Tag "ambiente"

 

Forlì. Bioplanet, partner del Comune, dentro un modello di sostenibilità ambientale per la lotta biologica.

Forlì. Bioplanet, partner del Comune, dentro un modello di sostenibilità ambientale per la lotta biologica. Bioplanet è una cooperativa di soci lavoratori che, fin dal 1986, produce e commercializza organismi e insetti utili che fungono da strumento di controllo degli organismi nocivi sia nell'ambito del verde pubblico, che in quello delle colture agricole. Con i suoi 70 dipendenti dislocati tra le serre, gli uffici, i laboratori e lo stabilimento di Diegaro di Cesena, l'azienda promuove un modello di agricoltura sostenibile che concilia la massima qualità delle produzioni con la tutela dell'ambiente e livelli bassissimi di fitofarmaci. Da qualche anno, Bioplanet è partner del comune di Forlì nella cosiddetta lotta integrata, ovvero l’utilizzo principale delle risorse naturali a discapito dei prodotti chimici nella gestione e nel controllo dei parassiti. 'L’utilizzo di insetti nemici naturali degli afidi in alternativa ai metodi di difesa fondati sulla chimica, è un principio imprescindibile della lotta biologica che, gradualmente, stiamo applicando anche nel nostro territorio'. Così il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini.

Forlì, 1 luglio. Bioplanet è una cooperativa di soci lavoratori che, fin dal 1986, produce e commercializza organismi e insetti utili che fungono da strumento di controllo degli organismi nocivi sia nell’ambito del verde pubblico, che in quello delle colture agricole. Con i suoi 70 dipendenti dislocati tra le serre, [...]

2 luglio 2021 0 commenti

Rimini. Inaugurato il nuovo sentiero Cai a Covignano. Con oltre sei km immersi tra storia e natura.

Rimini. Inaugurato il nuovo sentiero Cai a Covignano. Con oltre sei km immersi tra storia e natura. Il percorso inizia dal piazzale sottostante il santuario delle Grazie, il complesso francescano edificato alla fine del Trecento (1391-1396). Sul lato opposto all'ingresso del Santuario si trova il Museo degli Sguardi, esposizione delle raccolte etnografiche del comune di Rimini. Dopo aver percorso via Vasari e via delle Fonti si arriva da piazzale Ruffi e ci si inoltra per via Covignano in direzione dell'abbazia di Scolca. L'ombrosa strada che porta all'abbazia di Scolca poi a Villa Belvedere permette di avvicinare la rigogliosa vegetazione della collina. La salita all'abbazia di Scolca è premiata con una splendida panoramica sulla valle dell'Ausa, incorniciata dagli ulivi. Oltre l'ingresso di Villa Belvedere, si costeggia il parco, dove svettano pini, tigli, querce, vecchi allori. A destra si apre il panorama sulle pendici di San Fortunato, sulla bassa Valmarecchia e la costa. La sommità collinare ospita l'edificio conventuale di San Girolamo, oggetto di scavi archeologici e restauri. All'altezza di Villa Battaglia si devia per via Monterotondo, tra uliveti di recente impianto. Di fronte a Villa Francolini, un piccolo bosco di lecci ricorda quello delle Grazie. Seguono ancora uliveti e abitazioni fin oltre la sbarra, dove inizia lo sterrato che conduce al piazzale della Galvanina. Il percorso procede ai piedi del colle. A Cà Palloni è possibile variare il percorso risalendo via San Lorenzo a Monte fino a riprendere via Covignano e trovarsi nelle adiacenze dell'abbazia di Scolca, dalla quale tornare al punto di partenza. Via della Carletta scorre ancora infossata e stretta con i versanti collinari a destra. Si conclude il percorso risalendo lo sterrato che continua con via delle Fonti fino a ritrovare a sinistra via Vasari poi il santuario delle Grazie.

RIMINI. Un nuovo sentiero per immergersi nella natura, nella storia e nell’arte di una delle zone collinari più suggestive del territorio. I mesi di pandemia hanno portato a riscoprire le bellezze dietro l’angolo, come Covignano e i suoi scorci. Da oggi gli amanti delle escursioni della natura potranno essere accompagnati [...]

5 maggio 2021 0 commenti

Rimini. Raccolta differenziata. Isola ecologica interrata in via D’Azeglio. Le prime postazioni.

