Sport

 

Misano Adriatico. Chiude la stagione di ‘Gradara Corse Racing Team’. Importante ma un poco sfortunata.

Misano Adriatico. Chiude la stagione  di ‘Gradara Corse Racing Team’. Importante ma un poco sfortunata. Un finale di stagione indubbiamente spiacevole per Sabrina della Manna, che a Misano si era presentata come leader della classifica Woman, ma che già alla prima giornata ufficiale del venerdì si è trovata fuori dai giochi per l’ultima bagarre. A causa di un highside è stata trasportata in ospedale e ha riportato la frattura del malleolo, del III e V metatarso e la frattura del cuboide. Nonostante la sua assenza in pista, chiude a pari punti la classifica Woman, prima in campionato. Fa sognare Giovanni Grianti. Il pilota pesarese di casa Gradara firma il secondo crono in qualifica e la prima fila in griglia di partenza. Risultato che entusiasma e dona morale alla squadra ripagandola dell’impegno profuso durante l’intero arco della stagione. Nonostante la buona partenza e tutti i presupposti per chiudere in bellezza, a causa di un contatto con un avversario in pista è costretto anche lui al ritiro anticipato e alla sosta in ospedale. Grianti chiude ai piedi del podio la classifica generale della categoria Senior. In gara scatta bene anche Francesco Prioli che si porta subito in testa alla corsa e si impone come leader dell’ultima manche. Altresì la sfortuna non è mancata. Purtroppo, a causa di un sorpasso borderline di un avversario in pista, da secondo è scivolato in quinta posizione, perdendo punti importanti in campionato. Nonostante questo, il rider gradarese riesce a chiudere sul gradino più basso del podio in classifica generale di campionato classe Junior.

MISANO ADRIATICO/GRADARA. Il Gradara Corse Racing Team archivia la sua stagione sportiva 2018 al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Rientrati dall’ultimo doppio round del Campionato italiano velocità Supersport 300, il team gradarese si è catapultato sulla pista di casa per l’ultimo appuntamento del trofeo Yamaha R3 Cup, ancora in lizza [...]

18 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. ‘La mi bèla Madunina, ti te dòminet Milan …’: va in campo il derby ‘meraviglia’.

Non solo sport. ‘La mi bèla Madunina, ti te dòminet Milan …’: va in campo il derby ‘meraviglia’. Il quel di Santo Siro, infatti, quando rosso e nero azzurri scendono in accanita tenzone, non si perpetua altro che una lunga storia, alla quale ( in tempi diversi) ha partecipato ( come ebbe a dire il buon Boban ) ' la gran parte dei più grandi giocatori che hanno calcato un rettangolo verde da gioco del calcio'. Per omaggiare ( anno dopo anno) la Madonnina con titoli e trofei, come in nessun' altra parte ( o quasi) del Mondo. In tutto: 10 delle 62 Champions ( 16 finaliste), 36 Scudetti del Campionato più difficile al Mondo oltre ad una miriade di altri titoli e titoletti che fan di quel mitico impianto un pantheon del calcio. Se poi, vogliamo accantonare la storia per stare sul presente, beh, si sappia che ( domenica 21, ore 20,30) nonostante il ( presunto) declino, va a calcare la sacra erba di Santo Siro un valore pari a 1.177 euro. Più ricca sta la ' porzione' nerazzurra( 643 mln euro) , ma non scherza manco quella rossonera ( 534 mln euro). Inoltre, qui, vanno a confrontarsi continenti diversi: Europa, Cina, America. E infatti i media accreditati saranno una caterva. A testimonianza del nostro ( mantenuto) credito calcistico, qua e là pel Pianeta. Dovessimo, come ci invita il presidente Uefa Ceferin , allestire ( in tempi brevi) nuovi e moderni impianti potremmo davvero recuperare quella posizione di leadership tenuta fin agli anni del Triplete. Le ragazze del volley si sono fermate alla decima vittoria di seguito, battute dalla Serbia ( 1-3). Ora in semifinale dovranno incontrare la prima dell'altro girone ( Olanda, bestia nera, o Cina, olimpionica, già battuta). Sembra ci tocchi la Cina.

