra il torrente Senio e il fiume Lamone -, danni colturali subiti sia da colture da seme, [...]

30 marzo 2021 0 commenti

Forlì. Inaugurata la sala vip lounge dell’aeroporto ‘Ridolfi’. Con tutti ‘ i valori tipici’ della Romagna.

Forlì. Inaugurata la sala vip lounge dell’aeroporto ‘Ridolfi’. Con tutti ‘ i valori tipici’ della Romagna. L’aeroporto di Forlì ha anticipato la sua attesa ripartenza con l’inaugurazione della nuova sala vip lounge, tramite una cerimonia decisamente gradevole e indicatrice dell’anima che lo scalo vorrà assumere, l’arrivo del primo volo commerciale programmato per martedì 30 marzo, alle 20.50. Si tratta di un’area di ospitalità per passeggeri sia di linea che di affari riccamente allestita e funzionale in grado di esprimere con immediatezza 'i valori della Romagna'. Stile di vita, salute e benessere e attenzione alla persona si incontrano in un unico ambiente, identificandosi nel progetto Long Life Formula già presente alle Terme di Castrocaro che ha ideato e realizzato gli arredamenti e l’allestimento della sala stessa. Lucia Magnani, A.D della società che gestisce il centro termale, il Grand Hotel Castrocaro e la Lucia Magnani Health Clinic ha voluto ringraziare personalmente i soci di F.A per aver creato un'opportunità di crescita per tutto le aziende del territorio.

Forlì, 29 marzo 2021 – L’aeroporto di Forlì ha anticipato la sua attesa ripartenza con l’inaugurazione della nuova sala vip lounge, tramite una cerimonia decisamente gradevole e indicatrice dell’anima che lo scalo vorrà assumere, l’arrivo del primo volo commerciale programmato per martedì 30 marzo, alle 20.50. Si tratta di un’area di ospitalità [...]

30 marzo 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Giro di Romagna per Dante. Con 4 tappe e 4 maglie ( la prima edizione, 22/25 aprile).

Emilia Romagna. Giro di Romagna per Dante. Con 4 tappe e 4 maglie ( la prima edizione, 22/25 aprile). È anche questo il Giro di Romagna per Dante Alighieri, gara ciclistica a tappe per Elite e Under 23 che si svolgerà dal 22 al 25 aprile 2021. Quattro tappe su percorsi misti, adatte agli scalatori, ai passisti e ai velocisti, per risvegliare la voglia di sfida sportiva ad altissimo livello tra i migliori team italiani, che potranno confrontarsi con numerosi coetanei stranieri per ridare slancio al proprio sogno di diventare ciclisti professionisti.La prima edizione della corsa si svolge nel pieno delle celebrazioni per 700° anniversario dalla morte di Dante Alighieri in luoghi che il Sommo Poeta, ‘primo turista in Romagna’, ha conosciuto bene, avendoli visitati in lungo e in largo da giovane, oltre ad aver citato personaggi ed episodi nella Divina Commedia, fino a trovare ospitalità in Romagna dopo il suo esilio da Firenze. E proprio in questo contesto il Giro di Romagna per Dante Alighieri si propone di raccontare Dante con un innovativo progetto di comunicazione, portato avanti con il fondamentale supporto della regione Emilia Romagna, di APT Servizi Emilia Romagna, Destinazione Romagna, Visit Romagna e delle amministrazioni dei sette Comuni sede di partenza e arrivo di tappa (Bellaria Igea Marina, Cattolica, Gradara, Ravenna, Riccione, San Leo e Santa Sofia). A organizzare il Giro di Romagna per Dante Alighieri è Extragiro, il gruppo di lavoro nato dalla collaborazione tra la Nuova ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri e Communication Clinic di Marco Pavarini. Una sinergia che, dopo il rilancio del Giro d’Italia Under 23 e l’organizzazione dei Campionati del Mondo di ciclismo Imola – Emilia Romagna 2020, continua a lanciare nuovi progetti che ruotano intorno alla bicicletta, legati alla valorizzazione dello sport e dei territori toccati, al cicloturismo, alla trasformazione della mobilità sostenibile.