Rimini. Raccolta differenziata. Isola ecologica interrata in via D’Azeglio. Le prime postazioni. Oltre a via D’Azeglio, infatti, sono in corso d’opera le isole ecologiche in via Bastioni settentrionali, in via Bastioni occidentali e in piazzale Gramsci (piazzetta Santa Rita), a cui se ne aggiungeranno altre dieci, i cui lavori inizieranno prossimamente. Oltre ad essere facilmente raggiungibili e accessibili, l’utilizzo delle isole ecologiche a sostituzione dei cassonetti tradizionali contribuirà a limitare fortemente l’impatto estetico e visivo della presenza dei contenitori in un contesto di pregio, di alto valore storico-monumentale e fortemente frequentato come il centro cittadino. Ogni isola interrata è provvista di cinque torrette-contenitori destinati alla raccolta differenziata di vetro, plastica, carta, organico e indifferenziato, utilizzabili attraverso la tessera magnetica fornite dal gestore. Le postazioni saranno inoltre dotate di telecamere, che consentiranno di verificare il corretto conferimento e accertare eventuali manomissioni. Per quanto l’isola ecologica di via D'Azeglio, si procederà con la delimitazione dell'area da destinare a cantiere, che comporterà il restringimento della carreggiata e l’istituzione del senso unico alternato. Sarà comunque garantito il normale ed agevole transito dei mezzi dei residenti, dei mezzi di soccorso, dei mezzi del trasporto pubblico e il passaggio pedonale verso le abitazioni e le attività presenti nell'area grazie alla creazione di percorsi protetti.

RIMINI. Iniziati i lavori di realizzazione dell’isola ecologica interrata in via D’Azeglio, una delle prime quattro postazioni di raccolta rifiuti che andranno a sostituire i cassonetti stradali nel centro storico. Oltre a via D’Azeglio, infatti, sono in corso d’opera le isole ecologiche in via Bastioni settentrionali, in via Bastioni occidentali e in piazzale Gramsci (piazzetta Santa Rita), a cui se [...]

22 febbraio 2021 0 commenti

Rimini, 42 nuove colonnine per i veicoli elettrici. Ben 22 le vie del territorio coinvolte nel progetto.

Rimini, 42 nuove colonnine per i veicoli elettrici. Ben 22 le vie del territorio  coinvolte nel progetto. Un progetto a favore della mobilità elettrica che prevede la nascita entro il 2020 in Emilia Romagna di una capillare rete di punti di ricarica per veicoli ad alimentazione elettrica, sia mezzi di trasporto pubblico, che autovetture ad uso privato. Dopo l’avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse, pubblicato nel 2019, è stato individuata la ditta 'BE CHARGE S.R.L.' di Milano, con cui il Comune ha stipulato una 'Convenzione per la realizzazione e la successiva gestione di una rete di ricarica per i veicoli elettrici'. Saranno 50 in tutto le strutture di ricarica per veicoli elettrici che dopo questa prima fase - in cui se ne prevedono 42 - verranno collocate sul territorio comunale. Una rete significativa che coinvolge in tutto 23 postazioni diverse, individuate in altrettante vie comunali. I lavori inizieranno in viale Regina Elena, piazzale Gondar, via Roma e via Emilia per poi spostarsi progressivamente nelle altre postazioni, tra cui lungomare G. di Vittorio, via della Fiera, via Chiabrera, via Caduti di Nassirya, ecc.. Questa prima fase del progetto prevede 2 diverse tipologie di colonnine, ovvero le cosiddétte 'Normal Power', che saranno 31 in tutto e le 'High Power Fast charging' che saranno 11. Le infrastrutture di ricarica garantiranno una forte interoperabilità in quanto per utilizzarle basterà scaricare l’applicazione mobile senza essere necessariamente cliente di Be Charge. Il servizio sarà garantito 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, attivabile completamente dall’ applicazione mobile disponibile per iOS e Android, oppure tessera.

RIMINI. Partiranno lunedì 28 i lavori per l’installazione di 42 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Un progetto a favore della mobilità elettrica che prevede la nascita entro il 2020 in Emilia Romagna di una capillare rete di punti di ricarica per veicoli ad alimentazione elettrica, sia mezzi di [...]

25 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Parco del Mare Nord: confronto con i cittadini su tempi, modalità e varie problematiche.

Rimini. Parco del Mare Nord: confronto con i cittadini su tempi, modalità e varie problematiche. E’ di questi giorni infatti, alla riapertura delle scuole, la definizione delle modalità con cui, nel quadro dei protocolli anticovid, il trasporto pubblico dedicato agli studenti potrà funzionare e che comporterà sicuramente un aumento dei mezzi pubblici in movimento in un orario determinato e ristretto. Accanto alla problematica della scuola, poi, è previsto a fine mese l’avvio dei lavori per la realizzazione da parte di comune di Rimini e di Rfi dei due sottopassi, uno carrabile, uno ciclo – pedonale, che consentiranno la soppressione dell’attuale passaggio a livello tra via Morri - via Polazzi a Viserba. Ciò comporterà l’interruzione del traffico ferroviario nel tratto compreso tra la vicina stazione di Viserba e la stazione di Rimini, che dovrà essere sopperito dall’istituzione di una linea temporanea di trasporto pubblico locale su gomma che potrà giovarsi della nuova organizzazione della viabilità. Una nuova viabilità che in direzione nord – sud rimarrà promiscua e invariata. Per accompagnare i cittadini a questo momento di cambiamento, accanto alle pagine web e al numero verde a cui chiedere le informazioni, l’Amministrazione comunale ha previsto la realizzazione di un nuovo servizio informativo diretto con l’istituzione di un 'Ufficio informazioni mobile'.

