Non solo sport. L’Italietta pallonara ai playoff. L’acqua avvelenata. E l’indomabile ‘rossa’ di Marchionne.

Non solo sport. L’Italietta pallonara ai playoff. L’acqua avvelenata. E l’indomabile ‘rossa’ di Marchionne. Che dire? Nulla. Accontentiamoci da umani di rimirare lo spettacolo, sempre che non abbia a recare danno al nuoto italiano. Che abbisogna invece di divinità autentiche, di esempi da imitare e di successi. Possibilmente, tanti. Dal nuoto alla ginnastica, per segnalare l'ennesimo infortunio di Vanessina Ferrari, che tra le lacrime giura 'Sono ferita, ma non finita'. Intanto, tra lume e scuro, anche la nostra Italietta del calcio ce l'ha fatta ad acquisire i play off, e come testina di serie. Il trionfo al termine della campagna balcanica, che non ha ottenuto di 'spezzare le reni' ad alcuno, ma soltanto un misero pareggino (interno) contro la Macedonia e uno striminzito successo ( esterno) contro l'Albania. Chiaro è che, qualsiasi giustificazione venga a proporre mister chef Ventura, esautorato alla vigilia dai suoi senatori, con tali truppe poco lontano si pote andare. Soprattutto al Mondiale, dove dovremmo ( teoricamente) competere per la Pentastella. E tuttavia, adesso, raccolti e fratelli, teniamoci stretti nell'attesa della avversaria. Intanto, restano fuori dall'appuntamento di Russia l'Olanda e gli Usa; s'è invece salvata l'Argentina con una tripletta di Messi . Un richiamo meritano le parole di Marchionne, l'uomo dal maglioncino blu. Parole sante, parole benedette.

LA CRONACA DAL DIVANO. Fede e Greg hanno deciso di darsele di santa ragione. Il contendere sta nella nomina di Morini ad allenatore dell’anno del nuoto. La nostra Fede, sopranomata la Divina, si è arrabbiata e  ha scatenato  un putiferio tra insulti, veleni e minacce di querela fra lei, Paltrinieri [...]