  EMILIA ROMAGNA. Quattro giornate in cui sport e cultura si uniranno in un nuovo grande evento per giovani talenti del ciclismo, occasione di promozione per il territorio e opportunità di rilancio per l’economia e il turismo. È anche questo il Giro di Romagna per Dante Alighieri, gara ciclistica a [...]

29 marzo 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19, settimana 15/21 marzo.

Ausl Romagna. Quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19, settimana 15/21 marzo. Nella settimana di riferimento, si sono verificate 5.278 positività su un totale di 43.766 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 12,1 per cento, evidenziando, in questa settimana, una tendenziale stabilizzazione del trend dei nuovi casi positivi, nel territorio romagnolo. La performance dei tempi di refertazione dei tamponi, entro le 48 ore, si mantiene alta, registrando oltre il 93 per cento. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 22 marzo, si registra la quota di 780 ricoveri, con un rialzo di 59 ricoverati rispetto alla settimana scorsa, mantenendo l'azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid; anche i riempimenti nelle terapie intensive sono in rialzo, sia in termini assoluti che percentuali. 'Un’altra settimana impegnativa - commenta Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagna - sia dal punto di vista del numero dei contagi , che sul versante dell’occupazione dei posti letto in ospedale, anche se, dai dati della settimana presa in considerazione, si verifica una flebile stabilizzazione del trend di ascesa dei contagi. Questo ci conforta e conferma, la bontà delle misure restrittive intraprese dalla nostra Regione. Tuttavia la strada è ancora in salita. I contagi non stanno calando ancora sensibilmente come ci saremmo auspicati e prima che l’effetto si ripercuota sull’occupazione dei posti letto in ospedale, occorreranno alcune settimane. Nel frattempo, stiamo procedendo nella campagna di somministrazione vaccinale, sperando di poter procedere sempre più spediti, se arriveranno le forniture annunciate'.

AUSL ROMAGNA. ( Riceviamo e pubblichiamo). Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 15 al 21 [...]

25 marzo 2021 0 commenti

Emilia Romagna. L’export resiste alla pandemia. L’esportazione contiene i danni: calo ridotto (-1,5%).

Emilia Romagna. L’export resiste alla pandemia. L’esportazione contiene i danni: calo ridotto (-1,5%). La flessione del commercio estero italiano è lievemente superiore (-1,8 per cento). Peggiora l’andamento dell’export della moda, giù la metallurgia e flettono i macchinari. Al contrario, bene i mezzi di trasporto, la ceramica e vetro e l’industria del tabacco. Nel quarto trimestre l’export regionale ha sofferto del riacutizzarsi della pandemia sui mercati europei, il principale sbocco, mentre ha beneficiato della ripresa del mercato statunitense e di quelli dell’Asia orientale, Cina in particolare. L’anno 2020 caratterizzato dalla pandemia globale si chiude comunque con un risultato pesante per la Regione (-8,2 per cento) e per l’Italia (-9,7 per cento). L’Emilia Romagna si conferma la seconda regione italiana per valore delle esportazioni e ha contenuto i danni meglio della Lombardia. Pesano soprattutto i risultati negativi dei macchinari e apparecchiature meccaniche, delle industrie della moda e della metallurgia e dei prodotti in metallo. Risultati positivi per i prodotti farmaceutici. Contiene la caduta la Germania, crolla la Spagna, è allineato alla media l’andamento negli Stati Uniti, mentre l’export riprende dall’estate in Cina e riesce a crescere nell’anno in Giappone.

EMILIA ROMAGNA. Secondo i dati Istat elaborati da Unioncamere Emilia Romagna, tra ottobre e dicembre, nonostante la ripresa della pandemia, le imprese sono riuscite a contenere ulteriormente il calo delle esportazioni (-1,5 per cento) rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. La flessione del commercio estero italiano è lievemente superiore [...]

12 marzo 2021 0 commenti