Sanità & Benessere

 

Rimini. Dal 2011 a oggi erogati 20 milioni e mezzo di litri d’acqua nelle otto ‘Case dell’acqua’ comunali.

Rimini. Dal 2011 a oggi erogati 20 milioni e mezzo di litri d’acqua nelle otto ‘Case dell’acqua’ comunali. A 11 anni dall’installazione della prima 'Casa dell’acqua' - fatta il 22 marzo del 2011 nel parco Cervi - il totale dei litri di acqua erogati (liscia e gassata) fino al 31 luglio 2022, supera dunque i 20 milioni, a cui si aggiungono i litri erogati dalla nuova casa dell’acqua Fortech che, da inizio luglio 2022, quando è stata inaugurata, a oggi, in poco tempo ha erogato più di 25.000 litri di acqua. Un numero complessivo importante, che ha portato ad un ‘risparmio’ potenziale di oltre 13 milioni e mezzo di bottiglie di plastica da un litro e mezzo evitate, che quindi non sono arrivate nei cassonetti della raccolta differenziata, evitandone lo smaltimento e l’impatto sull’ambiente. La casetta più utilizzata resta quella di via Euterpe, con oltre 4.594.869 litri erogati dalla sua inaugurazione (il 23 settembre del 2013), per una media giornaliera di oltre 1.200 litri. La rete di 'Case dell’acqua' di Rimini oggi conta otto postazioni distribuite sul territorio comunale, a partire dall’ultima inaugurata nel luglio scorso, la casa dell’acqua Fortech che si trova nella stazione di servizio in via Coriano 223, sino a quelle che, dalla loro attivazione nel 2011 in poi, si trovano al parco Cervi (via Roma), in via Lagomaggio, in via Montescudo/via Bidente, via Baroni a Viserba, parco Rodari a Santa Giustina, via Parigi a Miramare e in via Euterpe.

  RIMINI. Dal 2011 ad oggi il servizio di promozione della rete idrica ha consentito di erogare 20.472.272 litri di acqua attraverso le Case dell’acqua, di cui 1.274.174 nei primi sette mesi del 2022. Sono questi i dati contenuti nel report di Adriatica Acque al 31 luglio 2022 riferiti al [...]

12 settembre 2022 0 commenti

Bologna. Sana 2022: EmiliaRomagna, tra le regioni più bio d’Italia. Al Salone con 40 eccellenze locali.

Bologna. Sana 2022: EmiliaRomagna, tra le regioni più bio d’Italia. Al Salone con 40 eccellenze locali. La regione Emilia Romagna è l’unica regione del Nord Italia dove la produzione bio è elevata e supera l’8% della superficie agricola utilizzata: un risultato ottenuto sia per gli investimenti della Regione e sia grazie ai tanti agricoltori che soprattutto negli ultimi anni hanno accettato di cogliere la sfida del bio. L’Emilia Romagna sarà a SANA con un nutrito calendario di incontri e iniziative, e accompagnerà in fiera 5 realtà del territorio, a cui si aggiungono 35 aziende espositrici, food e non food, della collettiva della Camera di commercio di Bologna. La sostenibilità ambientale sarà al centro di SANA, che promuoverà anche alcuni approfondimenti specifici, a cominciare da Rivoluzione Bio, gli Stati generali del biologico, con gli ultimi dati dell’osservatorio SANA sui consumi e l’export del bio in Italia. Un focus particolare di SANA sarà dedicato alla colazione e all’aperitivo biologici, momenti di consumo e relax protagonisti dell’area Breakfast e dell’area Mixology. Confermata e in veste nuova, la via delle Erbe, l’iniziativa da quest’anno co-organizzata da Tecniche nuove e la rivista l’Erborista, si focalizzerà sulle erbe blu, le piante che aiutano l’umore e il cui utilizzo attenua gli effetti del blue mood, lo stato d’animo caratterizzato da umore basso e tristezza. All’interno di SANA tornerà SANATECH, il salone professionale dedicato alla filiera della produzione agroalimentare, zootecnica e del benessere, biologica ed ecosostenibile, promosso da Bologna Fiere, con il sostegno di FederBio Servizi e la segreteria tecnico-scientifica di Avenue Media.

