Sanità & Benessere

 

Montefiore Conca. Trekking ( 29 aprile) nelle terre dell’Ungaro. Alla scoperta della Valconca.

Montefiore Conca. Trekking ( 29 aprile) nelle terre dell’Ungaro. Alla scoperta della Valconca. Accompagnati dalla guida escursionistica abilitata AIGAE Alessandro Allegrucci domenica 29 aprile, con partenza alle ore 10,30 da p.zza della Libertà, prende avvio un trekking alla scoperta dell’entroterra romagnolo. Si passeggerà alla scoperta delle bellezze paesaggistiche della media Valle del Conca tra i paesaggi agrari, boschi e selve. Dalla possente roccaforte malatestiana si percorreranno sentieri e carrarecce, tra impluvi e dolci versanti collinari, per toccare i tre rilievi che formano la corona dell’entroterra riminese: monte Auro, monte Maggiore e monte Faggeto. Tra boschi relitti ed emergenze naturalistiche verrà raccontata una storia antica 23 milioni di anni: dal Miocene al grande dominio malatestiano dell’Ungaro, fino all’Ottocento, quando i grandi eventi storici modellarono quei paesaggi agrari che ancora oggi rappresentano una bellezza meritevole di conservazione e tutela.

VALCONCA. Dopo il successo delle passeggiate alla ricerca di erbe tra i sentieri montefioresi, per gli amanti del trekking arrivano percorsi escursionistici da non perdere nelle terre dell’Ungaro. Malatesta Ungaro fu signore di Montefiore Conca nella seconda metà del XIV secolo ed è a lui che, molto probabilmente, si devono [...]

23 aprile 2018 0 commenti

Ausl Romagna. Donazione in memoria di un giovane morto nel 1992 di leucemia acuta mieloide.

Ausl Romagna. Donazione in memoria di un giovane morto nel 1992 di leucemia acuta mieloide. Importante donazione a favore dell’Ausl Romagna e in particolare all’unità operativa di 'Ematologia'. Erano presenti il primario, dottor Francesco Lanza e rappresentanti della famiglia che ha donato: Giuseppe Guernieri e l’avvocato Biagio Madonna.Giuseppe Guarnieri è il cugino di Anna Guernieri, una signora deceduta nel 2013 e che nel suo testamento olografo ha deciso di donare 120mila euro alla sanità ravennate, in memoria di Mauro Boscherini, figlio della signora Anna, e deceduto a causa di una leucemia nel 1992. La Leucemia acuta mieloide è una patologia che si origina frequentemente dalla trasformazione neoplastica di una cellula che altera i meccanismi che regolano la proliferazione e la differenziazione della cellula stessa, impedendole di moltiplicarsi. Ne consegue un accumulo, primariamente nel midollo osseo e poi nel sangue e in altri organi e tessuti, di cellule tumorali che proliferano autonomamente. Per di più il 40 per cento circa dei pazienti con leucemia acuta mieloide non presenta alterazioni citogenetiche facilmente identificabili. Recentemente, la disponibilità di innovativi strumenti di ricerca (piattaforme di sequenziamento) ha però consentito di identificare in modo accurato, ampio e sensibile una varietà di alterazioni molecolari presenti in un campione di sangue.

RAVENNA. Si è svolta presso la direzione sanitaria dell’ospedale ‘Santa Maria delle Croci’ di Ravenna, la presentazione di una importante donazione a favore dell’Ausl Romagna e in particolare all’unità operativa di ‘Ematologia’. Erano presenti il primario, dottor Francesco Lanza e rappresentanti della famiglia che ha donato: Giuseppe Guernieri e l’avvocato [...]

13 aprile 2018 0 commenti

Riccione. Ora nella ‘Perla verde’ il sistema oBike di Free floating. Previste almeno 300 biciclette.

Riccione. Ora nella ‘Perla verde’  il sistema oBike di Free floating. Previste almeno 300 biciclette. La start-up, con sede a Singapore, nel gennaio 2017 è stata la prima ad introdurre il bike sharing a flusso libero ('free floating') nel sud-est asiatico. In poco più di un anno, oBike è operativa in oltre 50 città localizzate in una trentina di nazioni, grazie agli investimenti fatti sui mezzi, sulla tecnologia e sugli standard operativi. Oggi, dopo Torino e Roma, oBike ha scelto la riviera romagnola come nuova area dove operare: ragionando per la prima volta in termini di area vasta, visto che le bici verranno posizionate in tutte le località balneari fra Ravenna e Cattolica, proprio in vista dell'estate.

