Romagna. 13 nuovi alberi a Misano e 4 a Cattolica. Nei due Comuni, delle ‘eleganti’ Melie azedarach.

Romagna. 13 nuovi alberi a Misano e 4 a Cattolica. Nei due Comuni, delle ‘eleganti’ Melie azedarach. Le 13 Melie di Misano Adriatico sono state messe a dimora sulla via Emilia. La Melia azedarach, detta anche 'Albero dei rosari', è una pianta che può arrivare a 15 metri di altezza, resistente al freddo, al vento e alla siccità e perciò adatta ai climi salmastri delle località di mare. Oltre all’elevata resistenza, è un albero dal fogliame elegante, con fiori e frutti duraturi. Proprio i frutti, detti polloni, hanno consistenza lignea e prima dell’avvento della plastica venivano usati come grani per i rosari: da qui il nome di 'albero dei rosari'. Anche al comune di Cattolica sono state donate 4 Melie, messe a dimora in piazza 1 Maggio. Le 4 piante si aggiungono ai 113 arbusti scelti lo scorso aprile per ripristinare la duna sabbiosa alla foce del fiume Conca nell’ambito del GIZC. Complessivamente, in questo secondo anno di attività del progetto, sono state messe a dimora 157 piante.

MISANO ADRIATICO & CATTOLICA. La seconda edizione del Green BookingⓇ, progetto ideato dalla web agency riminese Info Alberghi Srl in collaborazione con gli hotel presenti sul portale www.info-alberghi.com, vuole portare  mille alberi in più sulla costa romagnola in 5 anni, con il patrocinio della regione Emilia Romagna e dei comuni [...]