Scuola & Università

 

Misano Adriatico. Consegnati 37 dispositivi a studenti residenti, per superare il ‘divario’ digitale.

Misano Adriatico. Consegnati 37 dispositivi a studenti residenti, per superare il ‘divario’ digitale. Destinatari del bando erano gli studenti residenti nei 9 Comuni del Distretto, di età compresa tra i 6 e i 18 anni con un indicatore ISEE non superiore ai 28 mila euro. Nel comune di Misano Adriatico sono stati consegnati 36 tablet e una saponetta Wi-Fi che consentiranno a 37 tra alunni e studenti di poter accedere alla didattica a distanza con la dotazione necessaria. In base al criterio di ripartizione che teneva conto della percentuale di popolazione scolastica residente in ogni Comune, a Misano spettava il 12,38% del fondo distrettuale di 118.000 euro, di cui 92.000 finanziati dalla Regione e la parte restante da una donazione di Zanichelli Editore. La strumentazione elettronica è stata consegnata presso gli uffici comunali.

Misano Adriatico, 25 settembre 2020 – Si sta completando la distribuzione dei dispositivi elettronici assegnati tramite un bando congiunto tra i Comuni del Distretto di Rimini Sud nell’ambito del progetto regionale per il contrasto del divario digitale nell’accesso alle opportunità educative e formative a distanza. Destinatari del bando erano gli [...]

25 settembre 2020 0 commenti

Cesena. In bici da piazza del Popolo alla scuola. Con ciclofficina creata ad hoc nel cortile dell’edificio scolastico.

Cesena. In bici da piazza del Popolo alla scuola.  Con ciclofficina creata ad hoc nel cortile dell’edificio scolastico. Si tratta di un vero e proprio laboratorio creato ad hoc all'interno del cortile scolastico e dotato delle attrezzature meccaniche di base adatte a piccole manutenzioni sulle biciclette.La proposta della ciclofficina nasce dalla necessità condivisa tra il comune di Cesena e la Scuola media di viale della Resistenza di poter disporre di una struttura di appoggio per realizzare con i ragazzi attività pratiche e palestre all’aperto legate alla cultura delle due ruote. Nello specifico, quest’opera si inserisce nell’ampio ventaglio di attività di ‘Cambiamomarcia’ dedicate all’azione di mobility management scolastico rivolta a insegnanti e ragazzi delle Scuole medie (11-14 anni) e destinata a diventare un punto di riferimento della mobilità scolastica del quartiere Oltresavio.

CESENA. Una biciclettata da piazza del Popolo alla Scuola media di viale della Resistenza. Ha preso così avvio sulle due ruote la mattinata di alcuni studenti cesenati che hanno ricevuto in consegna dall’Amministrazione comunale 23 nuove biciclette inaugurando la nuova ciclofficina scolastica realizzata nel cortile della scuola di viale della [...]

22 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Prima campanella per più di 25 mila studenti. Taglio del nastro alla nuova ‘Montessori’ di via Cuneo.

Rimini. Prima campanella per più di 25 mila studenti. Taglio del nastro alla nuova ‘Montessori’ di via Cuneo. Primo giorno di scuola per 25 mila studenti riminesi. Inaugurata dal sindaco Gnassi la nuova primaria Montessori:'Una comunità si riconosce perché esce dalle paure insieme. Ci saranno sfide inedite, problemi mai visti prima, ma la nostra porta è aperta, ai genitori chiedo spirito di comunità e di essere loro l’esempio di ciò che chiediamo ai nostri figli'. Gli studenti, a partire da quelli più piccoli dell’infanzia fino a quelli delle secondarie, hanno trovato a scuola una nuova segnaletica e dei percorsi protetti. Si tratta di una novità necessaria per il rispetto dei nuovi protocolli sul distanziamento sociale, che diventerà presto abitudine consolidata.

RIMINI. Prima campanella per più di 25 mila studenti riminesi. In quello che è il primo giorno del primo anno scolastico in tempi di Covid, Rimini si presenta con il taglio del nastro della nuova scuola elementare Montessori di via Cuneo, alla presenza del sindaco Andrea Gnassi e l’assessore ai [...]

15 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Prima campanella per oltre 25 mila studenti riminesi. L’esordio della scuola in tempo di Covid.