RICCIONE. Dopo essere stato presentato nei giorni scorsi a Rimini e Ravenna, il servizio di biciclette pubbliche oBike – basato sull’innovativo sistema del free floating – arriva anche a Riccione. Da oggi, le bici del servizio sono disponibili in molti punti della nostra città, sia in centro che nelle aree [...]

13 aprile 2018 0 commenti

Forlì. Centro per le famiglie: incontro di soccorso pediatrico : ‘Cosa faccio, cosa non faccio, cosa penso?’.

Forlì. Centro per le famiglie: incontro di soccorso pediatrico : ‘Cosa faccio, cosa non faccio, cosa penso?’. Il ciclo, organizzato in collaborazione con Ausl Romagna e l’Associazione pediatrica forliverse, è dedicato ai genitori e fornirà alcune nozioni di primo soccorso, per affrontare con tranquillità e sicurezza le emergenze legate alla quotidianità: piccole ferite, febbre improvvisa, traumi, scottature che spesso vedono protagonisti i bambini, imparando che cosa fare e, soprattutto, che cosa non fare. Il corso è specifico per i genitori, ma è aperto a tutti coloro che si occupano di bambini. Alle serate interverranno diversi esperti: E. Valletta, direttore U.O. Pediatria; P. Baldassarri, M. Baldini, F. Capello, P. Fernicola, M. Fornaro, B. Mainetti, P. Pulvirenti, F. Vaienti, V. Venturoli, medici U.O. di Pediatria; T. Lervese, A. Raggi, medici del Pronto Soccorso; S. Spazzoli, pediatra della Pediatria di comunità; P. Scarpellini, ass. re sanitaria Dipartimento di Sanità Pubblica; A. Saletti, V. Venturi, pediatre di famiglia. Il corso è gratuito ma con iscrizione obbligatoria.

FORLI’. Lunedì 16 aprile 2018, alle ore 20.30, presso il Centro per le famiglie del comune di Forlì, viale Bolognesi n.23, si svolgerà il primo dei cinque incontri dedicato al primo soccorso pediatrico ‘Cosa faccio, cosa non faccio, cosa penso?’. Il ciclo, organizzato in collaborazione con Ausl Romagna e l’Associazione [...]

11 aprile 2018 0 commenti

Viserba Monte. Pratica MH e applicazioni alle varie disabilità alla Casa del teatro e della danza.

Viserba Monte. Pratica MH e applicazioni alle varie disabilità alla Casa del teatro e della danza. con il seminario Pratica MH e applicazioni alle varie disabilità, il percorso di formazione metodo Hobart, rivolto a chiunque desideri intraprendere una ricerca sul movimento danzato con finalità educative ed esplorare una metodologia innovativa basata sul linguaggio non verbale e su un dialogo musicale ricco e diversificato. Per favorire l’ingresso anche in itinere o la partecipazione a un singolo incontro a tema la formazione è stata strutturata in seminari a cadenza mensile che si svolgono nei fine settimana. Gli incontri del Metodo si svolgono presso La casa del teatro e della danza di Viserba Monte e sono guidati dal team di MC (Annachiara Cipriani, Milena Giorgetti, Manuela Graziani, Isabella Piva, Monica Tomasetti) con la responsabilità artistica di Claudio Gasparotto.

RIMINI VISERBA MONTE. Sabato 7 e domenica  8 aprile continua, con il seminario Pratica MH e applicazioni alle varie disabilità, il percorso di formazione Metodo Hobart, rivolto a chiunque desideri intraprendere una  ricerca sul movimento danzato con finalità educative ed esplorare una metodologia innovativa basata sul linguaggio non verbale e [...]

5 aprile 2018 0 commenti

Forlimpopoli. Ausl Romagna Cultura presenta il libro: ‘Nascere. Il parto dal tardoantico all’età moderna’.

