Tag "altri sport"

 

Non solo sport. Oltre la disputa Conte e Mourinho. Premier: danari a fiumi, sospetti a iosa.

Non solo sport. Oltre la disputa Conte e Mourinho. Premier: danari a fiumi, sospetti a iosa. Altri campionati. ( D'ora in poi) infatti quale società di calcio potrà sborsare cifre così enormi attingendo alla sua sola 'attività sportiva'? Tanto per fare una domanda : alzi la mano chi si meraviglierebbe se anche l'illustre Barca, una volta smaltita la terribile sfuriata, si ritrovasse nudo e crudo come natura l'ha fatto? Vale a dire senza danari, con scarsi risultati e con fenomeni solo presunti? E perchè non pensare altrettanto per i tanti sciagurati imitatori? Anche perchè in un gioco dove chi festeggia è chi fa gol, a garantire i successi di una squadra come il Barca non ci sembra ( con tutto rispetto per i suoi tanti campioni) il 'contorno' posto ( attorno) a Messi ma ( soprattutto) Messi. Purtroppo. Se ci sono dei dubbi, toglietelo. Eppoi ci risentiremo. E se per i liberisti ad oltranza questo scenario è quello auspicabile, per noi, invece, c'è il forte sospetto che stiamo entrando in una fase involutiva, col tempo insostenibile, perchè dal meccanismo perverso. Chiunque può testimoniare che quando ( gli ambienti) si saturano prima o poi esplodono. O decadono. E allora invece che procedere in avanti ripiegano all'indietro . Come potrebbe risultare, e perchè no?, chiuse le cessioni e esaurite le bolle speculative, anche il futuro ( oggi straricco) dell'improvvido calcio d'Albione.

LA CRONACA DAL DIVANO. E’ dunque esplosa, sotto ( attenta ) regia, la bomba mercato invernale. Con botti diversi da paese a  paese. Ad accomunare il fenomeno sono ( soprattutto)  le cifre ‘sparate‘ qua e là , più o meno a caso, con effetti davvero dirompenti sul sistema calcio, tanto [...]

13 gennaio 2018 0 commenti

Non solo sport. La ‘rossa’ si arrende e Lewis vola verso il quarto titolo. Campionato: e se fosse il più bello?

Non solo sport. La ‘rossa’ si arrende e Lewis vola verso il quarto titolo. Campionato: e se fosse il più bello? Non è andata bene al Dovi, che giunto attardato (12°) è ora lontano di ben 33 punti dal terribile catalano, praticamente un abisso nonostante le tre gare ancora in calendario. Non è andata bene neppure alla 'rossa', sopravanzata dal re nero, avviato ormai alla conquista del suo quarto titolo. Qualche balzo di gioia in più può farla l'Inter dello Spalletti, tosta e culona, ma che ha saputo strappare un pareggio a reti inviolate alla meravigliosa banda del Sarri. Ha reagito sul campo la Signora, colpita in avvio dall'Udinese; affonda invece sempre più il Diavolo, ora, e per davvero, un povero Diavolo. Anche perchè dopo la sontuosa campagna estiva si aspettava di mettere qualcosa in più nel carniere. Tra l'altro un Milan senza Coppe europee è orbo. Inoltre lo spettro delle alchimie societarie riemerge. Angosciando il tifoso rossonero. Che fa quel che può urlando dagli spalti ( ancora abbastanza affollati) di San Siro, ma che a sostituirsi alla sua squadra non ce la fa di certo. Una squadra senz'anima, senza gioco, senza identità. Con tanti minuscoli interpreti tutti presi a non passarsi palla. E a tirare al vento. Senza costrutto.

LA CRONACA DAL DIVANO. Fine settimana intenso. Non è  andata bene al Dovi, che  giunto  attardato (12°) è ora lontano di 33 punti  dal terribile cataluno , praticamente un abisso nonostante le tre gare ancora in calendario. Non è andata bene neppure alla ‘rossa‘, sopravanzata dl re nero, avviato ormai [...]

23 ottobre 2017 0 commenti

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3).