  Bologna, 6 settembre 2022 – È tutto pronto per la 34ª edizione di SANA che aspetta il suo vasto pubblico di operatori e appassionati dall’8 all’11 settembre nel quartiere fieristico di Bologna e si conferma palcoscenico sempre più internazionale ed autorevole dove si disegna il futuro di tutto il [...]

7 settembre 2022 0 commenti

Rimini. Tante le opportunità al Bike Park per gli habitué della bici. Sconto del 30% sul noleggio.

Rimini. Tante le opportunità  al Bike Park per gli habitué della bici. Sconto del 30% sul noleggio. L’iniziativa, grazie a una convenzione con Trenitalia Tper e il comune di Rimini, incentiva l’intermodalità sostenibile favorendo il collegamento fra il treno e altri mezzi di trasporto nel rispetto dell’ambiente. Inoltre, il servizio del Bike Park di noleggio delle cargobike (6 quelle a disposizione) è gratuito fino alla fine del mese di settembre 2022. Un’opportunità per chi volesse provare questi nuovi mezzi pensati per il trasporto merci, per il trasporto dei bambini con seduta frontale su due ruote, oppure per il trasporto di persone diversamente abili a pedalata assistita. E sono tanti i servizi del Bike Park di Rimini (info 0541.1835082 www.bikeparkrimini.it): parcheggio custodito, noleggio di biciclette (monomarcia, a sei marce o elettriche, cargo bike), ciclofficina attrezzata con assistenza meccanica ed informativa 7 giorni su 7, 10 postazioni di ricarica biciclette elettriche, negozio accessori, nuovo servizio di lavanderia e un piccolo bar. E per chi è di passaggio e volesse fermarsi solo per alcune ore in città è possibile usufruire del deposito bagagli.

RIMINI. Proseguono le opportunità messe in campo per chi vuole scoprire la città di Rimini sulle due ruote. A partire dal Bike Park, proprio davanti alla stazione ferroviaria, dove parte anche il Metromare – il trasporto rapido costiero che unisce Rimini a Riccione – punto di riferimento per chi si [...]

17 agosto 2022 0 commenti

Forlì. ‘Dog-tori in reparto’: il progetto di pet-therapy dell’ Opera don Pippo attivato alla Pediatria.

Forlì. ‘Dog-tori in reparto’: il progetto di pet-therapy dell’ Opera don Pippo attivato alla Pediatria. A fine giugno è partito il progetto di pet-therapy 'Dog-tori in reparto', Interventi assistiti con animali (IAA) presso la Pediatria dell'ospedale di Forlì. 'Per fare la pet-therapy – prosegue la dottoressa Corvini - afferma la massima esperta in campo pediatrico/ospedaliero in Italia, non bastano un bambino, un cane e un referente di intervento.Andando ad operare all’interno dell’ambito della cura, la relazione che cura va costruita con gli strumenti, le letture e le competenze della relazione d’aiuto. Ciò che si instaura nella relazione con l’animale infatti nasce dalle interazioni di dinamiche emotive, sensoriali e simboliche complesse di due menti (cane-bambino), coadiuvate dalla mediazione degli operatori IAA presenti nel setting ospedaliero. Per questi motivi, le coadiutrici di Maty e Kao, cioè la sottoscritta e la dott.ssa Giulia Grigi siamo psicologhe e psicoterapeute esperte in Terapia mediata da animali e IAA e le attività sono supervisionate dalla dott.ssa Raffaella Pirini, medico veterinario esperta in IAA'. Una mattina alla settimana, per la durata di un’ora e un quarto circa, i co- terapeuti a quattrozampe, Kao e Matilde, un Golden retriver ed un Labrador retriver di tre e quattro anni, sono stati accompagnati dalle loro umane di riferimento e dalla loro dottoressa veterinaria, a far visita ai piccoli pazienti ospiti del reparto forlivese.