Forlimpopoli.  Ausl Romagna Cultura presenta il libro: ‘Nascere. Il parto dal tardoantico all’età moderna’. La presentazione, moderata da Gianfranco Cerasoli, medico e membro del gruppo AUSL Cultura, proporrà agli intervenuti una pluralità di punti di vista su casi curiosi e insoliti relativo all'evento della nascita. Si alterneranno nel racconto Antonella Parmeggiani (storico), Alessandra Foscati (storico della Medicina) e Mirko Traversari (antropologo e fisico). Il parto - spiegano gli organizzatori - non è soltanto un atto biologico immutabile, ma anche un fenomeno storicizzabile, declinato in molteplici significati simbolici, vissuto e rappresentato in modi diversi, attraverso i secoli e i luoghi. Inoltre si trattava persino di un evento di grande drammaticità, fino a un passato recente, poiché, anche nelle realtà economicamente più avanzate, non di rado la nascita coincideva con la morte Infine è un fenomeno il cui studio coinvolge esperti afferenti a diversi ambiti di interesse, quali l’antropologia, la sociologia, la medicina e la storia della medicina, la religione e la politica.

FORLIMPOPOLI: Sabato 7 aprile, alle 16:30, presso la sala del Consiglio comunale di Forlimpopoli, verrà presentato il volume ‘Nascere. Il parto dalla tarda antichità all’età moderna’. La presentazione, moderata da Gianfranco Cerasoli, medico e membro del gruppo AUSL Cultura, proporrà agli intervenuti una pluralità di punti di vista su casi [...]

3 aprile 2018 0 commenti

Armonia-Consapevolezza-Ambiente-Benessere… E la partecipazione straordinaria di Yasuyuki Nemoto.

Armonia-Consapevolezza-Ambiente-Benessere… E  la partecipazione  straordinaria di Yasuyuki Nemoto. 'ACQUA VIVA' prende spunto e vuole ricollegarsi a… 'imprimere le intenzioni' all’acqua è una pratica che da millenni si rintraccia nelle tradizioni spirituali di tutto il mondo, tramite cerimoniali che si somigliano in ogni angolo del pianeta. Oggi è stata finalmente avallata dalla scienza, grazie a una serie di esperimenti sbalorditivi che dimostrano che la coscienza collettiva è capace di modificare la struttura molecolare dell’acqua, 'guarendola' laddove essa è inquinata, radioattiva o inutilizzabile dall’uomo. Water for Unity è uno straordinario movimento internazionale che raccoglie nomi di altissimo rilievo nei settori sia della scienza, che della spiritualità e delle culture tradizionali in nome di un obiettivo comune: agire sulla memoria dell’acqua per guarire il pianeta. Per la prima volta insieme, grandi scienziati occidentali e rappresentanti delle culture tradizionali della Terra ci spiegano come agire sulla memoria dell'acqua per trasformare il mondo. Il recupero di questo approccio potrebbe non solo fare del bene, ma addirittura costituire una delle principali vie di salvezza per questa nostra Madre Terra.

BENESSERE. ‘ACQUA VIVA’  prende spunto e vuole ricollegarsi a… ‘imprimere le intenzioni’ all’acqua è una pratica che da millenni si rintraccia nelle tradizioni spirituali di tutto il mondo, tramite cerimoniali che si somigliano in ogni angolo del pianeta. Oggi è stata finalmente avallata dalla scienza, grazie a una serie di esperimenti sbalorditivi [...]

30 marzo 2018 0 commenti

Rimini. 3° Paleomeeting. Due giornate molto ricche di formazione, condivisione e divertimento.

Rimini. 3° Paleomeeting. Due giornate molto ricche di formazione, condivisione e divertimento. Il movimento culturale e scientifico della Paleodiet, che sta coinvolgendo sempre più medici, nutrizionisti ed operatori del benessere, e che sta cambiando la vita a milioni di persone nel mondo, scaturisce da una serie di ricerche scientifiche che hanno rivalutato la dieta dell’uomo primitivo. Alla base vi è il principio che gli esseri umani si sono evoluti come cacciatori-raccoglitori nel Paleolitico per 2,5 milioni di anni, cioè per circa 100.000 generazioni, periodo in cui si è forgiato in nostro DNA. Ben poca cosa per i nostri geni sta rappresentando l’attuale epoca Neolitica, iniziata solo 10.000 anni fa con sole 250 generazioni, l’avvento dell’agricoltura, dell’industrializzazione, dell’inquinamento e cambiamenti per i quali non siamo 'geneticamente' pronti. Da qui il concetto di 'discordanza evolutiva'. Medici, nutrizionisti, blogger, testimoni di rinascita parleranno di esperienze, di educazione, di ricerche scientifiche, di soluzioni pratiche che cambiano la vita delle persone donando benessere, forma fisica, lucidità mentale e performance, a patto di abbandonare le cattive abitudini indotte dalla società. L’inquinamento, i cibi industriali, l’agricoltura, gli allevamenti intensivi, la sedentarietà, lo stress cronico sono le cause del degrado dell’essere umano e della più grande emergenza sanitaria della nostra storia, che stiamo vivendo proprio in questo momento.