LA CRONACA DAL DIVANO. E adesso possiamo cominciare ad intonare ” … La mi bèla Madunina, ti te  dòminet Milan …”, per appropinquarci al meglio al derby tra i più ( se non il più) ‘ prestigioso‘ al Mondo. Con una folla sterminata di appassionati che ( oltre a popolare) Santo [...]

17 ottobre 2018 0 commenti

Rimini. Trofeo ‘Kinder + Sport’ 2018: sport e scuola in rapporto osmotico. Facciamo il punto sulla kermesse.

Rimini. Trofeo ‘Kinder + Sport’ 2018: sport e scuola in  rapporto osmotico. Facciamo il punto sulla kermesse. A tre settimane dalla kermesse sportiva italiana dedicata ai ragazzi, si fa il punto per esprimere la giusta gratitudine a organizzatori, partner, atleti e tutta la città Rimini, che ha dimostrato di saper accogliere e gestire al meglio un evento di carattere nazionale. Erano presenti anche il presidente CONI Emilia Romagna Umberto Suprani, il delegato CONI Point Rimini Rodolfo Zavatta e il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Giuseppe Pedrielli, fra i numerosi rappresentanti delle federazioni e associazioni sportive riminesi, che questa mattina sono stati convocati in residenza comunale. Tutti invitati dall’assessore allo Sport Gian Luca Brasini, che si è congratulato per la perfetta gestione della quinta edizione dell’evento sportivo per ragazzi più importante d’Italia. Ricordiamo che la manifestazione,dove si sono svolte 320 gare di 45 sport diversi, è stata inaugurata alla presenza del presidente del CONI Giovanni Malagò.

RIMINI. A tre settimane dalla kermesse sportiva italiana dedicata ai ragazzi, si fa il punto per esprimere la giusta gratitudine a organizzatori, partner, atleti e tutta la città Rimini, che ha dimostrato di saper  accogliere e gestire al meglio un evento di carattere nazionale. Erano presenti anche il presidente CONI [...]

12 ottobre 2018 0 commenti

Non solo calcio. Moto: ‘ondata’ azzurra. Auto: ‘disastro’ Ferrari. Volley: ragazze ancora imbattute.

Non solo calcio. Moto: ‘ondata’ azzurra. Auto: ‘disastro’ Ferrari. Volley: ragazze ancora imbattute. Weekend. Per la moto c'è da segnalare l' ondata azzurra al Gp Thailandia. Nella Moto 3, infatti, tris tricolore con Di Giannantonio sul gradino più alto del podio; nella Moto 2, primo e secondo con 'Pecco' Bagnaia ancora una volta vincente. E sempre più solitario in vetta al Mondiale. Nella Moto 3 , tra la'altro, peccato, davvero peccato, che Bastianini abbia messo ko Bezzecchi, proprio nelle ultime curve dell'ultimo giro, costringendolo a lasciare punti mondiali preziosi all'eroico Martin. Nella Moto Gp, infine, c'è stato il solito ' diabolico' sorpasso del diavolo catalano il quale, contro ogni normale pensiero, s'è permesso una ultima curva a danno del nostro Dovi ( davvero) mozzafiato. Incredibile. Così vincendo la gara e ( anche se non ufficialmente) il titolo. Il settimo, se non erriamo. Ormai a pochi passi dal nono del Maestro, che proprio nel lontano Oriente sembra avere ritrovato una moto ( almeno) decente. Viaggiano di vittoria in vittoria le ragazze del volley al Mondiale di Osaka. Ma per fare un primo ( significativo) bilancio occorrerà attendere gli scontri con Russia e Stati Uniti. Alla seconda fase passano le prime quattro dei due gironi. Modena maschile , invece, Modena del ri(ben)tornato Velasco, ha trionfato nella Supercoppa, battendo ( 3-2) Trento. Un bel 'presente' per quel 'formidabile' campionato che andrà a breve ad iniziare. Sguardo inevitabile all' ottava di Campionato. Con la Signora sempre ( saldamente) al vertice, e le altre a farle da ancelle. Almeno sembra, al momento. Visto che Napoli, Inter e ( pure) Milan sembrano avere rotto il 'ghiaccio' prendendo un abbrivio che promette tante belle cose. Forse, delle sorprese.

