Sanità & Benessere

 

Forlì. Covid: 3.998 positività su un totale di 35.712 tamponi. Incidenza al di sotto della media nazionale.

Forlì.  Covid: 3.998 positività su un totale di 35.712 tamponi. Incidenza al di sotto della media nazionale. Nella settimana di riferimento ( 28 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021) si sono verificate infatti 3.998 positività su un totale di 35.712 tamponi, con una incidenza dunque del 11,2 per cento, in aumento1,2 punti percentuali di rispetto al dato della settimana precedente; incidenza che comunque resta al di sotto della media nazionale. Su questo specifico indicatore si registra, nell’ultima settimana, un aumento nei territori di Forlì, Ravenna e Cesena, mentre Rimini, pur mantenendo l'incidenza più alta, resta stabile; quanto all’indicatore delle positività su popolazione residente si registra un incremento in tutti i territori. La percentuale di asintomatici media romagnola è in leggero calo, con la sola Ravenna che si mantiene superiore al 50 per cento. ' Ultimamente gli indicatori sono purtroppo ulteriormente cresciuti - commenta il direttore sanitario dell'Ausl Romagna Mattia Altini - . Cerchiamo di contrastare questo fenomeno con tutte le 'armi' a nostra disposizione. L'ulteriore aumento della refertazione dei tamponi entro le 48 ore, è un esempio, anche importante, di questo. Ma non basta. Tutti noi, nei nostri comportamenti quotidiani, dobbiamo continuare ad osservare le buone pratiche mirate a limitare il contagio. Cosa che, temo, nel periodo che ha portato al Natale non sia avvenuta. Certo, ora c'è anche la vaccinazione, e faremo tutto quanto in nostro potere per effettuarla il più rapidamente possibile. Ma questo non può diventare un 'liberi tutti', o ancor peggio un alibi per non seguire le buone pratiche e abbassare il livello della prudenza. Il fatto di limitare il numero dei malati, delle vittime, e di continuare ad erogare tutti i servizi e le prestazioni mirate alla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie non Covid dipende, ancora, soprattutto, da questo. Solo insieme ce la possiamo fare'. Consegnate le prime dosi in Romagna del vaccino Moderna all'ospedale di Forlì.

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 28 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021 [...]

14 gennaio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Qualità dell’aria: nuove modalità. Dopo la condanna dell’Ue all’Italia sul PM10.

Emilia Romagna. Qualità dell’aria: nuove modalità. Dopo la condanna dell’Ue all’Italia sul PM10. Le nuove disposizioni dell’Ordinanza regionale, descritte durante la conferenza stampa della regione Emilia Romagna, modificano diversi aspetti a cominciare dalle date di applicazione delle limitazioni. Le restrizioni alla circolazione di alcune tipologie di veicoli e le misure relative all’uso degli impianti di riscaldamento non saranno più fino al 31 marzo, come previsto dalla precedente ordinanza comunale - che viene revocata e sostituita - ma rimarranno in vigore fino al 30 di aprile. Entro marzo è prevista l’uscita di bandi nell’ambito del Piano di finanziamento regionale triennale per diverse aree, fra cui mobilità sostenibile, riscaldamento (sostituzione delle stufe a pellet di più vecchia concezione) e agricoltura. È prevista anche una importante campagna informativa di sensibilizzazione, un piano di controlli a campione che varia a seconda del numero di abitanti (almeno 1200 per il comune di Rimini) e finanziamenti per il sostegno al biglietto unico per il Tpl durante le domeniche ecologiche. Rispetto all’ordinanza che sarebbe andata in vigore da lunedì 11 gennaio le principali modifiche riguardano lo slittamento del divieto della circolazione fino alle autovetture euro 4 diesel (misura non conciliabile, nell’attuale emergenza pandemica, con le limitazioni di capienza imposte al trasporto pubblico locale), mentre vengono confermate le limitazioni per le auto Euro 2 a benzina (immatricolazione del 1997) e anche quelle Euro 0 ed 1, anche se hanno impianto a metano o GPL. Anche per i motocicli rimangono confermate le limitazioni per gli euro 0 e gli 1. Rimangono in vigore, come già nello scorso autunno inverno, i limiti alla circolazione per i veicoli diesel Euro 3 e categorie inferiori (Euro 2, Euro 1 e Euro 0).

