Genova. Estate 2022: il bilancio della Guardia costiera. Tra sicurezza marina e tutela dell’ambiente.

Genova. Estate 2022: il bilancio della Guardia costiera. Tra sicurezza marina e tutela dell’ambiente. Raccontata con i numeri l’operazione 'Mare sicuro'. Da un’analisi dei dati presentati e da una comparazione con le estati precedenti, le unità da diporto soccorse, come pure le persone salvate (- 25% rispetto al 2021), fanno positivamente registrare una flessione: meno utenti del mare, infatti, si sono trovati in situazioni di pericolo, segno evidente di una maggiore prudenza e senso di responsabilità. Anche i numeri riguardanti il fenomeno dell’occupazione abusiva di spiagge e acque libere sottratte illecitamente alla pubblica fruizione segnalano una importante flessione (- 45% rispetto al 2021), a riprova di un più diffuso rispetto delle regole. Questa tendenza positiva conferma la costante attività d’informazione e prevenzione, che affianca l'attività operativa, risultano essenziale per portare il cittadino a vivere il mare in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente. L’operazione 'Mare sicuro' - protratta dal 18 giugno al 18 settembre - ha visto impegnati quotidianamente 3.000 donne e uomini del Corpo, oltre 400 mezzi navali e 16 mezzi aerei della Guardia costiera dislocati lungo gli 8.000 km di coste del Paese, sul lago di Garda e sul lago Maggiore, pronti a intervenire in caso di emergenze in mare.

  GENOVA. Presso il ‘Teatro del mare’ di Genova, in occasione della 62ª edizione del Salone nautico internazionale, alla presenza dell’ammiraglio ispettore capo Nicola Carlone, comandante generale della Guardia costiera, e del direttore marittimo della Liguria, contrammiraglio Sergio Liardo, il capo ufficio comunicazione del comando generale, capitano di vascello Cosimo [...]