LA CRONACA DAL DIVANO.  ” Siamo stati i migliori”. Così Hamilton, dopo l’ennesimo trionfo e con il quinto titolo in arrivo. Giusto che parli al plurale, visto che a quel suo titolo hanno contribuito in tanti ai quali, sarebbe opportuno concede se non un titolo ad hoc, almeno il podio [...]

8 ottobre 2018 0 commenti

Riccione. Tiro con l’arco: terzo posto per il 16 enne riccionese Gregori ai campionati italiani ‘Targa’.

Riccione. Tiro con l’arco: terzo posto per il 16 enne riccionese Gregori ai campionati  italiani ‘Targa’. Ad arricchire il bottino della spedizione della Perla verde ai Tricolori è stato il dominio in categoria Master, dove Marcello Tozzola si è laureato campione d'Italia, precedendo il compagno di colori Raimondo Luponetti (entrambi a quota 594 ma il primo ha un maggior numero di ori), mentre al 13° posto si è piazzato Andrea Bertolino. Una brillante prestazione che ha consentito ai portacolori dell’Arco club Riccione di ottenere anche il titolo di campioni italiani Master a squadre.

RICCIONE. Ha recitato un ruolo da protagonista l’Arco club Riccione nell’ edizione 2018 dei campionati italiani Targa, andati in scena a fine settembre tra Bisceglie, che ha ospitato i primi due giorni di gare allo stadio ‘G.Ventura‘, e Trani, dove in piazza Duomo proprio a fianco della cattedrale della città [...]

5 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. Champions: morti e stecchiti? Macchè, vivi e vegeti: 4 su 4, e secondo posto ranking Uefa!

Non solo sport. Champions: morti e stecchiti? Macchè, vivi e vegeti: 4 su 4, e secondo posto ranking Uefa! La Beneamata ha ( ancora una volta rimontato) col Psv di Van Bommel ( 1-2), il Napoli ( 1-0) s'è fatto fuori ( in extremis, ma meritatamente) i ( tanto sbandierati) vice campioni d'Europa. In sintesi: quattro su quattro, come non accadeva dal tempo delle caverne. L'exploit, lo si sappia in giro, lo si racconti attorno ai fuochi durante la fredda stagione ormai in arrivo, scatena il sorpasso all'Inghilterra nel ranking Uefa. Ora stiamo ( saldamente) al secondo posto. Appresso agli inarrivabili della Liga. E se potessimo trovare qualche dirigente capace al vertice e convincere gli insulsi ' no' a trasformarsi in lungimiranti 'sì, per costruire ( almeno) una decina di nuovi stadi, potremmo aspirare a delineare nuovi e duraturi scenari. Onde ridare traino e guida a tutto il movimento sportivo italiano. Per lavorare sul futuro e non sui rimpianti. Intanto, sulle cifre, le cifre dei bilanci delle società europee, non ci s'intende. Proprio. Proprio. Uno spara così, l'altro cosà. Ad esempio, secondo la 'rosea' la Signora ha avuto un bilancio 2016/17 di 422 mln euro, contro i 676 dello United e i 675 del Real. Andando invece a rovistare su Google ( fonte Calcio e finanza) si evince ( e tutti possono evincerlo) che il bilancio 2016/17 della Signora è di 562 mln ca, contro 750 mln ca del Real. Quindi con divario che va (ri)assottigliandosi sensibilmente tra le nostre e le altre , tanto più che la Signora viaggiando a ritmi di crescita elevati è destinata ( salvo improbabili tzunami) ad futuro prossimo venturo certamente non peggiore di quello del Real, già in evidente ambascia dentro e fuori il campo.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Avanza la Champions, secondo giro di vite. La  Signora  ( anche senza Cr7) impazza ( 3-0 allo Youg Boys) mentre la Lupa risorge ( 5-0 al Pilzen). Ma le ‘imprese‘, questa volta le hanno compiute la solita, imprevedibile, amabile Inter e il  bel Napoli del Carletto che, [...]

5 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. Svizzera e Gb ‘no’ al ‘visto’. F1: titolo in società. Francesco, mister Ryder del golf mondiale.