EMILIA ROMAGNA. Dopo l’incontro avuto con l’assessore regionale Irene Priolo e tutti i Comuni interessati della Regione, sono state ridefinite le disposizioni per migliorare la qualità dell’aria che erano previste a partire da lunedì 11 gennaio. Si rinvia l’entrata in vigore delle limitazioni per i veicoli diesel Euro 4 ma [...]

11 gennaio 2021 0 commenti

Rimini. Piano vaccinale nelle RSA. Iniziato dalla casa di riposo per anziani ‘Oasi serena’ di Viserbella.

Rimini. Piano vaccinale nelle RSA. Iniziato dalla casa di riposo per anziani ‘Oasi serena’ di Viserbella. È iniziato a Viserbella il piano vaccinale delle RSA nella provincia di Rimini, con i 21 ospiti della struttura e i 22 dipendenti (fra cui medici e infermieri ) appartenenti al personale sanitario. Un'azione fondamentale per eliminare definitivamente la possibilità di focolai che potrebbero avere esiti drammatici sia per chi ci lavora sia per chi viene assistito. Gli ospiti e i dipendenti delle RSA infatti sono stati, sin dall'inizio della pandemia, fra quelli più a rischio di un contagio in quanto sono state tante purtroppo le strutture per anziani, in Italie e all’estero, che hanno subito perdite ingenti. Ecco perché parte anche da loro la prima tornata di vaccini che lo scorso 27 dicembre ha iniziato la sua campagna ufficiale.' Credo che la vaccinazione all’Oasi serena - ha sottolineato la vicesindaco Gloria Lisi - abbia un forte valore simbolico, soprattutto in questo ultimo giorno dell’anno. Nel senso che restituisce una speranza, proprio in quei luoghi in cui, in diverse parti del modo, si è registrato il numero di contagi più elevato'.

RIMINI. La vicesindaco Gloria Lisi ha presenziato alla vaccinazione degli anziani ospiti della struttura ‘Oasi serena’ a Rimini Nord.  È iniziato a Viserbella il piano vaccinale delle RSA nella provincia di Rimini, con i 21 ospiti della struttura e i 22 dipendenti (fra cui medici e infermieri ) appartenenti al [...]

31 dicembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Nuova fase della campagna vaccinale. Per personale sanitario, operatori e degenti Cra.

Ausl Romagna. Nuova fase della campagna vaccinale. Per personale sanitario, operatori e degenti Cra. Giovedì 31 dicembre e sabato 2 gennaio dalle ore 10 si procede alla somministrazione del vaccino nelle tre sedi già individuate (Pala De Andrè a Ravenna per la provincia di Ravenna, Fiera di Cesena per gli operatori della provincia di Forlì-Cesena e Quartiere fieristico di Rimini, per la provincia di Rimini). In questi tre punti accederanno oltre agli operatori sanitari operanti nelle strutture ospedaliere, anche i medici di medicina generale dei rispettivi territori. Complessivamente in queste due giornate saranno circa 500 gli operatori sottoposti alla somministrazione del vaccino. Si proseguirà poi dal 4 gennaio a pieno regime, quando sarà attiva la piattaforma informatica di tutta la Romagna a cui gli operatori si prenoteranno per programmare la vaccinazione. Sempre domani partirà la somministrazione agli ospiti e agli operatori delle Cra. Per questa giornata sono state individuate quattro residenze anziani presenti sui 4 ambiti territoriali: Villa Verde di Milano Marittima; Oasi serena a Viserba di Rimini, Meridiana a Cesena e Zangheri di Forlì. Anche per gli ospiti e operatori delle Cra, la programmazione e gli step delle vaccinazioni entreranno a pieno regime dal 4 gennaio 2021.