Rimini. Prima campanella per oltre  25 mila studenti riminesi. L’esordio della scuola in tempo di Covid. Dopo la traumatica interruzione del 22 febbraio, dovuta alla pandemia di Covid 19, riparte la scuola riminese. Un ritorno che deve fare i conti con le nuove precauzioni, normative sanitarie e comportamentali che ha visto tutto il sistema scolastico riminese, dalle Istituzioni alle Direzioni didattiche, fino alle famiglie, collaborare sin da giugno scorso per arrivare pronti alla data del 14 settembre. Tutti i plessi, classe per classe, banco per banco, sono stati modificati per essere in regola con i nuovi parametri previsti dalla legge, e ora sono pronti ad ospitare tutti gli studenti riminesi. L'assessore ai servizi educativi del comune di Rimini, Mattia Morolli, ha scelto le aule della nuova scuola primaria 'Montessori' (che sarà inaugurata proprio lunedì 14 settembre, primo giorno di scuola) per fare il punto sulle novità, i numeri e gli scenari relativi alle scuole riminesi. I numeri Saranno più di 25 mila gli studenti riminesi pronti ad iniziare il nuovo anno scolastico 2020/2021. Anche se ancora non sono state formalizzate tutte le iscrizioni, la maggior parte di questi, circa il 40%, si siederanno sui banchi delle scuole di secondo grado, il 27% su quelli delle scuole primarie, il 16% su quelli delle secondarie di primo grado, il 14% in quelli delle materne e il 3% nei nidi.

Prima campanella per più di 25 mila studenti riminesi, nell’esordio della scuola in tempo di Covid Dopo la traumatica interruzione del 22 febbraio, dovuta alla pandemia di Covid 19, riparte la scuola riminese. Un ritorno che deve fare i conti con le nuove precauzioni, normative sanitarie e comportamentali che ha [...]

11 settembre 2020 0 commenti

Bassa Romagna. Tutti a scuola! Le rette non cambiano, i costi aggiuntivi sono assorbiti dall’Unione.

Bassa Romagna. Tutti a scuola!  Le rette non cambiano, i costi aggiuntivi sono assorbiti dall’Unione. Corresponsabilità è la parola chiave di questo anno educativo: ogni famiglia si impegnerà a sottoscrivere un 'Patto di responsabilità reciproca', nel quale vengono ribadite azioni e compiti assegnati ai diversi soggetti in causa in una logica di valorizzazione delle responsabilità individuali. Dall’impegno a seguire le regole di accoglienza e muoversi con rapidità all’interno dei servizi, ad agire tempestivamente e secondo quanto previsto dalle linee guida in caso di sintomatologia sospetta, fino accogliere la scelta di svolgere la maggior parte delle esperienze della giornata all’aria aperta, in un logica di outdoor education, così da coniugare benessere e attività pedagogica e didattica restituendo ai bambini tempi e spazi di vita all’aperto. Sono garantiti inoltre tutti i servizi integrativi che riguardano anche le scuole primarie e secondarie di primo grado, tenendo ovviamente conto delle misure emanate per prevenire la diffusione dell’epidemia. Il servizio di mensa scolastica sarà effettuato con le modalità organizzative stabilite in ciascuna scuola, utilizzando i refettori, eventualmente ricorrendo a doppi turni oppure le aule, nei casi in cui non sia possibile garantire il distanziamento. Gli spazi mensa e le aule saranno igienizzate dal personale addetto alla refezione e si adotterà l’uso della monoporzione solo per il pane e i condimenti in busta. Il servizio di trasporto scolastico si svolgerà normalmente. Come ogni anno, le famiglie saranno contattate dagli autisti che effettuano il trasporto nei vari Comuni, per essere informate sulle modalità organizzative. In base alle linee guida sul trasporto scolastico, gli alunni possono salire sui mezzi di trasporto scolastico in assenza di sintomatologia e se non sono stati a contatto con persone positive al Covid-19, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni. Spetta ai genitori e ai tutori la verifica dello stato di salute dei minori affidati alla loro responsabilità.

BASSA ROMAGNA. In questo nuovo anno scolastico molte sono state le novità che hanno contraddistinto la riapertura dei nidi e delle scuole dell’infanzia comunali al fine di ridurre il rischio di contagio pur mantenendo elevato lo standard qualitativo dei servizi educativi dei Comuni della Bassa Romagna. Nell’organizzazione dell’avvio dell’anno educativo [...]