Non solo calcio. Altro che Pentastella, questi sono un bluff ! Under 21 azzurra ‘ bocciata’ dalla Cechia ( 1-3). Under 21. Sono bastati dei bravi corridori a farci uscire dalla partita. Oh, non è che la cosa rappresenti una novità! Le nostre squadre ci stanno abituando a questo supplizio, Juventus ( secondo tempo contro il Real) in testa. Basta infatti caricarci di qualche ' difficoltà' e ' aspettativa' per mandarci in brodo di giuggiole. I ragazzi del ct Di Biagio hanno mostrato una fragilità fisica e caratteriale congenita; acuita, probabilmente, da una mala disposizione in campo ( eccessivo turn over?) e da una miope gestione della palla. Troppo possesso, pochi scambi veloci, scarsa fiducia tra i ragazzi. E inoltre poca fisicità, poca corsa. Col risultato di vederli scomparire tutti, ma proprio tutti, o quasi, dalla scena. Dall'attaccante Petagna ( più danno che utile) al difensore Rugani ( meglio un vecchietto del secolo scorso) fin al portiere Gigio ( lento come un bradipo). E adesso chi (ri)troverà il coraggio di sostenere che ' gioventù è bello'? A proposito di poca fisicità e di poca corsa, non è che sia il caso di cominciare a capire se è un problema di dieta o d'altro? Certo è che mentre noi svaniamo col passare dei minuti ( Nostra Signora compresa) gli altri si rigenerano. Per caso non è che dovremo abbandonare la nostra cara, gustosa e certificata bresaola per andare ad inghiottire salate, ostiche e misteriose porzioni di stoccafisso dei mari del Nord?

LA CRONACA DAL DIVANO. Chiedono fiducia, chiedono di giocare. Non all’oratorio o tra le giovanili, ma in prima squadra, coi grandi. E questo, finalmente, dopo tanto penare è stato loro concesso. Il Milan del coraggioso Sinisa, addirittura, ha messo in porta un sedicenne che nei tempi andati avrebbe fatto da [...]

22 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21.

Non solo calcio. Sul Gigio, l’Arrigo contro legittimisti e mercantilisti. Inizia l’avventura dell’Under 21. ' Ho sempre pensato - dice l'Arrigo - che il valore della persona fosse fondamentale per ingigantire il proprio talento. A proposito di persone stimavo Gigio come ragazzo e come giocatore, ma sono rimasto stupido dalla mancanza di riconoscenza verso il Milan. Questa sua decisione mi fa sorgere dubbi non soltanto sulla sua integrità umana, ma anche sulla sua futura carriera. Gli ricordo che tutti quelli che hanno privilegiato i soldi ( cvd), come fecero ad esempio Kakà e Scheva che lasciarono ( anche loro) il Milan per il Real Madrid e per il Chelsea, poi se ne sono pentiti amaramente'. Condividiamo, ovviamente, mentre per quel che riguarda i 'bacucchi' mediatici sarebbe ora di cominciare a pensionarli; mentre per quel che riguarda gente alla Dani Alves, pur ampiamente titolata, ci stiamo chiedendo se non sia meglio ( per noi, per loro) rispedirla entro il dimenticatoio in cui ben alloggiava. Con tanto di baci e abbracci.

LA CRONACA DAL DIVANO. Donnaruma a 18 anni snobba il Milan dei suoi ( ex) sogni; Ronaldo ( stizzito per via di alcune indiscrezioni non gradite su   vertenze fiscali ) vuole lasciare a 32 anni mamma Real, campione di tutto; Verratti,  27, s’è stufato  ( finalmente)  del Psg e [...]

17 giugno 2017 0 commenti

Non solo sport. Ue: per favore, non rompa ancora! Celebrati i 60 anni dei Patti di Roma. Rossi e Rosse al via.

Non solo sport. Ue: per favore, non rompa ancora! Celebrati i 60 anni dei Patti di Roma. Rossi e Rosse al via. Valdis Dombrovkis, 45 anni, lettone, vice presidente della Commissione europea per la Stabilità finanziaria e per l'euro, in una intervista al 'Corriere', non fa altro che esprimere raccomandazioni nei confronti dell'Italia. Bassa crescita, alto debito, manovra correttiva entro aprile, e così via. Verrebbe da chiedergli se parla a nome suo o d'altri. Sì, perchè, qui, con 'sti maestrini tutti eguali che ci vorrebbero indicare compiti e compitini da fare a loro piacimento, gli italici ( pro e contro) sono davvero stufi. E qui infatti sta il 'pericolo' più grosso sulla 'tenuta' del Belpaese verso la Ue. Oltre la politica, il weekend di sport.