AUSL ROMAGNA. Dopo la giornata iniziale del 27 dicembre  riprende la nuova fase della campagna vaccinale in Romagna rivolta al personale sanitario, operatori e degenti delle residenze per anziani (Cra). Giovedì 31 dicembre e sabato 2 gennaio dalle ore 10   si procederà  alla somministrazione del vaccino nelle tre sedi già [...]

31 dicembre 2020 0 commenti

Riolo Terme. Nucleo Covid a Villabella. Per max 6 persone, con disabilità e disturbo psichiatrico.

Riolo Terme. Nucleo Covid a Villabella. Per max 6 persone, con disabilità e  disturbo psichiatrico. Questa scelta è stata individuata per scongiurare il diffondersi del contagio nelle strutture residenziali e gruppi appartamento e liberare preziosissimi posti letto nei reparti Covid degli ospedali del territorio, che possono così essere destinati a persone con sintomi più gravi, nello stesso tempo per garantire una cura adeguata in struttura dedicata, idonea a farsi carico delle esigenze specifiche e individuali. L’esperienza maturata dalla cooperativa Stella Assistance nella gestione dell’utenza specifica rappresenta un patrimonio di esperienza che può essere messo a disposizione del sistema integrato per contrastare la diffusione del Covid, garantendo nel contempo cure adeguate alle persone fragili in corso di negativizzazione.Il Nucleo dispone di personale attivo 24 ore su 24 e tutti gli operatori impegnati hanno svolto un ulteriore periodo di formazione con professionisti sanitari dell’Ausl: medici infettivologi, medici del dipartimento di sanità pubblica, infermieri esperti nel rischio infettivo per rafforzare la competenza e adeguare maggiormente i comportamenti alle misure di sicurezza e all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

RIOLO TERME. Ha preso il via da  giovedì 17 dicembre il servizio di Nucleo Covid per pazienti con disturbi psichiatrici, in una sezione della casa residenza per anziani ‘Villa Bella’che si trova a Riolo Terme in viale Rimembranze 22. La cooperativa Stella Assistance, in stretta collaborazione con l’Ausl della Romagna, si [...]

17 dicembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Aggiornamenti Covid 19. I dati della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre.

Ausl Romagna. Aggiornamenti Covid 19. I dati della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre. Nella settimana di riferimento si sono verificate infatti 3.376 positività su un totale di 36.806 tamponi, con una incidenza dunque del 9,2 per cento, con un lieve aumento rispetto alla settimana precedente (8,9), nonostante un calo in valore assoluto di positività (circa 400 in meno rispetto alla settimana precedente) e comunque al di sotto dell'incidenza nazionale. Su questo specifico indicatore si registra, nell’ultima settimana, un aumento nei territori di Rimini e Cesena (con un punto percentuale in più), una sostanziale situazione stazionaria a Ravenna ed un calo (due punti percentuali in meno) nel Forlivese . Mentre rispetto all’indicatore delle positività su popolazione residente si verifica un calo in tutti i territori. Restano pressochè invariate le percentuali di asintomatici con quella di Rimini ancora superiore alle altre. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, a fine della scorsa settimana la quota di 557 ricoveri (più 9 rispetto alla settimana precedente) a fronte del quale si registra però un ulteriore calo di ricoveri in terapia intensiva: meno 9,3 per cento rispetto alla settimana precedente e meno 20 per cento rispetto a due settimane fa; cala anche l'indicatore dell'incidenza dei pazienti in terapia intensiva in Romagna rispetto al totale dei ricoveri e rispetto ai residenti, dato quest'ultimo che resta inferiore a quello medio regionale.

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano,  alcuni dati relativi alla settimana dal 30 novembre al 6 dicembre (precisando che si tratta [...]

9 dicembre 2020 0 commenti

Rimini. ‘Fila in bici”: nuova ciclabile in via Roma. Buoni mobilità per testare i servizi della Velostazione.