10 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Trasporto scolastico e trasporto pubblico: tutto pronto per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Rimini. Trasporto scolastico e trasporto pubblico: tutto pronto per l’inizio del nuovo anno scolastico. Trasporto pubblico e trasporto scolastico, ovvero due servizi che nel portare i ragazzi a scuola hanno il medesimo fine ma che si reggono su profonde differenze organizzative. Mentre il primo si avvale infatti della rete di trasporto disponibile per tutti i cittadini e organizzata su orari e percorsi prestabiliti, il secondo è un servizio che i Comuni riescono a organizzare basato sulla domanda individuale, ritagliato cioè sulle esigenze singole dei ragazzi che richiedono l’utilizzo del servizio dedicato e la presenza di un accompagnatore. Tutti elementi che hanno un costo e che quest’anno il comune di Rimini, con un’attenta politica della spesa, è riuscito a mantenere inalterato sul fronte delle tariffe. Si amplia invece la platea della gratuità sul fronte del trasporto pubblico scolastico e sono state assegnate risorse importanti dalla Regione per i potenziamenti necessari al servizio di trasporto pubblico per garantire i distanziamenti. Ha preso avvio dal 1° settembre l’iniziativa della regione Emilia Romagna che consentirà a 330 mila ragazzi under 14 dell'Emilia Romagna – 11.000 circa nella sola provincia di Rimini - di viaggiare gratis su bus e treni regionali nei percorsi casa-scuola e tempo libero fino al 31 agosto 2021 e poi per tutto l’anno scolastico 2021-2022. Il nuovo abbonamento è costituito da una card a cui hanno diritto i ragazzi e le ragazze nati tra il 2007 e il 2014, che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado e che consente l’accesso gratuito ai servizi urbani di trasporto pubblico e ai servizi extraurbani su bus e ferroviari su rete regionale.

RIMINI. Ormai alla vigilia della ripresa dell’attività scolastica è febbrile l’attività per la definizione degli ultimi particolari organizzativi del servizio di trasporto pubblico e di trasporto scolastico che consentiranno a tanti dei nostri ragazzi di recarsi a scuola e riprendere una normalità di vita bruscamente interrotta con l’introduzione delle disposizioni [...]

9 settembre 2020 0 commenti

Forlì. Istituto musicale’ A.Masini’: ultimi giorni per iscriversi ai corsi con l’esame d’ammissione.

Forlì. Istituto musicale’ A.Masini’:  ultimi giorni per iscriversi ai corsi con l’esame d’ammissione. Il progetto di rilancio della storica realtà cittadina propone un ricco programma che, fra tradizione enovità, offre una qualificata didattica musicale arricchita da nuove proposte. Per poter frequentare alcune classi di strumento è necessario sostenere esami di ammissione che si svolgeranno dal 7 al 9 settembre. Questi i corsi: Armonia e contrappunto, Chitarra classica, Canto, Pianoforte, Organo, Percussioni, Saxofono, Corno, Fagotto, Clarinetto, Flauto, Oboe, Tromba, Trombone, Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso e Propedeutica musicale 6/8 anni. L'offerta formativa dell'istituto musicale Angelo Masini propone anche corsi per adulti senza esame di ammissione e corsi di perfezionamento: Maestro sostituto, Informatica musicale, Perfezionamento in Basso elettrico elettrico, Batteria, Canto moderno, Chitarra pop, rock e jazz, Pianoforte pop e jazz. Grandi novità sono rappresentate dai Corsi di musica dalla gestazione ai 3 anni del bambini e dai 3 ai 6 anni.

FORLI’. Sono ancora aperte le iscrizioni all’istituto musicale ‘Angelo Masini’ di Forlì  per l’anno scolastico 2020-2021. Il progetto di rilancio della storica realtà cittadina propone un ricco programma che, fra tradizione enovità, offre una qualificata didattica musicale arricchita da nuove proposte. Per poter frequentare alcune classi di strumento è necessario [...]

1 settembre 2020 0 commenti

Milano.Indagine. Le città che leggono di più secondo Amazon.it: è derby d’Italia tra Milano e Roma.