FORLI’. A fine giugno è partito il progetto di pet-therapy ‘Dog-tori in reparto’, Interventi assistiti con animali (IAA) presso la Pediatria dell’ospedale di Forlì, proposto  dall’équipe IAA della fondazione Opera  Don Pippo Onlus di Forlì. Il progetto, che si inserisce nelle iniziative di umanizzazione delle cure, viene realizzato in collaborazione [...]

3 agosto 2022 0 commenti

Emilia Romagna. Nuovo libro sulla Terapia forestale, una pratica di valore sociale ed economico.

Emilia Romagna. Nuovo libro sulla Terapia forestale, una pratica di  valore sociale ed economico. 'Terapia Forestale 2' esce come opera completamente nuova rispetto al precedente volume offre un quadro completo, aggiornato e originale, che ambisce a diventare il riferimento nazionale per questa disciplina in rapida espansione. Il nuovo volume sulla Terapia forestale, pubblicato da Cnr Edizioni, è frutto della campagna di ricerca condotta dal Cnr attraverso l’Istituto per la BioEconomia (Cnr-Ibe) insieme al Club alpino italiano, attraverso i relativi Comitato scienti fico centrale (Cai-Csc) e Commissione centrale medica (Cai-Ccm), e con la collaborazione scienti fica del Cer fit (Aou Careggi, Firenze).

EMILIA ROMAGNA. Per iniziativa del Club alpino italiano e dell’istituto per la BioEconomia del Consiglio nazionale delle ricerche, con la collaborazione scienti fica del Centro di riferimento regionale in fitoterapia e il patrocinio del Servizio sanitario regionale Emilia Romagna, esce il secondo libro aggiornato e originale su una pratica sanitaria [...]

2 agosto 2022 0 commenti

Forlì. Iscrizioni da tutta Italia per ‘Sharing Breath 2022: questo è il mio respiro’. I tempi del concorso.

Forlì. Iscrizioni da tutta Italia per ‘Sharing Breath 2022: questo è il mio respiro’. I tempi del concorso. Il tema è la condivisione del Respiro attraverso l’arte nella sua completa espressione perché l’arte, così come il Respiro, rappresenta qualcosa che permette di avvicinarci e condividere emozioni indipendentemente da chi siamo. Le parole, i suoni, i sapori le immagini, i gesti, le opere materiali ci possono trasportare in una dimensione in cui ogni barriera viene infranta per ritrovarci ed emozionarci insieme. La raccolta degli elaborati è partita il 30 maggio scorso, termine ultimo di invio dei lavori è il 25 agosto prossimo. La partecipazione al concorso è aperta a tutti gli studenti senza limiti di età iscritti a scuole di ogni ordine e grado. I partecipanti potranno essere soggetti singoli oppure gruppi di studenti appartenenti alla stessa classe e/o istituto scolastico e/o a classi ed istituti scolastici differenti. Ogni partecipante dovrà inviare il proprio contributo artistico attraverso l’invio di una fotografia dell’opera e di un testo di accompagnamento che ne spieghi il significato per l’artista o per il gruppo. Il concorso viene svolto senza limitazioni territoriali. I vincitori del concorso saranno premiati durante l’edizione 2022 di Sharing Breath che si terrà a Forlì l’8 e il 9 settembre 2022. Il premio in palio è un buono spesa per l’acquisto di materiale tecnologico per il valore di euro 1.000.

    FORLI’. Nell’ambito del progetto Sharing Breath 2022, promosso da AMMP O.D.V. – Associazione Morgagni malattie polmonari Forlì, Un soffio di speranza -Il sogno di Emanuela onlus Pistoia, Unione trapiantati polmone di Padova O.D.V. Padova, LIFC Lega italiana fibrosi cistica Emilia Romagna Forlì-Cesena, Hal 9000 APS Forlì, Comitato provinciale [...]