RIMINI. Si è tenuta nella serata di ieri il primo di una serie d’incontri che vedranno i rappresentanti dell’amministrazione comunale a confronto coi residenti delle zone a nord della città in cui, proprio ieri, sono ripartiti i primi cantieri per la realizzazione dei 6,3 km del nuovo lungomare di Rivabella, [...]

2 settembre 2020 0 commenti

Cesenate. Godere delle bellezze della valle del Savio in sella alla bici. Nel laboratorio ‘Valle Savio bike hub’.

Cesenate. Godere delle bellezze della valle del Savio in sella alla bici. Nel laboratorio  ‘Valle Savio bike hub’. Il progetto, il cui obiettivo è incrementare i flussi turistici in termini di presenze e la creazione di nuovi posti di lavoro grazie alla diversificazione delle offerte dei servizi dedicati al turista che si avvale di mobilità sostenibile in diversi settori (turismo, vendita e riparazione dei mezzi), mira a realizzare un sistema diffuso di offerte e servizi integrati che promuovano un turismo sostenibile e inclusivo, volto alla valorizzazione di percorsi e iniziative per il cicloturismo e il turismo slow. Con l’arrivo delle risorse regionali l’Unione dei Comuni Valle del Savio, a cui i comuni appartenenti hanno recentemente conferito la funzione Turismo, dà dunque avvio alla seconda fase del progetto che prevede la creazione, lo sviluppo e la commercializzazione di nuovi percorsi di cicloturismo che uniscono i sei Comuni grazie alle strade secondarie lungo il fiume Savio, caratterizzate da un alto valore paesaggistico ma che attualmente risultano sottoutilizzate e che rappresentano invece una rete viaria potenzialmente interessante per lo sviluppo turistico del territorio. Tra poche settimane si procederà dunque alla creazione e all’attivazione del laboratorio 'Valle Savio bike hub' attraverso una ricognizione dei soggetti portatori di interesse da coinvolgere, che costituiranno il gruppo di lavoro e di supporto per la realizzazione del progetto (mappatura, coinvolgimento imprese e portatori di interesse, diffusione di nuove conoscenze e capacità su aspetti globali e locali della sostenibilità).

CESENATE. La cultura delle due ruote si fa strada nella Valle del Savio e potenzia maggiormente l’offerta turistica dei comuni di Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina e Verghereto. La regione Emilia Romagna infatti ha destinato un pacchetto di 44 mila euro di risorse alla Vallata per la [...]

10 luglio 2020 0 commenti

Bassa Romagna. revisti temporali per giovedì 4 giugno. Emanata l’allerta n. 38/2020, colore giallo.

Bassa Romagna. revisti temporali per giovedì 4 giugno. Emanata l’allerta n. 38/2020, colore giallo. Per giovedì 4 giugno si prevede tempo perturbato su tutto il territorio regionale, con temporali anche intensi. Per questo motivo la Protezione civile dell'Emilia Romagna ha emanato una nuova allerta, la n. 38/2020, che interessa anche il territorio della Bassa Romagna. L’allerta completa può essere consultata sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna (allertameteo.regione.emilia-romagna.it) e anche attraverso Twitter (@AllertaMeteoRer). Si ricorda di mettere in atto le misure di protezione individuale previste dal piano di emergenza e di Protezione civile.

BASSA ROMAGNA. Per giovedì 4 giugno si prevede tempo perturbato su tutto il territorio regionale, con temporali anche intensi. Per questo motivo la Protezione civile dell‘Emilia Romagna ha emanato una nuova allerta, la n. 38/2020, che interessa anche il territorio della Bassa Romagna. L’allerta completa può essere consultata sul portale [...]

3 giugno 2020 0 commenti

Misano Adriatico. Lavori pubblici. Ultimati i lavori al sottopasso di via Liguria-via Garibaldi.

Misano Adriatico. Lavori pubblici. Ultimati i lavori al sottopasso di via Liguria-via Garibaldi. Sono stati ultimati i lavori al sottopasso di via Liguria – via Garibaldi, oggetto da inizio anno di una serie di interventi che lo hanno reso più sicuro e maggiormente fruibile. Interventi che hanno riguardato l’adeguamento del percorso ciclopedonale mare - monte, reso più sicuro per il transito di pedoni e ciclisti grazie all’allargamento dei marciapiedi, e il raccordo del sottopasso con la pista ciclabile, così da offrire un efficace collegamento diretto con il quartiere di Misano Brasile e la scuola di via Liguria. I lavori sono poi proseguiti con il rifacimento della pavimentazione stradale e con l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione a led. L’ultimo step, completatosi ieri, ha riguardato la tinteggiatura e il ripristino del semaforo. L’intervento al sottopasso fa parte di progetto complessivo che prevede anche il completamento della pista ciclabile di via Verdi fino a via Alberello, a Misano Brasile.