Non solo sport. Svizzera e Gb ‘no’ al ‘visto’. F1: titolo in società. Francesco, mister Ryder del golf mondiale. Al Mondiale ciclo, il nostro Nibali affonda nel finale e a tenere alta la bandiera dei pedalatori azzurri è rimasto Moscon, 24 anni, gran futuro, solo 5°al traguardo. La maglia iridata va quest'anno ad un vecchio arnese, di 38 anni, dalla carriera non sempre irreprensibile, ma in parte ' rimediata' in questi ultimi due o tre anni. Il buon Fognini, giunto in finale a ChengDu contro l'australiano Tomic, ha ben pensato di ' regalare' il trofeo al monotono avversario, che di merito ha avuto (soprattutto) quello di aspettar i (plateali) sfoghi del nostro campione. Campione in talento, ma non di carattere. A proposito di carattere, non se n'è visto in abbondanza neppure tra quelli del volley, eliminati più carenza nostra che per merito altrui. Come potenzialità potevamo anche competere, con gli altri, polacchi ( campioni) compresi, ma come leader no, visto che nel momento in cui ' il gioco si fa duro i duri vengon alla ribalta', proprio costoro si sono dileguati, deludendo amaramente un pubblico mai visto nei nostri palazzetti. Ma l'eroe del weekend è stato Francesco Molinari, 35 anni, il quale con il suo contributo ( cinque vittorie su cinque) ha permesso la schiacciante vittoria dell'Europa contro i favoriti stelle e strisce. Ora Francesco, umile e capace, autentico fuoriclasse in campo e come persona, compare ( almeno) su tutte le pagine dei media occidentali. Perchè ora gioca da numero uno del golf mondiale. Titola la 'rosea': 'Guai Abramovich. Chelsea in vendita ( per 4,5 mld)'. Per lui accuse di riciclaggio e contatti con la criminalità. Dopo l'Inghilterra anche la Svizzera rifiuta visto e certificato di residenza. L'Europa occidentale sta chiudendo ( come da più parti più volte auspicato) le porte agli oligarchi russi, in particolare quelli maggiormente in vista e chiacchierati. Il 'no' elvetico è maturato dopo l'esame di un rapporto curato dalla polizia, in cui sono state sollevate una serie di preoccupazioni sul milionario russo, tra le quali ( appunto) il 'sospetto di riciclaggio di denaro e presunti contatti con organizzazioni criminali'. Non solo, nel report si sostiene inoltre che ' i beni del richiedente sono almeno in parte di origine illegale'. La conclusione è che Abramovich rappresenta ' una minaccia per la sicurezza pubblica e un rischio di reputazione per il Paese se diventasse residente'.

LA CRONACA DAL DIVANO. Dopo il terzo  1-1 di fila per il buon  Ringhio avevano preso a suonare  rintocchi tristi dalla parti di Milanello. Si è pensato che Diavolo non inforcava più nessuno. E, al vertice della società, cominciano ad udirsi i primi malumori. Del resto  Gatt(uso) ce la sta mettendo tutta, da par suo, [...]

1 ottobre 2018 0 commenti

Cesena. Terminati i lavori per la ‘nuovissima’ parete da arrampicata alla palestra di San Giorgio.

Cesena. Terminati i lavori per la ‘nuovissima’ parete da arrampicata alla palestra di San Giorgio. Realizzata dalla dittaWalltopia, che l’ha prodotta e montata, la parete copre una superficie totale di 90 mq, suddivisi in 8 metri di altezza e 9 di larghezza. Diversi i gradi di difficoltà in cui è suddivisa tramite punti di progressione, volumi tecnici e appigli per le prese, in base a percorsi preparati da una guida alpina specializzata. Costruita su una struttura portante in acciaio, la parete è stata poi ricoperta da pannelli in multistrato di betulla da 21 mm e da una piccola sezione in vetroresina ad imitare la roccia naturale. A donare profondità alla struttura, la suddivisione in diversi colori e una serie di led luminosi. Nel rispetto delle norme di sicurezza internazionale, per la parete sono stati utilizzati materiali certificati e prese collaudate.

CESENA. Dopo l’inaugurazione dello scorso febbraio, ora la palestra di San Giorgio può contare anche su una nuovissima parete da arrampicata. Realizzata dalla ditta  Walltopia, che l’ha prodotta e montata, la parete copre una superficie totale di 90 mq, suddivisi in 8 metri di altezza e 9 di larghezza. Diversi [...]