26 luglio 2022 0 commenti

Bagno di Romagna. Il ‘Bosco del benessere’, nove tappe per rigenerarsi a contatto con la natura.

Bagno di Romagna. Il ‘Bosco del benessere’, nove tappe per rigenerarsi a contatto con la natura. Bagno di Romagna allarga sempre di più la sua offerta turistica, la società Tre Terme insieme a EsploraMontagne, associazione di guide del Parco nazionale delle foreste casentinesi hanno realizzato il progetto di riqualificazione di una zona di bosco a pochi passi dal centro del paese. Sul percorso del sentiero 'Vita e salute' è nato il 'Bosco del benessere', un sentiero che si sviluppa in nove tappe pensato, progettato e realizzato per accompagnare l’escursionista in un vero e proprio 'bagno di foresta', un’immersione in natura con lo scopo di dare beneficio psicofisico, relax e serenità. In padri fondatori di questo percorso sono PierLuigi Ricci e Fabio Michelacci di Esplora Montagne che hanno saputo cogliere la visione più intima della foresta per trasmetterla alle persone che percorreranno il 'Bosco del benessere'.Insomma, una vera e nuova esperienza adatta a turisti di ogni età; praticamente all'interno di un anello di 3 km (andata e ritorno) con tutte le informazioni e le tabelle necessarie sulle peculiarità benefiche.

  BAGNO DI ROMAGNA. Bagno di Romagna allarga sempre di più la sua offerta turistica, la società Tre Terme insieme a EsploraMontagne, associazione di guide del Parco nazionale delle foreste casentinesi hanno realizzato il progetto di riqualificazione di una zona di bosco a pochi passi dal centro del paese. Sul [...]

15 luglio 2022 0 commenti

Forlì. Missione speciale per coop Elcas. Nel servizio di ‘Superquark’ sulle Mummie di Roccapelago.

Forlì. Missione speciale per coop Elcas. Nel servizio  di ‘Superquark’ sulle Mummie di Roccapelago. Servizio sulle Mummie di Roccapelago realizzato dalla troupe di Superquark, guidata dal giornalista Lorenzo Pinna e realizzato presso l’Ospedale e i laboratori del corso di Laurea di Medicina e Chirurgia di Forlì, oltre che al Museo di Roccapelago (Modena).Proprio in occasione delle riprese presso il presidio ospedaliero forlivese, si è reso necessario il supporto della cooperativa sociale E.L.C.A.S., che ha messo a disposizione a titolo completamente gratuito, una propria ambulanza completa di equipaggio specializzato, per le esigenze del regista. Mirko Traversari, antropologo fisico forlivese che ha coordinato assieme a Tiziana Rambelli di AUSL della Romagna le operazioni, e che da tempo si occupa di questi particolari casi studio in città, sottolinea che 'C’era la necessità di simulare un trasporto protetto, con mezzo e personale adeguati, dai laboratori del corso di Laurea di Medicina e Chirurgia alla volta l’UO di Radiologia, in cui era previsto il secondo set di riprese'.

    FORLI’. Mercoledì 3 agosto va  in onda in prima serata, su Rai 1, durante la puntata di ‘Superquark‘, un servizio sulle Mummie di Roccapelago realizzato dalla troupe di Superquark, guidata dal giornalista Lorenzo Pinna e realizzato presso l’Ospedale e i laboratori del corso di Laurea di Medicina e Chirurgia [...]

11 luglio 2022 0 commenti

Ausl Romagna. Strabiliante ‘Quadreria’ al Pediatria del Morgagni. Il mondo, il racconto, il gioco, il dono.