Misano Adriatico, 15 maggio 2020 . Sono stati ultimati i lavori al sottopasso di via Liguria – via Garibaldi, oggetto da inizio anno di una serie di interventi che lo hanno reso più sicuro e maggiormente fruibile. Interventi che hanno riguardato l’adeguamento del percorso ciclopedonale mare – monte, reso più sicuro [...]

19 maggio 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Il riciclo.dei pneumatici fuori uso non si ferma: raccolte e recuperate 4.266 t. di Pfu.

Emilia Romagna. Il riciclo.dei pneumatici fuori uso non si ferma: raccolte e recuperate 4.266 t. di Pfu. L’Emilia Romagna è la quinta Regione in Italia per quantità di PFU raccolti e recuperate nei primi tre mesi del 2020, con circa 4.266 tonnellate; un quantitativo di poco inferiore alle 4.875 tonnellate raccolte lo scorso anno nello stesso periodo. Sono invece 1.207 le richieste di prelievo di PFU inserite da gommisti, stazioni di servizio e autofficine ed esaudite da Ecopneus. Andando nel dettaglio provinciale, Ecopneus ha raccolto in Emilia Romagna 907 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso nella sola provincia di Modena, 837 tonnellate nella provincia di Bologna, 713 nella provincia di Reggio nell’Emilia, circa 633 tonnellate nella provincia di Parma, 300 tonnellate nella provincia di Rimini, 292 tonnellate nella provincia di Ferrara, oltre 222 nella provincia di Ravenna, circa 199 tonnellate nella provincia di Piacenza ed infine 162 tonnellate nella provincia di Forlì-Cesena.

EMILIA ROMAGNA. Ben ventitré innovativi campi da calcio di ultima generazione, performanti, sicuri e sostenibili. Sono quelli che si potrebbero realizzare con il recupero delle 4.266 tonnellate di Pneumatici fuori uso raccolte e recuperate in Emilia Romagna da Ecopneus nei soli primi tre mesi del 2020, equivalenti in peso a oltre [...]

25 aprile 2020 0 commenti

Rubicone. Incendio in impianto di selezione rifiuti a Sogliano. Esclusa da Arpae ogni criticità ambientale.

Rubicone. Incendio in impianto di selezione rifiuti a Sogliano. Esclusa da Arpae ogni criticità ambientale. L’impianto esegue attività di cernita e selezione, prevalentemente manuale, di frazioni riutilizzabili di rifiuti non pericolosi, tra cui anche imballi e componenti in materiale plastico, carta e cartone. L’incendio ha interessato i materiali stoccati all’esterno, per un quantitativo pari a circa 200 tonnellate, già selezionati e imballati per la successiva attività di recupero, causando la formazione di una densa colonna di fumo che fortunatamente, data la distanza dell’impianto dai più vicini nuclei abitativi e la direzione dei venti, non ha investito abitazioni né determinato problematiche significative. Lo sviluppo dell’incendio e il rapido intervento dei Vigili del fuoco hanno evitato il coinvolgimento dell’edificio adibito ad uffici, interessato comunque dall’esplosione delle vetrate. I tecnici di Arpae hanno constatato il controllo dell’incendio da parte dei Vigili del fuoco e la corretta gestione delle acque di spegnimento e dello schiumogeno, raccolti nella vasca di prima pioggia. Le condizioni atmosferiche hanno favorito l’innalzamento e la dispersione della densa colonna di fumo verso gli strati più elevati dell’atmosfera e quindi in varie direzioni (da nord-ovest a sud-ovest). Sono state effettuate, a tre ore circa dall’avvio dell’incendio, indagini della qualità dell’aria nell’area esterna all’impianto con strumenti portatili, al fine di valutare l’eventuale presenza di polveri sottili, composti organici volatili e altre sostanze derivanti dalla combustione a livello stradale. Le misure hanno rilevato valori estremamente contenuti ed escluso criticità ambientali nelle zone monitorate.

SOGLIANO AL RUBICONE. Nella notte tra lunedì 13 e martedì 14 aprile, i tecnici di Arpae sono intervenuti su segnalazione del Corpo provinciale dei Vigili del fuoco per un incendio presso l’attività di trattamento rifiuti della Sogliano Ambiente Spa in località Ginestreto, denominato Area Marconi. L’impianto esegue attività di cernita [...]

15 aprile 2020 0 commenti