Milano.Indagine. Le città che leggono di più secondo Amazon.it: è derby d’Italia tra Milano e Roma. Anche quest’anno, per l’ottavo anno consecutivo, Amazon.it ha stilato la classifica delle città italiane che acquistano più libri, prendendo in esame il numero di titoli in formato cartaceo e digitale acquistati dai clienti di Amazon.it durante l’ultimo anno su base pro capite nei centri abitati con più di 90.000 abitanti. *Milano si conferma regina della lettura per l’ottavo anno consecutivo, conquistando lo scettro di città più appassionata di libri, sia in formato cartaceo sia in digitale. Roma guadagna la seconda posizione rispetto allo scorso anno mentre Torino conquista il terzo gradino del podio, scalzando così Bologna e Padova, che scivolano rispettivamente invece al quarto e ottavo posto della classifica delle città che leggono di più, e Pisa, che esce dalla top ten. La rivelazione di quest’anno è Napoli, che entra per la prima volta nella top ten volando direttamente in nona posizione. Di seguito la TOP 10 delle città italiane che leggono di più: Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze, Genova, Verona, Padova, Napoli, Trieste

Milano, 17 agosto 2020 - Durante l’estate, che si affronti un viaggio itinerante o una vacanza relax su qualche spiaggia, la lettura si conferma una compagna di viaggio che non può mancare nelle vacanze degli Italiani. Anche quest’anno, per l’ottavo anno consecutivo, Amazon.it ha stilato la classifica delle città italiane che [...]

18 agosto 2020 0 commenti

Forlì. Scuole dell’infanzia. Squadra al lavoro per riaprire a settembre. Con priorità data alla sicurezza.

Forlì. Scuole dell’infanzia. Squadra al lavoro per riaprire a settembre. Con priorità data alla sicurezza. Al centro dell'attenzione sono state poste le linee guida nazionali che contengono gli indirizzi e gli orientamenti in vista della ripartenza. Priorità è stata assegnata alla sicurezza e alla volontà di mantenere, il più possibile invariati, la qualità e la tipologia dei servizi educativi per i giovanissimi utenti e per le loro famiglie. Questo è l'obiettivo che sta animando l'intero mondo scolastico forlivese. Il 14 settembre è la data di avvio delle attività delle scuole di ogni ordine e grado. Il comune di Forlì e i gestori delle scuole private paritarie hanno da sempre anticipato di qualche giorno rispetto al calendario scolastico; nonostante i nuovi ed inediti impegni che i gestori devono affrontare in questo anno così particolare, si sta lavorando per garantire questo anticipo. Sarà cura di ogni gestore relazionarsi con le famiglie dei bambini iscritti per comunicare la data di effettivo avvio delle attività. Un nuovo incontro è stato programmato per l'ultima settimana del mese di agosto per definire al meglio le modalità organizzative che garantiscano la massima sicurezza con particolare riferimento al prolungamento di orario pomeridiano.

FORLI’. Proseguono gli incontri operativi per organizzare la riapertura delle attività scolastiche nel mese di settembre. Un importante momento di lavoro dedicato alle scuole dell’infanzia si è svolto nella mattinata di mercoledì 5 agosto ed ha visto un confronto plenario fra l’assessore alle Politiche educative Paola Casara, affiancata dalla dirigente [...]

5 agosto 2020 0 commenti

Forlì. Parrocchia di San Giuseppe Artigiano. Incontro amministratori, operatori e bimbi del Centro estivo.

Forlì. Parrocchia di San Giuseppe Artigiano. Incontro amministratori, operatori e  bimbi del Centro estivo. 'Quello della parrocchia di don Carlo è un centro estivo tra i più partecipati della Città, inaugurato non appena possibile come da indicazioni regionali, con una media di cinquanta bambini a settimana, il servizio mensa e attività di ogni tipo svolte in prevalenza all’aperto, nel rispetto dei protocolli anti-Covid o negli ampi locali della struttura parrocchiale dove i più piccoli possono muoversi in assoluta libertà e sicurezza. Gli operatori, tutti giovanissimi ma dotati di grande entusiasmo e competenze, rappresentano il motore di questa realtà organizzativa che mette al centro i più piccoli e il loro graduale ma legittimo ritorno alla normalità. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che mantengono viva questa splendida e preziosa realtà di accoglienza – hanno completato il Sindaco e l’Ass.re – grazie ai ragazzi dell’Asd Sport Academy, che si prendono cura dei bambini e gestiscono le attività del centro estivo, grazie a don Carlo che negli anni ha creato una struttura importante per il territorio della sua diocesi ma non solo, e grazie ai nostri bambini, che sono l’anima e il futuro della nostra Città'.

Forlì, 22 luglio. “Un’emozione e una gioia che solo i bambini ti possono trasmettere”. Così il sindaco Gian Luca Zattini e l’ass.re al Welfare Rosaria Tassinari hanno definito l’incontro con i tantissimi bambini, don Carlo e gli operatori dell’asssociazione Asd Sport Academy che gestiscono il Centro estivo della parrocchia forlivese [...]

23 luglio 2020 0 commenti