RIMINI. ( Riceviamo e pubblichiamo)   Tutto pronto per il più importante appuntamento italiano di Medicina e nutrizione evoluzionistica, quest’anno con un programma talmente nutrito da coprire un giorno in più: due giornate ricchissime di formazione, condivisione e divertimento. Il PALEOMEETING 2018 si terrà sabato 14 e domenica 15 aprile a Rimini, [...]

26 marzo 2018 0 commenti

Forlì Cesena. Ultimi report sul monitoraggio della qualità dell’aria 2017. I controlli a San Mauro.

Forlì Cesena. Ultimi report sul monitoraggio della qualità dell’aria 2017. I controlli a San Mauro. Le stazioni di Ravennate e Montefiore, di proprietà dell’amministrazione comunale di Cesena ed installate quale prescrizione di VIA ministeriale, sono state attive dal 2009 al 2017. Avevano lo scopo di monitorare le ricadute dell’impianto di aspirazione della galleria Secante: il loro posizionamento, rispettivamente in via Ravennate e in via Leopoldo Lucchi, corrispondeva ai siti presso i quali la modellistica prevede la massima ricaduta dei fumi dall’impianto di aspirazione. In considerazione della serie storica dei monitoraggi che evidenzia la scarsa significatività dell’impatto dovuto alla emissione dei fumi dalla galleria, a partire dal 1 gennaio 2018 le cabine sono state spente e si è in attesa della dismissione definitiva da parte del Ministero. Il monitoraggio della qualità dell’aria presso la stazione situata a Forlì, in via Barsanti, è previsto dall’atto di AIA rilasciato a HERAmbiente per l’impianto di termovalorizzazione ed ha lo scopo di monitorare le ricadute delle emissioni dell’impianto. Il sito ove è collocata la stazione corrisponde al punto di massima ricaduta individuato dalla modellistica.

FORLI’ CESENA. Sul sito web della sezione Arpae di Forlì-Cesena sono disponibili i report anno 2017 relativi alle stazioni locali di monitoraggio della qualità dell’aria presso le stazioni di Ravennate e Montefiore a Cesena e presso la stazione di via Barsanti a Forlì. Le stazioni di Ravennate e Montefiore, di [...]

21 marzo 2018 0 commenti

Argomenti. Lo sport fa male? Il cardiologo: ‘ Sì, troppo è un rischio, occorre ridurre le partite’.

Argomenti. Lo sport fa male? Il cardiologo: ‘ Sì, troppo è un rischio, occorre ridurre le partite’. 'Bisogna qui considerare - spiega il cardiologo Pulcini - l'imponderabile. Possiamo fare esami, controlli, un elettrocardiogramma a riposo o sottosforzo, ed avere un esito negativo, ma non sappiamo se poi qualcosa può comunque succedere. Certo se ci fossero sintomi, anche banali, potremmo ovviamente metterci la massima attenzione... Per quanto riguarda la morte di Astori - completa il cardiologo - ho pensato ad una morte elettrica, non a un infarto, ma a una ipertrofia ventricolare destra aritmogena. Mi dispiace per quello che gli è successo, faccio le condoglianze alla famiglia. La morte di Astori è solo l'ultima di una serie. Ribadendo il concetto della imponderabilita'. Approfondiamo. Se il troppo esercizio sportivo può far male, che dire allora di campionati ben più faticanti del nostro? Della Premier, ad esempio, tanta sbandierata perchè ( secondo autorevoli pareri) è la più allenabile del Pianeta, con numerosi turni e prove massacranti di velocità-resistenza( pressochè) sconosciute in altri campionati ( Spagna e Germania a parte)?

ROMA . ( Apprendiamo) Troppo sport fa male. Puo’ sembrare un paradosso, eppure per Ivo Pulcini, cardiologo e medico dello sport, componente del Consiglio dell’Ordine dei medici di Roma, la sindrome da sovrallenamento puo’ portare ad una malattia. A proposito della tragica scomparsa del calciatore Davide Astori, ha spiegato che [...]

9 marzo 2018 0 commenti