LA CRONACA DAL DIVANO. La cronaca. Dopo l’incontro con il Pontefice ( sabato  a Milano, San Siro) i 27 rappresentanti dell’Unione europea si sono trasferiti al Quirinale per la ‘firma’. Un atto dovuto, ma non scontato visto che in questi ultimi la politica ( detta) europeista non ha fatto altro [...]

25 marzo 2017 0 commenti

Non solo calcio. Juve nei guai: Barca, ritorno al ‘Camp Nou’. Roma è fuori: riappare l’Italietta del calcio.

Non solo calcio. Juve nei guai: Barca, ritorno al ‘Camp Nou’. Roma è fuori: riappare l’Italietta del calcio. Visto il sorteggio? Manco il genio beffardo di Eupalla poteva far meglio. Da una parte le magiche manine di quelli di Nyon hanno cacciato le quattro big che comunque sia devono scremarsi; dall'altra hanno posizionato i quattro rincalzi, intanto per dar prolungata visibilità al calcio ' minore' eppoi per predisporlo o all'impresa del secolo ( rara) o a far da vittima sacrificale ( possibile). Così le eventuali semifinali con una big per parte apriranno le porte ad una super attesa finalissima. Come marketing docet. Per quanto riguarda la Nostra Signora: se non l'hanno infinocchiata poco ci manca. Intanto le hanno dato una super favorita da ciucciare, eppoi l'hanno spedita a far la prima in casa e la seconda fuori, ovvero al Camp Nou che ( con gli arbitri visti in circolazione) diventerà un castillo praticamente inespugnabile. Gli hanno lasciato ( come a tutti condannati a morte) un sol desiderio: l' impresa da raccontare ai nipoti e ai figli dei nipoti. Che farai nostra cara, vecchia, Signora?

LA CRONACA DAL DIVANO. Amaro risveglio per il nostro calcio in Coppa. E poco conta che la Nostra Signora  sia entrata nel salotto buono del calcio europeo. Anche perchè ci è entrata dalla porta di servizio, più col retro che con il davanti. Non certo da Signora. Dovesse ribadire queste ultime due prestazioni [...]

17 marzo 2017 0 commenti

Non solo calcio. I miracoli all’hotel Rigopiano. Donald Trump, 45° presidente Usa. E anche ore di sport.

Non solo calcio. I miracoli all’hotel Rigopiano. Donald Trump, 45° presidente Usa. E anche ore di sport. Soccorsi al Centro Italia. I pompieri gli battono le mani, lo sfiorano, lo stringono, ridono e piangono , stendendolo in barella sotto coperte finalmente calde gli gridano 'bravo, Chicco, bravo'! Vorremmo non aggiungere altro. Per non guastare lo stupore sempre ineffabile di un miracolo. Evento straordinario dovuto ( soprattutto) all'apporto della 'parte migliore del nostro Paese'. I chiacchieroni, tanti, troppi, così come i blasfemi di circostanza, continuano a celebrarsi dispiegando le loro impotenti verità. Patetici. Mentre altre dure ore attendono questa piccola folla di nostri anonimi eroi da tutto il Mondo ammirati. Speriamo solo che in qualche anfratto dell'hotel sia rimasta la vita. Per altri applausi. Per altre carezze.

LA CRONACA DAL DIVANO. ” Poi dalla tomba di ghiaccio – annota l’inviato del Corriere – sbuca una testolina castana: e la storia cambia, cambiando tutti noi. Alle 11 di mattina il primo sopravvissuto alla valanga dell’hotel Rigopiano è un bimbo di 8 anni.I pompieri gli battono le mani, lo [...]

21 gennaio 2017 0 commenti

Non solo sport. Juve e Allegri: matrimonio in crisi? Sale la stella di Conte, si spegne la favola di Ranieri.