Rimini. ‘Fila in bici”: nuova ciclabile in via Roma. Buoni mobilità per testare i servizi della Velostazione. Il progetto, la cui consegna è prevista nei primi mesi del 2021, va a completare quello che è un asse portante della Bicipolitana tra due poli strategici della città, collegandosi a sud con l'asse che conduce a Miramare e a nord, con quello in corso di realizzazione tra la stazione ferroviaria, San Giuliano e Rivabella. La ciclabile si connette con l’anello verde all’altezza del ponte su via Roma e da lì al mare e al resto della città. Attualmente i lavori sono arrivati quasi all’altezza di via Lagomaggio, dove la ciclabile dovrà proseguire, sempre su due corsie, passando sopra il ponte del sottopasso e proseguendo poi nel tratto a mare di via settembrini fino all’altezza dell’Ospedale. L’intervento in atto, ha un costo complessivo di 700mila euro e prevede un collegamento ciclabile in sede propria a due corsie per ogni senso di marcia, lungo 2,710 km. Il costo dell’investimento è coperto per il 50% (350mila euro) dalla regione Emilia Romagna grazie al 'Fondo sviluppo e coesione infrastrutture 2014/2020', il bando regionale per la promozione della mobilità ciclistica nel quale il comune di Rimini è risultato primo classificato e ha ottenuto il massimo del contributo possibile. Il progetto complessivo prevede anche la realizzazione di un parcheggio adiacente all’asilo di infanzia Il volo, intervento oggetto di uno specifico finanziamento che partirà nei primi mesi del 2021.

RIMINI.  Prosegue nel pieno rispetto dei tempi, nonostante il meteo, il progetto ‘Fila in bici’ con il quale – in queste settimane – sta prendendo forma la nuova pista ciclabile lungo l’asse stradale via Roma- via Ugo Bassi e via Settembrini. Un percorso ciclabile strategico per la città, la cui [...]

3 dicembre 2020 0 commenti

Sanità. 1° dicembre: Giornata mondiale di lotta anti Aids. Aggiornamenti Covid in provincia di Ravenna.

Sanità. 1° dicembre: Giornata mondiale di lotta anti Aids. Aggiornamenti Covid in provincia di Ravenna. Aggiornamento lotta anti Aids. La buona notizia è che nel territorio romagnolo dal 2010 al 2019 le nuove diagnosi da Hiv tra i cittadini residenti sono diminuite, passando da 129 a 67, con una incidenza che, sebbene sia sempre stata superiore rispetto a quella regionale, nel 2010 era di 12,8/100.000 abitanti mentre nel 2019 risulta più che dimezzata essendo passata a 6/100.000 abitanti. Il dato emerge dall’annuale report realizzato dal Laboratorio Unico di Pievesestina che evidenzia come l’incidenza da HIV nei residenti dell’AUSL Romagna abbia avuto un netta riduzione fino al 2013, poi dal 2013 si è stabilizzata con modeste variazioni annuali. 'Grazie al registro delle nuove diagnosi di infezione da HIV costantemente aggiornato dalla Microbiologia del Laboratorio di Pievesestina – spiega la dottoressa Simona Semprini del Laboratorio Unico di Ausl Romagna - dal 2010 nell’AUSL Romagna vengono monitorati i casi di nuove infezioni diagnosticate annualmente dai vari servizi che inviano i campioni al Laboratorio Unico; oltre ai residenti vi sono anche quelle persone che comunque vivono e vengono curate nel nostro territorio'. Aggionamento anti Covid nel Ravennate. Per il territorio provinciale di Ravenna lunedì 30 si sono registrati 182 casi: si tratta di 86 maschi e 96 femmine. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate risultano 8.062.

SANITA’ PUBBLICA. Non abbassare la guardia nei confronti di una malattia che si può curare, ma dalla quale non si può ancora guarire . Lunedì 1 dicembre si è  celebrata la Giornata mondiale contro l’Aids, un’occasione per tornare a parlare di questa malattia, riflettere sulle sue conseguenze e sulla necessità di informazione [...]