Ausl Romagna. Strabiliante ‘Quadreria’ al  Pediatria del Morgagni. Il mondo, il racconto, il gioco, il dono. 'Tutta un’altra storia' curata da Fantariciclando, nella sala d’aspetto di Pediatria dell’ospedale Morgagni Pierantoni, ha proposto ancora per poche ore le opere che autori e artisti hanno creato per illustrare i testi della scrittrice Renata Franca Flamigni. L’intero progetto 'Quadreria di Pediatria 2021/22', il 29 giugno 2022 , nella mattinata, alla presenza del primario dott. Enrico Valletta, della prof.ssa Anabela Ferreira (UNIBO) e di Flavio Milandri (presidente Fantariciclando), è terminato con il dono di 105 libri al Reparto grazie anche alla collaborazione del Soroptimist International Club e del Comitato per la lotta alla fame nel Mondo di Forlì. La strabiliante Quadreria presso Azienda USL della Romagna, reparto di Pediatria ospedale Morgagni-Pierantoni, via Forlanini, 34 – Forlì, è ad ingresso libero, nel rispetto delle attuali prescrizioni anti Covid-19, in orario di apertura al pubblico del Reparto.

    AUSL ROMAGNA. L’ultima di tre mostre artistiche, presso l’Ausl Romagna, ‘Tutta un’altra storia‘, in Pediatria a Forlì e il progetto complessivo ‘Quadreria di Pediatria 2021/22′ è terminato con un dono al Reparto grazie alla collaborazione di Fantariciclando, Soroptimist International e Comitato per la lotta alla fame nel Mondo. QUADRERIA [...]

28 giugno 2022 0 commenti

Ravennate. Un raduno per esaltare la storia della moto Lamone. Con attraversata di tre Comuni.

Ravennate. Un raduno per esaltare la storia della moto Lamone. Con attraversata di tre Comuni. ' Abbiamo voluto il Raduno - spiega Matteo Chinellato, organizzatore - per esaltare ancora una volta la storia della moto Lamone; con l'organizzazione anche della mostra della Lamone presso Villa Savoia a Glorie. Da lì partirà ill raduno, che per diverse problematiche legate a permessi, burocrazia etc, non eravamo mai riusciti ad organizzare. Quest’anno, dopo un calvario piuttosto lungo ma positivo, siamo riusciti ad ottenere i nulla osta indispensabili da Provincia di Ravenna, Questura, Polizia locale etc… Perciò la prima 'Rullata in Valle Lamone' può partire. Le problematiche legate alle autorizzazioni e permessi riguardavano lo svolgimento della sfilata/passeggiata in tre diversi Comuni, quelli di Ravenna, Russi e Bagnacavallo, e più esattamente, lungo le campagne bagnate dal fiume Lamone, che diede il nome alla moto. Con costanza e tenacia abbiamo trovato la giusta strada ed ottenuto quanto necessario. La coop.va Metallurgici e affini di Mezzano dove è stato prodotto il Lamone, attualmente, ospita la Farmacia Reale. Per questo abbiamo esposto, per 15 giorni, una moto Lamone con manifesto sulla sua storia, presso la Farmacia Reale. A dar manforte nella organizzazione del raduno e della mostra del 26 giugno è stato ( in particolare) l'amico Andrea Savorelli a cui va un sentito grazie. Qualche mese fa è stato redatto un apposito servizio sulla moto Lamone nella rivista 'In Moto' curata dal giornalista Dario Ballardini . Si è trattato di un bellissimo lavoro, molto atteso dai cittadini, tanti, troppi, al punto che in breve la rivista non era più disponibile. Molti i rimasti senza copie. L’edicola di Mezzano, tra le altre, ha visto esaurire molto rapidamente la fornitura disponibile'.

    RAVENNATE. Dopo anni, quest’anno, domenica 26 giugno,  il Raduno di biciclette a motore, ciclomotori e moto d’epoca che si terrà a Glorie, Mezzano (Ra). ” L’abbiamo voluto – spiega Matteo Chinellato, organizzatore – per esaltare ancora una volta la storia della moto Lamone; con l’organizzazione anche della   mostra della Lamone [...]

23 giugno 2022 0 commenti