Non solo sport. Juve e Allegri: matrimonio in crisi? Sale la stella di Conte, si spegne la favola di Ranieri. Don Fabio, ormai angolofilizzato, qualche intervista fa, invitava a 'cliccare' ( di norma) sulla Premier, per ammirare quanta più ' densità' vibra nel calcio di quelle parti rispetto al nostro. Anemico. Poco allenante. Retrogrado. Inutile. Eppure, noi che 'clicchiamo' abitualmente sui campi d'Albione tutti questi 'prodigi' non li notiamo. Forse, siam distratti. Forse, non siamo ancora così stregati da scambiar fischi per fiaschi. Del resto, e chissà per quante volte lo abbiam detto, andando a girovagare per almanacchi e libri, nell'ultimo lustro, in vetta ad Europa, son poche ( o nulle) le squadre d'Albione. Senza poi toccare le Nazionali, che di quelle i maestri del calcio hanno perso perfino le tracce.

LA CRONACA DAL DIVANO. Pirlo ( che qualcuno ha inserito nella Nazionale di sempre)  rimpiange di non aver mai giocato nei due Panda spagnoli; Allegri, invece, dopo la batostina sul Golfo, ha già pronte le valige per salutare la Signora e salire anche lui  in Premier. Che tutti van celebrando, [...]

28 dicembre 2016 0 commenti

Non solo sport. La Signora in volo verso il sesto Scudetto. Intanto il calcio, lemme lemme, risale la china. Torna la valanga rosa sulle nevi.

Non solo sport. La Signora in volo verso il sesto Scudetto. Intanto il calcio, lemme lemme, risale la china. Torna la valanga rosa sulle nevi. Un giovin alemanno ( di cui non diremmo il nome, anche perchè quel che conta non è lui ma solo quel che dice) in procinto di lasciare un campionato scontato perchè già deciso al nastro di partenza ( il Pilzen antagonista del Bayern fa ridere), si è liberato di un cumulo sacrosanto di ( per lui) verità che riguardano(anche ) il nostro ( negletto) calcio. Dice il fenomeno ' Andare in Italia? Macchè, sarebbe un passo indietro. Il Campionato italiano è ormai il quarto d'Europa. Preferirei la Premier!'. Da un punto di vista del danaro (f0rse) il ragazzo, più figlio di Lanzichenecchi che di Goethe, la vede giusta. Da altri punti di vista, invece, il ragazzo, per parlar franco, ci sembra uno dei tanti emeriti sprovveduti che affollano la triste Europa. Basti infatti vada a consultare un almanacco, uno qualsiasi e ...

LA CRONACA DAL DIVANO. Dopo una pausa per problemi tecnici relativi all’aggiornamento, riprendiamo la nostra specialissima  ‘ cronaca’. Come si sa vista ( almeno per quei pochi che ci seguono)  dall’esterno, o meglio, stando seduti sul quel mitico divano leggendo qualche buon giornale ( che grazie a Dio ancora in [...]

21 dicembre 2016 0 commenti

Non solo sport. Referendum: ‘sforano’ i ‘no’. AAA cercasi sostituti di Rosberg. Juve di nuovo in sella.

Non solo sport. Referendum: ‘sforano’ i ‘no’. AAA cercasi sostituti di Rosberg. Juve di nuovo in sella. Referendum. Qui, forse, il buon Matteo, matrice fiorentina, tanto sportivo nell'accettare la sconfitta, aveva sperato in un testa a testa a suo favore. Invece non è stato affatto così. A sua e nostra maraviglia. Intanto perchè è scesa al voto una fiumana di persone; e poi perchè si è infine approdati, grazie a certe vistose maggioranze in alcune regioni, ad un divario netto ed inequivocabile: 40% ai ' sì', 60% ai 'no'. Morale: la riforma proposta dal Governo non è passata e tutto resta ( quasi) come prima. Con il buon Renzi dimissionario. Aspettando il sostituto. Nell' attesa magari di qualche altra ( sempre possibile) sorpresa. O fors'anche soltanto di un nuovo plebiscitario ritorno alle urne. Chissà?

LA CRONACA DAL DIVANO. ( 6 dicembre 2016) Manco a dirlo la Nostra Signora ha ripreso, in un batti baleno, con un primo tempo ben assestato alla terribile banda di giovinastri del Gasp, le ‘redini’ del Campionato. Nessun tracollo, quindi, nessun scenario al negativo, nessun passaggio di consegne, ma solo [...]

5 dicembre 2016 0 commenti