1 dicembre 2020 0 commenti

Rimini-Rsm. Sul tracciato della vecchia ferrovia un corridoio ‘green’ ciclabile per collegarsi al Titano?

Rimini-Rsm. Sul tracciato della vecchia ferrovia un corridoio ‘green’ ciclabile per collegarsi al Titano? Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino potrebbe diventare un nuovo corridoio turistico ciclabile, per collegare il mare all’antica Repubblica. L’idea è stata condivisa dall’assessore alla Mobilità e alla Pianificazione territoriale Roberta Frisoni al convegno 'L’architetto come mediatore nella progettazione urbana, tra politica e cittadinanza. Il riuso della ferrovia Rimini - San Marino', nell’ambito del ciclo d’incontri Riuso del Moderno promosso dall’Ordine degli architetti della provincia di Rimini. 'Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino, è in gran parte nella disponibilità dell’Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Frisoni - Se nel territorio maggiormente urbanizzato il tracciato è difficilmente recuperabile, nel tratto dall’incrocio su via Coriano è invece più libero. Sul percorso italiano e sammarinese sono già state fatte riflessioni negli anni, alcune presentate anche al convegno odierno in merito ad un recupero all’insegna della mobilità attiva e sostenibile. Come amministrazione comunale di Rimini stiamo già valutando la possibilità di recuperare questa parte di tracciato attraverso la realizzazione di un corridoio turistico e trasportistico dedicato alla mobilità attiva e sostenibile che possa connetterci a San Marino. Penso che potrebbe essere l’occasione per lanciare in sinergia con i comuni confinanti e con lo Stato di San Marino un nuovo corridoio green in grado anche di intercettare finanziamenti nazionali ed europei'.

RIMINI-RSM. Il tracciato della vecchia ferrovia Rimini-San Marino potrebbe diventare un nuovo corridoio turistico ciclabile, per collegare il mare all’antica Repubblica. L’idea è stata condivisa dall’assessore alla Mobilità e alla Pianificazione territoriale Roberta Frisoni al convegno ‘L’architetto come mediatore nella progettazione urbana, tra politica e cittadinanza. Il riuso della ferrovia [...]

30 novembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Ultima settimana Covid: aumento Rimini-Forlì, lieve calo Cesena e Ravenna stabile.

Ausl Romagna. Ultima settimana Covid: aumento Rimini-Forlì, lieve calo Cesena e Ravenna stabile. Ora la curva dei ricoveri sembrerebbe in via di stabilizzazione, ma su un tema così delicato il condizionale non è per noi sufficiente perchè, come abbiamo già detto, una ulteriore crescita di ricoveri significherebbe limitare di conseguenza il resto dell'attività sanitaria extra - Covid, ovviamente per le prestazioni non urgenti. Noi stiamo continuando a sfruttare ogni potenzialità per implementare sempre più il contact tracing in modo da individuare il maggior numero di casi possibili in fase iniziale così da poterli gestire a domicilio, e ringraziamo gli Enti locali che ci stanno venendo in soccorso con loro personale. Abbiamo pure attivato tamponi rapidi e convenzioni col privato. Stiamo inoltre implementando il numero di posti nelle Cra covid per pazienti fragili e paucisintomatici: ne abbiamo già 69 tra Rimini, Ravenna e Novafeltria, ne attiveremo presto altri 20 in provincia di Forlì Cesena e stiamo pensando ad una struttura per pazienti psichiatrici Covid positivi nel ravennate. Stiamo infine stingendo accordi con l'ospedalità privata, in tutti i territori, per mettere a disposizione ulteriori posti letto, esclusivamente dedicati a pazienti non Covid (questo in relazione anche alle voci che avevano prefigurato ricoveri di pazienti Covid a Villa Maria e Luce sul mare di Rimini con le quali, invece, si sta ragionando di ricoveri solo di pazienti no covid), in modo da poterli seguire adeguatamente e avere più spazi negli ospedali dell'Ausl per i pazienti Covid.

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 16 al 22 novembre (precisando che si [...]

25 novembre 2020 0 commenti