26 settembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’ un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola.

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’  un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola. E tuttavia non è andata poi così male la ' puntata' dei nostri ad Aragon. Nella Moto Gp, dopo Marquez sono arrivati Dovi e Jannone. Nella Moto 3, Martin s'è importo su Bezzecchi e Bastianini, con il Bez a 13 punti dal nuovo top driver ispanico. Nella Moto 2 Binder, al suo secondo successo in carriera, s'è importo su Bagnaia e Baldisserri, con il Pecco che ha allungato su Oliveira. E mentre è iniziato il Mondiale su strada, le maggiori attenzioni sono rivolte al sestetto di volley impegnato nel Mondiale. Battendo la nefasta Olanda ( 3-1) ha chiuso in testa il suo girone, con l'unica macchia nera della sconfitta contro i campioni di Russia ( 2-3). Che, per il 'nostro' Zaytzev, dovrebbero aggiudicarsi l'evento. Per lui solo, si spera, perchè l' Itavolley poco o nulla ha da invidiare ai lungagnoni della steppa. L'importante è non partire sconfitti ancor prima di scendere in campo. Se non sbagliamo ora a Torino, dove farsi largo tra le sei qualificate in Final Six: Russia, appunto, Usa, Polonia, Serbia, Stati Uniti. Bestiacce, certo, ma forse più addomesticabili di quel che vorrebbero far credere. Occhio anche al Campionato. Sempre bello, nonostante gli illuminati menagrami che vorrebbero ridurlo a torneo parrocchiale. Tra l'altro dopo un turno di Coppa non male. Dove le nostre hanno ottenuto quattro vittorie ( Inter, Juve, Milan e Lazio), un pareggio ( Napoli) e una sconfitta ( Roma). Con ranking Uefa positivo, anche sulle inglesi. La vittoria più ' significativa' è stata quella della Signora a Valencia ( 0-2) nonostante giocasse in dieci ( espulso Ronaldo), ma quella pià 'esaltante' è stata quella della Beneamata che agli sgoccioli, in perfetto stile Premier, ha rispedito con un pugno di mosche a casa la speranzosa formazione di mister Pochettino.

LA CRONACA DAL DIVANO. E ci risiamo. Ancora una volta il buon Marc Marquez, padrone di Aragon, dove gli hanno dedicato una curva ed elevato un monumento ancor prima di lasciare questa valle di lacrime, ha vinto, anzi, dominato, lasciandosi però alle spalle la solita contestazione sulle sue  non irreprensibili [...]

24 settembre 2018 0 commenti

Cervia Milano Marittima. Grande successo per ‘Ironman Italy’. E ora tutti al lavoro per il 2019.

Cervia Milano Marittima. Grande successo per ‘Ironman Italy’. E ora tutti al lavoro per il 2019. 3500 gli atleti partecipanti fra gli ironman e 5150 sono giunti da 74 paesi del Mondo. Una organizzazione che ha impegnato un grandissimo numero di persone, fra cui 1800 nei vari punti nevralgici del circuito fra volontari Forze dell'Ordine e Protezione Civile che ha permesso un importante controllo e andamento in sicurezza delle manifestazioni sportive. Tutto è stato curato fin nei minimi dettagli per offrire agli atleti ed al pubblico di godere in tranquillità questo fantastico evento internazionale. Tra i più applauditi Alex Zanardi che qui ha battuto il suo record personale; grande prova anche per gli ironman cervesi e romagnoli. Il sindaco Coffari: ' Sentirsi dire da tanti partecipanti che è stata una delle più belle gare, ci riempie di orgoglio. Voglio davvero ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo evento'.

CERVIA MILANO MARITTIMA. Una manifestazione che ha coinvolto  la Città e che è stata apprezzata da un pubblico internazionale , numerosissimo, che  ha seguito appassionatamente ogni fase ed ogni momento della manifestazione. 3500 gli atleti partecipanti fra gli Ironman e 5150 sono giunti da 74 paesi del Mondo. Una organizzazione che [...]

24 settembre 2018 0 commenti